Diritto romano

Filtri attivi

Il «pactum de non petendo». Ediz....

Reichel Hans; Dalla Massara T. (cur.); D'Onofrio M. (cur.)
Pacini Giuridica 2018

Disponibilità immediata

16,00 €
Il saggio di Hans Reichel, di cui si presenta qui la traduzione italiana, fu pubblicato sotto il titolo "Der einforderungsverzicht" ("Pactum de non petendo"), nel volume LXXXV degli "JheringsJahrbücher"; siamo nel 1935 e l'opera di Reichel appartiene a una stagione culturale nella quale l'elaborazione del pensiero giuridico scaturisce ancora dal confronto tra la pagina scritta di un codice - nella specie il BGB, che aveva visto la luce poco più di trent'anni prima - e quell'immenso deposito sapienziale, unico nella storia del diritto, rappresentato dalla giurisprudenza romana. Si sente appieno, nella scrittura di Reichel, questa forte tensione costruttiva; e sembra quasi di vedere uno sforzo progettuale - architettonico per così dire - inteso a dar forma alle figure del diritto, a definire gli snodi, a delineare le linee dritte e quelle curve. Nella sua opera, l'autore mette al centro del suo cantiere il "pactum de non petendo". Offrire una guida alla lettura di un testo senza dubbio complesso, attraverso una sua traduzione critica, significa rimettere in circolazione un segmento di pensiero che mancava nel dibattito italiano.

Storia di Roma tra diritto e...

Capogrossi Colognesi Luigi
Il Mulino 2014

Disponibilità immediata

30,00 €
Il volume ricostruisce in un ampio e accurato affresco l'architettura istituzionale romana. Attingendo alla storia politica, economica e sociale di Roma antica l'autore analizza gli innumerevoli aspetti che compongono la complessa macchina del diritto romano e ne consentono il concreto funzionamento.

Profili ricostruttivi della...

Bertoldi Federica
Mucchi 2020

Non disponibile

15,00 €
La ricerca procede a una rivisitazione completa delle fonti e dei contributi dottrinali e che si sono succeduti in materia di collatio bonorum (definita anche collatio emancipati), di collatio dotis e di collatio descendentium. L'indagine attraverso l'analisi dell'origine della collazione moderna porta alla conclusione che l'istituto attuale trova la sua genesi, non tanto nella collatio classica, ma nella collazione giustinianea.

Storia di Roma tra diritto e potere

Capogrossi Colognesi Luigi
Il Mulino 2020

Non disponibile

28,00 €
Le opere dedicate alla storia delle istituzioni giuridiche della Roma antica risentono spesso di una impostazione caratterizzata da una sovrabbondante congerie di dati, senza che il lettore sia in grado di percepirne il diverso livello d'importanza né di coglierne il significato strutturale. Il presente volume si distingue per un approccio diverso: nel delineare un quadro essenziale, ma non semplificato o banalizzato, della storia di un sistema di potere e di governo fornisce non solo una informata sintesi su come si è venuta costruendo la moderna civiltà giuridica a partire dal diritto romano, ma offre anche un resoconto storico non influenzato da categorie tipiche della modernità. La storia percorsa dai Romani, anche in termini di organizzazione statuale e formazione della sovranità, è stata di fatto molto accidentata e variegata. Di questa "altra" storia e delle complesse testimonianze ad essa relative l'autore si è latto interprete, ripercorrendone le tappe fondamentali - dalla repubblica all'impero e al suo declino - e cogliendone un'immagine più aderente alla realtà.

Categorie del diritto romano....

Vincenti Umberto
Jovene 2020

Non disponibile

45,00 €
L'ordine giuridico reso dalle categorie e dalle regole divide la realtsociale tracciando rigorosamente confini capaci di distinguere il lecito dall'illecito. Nell'esperienza romana i sacerdoti del diritto, i giuristi, separavano condotte e rapporti umani come gli agrimensori frazionavano i terreni: in un caso come nell'altro l'esito delle divisioni doveva essere lineare, sempre retto, senza diversioni, un ordine quadrato insomma, dove tutto aveva una precisa collocazione e l'insieme era l'espressione di un progetto di costruzione uniforme e coerente. In questo senso giurista e agrimensore sembrano antropologicamente, e operativamente, assai simili, almeno in Roma antica; e non a caso il dominio quiritario, creato dall'interazione tra la regula del giurista e la regula dell'agrimensore, emerge come l'archetipo, il diritto primo, della giuridicitoccidentale.

Lezioni di diritto privato romano....

Bassanelli Sommariva Gisella
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

19,00 €
Nell'antica civiltgreco-romana - che conosceva bene l'anima dell'uomo - le vie di accesso, gli atri, le porte di santuari, citt palazzi del potere, ma anche delle semplici case, erano oggetto di cura meticolosa sia nella progettazione della struttura sia nella decorazione, perchdovevano preparare l'animo e l'intelligenza di chi li percorreva. Dovevano, in qualche modo, prefigurare la meta e offrire spunti di riflessione ed emozioni che avrebbero consentito di comprendere e gustare meglio ciche, infine, avrebbero visto: consegnare loro le chiavi per leggere e capire. Questo primo volume di Lezioni vuole essere la via di accesso allo studio del diritto privato romano: il suo contenuto puapparire eterogeneo, ma fornisce il bagaglio minimo per chi voglia intraprendere questo cammino intellettuale. Naturalmente ogni studente prenderquello che gli manca: per alcuni la lettura dei capitoli secondo e quarto, che riguardano pida vicino la storia di Roma, saruna messa a punto di quanto giconosciuto, per altri sollevercuriositche troveranno risposta in ricerche personali piapprofondite; per tutti lo studio dei capitoli terzo, quinto e sesto sarnecessario per una piena comprensione dei temi affrontati nel corso di lezioni.

Lezioni di diritto privato romano....

Bassanelli Sommariva Gisella
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

14,00 €
Il processo civile oggi utilizzato in tutti gli Stati "occidentali" e in tutti gli Stati che, per un motivo o per l'altro, hanno adottato sistemi giuridici da questi derivati, si formato sulla base del diritto romano, generalmente (almeno nei paesi dell'Europa continentale) nella sua versione pitarda, consacrata nei testi giustinianei. In un momento, quale l'attuale, in cui l'amministrazione della giustizia costituisce un nodo nevralgico della vita sociale, non solo in Italia, sembra opportuno indurre gli studenti che si preparano a essere i giuristi di domani, a riflettere sulle origini e sulla storia del processo privato romano, realtpeculiare di Roma, che restunica nel mondo antico (per quanto a noi noto), come i giureconsulti che lo crearono.

Lezioni di diritto privato romano....

Bassanelli Sommariva Gisella
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

26,00 €
Il terzo volume delle Lezioni di Diritto privato espone semplicemente gli elementi istituzionali del diritto privato romano, seguendo il modello delle Institutiones di Gaio, per offrire agli studenti la conoscenza del vocabolario di base del linguaggio giuridico, i concetti fondamentali e gli istituti caratterizzanti i diversi settori del diritto privato romano. L'esposizione strutturata secondo la tradizionale ripartizione: personae, res (diritti reali, successioni, obbligazioni) e actiones (oggi diremmo tutela dei diritti) condotta in una prospettiva storica e - pur non trascurando di sottolineare i ragionamenti logici e l'elaborazione concettuale sottesi alle soluzioni via via offerte dai giuristi o dal legislatore, e di accennare ai rapporti con il diritto attuale - non utilizzerconcetti, categorie e terminologia proprie della moderna dogmatica.

Interdetti «de locis publicis» ed...

Schiavon Alvise
Editoriale Scientifica 2020

Non disponibile

30,00 €
Il recente dibattito sui 'beni comuni' ha coinvolto anche gli studi giusromanistici che, con diversità di approcci, hanno cercato di rintracciare nell'esperienza giuridica romana antecedenti o possibili modelli per la loro tutela: a questo proposito, le categorie richiamate sono state per lo più quelle delle res in usu publico e delle res communes omnium. La presente ricerca, nella sua prima parte, indaga in prospettiva storica l'emersione di queste due categorie nel pensiero giuridico romano, valorizzandone in particolare il collegamento con un cospicuo nucleo di interdetti - cosiddetti 'de locis publicis' - volti a proteggere diverse forme di utilizzo da parte dei cittadini di alcuni beni pubblici, tra cui in particolare strade e fiumi. Segue, nella seconda parte del lavoro, la ricostruzione dei profili essenziali della disciplina di ciascun interdetto 'de locis publicis', specialmente al fine di vagliare la persuasività delle alternative ipotesi di un'evoluzione in senso 'privatistico' o al contrario 'pubblicistico' della tutela con essi approntata.

Principi generali e tecniche...

Puliatti S. (cur.); Agnati U. (cur.)
Monte Università Parma 2020

Non disponibile

15,00 €
Le ricerche raccolte nel presente volume, frutto di un progetto cofinanziato MIUR, si propongono di fornire un contributo significativo allo studio della legislazione imperiale sul processo postclassico-giustinianeo. Le indagini, condotte su di un ampio arco cronologico, hanno perseguito lo scopo di approfondire alcuni temi cardine del processo tardo imperiale, quali quelli relativi alla figura del giudice (competenza, livello di indipendenza e imparzialità), alla parità nel processo civile tra attore e convenuto, al potere di infliggere la tortura, alla necessità di contenere la durata dei processi, al valore documentario della scrittura e alla sua efficacia probatoria. Indubbio motivo di arricchimento è, infine, il fatto che molti dei temi centrali sono considerati da angolature differenti, offrendo al lettore una preziosa pluralità di punti di vista.

Lezioni di storia del diritto...

Bassanelli Sommariva Gisella
Dupress 2020

Non disponibile

32,00 €
Il tentativo di esporre la storia del diritto romano, che si dilata per pidi mille anni, in un percorso che va dalla comunitagro-pastorale delle origini all'impero bizantino, in modo succinto e tuttavia chiaro, ha imposto drastiche scelte ed ha indotto ad adottare una ripartizione sistematica che opportuno illustrare affinchil lettore-studente possa trarne i vantaggi in vista dei quali stata pensata. La trattazione dell'oggetto del corso preceduta da una 'premessa' che ha lo scopo di chiarire perchoggi utile lo studio della storia del diritto romano nell'ambito dei corsi di laurea della Facoltdi giurisprudenza, in particolare nel corso di Scienze giuridiche. Segue poi una parte intitolata 'vocabolario essenziale' in cui sono esaminate alcune parole o locuzioni di particolare importanza, anche se per motivi diversi, per la comprensione di quanto si dirin seguito. Al volume delle lezioni deve essere affiancata la Guida, ove lo studente trova supporti didattici predisposti per fornirgli ulteriori dati e rendergli piagevole la piena comprensione del testo e lo studio. Le tabelle cronologiche, soprattutto la prima, dovrebbero essere lette prima di iniziare la lettura delle Lezioni per riportare alla memoria, almeno nelle linee essenziali, il quadro degli avvenimenti storici entro cui ci si muove. Il glossario, oltre a dare una traduzione ragionata di termini latini, fornisce anche le nozioni essenziali sugli istituti cui i termini si riferiscono.

Introduzione agli studi giuridici

Bassanelli Sommariva Gisella
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

33,00 €
Questo volume rappresenta un primo tentativo di offrire agli studenti ed ai docenti dei corsi di laurea triennali in servizi giuridici uno strumento didattico che consenta, nonostante il limitato numero di ore di lezione previsto nei corsi di Istituzioni di diritto romano, di cogliere l'essenza dell'insegnamento dei giuristi romani, ancora fondamentale per la formazione del giurista di oggi. Il linguaggio ed il metodo dei giuristi sono il tema centrale, trattato nella prima parte; la seconda parte, che offre una sorta di 'prontuario' di diritto privato romano, con frequenti richiami al nostro diritto vigente, pensata come strumento di consultazione per comprendere appieno i riferimenti ad istituti e regole contenuti nella prima parte e per fornire le nozioni di base a supporto di eventuali trattazioni di temi specifici, scelti dal docente in relazione all'indirizzo dei singoli corsi di laurea.

Linee essenziali di storia della...

Bellodi Ansaloni Anna
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

15,00 €
I giuristi romani hanno costruito un sapere giuridico che costituisce un modello in grado di proiettare i valori fondamentali della giuridicitoltre i confini dell'esperienza romana. Il volume illustra, per linee schematiche ed essenziali, i percorsi seguiti dall'esperienza giurisprudenziale romana nell'elaborazione del metodo del ragionamento giuridico. In particolare, viene presentata l'attivitdel giurista nell'interpretazione del diritto e della legge, come modificatasi nelle varie fasi della storia costituzionale e politica di Roma. L'esposizione incentrata sulle metodologie della giurisprudenza romana nell'elaborazione casistica del diritto privato. Le tecniche logiche ed argomentative cossviluppate si rivelano tuttora strumenti di attualit tali da costituire le basi per il giurista che voglia comprendere gli elementi fondanti la scienza giuridica e la formazione del diritto occidentale.

Civitas romana, civitas mundi....

Palma Antonio
Giappichelli 2020

Non disponibile

14,00 €
Il tema della cittadinanza romana si mostra tutt'oggi ermeneuticamente fecondo, poichcoinvolge la questione della natura della politicitin sistemi complessi, quale certo fu l'impero nel quale la civitas Romana si connotcome civitas mundi/ in quanto proiettata in una costellazione di luoghi istituzionali diversificati per statuti civici ed ordinamentali. Il volume, rivolto alla comunitscientifica non solo romanistica, ma di tutti i cultori che a vario titolo si interessano di cittadinanza, convivenza ed immigrazione, approfondisce in chiave inedita il problema della definizione della qualitdella stessa relazione di cittadinanza, astretta dal dilemma del rapporto, spesso antagonistico, tra identitdi appartenenza ed esaltata, per altri aspetti, dalle potenzialitdi rapporti coinvolgentisi in un piampio percorso di destino sentito come comune, dimensione ideologica certo, ma alla fine costituente un'antropologia piaccogliente e piumanamente orientata.

Ravenna capitale. Giudizi, giudici...

Bassanelli Gisella
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

29,00 €
Proseguendo la linea di ricerca intrapresa con il convegno del 25-26 ottobre 2013, dedicato ad una riflessione sulle 'permanenze' del mondo giuridico romano in Occidente nei secoli V-VIII, gli studiosi, ritrovatisi a Ravenna per le giornate di studio "Giudizi, giudici e norme processuali in Occidente nei secoli IV-VIII", il 24 e 25 ottobre 2014, hanno approfondito l'indagine su quanto sopravvissuto dell'organizzazione giudiziaria e delle norme processuali romane nei regni romano-barbarici e nelle loro legislazioni. Essi si sono soffermati, in particolare, sull'analisi dei possibili motivi che hanno determinato l'adesione al modello proposto dalla cognitio extra ordinem; modello certamente estraneo alle tradizioni ed alle esperienze giuridiche dei popoli germanici. Dalle discussioni che hanno animato quei giorni sono nati i numerosi saggi raccolti in questo volume: a breve seguirun secondo, dedicato agli specifici Studi sulle fonti realizzati da un gruppo di giovani studiosi nella fase preparatoria al convegno. Come di consueto, non tutti coloro che sono intervenuti durante le giornate ravennati hanno pubblicato un saggio, mentre il volume contiene contributi di studiosi interessati al tema non presenti all'incontro.

Studi sul crimen ambitus in età...

Trisciuoglio Andrea
Ledizioni 2020

Non disponibile

28,00 €
L'indagine, di carattere esegetico, è dedicata all'evoluzione del crimen ambitus nell'età imperiale di Roma antica (I-VI secolo d.C.), epoca nella quale tale reato politico ha perduto in larga misura la sua essenziale connotazione repubblicana, riconoscibile nell'uso, in occasione delle votazioni popolari dei magistrati cittadini, di mezzi di propaganda elettorale contra legem. L'adattamento di tale figura di reato al nuovo sistema di governo ha determinato in particolare una sua estensione alle nomine dei burocrati appartenenti all'amministrazione imperiale, con lo scopo di punire quei casi in cui l'insediamento in un ufficio fosse l'esito di pratiche corruttive (suffragia) volte ad aggirare le regole previste per gli avanzamenti di carriera, le quali privilegiavano il merito, l'anzianità di servizio e l'osservanza di tempi stabiliti per la progressione.

La casa familiare nelle esperienze...

Carapezza Figlia G. (cur.); Verda y Beamonte J. R. (cur.); Frezza G. (cur.)
Edizioni Scientifiche Italiane 2020

Non disponibile

66,00 €
Il volume offre una mappa completa ed esauriente delle problematiche suscitate dalla casa destinata a residenza familiare in sei esperienze giuridiche latine: Italia; Spagna; Portogallo; Argentina; Cile e Messico. I contributi analizzano i "luoghi della famiglia" nelle diverse dinamiche familiari, valorizzando le numerose interferenze che il tema presenta rispetto ai principali istituti civilistici quali l'autonomia negoziale, la propriete i diritti reali, la pubblicite le successioni mortis causa.

Novellae constitutiones

Loschiavo L. (cur.); Mancini G. (cur.); Vano C. (cur.)
Edizioni Scientifiche Italiane 2020

Non disponibile

47,00 €

Ravenna capitale

Bassanelli Sommariva G. (cur.)
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

25,00 €
Lo scambio di opinioni avvenuto in occasione del quarto incontro di Ravenna Capitale, dedicato ad una rinnovata riflessione su "Territorialite personalit Compresenza di diversi piani normativi", ha suggerito di destinare il successivo incontro, tenuto alla fine di ottobre 2013, ad una piapprofondita trattazione di alcuni spunti emersi negli incontri ravennati: l'attestata sopravvivenza in Occidente nei secoli IV-VIII di strutture amministrative romane; la rilevanza del documento e della sua conservazione in archivi; la continuitriscontrabile nei formulari notarili; l'uso nelle cancellerie, e non solo, del linguaggio legale romano. Da qui il titolo: "Permanenze del mondo giuridico romano in Occidente nei secoli V-VIII (Instrumenta, civitates, collegia, studium iuris)". L'uso della scrittura e il perdurare di una qualche forma di studio dei testi normativi romani costituiscono una sorta di filo conduttore che collega i diversi temi. Il volume, oltre agli studi che hanno tratto origine dai dibattiti che hanno animato il convegno, comprende un ampio contributo sul tema generale dei rapporti tra Costantinopoli e l'Occidente, tema che funge da cornice a tutti gli incontri di Ravenna Capitale.

Crimina. Diritto e processo...

Brugiolo Fiorenzo
CLEUP 2020

Non disponibile

11,00 €
"Crimina" propone alcune riflessioni sul diritto e sul processo criminale romano, sempre oscillante tra modello ideale di "giusto processo", vagheggiato dal Mommsen e necessitrepressiva propugnata, a volte anche illegittimamente, dal Senato. L'opera, che si sofferma in particolare sull'attivitdelle quaestiones (tribunali o corti penali) puessere una utile lettura introduttiva per gli studenti delle scuole superiori che desiderino proseguire gli studi giuridici all'Universit

Ravenna capitale

Bassanelli Sommariva G. (cur.)
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

22,00 €
La specifica attenzione costantemente prestata dai Romani fin dai tempi piantichi, all'acqua, risorsa preziosa per la vita delle citt l'irrigazione delle campagne ed il trasporto di merci e persone, universalmente nota e sono ancora oggi visibili cospicue tracce delle imponenti opere create nei secoli per disciplinare i corsi d'acqua e garantire l'approvvigionamento necessario alle citt opere di canalizzazione, rafforzamento degli argini, acquedotti ecc.I saggi raccolti in questo volume sono il frutto dell'incontro di studio interdisciplinare, in cui al centro della discussione sono stati posti i temi del diritto delle acque nella tarda antichite del tentativo, che in esso si coglie, di contemperare l'utilitcomune e gli interessi dei privati.Il contributo di storici, archeologi, geologi e topografi dell'antichit accanto a quello degli studiosi di diritto romano, ha consentito di inserire le scarse fonti normative a noi pervenute nelle realtsociali e nel quadro delle esigenze pratiche, connesse all'assetto del territorio, al clima, alle situazioni demografiche ed economiche, in particolare, del tempo in cui furono dettate e delle comunitcui erano specificamente dirette, offrendo elementi fondamentali per chiarirne la portata e l'effettivo significato.

Giustiniano, gli argentarii e le...

Mattioli Fabiana
Bononia University Press 2020

Non disponibile

25,00 €
Il volume ha per oggetto di indagine la legislazione di epoca giustinianea relativa alle attività finanziarie e commerciali degli argentarii. L'insieme degli interventi normativi giustinianei viene preso in esame in una trattazione unitaria (ma senza che ciò comporti il sacrificio della trama esegetica - talvolta complessa - dei singoli provvedimenti) volta ad affrontare, dopo gli episodici (benché rilevanti) interventi realizzati dalla cancelleria già all'epoca delle compilazioni, un corpus di norme, essenzialmente riconducibile al periodo della legislazione novellare, che risulta nel suo complesso compatto e omogeneo, sia quanto ai tempi di emanazione (che vanno quasi certamente dal 536 al 542), sia per le linee di politica legislativa, di sostanziale favore, che esprime nei confronti della corporazione degli costantinopolitani. In un contesto in cui non si rinuncia a collocare la legislazione oggetto della ricerca nel quadro politico ed economico del tempo, ne scaturisce un quadro articolato delle svariate attività a loro riconducibili rispetto alle quali, in deroga al diritto comune, tende a configurarsi un diritto marcato da una spiccata specialità, espressione della volontà di un legislatore pronto a sacrificare alle esigenze della corporazione regole e principi consolidati.

Obligationes. Le stagioni del...

Lipari Vito
Youcanprint 2020

Non disponibile

30,00 €
Manuale per lo studio e l'approfondimento delle obbligazioni romane. Questo primo volume analizza, attraverso gli antichi materiali normativi (Corpus iuris civilis, Codex Theodosianus, Duodecim Tabularum Leges, ecc...), aspetti peculiari dei diversi istituti.

Itinerari di riflessione da Pio XII...

Baccari Vari M. P. (cur.)
Mucchi 2020

Non disponibile

16,00 €
Avviene non di rado che opere minori, talvolta occasionali, rivelino tratti della personalitdei loro autori non meno di altre opere assai note. questo il caso, mi pare, dei due scritti che ora la prof. Maria Pia Baccari Vari propone alla nostra attenzione in un'unica pubblicazione, corredandole di sue interessanti riflessioni "romanistiche", quale autorevole studiosa del diritto romano, di cui professore ordinario presso la LUMSA. Non so se i due testi sono stati prescelti anche per una singolare caratteristica, certo del tutto occasionale, che presentano, di essere ciocome una specie di "incrocio storico". Lo studio di Mons. Eugenio Pacelli, uomo di Chiesa, attinge anche a fonti del diritto romano, segnatamente dei giureconsulti Giulio Paolo e Emilio Paolo Papiniano (entrambi del II-III secolo d.C.): diritto di cui La Pira fu professore ordinario nell'Universitdi Firenze a partire dal 1934; mentre lo scritto del Prof. La Pira tratta di un dogma della Chiesa Cattolica, proclamato nel 1950 da Eugenio Pacelli come Papa Pio XII.

A Pierluigi Zannini. Scritti di...

Zuccotti F. (cur.); Fenocchio M. A. (cur.)
Ledizioni 2020

Non disponibile

28,00 €
Il volume raccoglie sedici studi, di diritto romano ed in genere di argomento giusantichistico, dedicati a Pierluigi Zannini in occasione del suo «collocamento a riposo» da amici e colleghi dell'Università di Torino nonché da altre persone particolarmente legate a tale gruppo accademico.

Introduzione agli studi giuridici....

Bassanelli Sommariva Gisella
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

36,00 €
Qesto volume intende offrire agli studenti ed ai docenti dei corsi di laurea del settore giuridico uno strumento didattico che consenta, nonostante il limitato numero di ore di lezione previsto nei corsi di Istituzioni di diritto romano, di cogliere l'essenza dell'insegnamento dei giuristi romani, ancora fondamentale per la formazione del giurista di oggi. Il linguaggio ed il metodo dei giuristi sono il tema centrale, trattato nella prima parte; la seconda parte, che offre una sorta di 'prontuario' di diritto privato romano, con frequenti richiami al nostro diritto vigente, pensata come strumento per comprendere appieno i riferimenti ad istituti e regole contenuti nella prima parte e per fornire le nozioni di base a supporto di eventuali trattazioni di temi specifici, scelti dal docente in relazione all'indirizzo che intende dare al proprio corso.

Confini, circolazione, identit? ed...

Garbarino P. (cur.); Giunti P. (cur.); Vanotti G. (cur.)
Le Monnier Università 2020

Non disponibile

28,00 €
Il tema di quest'opera collettanea verte sul fondamentale rapporto contrastivo e/o osmotico fra la cultura imposta dall'Impero supernazionale di Roma e le culture 'locali' delle 'nazioni' ridotte sotto il denominatore comune della 'civilt ellenistico-romana. In questo complesso e delicato rapporto fra dinamiche inclusive, tendenti a favorire i ceti dominanti, e dinamiche esclusive, miranti a marginalizzare tutti i 'diversi', rientrano svariati biti di ricerca: dai contrasti con i nemici interni ai conflitti con le gentes externae, dai rapporti fra cristianesimo, paganesimo e giudaismo ai complessi processi di acculturazione (nelle sue varianti di integrazione, assimilazione, separazione, marginalizzazione) e di costruzione delle diverse identitetniche, dall'attuazione o meno di metodi di recupero della devianza agli atteggiamenti di condanna morale o di repressione legale da parte dello Stato e della Chiesa, dalle relazioni fra il genere maschile e quello femminile alle possibili interrelazioni fra gruppi differenti di marginali.

Societates publicanorum e...

Tocci Mario
Key Editore 2020

Non disponibile

7,00 €
Il modello gius-romanistico di societas publicanorum, prima, e vectigalis, poi, rappresenta indubitabilmente la prima forma di impresa collettiva a scopo di pubblico interesse, come tale connotata da una disciplina di stampo sia pubblicistico sia privatistico. L'opera di Mario Tocci si articola attraverso tre capitoli: nel primo, viene fornita una descrizione delle attivitdei pubblicani mediante la puntuale individuazione della posizione sociale di costoro; nel secondo, doviziosamente analizzata la struttura organizzativa delle societates publicanorum; nel terzo, trova spazio un'attenta riflessione sulla graduale estinzione delle societdei pubblicani a fronte della sopravvivenza delle societates vectigales ai tempi dell'imperatore Giustiniano. Puntuali i frequenti richiami alle fonti letterarie e i numerosi richiami bibliografici.

Roma e l'Italia tirrenica....

Bianchi E. (cur.); Pelloso C. (cur.)
Edizioni dell'Orso 2020

Non disponibile

30,00 €
"Grazie ai lavori di grandi studiosi come Arthur Rosenberg e Santo Mazzarino, il tema dell'evoluzione magistratuale nelle comunitdell'Italia centrale tirrenica di V e IV secolo a.C. ha suscitato in passato un acceso dibattito, che tuttavia sembra avere perso vigore negli ultimi decenni. L'obiettivo del volume quello di riaccendere l'interesse per l'argomento, attraverso un'analisi ad ampio raggio che consideri, nel loro processus storico, non solo i profili istituzionali della cittdi Roma - per la quale si possiede una documentazione relativamente ricca -, ma anche quelli delle maggiori comunitgravitanti sul Mar Tirreno, in un momento segnato, secondo la tradizione, dalle conseguenze del passaggio dalla 'monarchia' alla 'repubblica'. La prima parte della miscellanea, dunque, raccoglie contributi che, pur senza pretesa di completezza, indagano gli aspetti pisignificativi della situazione (...)".

Diritto privato romano. Contesti,...

Corbino Alessandro
CEDAM 2019

Non disponibile

52,00 €
Esposizione storico-sistematica del «diritto privato» di Roma antica, che ne segue gli sviluppi disciplinari nei contesti istituzionali e materiali, secondo le logiche ordinanti di una giurisprudenza di solida (ancorché spesso inesplicitata) dommatica, nell'ambito di uno schema generale - personae di riferimento, interessi (res) da considerare, strumenti (actiones) per farli valere - da essa pensato in vista della funzione pratica da assolvere. La nuova edizione (rivisitata in più punti) mantiene la struttura di fondo delle precedenti, intesa a favorire una fruizione «multilivello» del manuale. Fornisce perciò su ciascun argomento una informazione istituzionale, accompagnata tuttavia da una di maggiore dettaglio (evidenziata dal diverso corpo) e con la possibilità, per chi lo volesse, di risalire agevolmente all'informazione specialistica necessaria, attraverso richiami testuali in nota, che consentono l'individuazione indiretta (facilitata dai repertori informatici correnti) anche di una documentazione bibliografica più approfondita di quella esplicitamente fornita.

Scientia rerum e scientia iiuris....

Milazzo F. (cur.)
CEDAM 2019

Non disponibile

27,00 €
Dalla relazione conclusiva: «questo tema veramente affascinante (...) è stato specificato dagli organizzatori del Convegno con il sottotitolo "Fatti, linguaggio, discipline nel pensiero giurisprudenziale romano", ma, ciononostante, si rivela di ampiezza pressoché sconfinata e indica un problema che si presenta universalmente in tutti i sistemi giuridici: la conoscenza che l'autore o l'operatore del diritto deve possedere della realtà a cui quest'ultimo si riferisce - sia essa di carattere generale o si presenti come caso concreto -, la terminologia con cui la medesima può o deve essere descritta per poterla regolare e infine la disciplina da formulare o da applicare in modo che il risultato risponda alle finalità attribuite al diritto nella società di cui si tratta. Una di queste può essere la certezza dei comportamenti o delle decisioni (...), altri potrebbero parlare più in generale di giustizia ed eguaglianza (...), o di progresso sociale o di altri aspetti ancora». Ancora una volta una sana lettura del passato per confrontarsi con problemi e temi di sempre, senza vuote laudationes temporis acti, ma nella consapevolezza di un'irrinunciabile continuità, che dal tempo presente permetta meglio di guardare a quello passato e di immaginare un futuro che del passato faccia tesoro.