Minoranze etniche e multiculturalismo

Active filters

Olocausto americano. La conquista...

Stannard David E.
Bollati Boringhieri

Disponibile in libreria

37,00 €
L'olocausto americano iniziò nel momento stesso della scoperta del Nuovo Mondo. Poche ore dopo aver toccato terra nel 1492 Colombo aveva già catturato sei nativi, dei quali scrisse che «dovrebbero essere buoni schiavi e sarebbero facilmente divenuti cristiani». Il genocidio vero e proprio iniziò poi a Hispaniola nel 1494: nel giro di pochi mesi le malattie, i soldati, i preti e i cani da caccia del «Portatore di Cristo» avevano sterminato cinquantamila «indiani», e in vent'anni gli otto milioni di abitanti dell'isola erano scomparsi. È così che David Stannard, dopo una prima parte dedicata alla ricostruzione delle culture native delle Americhe prima della loro scoperta da parte dell'uomo europeo, fornisce tutti gli elementi di fatto necessari per capire la dimensione umana della distruzione prodotta su scala continentale dalla violenza e dalla introduzione di malattie mortali nel Nuovo Mondo. Descrive poi il contesto ideologico e sociale di quelle che furono eufemisticamente chiamate le guerre indiane negli Stati Uniti per interrogarsi infine sul razzismo e sul genocidio come componenti fondamentali, non ancora superate, della civiltà euro-americana. All'approfondita ricostruzione storica si accompagna così un'appassionata riflessione che mette nella sua giusta prospettiva più recenti olocausti.

Perché non parlo più di razzismo...

Eddo-Lodge Reni
E/O

Disponibile in libreria

16,50 €
Nel febbraio del 2014 una giovane blogger britannica pubblicava un post intitolato "Perché non parlo più di razzismo con le persone bianche". In quella manciata di righe dichiarava al mondo di non essere più emotivamente in grado di gestire il muro di incredulità e negazione che si trovava davanti ogni volta che affrontava l'argomento e di non voler più tentare di superare un divario comunicativo che sembrava incolmabile. Il post, divenuto virale nel giro di poche ore, ebbe un risvolto inatteso: una valanga di messaggi da parte di lettori bianchi che la imploravano di non smettere, per non privare il mondo di uno sguardo così lucido, vitale e prezioso. Questo libro è il risultato di anni di ricerche, confronti e interviste e di quella conversazione mai interrotta. Partendo dall'eredità dello schiavismo e del colonialismo, Reni Eddo-Lodge mostra con semplicità come il razzismo non sia un pregiudizio individuale o una prerogativa di frange di estremisti, ma un sistema politico radicato in profondità a ogni livello delle nostre istituzioni e della nostra organizzazione sociale - un «razzismo strutturale», determinato a mantenersi ben saldo al potere grazie a un esercito di insospettabili servitori: tutti noi. Attraverso concetti chiave come privilegio bianco, colour-blindness e soprattutto bianchezza - intesa non come colore della pelle, ma come un'ideologia politica che si posiziona come la norma di valori e saperi, emarginando chiunque non la rispecchi - il testo esplora le manifestazioni più subdole e invisibili di una discriminazione sistemica, capace di infettare ogni piega della nostra società: l'istruzione, il lavoro, la sanità, le politiche abitative, il giornalismo, il cinema e la letteratura, gli ambienti progressisti e femministi. Con pagine documentatissime e una prosa fulminante, Reni Eddo-Lodge ci consegna un libro-manifesto destinato a lasciare un segno, uno strumento irrinunciabile per cambiare il nostro sguardo e prendere atto della nostra responsabilità di cittadini del presente. E ci affida, al tempo stesso, una chiave per costruire il mondo di domani: un mondo più giusto, libero e consapevole, in cui libri come questo «non dovranno più essere scritti».

Confronti e interscambio fra le...

Ferrarotti Franco
Armando Editore

Disponibile in libreria

16,00 €
In un'epoca nucleare come la presente, in cui non esiste più alcuna garanzia per la sopravvivenza dell'umanità, questo libro propone, come uscita di sicurezza essenziale, l'elaborazione di co-tradizioni culturali, in grado di favorire l'intercambio pacifico fra culture diverse. Oggi vivere significa convivere. Nessuna forza politica o potenza militare può illudersi di vincere. Si può solo convincere. Il dilemma è chiaro: dialogare o perire.

Il mondo segreto dei warli. I...

Ceolin Roberta
Luni Editrice

Disponibile in libreria

22,00 €
Scoperte dal mondo dell'arte solo negli Anni Settanta del Novecento, le pitture monocrome della cultura warli sono basate su motivi geometrici e figure di forma triangolare e si distinguono dalle pitture popolari policrome della tradizione indiana. Il bianco che si staglia sulla superficie delle pareti di fango rosso-bruno, all'interno delle abitazioni, sembra abbagliare come per magia l'ambiente durante la stagione dei matrimoni. L'interno del chavuk, il quadrato magico, si anima di paesaggi dove si intersecano e moltiplicano figure umane e animali in continuo movimento sincronico, sciamani e streghe, alberi fantastici ed elaborati motivi decorativi: al centro, la figura della Dea Madre che attribuisce alle donne warli poteri particolari, perché generatrici di vita. La pittura warli con la sua esuberanza e vitalità è un flusso ininterrotto, le cui origini sono rintracciabili nel tempo remoto della storia dell'Uomo: sono infatti singolari le continuità culturali e iconografiche con le pitture rupestri mesolitiche dell'India centrale; ma è al tempo stesso un'arte inesauribile e in grado di reinventarsi, proiettata nel futuro e fonte di ispirazione per l'arte contemporanea. Roberta Ceolin, studiosa e collezionista, ha visitato per i suoi interessi storico-artistici, archeologici e antropologici molti Paesi dell'Asia, compiendo ricerche sul campo sulle popolazioni indigene del subcontinente indiano. Ha pubblicato svariati articoli su riviste specialistiche e organizzato mostre sull'argomento in Italia e all'estero; ha collaborato con enti culturali e tenuto lezioni e conferenze in diversi atenei, tra cui Università Ca' Foscari di Venezia, Università La Sapienza di Roma e Università degli Studi di Milano. Le sue collezioni del mondo tribale indiano sono state ospitate anche in prestigiose sedi museali; ultima, in ordine di tempo, al Museo del Gioiello di Vicenza.

L'unica persona nera nella stanza

Uyangoda Nadeesha
66thand2nd

Disponibile in libreria

15,00 €
La razza è un concetto difficile da cogliere, pur non avendo fondamenti biologici produce grossi effetti nei rapporti sociali, professionali e sentimentali. La razza in Italia non si palesa fino a quando tu non sei l'unica persona nera in una stanza di bianchi. E quell'unica persona è Bellamy, Mike, Blessy, David... una moltitudine in parte sommersa, sotterranea. Quell'unica persona è chi si è sentito dire troppe volte che «gli italiani neri non esistono»: lo gridano negli stadi, lo dice certa politica, sembrano confermarlo le serie tv, la letteratura, i media. In un certo senso è persino vero: gli italiani neri non emergono, non si vedono negli ambienti della cultura, nei talk show e nelle liste elettorali. O meglio, in quei luoghi esistono ma solo come oggetto del discorso, quasi mai come soggetto. La loro presenza è ridotta alla riforma della cittadinanza, ai casi di razzismo, all'«immigrazione fuori controllo», ai barconi, all'«integrazione». Con un approccio inedito e un linguaggio fresco e «social», Nadeesha Uyangoda apre in questo libro, che incrocia saggio e memoir, un'onesta conversazione per comprendere meglio la dinamica razziale nel nostro paese.

Quelli che Spezzano. Gli arbëreshë...

Barillà Tiziana
Fandango Libri

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Gli arbëreshë, ossia gli albanesi d'Italia, sono una minoranza linguistica e culturale presente nella parte meridionale e insulare d'Italia. Di questa antica comunità fanno parte circa 100mila persone e tra queste, almeno l'80% parla o comprende la propria variante locale dell'arbëreshë, la lingua del gruppo. Gli italo-albanesi sono diffusi a macchia di leopardo in diverse regioni: Campania, Molise, Puglia, Basilicata, Sicilia e, soprattutto, Calabria, che ospita la comunità più numerosa, con oltre 58.000 persone, molte delle quali abitano a Spezzano Albanese, provincia di Cosenza. Da qui parte il viaggio di Tiziana Barillà alla scoperta di una comunità perfettamente integrata nel tessuto culturale calabrese con una forte connotazione anarchica che porta avanti da anni un esperimento di municipalismo libertario grazie alla Federazione Municipale di Base. Facendo capo alle teorie libertarie Spezzano oggi ha saputo essere una città del popolo, un'esperienza di un forte contropotere, di un controllo popolare e di un federalismo dal basso. A partire dalla nascita di comitati di lavoratori, disoccupati, studenti, pensionati, di quartiere che hanno ridato voce a Piazza Matteotti, storica piazza dei comizi e delle manifestazioni politiche e sociali della comunità e che sono riusciti, in forma assembleare, a incidere sul governo della città. Dopo Riace, Barillà torna a raccontare un mondo possibile che non è soltanto un sogno ma una solida realtà dove la politica torna a essere lo strumento con il quale si migliora la vita dei cittadini all'insegna della giustizia sociale, dell'accoglienza e della libertà.

Cosa rispondere a un razzista....

Rutherford
Bollati Boringhieri

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
In questo suo nuovo libro, Adam Rutherford è cristallino fin dalla prima frase sulle motivazioni che lo hanno spinto a scrivere: c'è una guerra in corso e un genetista non può esimersi dal combatterla, mettendo a disposizione le sue conoscenze in forma comprensibile. Il razzismo ha rialzato la testa, che si tratti della forma più plateale e grossolana praticata dai suprematisti bianchi o di quella più subdola e velata di chi sostiene che i neri sono più portati per la corsa di velocità, che gli ebrei sono più intelligenti o di chi magari si crogiola in una genealogia personale che attesterebbe l'origine della sua famiglia in un nobile antenato vichingo. Sono tutte affermazioni prive di fondamento e se ne può provare l'insensatezza. È quel che fa questo libro. Gli uomini non sono tutti uguali, questo è evidente. Ma da qui a classificarli secondo il colore della pelle, aggiungendovi magari caratteristiche morali, ne corre. Il fatto è che, banalmente, non si può fare, se non incappando in una serie di contraddizioni che Rutherford analizza con grande competenza, sottile ironia e testarda determinazione. Tutti gli uomini sono parenti tra loro molto più di quanto si sospetti. Lo dice la genetica, con precisione matematica. Tutti gli europei discendono di necessità da chi abitava il continente attorno all'anno Mille; quindi sì, abbiamo tutti un nobile antenato vichingo, non solo tu. Per lo stesso identico motivo, tutti i nazisti hanno antenati ebrei, peraltro. Il razzismo ha causato e ancora causa sofferenze immani. In troppi però cadono ancora vittime delle sue semplificazioni consolatorie, consapevolmente o meno. Per questo Rutherford ha voluto fornirci quest'arma: «La razza esiste, perché la percepiamo. Il razzismo esiste, perché lo pratichiamo. Ma né la razza né il razzismo hanno un fondamento scientifico. È nostro dovere opporci allo snaturamento della ricerca scientifica, soprattutto se utilizzato per giustificare il pregiudizio. Se siete razzisti, state cercando la guerra. Ma la scienza è mia, non vostra alleata e voi combattete non soltanto contro di me, ma contro la realtà».

La costellazione del dragone. I...

White Sean
Piemme

Disponibile in libreria in 3 giorni

17,50 €
Nelle città italiane ci sono delle isole. Non sono zone recintate o chiuse da muri, a volte nemmeno periferiche; non sono riconosciute, nominate o segnate sulle mappe. Ma una volta lì, gradualmente le cose cominciano a cambiare: le insegne in italiano spariscono, le fisionomie dei passanti sembrano diverse, si sentono profumi e suoni nuovi. Sono le Chinatown d'Italia. Il mistero che le avvolge è spesso impenetrabile, e i loro abitanti più anonimi e sconosciuti di qualsiasi altra comunità di immigrati nel nostro Paese. Con "La costellazione del dragone" Sean White alza il velo che nasconde ai nostri occhi queste cittadelle, e nel farlo distrugge uno per uno i cliché sui cinesi, e sulla Cina tutta, più diffusi in Italia. I cinesi non sono più, o non sono interamente, un popolo di lavoratori indefessi che sopravvivono con un piatto di riso e dormono in otto nella stessa stanza. Non sono più, o forse non sono mai stati, un popolo che pensa soltanto ai soldi, capace unicamente di copiare le idee altrui. Non saranno mai persone tutte uguali, interscambiabili, fatte in serie. Quello che sono, invece, è un gruppo di persone che si trova a vivere in bilico fra due patrie, due modi di pensare, due identità, due interi mondi. E da questo incontro, in cui si mescolano timidezza e rabbia, frustrazione e desiderio di riconoscimento, alfabeti occidentali e carne di cane, medicina tradizionale e radici, nascono i cinesi di oggi, guidati da una costellazione di valori tutta nuova, fatta di stelle di volta in volta più vicine o più lontane ma che ora, grazie a questo libro, paiono più chiare, luminose, leggibili.

Nostalgia romaní. I Xoraxané di...

Solimene Marco
CISU

Non disponibile

22,00 €
Questo è un libro sulla memoria, e soprattutto su una particolare forma di memoria: quella avvolta dalla nostalgia. Protagoniste sono alcune famiglie rom che hanno lasciato la Jugoslavia socialista di Tito per arrivare in Italia e confrontarsi con l'impossibilità di ritornare, perché la Jugoslavia socialista nel corso dei decenni è stata trasfigurata da guerre sanguinose, trattati, e riforme strutturali imposte dalla comunità internazionale. Due linee interpretative sulla nostalgia si intrecciano e si richiamano reciprocamente nello specifico caso qui presentato: da una parte abbiamo la nostalgia legata a un contesto di migrazione, dall'altra la cosiddetta "nostalgia rossa", apparsa in relazione al passaggio epocale dai sistemi socialisti a quelli basati sul libero mercato. Questo volume esplora immaginari, memorie e pratiche che le famiglie rom descritte, che da decenni vivono prevalentemente nei campi nomadi a Roma, rivolgono alla Bosnia.

Città di paure, città di speranze

Bauman Zygmunt
Castelvecchi

Disponibile in libreria in 3 giorni

9,00 €
Nelle città moderne - sempre più centro di contaminazione tra razze e culture - si decideranno le sorti dell'umanità: è qui che il bisogno di sicurezza si confronta con le limitazioni della libertà, è qui che la mixofilia lotta contro la mixofobia, il terrore con le speranze, la paura dell'altro con l'accettazione e la comprensione. Trasformare la convivenza tra culture diverse da minaccia in risorsa, suggerisce Bauman, è compito della politica, delle istituzioni, di chi pianifica le città e di chi le costruisce. Ma, soprattutto, è compito di chi le abita.

Confederalismo democratico

Ocalan Abdullah
Tabor

Disponibile in libreria in 3 giorni

2,00 €
«Il diritto all'autodeterminazione dei popoli include il diritto a un proprio Stato. Tuttavia la fondazione di uno Stato non aumenta la libertà di un popolo. Il sistema delle Nazioni Unite che si basa sugli Stati-nazione è rimasto inefficace, e gli Stati-nazione sono divenuti veri ostacoli per qualsiasi sviluppo sociale. Il confederalismo democratico è il paradigma di contrasto dei popoli oppressi. Il confederalismo democratico è un paradigma sociale non statuale. (...) I suoi processi decisionali sono all'interno delle comunità».

Immigrazione e diversità. Un...

Hasanaj Shkelzen
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 5 giorni

21,00 €
Le migrazioni internazionali sono un tratto caratteristico della contemporaneità globalizzata e anche in Italia da fenomeno marginale e di impatto sociale limitato hanno assunto sempre maggiore importanza. La risultante diversità culturale ed etnica ha posto Stati e società di fronte a nuove sfide di accoglienza, convivenza e integrazione. In diversi Paesi per affrontare queste sfide si è fatto ricorso a policies basate su paradigmi espliciti, ma nel caso dell'Italia ha prevalso un problematico non-modello. Lo scopo di questo volume è delineare le coordinate di un modello dinamico e differenziato adatto alla situazione italiana. Per fare ciò vengono approfonditi in particolare due approcci spesso contrapposti nel dibattito accademico: multiculturalismo e interculturalismo. Per inquadrare la natura delle sfide poste dalla necessità di integrazione culturale vengono presentati casi specifici di conflitto su tematiche religiose che nel nostro Paese hanno coinvolto minoranze culturali e religiose. La presentazione dei risultati di una ricerca sul campo condotta dall'autore con membri di comunità pakistane e bengalesi evidenzia il punto di vista delle comunità minoritarie; l'analisi del non-modello italiano e della sua evoluzione nel contesto del quadro europeo permette di contestualizzare il nuovo modello dinamico e differenziato, sostanzialmente basato sull'approccio multiculturalista ma in grado di accogliere istanze provenienti dalla prospettiva interculturalista e più in generale dal ricco dibattito scientifico condotto attorno a questi paradigmi. Questo modello intende dar seguito alle richieste di riconoscimento delle minoranze culturali e religiose senza trascurare la necessità di rispondere a dubbi e timori della cultura maggioritaria. Il testo si rivolge agli studiosi di scienze politiche e sociali, giuristi, esperti delle migrazioni e ai comuni cittadini interessati alle tematiche dell'immigrazione e in particolare alla questione di inclusione e partecipazione.

Il tesoro linguistico delle isole...

Geyer Ingeborg
10,00 €
Il libro fornisce alcune informazioni storiche sulle Isole Linguistiche Germaniche in Italia e una ricca raccolta di parole, verbi e frasi, divisa per argomenti, mettendo a confronto 12 versioni linguistiche (pù italiano e tedesco) delle Comunità aderenti al Comitato: - Walser di Gressoney e Walser di Issime della Valle d'Aosta;- Walser del Piemonte (Campello Monti, Rimella, Carcoforo, Alagna Valsesia e Formazza);- Mòcheni e Cimbri di Luserna in Trentino;- Cimbri dei XIII Tredici Comuni Veronesi, Cimbri deiSette Comuni Vicentini, Cimbri del Cansiglio - Sappada in Veneto; - Sauris, Timau e Valcanale in Friuli Venezia Giulia.In dieser Veröffentlichung werden zum ersten Mal in einem umfassenden Überblick Wörter und Sätze deutscher Varietäten, die in den Sprachgemeinschaften noch in Verwendung sind, von Einheitskomitee der Historischen deutschen Sprachinseln in Italien vorgestellt. Diese Sprachdaten werden in 21 Themen unterteilt, in denen jeweils die Wörter oder einige kurze Phrasen in die jeweilige Varietät übersetzt wird.

Vie di pace

Chieregatti Arrigo
Museodei by Hermatena

Disponibile in libreria in 10 giorni

15,00 €
Noi siamo abituati a una lunga serie di tensioni, di sopraffazioni; assistiamo spesso al trionfo della violenza. Abbiamo scandito le epoche della storia all'insegna dei grandi conflitti armati, che hanno imposto l'assetto dei popoli. Senza rendercene conto, abbiamo assimilato una cultura e una sensibilità di violenza.

La funzione del cibo come strumento...

Rotolo Girolamo
La Zisa

Disponibile in libreria in 10 giorni

9,90 €
L'indagine antropologica sul cibo nelle diverse culture fornisce una ulteriore chiave interpretativa dei consumi alimentari, quali pratiche di senso culturale, e assurge a importante prospettiva di studio sulle culture degli immigrati. Nell'ottica di una ricerca sulle pratiche interculturali connesse all'educazione, il cibo costituisce un nodo di riflessione fondamentale sui possibili parametri e canali di comunicazione, sulla scorta anche delle analisi interpretative che l'autore considera a partire dai classici dell'antropologia come "Il crudo e il cotto" di Claude Lévi-Strauss, fino alle teorie contemporanee di Franco Cambi.

Pappamondo gold. Guida ai...

Terre di Mezzo

Non disponibile

9,00 €
Esce Pappamondo Gold: la prima e unica guida ai ristoranti stranieri e ai negozi di alimentari etnici di Milano compie 10 anni. Alla guida è allegata una mappa della città di Milano con la collocazione di tutti i ristoranti. Ogni colore indica una diversa area geografica a seconda della nazionalità del singolo ristorante. Sono inoltre evidenziati i nuovi ristoranti. Ogni scheda riporta una recensione del ristorante con i piatti da scegliere e la "personalità" del locale. I simboli permettono di identificare a colpo d'occhio le caratteristiche del locale: nuovo ristorante, parcheggio, cucina aperta fino a tardi, accesso per i disabili, happy-hour, prenotazione, musica. Non manca una guida ai supermercati e ai negozi di alimentari etnici e un glossario per muoversi tra ingredienti e cibi insoliti.

Pappamondo 2006. Guida ai...

Acanfora Massimo
Terre di Mezzo

Non disponibile

9,00 €
"Pappamondo" è la chiave che dischiude il sesamo della cucina etnica a Milano: 365 ristoranti, 25 aperti di fresco e, come tutti gli anni, il puntuale aggiornamento di tutte le altre insegne. Un vademecum indispensabile per chi vuole sperimentare il fascino di un riad marocchino o l'allegria di una bodeguita caraibica, usare le mani per uno zighinì o le bacchette per il sushi. Incontenibile per l'edizione 2006 il boom del finger food: decine di nuove rosticcerie dove prendere al volo un kebab turco o un samosa indiano. Sempre più vasto anche il capitolo dedicato ai negozi di alimentari esotici. Inoltre, centinaia di indirizzi affidabili e un prezioso vocabolario dei cibi e dei piatti etnici.

Il mosaico dinamico. Il...

Stellin Monica
Forum Edizioni

Non disponibile

19,70 €
Il volume analizza in profondità il grande programma canadese del multiculturalismo, un fenomeno di laboratorio unico al mondo per portata e importanza, nel quale si gioca la sfida di uno stato moderno fondato su basi liberali che conserva la propria unità accettando programmaticamente nella sua politica le numerose diversità dei gruppi etnoculturali che lo compongono, alla ricerca di un "nuovo e più generale patriottismo" che non fonda né confonda i cittadini ma conservi l'unità statale. Cause, fenomeni e prospettive vengono analizzati ponendosi interrogativi sul futuro di questa sfida storica ai tradizionali concetti di identità e di coesione di una comunità nazionale e statuale.

La terza nascita. Una storia di...

Giaccardi Chiara
Città Nuova

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
Quella raccontata in queste pagine è una storia vera, che nasce dall'intreccio di due percorsi biografici, tra due continenti diversi. L'incontro, e tutto quello che ne scaturisce, diventa l'occasione per ripensare il proprio passato e immaginare un futuro in una direzione inaspettata. È un incontro tra generazioni, tra generi, tra culture, ciascuna con le sue crisi, fatiche, speranze rispetto alla famiglia. L'inizio di un dialogo che non si è più interrotto. Prefazione di Francesco Magatti.

Allergica al pesce. Hakuna matata

Fatou Faye Ndyne
S4M

Non disponibile

15,00 €
Ma chissà perché fatalità proprio il pesce! Sono allergica al primo alimento del Senegal, paese delle mie origini... Questo libro sarà un diario di storie; ne ho scritti diversi nella mia vita, ma ho sempre lasciato perdere dopo qualche storia. Questa volta però scriverò fino all'ultimo, fino a quando non avrò finito di raccontare. Questo libro sarà fatto di racconti, ricordi, flashback, di un passato che ha segnato il mio presente. Questo sarà un viaggio, il mio viaggio, un viaggio alla scoperta di cos'ero e di cosa voglio diventare. Non chiedo che venga apprezzato, bensì che venga capito, non voglio che venga letto, bensì che venga visto. Quindi fate attenzione, leggete ma immaginate, come se aveste davanti un film, visualizzate quello che scrivo, con i vostri occhi attraverso i miei... Era un periodo di transizione, stavo capendo, anzi, non stavo capendo niente. E visto che non avevo capito nulla, ho deciso di partire, da sola per il Senegal... Un viaggio che auguro a tutti gli italiani come me, di seconda generazione, che da sempre hanno a che fare con due culture, soprattutto in un periodo di forti migrazioni come questo. Buona visione. (L'autrice)

Zingari. Ediz. illustrata

Koudelka Josef
Contrasto

Disponibile in libreria in 3 giorni

26,90 €
Attraverso centonove fotografie, realizzate tra il 1962 e il 1971 in Cecoslovacchia (Boemia, Moravia e Slovacchia), Romania, Ungheria, Francia e Spagna, Josef Koudelka compone la testimonianza di un mondo scomparso. Affascinato dalla cultura e dalla storia degli zingari, e cercando di catturare il significato delle loro vite, i ritratti di Koudelka possiedono un'umanità profonda e un'autenticità sconvolgente. Grazie al suo sguardo unico, le immagini di Koudelka possiedono un forte simbolismo ed emanano uno strano potere.

La scuola per tutte le lingue....

Trevisan Giulia
Anicia (Roma)

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
"Perché alcuni bambini bilingui, pur essendo nati in Italia, incontrano talvolta molte difficoltà a comprendere e a parlare l'italiano? Come mai per alcuni l'apprendimento della lettura e della scrittura, o la comprensione di un testo scritto, possono essere estremamente difficili? Come sarebbe possibile aiutarli?" Queste sono solo alcune delle domande che gli insegnanti frequentemente si pongono trovandosi a lavorare in classi sempre più popolate di bambini in situazione di multiculturalità. È a partire da queste domande e dall'esperienza clinica delle autrici che nasce il presente volume, una guida semplice e pratica, con esempi concreti per accompagnare gli insegnanti nella scelta di strategie e metodologie didattiche efficaci. Basandosi sulle recenti evidenze scientifiche nell'ambito del plurilinguismo, il testo mette in evidenza come lo sviluppo comunicativo-linguistico ed il processo di apprendimento dei bambini plurilingui sia diverso da quello dei monolingui. Seguono poi delle indicazioni pratiche, anche con riferimento alle peculiarità della specifica lingua d'origine del bambino, per favorire l'acquisizione della lingua italiana, l'apprendimento della lettura e della scrittura e la comprensione del testo scritto. In appendice l'insegnante potrà trovare delle domande che lo aiuteranno a individuare le eventuali difficoltà e ad adattare le modalità di insegnamento delle diverse aree didattiche, anche con percorsi di potenziamento mirati.