Educazione degli adulti, formazione continua

Filtri attivi

Una nuova età in formazione

De Giorgio Chiara
Macchione Editore 2019

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
In questa prima esperienza letteraria Chiara fa percepire al lettore come l'adeguata formazione nella terza età possa essere di stimolo e nel contempo straordinaria e ricca di sfumature.

Una nuova età in formazione

De Giorgio Chiara
Macchione Editore 2019

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
In questa prima esperienza letteraria Chiara fa percepire al lettore come l'adeguata formazione nella terza età possa essere di stimolo e nel contempo straordinaria e ricca di sfumature.

Una nuova età in formazione

De Giorgio Chiara
Macchione Editore 2019

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
"Il giovane è in grado di camminare più velocemente dell'anziano, ma l'anziano conosce la strada giusta". In questo volume gli studi sulla consulenza pedagogica per la disabilità e la marginalità sono diretti a stimolare adeguate capacità di formazione e reazione comportamentali.

Le humanities in azienda. Per una...

Cornacchia Matteo
Franco Angeli 2018

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
In un'azienda metalmeccanica leader nel settore della logistica di magazzino, un gruppo di ricercatori universitari di discipline umanistiche tiene lezioni di storia, letteratura, pedagogia, filosofia e storia del teatro destinate al management, a impiegati e operai: tutto avviene al termine dell'orario di lavoro, senza obblighi e senza alcuna apparente connessione con l'attività produttiva. In aule ricavate fra imponenti scaffalature industriali, muletti e presse per la lavorazione dell'acciaio, quasi la metà dei dipendenti accoglie l'inusuale proposta e si lascia guidare in un percorso sulla narrazione del sé che si svolge attraverso l'Otello di Shakespeare, le maschere nude di Pirandello o alcuni protagonisti della letteratura industriale di metà Novecento. La descrizione di quell'esperienza, dalle motivazioni che l'hanno ispirata alla sua realizzazione, si offre come occasione per approfondire il ruolo delle humanities nei contesti di apprendimento formale, non formale e informale; il discorso, condotto lungo tracciati epistemologici propri dell'educazione degli adulti e della pedagogia del lavoro, si sviluppa attorno al complesso equilibrio fra identità personale e professionale dell'adulto-lavoratore che aveva già orientato, ad esempio, le scelte imprenditoriali di Adriano Olivetti e inquadrato oggi nel più ampio dibattito sulla responsabilità sociale delle imprese. Il testo, nel rivolgersi a studenti di scienze dell'educazione, formatori, responsabili di risorse umane e anche imprenditori, apre alla possibilità di una via umanistica della formazione aziendale, capace cioè di "coltivare l'umano" senza venire meno alle esigenze produttive.

Apprendimento non-stop. Integrare...

Cappetta Rossella
EGEA 2018

Disponibile in libreria  
DIDATTICA

20,00 €
Senza apprendimento non c'è benessere né produttività. Si ammalano socialmente e fisicamente le persone per la difficoltà di relazionarsi agli altri e al contesto. Si ammalano di «breveperiodismo» le imprese per mancanza di idee e di innovazione. Si ammalano le comunità per asfissia culturale ed economica. Anche in Paesi con obblighi scolastici elevati esistono fasce amplissime della popolazione che, terminato il ciclo di studio obbligatorio, non imparano più nulla. Vivono in case senza libri e senza giornali. Nelle imprese in cui lavorano non hanno accesso ad opportunità di formazione. Non esprimono alcun fabbisogno di conoscenza. E non sono in grado di effettuare consapevolmente scelte relative alla propria salute, di investire i propri risparmi, di orientarsi fra le molteplici informazioni in rete e di comprendere pienamente un programma elettorale. Il blocco all'apprendimento di questa grande massa di persone rafforza le disuguaglianze, mina il benessere e la produttività economica di tutti. Agire per superare questo blocco significa creare un sistema che consenta all'intera popolazione di una comunità di accedere in modo continuo alla formazione. Agire per attivare la crescita delle conoscenze di tutti significa creare un sistema che integri pienamente le politiche di tutela della sicurezza del lavoro con le politiche di crescita della qualità del lavoro. Si tratta di una sfida enorme che necessita di una alleanza solida fra governi, imprese, scuole, parti sociali e persone, al fine di coordinare le scelte di studio e di lavoro delle persone con le politiche pubbliche e aziendali per la formazione. Si tratta di una sfida enorme che bisogna vincere, perché senza apprendimento continuo non c'è alcuna "decrescita felice", ma solo una decadenza profondamente infelice. Studiare tutti e studiare sempre è una formula di felicità e di produttività insieme. Prefazione di Maurizio Del Conte.

Quanta e quale educazione...

Ghisellini Fabrizio
Minerva Bancaria 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Nel momento di effettuare le loro scelte in tema di investimenti e di indebitamento, i cittadini subiscono l'impatto negativo di un gap di conoscenza rispetto a mercati finanziari globali e a una pluralità di strumenti sempre più complessi. Ecco perché negli ultimi anni un numero crescente di governi si è dedicato a elaborare e attuare strategie di educazione finanziaria. In molti casi la necessità dell'educazione finanziaria viene tuttavia considerata un dato acquisito. Occorrerebbe invece preliminarmente dimostrare l'esistenza di alcune precondizioni come la reale possibilità di scelte di investimento alternative e la effettiva sub-ottimalità delle decisioni prese. La misura in cui tali precondizioni esistono è investigata con riferimento al caso italiano. Il lavoro mostra la consistenza e dinamica delle scelte di portafoglio delle famiglie italiane e la valutazione di tali scelte in un'ottica che supera l'impianto neoclassico e la teoria dei mercati efficienti (rivelatisi inadeguati per lo scarso realismo, come dimostrato da molti autorevoli economisti, fra cui il premio Nobel Robert Shiller).

La formazione autobiografica in gruppo

Benelli Caterina
Unicopli 2017

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Il contributo qui presentato ha lo scopo di prendere in esame la valenza formativa del gruppo come luogo privilegiato per la formazione individuale e collettiva nel contesto dell'approccio autobiografico come si è venuto consolidando nella teoria e nella pratica della Libera Università dell'Autobiografia di Anghiari, diretta dal prof. Duccio Demetrio. Il testo presenta nella prima parte alcuni contributi teorici in relazione sia alla tematica del gruppo come luogo di formazione sia alle specificità della progettazione e conduzione di atelier e corsi di formazione in ambito autobiografico, ma anche all'importante ruolo della figura del tutor. È arricchito dalla introduzione del prof. Demetrio che affronta nello specifico che cosa significa pensare e ripensare il proprio essere formatori in campo autobiografico. Nella seconda parte vengono raccontati nel dettaglio alcuni progetti esemplari realizzati in ambiti diversi dai corsisti del corso di studi Morphosis-Mnemon della Lua dell'anno 2014.

Cibo per draghi. Come progettare i...

Borgato Renata
Franco Angeli 2017

Disponibile in 3 giorni  
MANUALI DI PSICOLOGIA

16,00 €
Questo libro è rivolto a tutti coloro che si occupano di formazione o vogliano approfondire l'approccio esperienziale della formazione in aula per adulti. Nella formazione esperienziale i discenti sperimentano situazioni che rappresentano metaforicamente la realtà aziendale attraverso il gioco. A seguito della sperimentazione, si dà significato all'esperienza vissuta e alle dinamiche relazionali attraverso il debriefing, attività che consente di riflettere sui punti di forza e le criticità del gruppo e dei singoli. Il libro offre strumenti pratici e concreti per scegliere consapevolmente il gioco d'aula in funzione agli obiettivi, progettarlo per rispondere alle esigenze formative e utilizzarlo in modo appropriato per contestualizzare l'esperienza vissuta. Nel libro sono contenuti giochi d'aula di diverse difficoltà, linee guida per condurre un debriefing adeguato, schede di approfondimento sulle tematiche che i giochi affrontano: dall'ascolto alla comunicazione, dal problem solving allo stress management, dal project management al time management.

La teoria dell'apprendimento...

Mezirow Jack
Cortina Raffaello 2016

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Nel 1978 Jack Mezirow introdusse nel dibattito internazionale sull'educazione degli adulti l'espressione "apprendimento trasformativo". Da allora, la sua proposta metodologica ha goduto di grande fortuna, generando interesse nel mondo dell'insegnamento, dell'educazione, della formazione e della cura. Secondo le linee dell'apprendimento trasformativo, un adulto può davvero cambiare se nella propria vita e nella propria storia di formazione si imbatte in un "dilemma disorientante", un problema per il quale le sue esperienze e conoscenze pregresse non forniscono soluzioni. A partire dagli effetti di questo dilemma si inaugura nel processo formativo una fase di riflessione, di messa in discussione, di nuova consapevolezza e di cambiamento che coinvolge quelle che Mezirow chiama le "prospettive di significato", schemi di riferimento personali entro i quali sono assimilate e trasformate le nuove esperienze. Questo libro offre al lettore italiano la possibilità di approfondire il pensiero di Mezirow degli ultimi venticinque anni, un pensiero che continua a ispirare il lavoro sul campo di educatori, formatori e ricercatori in tutto il mondo.

Apprendimento corsaro. Come...

Provana Roberto
Anteprima Edizioni 2016

Disponibile in 3 giorni

21,00 €
Il "corsaro dell'apprendimento", protagonista di questo libro, è caratterizzato da curiosità intellettuale e conoscenza delle tecniche di studio (dalla concentrazione alla memorizzazione, dalla lettura rapida alla selezione e gestione delle informazioni strategiche), da ambizione e consapevolezza di sé. Impara meglio degli altri, più velocemente e in modo più efficace, grazie a nuovi approcci comportamentali e sfruttando al massimo le soluzioni tecnologiche offerte oggi al mercato delle informazioni. Soprattutto impara sempre, in ogni luogo e momento - a casa e in ufficio, per strada e nei tempi morti -, valorizzando anche gli errori che costituiscono il fertilizzante di ogni esperienza. Pensato per tutti coloro che hanno compreso l'importanza di "imparare a imparare", in una società nella quale la knowledge mobility - la conoscenza multidimensionale - fa parte della vita quotidiana ed è sempre più richiesta dal mercato del lavoro, questo testo, semplice e concreto, ci offre tutto quello che la scuola non dà in termini di metodologie per apprendere e pensare. Rappresenta quindi un investimento indispensabile per chiunque voglia ampliare il proprio potenziale cognitivo ed essere artefice del proprio futuro nella realtà globale in cui viviamo.

Pedagogia e medicina: un incontro...

Gambacorta-Passerini M. Benedetta
Franco Angeli 2016

Disponibile in libreria  
MEDICINA E INFERMIERISTICA

26,00 €
Il testo intende esplorare l'incontro possibile tra due discipline diverse, quella medica e quella pedagogica, nella concreta e quotidiana pratica lavorativa. Prendendo a riferimento il settore della salute mentale, vengono presi in esame alcuni profili professionali del settore medico e del settore pedagogico, considerando innanzitutto la loro formazione: l'agire professionale è, infatti, costituito da dimensioni pratiche e teoriche, che il percorso formativo cerca di costruire nei futuri professionisti. Le discipline di riferimento dei professionisti considerati, medicina e pedagogia, vengono poi accostate e confrontate attraverso il concetto di "cura", fondamentale per entrambe. Parte centrale del volume è l'esperienza contenuta nel quarto capitolo in cui al lettore viene presentato un progetto di ricerca qualitativa in ambito educativo, realizzato in due servizi che si occupano di salute mentale, volto a osservare se e come avvenga nella pratica lavorativa quotidiana dei professionisti l'incontro tra disciplina medica e pedagogica. Il testo si offre quale utile strumento sia per gli studenti di discipline pedagogiche che intendono approfondire il tema dell'agire educativo nei contesti sanitari sia per professionisti dell'educazione e del settore sanitario che già si trovino ad operare in servizi in cui quotidianamente sono chiamati ad un possibile incontro tra professionisti che, seppur diversi, si trovano ad operare insieme per mettere in atto pratiche di cura.

L'artigianato formativo

Guerra Michela
I Libri di Icaro 2016

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Rompere vecchi schemi non è un esercizio sterile, fine a se stesso. Diventa, al contrario, un'operazione inevitabile per assecondare i suoi intimi convincimenti. Una tesi, d'altronde, che sembra trovare conferme dal suo stesso percorso professionale nel quale la filosofia esce dai binari morti per incrociare e innestarsi con estrema naturalezza nella pedagogia e nella psicologia. E i risultati sono significativi, se non suggestivi grazie alla sua ricca esperienza accumulata nel corso degli anni che l'ha portata ad ampliare i suoi orizzonti didattici, "viaggiando" tra scuola primaria e istituti professionali, passando per il carcere minorile. [...] Ed ecco, allora, che educare viene inteso come "ex ducere", ovvero "tirar fuori". Lilly è sempre capace in ogni momento di tirar fuori il meglio in ognuno di noi. È capace di coglierlo in ogni singolo aspetto per poi farlo riconoscere all'altro da sé...

Gramsci, Freire e l'educazione...

Mayo Peter
Delfino Carlo Editore 2016

Disponibile in 3 giorni

16,50 €
Questo libro è incentrato su Antonio Gramsci e Paulo Freire, due figure di massimo rilievo nel dibattito sull´educazione degli adulti d´impronta radicale e prettamente di sinistra. L´autore si focalizza su tre aspetti del processo pedagogico, vale a dire le relazioni sociali, i luoghi della pratica socio-educativa ed il contenuto.

Coaching e sviluppo delle soft skills

Tucciarelli Massimo
La Scuola 2014

Disponibile in 3 giorni

19,50 €
Prendendo le mosse dalla classificazione delle competenze emotive di Daniel Goleman, l'autore propone una nuova classificazione delle competenze trasversali, che, oltre ad essere solidamente giustificata sul piano teorico, risulta facilmente comprensibile ed utilmente applicabile. La sua analisi è corredata da uno strumento per l'autovalutazione di tali competenze. L'autore illustra quindi i principi fondamentali del coaching, mostrando come tale disciplina sia più adatta, rispetto al training, per favorire lo sviluppo delle soft skills nelle dimensioni di base, che hanno radice nel carattere. Riporta stralci di sessioni di coaching che consentono di capire come i principi descritti vengono applicati alle situazioni concrete. Il libro si rivolge: a chi vuole sapere di più sulle soft skills e sul coaching; ai formatori; ai genitori e agli insegnanti che desiderano impostare la relazione educativa secondo lo stile del coaching. A questi ultimi viene fornito uno strumento diagnostico che consente loro di individuare le proprie aree di miglioramento e proporsi cambiamenti.

Diventare adulti. Formazione e...

Mariani A. Marina
Unicopli 2014

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
L'analisi del volume prende avvio dalla denuncia di una luttuosa e tutta contemporanea sparizione dalle vie delle nostre città, e cioè quella degli adulti. In quale caverna dall'entrata sbarrata sono rimasti bloccati gli adulti di oggi? Una vibrante richiesta si alza, infatti, a più voci: dove è finito l'adulto? Nel passato, pur senza volerlo idealizzare affatto, con il progredire dell'età del soggetto si parlava di sforzo per 'migliorare' se stessi, oggi ci si accontenta di 'cercare' se stessi, chiara indicazione di un'identità rubata, di un ruolo adulto offuscato se non del tutto perduto. L'educazione e l'autoformazione dell'adulto hanno il compito di seguirlo in questa terra dalle mille opportunità affinché neanche una di queste vada sprecata, perché non più solo di alfabetizzare ci si deve occupare ma di una formazione che consenta di affrontare l'impegno di vivere. Nessuno può ri-darci l'adultità, se non ciascuno di noi con il proprio impegno ad auto-educarsi per tutta la vita e a essere occasione di formazione per altri. L'adulto c'è, basta voler esserlo.

Formazione continua in Italia e in...

Associazione Smile
Ediesse 2013

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
I Fondi Interprofessionali svolgono un ruolo fondamentale nella governance della formazione continua, nel favorire la crescita della domanda di formazione non solo in termini quantitativi ma soprattutto qualitativi. Il testo ripercorre i principali snodi che, in alcuni Paesi europei (Francia, Germania, Italia, Spagna, Regno Unito), hanno costituito la base per la costruzione di un sistema di formazione continua, differenziandosi a seconda di vari fattori, quali: l'assetto istituzionale e la struttura del sistema di istruzione e formazione; l'approccio al mercato, all'organizzazione del lavoro e alle risorse umane; il ruolo e la forza delle organizzazioni di rappresentanza, evidenziando il ruolo delle parti sociali. A partire dai dati riportati nel XIII Rapporto ISFOL sulla formazione continua vengono evidenziati alcuni punti utili per orientare l'attività di contrattazione della formazione, in termini di accesso alla stessa, di definizione dell'idea di sviluppo economico, sociale e professionale che intende contribuire a generare, di superamento delle disuguaglianze sociali. Viene inoltre ripercorso il lavoro svolto dall'Unione Europea nell'incentivare l'impulso alla formazione continua e quello svolto dai sindacati italiani, in particolare la CGIL, nel promuovere progetti tesi a diffondere una cultura della formazione, anche attraverso gli accordi che hanno condotto alla costituzione dei Fondi Interprofessionali.

Tra cambiamenti e continuità

Gatti Daniela
Maggioli Editore 2013

Disponibile in 5 giorni

16,00 €
Come le persone, anche le organizzazioni cambiano. E, tra la varietà di cambiamenti che investono le organizzazioni, il tema dei passaggi degli avvicendamenti in posizioni d'autorità intermedia e dei ruoli apicali è per definizione uno dei più delicati: trasferimenti, incarichi temporanei, fusioni, riorganizzazioni, maternità, avanzamenti di carriera, licenziamenti, nuovi ingressi... Si tratta di situazioni poco considerate, cambiamenti che mettono alla prova la tenuta complessiva dell'organizzazione. Più eclatanti e visibili, a seconda delle organizzazioni interessate, sono, invece, le successioni ai vertici, passaggi che ne segnano la storia e le prospettive future. Il libro nasce dal desiderio di conoscere un fenomeno che, pur essendo capillare nelle organizzazioni, tende a restare sullo sfondo. Tra testimonianze e narrazioni, riferimenti concettuali e momenti riflessivi, il volume si pone l'obiettivo di trovare soluzioni concrete per la gestione e la facilitazione dei processi di avvicendamento. Le transizioni, i passaggi, le successioni sono un tema senza tempo, e il volume segue un curioso viaggio alla rilettura di avvicendamenti, antichi e nuovi, risalendo dai miti greci fino alle fiabe dell'oggi, passando per quelle classiche di Perrault e le vicende narrate da Italo Calvino e Roald Dahl. Due sono gli elementi attorno ai quali ruota la riflessione: il rapporto tra genitori e figli e il ruolo, spesso poco riconosciuto, dei gruppi e delle figure adiuvanti.

L'esperienza valida. Teorie e...

Reggio P.
Carocci 2013

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
L'esperienza di lavoro e di vita è preziosa per chi la fa. Attraverso di essa impariamo e sviluppiamo competenze. L'esperienza non è solo un modo per diventare competenti, ma è soprattutto apprendimento, patrimonio personale di conoscenza del soggetto. Essa dice ciò che sappiamo e sappiamo fare. Per essere valida necessita, però, di essere socialmente riconosciuta. A questa esigenza rispondono le pratiche di riconoscimento e validazione degli apprendimenti acquisiti attraverso l'esperienza in contesti informali e non formali. Pratiche che si completano con la successiva certificazione delle competenze, basata su standard istituzionalmente definiti. I quadri normativi europeo ed italiano sono ormai delineati e permettono, anzi richiedono, oggi, l'attivazione di procedure di riconoscimento e validazione. Nel volume si analizzano lo stato del dibattito scientifico sul tema e gli esiti di significative sperimentazioni realizzate, in questi anni, in realtà differenti. In particolare, viene proposto il dispositivo EVA (esperienza, validazione, apprendimenti), elaborato a seguito di numerosi progetti e già in utilizzo in diversi contesti. Il testo è rivolto a responsabili ed operatori delle politiche attive del lavoro e della formazione, come strumento operativo per dare valore sociale ai saperi che le persone maturano nella quotidianità di lavoro e di vita sociale.

Ripensare nella crisi la cultura...

Pavan Annalisa
Armando Editore 2013

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Il lifelong learning movement che si fa strada nelle odierne società, come effetto delle grandi trasformazioni di questi decenni, sta innovando tutte le concezioni e le politiche educative. Le tre intense ricerche propongono di entrare nel vivo del processo di questa innovazione, cercandone la radice nei potenziali del diritto umano all'educazione, e cogliendone il fattore dinamico propulsivo nel bisogno di una nuova cultura dello sviluppo personale e sociale, oltre la crisi del modello economico-sociale dominante. Nel passaggio dall'ottica funzionale delle competenze all'ottica sostanziale delle capacità viene riconosciuta la nuova frontiera della cultura della formazione.

Il significato dell'educazione...

Marescotti Elena
Anicia (Roma) 2013

Disponibile in 3 giorni

26,00 €
Il volume presenta la prima edizione italiana di Eduard C. Lindeman, "The Meaning of Adult Education", New York, New Republic Inc., 1926. Si tratta di un'opera di grande spessore, teorico e storico, nel settore dell'educazione degli adulti, per le idee e per le argomentazioni che offre relativamente al senso dell'educazione, alle sue finalità, alle sue implicazioni per l'individuo (per tutti gli individui) preso tanto nella sua soggettività quanto nella dimensione politico-sociale; non ultimo, è un'opera che avanza lucide riflessioni e indicazioni per la prassi, affinché l'ideale educativo possa incisivamente rapportarsi con la realtà e con i suoi problemi. Al testo originale, è qui affiancata la traduzione in lingua italiana, corredata da un puntuale commento esplicativo e da un saggio critico che contestualizzano le questioni affrontate, approfondiscono la figura di Eduard C. Lindeman e mirano a fare emergere gli elementi costitutivi dell'educazione degli adulti, nella loro pregnanza e attualità. Primi fra tutti la democraticità, la gratuità, la libertà e la razionalità, che nella loro sinergia attestano come l'educazione è per la vita, nella vita e, soprattutto, la vita.

Apprendimento e tutela del lavoro

Ciucciovino Silvia
Giappichelli 2013

Disponibile in 5 giorni

28,00 €
Sempre più spesso si parla della valenza strategica dell'apprendimento nell'attuale società della conoscenza, quale premessa per la piena inclusione sociale e lavorativa degli individui e fattore strategico della crescita economica. Eppure sono ancora pochi gli studi dei giuslavoristi volti ad indagare la portata reale e sistematica del valore giuridico dell'apprendimento come forma di tutela dei lavoratori, tanto nella relazione contrattuale con i datori di lavoro, quanto nelle diverse condizioni soggettive - di inoccupazione, disoccupazione, transizione lavorativa - in cui essi si possono venire a trovare nel mercato del lavoro. A tale scopo è dedicato questo volume che muove dalla prospettiva dell'apprendimento permanente, perché è quella accolta negli ultimi anni dalle istituzioni europee ed italiane, ma anche perché si presta a rappresentare in chiave attuale l'istanza di accrescimento del patrimonio di competenze professionali degli individui e dei lavoratori. Lo studio va alla ricerca delle basi costituzionali e dei fondamenti normativi del bene giuridico dell'apprendimento, mettendo in luce le criticità che la relativa regolazione pone sul piano dell'assetto delle fonti e del riparto di competenze Stato Regioni, pervenendo alla proposta di un modello di disciplina cooperativo e partecipato.

La politica come tema e dimensione...

Secci Claudia
Liguori 2012

Disponibile in 3 giorni

17,99 €
La riflessione contenuta nel testo trae origine dalla sostanziale rimozione della dimensione politica nell'attuale educazione degli adulti e dalla necessità di rivalutare un pensiero che, dall'antichità ad oggi, l'ha invece posta al centro della concezione pedagogica. Gramsci, Capitini e Freire sono accomunati dall'interesse per la dimensione politica dell'educazione e per quella educativa della politica, così come da percorsi teorico-pratici affini rispetto a temi quali pace e cittadinanza. La riflessione dei tre autori diviene spunto per riconsiderare il compito dell'educazione in un'epoca di crisi della partecipazione civica e di perdita del significato autentico e originario della politica.

Metafore del corpo. Teoria e...

Orefice Carlo
Liguori 2012

Disponibile in 3 giorni

12,99 €
Partenendo da una personale esperienza didattica, l'autore utilizza alcune metafore indicate dagli studenti per richiamare immagini e convinzioni mentali su cosa il loro corpo è, debba o possa essere, per portare un contributo critico su questioni che si reputano urgenti tra quanti desiderano interrogarsi sulla costruzione di una identità professionale all'interno delle Scienze del movimento e dello sport. Restituire centralità pedagogica al corpo non significa infatti solo addentrarsi nell'ambito dell'educazione sportiva o dell'attività motoria intesa in senso addestrativo, ma riflettere su tematiche inerenti la costruzione dell'identità personale, la dimensione della socializzazione, i significati che riveste nella nostra società l'idea di un corpo "in declino", nonché su quei luoghi fisici nei quali la corporeità si trova reclusa.

Il lavoro felice. Formazione e...

Rossi Bruno
La Scuola 2012

Disponibile in 3 giorni

17,50 €
Organizzazione e benessere soggettivo non sono incompatibili. Buon funzionamento dell'azienda e soddisfazione dei dipendenti non sono antagonisti. Agio dei lavoratori e positivo funzionamento dell'organizzazione sono in rapporto di reciproca dipendenza. Muovendo da questi assunti, il volume si impegna a dare evidenza al contributo che il sapere pedagogico può offrire alla riscrittura delle organizzazioni come luoghi di lavoro felice. Osservando e criticando l'organizzazione della postmodernità, il testo propone il ripensamento umanistico del lavoro, la riprogettazione personalistica della cultura e dei modelli gestionali delle risorse umane, un nuovo modo di essere e di agire nei contesti di lavoro. La formazione è discussa come esperienza in grado di contribuire apprezzabilmente alla realizzazione di una vita organizzativa buona e bella. L'obiettivo prioritario che ispira e sostiene l'elaborazione pedagogica e la correlata progettualità formativa non riguarda tanto l'efficienza tecnica, i risultati, la redditività e il fatturato quanto la difesa dell'identità e dell'integrità del soggetto-al-lavoro e la coltivazione della sua intelligenza emotiva e morale, con il convincimento che in ciò sta la possibilità per la persona di provare il piacere di lavorare, di lavorare meglio e soprattutto di vivere meglio all'interno e fuori dall'organizzazione.

Educazione degli adulti. Identità e...

Marescotti Elena
Unicopli 2012

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Il saggio si compone di due parti, solidali l'una all'altra. La prima parte intende rispondere alla necessità di definire, sia pure e sempre provvisoriamente, l'identità dell'educazione degli adulti, focalizzandosi tanto sugli aspetti epistemologici che la considerano una pista di ricerca ineludibile della Scienza dell'educazione quanto sulle peculiarità del soggetto adulto, alla luce della sua permanente potenzialità educativa e teso alla significazione della sua autonomia, consapevolezza, intenzionalità, maturità e responsabilità. La seconda parte prende in esame alcune sfide, sostanziali ed epocali al tempo stesso, con cui l'educazione degli adulti è chiamata a confrontarsi: il raccordo con la scuola, la formazione lavorativa, la gestione del tempo libero, le problematiche della disabilità e dell'età senile. Dalla riflessione condotta emerge un quadro complesso, irto di ostacoli, ma anche e soprattutto un'indiscussa valorizzazione dell'educazione - del suo senso e delle sue finalità - come costante compagna dell'essere umano in tutti i suoi tentativi di interpretazione e di trasformazione migliorativa del mondo in cui vive.

Realtà educative. Contributi di...

Aglieri M.
Unicopli 2012

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Di fronte alla complessità del mondo attuale l'educazione deve rivedere e ampliare i propri strumenti di verifica e di intervento. Il volume, frutto del lavoro di condivisione e di ricerca di competenze diverse, esplicita alcune essenziali direttrici pedagogiche legate a luoghi e temi della cultura attuale (dal consumo, alla musica, al gioco etc.) per vedere, osservare e rileggere gli accadimenti formativi, tenendo presente che quello pedagogico si propone come sapere ad alto contenuto critico-riflessivo al servizio della progettualità umana. Il libro si rivolge a tutti coloro che abbiano, a titolo professionale o personale, interesse ad alzare i toni della propria riflessione e responsabilità.

I bisogni di formazione. Teorie e...

Bochicchio Franco
Carocci 2012

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
L'interesse verso i bisogni di formazione intreccia questioni di importanza cruciale per la formazione umana, che nella postmodernità si accentuano fortemente facendo emergere istanze non più dilazionabili. In quanto categoria pedagogica, il bisogno di formazione riguarda l'identità della persona, mentre l'analisi dei bisogni, come pratica di ricerca correlata, è un compito educativo. Sono queste le strutture portanti di una riflessione che si è focalizzata intorno a fondamentali questioni didattico-pedagogiche. Come progettare e realizzare esperienze formative capaci di assumere in carico i bisogni formativi dei titolari senza ignorare i condizionamenti della cultura e della società? Come restituire centralità alle persone nel processo dell'insegnare e dell'apprendere, assumendo il bisogno come la "bussola" che guida il processo di formazione, sia prima sia nel corso dell'azione didattica? Il libro coniuga giustificazioni teoriche e preoccupazioni pratiche, con una particolare attenzione per i bisogni di formazione degli adulti nel mondo del lavoro.

Scritture adulte

Aleandri Gabriella
Armando Editore 2012

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
In un contesto sociale caratterizzato dalla frammentarietà, dalla glocalità, dal rischio, la scrittura rappresenta un efficace strumento per recuperare le dimensioni di senso, di identità, di storia. Il percorso d'analisi e ricerca compiuto in questo volume si inserisce nell'ambito dell'educazione degli adulti, inscritta nella prospettiva del lifelong e lifewide learning e education. Il titolo intende espressamente lasciar trasparire un'impostazione di base che è aperta, anzi sollecita la piena e libera espressione/espressività intese in senso pluralistico e democratico, in tutte le sue forme.

Il role playing. Progettazione e...

Boccola Fabiana
Carocci 2012

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Progettare e gestire interventi formativi per adulti richiede conoscenze e prassi specifiche. Facilitare il processo di apprendimento implica l'uso di tecniche interattive e metodologie didattiche esperienziali, fra le quali rientra a pieno titolo il role

Apprendimento e formazione nella...

Melacarne Claudio
Liguori 2011

Disponibile in 3 giorni

15,99 €
Il volume pone l'attenzione sulle tematiche connesse ai processi di apprendimento nella vita quotidiana focalizzandosi in particolare sui dispositivi educativi che possono supportare le esigenze di crescita e di emancipazione personali e sociali. Una delle tesi centrali attorno alla quale ruota l'impianto argomentativo del volume è rintracciabile nella convinzione che le persone e le comunità possano essere aiutate a dirigere il proprio processo formativo se vengono sostenute nella rielaborazlone critica della propria esperienza e nella valorizzazione dei saperi prodotti nei diversi contesti del vivere quotidiano. Questo viene a configurarsi come esperienza di produzione di sapere ma anche di guadagno inconsapevole di rappresentazioni, strategie di azione, sistemi di significato che possono limitare l'acquisizione di prospettive interpretative più aperte alla diversità, al cambiamento, alla complessità dei tempi contemporanei. L'esperienza quotidiana con il tempo può esaurire il suo potere trasformativo e generativo di conoscenza. Muovendo da questa preliminare analisi e recuperando una pluralità di studi e di ricerche nazionali e internazionali, il volume si articola in quattro capitoli all'interno dei quali vengono affrontate rispettivamente le seguenti questioni: la natura dell'apprendimento nella vita quotidiana, i dispositivi riflessivi adottati per favorire lo sviluppo personale e delle comunità, l'identità delle professioni educative, le metodologie.

Tecnologie, formazione,...

Cattaneo A.
Unicopli 2010

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Il volume nasce come risultato del comune percorso di ricerca tra il CREMIT (Centro di ricerca sull'educazione ai media all'informazione e alla tecnologia) dell'Università Cattolica di Milano e il gruppo di ricerca attivo presso lo IUFFP di Lugano e si propone, a partire da un ricco bagaglio di esperienze di ricerca e di formazione condotte negli ultimi dieci anni, di abbozzare una sintesi sulle possibilità didattiche offerte dalle tecnologie. Destinato a studenti universitari, docenti, formatori di adulti, formatori aziendali, il testo si compone di due parti: la prima vuole fornire uno sguardo d'insieme sul mondo della formazione, dando alcuni quadri concettuali di ampio respiro sulle modalità per condividere la conoscenza, attraverso processi di rappresentazione, comunicazione, costruzione; la seconda, più operativa, si propone di offrire al lettore alcune tecniche e alcuni strumenti specifici di intervento didattico-formativo, passando progressivamente dall'analisi delle pratiche, ai metodi di formazione, ai singoli "attrezzi del mestiere" disponibili quando si parla di integrazione delle tecnologie nei processi di insegnamento-apprendimento.

Promuovere consapevolezza....

Braga P.
Junior 2010

Disponibile in 3 giorni  
DIDATTICA

18,20 €
Il volume affronta il tema della formazione degli educatori dei servizi per l'infanzia. Vengono presentate e discusse esperienze di formazione e di ricerca sulla formazione della professionalità educativa attraverso le voci dei soggetti coinvolti in questi processi: educatori, tirocinanti, tutor, supervisori, formatori e ricercatori si interrogano, da angolazioni e posizionamenti diversi, sul rapporto tra intenzioni e pratiche educative, sui modi, gli strumenti e i percorsi che promuovono consapevolezza intesa come pensiero riflessivo e critico sull.azione educativa.

La formazione continua nelle...

Maioli Sabrina
McGraw-Hill Education 2008

Disponibile in 3 giorni

33,00 €
Il libro è stato redatto con la doppia consapevolezza che l'attività del formatore non può essere disgiunta dalle scelte strategiche aziendali e che l'individuo è da valorizzare attraverso la cura delle relazioni umane, costruendo percorsi di ascolto, dialogo e riflessione. Nel testo si trovano costantemente intrecciati i modelli e le riflessioni teoriche con l'operatività del quotidiano, affrontando temi come la difficoltà di coniugare le esigenze organizzative giornaliere con il tempo da dedicare alla formazione o l'importanza che può/deve avere la formazione on-the-job. La formazione rappresenta un'opportunità essenziale per migliorare la qualità dell'organizzazione, e quindi delle cure che vengono prestate dalle aziende sanitarie, e il libro offre un originale contributo per affrontare gli interrogativi di quanti vi si dedicano.

Il carcere, le vie dell'educazione

Scaglioso Cosimo
Guerra Edizioni 2008

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Il carcere continua ad essere un forte e negativo punto di riferimento, anche per operare nell'ottica della prevenzione e della sorveglianza. Malgrado le conquiste sul piano dell'umanità in linea con i diritti della persona, del cittadino detenuto e le pesanti riserve su una vita di detenzione, il carcere resta come segno del controllo sociale e insieme come una risposta scoperta alla domanda di sicurezza e alla paura. Ci si attende almeno un carcere più umano. In questa direzione sono chiamate a dare un fattivo contributo iniziative di istruzione e educazione, fermo restando che va regolata anche la società perché invece di creare condizioni di malessere, di disagio, di marginalità e di povertà, "produca" uomini, posti di lavoro, percorsi di solidarietà, condizioni economiche, culturali, sociali che favoriscano intese e relazioni positive tra i cittadini. Arricchisce il volume una rassegna tipologica dei complessi penitenziari più significativi ricca di immagini e sostenuta da puntuali notazioni non solo di ordine storico.

La prima mela. Giochi didattici per...

Borgato Renata
Franco Angeli 2006

Disponibile in libreria  
MANUALI DI PSICOLOGIA

19,00 €
Questo libro è un'antologia di esercitazioni e di giochi da utilizzare per preparare alla comunicazione efficace in differenti contesti operativi e relazionali: nelle attività formative ed educative, nella conduzione di gruppi, nella relazione personale. Il testo si rivolge, pertanto, a diversi possibili fruitori: formatori, coach e team leader, insegnanti dei vari ordini di scuola, operatori sociali, responsabili della comunicazione/informazione pubblica all'interno e all'esterno delle organizzazioni. L'utilizzo dei giochi didattici è particolarmente efficace per sperimentarsi in modo non ansiogeno e per migliorare le proprie capacità e competenze comunicative. Ogni esercitazione e ogni gioco sono seguiti da un debriefing che stimola la rielaborazione e aiuta a riflettere sull'esperienza vissuta durante lo svolgimento delle attività.

Gli adulti e la musica. Luoghi e...

Rebaudengo A.
EDT 2005

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
In anni nei quali con crescente chiarezza si manifesta l'importanza della musica come disciplina formativa, e fioriscono gli studi e i metodi dedicati all'approccio alla musica nella prima o primissima infanzia, alla mente di molti potrebbe affacciarsi un bruciante interrogativo: e gli adulti? Fino a che età è opportuno mettersi nella condizione di "imparare" la musica? Passati i vent'anni si può ancora provare a suonare uno strumento? E quali problemi pedagogici e didattici comporta il confronto con un allievo adulto? Alcune articolate risposte si trovano raccolte in questa riflessione destinata ai docenti di musica, agli adulti che hanno iniziato gli studi, e a coloro i quali stanno considerando se lanciarsi o meno in una simile avventura.

Autoformazione. Autonomia e...

Quaglino G. P.
Cortina Raffaello 2004

Disponibile in 3 giorni

21,50 €
Diventare responsabili del proprio apprendimento, capaci di orientarlo, determinati a farlo valere: sono questi gli obiettivi di un progetto di autoformazione. Tale progetto presuppone che ognuno sia maestro di se stesso e agisca in prima persona come prot

Apprendimento e trasformazione. Il...

Mezirow Jack
Cortina Raffaello 2003

Disponibile in 3 giorni

21,80 €
Quando i ragazzi entrano nell'età adulta, la società trasmette loro metodi di comprensione che rischiano poi di limitarne la capacità di acquisire nuove conoscenze. Come possono gli adulti liberarsi dai vincoli di apprendimento imposti dalla società? Jack

Il laboratorio professionale nella...

Cristofori Elena
CEA

Non disponibile

26,00 €
Questo è il primo volume di un'opera dedicata al Laboratorio professionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica. Grazie all'assunzione, da parte di tutti gli autori, dell'approccio per competenze come approccio comune a tutti i laboratori o, meglio, come comune coefficiente della formazione laboratoriale in quanto tale, la platea dei destinatari del testo si amplia però a tutte le professioni, sia per la formazione di base sia per la formazione professionale in senso stretto. Questo testo è diviso in due parti: la prima parte è una sorta di ampia e articolata mappa concettuale del lifelong/lifewide learning, con un focus sull'apprendimento in età adulta. La seconda si configura come un'ampia rassegna di metodologie e di tecniche attive nell'apprendimento degli adulti. Le parole chiave, che caratterizzano il testo e che rappresentano il filo conduttore del lavoro dei tre curatori e dei numerosi autori che hanno partecipato alla stesura dell'opera, sono esperienza, riflessività e apprendimento attivo, la cui declinazione consente di leggere l'intera mappa dei concetti alla base dei temi trattati.

Curare, guardare. Epistemologia ed...

Scardicchio
Franco Angeli 2019

Non disponibile

22,00 €
Un libro curioso per medici curiosi. Un libro inquieto per medici la cui inquietudine è la spinta alla ricerca continua, medici la cui "umanità" è tutt'uno con la propria scienza: perché il paziente non cerca romantici sorrisi ma sguardi complessi e compositi, sguardi curiosi, incuriositi, curiosanti come quelli di chi è al cospetto di un'opera d'arte e di una sciarada e si sente interpellato anche a mettersi in gioco, non solo a mettere a nudo. Medici come esperti di estetica: questa la curiosa proposta d'autoformazione in medicina che il libro propone, tessendo un discorso breve ma intenso tra narrazioni scientifiche, biografiche, artistiche. Dentro un ritmo che coniuga questioni di cura e questioni di formazione, il volume è destinato a tutti coloro che, impegnati professionalmente nelle relazioni di cura e d'aiuto, seguendone i contrappunti potranno ripercorrerne passione e curiosità, mossi della "grande" domanda: "l'umanità" è dote innata o si può imparare?

Diventare professionisti della...

Zannini Lucia
Franco Angeli

Non disponibile

28,00 €
Che cosa vuol dire oggi diventare professionisti della cura? Quale ruolo hanno la narrazione e la riflessività nella formazione di questi professionisti? E nella ricerca sulle loro pratiche di cura? I saggi raccolti in questo volume, scritti da pedagogisti e professionisti della cura ? soprattutto infermieri ?, tentano di dare qualche risposta a questi interrogativi, condividendo criticamente esperienze educative, pratiche di formazione e direzioni di ricerca sviluppate in contesti di prevenzione e cura. Interrogarsi sulle pratiche pedagogiche vuol dire, innanzitutto, scandagliare i modi concreti, gli strumenti, i metodi del fare formazione nei contesti (sanitari). È per questo che i saggi illustrano alcune esperienze, che vanno dalla formazione di base a quella permanente. Ciò che taglia trasversalmente tutti i contributi, suddivisi in due sezioni ? "Formare e riflettere" e "Ricercare e riflettere" ? è l'adesione, più o meno esplicita e completa, al quadro epistemologico che riconosce e valorizza la "svolta riflessiva" nella pratica educativa e nella ricerca, che ha caratterizzato il dibattito pedagogico dell'ultimo trentennio. La riflessività è del resto considerata indispensabile anche nei contesti sanitari, perché diventare professionisti della cura è un percorso complesso, che richiede una formazione costante, lo sviluppo tanto di una expertise tecnica quanto della capacità di interrogare criticamente teorie e pratiche, riflettendo sia sulle azioni, per comprenderne i significati, sia durante le azioni per regolare l'agire in corso d'opera. Inoltre, in più saggi viene ribadita l'importanza di una particolare tipologia di riflessione, quella su se stessi, che è anche una forma di cura di sé.

Educazione degli adulti, sviluppo...

Nanni Silvia
Franco Angeli

Non disponibile

18,00 €
L'espressione "sviluppo di comunità" designa «l'insieme dei processi mediante i quali gli abitanti di una determinata zona uniscono i loro sforzi a quelli dei pubblici poteri, allo scopo di migliorare la situazione economica sociale e culturale della comunità, di associarla alla vita della nazione, di porla in grado di contribuire al progresso del paese. Perché possa tuttavia parlarsi di sviluppo della comunità occorre creare un vincolo di solidarietà». Con queste parole si apre il report preliminare al "Progetto Pilota Abruzzo", condotto per quattro anni, con cui Angela Zucconi (Terni 1914 - Anguillara Sabazia 2000) motiva la mission del suo lavoro e dell'intera équipe professionale che ha operato in quattordici comuni montani abruzzesi fra le province dell'Aquila e di Chieti. Era il 1958. Ancora oggi, 60 anni dopo, potremmo provare a riflettere sull'idea di comunità, di condivisione, di "coscientizzazione", di sviluppo individuale e collettivo a partire proprio da quella vecchia e mai sufficientemente conosciuta pionieristica esperienza, nata sotto forti convincimenti democratici e sempre da essi ispirata nelle sue formulazioni operative. Il progetto pilota, finalizzato allo sviluppo delle capacità dei cittadini coinvolti, e per loro tramite, dell'intera comunità, può rappresentare pienamente un modello di educazione critica. Il lavoro di Angela Zucconi - letterata, educatrice, "attivista", direttrice del progetto - ha sempre proceduto in tale direzione. Il volume, nel ripercorrere la storia e il senso del suo operato, lo proietta verso le più attuali problematiche affrontate dall'educazione degli adulti e dalla Learning city (-community).

Educare nel lavoro. Una proposta...

Macale Carlo
Aracne 2019

Non disponibile

28,00 €
Sul piano storico-pedagogico, la svalutazione dei percorsi formativi professionali all'interno della pedagogia scolastica è stata causata da un'esaltazione continua di una cultura classica, che ha visto nella licealizzazione dei saperi la più alta finalità educativa dei percorsi di istruzione. Il volume mette in luce come, nel panorama educativo nazionale, la formazione professionale iniziale in Italia, in realtà, abbia rivestito un ruolo importante sia rispetto alla scolarizzazione della popolazione giovanile, sia rispetto ad alcune emergenze di carattere sociale.