Teoria psicoanalitica (psicologia freudiana)

Active filters

Forze del destino

Bollas Christopher
Cortina Raffaello

Disponibile in libreria

18,50 €
Christopher Bollas ha, tra gli altri, il dono di accompagnare il lettore nella trama sottile del processo psicoanalitico. In questo libro esamina e discute uno dei problemi fondamentali: che cosa c'è di tanto unico nelle persone, negli individui? Come si manifesta questa unicità nella personalità, nella vita, nei rapporti e nel processo psicoanalitico? A partire dai concetti classici di "fato" e "destino" e dall'idea di Winnicott del Vero Sé, Bollas propone il concetto di "idioma umano" per spiegare come gli individui elaborano - sia con la creatività sia nel corso dell'analisi - la "dialettica della differenza". In particolare, riflette sul modo in cui i pazienti possono usare aspetti della personalità dell'analista per esprimere il loro idioma e la loro pulsione del destino.

Lo stato mentale di coppia. Il...

Morgan Mary
Cortina Raffaello

Disponibile in libreria

26,00 €
Lo stato mentale di coppia descrive il modello della psicoterapia psicoanalitica di coppia del Tavistock Relationships, attingendo sia alla storia sia all'attualità di questa istituzione, inclusi i contributi teorici della stessa autrice. Mary Morgan ripropone con autorevolezza le nozioni fondamentali della psicoanalisi e ne dimostra l'applicazione per esplorare e comprendere le fondamenta inconsce della relazione intima di coppia. La posizione psicoanalitica che il clinico assume in relazione alla coppia - e che viene descritta nei termini della capacità di includervi uno "stato mentale di coppia" - costruisce, all'interno della relazione di transfert e controtransfert, un setting terapeutico in cui la coppia in trattamento può sperimentare e modificare le dinamiche che contrastano l'evoluzione della relazione fra i suoi membri. Mary Morgan fornisce qui un contributo utile a chi si avvicina allo studio del lavoro psicoanalitico con le coppie e a tutti gli psicoanalisti interessati a questo ambito.

Evaporazione del padre

Kantzá Giuliana
Mimesis

Disponibile in libreria

20,00 €
Trasmettere l'eredità è un atto di consegna del Padre, atto che esige fedeltà al mandato ricevuto, in un mondo che ci addestra a un godimento senza freni e senza limiti, con il dovere di comprare secondo l'imperativo di mercato. Particella vagante, il soggetto si sfalda nell'anonimato perché la contemporaneità ha smarrito la funzione del Padre, con effetti decostruttivi operanti nella lingua, nella politica, nell'economia e nel sociale. Queste sono le conseguenze visibili di una crisi che parte da lontano e che si può definire con le parole dell'autrice "l'evaporazione del Nome-del-Padre".

L'uomo dei lupi. Testo tedesco a...

Freud Sigmund
Feltrinelli

Disponibile in libreria

9,50 €
I casi clinici di Freud rappresentano la fondazione dell'edificio psicoanalitico. La consistenza di tale fondazione è però ambigua, contraddittoria. All'origine non vi sono fatti, ma storie narrate, ascoltate che tessono la trama di un resoconto che ricorda dappresso la finzione letteraria. Alla grande prosa freudiana, gli storici hanno contrapposto la realtà accertata dai documenti; gli eredi, accettandone la verosimiglianza, ne hanno corretto gli errori, per una sempre maggior coerenza della disciplina. La storia clinica dell'Uomo dei lupi dice di un incontro straordinario, che può darsi solo nello spazio dell'analisi. Incontro con la realtà psichica dell'altro, cui la teoria risponde costruendone la scena dell'accadere, attraverso le nozioni che il caso permette di definire: scena originaria, nevrosi infantile... Finzione o realtà, successo o insuccesso terapeutico, la cosa non sembra rivestire una grande importanza.

Il piccolo Hans. Testo tedesco a...

Freud Sigmund
Feltrinelli

Disponibile in libreria

9,50 €
I casi clinici di Freud rappresentano la fondazione dell'edificio psicoanalitico. La consistenza di tale fondazione è però ambigua, contraddittoria. All'origine non vi sono fatti, ma storie narrate, ascoltate che tessono la trama di un resoconto che ricorda dappresso la finzione letteraria. Alla grande prosa freudiana, gli storici hanno contrapposto la realtà accertata dai documenti; gli eredi, accettandone la verosimiglianza, ne hanno corretto gli errori, per una sempre maggior coerenza della disciplina. La storia clinica del piccolo Hans, la prima analisi di un bambino, mostra come la messa a punto dei concetti cardine - angoscia, Edipo, castrazione non sia che la testimonianza di quell'incontro straordinario per cui il soggetto viene a modificare il proprio statuto, lasciando emergere i fantasmi che lo abitano e che abitano la teoria. Finzione o realtà, successo o insuccesso terapeutico, la cosa non sembra rivestire una grande importanza.

Il disagio della civiltà. Testo...

Freud Sigmund
Feltrinelli

Disponibile in libreria

10,00 €
Siamo a cavallo degli anni venti e trenta del Novecento e una feconda intuizione riporta Freud a leggere le dinamiche della società attraverso il prisma delle categorie psicoanalitiche elaborate nei precedenti trent'anni di ricerca, delineando una concezione del vivere comune come sistema che, originato dalla condivisa necessità di contrastare le minacce alla sopravvivenza umana, finisce inevitabilmente per porre limiti importanti alle pulsioni naturali del singolo. L'evolversi e l'articolarsi della civiltà si configurerebbero quindi come un processo di erosione della felicità e della libertà individuali. È sull'equilibrio teso e precario fra necessità confliggenti ma ugualmente ineludibili che si gioca, secondo Freud, il futuro dell'umanità. Questo breve ma decisivo testo appare oggi come il ritratto lucido di un'epoca destinata a chiudersi nella stretta feroce del nazismo e del fascismo, ma anche come una lettura calzante della nostra contemporaneità, sempre più pervasa da inquietudini private e collettive.

Freud dopo l'ultimo Freud. Per una...

Campanile Fabrizio
Franco Angeli

Disponibile in libreria

33,00 €
Cosa intendiamo per ultimo Freud? Come delimitare questo periodo della produzione del padre della psicoanalisi e perché farlo nel modo proposto? Il testo costituisce un tentativo di ripensamento della teoria freudiana, organizzata facendo riferimento agli elementi che fondano la costituzione psichica. Il testo si articola in due parti. Nella prima si dichiara innanzitutto l'intento di "mettere al lavoro" l'idea che Il disagio della civiltà sia da considerarsi un momento di svolta ed apra una stagione di pensiero identificabile come l'ultimo Freud. Nella seconda sono discusse alcune tematiche, di speciale rilievo, alla luce dell'impostazione di partenza. Costituisce quindi un tentativo di ripensamento della teoria freudiana organizzandola sulla base degli elementi, tratti dall'opera di Freud, che fondano la costituzione psichica. È questa una nozione che egli introduce nel Disagio della civiltà e che ben si presta ad orientare un lavoro di ripensamento dell'intera sua opera. Prefazione di Antonio Alberto Semi.

Psicoanalisi e guerra

Freud Sigmund
Mimesis

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Al quinto Congresso psicoanalitico, tenutosi a Budapest nel settembre 1918, parteciparono alcuni tra i più grandi psicanalisti dell'epoca (Freud, Ferenczi, Abraham, Simmel, Jones) per discutere assieme le principali cause della psicopatologia traumatica di guerra nel tentativo di trovare una soluzione. La fine della guerra non consentì a questo primo, storico, incontro di avere riscontri immediati, ma l'intervento degli psicoanalisti e la loro opposizione alle forme di trattamento utilizzate fino a quel momento aprì nuove strade e portò successivamente a mitigare l'uso dell'elettroshock, sensibilizzando le coscienze degli psichiatri e dell'opinione pubblica. Prefazione Massimo Recalcati.

L'eredità di Freud. Percorsi di...

Paolicelli Silvia
Edra

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
Il volume illustra i principali apporti teorici e clinici dei primi allievi di Freud: sia di coloro che rimasero più o meno vicini al pensiero del maestro viennese - in particolare Abraham, Ferenczi e Rank - sia di coloro che, proponendo un proprio modello della mente e contrapponendosi, scientificamente e umanamente, al padre della psicoanalisi, diedero vita ad un vivace dibattito all'interno del movimento psicoanalitico - in particolare Jung, Reich e Groddeck. Lo sviluppo della psicoanalisi è seguito attraverso l'affermarsi di nuove idee e nuove modalità di trattamento, ponendo particolare cura nel descriverne la cornice storica di riferimento e nel riportare spesso la fonte diretta dei testi degli autori. Esso si presenta arricchito altresì dalla presenza sia di box che, posti alla fine di ogni capitolo, individuano le traiettorie di sviluppo di ogni autore trattato, sia di contributi che, dedicati a interessanti ambiti applicativi della disciplina, danno l'idea di cosa significhi operare in una prospettiva psicodinamica.

Massimo Recalcati. Un ritratto...

Terminio Nicolò
Il Nuovo Melangolo

Disponibile in libreria

7,00 €
In ambito calcistico Maradona e Messi sono considerati i geni più rappresentativi del calcio perché in grado di creare uno spazio dove nessuno avrebbe mai immaginato che poteva esserci uno spazio. Il genio è dunque colui che genera e apre nuovi spazi, non soltanto nel gioco del calcio. Recalcati può essere, in questo senso, definito il Maradona o il Messi della psicoanalisi. Scritto da uno dei più brillanti allievi di Recalcati, già autore di un' Introduzione a Recalcati, in questo volumetto che inizia proprio parlando di Maradona, l'Autore analizza il fenomeno Recalcati, il suo "stile di gioco" culturale, ripercorrendo tappe della sua biografia, la sua formazione, passaggi fondamentali come la creazione di Jonas, fino ad arrivare al successo di massa di Recalcati che ha generato ammirazione e rivalità, consenso e critiche. Come inevitabile. Recalcati non si è limitato infatti a percorrere un cammino già tracciato da altri, ma ha oltrepassato i confini della psicoanalisi per rivoluzionare il campo del sapere.

Federico Fellini. La vita è sogno,...

Di Battistini A C.
Pendragon

Disponibile in libreria

20,00 €
Il volume costituisce un'esplorazione a più voci, da un punto di vista psicoanalitico, dell'opera cinematografica e grafica del grande Federico Fellini, regista capace di comunicare, attraverso il suo straordinario linguaggio evocativo, le ambiguità dell'animo umano, le sue contraddizioni, le sue pulsioni, le spinte dell'eros e gli istinti di morte. I curatori hanno raccolto i lavori di prestigiosi psicoanalisti, italiani e stranieri, in modo da fornire un'ampia e articolata lettura della felice contaminazione fra la settima arte, che con Fellini tocca punte fra le più alte, e l'analisi del profondo.

Il gesto di Caino

Recalcati Massimo
Einaudi

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
«Il gesto di Caino è senza pietà: uccide il fratello spargendo il suo sangue sulla terra. Non lascia speranza, non consente il dialogo, non ritarda la violenza efferata dell'odio. È da questo gesto che la storia dell'uomo ha inizio. Sappiamo che l'amore per il prossimo è l'ultima parola e la più fondamentale a cui approda il logos biblico. Ma non è stata la sua prima parola. Essa viene dopo il gesto di Caino. Potremmo pensare che l'amore per il prossimo sia una risposta a questo gesto tremendo? Potremmo pensare che l'amore per il prossimo si possa raggiungere solo passando necessariamente attraverso il gesto distruttivo di Caino? Quello che è certo è che nella narrazione biblica l'amore per il prossimo viene dopo l'esperienza originaria dell'odio».

Giocando con Winnicott. Il dialogo...

Abram Jan
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

22,00 €
Un dialogo a distanza tra due dei più importanti psicoanalisti del Novecento che evidenzia, da un lato, la riflessione e i concetti portanti della teoria di Green, la sua accurata conoscenza di Winnicott, dall'altro, Winnicott stesso, la sua opera e la straordinaria modalità di concepire l'esperienza clinica. I saggi contenuti nel volume catturano in presa diretta la capacità di Green di "mettere al lavoro" il contributo di Winnicott all'interno della sua personale cornice di pensiero e di elaborarlo alla luce dell'opera di Freud e delle teorie di altre autorevoli voci della psicoanalisi contemporanea, come Wilfred Bion e Jaques Lacan. Nonostante il suo aspetto severo e il suo asciutto senso dell'umorismo, questi scritti forniscono con immediatezza il ritratto di un analista appassionato e partecipe. Il libro è costruito attorno a cinque capitoli, frutto delle conferenze tenute da Green alla Squiggle Foundation di Londra. Gli scritti testimoniano l'importanza dell'opera di Winnicott, cui Green fa un esplicito tributo di riconoscenza, nella sua riflessione teorica. Green considera Winnicott come una delle sue principali fonti di ispirazione in relazione ai temi dell'assenza e dei fenomeni dell'area transizionale, che considera fondamentali per lo sviluppo della sua concezione del "negativo".

Il seminario. Libro XIX... o...

Lacan Jacques
Einaudi

Disponibile in libreria

24,00 €
In questo Seminario Lacan tratta dell'uomo e della donna. Per essere precisi tratta del loro rapporto, a proposito del quale l'immaginazione ha da sempre alimentato piacevoli illusioni e struggenti passioni, e rispetto al quale la cultura ha prescritto, secondo i tempi, ciò che è bene e ciò che è male. In realtà sia la poesia, in modo suggestivo, sia la società, che accentua il disagio di questo rapporto, sono come dei veli che coprono un buco: un buco nel reale. Lacan propone un'inedita definizione: «Non c'è rapporto sessuale». Questo non vuole dire che non ci possano essere quei rapportini, così li chiama, che fanno la delizia e la croce del genere umano. Vuol dire invece che tra l'uomo e la donna non c'è, a priori, nessun accordo né armonia alcuna. Difetto che non dipende né dall'uno né dall'altra, poiché la chiave è da ritrovare soltanto in quello che Freud ha chiamato inconscio e che Lacan cerca di precisare sviluppando una nuova logica. È l'inconscio che rende impossibile che di due si arrivi a fare uno. Eppure l'uno-tutto-solo c'è. Al non c'è del rapporto sessuale si oppone il c'è dell'Uno, il quale è solo nel suo godimento, e questo vale per qualunque corpo parlante, che sia dell'uno o dell'altro sesso. Qui inizia l'ultimo insegnamento di Lacan. Sembra che Lacan ripercorra strade conosciute, e invece è tutto diverso: l'Altro non è quello che conoscevamo, e neppure il desiderio, addirittura neppure il godimento. L'inconscio stesso, che Lacan più avanti chiamerà parlessere, si situa ormai sotto l'egida dell'Uno nella dimensione del Reale.

Odio, rabbia, violenza e narcisismo

Kernberg Otto F.
Astrolabio Ubaldini

Disponibile in libreria

12,00 €
Il più recente scritto di Kernberg è una summa essenziale del suo pensiero e una lucida panoramica su alcuni drammatici temi cardine della società odierna, temi che egli ha attraversato e analizzato a fondo, nella teoria e nella clinica, nell'arco della sua lunga ricerca psicoanalitica. Il materiale è tratto dal corso clinico "Odio, rabbia, violenza e narcisismo", da lui tenuto nell'ambito delle Lindauer Psychotherapiewochen del 2010. Centrale è sempre il tema del narcisismo, cui Kernberg ha dedicato nel corso della sua esperienza una fitta serie di pubblicazioni. Lo psicoanalista porta avanti così il progetto di elaborare una concezione generale per una problematica ampia e ramificata, allo scopo di chiarire gli aspetti psicopatologici che accompagnano la pratica clinica relativa a questo disturbo e offrire un aiuto pratico nel trattamento dei pazienti. Il volume si articola in cinque lezioni che approfondiscono alcuni temi basilari. Nella prima e nella seconda vengono analizzate le manifestazioni della pulsione di morte, in particolare la coazione a ripetere, il sadomasochismo e la reazione terapeutica negativa. Un'attenzione centrale viene dedicata ai processi autodistruttivi nella psicologia delle masse e nella società. La terza lezione esamina la pulsione di morte e l'aggressività sullo sfondo delle moderne neuroscienze: Kernberg risale dalla clinica alla teoria, identificando le cause delle gravi patologie esaminate. La quarta lezione è incentrata sulla diagnosi e sul trattamento dei disturbi gravi della personalità, con il quadro di riferimento della teoria delle emozioni e delle relazioni oggettuali. La quinta, infine, esamina le strategie e le tecniche della psicoterapia psicodinamica, anche in relazione al trattamento di gravi regressioni paranoidi.

Eros dell'impossibile. Storia della...

Etkind Alexander
ETS

Disponibile in libreria

29,00 €
Eros dell'impossibile - un classico della storiografia contemporanea - illustra lo sviluppo storico della psicoanalisi russa del primo Novecento nella sua relazione con la cultura filosofica, letteraria e artistica, con la psicologia e la pedagogia, con la società e la politica. I capitoli sui principali protagonisti (Andreas-Salomé, Pankeev o l'Uomo dei lupi, Spielrein, i fondatori della Società russa di psicoanalisi; e altre figure meno note, ma la cui importanza è messa in risalto) si intrecciano con la trattazione su grandi temi e movimenti culturali (la diffusione di Nietzsche, il simbolismo dell'Età d'argento e poeti come Belyj, Blok o Rozanov; Bulgakov, l'ambasciatore Bullitt e il Ballo di Satana; i filosofi Berdjaev, Ivanov o Solovëv; la psicologia di Vygotskij e Lurija, e la pedologia; le teorie filmiche di Ejzenstejn; Bachtin e il suo circolo). Questo insieme di temi e personaggi è trattato all'interno del complesso quadro della storia sovietica (fondamentale il ruolo di Trockij nella diffusione della psicoanalisi dopo la Rivoluzione prima che essa fosse bandita alla fine degli anni '20, con la persecuzione di psicoanalisti di valore). Pubblicato nel 1993, Eros dell'impossibile è stato tradotto in otto lingue. Questa prima traduzione italiana è stata condotta sulla nuova edizione riveduta del 2016.

Freud. Sette lezioni sulla...

Andreoli Vittorino
Marsilio

Disponibile in libreria

8,00 €
Lo psichiatra che più di tutti ha esplorato e descritto le contraddizioni del mondo moderno affronta una nuova sfida: un «viaggio immaginario nella testa di Freud». Vittorino Andreoli ci riporta nella Vienna di fine Ottocento, per poi attraversare il Novecento e arrivare ai giorni nostri, alla ricerca delle radici di concetti e riflessioni che hanno profondamente influenzato il nostro modo di guardare alla storia dell'uomo e del suo comportamento. Con il tono della divulgazione scientifica, le vicende del padre della psicoanalisi vengono ripercorse in sette tappe: dai fondamenti della teoria - psiche, sessualità, inconscio, rimozione, complesso di Edipo, libere associazioni -, ai pilastri della tecnica psicoanalitica, dai sogni ai casi specifici, dal transfert alle critiche, iniziali e più recenti, fino al rapporto con la psichiatria e al tentativo di individuare quel che resta della sua eredità e cosa invece si può serenamente abbandonare. Nella consapevolezza che, per quanto il risultato dell'indagine porti a dubbi fondati, si tratta di una figura cardine della cultura moderna: «Non so quante guarigioni si possano attribuire alla psicoanalisi freudiana, non so se Dora sia stata felice dopo l'analisi, ma certo, al di là dei risultati terapeutici, Freud ha offerto un'idea capace di sconvolgere il modo di pensare di un'epoca».

Lezioni sulla tecnica

Klein Melanie
Cortina Raffaello

Disponibile in libreria in 3 giorni

24,00 €
Lezioni sulla tecnica è costituito dal testo di sei lezioni, fi nora mai pubblicate, che Melanie Klein tenne nel 1936 agli studenti della British Psychoanalytical Society, ripetendole poi più volte negli anni successivi. Melanie Klein, che si trasferì nel Regno Unito da Berlino nel 1927, divenne presto una delle psicoanaliste più importanti, seguì il pensiero di Freud e diede un contributo cruciale alla teoria e alla pratica della disciplina. Pioniera della psicoanalisi infantile, il suo lavoro è ancora oggi largamente infl uente per gli psicoanalisti di tutto il mondo. Il libro approfondisce ciò che caratterizza la tecnica kleiniana, come questa sia cambiata negli anni e quello che l'autrice considerava l'atteggiamento psicoanalitico corretto. Il testo integrale delle sei lezioni è accompagnato da una lettura critica di John Steiner - noto a livello internazionale come uno dei più importanti psicoanalisti e autori del gruppo kleiniano. Steiner mette in luce l'importanza delle lezioni per la comprensione del lavoro di Melanie Klein e come costituiscano una lettura ancora rilevante per la psicoanalisi contemporanea.

Slittamenti d'anima

Lai Giampaolo
Aracne

Non disponibile

13,00 €
L'universo si espande. L'espansione dell'universo sta accelerando. Una forza oscura dissolverà la gravitazione universale. Tra un po' di anni, 15 o 20 miliardi, l'universo, così come è iniziato, finirà. Una volta gli spazi interstellari erano abitati da angeli. A fronte di tali affermazioni si pone la domanda: con l'espansione dell'universo non rischiano di scomparire le creature immateriali che andavano e venivano tra cielo e terra, tra Dio e le creature viventi, tra i morti e i sopravvissuti? La ricerca che presentiamo si oppone a questa previsione doppiamente catastrofica, in nome dello slittamento d'anima. Sullo sfondo di esempi paradigmatici provenienti dalla tradizione religiosa e letteraria, quali quello di Satana che entra dentro Giuda, dello spirito di Patroclo che volteggia intorno ad Achille, di Atena che scivola dentro Nausicaa, nella pratica terapeutica abbiamo seguito gli effetti degli slittamenti d'anima che vanno dalle metamorfosi di Otello alle paralisi di Antonietta e Teodora, dalle fughe di Ida alle visioni di Anna della madre incoronata dall'Arcangelo Michele. Il trattamento delle immagini dei sogni, in continuità logica e fattuale con le visioni e apparizioni, in quanto oggetti autonomi che vengono da fuori, dall'alto, da altrove, rispetto alla mente di chi le patisce, apre prospettive ampie in parte inimmaginabili, sia sul piano pratico della cura sia su quello di sapere da dove vengano gli slittamenti d'anima, come vengano in questo mondo e perché.

Filosofia e psicoanalisi. Le parole...

D'Alessandro Davide
Mimesis

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
Filosofi e analisti lavorano, da laboratori diversi, lo stesso materiale: l'uomo. E proprio dell'uomo si racconta in queste pagine. Della sua sofferenza, del suo dolore, della sua nostalgia, della sua speranza, della sua possibilità. Davide D'Alessandro interroga le menti più brillanti del nostro panorama culturale contemporaneo per addentrarsi nel vivo del rapporto tra filosofia e psicoanalisi.

Bion e la psicoanalisi...

Civitarese Giuseppe
Mimesis

Disponibile in libreria in 3 giorni

23,00 €
L'interesse per Wilfred R. Bion è sempre più vivo. Eppure non c'è granché su Memoria del futuro, il suo ultimo libro. A Londra, anzi, qualcuno lo prese per un segno di senilità. Al contrario, a una lettura attenta si rivela come l'ultima sfida che egli lanciò all'establishment psicoanalitico. Forse solo oggi ne possiamo cogliere davvero il senso. I tre volumi che compongono Memoria del futuro si presentano come un godibile racconto in forma drammaturgica di un lungo sogno ininterrotto. Bion vi affronta questioni teoriche chiave e dà ancora una volta prova della sua diabolica capacità di spiazzare i lettori; "diabolica" perché in questa tenace attitudine c'è qualcosa di sulfureo, di provocatorio, una qualità che la psicoanalisi non dovrebbe mai perdere. Ma ciò cui soprattutto egli provoca è ad avere il coraggio di dar vita a idee nuove, anche se all'inizio - per citare Grotstein - possono disturbare un poco l'Universo. Bion e la psicoanalisi contemporanea, frutto del lavoro di alcuni studiosi illustri e internazionalmente riconosciuti, colma dunque un vuoto importante. Per questo si rivolge a tutti gli psicoanalisti, psicoterapeuti e studiosi di scienze umane che vogliono saperne di più sia sul nuovo paradigma della psicoanalisi contemporanea, al cui centro sono le emozioni e l'intersoggettività, sia sull'autore che lo ha inaugurato, forse il più geniale dopo Freud.

Sincerità e altri lavori. Raccolta...

Hahn Alberto
Aracne

Non disponibile

28,00 €
Il volume rappresenta un'introduzione all'opera del dottor Meltzer e offre linee guida per un successivo approccio allo sviluppo di stampo neo-kleiniano. Nel 1994 Sincerity and Other Works: Collected Papers of Donald Meltzer, a cura di Alberto Hahn, è stato pubblicato dalla Karnac e presentato a Londra di fronte a un amichevole gruppo di colleghi che hanno sostenuto con fervore la pubblicazione dei trentaquattro articoli, molti dei quali non erano mai apparsi prima di allora. I testi, redatti tra il 1955 e il 1989, affrontano argomenti inerenti alla psicoanalisi clinica e applicata e integrano i programmi didattici di molti percorsi formativi in tutto il mondo. Il volume include inoltre il capitolo inedito "Sincerità: uno studio dell'atmosfera delle relazioni umane", inizialmente concepito come libro a sé, in cui Donald Meltzer presenta una concezione fenomenologica della sincerità, direttamente connessa all'emotività e agli stati mentali.

Il training impossibile. Un punto...

Berman Emanuel
ARPA (Gavardo)

Non disponibile

25,00 €
In questo libro, l'autore descrive le aporie del sistema di formazione degli psicoanalisti, collocate nel contesto di grandi controversie presenti nella storia della psicoanalisi, e come un'"autentica identità psicoanalitica" sia stata da sempre oggetto di idealizzazione, dando luogo a vissuti persecutori e a ribellioni contro tendenze infantilizzanti e autoritarie, tuttora presenti nel processo di supervisione. L'osservazione di tali difficoltà da un vertice relazionale e intersoggettivo, rende possibile intercettare eventuali aree cieche e derive paternaliste, e favorire nei candidati lo sviluppo di esperienze maggiormente fiduciose e personali nella relazione fra supervisore e supervisionato. Guardando al presente con occhio saldamente ancorato alle controversie del passato, Berman indica, quale missione degli odierni maestri di psicoanalisi, il compito di fornire alle prossime generazioni di studenti le risorse per affrontare con creatività le sfide di un domani tuttora sconosciuto.

Totem e tabù. Alcune concordanze...

Freud Sigmund
Mondadori

Disponibile in libreria in 3 giorni

11,00 €
In "Totem e tabù" (1913), testo fondamentale per chiunque voglia conoscere e comprendere le origini della psicoanalisi, Sigmund Freud si propone di svelare il significato originario del totemismo. Le prime prescrizioni e i primi divieti morali delle società arcaiche vengono spiegati come reazioni all'evento del parricidio originario, dal quale deriva il concetto di crimine, che porta alla creazione dei due fondamentali tabù del totemismo: omicidio e incesto. Questo senso di colpa creativo non si è estinto, ma è attivo sotto forma di nevrosi, al fine di produrre nuove prescrizioni morali per espiare azioni vissute inconsciamente come "criminose", ma che in realtà sono soltanto impulsi ostili mai tradotti nella realtà.

Counseling psicoanalitico e...

Aracne

Non disponibile

10,00 €
Nel corso dell'ottavo convegno sul counseling realizzato dal Centro d'Ascolto e Orientamento Psicoanalitico, si è sottolineato come l'operatore (counselor, educatore, insegnante) debba rivendicare maggior voce e considerazione all'interno dell'organizzazione burocratica istituzionale. I contributi testimoniano la necessità per l'operatore di essere messo in condizione di parlare, poiché il rapporto e la relazione con l'utente costituiscono l'essenza dello sforzo operativo necessario per prendersi cura dell'altro. Il suo dovere deve coincidere, dunque, con il suo desiderio di operare; altrimenti ciò che rimane è soltanto un dovere legato al vivere il proprio lavoro come qualsiasi altro, mentre il lato etico risulta fondamentale per una buona relazione d'aiuto.

Smartpsyche, Spirito del tempo e...

ETS

Disponibile in libreria in 5 giorni

20,00 €
La prima parte di questo volume contiene gli atti del xxxii convegno della rivista «Psicoanalisi e metodo», organizzato dall'associazione culturale e scientifica "Materiali per il piacere della psicoanalisi", che si è tenuto a Lucca il 15 dicembre 2018. Il convegno, dedicato al tema "Smartpsyche. Spirito del tempo e tempi della cura", è stato introdotto da Maurizio Camoni e Pier Claudio Devescovi ed è stato moderato da Alberto Schön. Le relazioni sono state svolte da Antonello Correale (Roma), Letizia Oddo (Pietrasanta, Lucca), Gabriella Ripa di Meana (Campiglia Marittima, Livorno) e Stefano Trumpy (Livorno). Negli atti sono riportate anche le discussioni, che hanno seguito le sessioni del mattino e del pomeriggio. Nella seconda parte del volume sono contenuti i contributi originali, distinti in varie sezioni: "Teoria e clinica" (Stefania Aprile, Nicola Malorni, Lori Marie Ventura), "Storia della psicoanalisi" (Giuseppe Zanda), "Cinema" (Simona Massa Ope), "Letture" (recensioni di Pier Claudio Devescovi, Monica Tomagnini, Giuseppe Zanda).

Transfert di vita. Coazione a...

Pierri Maria
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

24,00 €
Da Ricordare, ripetere, rielaborare ad Al di là del principio del piacere Freud continuò ad interrogarsi sulla "demoniaca" coazione a ripetere esperienze spiacevoli che appariva contraddire il principio del piacere. La ricchezza di questo tema ha spinto i curatori a raccogliere e mettere a confronto le diverse interpretazioni sia teoriche che cliniche. Ogni psicoanalista, attraverso la propria specifica prospettiva, si trova a confrontarsi con questa complessa ed incompiuta eredità. La ricchezza di questo tema ha spinto i curatori a raccogliere e a confrontarne le diverse interpretazioni sia teoriche che cliniche. Nello spessore della teoria freudiana un lettore sensibile può riconoscere, accanto all'attenzione per l'attività pulsionale, la permanente consapevolezza dell'importanza dell'oggetto e delle sue qualità eminenti. Come i lavori qui raccolti testimoniano, proprio in coincidenza con l'introduzione della pulsione di morte, Freud ci offrì la mirabile infant observation di un bambino che attraverso la ripetizione del gioco cercava di far fronte alla separazione e poi alla morte della madre. Oltre il principio del piacere c'è dunque un oggetto e, dietro la morte, la vita: l'elemento non compiutamente vissuto, muto o traumatico, i residui di realtà, resti di vita ripetuti e rielaborati nella ritmica attualità dell'incontro paziente analista, possono conquistare quella trasformazione che apre alla capacità comunicativa e rappresentativa. È il potenziale vitale di ogni processo di ripetizione che in analisi, attraverso il lavoro di transfert e controtransfert, ne determina il destino.

L'inconscio: storia e attualità...

Perrotta Davide
If Press

Non disponibile

10,00 €
Questo lavoro rispecchia l'intenzione di esaminare nel dettaglio la tradizione psicodinamica, rivendicando l'ancora attuale rilevanza del pensiero di Freud, sebbene con uno sguardo attento verso alcuni dei suoi successori. L'inconscio sarà definito quale concetto chiave della ricerca psicologica, di cui la psicodinamica rispecchia la profonda portata teorica. Autori come Bowlby, Kohut e Stern sono qui esaminati e presentati come continuatori della tradizione freudiana, in modo da suggerire una lettura del pensiero psicodinamico in chiave sistematica e complementare. Il testo è anche corredato da riferimenti agli sviluppi contemporanei delle neuroscienze, rilevando l'importanza della comunicazione reciproca tra le due discipline e l'ancora vitale influenza che la tradizione freudiana può offrire agli approcci propriamente sperimentali. Indagare e comprendere cosa è l'inconscio ci rende certo attenti osservatori dell'essere umano, ma ci offre anche una linea guida per l'indagine clinica.

Metapsychologica. Rivista di...

L'Ornitorinco

Disponibile in libreria in 5 giorni

20,00 €
Intitolare questa rivista alla metapsicologia può sembrare un gesto provocatorio o anacronistico, considerando che oramai da diverso tempo è di moda ritenerla mortal sotto il peso delle critiche e delle recenti scoperte scientifiche che l'avrebbero resa obsoleta. Ma noi non siamo qui per seppellirla o a fame le lodi perché, anche se concordiamo sul fatto che certi modi di intendere la metapsicologia siano certamente morti, lo stesso destino non riguarda il nucleo originario del pensiero freudiano che è ancora vitale. Quello che ci proponiamo di fare è riprendere questo programma di ricerca liberandolo dai pregiudizi di chi lo considera superato, come pure dalle strumentalizzazioni di chi ha fatto del ritorno a Freud un cavallo di Troia per veicolare ideologie metafisiche. Questo lavoro ha bisogno di un'adeguata impostazione per essere iniziato e portato a termine, perché non si tratta semplicemente di esporre un contenuto già dato e immutabile, ma di porre le premesse per un suo sviluppo scientificamente fondato. E se parliamo di un'effettiva comprensione della metapsicologia risulta chiaro che molte delle sue intuizioni richiedono che maturino gli strumenti concettuali idonei a una loro oggettivazione.

Critica della ragione...

Recalcati Massimo
Ponte alle Grazie

Disponibile in libreria

14,00 €
Elvio Fachinelli è stato un grande psicoanalista italiano, un intellettuale fuori dal coro e impegnato nella vita della città, uno scrittore incisivo e brillante. In questo libro Massimo Recalcati ci restituisce la forza e l'originalità del suo pensiero libero da conformismi e da dogmatismi. La ragione psicoanalitica classica viene sottoposta ad un nuovo tribunale. Non quello austero della critica kantiana, ma quello dell'aperto del mare.Può la pratica della psicoanalisi liberare l'esistenza umana dalla sua passione difensiva per il chiuso? Può interrompere il carattere inesorabile della ripetizione? Può aprire la vita all'incontro estatico con l'illimitatezza della vita?

Identità. Costruzioni plasmate dai...

Aracne

Non disponibile

10,00 €
Il pensiero dell'uomo si è esercitato, e si esercita, intorno all'irriducibile problema del senso della vita, di fronte all'esito inevitabile. Oltre l'illusione dell'impossibile negazione, da millenni l'uomo procede nel mondo sollecitato dallo sgomento della morte. Questo cruciale pensiero consente, paradossalmente, di mantenere aperto lo spazio di riflessione e invenzione: le risposte sono soltanto aperture a nuove domande, nella sospensione dell'interrogare/interrogarsi che ci crea.