Sindacati

Active filters

A sud si può. La CGIL e il Mezzogiorno

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Le posizioni e le idee della Cgil sono messe a confronto con protagonisti importanti della realtà meridionale impegnati in prima linea in un'azione difficile, e spesso coraggiosa, nelle istituzioni, nell'economia, nelle università, nella magistratura, nel

Abigaille Zanetta

Vecchi Angelo
Unicopli

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Abigaille Zanetta fu protagonista di passaggi cruciali della storia del movimento operaio milanese e italiano eppure il suo nome rimane in un cono di fitta ombra, appena accennato se non dimenticato o soppresso. Per fare qualche esempio, rimane per lo più ignoto il suo apporto di primo piano alla fondazione nel 1919 del Sindacato Magistrale Italiano (SMI) e nel 1920 dell'Internationale de l'Enseignement (IE), organizzazione internazionale che pure giunse pochi anni dopo a contare centinaia di migliaia di aderenti; ancora: di solito si ricordano i nomi dei firmatari uomini della mozione terzinternazionalista al XVIII Congresso PSI del 1921 ma non quello della Zanetta, unica donna. Anche nel presente lavoro la dimensione politica di Abigaille, già sviluppata in altri studi, rimane per scelta sullo sfondo. L'attenzione è concentrata sugli aspetti strettamente biografici e professionali che meglio possono condurre alle motivazioni profonde del suo agire politico e alle spinte ideali di intere generazioni.

Adriano Olivetti e il progetto di...

Cortese Giovanni
Marcovalerio

Disponibile in libreria in 3 giorni

8,00 €
A cinquant'anni dalla morte di Adriano Olivetti, questo volume vuole rappresentare il punto di vista di un "sindacalista" della UIL, per testimoniare l'intreccio originale ed unico tra un imprenditore "atipico", colto, lungimirante ed un sindacato di parte

Allievi sindacalisti. Formazione e...

Carera Aldo
BiblioLavoro

Non disponibile

25,00 €
Il 15 ottobre 1951 iniziava a Firenze il primo Corso annuale della Scuola di preparazione sindacale della Cisl. Nell'arco dei successivi otto mesi i 23 allievi avrebbero sostenuto uno sforzo di apprendimento di alto profilo mai tentato prima nella storia del sindacato italiano. Lezioni, lavori di gruppo, letture in comune, conversazioni, circoli serali, studio individuale non erano tutto. Il programma didattico prevedeva anche «uscite» presso organismi territoriali da cui trarre spunto per l'elaborazione di accurate «Monografie economico-sindacali». Quei testi sono oggi una fonte storicamente significativa sulla situazione politico-organizzativa della Cisl delle origini. Danno conto di puntuali analisi dei contesti locali e aziendali in cui operava il nuovo sindacato e testimoniano la crescita culturale dei corsisti.

Andrea Gianfagna. Impegno e...

Scavo Elisabetta
Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

13,00 €
Andrea Gianfagna ha trascorso, con incarichi diversi, più di settant'anni in CGIL. In questo libro-intervista ricostruisce la sua storia e quella dell'organizzazione nella quale ha militato e continua a militare attraverso un'analisi accurata, attenta e mai banale dei grandi processi e della vita di questo paese. È un libro in cui la storia dell'uomo, del dirigente Gianfagna, si intreccia con la storia della Confederazione generale italiana del lavoro in tutti i suoi momenti più significativi. Il codice genetico di Gianfagna è iscritto nella CGIL di Giuseppe Di Vittorio da cui desume le tre linee di pensiero che caratterizzeranno anche la storia della CGIL nell'Italia democratica: quella della responsabilità nazionale e istituzionale, che trova nella lunga segreteria di Luciano Lama, preparata dal prezioso lavoro di Agostino Novella, la sua più completa declinazione; quella dei diritti e del programma sulla cui base Trentin riuscirà a traghettare la CGIL fuori dalle macerie del secolo breve; e quella dell'ancoraggio costante alla condizione materiale dei lavoratori attraverso il salario, il contratto e la preparazione delle vertenze. «Un sindacalista vero deve sapere cos'è un contratto, una busta paga e come si organizzano le vertenze». Nella lunga e appassionata militanza di Andrea Gianfagna si ritrovano insieme tutti questi elementi propri della CGIL di Di Vittorio.

Angelo Airoldi il coraggio delle idee

Licciardi Gabriele
Liberetà

Non disponibile

12,00 €
La vita di Angelo Airoldi è tutta dentro la storia della Cgil. Un'esperienza che parte da Lecco, negli anni Sessanta, e si dipana lungo l'intero Stivale, passando dalla segreteria della Fiom Lombardia fino alla responsabilità della Fiom nazionale, alle politiche per il Mezzogiorno in segreteria della Cgil nazionale, e termina trent'anni dopo alla direzione della Camera del Lavoro Metropolitana di Venezia. Un percorso irregolare di un sindacalista di indubbio valore, un percorso fatto di profonda passione e grande generosità. Attraverso un eccezionale lavoro di ricerca e le testimonianze di sindacalisti di ieri e di oggi, il libro delinea il profilo di una persona straordinaria, di un sindacalista anomalo e a volte "scomodo". Airoldi è fra i protagonisti di un'epoca di aspri conflitti sociali, di battaglie sindacali durissime, un'epoca in cui le crisi econoiche si avvicendano in un'altalena senza fine. Con scomesse - molte vinte, alcune perse - giocate dalla Cgil in condizioni assai difficili.

Angelo Oliviero Olivetti

Fichera Ada
Fergen

Non disponibile

10,00 €
Breve ma completo profilo di una delle figure più importanti del sindacalismo rivoluzionario, caduto in oblio per "damnatio memoriae". Da non confondere con il più noto Adriano Olivetti (imprenditore di Ivrea e teorico del movimento comunità), Angelo Oliviero Olivetti è il fondatore del quindicinale "Pagine Libere", ideatore di un sindacalismo che è prima di tutto associazionismo di pensiero e di lotta. Il suo è un sindacalismo "spontaneo". Il suo interventismo riguardo alla Prima guerra mondiale è l'architrave per i suoi rapporti con Benito Mussolini e con Gabriele d'Annunzio. Intellettuale sempre in fermento, fondamentale e fondante per tutto il sindacalismo degli anni successivi fino ai nostri giorni, affermando sempre la libertà del lavoro a favore anche di una maggiore e migliore produzione. Il volume mostra la rilevanza storica di Olivetti, che va "oltre il tempo", seguendo il fil rouge dei concetti, a lui tanto cari, dell'uomo nuovo, dell'identità, della nazione e della patria.

Appalti pubblici e sindacato. Buone...

Galesi L.
Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
Gli appalti pubblici in Italia sono stati utilizzati, storicamente, come un modo per soddisfare interessi privati, sia delle imprese sia di amministratori e burocrati, permettendo alle mafie di fare grandi affari, soprattutto nel settore delle costruzioni, inquinando il mercato del lavoro e provocando distorsioni nel meccanismo di domanda e offerta. Una risposta concreta è arrivata dal CCASGO, il Comitato di Coordinamento per l'Alta Sorveglianza delle Grandi Opere, e dalle organizzazioni sindacali degli edili di CGIL, CISL e UIL, che sono riusciti a fare emergere l'inquinamento mafioso, utilizzando la tracciabilità finanziaria, la gestione legale e trasparente dei cantieri e il monitoraggio dei flussi di manodopera. Questa esperienza, realizzatasi attraverso le Linee Guida Antimafia e i Protocolli di Legalità, ha determinato non solo un avanzamento della "legislazione di prevenzione", ma anche una serie di procedure che i soggetti firmatari devono attuare. Pertanto, con i Protocolli di Legalità si sa chi, quando e come deve realizzare le azioni prescritte. Il sindacato è certo che questa attività di prevenzione attiva allargherà il solco tra quanti alimentano il sistema di illegalità e quanti, forti dei principi costituzionali, vogliono vincere una guerra civile strisciante che dura dall'Unità d'Italia ad oggi.

Autonomia e contratti. Storie di...

Baglioni G.
Edizioni Lavoro

Non disponibile

12,00 €
Questo libro riunisce interviste fatte ad una quindicina di sindacalisti della Cisl che hanno operato in Lombardia fra l'inizio del secondo dopoguerra e gli anni Ottanta. Sono dirigenti sindacali già presenti quando veniva costituito il "sindacato nuovo", oppure che hanno cominciato l'impegno sindacale in un secondo momento. Essi hanno dato un contributo determinante nell'opera di costruzione e di rafforzamento della Cisl in una delle regioni tra le più importanti del nostro panorama sindacale. Leggendo le interviste si colgono ampiamente le caratteristiche peculiari di sindacalisti nei quali si riconosce l'assimilazione dell'impronta innovativa della Cisl, per la maggior parte di essi innestata sulla solidità della cultura e della società lombarda; quella popolare, cattolica, ricca di dignità e sensibile al bene comune concreto.