Governo centrale

Active filters

La svendita di Autostrade. Tutta la...

Ragazzi Giorgio
PaperFIRST

Disponibile in libreria

12,00 €
Questa la storia di come qualcuno abbia potuto comprarsi, con appena un miliardo di euro, la maggioranza di Autostrade, che dalla privatizzazione ad oggi ha gidistribuito 11 miliardi di dividendi. Tutto comincia quando l'Iri mette sul mercato la societcedendo il 30% alla Schemaventotto, controllata dalla famiglia Benetton. Questa in pochi anni moltiplica per sei il valore dell'investimento e sale dal 30 al 50,1% senza alcun esborso. Come potuto accadere? Il libro ripercorre questa vicenda mettendo in luce anche le responsabilitdi funzionari e ministri che hanno elargito via via sempre nuovi "regali" facendo cosla fortuna della concessionaria. Dandole persino il diritto a chiedere indennizzi miliardari in caso di revoca della concessione pur in presenza di un evento come il crollo del ponte Morandi. Prefazione di Marco Ponti.

La rivoluzione pu? attendere

Perlini Patrizio
Giubilei Regnani

Disponibile in libreria in 3 giorni

17,00 €
Dalla manovra del popolo alla crisi del governo giallo-verde, scaturigine del secondo esecutivo Conte fondato sull'inedita alleanza fra M5S e PD. La rivoluzione puattendere aggiorna il racconto delle vicende politico-istituzionali della XVIII Legislatura e accompagna il lettore lungo i mesi terminali della prima esperienza di governo "populista" nella storia della Repubblica. Fino alla sorprendente staffetta estiva a Palazzo Chigi fra Lega e PD e la conseguente svolta europeista del settembre 2019.

La rivoluzione pu? attendere

Perlini Patrizio
Historica Edizioni

Non disponibile

17,00 €
Dalla manovra del popolo alla crisi del governo giallo-verde, scaturigine del secondo esecutivo Conte fondato sull'inedita alleanza fra M5S e PD. "La rivoluzione puattendere" aggiorna il racconto delle vicende politico-istituzionali della XVIII Legislatura e accompagna il lettore lungo i mesi terminali della prima esperienza di governo "populista" nella storia della Repubblica. Fino alla sorprendente staffetta estiva a Palazzo Chigi fra Lega e PD e la conseguente svolta europeista del settembre 2019.

Dubai, l'ultima utopia

Felice
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Un giardino incantato nel deserto, un precipitato di modernitpulsante ldove c'erano rocce e sabbia. Creata pressochdal nulla da emiri abili e visionari, Dubai ha conosciuto solo il capitalismo e ha dato forma all'utopia consumistica: la felicitfondata sull'abbondanza. Ma senza diritti. Senza libertpolitiche e civili. Guardiamola allora la cittpifelice del mondo, gli altissimi grattacieli, i quartieri costruiti su isole artificiali, gli smisurati centri commerciali. Dietro la patina dei suoi splendori, troveremo la realtdi uno dei regimi pioppressivi, iniqui ed eco-distruttivi del mondo intero. Qui utopia e distopia si palesano per quello che sono: la stessa cosa. Come accade quando si pretende di lasciare il capitalismo senza i vincoli della politica democratica e dei diritti dell'uomo.

Il governo delle democrazie

Barbera Augusto
Il Mulino

Non disponibile

6,20 €
Forme di governo parlamentari, presidenziali o semipresidenziali: che cosa sono, a che cosa servono. Quali sono i loro punti di forza e di debolezza. Questo volume ricostruisce la storia e illustra la tipologia delle principali forme di governo democratiche: uno strumento per orientarsi e capire una stagione di grandi cambiamenti.

I muri che ci separano. Da Berlino...

Ferrari Giorgio
San Paolo Edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Era la sera del 9 novembre 1989 quando fu abbattuto il muro di Berlino. In quella stessa sera, durante la conferenza stampa, Günter Schabowski, il ministro della Propaganda, venne colto impreparato dalla domanda sulla concessione di permessi di viaggio ai tedeschi dell'Est. Rispose ab sofort, cioè "da subito-, con effetto immediato, e con due sole parole annunciò così la caduta del muro. I berlinesi lo presero alla lettera e si riversarono nei pressi del muro. Le guardie, lasciate senza ordine, non fecero altro che aprire i varchi. Le immagini dell'abbattimento del muro fecero il giro del mondo e in poco tempo l'euforia, lo spirito di riunificazione e libertà si diffuse in tutta Europa. Sono passati trent'anni e altri muri sono comparsi nel mondo. In occasione di questo anniversario, Giorgio Ferrari ripercorre le tappe del muro più tristemente famoso della storia attraverso i personaggi e gli eventi che ne hanno determinato prima l'edificazione e poi l'abbattimento: dalla Guerra Fredda alla crisi economica della Ddr allo storico discorso di John Kennedy, a Gorba?ëv, alla decisiva opera di Giovanni Paolo II. La prigionia psicologica, morale e fisica di Berlino è durata ventotto anni, nel mondo però non si è cessato di costruire barriere, confini e cortine di ferro che ancora separano e umiliano individui, popoli e culture. Dalla "Barrera" fra il Messico e gli Stati Uniti alle mura che avvolgono Gaza e cingono la Cisgiordania, ai confini interni della stessa Europa, dove risorgono muraglie e distese di filo spinato laddove dovrebbe esserci lo spazio libero della circolazione delle persone e delle cose, un viaggio fra le democrazie (liberali e autoritarie) accomunate dalla grande paura dei migranti.

Il paese diviso. Nord e Sud nella...

Daniele Vittorio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Dalla fine dell'Ottocento, il divario eco- nomico tra Nord e Sud si è allargato e l'Italia è diventata un paese diviso. Perché il Sud non è sviluppato come il Nord? Partendo dalle condizioni economiche e sociali delle due aree alla data dell'Unità, il volume ne esamina il percorso di sviluppo fino ai nostri giorni. Affronta, poi, le diverse spiegazioni del ritardo meridionale: quella antropologica e genetica, quella socio-culturale e quella istituzionale. Inizialmente aggravato da scelte politiche, il divario Nord-Sud è cresciuto anche per l'azione di forze di mercato: per la peculiare geografia dell'Italia, il Mezzogiorno è diventato un'area economicamente periferica. Oggi, nell'epoca della globalizzazione, il divario sembra accentuarsi.

Come la Grecia. Quando la crisi di...

Deliolanes Dimitri
Fandango Libri

Disponibile in libreria in 5 giorni

10,00 €
Debito pubblico troppo elevato, l'Italia rischia di diventare come la Grecia. Ce lo sentiamo dire da mesi ormai. Dopo l'Irlanda, il Portogallo e la Spagna, siamo noi i prossimi a essere messi sotto osservazione. Ma cosa c'è dietro al fallimento della Greci

Dio benedica l'America. Le...

Fath Sébastien
Carocci

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,30 €
La vittoria di George W. Bush jr. ha reso evidente il ruolo essenziale giocato dalla religione nella società americana. Ma quali sono i connotati di questa "religione"? Quanto è radicata la lettura manichea del mondo che danno Bush e i suoi più stretti col

Il governo delle democrazie

Barbera Augusto
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

11,00 €
Anche le forme di governo hanno una loro storia, un albero genealogico attraverso cui riconoscere le diverse famiglie e la loro discendenza. Tutto cominciin Inghilterra, dove tra '600 e '700 prese forma il sistema parlamentare, il modello di tutti i successivi modelli. Poi gli "inglesi" d'America, volendo imitare la loro madrepatria, finirono per inventare un modello alternativo, la forma di governo presidenziale. Molti anni dopo, in Francia, nel corso di una difficile transizione, si affermun terzo modello, quello semipresidenziale. E in Italia, dallo Statuto albertino in poi, come sono andate le cose? Questo volume ricostruisce la storia e illustra la tipologia delle principali forme di governo democratiche. Un agile strumento per chi vuole orientarsi nel dibattito politico e istituzionale.

Il governo della Repubblica

Calandra Piero
Il Mulino

Non disponibile

11,00 €
Nel corso della storia repubblicana, il suo ruolo e il suo funzionamento hanno subito varie trasformazioni, legate al passaggio dal sistema proporzionale a quello maggioritario, al decentramento di attribuzioni verso le regioni e gli enti locali, al processo di integrazione europea che trasferisce poteri rilevanti alle istituzioni comunitarie. In questo quadro, il libro spiega come organizzata e come lavora la macchina del governo, nelle sue molteplici relazioni con i vari attori del sistema politico e sociale.

Legge elettorale e dinamiche della...

De Menico
Passigli

Disponibile in libreria in 3 giorni

34,00 €
Le elezioni del 4 marzo 2018 hanno rappresentato senz'altro un momento di passaggio per la politica italiana. Si è archiviato il disegno di stabilizzare una "democrazia dell'alternanza" fondato su un sistema elettorale di segno maggioritario. Si sono proiettate alla guida del Paese - dopo un lungo procedimento di formazione del nuovo Esecutivo, complesso e dai tratti inconsueti - forze politiche in origine definite da programmi e progetti in parte antagonisti. Fondamentali in questa fase sono stati il fallimento della precedente proposta di riforma costituzionale del 2016, e il ruolo di riequilibrio variamente assolto rispettivamente dal Capo dello Stato e dalla Corte costituzionale. Studiosi di diversa età e collocazione accademica, raccolti intorno alle cattedre di Diritto Costituzionale e Pubblico dell'Università Federico II - espressione di una ricca tradizione - riflettono sulle prospettive della legislazione elettorale, diretta e "di contorno", sull'evoluzione della forma di governo e sulle reciproche e profonde interazioni. Questo volume raccoglie gli atti di un convegno tenutosi nell'aprile 2018, quando gli scenari descritti non apparivano ancora compiutamente delineati.

Illusione d'amore

Pellegrini

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,00 €
"Si parla sempre di rinnovamento della politica e le soluzioni che si propongono sono tante, molte di meno di quelle che si praticano, purtroppo le intenzioni di favorire l'ingresso e la partecipazione attiva dell'universo femminile nella vita politica non hanno sortito grande successo perché dal punto di vista statistico le donne, nel nostro paese, sono rimaste ancora una minoranza rispetto agli uomini. Qualcosa a dire il vero si è fatto, come le leggi che mirano ad equilibrare il numero dei componenti di entrambe i generi negli organismi democratici, basta girarsi intorno per notare come i massimi rappresentanti delle istituzioni siano quasi sempre uomini. Non abbiamo mai avuto fin ora un premier e un Presidente della Repubblica donna, questo è un dato da rilevare. E questo vale anche per tanti altri settori. Il giorno in cui siederà a Palazzo Chigi o al Quirinale una donna forse si potrà dire che qualcosa è cambiato e che il rinnovamento della mentalità e della classe politica si è realizzato o si sta realizzando. Gli orrendi crimini di violenza sui bambini e sulle donne, come più volte ha affermato il vero rivoluzionario Papa Francesco; c'è bisogno con urgenza che nel Codice Penale sia previsto l'ergastolo. La violenza sulle donne che in questi giorni è su tutti i giornali merita una riflessione e il legislatore dovrebbe modificare da subito il Codice Penale con l'ergastolo. Lo scopo che noi dell'Osservatorio ci prefiggiamo con questo libro è di sensibilizzare in modo particolare le scuole, i giovani e le famiglie e, naturalmente questa classe politica." (Carlo Mellea)

L'Italia al bivio. Rapporto sulla...

Nuova Cultura

Non disponibile

14,80 €
L'Italia è a un bivio. Risollevatosi a fatica da una prolungata crisi economica, ma alle prese con persistenti problemi strutturali che ne limitano la proiezione internazionale, il Paese deve misurarsi con una serie di sfide interne ed esterne che richiedono scelte impegnative, ma ineludibili, e nuove assunzioni di responsabilità a livello europeo, transatlantico e globale. In un contesto segnato da risorgenti spinte nazionalistiche che tendono a rimettere in discussione alcuni capisaldi della cooperazione internazionale, è fondamentale che si riaffermi il sostegno all'integrazione europea e ai progetti di riforma dell'Ue, in nome di una visione di lungo respiro degli interessi nazionali, e che si affrontino alcuni nodi cruciali, come il rientro dall'esorbitante debito pubblico, la riduzione della dipendenza energetica dall'estero, e la riforma dell'apparato militare. Questo rapporto esamina obiettivi e problematiche della politica estera italiana sulla base di una dettagliata illustrazione delle posizioni e iniziative assunte dal governo Gentiloni.

Politica in Italia. I fatti...

Forestiere C.
Il Mulino

Disponibile in libreria in 5 giorni

24,00 €
Dopo il fallito tentativo di riforma della Costituzione, bocciato dal referendum popolare nel dicembre 2016, la politica italiana ha vissuto un anno di stallo e di attesa. La «grande riforma» non ha avuto luogo, ma le elezioni imminenti non si prestavano a previsioni univoche. In tale contesto, i partiti hanno cercato di riorganizzarsi internamente e di posizionarsi al meglio in vista del ritorno alle urne. Al tempo stesso problemi vecchi e nuovi sono rimasti sul tappeto. La crisi migratoria e l'integrazione dei «nuovi italiani», la ripresa economica da consolidare, la ricostruzione nelle zone terremotate dell'Italia centrale, la crescente diffidenza degli italiani verso le istituzioni pubbliche e le spinte populiste aspettano risposte urgenti, mentre le forze politiche, ripiegate su se stesse, navigano a vista.

Vademecum per dare lavoro a tutti e...

Simple

Disponibile in libreria in 10 giorni

15,00 €
Il Progetto COSTRUITO dagli autori e qui illustrato consente, senza violare i Trattati e senza chiedere soldi ai cittadini: di dar lavoro a 4 milioni di persone (e, se necessario, persino a 8 milioni) di contrastare il dominio della finanza e proteggere il Debito Pubblico e, inoltre di ridurre le imposte di dare sicurezza ai cittadini di rilanciare il lavoro: dipendente, autonomo, imprenditoriale... di organizzarsi per convincere - o costringere - la politica a far tutto ciò. I lettori possono, se vogliono, aggiungere un loro mattone.

L'interesse nazionale: la bussola...

Aresu Alessandro
Il Mulino

Non disponibile

20,00 €
L'Italia ha spesso avuto difficoltà nel definire e promuovere l'interesse nazionale. Superare questo limite è urgente, tanto più oggi, quando viviamo un "ritorno" dell'interesse nazionale nelle agende governative e nel dibattito pubblico internazionale. Il libro di Alessandro Aresu e Luca Gori mette insieme la sensibilità dell'analista e quella del diplomatico per indagare le ragioni storiche, politiche e culturali che hanno reso così complesso il nostro rapporto con l'interesse nazionale. Nel volume vengono inoltre messi a fuoco lo scenario di incertezza in cui l'Italia è chiamata oggi a difenderlo e i fondamentali che ne delimitano raggio d'azione e potenzialità. Gli autori propongono infine un decalogo di coordinate politico-culturali utili a inquadrare in modo nuovo l'interesse nazionale e a rafforzare il ruolo internazionale dell'Italia.

Sereno è. Scena e retroscena di una...

Quagliariello Gaetano
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
Il pareggio elettorale, la nascita e la fine del governo Letta, Berlusconi e la sua straordinaria tenacia, l'ascesa di Matteo Renzi e il tracollo referendario, il bis di Napolitano e l'elezione di Mattarella, passando per la diaspora del centrodestra fino all'alba della sua rinascita. Attraverso i retroscena e la testimonianza di uno dei suoi protagonisti, questo libro racconta la storia e svela il dietro le quinte di una legislatura spericolata. La prima che ha visto un papa emerito, un presidente della Repubblica succedere a se stesso e un giovane premier arrivare alla guida del governo in un baleno, come fosse una mano di poker, e con la stessa velocità rischiare di perdere tutta la posta.

La sfida di New York. L'Italia e la...

Menzione Elio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,00 €
Gli anni novanta del secolo scorso fecero assistere a una svolta epocale nelle relazioni internazionali. Il crollo del muro di Berlino e la fine della guerra fredda crearono un nuovo scenario, e il clima di maggiore collaborazione assicurò un ruolo più importante alle Nazioni Unite e al loro organo esecutivo, il Consiglio di Sicurezza. In quella fase di cambiamenti il Giappone e la nuova Germania unificata cedettero alla tentazione di chiedere l'ingresso nel gruppo ristretto e privilegiato dei membri permanenti del CdS, ottenendo l'appoggio di Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna. L'Italia e la sua rappresentanza a New York raccolsero la sfida opponendosi con fermezza a una soluzione che sembrava scontata in nome dei legittimi interessi nazionali e di una diversa visione dell'ONU del futuro. Mobilitando altri paesi con analoghi interessi e convinzioni, svolgemmo in quel decennio un ruolo decisivo per impedire soluzioni frettolose e per definire regole del gioco che conservano fino a oggi la loro validità, potendo contare su un appoggio unitario senza precedenti di classe politica, stampa e opinione pubblica del nostro paese.

La solita scuola. È ora di cambiare!

Balzani Antonio
StreetLib

Non disponibile

7,99 €
Come cambiare davvero? La scuola è pubblica, anche quella privata o privatizzata: pubblici sono i suoi effetti sull'istruzione e sulla cultura e le ricadute sulla società. Una critica alla scuola come si potrebbe pensare e alla società della quale la scuola rappresenta una parte essenziale; quello che la società alla scuola chiede, dalla scuola pretende ed esige. I ragazzi, gli insegnanti, i sindacati le famiglie, i programmi, gli obiettivi di tutti gli attori.