GIURISPRUDENZA E ARGOMENTI D'INTERESSE GENERALE

Filtri attivi

  • Categorie: Diritto comparato

Testi e progetti del sistema...

Bilancia Paola
Giappichelli 2016

Disponibile in 5 giorni

8,00 €
Questa edizione speciale per il Referendum costituzionale 2016, che costituisce un complemento e un aggiornamento della V edizione tuttora in commercio, contiene il testo a fronte della Costituzione vigente (e di alcune leggi costituzionali) con quello che risulta dalla riforma approvata dal Parlamento il 12 aprile 2016 ed ora sottoposta a prossimo referendum popolare, unitamente ai contenuti essenziali della nuova legge elettorale per lo Camera dei deputati e alla disciplina normativa che regola il referendum sulle revisioni costituzionali. L'intento è quello di consentire agli studenti, agli studiosi e più in generale a tutti coloro che saranno chiamati ad esprimere il loro voto sulla riforma, di avere a disposizione, agevolmente e con la possibilità di metterli a confronto con i testi attuali, i contenuti specifici di un insieme piuttosto corposo di ristrutturazioni del circuito democratico-rappresentativo, del procedimento di formazione della legge, del rapporto fiduciario fra Parlamento e Governo, degli istituti di democrazia diretta e dei rapporti fra Stato e Regioni, oltreché di alcuni enti e organi costituzionali, destinato, qualora entri in vigore e a decorrere dalla prossima legislatura, ad innovare in profondità l'impianto istituzionale della Repubblica italiana.

La sicurezza degli arteffatti...

Guerra
Il Mulino 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Muovendo dall'osservazione delle peculiarità strutturali e funzionali degli artefatti robotici, il volume propone una riflessione comparatistica sul poliedrico tema della sicurezza di tali prodotti. Le diverse prospettive di governance, regolamentazione europea e responsabilità civile entro le quali si svolge la ricerca delineano quali sono gli adattamenti giuridici necessari ad accogliere il cambiamento tecnologico che si va profilando. Con l'intento di avviare un'ampia discussione sul tema, lo studio si avvale di molteplici spunti di analisi offerti da altrettanti saperi: tanti elementi plasmano le regole giuridiche sulla sicurezza dei prodotti in un campo per sua natura interdisciplinare e caratterizzato dalla sempre più stretta interazione uomo-robot.

Lavoro e impresa: la partecipazione...

Zoli C.
Giappichelli 2015

Disponibile in 5 giorni

15,00 €
Questo volume raccoglie la rielaborazione delle relazioni tenute in occasione del Convegno, svoltosi a Bologna il 18 giugno 2014, organizzato dal Centro Studi in Diritto del lavoro "G. Ghezzi e F. Mancini" in collaborazione con l'Associazione di Diritto pubblico comparato ed europeo. Il volume si propone di ricostruire l'intenso dibattito che, dall'immediato secondo dopoguerra ad oggi, sia pure specie in Italia in modo non continuativo, ha riguardato il tema della partecipazione e, in un'accezione più ampia, il coinvolgimento dei lavoratori tanto nella gestione, quanto nei risultati delle imprese. In un'ottica interdisciplinare e comparata, che si fonda sul confronto tra costituzionalisti, giuscommercialisti e giuslavoristi, si ricostruiscono l'evoluzione della normativa europea e le esperienze partecipative maturate in alcuni Paesi europei, sino ad esaminare i recenti disegni di legge presentati in Italia e, da ultimo, la delega prevista dall'art. 4, comma 62, I. n. 92/2012, che peraltro non hanno per ora avuto successo. Tuttavia, sia pur nel confronto dialettico tra opinioni diverse, emerge la perdurante attualità del tema affrontato, che la crisi economica e lo spostamento del baricentro delle relazioni industriali verso l'impresa hanno inevitabilmente favorito.

La tutela delle minoranze...

Masciotta Costanza
Giappichelli 2019

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Il volume "La tutela delle minoranze linguistiche tra Stati Uniti e Canada: due esperienze giuridiche a confronto" ha per oggetto le molteplici problematiche concernenti la disciplina giuridica dell'uso della lingua come fattore di integrazione sociale e politica in due ordinamenti giuridici, gli USA e il Canada, contraddistinti entrambi da ingenti fenomeni migratori fin dall'epoca coloniale. La scelta della comparazione e degli ordinamenti ad essa assoggettati merita di essere spiegata attraverso alcune considerazioni preliminari, che chiariscono anche il senso meno immediato dello studio condotto e della tensione ideale che l'ha accompagnato.

La falsa giustizia. La genesi degli...

Garofano
Infinito Edizioni 2019

Disponibile in libreria  
DIRITTO

17,00 €
I casi giudiziari, in particolare gli omicidi, hanno sempre suscitato grande interesse nell'opinione pubblica. Negli ultimi anni, tuttavia, il dibattito e il confronto tra "innocentisti" e "colpevolisti" ha registrato un notevole incremento, grazie anche ai media che hanno portato il processo nelle nostre case, denunciando indagini non sempre perfette e sentenze spesso discutibili che hanno intaccato la fiducia nella giustizia. Questo libro, anche attraverso lo studio di delitti famosi, vuole affrontare le cause spesso all'origine dell'errore giudiziario, come il ruolo e il valore della testimonianza o l'affidabilità dell'esame del Dna, e il rilevante contributo offerto dall'analisi della scena del crimine e dalla prova scientifica in generale. Il tutto, in un confronto approfondito e avvincente tra il sistema italiano e quello statunitense e con particolare attenzione a tutte le iniziative che vanno sotto il nome di "Progetto Innocenza", che sia in Italia sia oltreoceano sono dedicate a scagionare gli innocenti e a individuare i veri colpevoli. Prefazione di Manfredi Mattei Filo Della Torre, introduzione di Baldassare Lauria.

Concorrenza e regolazione dei mercati

Siclari Davide
Cacucci 2017

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
L'opera affronta il tema della concorrenza nella regolazione dei mercati sotto il profilo della "competitività" degli ordinamenti dei vari Paesi, come risultante in concreto dalla qualità della regolamentazione adottata e dall'efficienza delle regole previste nelle singole discipline. Nell'analisi di tale tematica, il lavoro adotta un metodo di analisi empirico-comparatistico sul configurarsi della law in action per singoli istituti, che consenta di valutare, di volta in volta, i punti di caduta raggiunti nell'equilibrio tra concorrenza e regolamentazione. Dopo un esame delle modalità di garanzia costituzionale della libertà dell'iniziativa economica privata in diversi Paesi europei, al fine di comprendere se il grado di apertura concorrenziale dei singoli ordinamenti dipenda da tale garanzia apicale ovvero, piuttosto, dallo svolgimento che ne compie in concreto il legislatore ordinario, si passa ad analizzare, nell'ottica della competizione tra ordinamenti e dell'efficienza delle regole, la disciplina della passivity rule e della breaktrough rule in materia di offerte pubbliche di acquisto e la disciplina relativa alla realizzazione delle grandi opere infrastrutturali, quest'ultima stretta tra esigenze partecipative, interesse pubblico ed efficienza del procedimento. L'indagine si sofferma, quindi, sulla qualità della regolamentazione legislativa e dell'enforcement delle regole quale fattore primario di certezza giuridica e di buon funzionamento dei mercati, anche nell'attuale contesto di fonti oramai multilivello, con riferimento a taluni casi emblematici quali il diritto di squeeze-out dei soci di minoranza nelle società quotate, la disciplina dei requisiti degli esponenti bancari, la nozione di controllo "di fatto" nelle società quotate. Ne consegue, con riferimento precipuo alle peculiarità del contesto ordinamentale italiano, una serie di riflessioni e di considerazioni de iure condendo.

Liquidità e comparazione. Un breve...

Mancuso
Pacini Giuridica 2018

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Il concetto di società liquida si deve all'intuizione del sociologo Zygmunt Bauman. Ma nella società liquida esiste un diritto liquido? E se esiste, quali sono le sue caratteristiche? Liquidità e comparazione cerca di dare una prima risposta a questo interrogativo e di aprire la discussione e la riflessione sull'argomento. Considerata la sempre maggiore centralità che la comparazione assume nel panorama giuridico odierno, il lavoro cerca anche di immaginare quale possa essere il ruolo del diritto comparato nell'attuale contesto sociale liquido e con riferimento al diritto che lo governa.

Diritto amministrativo comparato....

D'Alberti Marco
Il Mulino 2019

Disponibile in 3 giorni

21,00 €
Il volume contiene un'analisi comparata di diversi sistemi amministrativi nazionali e dei loro mutamenti nel tempo, anche nel contesto sovranazionale. Ne emerge un avvicinamento progressivo tra i vari sistemi, favorito da un contatto e da un dialogo crescente fra giudici e studiosi dei differenti Paesi. Grazie all'influenza dell'ordinamento dell'Unione europea e del diritto globale, l'avvicinamento si è accentuato. È una metamorfosi radicale del diritto amministrativo: da diritto domestico molto diverso nei vari Stati agli inizi dell'Ottocento, è divenuto diritto con forte dimensione ultranazionale e consistente convergenza tra i vari ordinamenti statali.

Giureconsulti e giudici. L'influsso...

Giappichelli 2016

Disponibile in 5 giorni

22,00 €
Il volume "Le prassi delle Corti e le teorie degli studiosi", insieme a "La dottrina nella giurisprudenza oltre i confini di spazio, giurisdizione e materia" (edito da Giappichelli nella collana "Studi di Diritto Comparato"), entrambi riuniti sotto l'unico titolo "Giureconsulti e giudici. L'influsso dei professori sulle sentenze", rappresenta il frutto di una ricerca scientifica triennale sul tema del rapporto fra dottrina e giurisprudenza delle Corti di vertice, che ha coinvolto quattordici Università italiane e vari gruppi di ricerca internazionali. I saggi in essi raccolti sono stati presentati nel corso di convegni organizzati nell'ambito della ricerca presso le sedi universitarie di Napoli Federico II, Verona, Rabat (Marocco) e Torino. Come si legge nella premessa comune "i due libri sull'influsso dei professori sulla giurisprudenza delle Corti di vertice testimoniano l'importanza del diritto comparato, che continua a proporsi come disciplina autonoma, vocata al ruolo di guardiano dei giudici, e attraverso di essi di custode del legislatore e di osservatore critico delle dottrine interne, che manifestino pretese di universalità". In particolare, il volume "Le prassi delle Corti e le teorie degli studiosi" include studi di carattere teorico e metodologico relativi all'influenza della dottrina sulla giurisprudenza delle Corti costituzionali e di vertice, i quali indagano altresì le ragioni poste a fondamento del meccanismo citazionale.

La disciplina giuridica dei partiti...

Locchi Maria Chiara
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Il volume monografico "La disciplina giuridica dei partiti a orientamento religioso" si propone di ricostruire i caratteri e i profili problematici delle restrizioni adottate a livello statale allo scopo di limitare, o addirittura vietare, i partiti a orientamento religioso, contribuendo agli studi che esplorano le dinamiche giuridiche legate al pluralismo culturale e religioso non soltanto sul piano dei diritti fondamentali, ma altresì nella prospettiva del sistema politico e dell'assetto istituzionale. Attraverso un'analisi comparativa su scala globale, "La disciplina giuridica dei partiti a orientamento religioso" indaga la funzione della disciplina giuridica dei partiti a orientamento religioso in rapporto alla forma di Stato, quest'ultima considerata a partire da alcuni profili rilevanti in relazione al tema trattato (e cioè il grado e la solidità della democrazia, l'assetto dei rapporti tra Stato e confessioni religiose e l'intensità del pluralismo etnico, culturale e religioso).

La macroregione adriatico-ionica....

Mezzanotte Massimiliano
CEDAM 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO PUBBLICO COSTITUZIONALE

23,00 €
L'Unione europea sta progressivamente cambiando la sua geografia; tra le dimensioni nazionali e comunitarie, si manifesta la nascita di macro-regioni che costituiscono un livello intermedio, di natura funzionale, realizzato da quelle aree che presentano interessi comuni dettati da motivi di vicinanza territoriale e che traggono da queste condivisioni sicuri benefici. Tra esse, particolare significato ha assunto la strategia europea per la macroregione adriatico-ionica (EUSAIR), perché interessa ben otto Stati differenti (Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Montenegro, Serbia, Slovenia), alcuni dei quali non aderenti all'Unione europea, oltre settanta milioni di persone e ben tredici regioni italiane. L'elemento che unisce è il mare Mediterraneo, un bacino che fa sorgere rapporti stretti in materia di ambiente, agricoltura, energia, trasporti e in termini sociali. Ma quali sono le caratteristiche, le funzioni e la governance di queste nuove realtà? Sono strumenti in grado di migliorare la cooperazione territoriale ed agevolare l'integrazione tra i Paesi non-UE oppure il modello in esame è una sorta di timido federalismo secondo uno schema del tutto nuovo e ancora in fase di sperimentazione?

Giureconsulti e giudici. L'influsso...

Giappichelli 2016

Disponibile in 5 giorni

24,00 €
Il volume "La dottrina nella giurisprudenza oltre i confini di spazio, giurisdizione e materia", insieme a "Le prassi delle corti e le teorie degli studiosi" (edito da Giappichelli nella collana "Diritto privato comparato"), entrambi riuniti sotto l'unico titolo "Giureconsulti e giudici". L'influsso dei professori sulle sentenze, rappresenta il frutto di una ricerca scientifica triennale sul tema del rapporto fra dottrina e giurisprudenza delle Corti di vertice, che ha coinvolto quattordici Università italiane e vari gruppi di ricerca internazionali. I saggi in essi raccolti sono stati presentati nel corso di convegni organizzati nell'ambito della ricerca presso le sedi universitarie di Napoli Federico II, Verona, Rabat (Marocco) e Torino. Come si legge nella premessa comune "i due libri sull'influsso dei professori sulla giurisprudenza delle corti di vertice testimoniano l'importanza del diritto comparato, che continua a proporsi come disciplina autonoma, vocata al ruolo di guardiano dei giudici, e attraverso di essi di custode del legislatore e di osservatore critico delle dottrine interne, che manifestino pretese di universalità".

Codice delle Costituzioni. Vol....

CEDAM 2018

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Nel presente tomo vengono rese oggetto di approfondimento le Costituzioni di Paesi interessati dal fenomeno delle Primavere arabe (Giordania), di Paesi che occupano una posizione strategica nell'Africa occidentale e sahariana e che si configurano quale snodo essenziale delle relazioni politiche, sociali ed economiche con il Nord Africa e quindi con l'Europa (Senegal, Mali, Niger, Sudan), di Paesi dell'area caucasica e centro-asiatica che stanno tuttora sperimentando un processo di vischiosa transizione costituzionale e di problematico consolidamento democratico in seguito all'ottenimento dell'indipendenza conseguente alla dissoluzione dell'Unione Sovietica (Turkmenistan, Tagikistan, Uzbekistan, Kirghizistan), di Paesi che occupano una posizione strategica in seno alle complesse dinamiche mediorientali e del Golfo (Emirati Arabi Uniti, Oman), infine di Paesi che si situano nell'area dell'islamismo dell'Asia orientale e che offrono numerosi profili di interesse quanto all'espansione del costituzionalismo islamico verso oriente (Pakistan e Malesia).

Manuale di diritto comparato

Pappone M.
Primiceri Editore 2017

Disponibile in libreria  
DIRITTO INTERNAZIONALE

25,00 €
Il volume, frutto del lavoro di giovani giuristi, avvocati e dottori di ricerca, offre un esame comparato dei principali sistemi giuridici stranieri, sotto il profilo storico, pubblico e privato. In particolare, vengono messi a confronto alcuni tra i più importanti ordinamenti di Civil Law con quelli di Common Law. A seguire, gli ordinamenti nordici, raggruppati in un autonomo sistema. Di rilievo, infine, sono gli approfondimenti del modello islamico e russo, che precedono la conclusione del volume con un focus sul sistema cinese.

Il principio di precauzione fra...

Titomanlio Raffaele
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

26,00 €
Il principio di precauzione si è affermato in questi ultimi decenni (dapprima nel diritto internazionale dell'ambiente e poi quale principio generale dell'ordinamento europeo) in ragione degli esiti del progresso scientifico che hanno fatto emergere "nuovi bisogni di tutela" riguardanti tutti i settori della vita dell'individuo nel caso in cui vengano in gioco aspetti relativi alla tutela dell'ambiente e della salute (tutela delle generazioni future, rispetto del principio di sostenibilità) in situazioni di non piena certezza scientifica, ma in cui i dati scientifici attestano la possibile produzione di esiti dannosi quale conseguenza dell'impiego di determinate prodotti o dello svolgimento di determinate attività.

Autonomia contrattuale e...

Castronovo Francesco
Giappichelli 2018

Disponibile in 5 giorni

27,00 €
"È un dato di fatto che, nell'ultimo ventennio, sempre più invasiva sia stata, nella prassi europea, e italiana, la presenza di elementi tipici del contratto di common law, e in particolare americano, che vengono inglobati nei , contratti commerciali italiani, o di interi schemi contrattuali della prassi anglo-americana trasposti senza alcuna mediazione nella nostra pratica e sottoposti alla legge italiana. Il modello di , common law, è così divenuto il prototipo del contratto tra operatori professionali, generando, sia rilevanti problemi di compatibilità con il nostro sistema, sia un vero e proprio scontro di mentalità tra la pratica americana e quella europea e italiana. Le implicazioni del primo aspetto sono facilmente intuibili: l'utilizzo di contratti - o meglio, di strumenti negoziali - propri di un altro ordinamento può facilmente provocare un conflitto quando tali strumenti siano sottoposti a una legge altra rispetto a quella di origine. Il secondo aspetto è invece forse più sottile ma altrettanto se non più rilevante. Il contratto americano nasce e si sviluppa con una concezione del tutto diversa dalla nostra, essendo il frutto di una cultura giuridica differente. Ciò comporta che quello che una clausola americana implica, con la sua specifica e peculiare formulazione - spesso diversa da quella familiare a noi europei - è molto di più di quello che la semplice lettera della clausola stessa indica, poiché essa ha alle spalle un bagaglio storico, culturale e giuridico implicito per la cultura giuridica statunitense, ma da noi del tutto assente. Con la trasposizione nel nostro ordinamento tali clausole, dunque, rischiano di divenire strumenti di problematica applicazione e utilizzo, sia perché sottoposte a norme del tutto diverse da quelle che le regolano nel loro paese di origine, sia perché coloro che se ne servono spesso trascurano la rilevante implicazione culturale che le sostiene. Diviene allora importante - nella ricerca di soluzioni che concilino la salvaguardia della libertà e volontà contrattuale delle parti con il rispetto dei principi e delle norme del nostro ordinamento - studiare e comprendere il retroterra cultural-giuridico che fa da base a tali strumenti negoziali." (dalla premessa)

E-contract e privacy

Parisi Annamaria Giulia
Giappichelli 2016

Disponibile in 5 giorni

28,00 €
Nell'era della grande trasformazione tecnologica le relazioni socio-giuridiche sembrano ormai svolgersi su un piano ibrido di vita on line e vita off line: il mito del mercato unico dai confini europei si è espanso, grazie all'evoluzione delle I.C.T., a livello globale, in una realtà digitale in cui la nuova lex mercatoria si impone incontrollata e incontrollabile. Le contrattazioni via web, travalicando dimensioni e confini di spazio-tempo, hanno trasformato il mercato unico in mercato ubiquitario e universale. Il moltiplicarsi delle iniziative di merchandising e marketing personalizzato grazie alla profilazione degli utenti dell'e-commerce induce nei customers bisogni forgiati su misura, prima ancora che i destinatari ne siano consapevoli: i droni che popolano il web invadono la privacy e la nuova dimensione dell'infosfera, del patrimonio di conoscenze e di connotazioni personali che caratterizzano l'individuo, ridotto ormai a persona... "disincarnata, tutta risolta nelle informazioni che la riguardano, unica e 'vera' proiezione nel mondo dell'essere di ciascuno".

Casi e materiali per un corso di...

Giappichelli 2016

Disponibile in 5 giorni

28,00 €
La seconda edizione dei "Casi e materiali" che qui si presenta è interamente frutto del lavoro di cinque valorose giovani comparatiste che si sono assunte l'onere del necessario aggiornamento. Aggiornamento è parola polisemica che nel caso specifico assume il significato di rifacimento. Che un libro destinato a supporto della didattica svolta in un corso di diritto comparato dedicato ai grandi sistemi presenti abbia bisogno di un rifacimento è evento che non deve stupire. Infatti un corso universitario dedicato alla presentazione dei grandi sistemi giuridici contemporanei può ben essere improntato ad una visione storicistica degli stessi, ma la storia si fa sempre nel presente e dunque comporta che l'orientamento della narrazione storica si modifichi di tempo in tempo per tener conto della evoluzione dei sistemi attuali. Se ciò impinge nell'ovvio, va tuttavia sottolineata la velocità dell'evoluzione dei sistemi giuridici contemporanei. Al riguardo non rileva solo il continuo zampillare di novità, ma la velocità con cui tramontano e sorgono le idee forza che costituiscono il sostrato dei sistemi giuridici. Se l'approccio storicistico serve a spiegare meglio gli assetti attuali, colti come momentaneo punto di arrivo di una dinamica incessante, la sensibilità del comparatista si manifesta nella selezione degli antecedenti storici rilevanti in un mondo giuridico in metamorfosi.

Diritto europeo e «tort(s) law»

Mancaleoni Anna MARIA
Giappichelli 2018

Disponibile in 5 giorni

28,00 €
Lo studio, dopo aver descritto gli strumenti di private enforcement elaborati dalla Corte di giustizia UE e le dinamiche generali inerenti al rapporto tra l'Unione europea e gli Stati membri, esplora alcune delle aree della responsabilità extracontrattuale più specificamente interessate dal diritto dell'UE (in particolare, la responsabilità extracontrattuale dell'UE, la responsabilità degli Stati membri per violazione del diritto dell'UE e la responsabilità del produttore). Parallelamente illustra l'impatto del diritto dell'UE e della Convenzione europea dei diritti dell'uomo sul tort(s) law inglese nelle aree oggetto di analisi. La ricerca svolta evidenzia come le regole dell'illecito e della responsabilità extracontrattuale non siano omogenee, sia con riferimento al diritto UE, sia con riferimento al diritto inglese, sia nel raffronto tra l'uno e l'altro: i settori esaminati presentano delle specificità, con conseguenti differenze di disciplina; il diritto sovranazionale non è esaustivo, ma fa ampio rinvio, tramite la legislazione o tramite la giurisprudenza, al diritto interno, che può, pertanto, "preservarsi". Lo studio intende evidenziare anche le peculiarità di "stile" del common law inglese, nel contesto del "dialogo" tra le corti e negli scenari aperti dal referendum sulla Brexit.

Cittadini, imprese e pubbliche...

Cacucci 2018

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
"Il tema dei rapporti fra cittadini, imprese e pubbliche funzioni è da sempre al centro delle riflessioni della dottrina giuspubblicistica e amministrativistica in particolare. Questo volume ha l'ambizione di fornire un possibile percorso di lettura di questi rapporti, seguendo il metodo storico e senza comunque limitare la riflessione al solo ordinamento nazionale. Ciò attraverso il confronto fra più 'voci' appartenenti a diverse generazioni di studiosi della medesima scuola. Così, il primo capitolo è costituito dagli scritti di Vittorio Ottaviano sul rapporto cittadino-amministrazione nello Stato liberale e nello Stato democratico. I contributi di Ignazio Maria Marino sui temi tra loro connessi del rapporto tra globalizzazione e democrazia nonché fra autonomie e democrazia compongono il secondo capitolo del volume. Il terzo capitolo è costituito dai saggi di Antonio Barone sull'amministrazione del rischio, sulla prevenzione della corruzione nella pubblica amministrazione e sul network della nomofilachia europea. Il quarto e il quinto capitolo sono dedicati ad analisi più di dettaglio del dato normativo, con alcuni lavori, realizzati da Antonio Barone e Raffaella Dagostino, sulla trasparenza amministrativa e sui contratti pubblici." (dalla premessa)

L'accesso ai dati delle pubbliche...

Pepe Gabriele
Giappichelli 2018

Disponibile in 5 giorni

29,00 €
"Un'analisi comparata dell'istituto dell'accesso ai dati delle Pubbliche Amministrazioni presenta più di una difficoltà ricostruttiva dovuta sia alla limitata attenzione ad esso dedicata dalla dottrina pubblicistica sia alla presenza di discipline nazionali storicamente eterogenee, costruite sulle peculiarità di ciascun ordinamento. Ne discende, per l'effetto, come il ricorso alla comparazione, giustificato dalla diffusione sempre più globale dell'accesso al patrimonio informativo pubblico, sconti difficoltà tanto di inquadramento dogmatico quanto di linguaggio, attesa l'esigenza di tracciare un fil rouge tra sistemi di civil law (o a diritto amministrativo) e sistemi di common law (o a diritto comune) per tradizione differenti." (Dalla Premessa)

Diritto pubblico comparato. Le...

Frosini
Il Mulino 2019

Disponibile in 3 giorni

29,00 €
Nella convinzione che il diritto pubblico comparato nasca e si sviluppi come disciplina sempre protesa alla ricerca della libertà, il manuale mira a promuovere la conoscenza di istituti, organi, normativa e prassi costituzionale delle cosiddette «democrazie stabilizzate». Si tratta di quei paesi (gli Usa e molti di quelli appartenenti alla Ue) che si fondano sulle ragioni del costituzionalismo, che dimostrano una convinta difesa dei diritti di libertà e delle garanzie costituzionali, e il cui sistema di governo privilegia il criterio della separazione dei poteri quale baluardo dell'effettività della democrazia liberale.

La libertà di associazione in...

Clementi Francesco
CEDAM 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO PUBBLICO COSTITUZIONALE

29,00 €
Al pari della libertà personale, la libertà di associazione è pietra angolare delle società democratiche avendo accompagnato, lungo le varie epoche, nel corso dei secoli, sotto diversi regimi e sistemi politici, tanto la nascita e lo sviluppo delle potenzialità relazionali dell'individuo quanto il grado di maturazione democratica di un ordinamento. Per queste ragioni, storicamente, ha avuto una vita complessa; sebbene, a partire dal secondo dopoguerra, dopo l'esperienza dei totalitarismi, la libertà di associazione sia divenuta patrimonio comune del costituzionalismo che rinasceva e, oggi, sia cardine e parametro principale di tutte le Carte e le Dichiarazioni internazionali dei diritti, oltre che elemento qualificante anche dell'agire di molti soggetti internazionali. Tuttavia, la crisi generalizzata del sistema rappresentativo nelle nostre democrazie e del valore stesso del pluralismo in sé - che tocca oggi addirittura alcuni dei Paesi dell'Unione europea - ha indebolito progressivamente anche i tradizionali soggetti e gli strumenti dell'associarsi. Si può rispondere a questo problema anche dando valore rinnovato alla libertà di associazione, a maggior ragione in una nuova dimensione europea, tramite il metodo e le tecniche del diritto comparato? Questa è la domanda di fondo che sottende questo studio che, articolato in quattro capitoli, mira da un lato a rintracciare ed evidenziare gli elementi utili per far emergere un filo conduttore comune europeo dell'associarsi per come è stato concepito e realizzato, a livello costituzionale, negli ordinamenti europei e nella stessa Unione, tenendo in conto pure dell'esperienza statunitense, posta a confronto. E, dall'altro, a valorizzare le linee di tendenza evidenziate verso un modello comune europeo.

Rappresentanza e globalizzazione....

Bassu C.
Giappichelli 2016

Disponibile in 5 giorni

29,00 €
La rappresentanza politica, nata in epoca medioevale essenzialmente come rappresentanza degli interessi fiscali (no taxation without representation), ha conservato la sua importanza nello Stato contemporaneo. Tuttavia essa appare trasformata nei suoi elementi essenziali. A cavallo del nuovo millennio imponenti trasformazioni hanno interessato i soggetti del rapporto rappresentativo, gli interessi da rappresentare, i meccanismi pensati per immettere questi stessi interessi nello Stato. Il più importante fattore di trasformazione è rappresentato dalla globalizzazione, intesa come "deterritorializzazione", la quale ha fatto emergere risorse prima sconosciute, immateriali, attorno alle quali si realizza una ricomposizione e riaggregazione di interessi e poteri, che si adeguano alle risorse disponibili nel tempo e nello spazio. Uno spazio non più contrassegnato dai confini statali, nel quale gli individui, perdono i loro punti di riferimento (crisi dei rappresentati); i partiti risultano inadeguati alla selezione degli eletti (crisi dei rappresentanti); la politica smarrisce ogni pretesa di strutturare l'economia in funzione dell'unità nazionale e rinuncia alla funzione di selezione e composizione degli interessi (crisi dei meccanismi rappresentativi). La complessità di questi temi e del rapporto tra la rappresentanza e il fenomeno, naturalmente dinamico, della globalizzazione viene indagata con molteplicità di approcci nei contributi di questo volume.

La tutela diretta dei diritti...

Padula Carlo
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
Questa monografia scientifica indaga su un nuovo modo di tutelare i diritti fondamentali lesi (o minacciati) da una legge incostituzionale: si propone un'azione di accertamento del diritto, non collegata ad un caso concreto di applicazione o violazione della legge, e si chiede al giudice di sollevare questione di costituzionalità sulla legge. In che misura questa forma di tutela è ammissibile? Esiste un interesse ad agire in accertamento direttamente "contro" la legge? Sarebbe rispettato il requisito dell'incidentalità della questione di costituzionalità? Il giudizio costituzionale incidentale presuppone necessariamente un caso concreto di applicazione della legge? Il volume cerca di rispondere a queste domande, anche sulla base di un confronto con l'esperienza degli Stati Uniti, dove queste azioni dichiarative sono diffuse (preenforcement constitutional challenge) e le corti spesso riconoscono l'esistenza dello standing, perché le questioni sollevate nei giudizi di accertamento sono astratte ma spesso anche concrete, non sono liti "fittizie".

I diritti successori dei...

Viglione Filippo
Giappichelli 2017

Disponibile in 3 giorni

31,00 €
"Le riflessioni attorno al significato della convivenza nella struttura delle relazioni familiari, e nelle conseguenti ricadute successorie, sono spesso connotate dall'implicito giudizio di valore che alle relazioni familiari di fatto gli interpreti attribuiscono. Del resto, è noto come il terreno delle articolazioni familiari sia sempre al centro di un dibattito che difficilmente riesce a separarsi da opzioni valoriali, e ciò è vero anche quando l'interesse dell'interprete si indirizza verso le regole tecniche di devoluzione dei beni al momento della morte. Un approccio comparatistico, che mira preliminarmente a dare conto di diverse soluzioni presenti negli ordinamenti della tradizioni giuridica occidentale con riguardo ai diritti successori dei conviventi, può allora forse offrire una prospettiva di indagine neutra e differente, che aspira a dare conto innanzitutto della pluralità di soluzioni che, specialmente nel corso degli ultimi anni, si sono realizzate nel diritto delle successioni di alcuni ordinamenti europei ed extraeuropei."

Aqua aequa. Dispositivi giuridici,...

Louvin Roberto
Giappichelli 2018

Disponibile in 5 giorni

34,00 €
La monografia "Aqua aequa" avvicina il lettore anche non specialista alla complessa relazione tra acqua e diritto. Partendo dalla natura dell'acqua come formante e matrice culturale secondo le diverse tradizioni giuridiche, il libro ne compara l'influenza sulle strutture del potere politico, secondo le varie forme allocative, appropriative e di godimento del bene, fino alla nascita e costituzionalizzazione del diritto all'acqua. L'analisi delle tipologie di amministrazione e di giustizia della risorsa idrica si dipana lungo la linea di una continua oscillazione tra le opposte condizioni di bene comune extra commercium e di bene ricompreso nel perimetro del mercato e assoggettato alle sue regole. Sono infine trattati criticamente i profili innovativi del riconoscimento di una distinta personalità giuridica ai corpi idrici, l'impatto sul diritto delle smart water, gli strumenti delle acque virtuali e i servizi eco-sistemici come ausilio per superare i crescenti conflitti intorno a questo bene.

Sistemi giuridici nel mondo

Giappichelli 2016

Disponibile in 3 giorni

34,00 €
"Il diritto comparato come disciplina specialistica è insegnato nella Facoltà di Giurisprudenza di Pavia da oltre sessant'anni (trascurando un episodico corso di "diritto privato comparato e norme di conflitto", svolto da Giulio Diena nel 1924- 1925), e gode in questo senso di un'antica e importante tradizione. Anche prima dell'istituzione nel 1975 di una cattedra specifica di diritto privato comparato, - come allora si definiva unitariamente la materia - nomi illustri di internazionalisti e civilisti, quali Rodolfo de Nova, Mario Rotondi, Gino Gorla e Rodolfo Sacco, avevano contribuito a fondare la vocazione comparatistica della Facoltà pavese in un'epoca in cui il diritto comparato era ancora un campo di studi pionieristico ed elitario, cioè assai prima che si diffondesse la moda - a piuttosto si affermasse la necessità - di affrontare con un taglio storico-comparatistica la maggioranza degli studi e degli insegnamenti giuridici. Accanto al diritto privato comparato, e successivamente al diritto pubblico e processuale comparato - due settori scientifico-disciplinari ormai in prospettiva di prossima unificazione -, gli studenti pavesi hanno potuto, in anni diversi, seguire corsi particolari di diritto angloamericano, diritto civile dei Paesi socialisti (oggi Russia, Cina ed Europa orientale), diritto islamico, diritto cinese." (Dall'Introduzione)

L'immigrazione irregolare via mare...

Antonucci A.
Giappichelli 2016

Disponibile in 3 giorni

34,00 €
"L'immigrazione irregolare via mare nella giurisprudenza italiana e nell'esperienza europea" include sei scritti che analizzano le principali questioni giuridiche in tema d'immigrazione via mare, come affrontate nelle sentenze di giudici italiani (casi di imputati scafisti) e nelle misure adottate dall'Unione europea (Frontex). Il volume è frutto della collaborazione tra studiosi di diritto internazionale del mare e ufficiali della Guardia di Finanza coinvolti in operazioni aeronavali di polizia in mare. Le differenti prospettive dei contributi rendono il volume uno strumento diretto agli studiosi, alle autorità giudiziarie e alle forze dell'ordine. Un'ampia sezioni di documenti, offerta in via elettronica, raccoglie i testi normativi e giudiziari (a volte inediti) di riferimento. Lo studio delle misure applicate, che variano dalla repressione all'assistenza, lascia il forte dubbio se l'imposizione di frontiere sia un mezzo idoneo a far fronte a un dramma umano collettivo, quale quello che oggi cerca di transitare per il Mediterraneo.

Gli istituti di democrazia diretta...

Garcia Eloy
CEDAM 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO PUBBLICO COSTITUZIONALE

35,00 €
Di fronte alla varietà ed alla complessità delle forme che assume oggi la democrazia diretta, il libro rivolge l'attenzione innanzitutto alle principali tappe nelle quali essa si è storicamente evoluta, per poi soffermarsi sulla disciplina attualmente vigente nei diversi Paesi. Ad un primo capitolo storico, seguono due capitoli dedicati ai continenti nei quali si è più sviluppata la democrazia diretta: l'Europa e l'America. L'analisi delle diverse soluzioni che si sono storicamente realizzate e di quelle che caratterizzano gli ordinamenti contemporanei dovrebbe consentire un giudizio più ponderato a favore o contro la democrazia diretta, sia a livello generale che in contesti specifici.

L'influenza del diritto processuale...

CEDAM 2018

Disponibile in libreria  
COMUNITARIO

36,00 €
Negli ultimi anni, gli ordinamenti giuridici processuali degli Stati membri dell'Unione europea hanno dovuto considerare disposizioni specifiche di diritto europeo e decisioni della giurisprudenza della Corte di giustizia che le hanno interpretati. Come conseguenza del principio di efficacia, i legislatori di ogni Stato hanno dovuto svolgere un'azione complementare che adegua il regime giuridico interno alle disposizioni del sistema giuridico dell'Unione. Ma a volte è stato necessario andare oltre e si è dovuto modificare la norma processuale interna, per adeguarla alla normativa europea. Questa situazione ha suscitato la viva attenzione degli studiosi, fino ad organizzare un incontro scientifico: il Congresso Internazionale e interdisciplinare "L'unione Europea, il Diritto processuale e il Diritto amministrativo locale: la difesa dei diritti e degli interessi dei cittadini", svoltosi il 25 e 26 maggio 2017 al Reale Collegio di Spagna di Bologna e alla Scuola di Giurisprudenza dell'Università di Bologna. Questo libro è il risultato di quell'incontro. Ne sono autori professori e giovani ricercatori di vari settori e aree giuridiche di numerose università spagnole e italiane.

Eccesso di potere e altre tecniche...

Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

36,00 €
"C'era bisogno di una nuova ricerca sull'eccesso di potere? Sì, ce ne era bisogno: per molte ragioni. Intanto, perché non si può inseguire sempre il nuovo, senza tornare di tanto in tanto al vecchio, per vedere se ha resistito al passare del tempo; soprattutto quando si continui a usare il vecchio come schema di interpretazione del nuovo. Poi, perché riflettere sull'eccesso di potere significa prendere in considerazione le situazioni giuridiche soggettive, la discrezionalità, il merito amministrativo, la legittimità, le regole e i principi, la validità, le azioni, il processo, i giudici e altro ancora. Vie un filo rosso, una stretta connessione, financo un sinallagma tra queste nozioni, tutte parimenti essenziali: non dovrebbe sfuggire, pertanto, che negare la centralità di una delle loro rappresentazioni ha l'effetto, voluto o paradossale, di respingere il (un certo) sistema del diritto amministrativo. Come potrebbe, per esempio, trascurarsi l'analisi dell'eccesso di potere, se si volesse cancellare l'ombra dell'interesse pubblico dalla tutela giurisdizionale nei confronti della pubblica amministrazione? O, in termini più crudi, come potrebbe affidarsi all'eccesso di potere un processo che ha introdotto l'azione atipica di condanna al fare, esaltando la logica del rapporto tra soggetto privato e pubblica amministrazione e consentendo di leggere il mancato rispetto delle regole in termini di inadempimento?" (dalla Prefazione di Leonardo Ferrara).

Lezioni di diritto amministrativo

D'Alberti Marco
Giappichelli 2019

Disponibile in 3 giorni

36,00 €
Queste lezioni, che riguardano il diritto amministrativo sostanziale, cercano anzitutto di inquadrare la materia in un contesto storico e di comparazione giuridica. Ciò non soltanto nel primo capitolo, dedicato alle origini e agli sviluppi del diritto amministrativo, ma anche nelle diverse parti del lavoro, ove si analizzano i principi, i modelli organizzativi e l'attività delle pubbliche amministrazioni. L'esame degli andamenti storici è essenziale per comprendere tempi e ragioni della nascita e delle trasformazioni del diritto amministrativo: un diritto giovane - nella sua configurazione compiuta ha poco più di due secoli - che ha conosciuto radicali mutamenti, autentiche metamorfosi. La più evidente è la trasformazione da diritto strettamente legato alle esperienze nazionali a diritto che è venuto ad assumere un ruolo determinante nel panorama dell'Unione europea e dell'esperienza giuridica globale. L'attenzione comparativa è indispensabile, poiché, soprattutto dalla metà del Novecento, è divenuta più intensa la circolazione orizzontale di istituti giuridici, che sono passati da un ordinamento all'altro. In particolare, la tradizione di un penetrante sindacato giurisdizionale sull'attività amministrativa, propria degli ordinamenti giuridici dell'Europa continentale, ha molto influito sui Paesi legati al common law, a partire dalla Gran Bretagna e dagli Stati Uniti d'America. Viceversa, la tradizione del procedimento amministrativo preliminare al provvedimento - il procedimento che consente al privato di esprimere la propria voce prima che l'amministrazione pubblica decida - è nata in Inghilterra e di lì è trasmigrata gradualmente nelle esperienze eurocontinentali.

Lezioni di diritto costituzionale...

Di Giovine Alfonso
Mondadori Education 2017

Disponibile in 3 giorni

38,00 €
Queste Lezioni di diritto costituzionale comparato nascono dal confronto fra le esperienze di insegnamento maturate da un gruppo di docenti dell'Università di Torino. Similitudini e differenze fra i più significativi ordinamenti costituzionali vengono presentate ai lettori in un quadro d'insieme che dedica grande attenzione alle evoluzioni istituzionali e politiche più recenti. Una parte del manuale è dedicata alla trattazione orizzontale, per «temi», che consente al lettore di familiarizzare con i concetti fondamentali dell'analisi pubblico-comparatistica e con le diverse possibili classificazioni degli ordinamenti. Le esperienze politico-istituzionali contemporanee sono qui poste in relazione con quelle storiche più rilevanti, affinché le caratteristiche di istituti ed organi non vengano dal lettore esclusivamente assimilate in un'ottica di confronto sincronico, ma siano piuttosto interpretate come gli esiti di processi complessi ed in costante evoluzione. Un'altra parte delle Lezioni è invece dedicata all'analisi dei singoli ordinamenti contemporanei. Accanto alle democrazie cosiddette «consolidate», gli autori hanno scelto di analizzare anche gli altri Paesi, in ragione della rilevanza che essi assumono nel contesto contemporaneo. Specifica trattazione è infine dedicata all'architettura istituzionale dell'Unione europea ed alle principali organizzazioni internazionali.

Sistemi giuridici comparati

Gambaro Antonio
Utet Giuridica 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO INTERNAZIONALE

39,00 €
Il volume, frutto di una lunga esperienza scientifica e didattica degli autori, offre una trattazione completa in tema di diritto comparato, confrontando tra loro i modelli di civil law con quelli di common law e post-socialisti. Esaminando le fonti, lo stile delle sentenze, il ruolo della dottrina ed il rapporto fra politica, diritto e tradizione di questi sistemi, gli autori ne delineano gli aspetti principali e peculiari.

Il principio libertà nello Stato...

Ridola Paolo
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

39,00 €
Questo volume si collega idealmente ai due precedenti Diritti di libertà e costituzionalismo e Diritti fondamentali. Un'introduzione, pubblicati nel 1997 e nel 2006 dalla stessa Casa Editrice. Con essi ha in comune il progetto ambizioso di tratteggiare i lineamenti delle esperienze costituzionali della democrazia pluralistica nella cornice della storia del costituzionalismo. Con alcune differenze importanti. Nel primo volume, l'attenzione si focalizzava sulle virtualità del principio costituzionale pluralistico, ed in particolare sui suoi riflessi nel processo politico e in dinamiche della partecipazione politica sempre meno egemonizzate dalle tradizionali forme di aggregazione partitiche. Nel secondo l'attenzione si era incentrata sui diritti, dei quali si è tentato di seguire storicamente l'itinerario che ha condotto, negli ordinamenti di democrazia pluralistica, alla stratificazione di molteplici dimensioni, le quali corrispondono al mutamento di ruolo ed alla estensione del contenuto delle costituzioni. In questo che ora vede la luce, il focus si sposta sul «principio libertà», nello sforzo di esplorare le risposte dell'esperienza giuridica alle domande di libertà (e di dignità), molteplici e spesso contraddittorie, che emergono dalle società complesse, in un contesto sempre più caratterizzato da interdipendenze che trascendono i confini spaziali, politici e culturali e le categorie dogmatiche della statualità.

Punitive liability of heads of...

Ligeti Katalin
CEDAM 2019

Disponibile in libreria  
DIRITTO PENALE

40,00 €
In the aftermath of the financial crisis, the individual liability of senior managers has been rediscovered as an important element in effectively countering economic and financial crime.

Azione amministrativa e...

De Falco Vincenzo
CEDAM 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO AMMINISTRATIVO

40,00 €
Il volume analizza l'evoluzione dei principali elementi dei procedimenti amministrativi, ne fornisce una ricostruzione sincronica e colma una lacuna negli studi comparatistici che avevano osservato il fenomeno attraverso la prevalente analisi del diritto straniero. L'autore effettua un'indagine sulle caratteristiche delle principali esperienze straniere ed identifica il ruolo assunto dalle posizioni giuridiche soggettive, dal principio di trasparenza, dai meccanismi di partecipazione, dal controllo giurisdizionale e dai vizi degli atti amministrativi nella formazione delle discipline sui procedimenti. L'analisi è condotta attraverso preliminari precisazioni metodologiche e prosegue con la verifica della forza con cui i principi si sono affermati negli ordinamenti giuridici nazionali e nel diritto comunitario ed internazionale. Vengono così portati alla luce i modelli di trasparenza e di partecipazione ed identificate le funzioni che l'obbligo di motivazione riveste nei vari ordinamenti. L'autore ricostruisce i sistemi con cui sono affrontate e risolte le problematiche dell'inerzia amministrativa ed i limiti che le singole esperienze giuridiche pongono al potere discrezionale, fino ad identificare i modelli dell'azione amministrativa e la loro diffusione nel panorama comparatistico.

I servizi idrici. Dimensione...

Caporale Federico
Franco Angeli 2017

Disponibile in 3 giorni

48,00 €
Lo stato degli acquedotti italiani è critico: il quaranta per cento dell'acqua si disperde e più del due per cento non raggiunge standard minimi di potabilità. La condizione delle altre reti, fognaria e di depurazione, appare ancor più precaria, per la tecnologia usata e per la qualità del servizio erogato. Come è possibile che più di vent'anni di riforme continue e radicali abbiano condotto a risultati così insoddisfacenti? Il volume vuole rispondere a questo interrogativo attraverso un'analisi sistematica della disciplina nazionale, che muove da riflessioni di carattere storico e comparatistico per giungere a collocare il tema nel contesto europeo e globale. L'autore ricostruisce la qualificazione giuridica del servizio idrico, prestando attenzione costante, da un lato, al bilanciamento tra dimensione socio-sanitaria ed economica del servizio stesso, dall'altro, all'attuazione del diritto umano fondamentale di accesso all'acqua. Attraverso tale percorso, le contemporanee contraddizioni e tendenze della disciplina giuridica e della regolazione del servizio idrico divengono crocevia per interpretare le prospettive future del settore.

Le sanzioni amministrative tra...

Vitale S.
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

50,00 €
Le sanzioni amministrative, oggetto di studi tradizionali tanto nell'ambito del diritto amministrativo che di quello penale, sono oggi al centro di un rinnovato interesse da parte della dottrina, della giurisprudenza e del legislatore, anche a fronte di una rilevante influenza esercitata in materia dal diritto europeo (convenzionale ed euro-unitario). Se, da un lato, la potestà sanzionatoria è oggi pienamente inserita nel novero delle funzioni attribuite alle amministrazioni pubbliche (aspetto che trova le sue più significative espressioni nell'ambito delle Autorità amministrative indipendenti), dall'altro lato, la pervasività ed i livelli di afflittività delle sanzioni (impensabili nel 1981, quando il legislatore italiano dettava la disciplina generale in materia) hanno posto con forza il tema delle tutele apprestate a favore dei privati, ponendosi il problema circa l'estensione da riconoscere alle garanzie di matrice penalistica. "Le sanzioni amministrative tra diritto nazionale e diritto europeo" di Stefano Lorenzo Vitale è una monografia scientifica che intende offrire un contributo al dibattito, mirando a ricostruire criticamente i principi della materia e a individuare le linee lungo le quali si muove l'ordinamento nazionale alla luce del diritto europeo. Prefazione di Cerulli Irelli V.

La «materia penale» tra diritto...

Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

50,00 €
Nell'esperienza penale europea e nazionale, il concetto di "materia penale" tocca oggi problemi penalistici centrali, tanto da essere divenuto espressione di un nodo fondamentale del diritto penale contemporaneo: l'identificazione, per il legislatore, ma poi anche per l'interprete e i tribunali, di ciò che è "sostanzialmente penale", al di là delle forme e delle etichette, e altresì l'individuazione dei limiti che il diritto positivo ha, se non nella qualificazione dei fatti, comunque nell'attribuzione a essi di conseguenze penali tipiche. L'evoluzione della giurisprudenza europea (C. Edu e CGUE), più di recente allargatasi anche alla giurisprudenza della Corte costituzionale, sul tema della matière pénale e del ne bis in idem sostanziale, per l'estrema aleatorietà dei criteri di valutazione succedutisi nel tempo, doveva essere portata a coscienza collettiva attraverso un impegno ricostruttivo e critico il più possibile ampio e rappresentativo degli studiosi e addetti ai lavori, teorici e pratici. A tal fine sono raccolti in questo volume i lavori presentati al Convegno nazionale dell'AIDP, sezione italiana, svoltosi presso l'Università di Modena e Reggio Emilia nel 2017, poi rielaborati e aggiornati in vista della presente pubblicazione, alla luce dei più recenti sviluppi del dibattito e della prassi. Sono quindi affrontati nell'opera in prospettiva interdisciplinare, penale, processuale penale, civile, amministrativa, europea, internazionale, non solo il tema del ne bis in idem e del cumulo tra sanzioni penali e amministrative punitive nella giurisprudenza europea e nazionale, ma anche l'identità delle sanzioni punitive non penali, i profili dell'illecito para-penale, i danni punitivi e i loro rapporti con la depenalizzazione, la rilevanza probatoria e processuale delle diverse sanzioni nei rispettivi sistemi, la loro estensione nei settori della criminalità economica, dei mercati finanziari, del diritto del lavoro, in quello alimentare etc. Responsabilità degli enti, confisca, irretroattività, disciplina della prescrizione, nel loro dipendere dalla formale o illegittima qualificazione di una materia come penale o amministrativa, sono quindi affrontate nel quadro complessivo dei contributi. Il discorso si allarga quindi alla questione centrale del concorso di reati e di illeciti: quante sanzioni (pene principali, accessorie, misure preventive, di sicurezza, sanzioni patrimoniali riparatorie, risarcitorie e ripristinatorie, interdittive, cautelari, disciplinari etc.) si possono moltiplicare per uno stesso fatto e contro lo stesso autore, e quale è il costo complessivo di questo molteplice e non coordinato sistema sanzionatorio.

Introduzione al diritto comparato....

Gallo Paolo
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

57,00 €
Il lavoro "Istituti giuridici" costituisce il secondo volume di un'opera in tre volumi intitolata: Introduzione al diritto comparato; in particolare mentre il primo volume è dedicato ad un'esposizione generale dei grandi sistemi giuridici, il secondo è specificamente dedicato all'esposizione comparata dei principali Istituti giuridici del diritto privato attinenti al contratto, all'apparenza, all'arricchimento senza causa, alla responsabilità civile, alla famiglia, alle successioni, alla prescrizione nonché al controllo di legittimità costituzionale delle leggi; il terzo volume è infine dedicato all'analisi economica del diritto. L'opera di carattere istituzionale ed introduttivo è destinata in particolare agli studenti al primo approccio con il diritto comparato, nonché ai professionisti interessati a conoscere i principali istituti giuridici del diritto privato in una prospettiva comparatistica, che tenga conto non solo del diritto italiano, francese e tedesco, ma anche inglese ed americano.

Sistemi costituzionali comparati

Pegoraro Lucio
Giappichelli 2017

Disponibile in 3 giorni

60,00 €
Il diritto (come il mondo) si può guardare dalla grata di una cantina, dalla finestra di casa, dalla terrazza di un condominio, dalla cima di una collina di una montagna, da un aereo o dalla stazione spaziale orbitante. Non c'è una visione "giusta" e una "sbagliata". Semplicemente, sono visioni diverse, che forniscono informazioni diverse. Quella che è scientificamente sbagliata è la pretesa che la visione che si ha dalla cantina, o dalla finestra di casa, sia l'unica giusta. "Sistemi costituzionali comparati", nel trattare i temi sostanziali della materia, dà applicazione alle teorie metodologiche, esposte nel capitolo introduttivo, relative alla centralità del linguaggio, alle classificazioni, ai formanti, alla circolazione e ai trapianti, ai rapporti con altre scienze, al pluralismo, al rifiuto dell'eurocentrismo. La materia nel suo complesso, e i singoli segmenti che la compongono (le fonti, diritti, le famiglie giuridiche, le forme di stato e di governo, il federalismo, la giustizia costituzionale, ecc.) sono trattati nell'alveo di classificazioni duttili e prevalentemente basate sull'utilizzazione di vari elementi pertinenti, per offrire interpretazioni da diversi angoli visuali. "Sistemi costituzionali comparati" predilige l'approccio interdisciplinare ma al tempo stesso non fa sconti al rigore del metodo giuridico. L'apertura a modi di fare diritto non solo occidentali deve confrontarsi con la polisemia della parola "diritto" nelle diverse epoche e latitudini. La decostruzione, applicata a linguaggio e classi, e le nuove proposte di sistemazione, si accompagnano però all'esposizione delle categorie tradizionali e all'illustrazione degli istituti vigenti e delle tesi prevalenti. Con il contributo di Silvia Bagni, Serena Baldin, Fioravante Rinaldi, Massimo Rinaldi e Giorgia Pavani.

Giurisdizione civile e straniero...

Uccella Fulvio
Giappichelli 2019

Disponibile in 3 giorni

65,00 €
Con "Giurisdizione civile e straniero tra diritto nazionale, europeo ed internazionale" si propone una panoramica, anche se parziale, dell'attuale tensione che sta vivendo il nostro ordinamento giuridico, per il sempre più massiccio "ingresso" del diritto comunitario anche nella sua componente giurisdizionale. Si parte dalle requisitorie, che nell'interesse della legge, sono redatte dal Procuratore generale, in completa solitudine scientifica, professionale ed umana, servendosi della sua onestà professionale ed intellettuale, per il regolamento di giurisdizione, che presentino carattere, per così dire, di internazionalità, ma le cui argomentazioni restano ignote, limitandosi, per la maggior parte dei casi, come è noto, la decisione del collegio giudicante ad evidenziarne le conclusioni. Anche se le questioni sono trattate sotto il profilo della giurisdizione, si pone il rilievo che, ex actis, si è in presenza di una evoluzione giuridica, sia pure lenta, verso un diritto privato europeo, che anche nella sua terminologia essa si propone, talvolta, come dissonante per la dottrina e la giurisprudenza italiane. A tal fine, oltre il testo integrale della requisitoria, per ogni questione vi sono riscontri aggiornati di giurisprudenza interna ed europea, di suggerimenti dottrinari per cui il giurista - teorico e/o pratico - può valutare lo status quaestionis in ogni suo risvolto. In questa direzione "Giurisdizione civile e straniero tra diritto nazionale, europeo ed internazionale" intende evidenziare la faticosa marcia verso l'obiettivo di una codificazione uniforme nei vari Stati membri dell'Unione, avviata in modo deciso e sembra irreversibile non tanto dal legislatore comunitario, quanto dalla Corte di Giustizia, con una paziente normopoiesi, per cui, ritiene l'autore che la giurisprudenza "europea" ormai costituisce una autentica fonte del diritto anche italiano, ormai deprovincializzantesi se non già de provincializzato.

Vittime di reato e sistema penale....

Bargis M.
Giappichelli 2017

Disponibile in 3 giorni

65,00 €
Sono trascorsi più di tre lustri da quando l'Europa - con la decisione quadro 2001/220/GAI - ha deciso di porre la vittima al centro della propria politica penale. Da allora, sia il Consiglio d'Europa sia l'Unione hanno caparbiamente marciato in parallelo lungo la strada di un'Europa più libera, giusta e sicura, il cui principale punto d'arrivo, in materia di tutela delle vittime, è rappresentato dalla direttiva 2012/29/UE. In questi anni il motore europeo ha trainato i molti, spesso disarmonici, interventi legislativi locali, mirati a soddisfare le crescenti richieste di riconoscimento e protezione delle vittime di reato. Su tale dinamismo il volume si sofferma con molteplici riflessioni. Nella prima parte, intorno alle fonti sovranazionali; nella seconda, sulle metamorfosi che il processo penale italiano sta vivendo grazie alla (o a causa della) vittima. Infine, nella terza parte, attingendo al diritto penale sostanziale e a quei segmenti della giustizia penale che coinvolgono la vittima nella fase di esecuzione della pena e nei delicati ingranaggi della conciliazione e della riparazione