GIURISPRUDENZA E ARGOMENTI D'INTERESSE GENERALE

Filtri attivi

  • Categorie: Rapporti di diritto internazionale

L'effetto diretto delle fonti...

Distefano M.
Editoriale Scientifica 2017

Non disponibile

12,00 €
Il tema dei rapporti tra fonti europee e interne è oggetto da tempo di grande attenzione da parte della dottrina. In particolare, il riconoscimento di effetti diretti alle fonti UE negli ordinamenti interni, siano essi verticali o orizzontali, contribuisce a rafforzare il principio della tutela giurisdizionale effettiva. Il volume, che presenta un carattere interdisciplinare con contributi di studiosi di diritto internazionale, diritto dell'Unione europea e diritto costituzionale, dedica speciale attenzione alle tendenze recenti della giurisprudenza europea, che testimoniano l'attualità del tema ad oltre cinquant'anni dalla sentenza Van Gend en Loos.

Legittime interferenze. Il diritto...

Moreau Defarges Philippe
Mondadori Bruno 2008

Non disponibile

13,00 €
Dalla Santa Alleanza ai giorni nostri l'ingerenza è sempre esistita e diverse sono state le giustificazioni che l'hanno legittimata da un punto di vista giuridico. Ma non c'è unanimità, nemmeno sul termine: per qualcuno si tratterebbe di un vero e proprio "dovere", mentre per chi è ancorato alla sovranità statale, si può parlare soltanto di un dovere di assistenza umanitaria. Dall'affermazione in qualche modo spontanea di un diritto di ingerenza umanitario - all'epoca della guerra del Biaifra (1967-1970) con la nascita di Medici senza frontiere - alle ingerenze mancate - si pensi al Ruanda - all'ingerenza neoimperiale in Iraq, si capisce che il tema è complesso, la storia contraddittoria, il diritto incapace di dare indicazioni univoche. Introducendo questo libro, Luigi Bonanate riconduce la tematica nel più ampio quadro della teoria morale, superando un ormai antico e inaccettabile pregiudizio sull'a-moralità della politica internazionale.

Il ponte Italia-Albania tra...

Fera Giuseppe
Giappichelli 2011

Disponibile in 5 giorni

26,00 €
Il presente ed il futuro dell'Europa sono fortemente legati alla soluzione dì problemi che inseriscono alla stabilità dell'ordine e della sicurezza pubblica in un perimetro politico, economico e sociale in costante evoluzione, destinato ad espandersi con l'adesione all'Unione Europea di altri Paesi dell'area balcanica. A questo scenario è dedicato il percorso compiuto dall'autore del libro. Attraverso una ricostruzione storica e l'analisi delle esperienze raccolte lungo i sentieri della cooperazione di polizia italo-albanese, che hanno intersecato anche i circuiti delle relazioni con altri Paesi balcanici, sono state individuate le lìnee fondamentali delle strategie messe in campo dal Ministero dell'Interno italiano, armonizzate con quelle, più generali, a livello governativo e con gli indirizzi, politici e tecnici sostenuti, al riguardo, in sede comunitaria. Il contributo dell'opera è stato quello di cogliere i nodi essenziali di una realtà particolarmente complessa, riferita ai Paesi balcanici, attraversata da conflitti originati da esasperati nazionalismi, da problemi di criminalità, da egoismi economico-sociali, da indecisioni, in ambito comunitario, di fronte alla prospettiva di governare, con autorevolezza, le varie emergenze. Le note introduttive del volume consentono al lettore di entrare nei passi più significativi compiuti dall'Italia nelle relazioni bilaterali con l'Albania, principalmente sul terreno della sicurezza e della legalità.

Le relazioni euro-mediterranee

Cafaro S.
Edizioni Scientifiche Italiane 2013

Non disponibile

40,00 €
Il volume ricostruisce dal punto di vista giuridico il mosaico delle relazioni euromediterranee: politica europea di vicinato, accordi di associazione, politica estera e di sicurezza comune, passate e presenti esperienze di partenariato fino alla più recente Unione per il Mediterraneo. L'atteggiarsi delle relazioni tra le diverse sponde del Mare nostrum emerge in tutta la sua complessità, fatta di continue oscillazioni tra la dimensione bilaterale e quella multilaterale. Sarebbe riduttivo, oltre che geograficamente improprio, definirlo un rapporto tra una sponda nord ed una sponda sud. Non solo si escluderebbe la sponda orientale, ma si semplificherebbe eccessivamente un quadro fatto di realtà eterogenee. Forse la distinzione che meglio si attaglia è quella tra una sponda integrata - l'Unione - ed una fortemente disgregata, percorsa soprattutto a sud da fortissime tensioni sia all'interno dei singoli Paesi che tra di loro.

Il diritto pubblico europeo nella...

Dani Marco
CEDAM 2014

Non disponibile

40,50 €
Il volume si articola in tre parti. Nella prima si inquadra il problema della natura del diritto pubblico europeo, si ricostruisce il dibattito emerso in dottrina a questo riguardo e si presenta la prospettiva dei conflitti, ovvero l'impostazione metodologica seguita nel corso della ricerca. La seconda parte approfondisce l'analisi del diritto pubblico europeo nella prospettiva dei conflitti ad esso sottostanti.