GIURISPRUDENZA E ARGOMENTI D'INTERESSE GENERALE

Filtri attivi

Saggio (Potere giustizia politica)

Coppola Irene
Leone - 2018

Disponibilità Immediata

10,00 €
Il saggio è un tipo di scritto duttile e ponderato, giudizioso e significativo, non lungo, ma incisivo, mai pesante, sempre sapiente. Dotato di una freschezza intelligente che è rivolta a lasciare indelebile ed inevitabile traccia in ciascun lettore, perché riflettere ed osservare aiuta a fornire suggestioni e contributi da trasferire ad altri, al fine di migliorare e sostenere, sempre di più, la qualità della vita ed i diritti di tutti. Uno Stato senza saggio è come una regola senza equilibri tra pesi e contrappesi e non può (né potrà) mai dirsi, Stato.

Il diritto come «scienza di mezzo». Studi in...

D'Arienzo M. (cur.)
Pellegrini - 2018

Disponibilità Immediata

100,00 €
L'opera accoglie più di centoventi contributi di studiosi delle diverse branche del sapere giuridico, storico, filosofico ed economico. L'eterogeneità delle tematiche affrontate riflette proprio quella concezione del diritto ecclesiastico quale "scienza di mezzo" che a più riprese Mario Tedeschi ha sostenuto nei suoi lavori. Introduzione di Francesco Paolo Casavola, presentazione biografica di Antonio Fuccillo.

Diritto e società. Per un immaginario della...

D'Alessandro Lucio
Guida - 2018

Disponibilità Immediata

18,00 €
La sociologia è spesso intesa come strumento sincronico per costruire una teoria dei sistemi sociali in grado di restituire il quadro organico e concluso di uno degli insiemi di cui si compone il reale. Nell'indagare il rapporto tra diritto e società, questo libro si affida invece alla dimensione diacronica della Storia, per offrire una serie di immagini della cultura giuridica, dalle antiche società eroiche alle elaborazioni virtuose dell'Illuminismo, per giungere sino alla contemporaneità. Affiorano così, in tutta la loro complessità, alcune delle questioni nodali che tuttora ci interrogano e interrogano il legislatore: dai territori della maternità (in epoca di stepchild adoption e di femmes porteuses) al rapporto tra natura utilitaria dell'uomo e legislazione; dall'interpretazione della legge, in un caso concreto, da parte del giudice, alla possibilità di individuare un'epistemologia unitaria delle norme; dall'idea di costituzione materiale ai problemi, attualissimi, della proceduralizzazione e della socialità del diritto.

Andrea Arena tra verità e giustizia. Come...

Ferlazzo Natoli Luigi
Giambra - 2018

Disponibilità Immediata

10,00 €
Andrea Arena è stato un grande giurista e uno dei maestri più prestigiosi del Diritto commerciale nell'ultimo secolo. Fu membro della Commissione che predispose il Codice della Navigazione, nonché membro della Commissione che lo ha revisionato.

Magistratura e politica

Passigli - 2017

Disponibilità Immediata

28,00 €
I saggi contenuti nel presente volume si pongono l'obiettivo di mettere a fuoco il rapporto fra la "politica" - espressione di Parlamento, Governo, ma anche della domanda diffusa di giustizia proveniente dalla opinione pubblica - e la "magistratura" - intesa come ordine giudiziario, ma anche come singoli magistrati o le loro rappresentanze associative.In questo quadro, i contributi esaminano tale rapporto sia in un'ottica storica, dal periodo statutario a quello costituente e post-costituzionale, sia in un'ottica di stretta attualità, alla luce delle più recenti proposte di riforma della giustizia. Oggetto di approfondimento è il principio costituzionale della separazione dei poteri, declinato, con riferimento ai singoli magistrati, nel senso della imparzialità e della salvaguardia della loro indipendenza, sia interna, con particolare attenzione alla figura del pubblico ministero, sia esterna, con riguardo alle interferenze provenienti dalla politica e dall'opinione pubblica, nel contesto di una più ampia evoluzione della cultura giuridica, civile e politica dei magistrati. Ma il principio della separazione dei poteri viene approfondito anche nella sua accezione di autonomia ed indipendenza dell'ordine giudiziario, grazie anche al presidio del CSM e delle molteplici funzioni da esso svolte. Specifica attenzione viene prestata ai fenomeni degli incarichi extra-giudiziali dei magistrati e della partecipazione diretta dei magistrati alla politica. Più in generale, i singoli aspetti vengono analizzati anche alla luce del fenomeno del progressivo ritrarsi del legislatore -cioè della politica - dalla regolamentazione e dalla tutela dei nuovi diritti e della conseguente e progressiva espansione di un intervento "para-normativo" da parte della giurisdizione, sia essa nazionale che europea.A conclusione del volume si riportano gli interventi svolti nella tavola rotonda che ha visto partecipare magistrati, politici ed esponenti del CSM, i quali si sono soffermati sullo stretto rapporto che lega i temi sopra elencati e la attualità politica.

Gli anni della contestazione e della violenza....

Jemolo Arturo Carlo; Casalegno Carlo; Sinigaglia A. (cur.)
Aragno - 2017

Disponibilità Immediata

15,00 €
Dal carteggio che il giurista e storico Arturo Carlo Jemolo intrecciò con il giornalista Carlo Casalegno, diventato vicedirettore, emerge un'Italia tormentata da «una burocrazia inefficiente, da un'organizzazione giudiziaria incongruente, da un potere legislativo pletorico, da un dissesto finanziario inesorabile». È un forte desiderio di rinnovamento morale che rende le loro osservazioni preziose anche per le sfide che la nostra democrazia deve affrontare.

La giustizia come virtù

Sacco Antonio
Effatà - 2017

Disponibilità Immediata

29,00 €
La giustizia è necessaria per una realizzazione autentica del soggetto? Questo volume cerca di rispondere alla domanda riprendendo la prospettiva dell'etica delle virtù. La giustizia viene spesso studiata attraverso delle prospettive procedurali, ad esempio di tipo contrattualistico, e raramente viene analizzata come virtù del soggetto: cioè come una trasformazione delle sue qualità personali per poter giungere ad una prassi di giustizia, ad un agire giusto. In questo senso la virtù della giustizia realizza la tendenza umana alla socialità. Quest'ultima è davvero un bene umano solo in presenza della giustizia. La giustizia tuttavia non è mai isolata dalla tradizione in cui prende realtà concreta; ad esempio si declina nella tradizione cristiana. Dunque qual è lo specifico cristiano di questa virtù? Esso si rileva nella relazione tra la carità e la giustizia stessa. Quest'ultima, nella prospettiva teologale, è una delle opportunità per raggiungere il bene come compimento autentico, in Dio, del soggetto. In sintesi è possibile affermare che non esiste giustizia esteriore senza un soggetto diventato giusto umanamente e cristianamente

Attraversare i confini del diritto. Giornata di...

Torchia L. (cur.)
Il Mulino - 2016

Disponibilità Immediata

24,00 €
Nel corso della giornata di studio che gli allievi di Sabino Cassese hanno voluto dedicare al loro maestro in occasione del suo ottantesimo compleanno, alcuni eminenti studiosi si sono confrontati sui temi del potere pubblico e della sovranità statuale. Non una occasione agiografica, ma un'opportunità di riflessione interdisciplinare sulle sfide che il diritto incontra nell'epoca contemporanea. Portando ciascuno il proprio contributo disciplinare, A. von Bogdandy, M. D'Alberti, B. Sordi, M.R. Ferrarese, M. Cammelli, J.-B. Auby, M. Clarich, A. Pajno, G. Melis, M. Cartabia, G. Falcon, M. Libertini, J.H.H. Weiler, G. Amato hanno ragionato sul diritto pubblico del futuro, sulle sue contaminazioni, ibridazioni e sui possibili sviluppi.

La giustizia capovolta. Dal dolore alla...

Occhetta Francesco
Paoline Editoriale Libri - 2016

Disponibilità Immediata

14,00 €
È un saggio sul tema della giustizia riparativa, attenta cioè non solo a punire, ma anche a tutelare la dimensione umana insita in ogni offesa morale e materiale alla persona. Il volume parte dalla considerazione che spesso la pena inflitta al reo non tiene conto della riabilitazione della dignità della vittima. Occorre quindi promuovere un'idea di giustizia riparativa che la includa attraverso percorsi di riconciliazione. Ciò comporta una rivoluzione culturale - una giustizia capovolta - che contrapponga alla visione retributiva (incentrata sul rapporto tra reato e pena) quella riparativa. La riparazione comprende un percorso articolato in alcuni passaggi fondamentali: il riconoscimento da parte del reo della propria responsabilità; la comprensione da parte del reo dell'esperienza di vittimizzazione subita dalla vittima e del danno recato all'intera comunità; l'elaborazione, da parte della vittima, della propria esperienza di vittimizzazione. Il volume consta di due parti: la prima descrive la salute delle carceri, il fondamento giuridico e biblico della giustizia riparativa e include alcune storie di riconciliazione; la seconda riporta alcuni dialoghi dell'autore con Francesco Cananzi, appartenente al Consiglio Superiore della Magistratura; Daniela Marcone, vicepresidente di Libera; Guido Chiaretti, presidente dell'associazione di volontariato carcerario Sesta Opera San Fedele; don Virgilio Balducchi, ispettore generale dei cappellani delle carceri italiane.

Dante e la tradizione giuridica

Di Fonzo Claudia
Carocci - 2016

Disponibilità Immediata

23,00 €
Il volume affronta un tema ancora poco studiato nella pur sterminata bibliografia dantesca: le conoscenze giuridiche del Poeta e la loro presenza nella sua opera, in particolare nella Commedia. Non vi è dubbio, infatti, che il fitto intreccio tra sapere giuridico, teologico e filosofico sia il milieu culturale in cui nasce la Commedia e tanta poesia romanza delle origini; ma mentre gli ultimi due aspetti sono stati largamente indagati, quello dei riferimenti giuridici danteschi ha incominciato solo da poco a essere oggetto di ricerche approfondite. I saggi qui riuniti offrono una originale rilettura di Dante e della sua opera alla luce della tradizione giuridica antica e medievale, da Cicerone (cui è dedicata tutta una parte del libro) a Bartolo di Sassoferrato, senza trascurare la sua ricezione presso i commentatori antichi e nell'arte figurativa.

Diritto e linguaggio. Il prestito semantico tra...

Perri P. (cur.); Zorzetto S. (cur.)
ETS - 2016

Disponibilità Immediata

21,00 €
Il presente volume vuole approfondire il tema dei rapporti semiotici tra linguaggio ordinario e linguaggio giuridico. I saggi tengono conto di un duplice profilo: da un lato, la prospettiva filosofico-giuridica, intesa in senso ampio come comprensiva anche del punto di vista della linguistica generale e degli studi di ontologia semantica; dall'altro lato, la prospettiva informatico-giuridica, comprendendo in essa anche gli studi dedicati alla interoperabilità semantica delle banche dati giuridiche. Scopo del volume è analizzare quella che è una ovvietà sia per il giurista, sia per il non giurista, ossia che in ogni diritto vigente i discorsi giuridici appaiono formulati - perlomeno prima facie - in una lingua naturale. Benché questa circostanza sia sotto gli occhi di tutti, non è però evidente se i diritti vigenti, a ogni livello, ma anzitutto a livello semantico, facciano in effetti uso di quella stessa lingua e di quello stesso lessico che si usano nei contesti ordinari, ovvero se la lingua naturale in ambito giuridico cambi, per così dire, natura o presenti regole di funzionamento differenti, dipendenti dal contesto giuridico. La problematica in questione ha ricadute operative estremamente significative, anche da un punto di vista strettamente informatico-giuridico, tenuto conto degli attuali tentativi d'incorporare nella ricerca giuridica quegli algoritmi di analisi semantica tipici dei motori di ricerca generici più adoperati nel quotidiano.

Un calcio alle sbarre. Il caso giudiziario di...

Sinigaglia S. (cur.); Antomarini A. (cur.)
Affinità Elettive Edizioni - 2016

Disponibilità Immediata

13,00 €
Il 13 novembre del 2015 Alessio Abram è stato arrestato e condotto in questura, dove gli è stata notificata una condanna a 5 anni e 2 mesi per mancato rispetto del Daspo. Alessio era sottoposto al provvedimento di restrizione da circa dieci anni, e solo poche volte non è andato a firmare in questura. Eppure, il mancato ricorso del legale ha portato a questa incarcerazione assurda e kafkiana. A dicembre la condanna è stata ridotta a 3 anni e 4 mesi. Ancora troppi e inaccettabili per una violazione che andrebbe sanzionata a livello amministrativo, non certo con la detenzione. Dopo il suo arresto si è dispiegata una mobilitazione che è andata ben oltre i confini locali. Per questo, lo Spazio Comune Heval di Ancona ha ideato questo libro che raccoglie i contributi di chi ha conosciuto e apprezzato l'impegno sociale di Alessio, volto soprattutto a facilitare l'inserimento dei migranti nel tessuto cittadino attraverso lo sport. Scrittori, giornalisti, artisti e intellettuali hanno raccolto l'invito, ben comprendendo l'importanza di una battaglia di libertà.

L'Alternativa (1973-1980)

Auriti Giacinto
Solfanelli - 2016

Disponibilità Immediata

20,00 €
Il periodo in cui Giacinto Auriti ha collaborato con L'Alternativa, l'agenzia di stampa del Centro Studi Politici e Costituzionali, è stato forse il più fecondo della sua vita. Nell'arco di sette anni, anche perché pressato da Marino Solfanelli, il giornalista amico che dirigeva L'Alternativa, scrisse quasi ottanta tra articoli e contributi vari. In essi si ritrovano, organicamente strutturati e trattati secondo prospettive pluridisciplinari, o almeno già contenenti in nuce i futuri sviluppi, tutti i punti forti del pensiero di Auriti. Il professore di Guardiagrele riafferma costantemente, in questi scritti, la concezione cristiana e classica della società, del diritto, della moneta. Egli sostiene senza tentennamenti la dottrina sociale della Chiesa, e specialmente il principio proclamato dal Papa della Rerum Novarum, S.S. Leone XIII: "Tutti proprietari e non tutti proletari"...

Fondamenti e svolgimenti della scienza...

Garofalo Luigi
Giappichelli - 2016

Disponibilità Immediata

25,00 €
"I saggi qui raccolti, che il sottotitolo del libro indica come nuovi perché tali sono rispetto a quelli pubblicati in un mio volume del 2005 di cui ho ripreso fedelmente il titolo, mirano a mostrare, al pari dei precedenti, l'importanza dello studio del pensiero giuridico romano nella formazione del giurista d'oggi, specie se destinato a operare nell'ambito di un ordinamento come il nostro, nel quale, attraverso mediazioni varie, sono fluite molteplici strutture normative dell'antichità latina. La scientia iuris di cui egli deve impadronirsi per poi farne quotidiana applicazione nell'attività che sarà chiamato a compiere, sia essa di interpretazione - anche a fini pratici - di enunciati legislativi o di formulazione degli stessi o di ricostruzione sistematica, trova infatti i suoi fondamenti nelle variegate dottrine dei prudentes ed è ovviamente il frutto degli svolgimenti ai quali le loro soluzioni e argomentazioni hanno dato incessantemente luogo nel corso del tempo." (dalla premessa)

Al tempo del neoformalismo giuridico

Villanacci Gerardo
Giappichelli - 2016

Disponibilità Immediata

17,00 €
"Il neoformalismo giuridico è fenomeno che nasce nel nostro ordinamento in risposta alle incessanti istanze di tutela avanzate dal diritto europeo a favore della parte debole del rapporto contrattuale nel più generale quadro istituzionale incline a promuovere e rivalutare esigenze di giustizia sostanziale. Tuttavia la predisposizione di schemi logici astratti nonché l'esperibilità di rimedi fissi e predeterrninati, plasmati dal legislatore sul bene da tutelare, non sono valsi a garantire l' effettiva soddisfazione del soggetto leso o di colui che fa valere un certo diritto poiché la disciplina astrattamente intesa non è in grado di abbracciare la complessità fenomenica in tutte le sue sfaccettature né tanto meno di ponderare con esattezza gli interessi connessi ad una certa pretesa, così da mettere a repentaglio il conseguimento del bene anelato per effetto di strumenti spesso inadeguati o inefficaci." (Dalla Prefazione)

Terra contro mare. Riflessioni sul nuovo ordine...

Carloni Stefano
Youcanprint - 2016

Disponibilità Immediata

10,00 €
Questo saggio ricostruisce criticamente l'"itinerarium mentis" che ha condotto il giurista di Plettenberg, a partire dalla sua autocoscienza di tedesco sconfitto e umiliato dai diktat di Versailles, a formulare dapprima una teoria dei "grandi spazi" come superamento degli Stati nazionali, e poi a costruire una filosofia della storia basata sulla contrapposizione fra Terra e Mare. Una visione, quella di Schmitt, centrata sull'odio nei confronti dei popoli marittimi anglosassoni e tendente a condannare senza appello liberalismo e democrazia, alla quale l'autore oppone una antropologia relazionale in cui l'"uomo della terra", ontologicamente radicato nella chiusura della politica - e pertanto storicamente escludente e guerrafondaio -, è destinato a essere trasceso e vinto dall'"uomo del mare", la cui apertura fondata sul diritto si manifesta come universalismo includente e pacificante.

La costituente. Pr estirpare il cancro dei...

Callegari Dante
Vincenzo Grasso Editore - 2016

Disponibilità Immediata

20,00 €
Non è un saggio di fantapolitica, perché la proposta politica contenuta non è irrealizzabile. Certamente non è un romanzo e non ha la suspense del "come andrà a finire?". La ricostruzione di una normativa che non soggiaccia alla logica dei privilegi, e che risponda al desiderio di giustizia che da sempre è insito nella stessa vocazione sociale dell'uomo, potrà sembrare fantascienza per chi non ha nemmeno la fantasia d'immaginare la politica senza partiti, lobby, sindacati, corruzione, clientelismo, nepotismo & co. Dal testo si ricava che la farraginosità delle regole giuridiche si è conformata spesso a garanzia del delinquente e non anche dell'onesto. Inoltre, si auspica di sottrarre la "cosa pubblica" alla logica di spartizione, tentando di demolire la cupola delle lobby e dei privilegi. Le semplici espressioni di buon senso di offerte in questo lavoro hanno lo scopo di stimolare una critica costruttiva volta a intuire nuove soluzioni da elaborare in un rinnovato progetto costituente. Se un nuovo diritto saprà restituire pari dignità all'uomo e un'universale volontà politica saprà abbattere il privilegio, allora potremo recuperare, almeno per i nostri figli, la giustizia.

Libertà o arbitrio. «Memoriale di un magistrato»

Osnato Antonio
Araba Fenice - 2016

Disponibilità Immediata

14,00 €
La legge è uguale per tutti. Antonio Osnato, magistrato siciliano di lungo corso, ha trascorso la vita a cercare di conciliare la realtà giuridica con il proprio sogno di onestà professionale e intellettuale. Dalle pagine di questo libro, ricchissimo di aneddoti e di storie giudiziarie, emerge un'Italia in perenne instabile equilibrio politico e civile. Osnato non fa sconti a nessuno, né ai colleghi né tantomeno alla realtà della nostra storia contemporanea. Ha cercato rifugio in Dio e nella poesia, sempre comunque con la barra ben dritta verso una buona giustizia. Un libro per pensare e indignarsi, un libro, al di là di ogni "schifezza" umana, pieno di speranza.

La mediazione civile e commerciale: teoria e...

Scandale F. (cur.); Lomaglio B. (cur.)
Franco Angeli - 2014

Disponibilità Immediata

21,00 €
Questo manuale si propone come strumento formativo per chi desidera intraprendere l'attività di mediatore civile e commerciale e come punto di riferimento per mediatori, organismi di mediazione e avvocati. L'obiettivo è quello di integrare l'approccio teorico con quanto osservato nella pratica maturata dall'entrata in vigore del d.lgs. 28 del 4 marzo 2010, offrendo al lettore una conoscenza "da vicino" della mediazione civile e commerciale. Il volume è strutturato in tre parti: quadro di riferimento, tecniche di mediazione, analisi di casi. La prima parte indaga i mutamenti sociali e culturali che stanno contribuendo all'affermarsi della pratica della mediazione e delinea l'attuale quadro normativo, analizzandolo anche in ottica comparata rispetto al modello anglosassone. Vengono inoltre analizzati il ruolo e le responsabilità degli organismi di mediazione privati e la figura del mediatore. La seconda parte del volume fornisce al mediatore un insieme di conoscenze e di strumenti indispensabili per una corretta gestione della procedura di mediazione. Nella terza parte, infine, sono presentati e analizzati numerosi casi pratici di mediazione con particolare riferimento ad alcune delle materie che presentano un maggior grado di complessità, quali la responsabilità medica, le anomalie bancarie, i contratti bancari, finanziari e assicurativi, le successioni ereditarie e le locazioni.

Il futuro è adesso. La grande rete e la Terza...

Orlando Leoluca
Melampo - 2013

Disponibilità Immediata

16,00 €
Politico tra i più anomali comparsi nella storia politica della Repubblica, cinque volte sindaco della sua città, irriducibile a obbedienze di partito, tribuno e intellettuale a un tempo, Leoluca Orlando disegna in questo libro il futuro di un'Italia finalmente libera da gabbie e nomenclature partitiche. "Il futuro è adesso" costituisce un vero e proprio manifesto politico, ma è anche il punto di arrivo di una biografia dura e appassionata che ha il suo centro nella Palermo martoriata dai delitti eccellenti e dalle stragi di mafia, che passa per la rivolta civile delle "primavere" palermitane, per la prima vera rottura della Democrazia cristiana e la speranza nazionale del movimento "La Rete". Le asprezze e anche le umiliazioni di una politica senz'anima non hanno attenuato l'entusiasmo del sessantenne che immagina qui, in un impasto di cultura e politica, diritto e morale, estetica e linguaggio, l'arrivo di una Terza Repubblica in cui la sua Palermo giochi un ruolo da protagonista. Perché, come ama ripetere citando Pablo Picasso, "ci vuole molto tempo per diventare giovani".

In assise. Ricordi di vita giudiziaria sarda

Berlinguer Mario
Il Maestrale - 2012

Disponibilità Immediata

10,00 €
A quasi settant'anni dalla pubblicazione per Mondadori (1944) si ripropone questa variegata galleria di ricordi giudiziari di Mario Berlinguer, insigne avvocato e uomo politico. Un'abbondante aneddotica di vita forense si svolge in queste pagine, mossa da abilità di racconto e di ritratto espressivo, alimentata da un'autentica vena umoristica. Sfilano così di fronte al lettore singolari figure di imputati, testimoni, giudici, difensori, e con loro un'intera società. Pastori analfabeti però pratici di cavilli procedurali, assassini con alibi inventati eppure inattaccabili, false testimonianze di alto impegno narrativo, furti di bestiame come sparizioni magiche, diatribe frizzanti fra difensori e pubblici ministeri. Grandi e piccole storie di una Sardegna criminale letta con sensibilità intellettuale e antropologica, oltreché giuridica: dalla grande disamistade di Orgosolo al briccone cittadino che vive d'espedienti. Ne risulta anche un breviario d'arte dell'avvocatura, con una galleria di principi del foro e un'appendice sulla tecnica dell'oratoria forense.

Diritto e letteratura. La giustizia narrata

Vitale Vincenzo
SugarCo - 2012

Disponibilità Immediata

16,00 €
Gli studi sul rapporto fra diritto e letteratura, fioriti soprattutto in area anglosassone, da qualche anno interessano molto anche i giuristi italiani. La letteratura non si limita a porsi in una situazione di semplice "rapporto" con il diritto, ma propizia una vera "palingenesi" del diritto, consentendogli di ritrovare dentro di sé quella esigenza di giustizia che da alcuni decenni a questa parte sembra quasi dimenticata da parte della prevalente cultura giuridica europea. In questo senso, la letteratura svolge per il giurista una funzione fondamentale, perché, aiutandolo a riscoprire la giustizia quale verità del diritto, lo induce a orientarsi verso l'unica dimensione davvero ineludibile per lui e per il mondo. Attraverso l'esplorazione originale di alcune delle più affascinanti pagine di grandi autori della narrativa mondiale, questo libro permette, da prospettive diverse, di toccare con mano come al di là di ogni forma di nichilismo o relativismo propagati dalla cultura contemporanea, il diritto, privato della giustizia, rischi di trasformarsi in una arbitraria e pericolosa forma di esercizio del puro potere, strumento di sopraffazione dell'uomo sull'uomo.

Il delitto del cervello. La mente tra scienza e...

Lavazza Andrea; Sammicheli Luca
Codice - 2012

Disponibilità Immediata

15,00 €
L'immagine di uomo adottata dal diritto cioè di persona libera, razionale, consapevole e padrona delle proprie azioni, viene oggi messa radicalmente in discussione dalla ricerca neuroscientifica. Dagli studi più recenti emerge che certe emozioni hanno spesso il sopravvento sulla ragione, che a nostra insaputa siamo condizionati dalle circostanze e che il nostro io è meno solido di quanto pensiamo. La genetica e le neuroscienze sembrano dunque costringere l'ordinamento giuridico a tornare su alcuni suoi quesiti centrali: l'agire criminale è da ritenersi normalmente libero, frutto di un'intenzione consapevole del soggetto? Ha senso punire chi è "determinato" all'aggressività? E a porsene di nuovi: si moltiplicheranno le assoluzioni grazie agli esami cerebrali dell'imputato? Gli psicopatici dovranno essere "scusati" a motivo del loro (presunto) deficit di empatia? Temi tipici delle aule di giustizia, ma fondamentali anche nella concezione generale dell'essere umano; temi che sotto la pressione delle scienze cognitive da più parti si propone di ridefinire, come è già accaduto in alcune discusse sentenze. Andrea Lavazza e Luca Sammicheli offrono la prima panoramica unitaria e ragionata delle ricadute giuridiche, filosofiche e sociali di tali complesse questioni. Con una conclusione che non necessariamente vede il cervello "uccidere" mente e diritto.

Storie di locazioni e di fantasmi

Caterina Raffaele
Rubbettino - 2011

Disponibilità Immediata

10,00 €
Come deve reagire il giudice se l'inquilino o il compratore di una casa chiedono di poter provare che essa è infestata dai fantasmi al fine di svincolarsi dal contratto? Oppure se lamentano che il locatore o il venditore ha taciuto, al momento dell'accordo

Si poteva far meglio. Spunti e appunti in tema...

Favalli Mario
Ad Est dell'Equatore - 2011

Disponibilità Immediata

10,00 €
"Si poteva far meglio" parte da un'analisi, tendente alla ricostruzione del fatto penalmente rilevante, o della sua inesistenza, e alla natura dell'occorrente per ricostruire la verifica di tale attività. Mario Favalli conseguentemente individua la tipologia dei magistrati più dotati. Dall'essenza del processo e dei procedimenti si evince che i magistrati da utilizzare per i più importanti processi dovrebbero essere quelli dotati di intelligenza analitico-creativa. Eppure la scelta cade quasi sempre su esponenti delle correnti associative, sponsorizzati dai capi di strutture apicali, e in genere su persone qualificate come "uomini di azione". Senza tralasciare la descrizione di casi concreti di scelte improprie fino a quelle ostili e implosive nei confronti del giudice Giovanni Falcone. Un libro a metà tra il saggio e l'inchiesta, scritto ora con precisa puntualità dei dettagli, ora con sarcasmo e ironia.

Diritto e narrazioni. Temi di diritto,...

Mittica M. P. (cur.)
Ledizioni - 2011

Disponibilità Immediata

39,00 €
Il presente volume raccoglie i contributi del secondo convegno nazionale della Italian Society for Law and Literature (ISLL) "Diritto e narrazioni. Temi di diritto, letteratura e altre arti" che si è svolto a Bologna nel giugno del 2010.

Cercare il diritto

Pascuzzi Giovanni
Zanichelli - 2011

Disponibilità Immediata

32,30 €
Quest'opera si rivolge a quanti intraprendono lo studio del diritto. Il giurista è chiamato a risolvere problemi. Un esempio classico è rappresentato dalla necessità di dare risposta ad un quesito di natura giuridica. Posto di fronte ad un caso concreto, il giurista deve "cercare il diritto" che disciplina la vicenda e applicarlo. Si tratta, a ben vedere, di azioni ben distinte. Da un lato, c'è l'attività di reperimento del diritto cui segue, dall'altro, l'attività più squisitamente tecnica di costruzione del ragionamento in vista della soluzione. La riconduzione di una vicenda concreta ad una regola generale richiede un lavoro sapiente. Occorre innanzi tutto individuare con esattezza gli elementi rilevanti costitutivi del problema e poi sceverare tra gli enunciati normativi, gli orientamenti giurisprudenziali e gli insegnamenti dottrinali quelli che si attagliano al problema così configurato. Un'ulteriore difficoltà è costituita dalla quantità di materiali entro i quali cercare quelli effettivamente utili nel caso concreto. La mole di dati che il giurista deve conoscere e padroneggiare è oggi considerevolmente più cospicua che in passato. Questo libro si propone di rendere familiari gli strumenti disponibili tanto cartacei (es.: raccolte di leggi o repertori) quanto elettronici (es.: banche dati o siti internet) utili a reperire i dati giuridici, ovvero: atti normativi, pronunce giurisprudenziali, contributi dottrinali.

Notai e Costituzione

Ipsoa - 2010

Disponibilità Immediata

30,00 €
Il volume raccoglie gli atti presentati al Convegno svoltosi a Napoli il 12 dicembre 2008 organizzato dall'Associazione Sindacale dei notai della Campania per celebrare il 60° anniversario della Costituzione Italiana. Il tema scelto dagli organizzatori è stato quello del ruolo del notaio e del Notariato nei sessant'anni di storia repubblicana ed i profili di "costituzionalità" della funzione pubblica notarile. I relatori intervenuti nel dibattito, hanno delineato la figura del notaio latino e la delicata funzione da lui svolta, nel processo di sviluppo dell'economia e di evoluzione dell'ordinamento giuridico, dimostrandone il rilievo costituzionale.

Il diritto va in scena. Analisi della...

Carzo Domenico
Aracne - 2010

Disponibilità Immediata

10,00 €
Il presente volume si propone di studiare il linguaggio processuale televisivo in cui "immagine" del diritto e linguaggio televisivo diventano i due nodi focali attorno ai quali si articola l'analisi della spettacolarizzazione dei processi giudiziari simulati. L'autore indaga gli effetti che la messa in scena dei conflitti giuridici ha sul pubblico della trasmissione "Verdetto finale"; visitando gli studi televisivi realizza così un viaggio etnografico all'interno di un prodotto dell'industria culturale, un viaggio per comprendere idee, scrittura, performance, spazi, retroscena. Un testo utile per valutare analogie e connessioni tra eventi giuridici e fenomeni comunicativi.

Regole e finzioni. Il sistema giudiziario nella...

Pitasi A. (cur.)
Franco Angeli - 2010

Disponibilità Immediata

20,00 €
Che rapporto c'è tra realtà e fiction? In che modo gli schemi e le regole narrative influenzano e mutano le relazioni sociali e i processi di comunicazione? Esiste, oggi, una vera differenza tra conoscenza del diritto e percezione della conoscenza del diritto alterata dai media? La violenza diffusa dalla tv e dagli altri mezzi di comunicazione può determinare il modo di sentirsi più o meno sicuri all'interno di un sistema sociale? Le narrazioni dei serial televisivi, incrementano i pregiudizi nei confronti del delitto e della pena? Infine, gli schemi ricorrenti della fiction alimentano la creatività o la banalizzano attraverso la replicazione abitudinaria di meccanismi narrativi sempre uguali perché funzionali alle regole dell'intrattenimento? Forse il filo conduttore di questo libro si poggia sui precedenti interrogativi. Finora le società hanno necessitato di sistemi di significazione che continuano, per il momento, a guidare gli orientamenti comportamentali degli attori sociali, attraverso un corpus di valori e di regole. Ma cosa accade quando il senso e i sensi della realtà vanno in cortocircuito, alterati da altri sistemi che cercano di rappresentare il "doppione" mediatico dei primi? Il diritto è uno tra i possibili modelli di programmazione che fornisce istruzioni al sistema sociale.

Fondamenti di psicologia giuridica

Patrizi Patrizia
Il Mulino - 2009

Disponibilità Immediata

18,50 €
Questo volume si propone di elaborare e sistematizzare alcuni dei principali argomenti e problemi che riguardano il rapporto fra la psicologia giuridica e la sua matrice psicologico-sociale. Attraverso una puntuale ricostruzione degli aspetti teorici e applicativi più rilevanti che caratterizzano l'interazione fra i due ambiti, gli autori forniscono un ampio quadro di tale disciplina, delle sue premesse, dei suoi strumenti e delle prospettive che essa apre. Ne delineano inoltre identità e confini a partire dalla sua costituzione come materia accademica, evidenziandone la natura interdisciplinare. INDICE DEL VOLUME: Evoluzione teorica e nuovi modelli per lo studio della devianza e della criminalità. Attori sociali e responsabilità. Interazioni e interazionismi. La dimensione spaziale dei comportamenti sociali. Comportamenti prosociali e antisociali. Il coordinamento delle azioni sociali per il benessere individuale e collettivo.

La responsabilità amministrativa e contabile...

Lasalvia Massimo
EPC - 2007

Disponibilità Immediata

23,00 €
Il libro offre un panorama pratico e dettagliato delle principali regole del buon agire amministrativo e della corretta gestione delle risorse pubbliche. Regole e disposizioni che tutti coloro che operano nella Pubblica Amministrazione devono tenere ben presenti per non incorrere nel rischio di risponderne patrimonialmente. Il volume presenta la più completa e aggiornata rassegna degli orientamenti giurisprudenziali e dottrinali, nonché della normativa più recente, ivi incluse le disposizioni contenute nella legge finanziaria per il 2006, che hanno introdotto il c.d. "condono" o "patteggiamento" contabile, e quelle incluse nel decreto fiscale che hanno innalzato i limiti del giudizio "monitorio" e ridisciplinato la liquidazione delle spese legali e di giudizio. È inoltre presente un'ampia appendice con schemi esemplificativi, 100 massime di sentenze della giurisprudenza costituzionale, civile e contabile, ed i principali testi di legge regolanti la materia. Uno strumento indispensabile, infine, per la preparazione ai concorsi nelle giurisdizioni superiori, amministrativa e contabile, e nell'Avvocatura dello Stato.

Forme e momenti del ragionare nel diritto

Sagnotti Simona C.
Giappichelli - 2005

Disponibilità Immediata

13,00 €
Argomenti trattati: il ragionamento giuridico; i buoni ragionamenti dei sofisti; il ragionamento dialettico in Platone e in Aristotele; un esempio di ragionamento giuridico nel pensiero classico romano; il ragionamento dialettico nel diritto; ragionamento dialettico e interpretazione della legge: i contributi in Italia.

Il cammino di Dike. L'idea di giustizia da...

Jellamo Anna
Donzelli - 2005

Disponibilità Immediata

21,90 €
Qual è l'origine dell'idea di giustizia che è alla base della nostra cultura? Tradizione vuole che la data ufficiale dell'ingresso di questo concetto nella storia del pensiero occidentale sia il V secolo a.C. con i sofisti, con Socrate, e con i grandi tragici. In questo libro l'autrice si propone di indagare l'origine arcaica del concetto di giustizia in un'epoca in cui filosofia, teologia e poesia fanno ancora parte del patrimonio condiviso dai sapienti. Eppure in questa nozione arcaica di giustizia sono già presenti tutti gli elementi che ancora oggi la connotano: la reciprocità, la simmetria, l'uguaglianza, la proporzione.

L'ordine del diritto. Perché l'analisi...

Friedman David D.
Il Mulino - 2004

Disponibilità Immediata

38,00 €
L'approccio economico al diritto - dettagliatamente illustrato in questo volume - fornisce uno strumento per valutare le norme giuridiche sulla base della loro efficacia nel raggiungere un dato obiettivo e, nello stesso tempo, consente, analizzando il sistema di norme, di dedurre quale sia l'obiettivo reale che la norma, di fatto, persegue. Attingendo a numerosi esempi tratti dall'esperienza comune, Friedman introduce il lettore, con prosa chiara e vivace, all'analisi economica del diritto nelle sue molteplici decinazioni. David D. Friedman insegna nella University of Santa Clara School of Law. In Italia ha pubblicato "L'ingranaggio della libertà. Guida a un capitalismo radicale" (Liberilibri, 1997).

Metamorfosi del giudice. Riflessioni su...

Marafioti Domenico
Rubbettino - 2004

Disponibilità Immediata

10,00 €
Da polemista, testimone di mezzo secolo di vicissitudini della Giustizia, Domenico Marafioti torna ora, attraverso un'indagine di ampio respiro, su un problema di scottante attualità, inerente il fenomeno dello strapotere della Magistratura. Il divario tra

Il diritto delle prove alla deriva

Damaska Mirjan R.
Il Mulino - 2003

Disponibilità Immediata

18,00 €
Damaska traccia i fondamentali del diritto probatorio di "common law", caratteristico dei paesi angloamericani; e insieme, attraverso riferimenti continui, le linee attuali dei diritti probatori di "civil law": cioè i diritti europei continentali, fra cui quello del nostro paese. Si rivisita il modo in cui la prova è nei Paesi angloamericani raccolta, presentata, vagliata. Si rievocano i caratteri tradizionali di quel sistema: la corte bipartita fra il giudice, signore delle questioni di diritto, e la giuria, i dodici cittadini che decidono, con verdetto immotivato, sulla verità del fatto; la concentrazione del processo; il ruolo predominante delle parti nel giudizio.

Quale didattica per quale diritto? Una proposta...

Foglia Aldo
Casagrande - 2003

Disponibilità Immediata

32,00 €
L'insegnamento del diritto nelle scuole non deputate alla formazione di giuristi dovrebbe essere qualcosa di molto diverso sia dalla pratica del diritto, sia dalla scienza accademica del diritto, posto che l'intenzione sia quella di aiutare a comprendere il ruolo che esso occupa nella nostra società. Di fatto, però, l'insegnamento di questa disciplina si riduce spesso a un'esposizione tecnica dei principali istituti giuridici contenuti nei codici e nelle legislazioni. Secondo l'autore è dunque diventato necessario avviare una riflessione di fondo sulle finalità cognitive perseguite dalla materia "diritto" negli ambiti scolastici specificati, tenendo conto di quelle che possono essere le aspettative e le reali capacità degli studenti.