Varanini Francesco

Varanini Francesco

Le cinque leggi bronzee dell'era...

Varanini Francesco
Guerini e Associati

Disponibile in libreria

24,50 €
Gli esperti dell'innovazione ci stanno convincendo che esistono leggi indiscutibili che si impongono nel futuro del mondo digitale, come fossero leggi di Natura. Quali sono queste norme che subiamo passivamente? Sono davvero inevitabili? Mentre nella prima parte del saggio si osserva come strumenti e piattaforme digitali rischino di trasformare il cittadino in un mero utente di servizi e di mondi gicostruiti, nella seconda parte si mostra invece una via praticabile e confortante: serve conoscere le Cinque Leggi per poterle trasgredire.

Le parole del manager. 108 voci per...

Varanini Francesco
Guerini e Associati

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,50 €
Da "Amministratore" a "Vision", un viaggio, un piccolo dizionario per manager interessati ad approfondire la conoscenza del mondo in cui vivono, per knowledge worker appassionati, per lavoratori che non rinunciano a pensare, per lettori curiosi. Asset, auditing, borsa, brand, brief, budget, burocrazia, canvass, e poi hardware, impresa, industria, fino a software, stock, strategia, trend, parole che per fretta e abitudine troppo spesso usiamo come passepartout o toccasana, senza riflettere. Eppure, a ben guardare, solo ponendo attenzione al significato celato dietro espressioni che diamo per scontate, solo seguendo la loro evoluzione nel corso dei secoli, l'impresa, l'organizzazione e il lavoro ci svelano il loro senso. Parole indispensabili, senza le quali non potremmo stabilire relazioni, negoziare, imporre il nostro punto di vista, convincere, fare programmi, spiegare risultati. Scrive l'autore: "Mi piace immaginare che presto vi troverete a tenere il libro tra le mani senza un evidente scopo, e comincerete a saltare di qua e di là, a navigare da pagina a pagina, tra parola e parola. Cosa questo atteggiamento, questo modo di agire, abbia a che fare con il management, il governo, la direzione, o lo sapete già, o lo scoprirete leggendo".

L'irresistibile ascesa del...

Varanini Francesco
Guerini e Associati

Disponibile in libreria in 5 giorni

9,50 €
Vena poetica, ironia e riflessioni "alte" si fondono in una sequenza di versi liberi, colti, raffinati, divertenti. Dedicato al largo pubblico, un breve volume, un "divertissement" d'autore dalla simpatia e dall'estro di un conosciuto professionista.

Contro il management. La vanità del...

Varanini Francesco
Guerini e Associati

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,50 €
Il manager appare sulla scena all'inizio degli anni Trenta. Tecnico puro, specializzato nella direzione di grandi organizzazioni, gli è affidato il compito di condurre l'economia fuori dalla crisi. Oggi, in anni segnati da una nuova crisi, ritroviamo il manager ridotto a figura impotente e inutile. Anzi, dannosa. Non più baluardo dell'economia produttiva di fronte alle pretese della speculazione finanziaria, ma all'opposto rappresentante degli interessi della finanza all'interno delle aziende. Non più remunerato in funzione dei risultati produttivi dell'impresa, ma compensato invece in funzione dell'apprezzamento di un titolo da parte della Borsa. Eppure il manager gode di credito. Anche perché il ruolo è celebrato da una pseudo-scienza: il management. Guru, Business School, società di consulenza strategica ben poco spiegano di ciò che in realtà accade - e anzi contribuiscono a nasconderlo. Questo libro nasce dall'indignazione. Per lo spreco di risorse, per l'ipocrisia, per il cinismo. Aziende asservite all'interesse privato di chi dovrebbe essere al loro servizio. Il valore misurato con l'unico metro del denaro. Luoghi dove potrebbe sprigionarsi la creatività, dove potrebbe regnare il piacere legato al lavoro, trasformati in deserti affettivi, dove vigono abuso e sfruttamento.

Le vie della formazione....

Bocchi Gianluca
Guerini e Associati

Disponibile in libreria in 5 giorni

23,00 €
Più che alla relazione tra docenti e discenti, più che agli strumenti formativi, importa oggi porre attenzione alla formazione intesa come 'prendere forma': il manifestarsi di nuovi saperi, di nuovi modi di agire. Siamo tutti oggi, allo stesso tempo, docenti e discenti. Il libro inizia come dialogo, e si svolge poi come raccolta di testi scritti nel corso degli anni da due autori che si avvicinano, da punti di vista diversi, a un comune interesse: il variegato campo dell'apprendimento e della costruzione sociale di conoscenza. Il libro appare dunque anche testimonianza di una reciproca formazione: ognuno usa le metafore e le chiavi di lettura che gli sono proprie. La letteratura e la poesia, la scienza, la geopolitica, la tecnologia appaiono così come differenti, ma convergenti vie della formazione. Dunque, uno strumento utile sia per insegnanti impegnati nella scuola e nell'università, sia per formatori aziendali. Per coach e per counselor. Per manager impegnati nello sviluppo delle Risorse Umane, e, più in generale, per manager attenti alle persone. Ma anche un manifesto politico: serve oggi, per il nostro Paese, una nuova alleanza fra conoscenza e progettualità. La formazione è una delle chiavi centrali di questa nuova alleanza. La sfida è appena cominciata, e richiede nuovi contributi, nuove attenzioni, nuove passioni.

Narrare le capacità

Gallo Angela
ESTE

Non disponibile

20,00 €
Le competenze, dalle quali dipende la qualità del nostro lavoro, sono composte da due categorie di requisiti: conoscenze tecnico-professionali e capacità. Le prime rappresentano il sapere applicato al contesto lavorativo, le seconde si traducono in comportamenti attraverso i quali le conoscenze vengono applicate. Angela Gallo ha individuato, e accuratamente descritto, 15 capacità che, al pari dell'apparato muscolare che permette all'organismo di muoversi, consentono alle conoscenze di mettersi in moto. Le capacità sono specifiche modalità del fare - che apprendiamo facendo - e risiedono nella memoria di lungo termine: sono il risultato delle nostre esperienze. E qui entra in scena il romanzo. In una sorta di controcanto, Francesco Varanini torna a descrivere le stesse capacità attraverso la penna di romanzieri, abilissimi a dar forma a capacità 'messe in campo'. Nelle narrazioni proposte in questo volume i protagonisti agiscono comportamenti che descriveremmo come efficaci perché conducono verso un epilogo che appare agli occhi del lettore il più giusto, il più naturale, il più vero. Per questo, rileggere le capacità chiave, per affrontare consapevolmente il nostro presente utilizzando le lenti di chi ha saputo intuire con tanta raffinatezza come dovremmo orientare i nostri comportamenti, è tempo speso bene.

Il principe di Condé

Varanini Francesco
ESTE

Non disponibile

20,00 €
Il Principe di Condé, racconta Manzoni ne I Promessi sposi, dormì profondamente la notte prima della battaglia campale, tranquillo, perché "aveva già dato tutte le disposizioni necessarie, e stabilito ciò che dovesse fare, la mattina". Non altrettanto Don Abbondio: vittima del timore e dell'insicurezza, i suoi sonni sono agitati. Al risveglio, il malcontento gli impedirà di mettere in campo le risorse che pure sono alla sua portata. È un monito rivolto a tutti coloro che non vogliono rinunciare a cogliere un senso nel loro lavoro. Donne e uomini, segretarie e amministratori delegati, operai, impiegati e dirigenti: tutti in fondo, allo stesso modo, con lo stesso impegno e con la stessa dedizione lavoriamo. E tutti, nonostante il pesante clima che non di rado inquina l'ambiente di lavoro, nonostante indebite appropriazioni dei frutti del nostro affannarci, nonostante gli altri non capiscano chi siamo e cosa stiamo veramente facendo, nonostante tutto, desideriamo che il nostro lavoro abbia senso, per noi e per gli altri. Per questo tutti, anche sottraendo in apparenza tempo al lavoro, dovremmo saperci fermare, dedicandoci alla lettura di romanzi. Leggendo romanzi allentiamo la tensione, permettiamo alla nostra fantasia di viaggiare altrove ma, allo stesso tempo, siamo stimolati a vedere con sguardo diverso la realtà che abbiamo quotidianamente sotto gli occhi.

Viaggio letterario in America latina

Varanini Francesco
Ipoc

Non disponibile

35,00 €
Negli anni Sessanta, gli stessi della Rivoluzione cubana, appare sulla scena letteraria una generazione di scrittori latinoamericani accomunati da una nuova coscienza politica e culturale, da una grande libertà espressiva, dall'esaltazione della natura e della libertà: la "generazione del boom", che ha in García Márquez l'esponente esemplare. In realtà, ciò che appariva allora nuovissimo non era che l'ultimo frutto di una lunga e complessa storia, dove lo sguardo americano e lo sguardo europeo si incontrano e si scontrano, si confermano e si contraddicono. Ripercorrendo le strade di una mappa immaginaria che attraversa l'intero continente, l'autore ci fa da guida in un itinerario lontano da ogni canone. Si smascherano cattivi maestri: Neruda, Carpentier; si rileggono le voci più alte: Borges, Lezama Lima; si celebrano autori rimasti fedeli alle proprie radici: Cortázar, Cabrera Infante; si portano alla luce tesori misconosciuti: Felisberto Hernández, Adalberto Ortiz, Andrés Caicedo.

Macchine per pensare. L'informatica...

Varanini Francesco
Guerini e Associati

Non disponibile

24,50 €
Nel giro di mezzo secolo, lo scenario nel quale si muove l'uomo è radicalmente cambialo per via dell'avvento di macchine che ci siamo abituati a chiamare computer. Alla presenza pervasiva del computer nell'esperienza umana non corrisponde, tuttavia, la consapevolezza di cosa il computer sia e possa essere. L'informatica - figlia di un'unica tradizione filosofica, da Cartesio a Turing - ignora Freud, Wittgenstein, Heidegger. Rimanendo campo d'azione di tecnici non sempre consapevoli della storia stessa della loro disciplina e delle conseguenze della loro azione. D'altro canto filosofi e scienziati, coloro ai quali deleghiamo la vasta comprensione della vita e dell'universo, privi per lo più di conoscenze tecniche, finiscono per disinteressarsi dell'informatica. L'emergere, l'affermarsi e l'evolvere dell'informatica offrono l'occasione per guardare, da una prospettiva originale, la storia culturale e sociale del Ventesimo Secolo. L'iniziale progetto pretendeva di costruire una macchina destinata a supplire alla pochezza umana, imponendo controllo, regole, ordine, esattezza, in risposta a un'esigenza politica, drammaticamente incarnata nelle dittature degli Anni Venti e Trenta. Un altro progetto, che cresce nel clima libertario degli Anni Sessanta, rovescia l'intento: la potenza della macchina può essere usata - ecco il personal computer - per sostenere l'uomo nel suo farsi carico della propria autonomia, affermando la libertà individuale.

Nuove parole del manager. 113 voci...

Varanini Francesco
Guerini e Associati

Non disponibile

16,50 €
Conoscere il significato delle parole che si utilizzano quotidianamente nel mondo del lavoro - ma non solo - vuol dire riappropriarsi del senso più autentico del proprio agire; e vuol dire scoprire che ogni parola non corrisponde a una semplice convenzione codificata ma ha una sua storia, spesso sorprendente. Francesco Varanini fa seguire a "Le parole del manager" queste "Nuove parole del manager". Se il precedente libro era dedicato alle parole più usate dal manager, in questo si guarda con particolare attenzione a parole che il manager, per stare al passo di questi tempi difficili, dovrebbe usare: immaginazione, sostenibilità, responsabilità. "Ogni voce", scrive l'autore, "è una narrazione con un suo ritmo, un suo sviluppo"; un viaggio che può partire da un punto qualsiasi, senza necessariamente seguire una sequenza obbligata e lineare. Il lettore scoprirà così "che esistono, nella nostra lingua, belle parole da usare non alla ricerca di un gratuito, snobistico purismo. Ma perché 'dando i nomi alle cose', guardando da vicino, dietro e intorno alle parole che usiamo ormai senza troppo pensare, ci sarà possibile riscoprire la disponibilità alla sorpresa - in fondo, la scelta dei 'modi di dire' è la prima manifestazione della nostra creatività."