Teatri dei burattini, teatri in miniatura e teatri giocattolo

Filtri attivi

Bocconi da re

Deli Anna R.
CSS Teatro Emanuele Macrì 2012

Disponibile in 3 giorni

13,50 €

Eppur si muove. Piccola guida...

Broggini Walter
Junior 2011

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Un manuale che raccoglie le regole elementari per giocare col teatro di figura.

Quaderno dei pupi

Abbate Vincenzo
CSS Teatro Emanuele Macrì 2009

Disponibile in 3 giorni

10,00 €

Burattini da dito

Griseri Elena
Elledici 1996

Disponibile in 5 giorni

7,75 €
Il libro propone la sceneggiatura di quattro fiabe tradizionali (La lampada di Aladino, La principessa sul pisello, Hansel e Gretel, Cenerentola) e le indicazioni per costruire i personaggi a modo di burattini da dito, una simpatica alternativa al burattino tradizionale.

L'emozione nel gioco drammatico....

Borin Paolo; Cometto Roberta
Aracne 2019

Non disponibile

10,00 €
Nell'ambito educativo, costruire burattini, giocarci, esprimersi attraverso questo antico e universale strumento di proiezione dei propri sentimenti, è un'attività poco praticata. Eppure, si riconosce al gioco drammatico e al teatro di figura un ruolo e un valore particolarmente alto nell'aiutare il bambino a esplicitare e a chiarire emozioni che, altrimenti, faticano a manifestarsi.

Il teatro di Gaetano Greco

Venturini Valentina
Editoriale Scientifica 2018

Non disponibile

14,00 €
Di Gaetano Greco, della sua arte, che la storiografia colloca alle origini del teatro dei pupi siciliani, sembrava essere rimasto solo la leggenda. Quella del puparo morto pazzo perché, dopo aver inventato i pupi paladini e averli dotati di occhi e bocca (apparentemente) semoventi, non riuscì a dar loro la parola.

Storie dipinte. I cartelli della...

Scattina Simona
Algra 2017

Non disponibile

16,00 €
Questo studio aggiunge un nuovo tassello a un percorso già intrapreso nel 2002 da Alessandro Napoli con il volume "Il racconto e i colori. Storie e cartelli dell'Opera dei Pupi catanese". La serie dei cartelli e delle scene dell'Opera dei pupi della famiglia Napoli presenta un repertorio figurativo molto ampio, il cui valore documentario è oggi unico e inimitabile e la cui corretta tutela è presupposto imprescindibile per una più ampia fruizione. Questi manufatti rappresentano l'eredità materiale di una pratica artistica, il teatro dei pupi, sopravvissuta ai cambiamenti e alla crisi, al cattivo stato di conservazione, alla tentazione di chiudere 'bottega'. La sequenza delle immagini riprodotte in questo volume mira a ricostruire le complesse dinamiche che hanno caratterizzato la realtà storico-culturale catanese; si tratta di materiali preziosi, di foggia e composizione diversa, alcuni addirittura inediti, che offrono una testimonianza viva dell'antico mestiere dei fratelli Napoli e ribadiscono il compito affidato all'analisi, alla salvaguardia e alla valorizzazione della nostra identità.

Nato e cresciuto tra i pupi

Venturini Valentina
Editoriale Scientifica 2017

Non disponibile

17,00 €
«Questo libro vuole essere soprattutto un omaggio a Mimmo Cuticchio, ai suoi settant'anni, grandissima parte dei quali vissuti tra i pupi, paladini, giganti, maghi, re coronati e lunari saraceni. È stato lui ad accendere gli interrogativi che hanno guidato le mie ricerche. Lui e le sue "superstizioni", necessità intrinseche alla sua natura di artista, credenze e convinzioni che "stanno sopra la realtà" e alle quali non chiede di essere vere, ma soltanto d'essere efficaci, feconde nello stimolare il processo creativo. Ganci ai quali appendere e attraverso i quali alimentare le proprie convinzioni e le proprie ricerche. Fecondi non solo per l'artista che li usa come punti di forza del proprio procedere, ma anche per lo studioso. Entrambi, l'artista e lo studioso, sono ben consci di occuparsi di storie diverse e della necessità di procedere ognuno per proprio conto, ma anche con lo sguardo al compagno di strada per accoglierne stimoli e dare le risposte che ognuno può dare con i propri strumenti. Questo l'artista e le sue superstizioni possono insegnare allo studioso. Niente di più, ma non è poco. È, anzi, una ricchezza enorme».

20 favole di Esopo per il teatro...

Kustermann Cristiano L.
Kion 2017

Non disponibile

12,00 €
Venti antiche storie di animali del grande poeta modernizzate per la recitazione dei bambini provate col piccolo Lucio Valerio.

La Guerra io dico la guerra....

Scattina S. (cur.)
Duetredue 2015

Non disponibile

10,00 €
La mostra dal titolo "La guerra... io dico la guerra. Metafore belliche nei cartelli della Marionettistica dei Fratelli Napoli" mette in luce una antica sapienza nei cartelli protagonisti della mostra. Una sapienza che emerge dai disegni, dai colori, dalle raffigurazioni di un mondo solo apparentemente immobile e distante, in cui la storia pare ripetersi e la guerra dominare le vite dei Pupi, giudici venuti da lontano e pronti a incarnare vizi e virtù pur di respirare in scena.

Pantaleo il viandante onorico

Malaguti Alfonso
Editoriale Programma 2014

Non disponibile

12,00 €
Il breve essai sul teatrino con burattini di Bepi Molin vuole portare in luce un modo di concepire la vita attraverso i burattini che è, da un lato, il rifiuto del conformismo in cui si dibatte la societas contemporanea e, dall'altro, una ricerca costante di parecchi lustri di ciò che significa e rappresenta la vera venezianità come cultura e come langue. Il libro percorre le tappe più significative di "un viaggio avventuroso che attraversa poetiche, lingue e dialetti, talvolta lontani fra loro ma che, alla fine, si armonizzano con quel veneziano senza tempo di cui Molin è perfetto conoscitore". Attraverso un lavoro quasi filologico viene raccontata la storia di Pantalone ovvero di un viandante il quale vive in un'epoca senza tempo in una sorta di dimensione onirica, approdando faticosamente al Terzo Millennio come se fosse un "neoislandese" leopardiano che trova la sua linfa vitale in una straordinaria città ossimora: dolente, malinconica e offesa; gioiosa e solare.

La casa delle marionette. Museo...

Colombo Roberta
Longo Angelo 2012

Non disponibile

15,00 €
Questo piccolo museo conserva un'importante collezione che testimonia - da metà Ottocento ai giorni nostri - il passaggio dall'originaria compagnia marionettistica fondata da Ariodante Monticelli al teatro dei burattini, per arrivare all'attuale compagnia "Teatro del Drago". La singolarità del patrimonio della famiglia Monticelli sta proprio nell'essere un insieme di materiali "vivi", realizzati, usati e tramandati da ben cinque generazioni, che hanno intrecciato tra l'altro il proprio percorso artistico altre compagnie storiche quali i "Piccoli" di Vittorio Podrecca e i "Fantocci Lirici Yambo". Il volume illustra, con agili e puntuali riferimenti storici, corredati da un ricco apparato iconografico, le collezioni e la storia artistica lunga quasi due secoli della famiglia d'Arte Monticelli.

La leggenda delle nubi scarlatte....

Tenuta Saverio
Comma 22 2011

Non disponibile

22,00 €
Continua l'affascinante saga orientale firmata da uno dei maestri del fumetto italiano, Saverio Tenuta. La storia di Myobu, marionettista di bunraki, e del suo misterioso amore, privo di memoria. I destini dei personaggi della storia si intrecciano come i fili di marionette dominate da una sorte superiore, in cui ciascuno è condannato a seguire il proprio copione. In uno scenario di neve e sangue, il lontano ululato dei lupi izuni, fa da colonna sonora a una storia insieme tragica, epica e spietata.

Nerudova

Reinaldi Renèe
Youcanprint 2011

Non disponibile

10,00 €
A Praga nel 1929, in occasione del quinto Congresso dei marionettisti cechi, venne fondata l'UNIMA: Unione Internazionale della Marionetta. Tra i suoi obiettivi aveva quello di non limitarsi solo alle conoscenze nell'arte degli oggetti animati, ma di collaborare a nuovi progetti della sperimentazione come dell'educazione, dell'insegnamento e della terapia. Successivamente, nel 1980 fu trasferita a Charleville-Mézières in Francia, famosa per il suo festival mondiale. Da quell'anno, quella città non è soltanto il luogo d'accoglienza dell'UNIMA ma anche dell'Istituto Internazionale della Marionetta e della Scuola Superiore delle Arti della Marionetta. Molto famosa nella Repubblica Ceca è la storia di Spejbl e Hurvinek, padre e figlio, creata da Josef Skupa nel 1920 e, sempre in Boemia, nel 1796 è nato il più celebre mimo del 19° secolo: Jean Gaspard Debureau, nome d'arte di Jan Kaspar Dvorák, che impersonò Pierrot con gran successo. L'uomo che disse tutto senza aprire bocca.

I pupi siciliani

Seddio Pietro
Montecovello 2011

Non disponibile

12,00 €
Da tantissimi anni i pupi siciliani sono stati un punto di riferimento e di identificazione della vita e cultura siciliana che ha sempre interessato intere generazioni che, attraverso il racconto e rappresentazione da parte dei pupari hanno conosciuto le s

La leggenda delle nubi scarlatte....

Tenuta Saverio
Comma 22 2010

Non disponibile

22,00 €
Come in un raffinato racconto orientale, Tenuta inscena in questa graphic novel la storia di Myobu, marionettista di bunraki, e del suo misterioso amore, privo di memoria. I destini dei personaggi della storia si intrecciano come i fili di marionette dominate da una sorte superiore, in cui ciascuno è condannato a seguire il proprio copione. In uno scenario di neve e sangue, il lontano ululato dei lupi izuni, fa da colonna sonora e una storia insieme tragica, epica e spietata.

Burattini, fiabe e nani. Repertorio...

Strinati Vladimiro
Il Ponte Vecchio 2009

Non disponibile

13,00 €
Questo volume è la raccolta di una parte del repertorio che l'attore romagnolo Vladimiro Strinati ha portato e porta in scena. Sono storie provenienti da più fonti, rielaborate per il suo agire scenico che, per chi non ha avuto la fortuna di vedere, vale l

Mariano Dolci. Dialogo sul...

Minoia V. (cur.)
Edizioni Nuove Catarsi 2009

Non disponibile

20,00 €
Da tempo i burattini, le marionette e le sagome del teatro d'ombre, tutti strumenti per rappresentazioni teatrali, non si incontrano esclusivamente nelle mani degli artisti dello spettacolo, ma anche in diversi altri contesti come le comunità infantili, le scuole, i musei, le carceri, i luoghi del disagio (non sempre riservati soltanto all'infanzia) o dove si svolgono diverse attività di cura. In questi contesti, pur non escludendo a priori momenti spettacolari, ci si propone piuttosto di consegnare un linguaggio espressivo, per favorire l'espressione e la comunicazione promuovendo la relazione, la presa di coscienza, la costruzione o il rafforzamento dell'identità. La scelta del Dialogo è riconducibile al desiderio di far emergere dallo scambio di idee, un'esperienza unica sia dal punto di vista umano che da quello della ricerca espressiva e pedagogica: quella di Mariano Dolci, che per più di trenta anni ha coordinato il Laboratorio di Teatro di Animazione "Gianni Rodari" a Reggio Emilia, dove ha collaborato alle sperimentazioni pedagogiche di Loris Malaguzzi per le scuole Comunali dell'Infanzia e non solo.

L'opera dei pupi

Pasqualino Antonio
Sellerio 2008

Non disponibile

34,00 €
Il teatro delle marionette, regolato nel Settecento da un preciso codice, diventa nell'Ottocento uno spettacolo popolare; ma se sarà proprio questo codice a precludergli in certe aree la possibilità di adeguarsi alle esigenze del nuovo pubblico, preparandone il definitivo confinamento a livello infantile, in altre aree esso, proprio per la sua rigidità, finirà col favorire la nascita di un teatro delle marionette radicalmente nuovo: l'opera dei pupi. In realtà temi e motivi del teatro settecentesco delle marionette, che per altro, pur avendo in repertorio soggetti guerreschi, ne usava sporadicamente, non rispondevano alle attese dei ceti popolari, non ne esaurivano lo strutturale bisogno di riscattare miticamente la loro subalternità, di proiettare l'esigenza di un diverso ordine del mondo in eroi superumani che risolvessero in termini mitici le opposizioni sperimentate come inconciliabili nella prassi fra l'amico e il nemico, il giovane e il vecchio, il debole e il forte, il giusto e l'ingiusto. Contraddizioni queste proprie delle società fortemente stratificate dove i gruppi sociali subalterni sperimentano, in conseguenza della precarietà dei beni, la violenza della lotta per la sopravvivenza, la netta divisione dell'universo sociale in amici e nemici, la permanente possibilità di essere traditi dall'amico più fidato. Il declino dell'"opra" è iniziato quando ha cominciato a non essere più un rito, quando le contraddizioni di cui essa rappresentava le mitiche soluzioni.

Fare teatro al nido. Idee e...

Bricco Marco
Franco Angeli 2007

Non disponibile

21,00 €
Fare teatro all'asilo nido?! È possibile realizzare un'esperienza teatrale con bambini così piccoli? Quali potrebbero essere i suoi principi teorici e metodologici? Si possono condurre percorsi strutturati che vadano al di là di proposte limitate ed estemporanee? E cosa si può fare nella pratica di tutti i giorni senza tradire la natura, così particolare, di un contesto come quello del nido? Il libro si propone di suggerire alcune possibili risposte, per definire le linee generali ed i contenuti operativi necessari alla realizzazione di un progetto teatrale articolato nel tempo, semplice da concretizzare e alla portata di chiunque voglia condividere il piacere del gioco di finzione con i propri bambini, anche senza avere particolari competenze specifiche. Tre percorsi di laboratorio fondati su precisi principi teorici e metodologici, organizzati in quattro incontri ciascuno e più volte verificati nei nidi del comune di Novara, approfondiscono altrettanti argomenti molto vicini alla primissima infanzia, in grado di rievocare fatti e situazioni con cui ci si misura ogni giorno.

Cassandrino al Teatro Fiano. Il...

Marzattinocci Davide
Junior 2006

Non disponibile

16,20 €
L'autore propone un preciso quadro del Teatro Fiano (e, di rimando, della storia del teatro romano della prima metà dell'Ottocento), contribuendo alla ricostruzione di un momento cruciale della storia del teatro di figura, quello in cui esso si dotò di una nuova identità per affrontare con fortuna il secolo XIX e metà di quello successivo.

Una vita appesa ai fili

Gambarutti Franco
Junior 2005

Non disponibile

20,00 €
Il volume raccoglie l'autobiografia dell'ultimo esponente di una grande famiglia della tradizione marionettistica piemontese. L'autore ripercorre le vicende della propria famiglia, componendo una testimonianza sul teatro marionettistico novecentesco e sulle trasformazioni da esso subite nel secondo dopoguerra, quando i Gambarutti approdarono tra i primi alla televisione, per poi portare per il mondo l'arte marionettistica italiana. Nel suo racconto spigliato e ironico, Gambarutti svolge una trama nella quale i fili costituiscono efficace metafora delle controverse esperienze vissute. Esperienze profilate ogni volta sui mutevoli scenari del teatro delle marionette.

Il racconto e i colori. Storie e...

Napoli Alessandro
Sellerio Editore Palermo 2003

Non disponibile

35,00 €
L'incontro fortuito tra teatro di marionette e divulgazione romantica della letteratura cavalleresca determinò, nell'Ottocento, la nascita dell'opera dei pupi, genere a sé stante che trovò il suo maggior sviluppo in alcune aree, quella meridionali in particolare, in cui il pubblico si riconsceva nelle imprese dei paladini di Francia. Il libro raccoglie le storie dell'opera dei pupi e si sofferma in modo particolare sui "cartelli". Questi ultimi, dipinti a colori vivaci su carta da imballaggio o su tela, venivano appesi fuori dal teatro per avvertire il pubblico delo spettacolo della sera.

Pupari

Croce Marcella
Flaccovio Dario 2003

Non disponibile

12,00 €