Elenco dei prodotti per la marca Bordeaux

Bordeaux

Sulle significanze delle periferie

Rapino Remo
Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

6,00 €
Vagabondi, prostitute, ladri, quanti vivono di espedienti, abitatori di margini al contempo fisici, sociali e mentali, non inquadrabili in alcuna classe. Figure che, se ben fotografate, danno alla letteratura la capacità di affrescare un'immagine complessa e stratificata del Paese reale.

Decifrare Gramsci. Una lettura...

Di Meo Antonio
Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Nell'elenco dei duecentocinquanta autori della letteratura di tutti i tempi più citati nel mondo figurano solo cinque italiani, uno dei quali è Antonio Gramsci. Su di lui si è accumulata una letteratura critica sterminata, che conta oggi più di ventimila titoli in quasi tutte le lingue contemporanee, mentre il suo pensiero sta assumendo una sempre più forte diffusione e un sempre più cosciente approfondimento anche al di fuori dei nostri confini: in Europa, in America Latina, negli Stati Uniti, in Asia, in particolare in India e ora anche in Cina. Antonio Di Meo colloca alcune delle questioni dei "Quaderni" o delle "Lettere dal carcere" all'interno della cultura del proprio tempo, mostrandoci come e perché sia stata talvolta messa in dubbio la reale appartenenza del pensiero gramsciano all'ambito del marxismo, soprattutto di quello più rigoroso e "ortodosso".

Letteratura e altre rivoluzioni....

Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

24,00 €
Raul Mordenti ha attraversato, in coscienza e azione, tre crisi, a cavallo fra XX e XXI secolo: quella politica, quella dell'universite della ricerca letteraria e quella che per brevitpossiamo definire digitale. Il tempo che stiamo vivendo conferma e rilancia l'attualite la vitalitdella sua riflessione intellettuale e della sua "fantasia scientifica", il cui cuore la teoria e la pratica della rivoluzione. Introduzione di Alberto Asor Rosa.

Uguali vs diversi. Universalismo e...

De Finis Giorgio
Bordeaux

Disponibile in libreria

14,00 €
I saggi di questo volume ruotano tutti intorno alla questione (la potremmo definire una "damnata quaestio") con la quale ciascun antropologo chiamato a confrontarsi: quello della diversitdelle culture umane. Non si tratta solo di sottolineare la molteplicitdelle risposte degli uomini alle sollecitazioni del mondo, ma anche chiedersi fino a che punto tali risposte divengano esse stesse "mondo" e se, e come, tali mondi (all'interno dei quali nasciamo, cresciamo e moriamo) sono in grado di comunicare tra loro. Sono le culture esperibili da colui che ne plasmato, che tipo di conoscenza consentita a colui che ne estraneo? Occorre, affinchla reciproca comprensione sia possibile, un substrato comune; o l'alterit in fondo, sempre un prodotto della nostra immaginazione?

Mork chiama Ork. Microetnografia...

De Finis Giorgio
Bordeaux

Disponibile in libreria

12,00 €
Durante il lockdown Giorgio de Finis ha tenuto un diario antropologico, un suo personale compendio delle paure vive e delle speranze tradite, dei dubbi dissolti e delle certezze ritrovate, delle variazioni pressoché inedite al nostro vissuto quotidiano che la pandemia ha messo a nudo: uno sguardo "minimo" ma diverso su dove siamo stati e dove siamo diretti. «Nelle pagine che seguono proveremo ad immaginare e praticare un'antropologia domestica, costretti dal lockdown planetario all'unico viaggio consentito, quello del proprio isolato! Raccontando, come passatempo edificante, i giorni sospesi della prima quarantena globale dell'umanità. Esercizi di microetnografia, per tentare di capire (facendone tesoro) quello che, ahnoi, ci tocca subire. Dal divano di casa, guardando la tv, sbirciando dalla finestra o portando a spasso il cane. Un po' come Mork, l'esploratore alieno venuto da Ork.» (Giorgio de Finis)

Identit? inquieta. La questione...

Bogdanic Luka
Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
La "costruzione della nazione" è il risultato di un processo storico e sociale che affonda le radici agli albori dell'industrializzazione e della modernizzazione: con la scusa di difendere la tradizione (spesso declinata nei più generici "usi e costumi") gli Stati moderni hanno omogenizzato lo spazio pubblico annullando le realtà locali e strumentalizzando il tempo a favore dell'oblio sociale. In tal senso la Jugoslavia rappresenta un esempio eclatante. I Paesi nati all'indomani del collasso jugoslavo, infatti, pur essendo figli del socialismo reale, hanno presto subìto distorsioni culturali così forti da accrescere le differenze economiche e rendere fertile il terreno per nazionalismi e separatismi. Il principio di nazionalità ha così svolto, nel passaggio dal sistema socialista a quello capitalista, la medesima funzione avuta nel passaggio dal regime feudale a quello borghese: essere da una parte base sociale per la conservazione della proprietà privata già esistente e dall'altra strumento e metro di misura nella ridistribuzione delle risorse. Un saggio che affronta la "balcanizzazione" da un punto di vista nuovo e originale.

Antifascimo quotidiano. Strumenti...

Bordeaux

Disponibile in libreria

18,00 €
Un volume per affrontare le tematiche di contrasto a neofascismi e razzismi sotto il profilo delle istituzioni e delle iniziative da realizzare. Un progetto editoriale che non si rivolge solo agli "addetti ai lavori" ma a chiunque ritenga fondamentale l'impegno di Stato e cittadini contro la diffusione di questi mali. Lo scopo è quello di fornire strumenti di lettura degli avvenimenti e di conoscenza delle misure da adottare - secondo il perentorio invito dello stesso Parlamento europeo - contro fenomeni che sono inaccettabili sotto ogni profilo ma godono ancora di un consistente margine di pericolosità. Perché i comportamenti corretti di tutte le istituzioni pubbliche vanno integrati da una precisa definizione di ciò che lo stesso cittadino e le organizzazioni che lo rappresentano possono fare: non solo azioni di pressione ma anche iniziative specifiche, con l'obiettivo primario dell'applicazione rigorosa della nostra Costituzione, del suo spirito democratico e antifascista. Uno strumento di conoscenza, informazione e formazione rivolto a tutti i cittadini di buona volontà.

Gli habitu?s del caff?

Huysmans Joris-Karl
Bordeaux

Disponibile in libreria

12,00 €
In questa edizione vengono presentati quattro testi di Joris-Karl Huysmans ("Les habitués de café" [Gli habitué dei caffé], "Le buffet des gares" [Il buffet delle stazioni], "Une goguette" [Una goguette] e "Le Point-du-Jour" [Il Point-du-Jour]) apparsi su quotidiani, riviste o pubblicazioni collettive tra il 1880 e il 1898. In questi tableaux l'autore di "Controcorrente", il capolavoro decadentista celebrato fra i tanti anche da Oscar Wilde, ci invita a seguirlo nelle sue peregrinazioni attraverso i luoghi periferici di Parigi fin dentro le banlieue, alla scoperta del tempo libero degli abitanti della Ville Lumière. Il risultato è un caleidoscopio dei luoghi e degli oggetti che ne racchiudono l'anima, ma soprattutto di personaggi e dei desideri che li possiedono... Un ritratto arguto del passaggio di un'epoca storica e simbolica, la Fin de siècle, di cui Parigi resta l'emblema indiscusso.

Il gioco dei vestiti. Passione,...

Pisa Silvana
Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Una storia di passioni politiche che parte dal Sessantotto per arrivare ai giorni nostri. Volontaria del servizio civile al fianco di Franco Basaglia all'ospedale psichiatrico di Gorizia, Silvana Pisa cambia giovanissima la sua visione del rapporto tra pubblico e privato - «l'io è il noi» - sperimentando la coabitazione in una comune romana e la lotta per l'aborto "libero, legale e gratuito". Arriveranno poi le figlie, le battaglie da insegnante nella scuola pubblica e nel sindacato e infine l'impegno nel Partito e l'esperienza parlamentare dal 2001 al 2008. Sullo sfondo, da sempre, il Collettivo Femminista Madri. Un racconto ironico e mai nostalgico in cui tante donne si ritroveranno.

Raffaello tradito. La rivoluzione...

Emiliani Vittorio
Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Nel 1519, all'apice della sua carriera artistica, Raffaello scrive con Baldassar Castiglione una lettera a papa Leone X accusando i pontefici precedenti e la curia cardinalizia di aver distrutto tanta parte di Roma antica allo scopo di cuocerne i marmi e farne vile calce pozzolana. L'autore delle Stanze della Segnatura e dello Sposalizio della Vergine descrive la CittEterna come il cadavere di una nobile patria, raccontando giallora l'urgenza di conservarne tutta la grandezza italiana insita nel suo immenso patrimonio. Roma invece subirnei secoli successivi la violenza della speculazione politica ed edilizia - salvo sotto la tutela di sindaci laici e progressisti come Pianciani e Nathan - che ne mutileril volto e persino l'anima.

Il crimine del Congo

Doyle Arthur Conan
Bordeaux

Disponibile in libreria

14,00 €
Con questo volume del 1909, tradotto in italiano per la prima volta, Sir Arthur Conan Doyle - creatore del celeberrimo Sherlock Holmes - denuncisenza giri di parole le atrocitcommesse ai danni della popolazione del Congo belga da parte del regime coloniale di Re Leopoldo II. Le sue tesi a sostegno della Congo Reform Association, organizzazione fondata pochi anni prima da Edmund Dene Morel contro i crimini europei nel paese africano, ci hanno lasciato una preziosa testimonianza su uno dei genocidi dimenticati del XIX secolo. L'autore di "Uno studio in rosso" e del "Segno dei quattro", capisaldi del genere poliziesco, affronta qui questioni di ordine politico e umanitario entrando di diritto fra quanti misero il loro nome al servizio di una giusta causa, come ile Zola con il suo J'Accuse.

Uniti si pu?. I valori dell'Unione...

Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Da alcuni anni il processo di integrazione europea sta mostrando forti limiti: gli ideali che hanno sempre ispirato l'Europa unita non sembrano piincidere nelle scelte di Bruxelles nrappresentare un solido riferimento per i cittadini del Vecchio continente. Tale situazione impone un'approfondita analisi delle dinamiche dell'odierna "crisi" di valori e una riflessione sugli attuali problemi dell'Unione al fine di individuarne le cause, valutarne le conseguenze e delinearne gli scenari futuri.

La morte del PCI. Indagine su una...

Liguori Guido
Bordeaux

Disponibile in libreria

14,00 €
Il 12 novembre 1989 il segretario del Partito comunista italiano Achille Occhetto annunci tre giorni dopo la "caduta del Muro di Berlino", il cambio di nome del partito fondato da Gramsci nel 1921. Era l'inizio della "morte del Pci", il pigrande partito comunista dell'Occidente. Da quel momento, come tessere di un domino, mutarono radicalmente la sinistra, tutti i partiti e l'intero sistema politico italiano. Questo libro ricostruisce il dibattito che si accese fra il 1989 e il 1991, le ragioni dei favorevoli e contrari allo scioglimento del Pci, delineando sinteticamente l'identitdel partito, la sua peculiarit(dovuta, oltre che a Gramsci, a dirigenti della levatura di Togliatti e Berlinguer), i suoi errori, il suo declino e la sua fine, cercando di capire che cosa l'odierna "sinistra invertebrata" (Perry Anderson) debba "copiare" da quella forza politica che fu, lungo tutto il Novecento italiano, "Il Partito".

Roma: accorciare le distanze. La...

Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Luigi Petroselli è stato il sindaco di tutti i romani, amato dalle forze popolari e stimato dagli avversari politici. Ma in che cosa è consistita la sua lezione da cui ancora oggi attingere nonostante i soli due anni di mandato? È possibile oggi ritrovare nei risultati della sua esperienza in Campidoglio la chiave di volta per avviare una visione nuova e dirompente dell'amministrazione di Roma? Dieci voci riflettono sul passato di Roma e sulle sfide future che attendono la Città Eterna. «Il grande obiettivo era l'unificazione della città: "Quello che accade e che vogliamo che accada è che non solo il tempo di percorrenza, ma il tempo mentale e il tempo culturale si accorci tra Via dei Fori Imperiali e la periferia, tra la periferia e Via dei Fori Imperiali" (Luigi Petroselli)». Contributi di Paolo Berdini, Vezio De Lucia, Vittorio Emiliani, Sergio Gentili, Keti Lelo, Salvatore Monni, Alberto Moravia, Maria Grazia Pagnotta, Luigi Petroselli, Vittoria Tola, Federico Tomassi. Prefazione di Stefano Fassina.

Il crepuscolo del funzionalismo....

De Nardis Paolo
Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
La sociologia, assieme all'antropologia culturale e alla psicologia sociale, una delle tre scienze sociali moderne. Il suo oggetto d'indagine dunque la nostra societnella sua interezza; ma, in termini "trascendentali", quali sono gli orientamenti attuali piapprezzati in seno allo studio della societ C'chi ritiene che la sociologia non abbia ancora un paradigma dominante. Altri ritengono invece che essa sia per propria struttura "poliparadigmatica", ovvero divisa tra piparadigmi, almeno secondo l'accezione kuhniana del termine. Paolo De Nardis analizza a fondo la storia e gli sviluppi pirecenti della disciplina sociologica, riservando ampio spazio alla riflessione sulle sue prospettive future e sulla nostra societdi domani.

Teatrino dei burattini. Ediz....

Losvizzero Franco
Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Losvizzero trasferisce sempre un po' di snei mostri che popolano il suo immaginario poetico, e che con i loro vizi e le loro virthanno composto, negli anni, il pantheon di una personale cosmologia. (Francesca Franco)

De Sanctis, Gramsci e i...

Mordenti Raul
Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

24,00 €
Un libro che sfida la "proibizione del passato" che caratterizza i nostri tempi, mettendo al centro Francesco De Sanctis e Antonio Gramsci in un'analisi approfondita della "Storia della letteratura italiana" e dei "Quaderni del carcere". Mordenti ne analizza il contesto storico, le concrete linee di rapporto (Umberto Cosmo) e loro variegata (s)fortuna critica cercando di illustrare una specifica tradizione culturale italiana. Guardando a tale tradizione emerge infatti un costante contrappunto, o - se si vuole - un'ombra negativa, duratura e purtroppo spesso vincente, "un convitato di pietra della storia culturale della nazione italiana, tanto sgradevole quanto imprescindibile": le forze dell'anti-Risorgimento, il trasformismo e il gesuitismo che prevalsero su De Sanctis; il fascismo e la sua "intellettualitdelinquente" che prevalsero su Gramsci. Entrambi riassunti nella cultura del berlusconismo che - nelle sue varie espressioni - prevale pressochincontrastata ai giorni nostri.

Femm[E]. Arte [eventualmente]...

Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

45,00 €
60 profili di artiste gravitanti nell'area romana e non solo; contributi critici di 15 fra studiose e studiosi di discipline storico-artistiche, filosofiche, sociologiche, antropologiche, psicologiche. Questi sono i numeri di FEMM[E]: un progetto - e ora un libro - nato sotto la denominazione e l'intento di una "ricerca sulla specificità (eventuale) dell'arte femminile", realizzata dal 2016 al 2018 su iniziativa e cura della storica dell'arte Anna Maria Panzera e dell'artista Veronica Montanino, con la collaborazione di Giorgio de Finis, curatore e direttore del MAAM-Museo dell'Altro e dell'Altrove di Metropoliz_città meticcia e attuale direttore di Macro Asilo. Un progetto nato dall'idea di mappare la presenza delle artiste sul territorio romano e di creare una rete di interazioni professionali nel quale l'ingresso di ciascuna partecipante per autocandidatura è stato un'assunzione di responsabilità; ogni contributo è un frammento specchiante della varietà dell'attuale ricerca artistica e umana. Ne è emerso uno spaccato di pensiero attivo e militante non solo sull'arte femminile ma sul femminile nell'arte.

Il soggetto e l'educazione in...

Meta Chiara
Bordeaux

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Per comprendere la "curvatura" che l'autore dei "Quaderni del carcere" imprime al marxismo è importante evidenziare le contaminazioni che Gramsci subì dalle avanguardie di inizio Novecento: dal Leonardo fiorentino alla "Voce" di Papini e Prezzolini, dalla "Critica" di Croce all'"Unità" di Salvemini. Già in una fase precoce della sua riflessione teorica emerge, proprio in forza di contaminazioni terminologiche da echi pragmatisti e vitalisti (James, Bergson e Sorel), un'attenzione alle questioni educative e, più in generale, alla formazione dell'uomo. Tale approccio permane anche nelle note carcerarie, intrecciandosi da un lato a una teoria della personalità incentrata su una lettura del Marx dell'"Ideologia tedesca" e delle "Tesi su Feuerbach" e quindi su una visione "storicizzata" dell'umano; dall'altro a una visione multiforme della personalità in cui gli elementi oggettivi e soggettivi cooperano in modo dialettico. Gramsci parla esplicitamente di struttura molecolare dell'individuo - che risente di echi pragmatisti, in particolare risalenti ai "Principi di psicologia" di James - confrontandosi con le forme assunte dall'industrializzazione di marca americana successive alla grande crisi del 1929. Gramsci indaga così l'impatto che la nuova cultura di massa standardizzata produce sui singoli in termini di scomposizione e "atomizzazione" dell'individuo-persona.