Elenco dei prodotti per la marca RIREA

RIREA

Il partito politico e il suo bilancio

Francioli Francesca
RIREA

Non disponibile

30,00 €
I partiti politici garantiscono la comunicazione tra individui ed istituzioni e rappresentano uno strumento di dialogo indispensabile nelle democrazie moderne. Nel corso del tempo la loro influenza si accresciuta provocando una notevole crescita delle dimensioni e delle loro funzioni. Questa espansione ha presentato e presenta aspetti contrastanti. Da un lato si giunti ad una maggiore penetrazione nel sistema sociale, d'altro canto tale sviluppo si tradotto in un aumento dei costi di gestione e di una maggiore attenzione alle variabili di carattere economico. Il libro, attraverso la lettura dei bilanci dei principali partiti italiani, vuole offrire spunti utili alla formazione di un giudizio sul funzionamento delle strutture partitiche. I partiti sono lo strumento e l'essenza stessa della democrazia, la quale vive della loro presenza attiva e soffre della loro crisi.

La revisione legale nelle aziende...

Antonelli Valerio
RIREA

Non disponibile

16,00 €
Gli studi di storia della ragioneria sviluppati in Italia annoverano alcuni "giganti", tra i quali un posto speciale merita Tommaso Zerbi, specialmente per la vasta eco che i suoi lavori hanno riscosso all'estero. Il lavoro analizza le fonti, il metodo, l'approccio, i risultati della ricerca storica di Zerbi, mettendo in evidenza le peculiaritdelle sue ipotesi interpretative e delle evidenze da lui raccolte in tema di origini della partita doppia e, piin generale, di pratiche contabili e commerciali nel Ducato di Milano tra Trecento e Quattrocento. L'opera, dopo aver illustrato il metodo e delineato i profili biografici, considera i contributi di Zerbi in tema di partita doppia nelle prime pratiche contabili lombarde, genovesi, veneziane e toscane, e gli altri contributi di storia della ragioneria. Particolare enfasi data alla posizione di Zerbi nel dibattito internazionale. Seguono le conclusioni nelle quali si evidenziano i limiti della ricerca e si propongono possibili indirizzi di approfondimento e di ampliamento della stessa in indagini future.

Gli studi storici di Tommaso Zerbi....

Antonelli Valerio
RIREA

Non disponibile

18,00 €
Gli studi di storia della ragioneria sviluppati in Italia annoverano alcuni "giganti", tra i quali un posto speciale merita Tommaso Zerbi, specialmente per la vasta eco che i suoi lavori hanno riscosso all'estero. Il lavoro analizza le fonti, il metodo, l'approccio, i risultati della ricerca storica di Zerbi, mettendo in evidenza le peculiaritdelle sue ipotesi interpretative e delle evidenze da lui raccolte in tema di origini della partita doppia e, piin generale, di pratiche contabili e commerciali nel Ducato di Milano tra Trecento e Quattrocento. L'opera, dopo aver illustrato il metodo e delineato i profili biografici, considera i contributi di Zerbi in tema di partita doppia nelle prime pratiche contabili lombarde, genovesi, veneziane e toscane, e gli altri contributi di storia della ragioneria. Particolare enfasi data alla posizione di Zerbi nel dibattito internazionale. Seguono le conclusioni nelle quali si evidenziano i limiti della ricerca e si propongono possibili indirizzi di approfondimento e di ampliamento della stessa in indagini future.

Il contributo di Vincenzo Gitti...

Prencipe Antonio
RIREA

Non disponibile

30,00 €
Il lavoro di ricerca sviluppa, in una prospettiva storica, il contributo di Vincenzo Gitti agli studi ragionieristici, sia sotto il profilo del pensiero e dell'approccio teoretico che del metodo di rilevazione contabile. Dall'analisi sistematica della produzione scientifica dall'autore, è stato possibile indagare quelli che sono stati i suoi orientamenti all'interno del filone di studi economico-aziendali a cavallo tra fine Ottocento e primi anni del Novecento, all'indomani dell'unificazione del Regno d'Italia. Il periodo storico d'attività di Gitti è caratterizzato a livello nazionale dalla compresenza di due Scuole dottrinali differenti che hanno portato all'emergere di un accesso dibattito teorico e metodico tra i relativi due paradigmi: vale a dire la Scuola Toscana di Giuseppe Cerboni e la Scuola Veneta di Fabio Besta. Si rileva come Gitti ha avuto contatti con l'una e l'altra Scuola nel corso della sua vita e tali elementi assumono peculiare rilevanza nelle caratteristiche del suo contributo scientifico.

La funzione informativa del...

Mauro Marianna
RIREA

Non disponibile

21,00 €
La complessità del settore sanitario, la necessità di razionalizzare le limitate risorse a disposizione ed i processi di responsabilizzazione finanziaria delle regioni hanno imposto un nuovo accentramento in capo alle regioni di decisioni strategiche e funzioni amministrative. Alle regioni è affidato il compito di soddisfare i bisogni sanitari pubblici, determinare gli assetti istituzionali del sistema attraverso l'individuazione degli erogatori e delle specifiche funzioni ad essi attribuite, ed, infine, individuare gli strumenti appropriati per il controllo dell'efficacia e dell'efficienza delle cure, nel rispetto del vincolo di equilibrio economico del sistema sanitario regionale. In tale ottica, la necessità dell'informazione di gruppo è diventata essenziale come supporto alle decisioni e per la valutazione dell'impatto delle strategie implementate. Attualmente le esigenze di accountability del gruppo sanitario regionale sono soddisfatte dall'insieme degli strumenti informativi - di natura contabile ed extra contabile - delle singole aziende appartenenti al sistema.

Epistemologia e metodologia nelle...

valenza giuseppe
RIREA

Non disponibile

25,00 €
Adottando un approccio storiografico, il presente lavoro monografico cerca di cogliere l'evoluzione del pensiero aziendalistico in tema di epistemologia e metodologia attraverso lo studio delle opere dei principali studiosi di Ragioneria e di Economia aziendale. La struttura dello scritto è suddivisa in quattro parti. La prima si focalizza sul periodo pre-zappiano, fase di transizione verso la scienza, in cui si sviluppano le prime riflessioni metodologiche ampiamente sovrapposte a quelle epistemologiche. La seconda parte è dedicata al periodo di Zappa e della sua rivoluzione, in cui la questione epistemologica diviene matura e si sviluppano le prime sistematiche riflessioni in tema di metodologia. La terza parte riguarda la fase post-zappiana, dove si assiste ad una maturazione della questione metodologica. La quarta, infine, è la fase della crisi e dei dibattiti accademici.

L'impression management nei bilanci...

Aresu Simone
RIREA

Non disponibile

35,00 €
Il lavoro ha analizzato come l'informazione volontaria contenuta in bilancio possa costituire uno strumento di impression management. L'impression management, in ambito ragionieristico, esprime la tendenza delle aziende a presentare in maniera sistematicamente favorevole i propri risultati, attraverso differenti canali (es: testo, grafici, immagini). Dopo avere illustrato il ruolo del bilancio come strumento di informazione neutrale e di comportamento, l'opera contiene una rassegna delle teorie e principali tecniche di impression management. Segue l'analisi empirica dei grafici nei bilanci europei durante la crisi finanziaria, volta ad analizzare il contenuto e le differenze temporali, tra Paesi e a comprendere se l'uso e il design dei grafici sia stato strumentale a fornire una rappresentazione sistematicamente favorevole. Il lavoro contribuisce agli studi sull'impression management nel fornire un quadro teorico aggiornato di riferimento, e evidenzia come e perché l'impression management possa influenzare i lettori di bilancio e ledere la clausola generale della chiarezza, veridicità e correttezza.

Ragioneria ed economia aziendale

Antonelli Valerio
RIREA

Non disponibile

25,00 €
Il rapporto tra ragioneria ed economia aziendale è cruciale per comprendere le tendenze attuali e immaginare quelle future dei nostri studi. Il lavoro si ispira al pensiero di Michel Foucault e prende in considerazione il problema del posizionamento delle due discipline in prospettiva critica, evidenziando come le 'pratiche discorsive' e i 'dispositivi' propri del contesto nel quale si affermano e si sviluppano gli studi aziendali determinino il 'sistema di dispersione' di quegli studi al quale specialmente oggi assistiamo.

I territori dell'economia...

Antonelli Valerio
RIREA

Non disponibile

18,00 €
Le tendenze attuali degli studi aziendali mettono a dura prova le concezioni tradizionali in tema di indagine dottrinale e richiedono nuovi approcci e strumenti per essere adeguatamente interpretate. Il volume si occupa del problema dell'articolazione dei contenuti dell'economia aziendale, intesa come settore scientifico-disciplinare, in una prospettiva ispirata a Pierre Bourdieu, analizzando, attraverso la lente degli studi in tema di "territori scientifici" e "tribù accademiche" di Becher & Trowler, molteplici evidenze in tema di interessi scientifici degli studiosi, spazi di pubblicazione delle riviste, profili per le candidature alla copertura di posti di ruolo. Le evidenze raccolte dimostrano come le partizioni disciplinari influenzino le scelte concrete dei ricercatori, con effetti anche distorsivi, che possono trovare spiegazione in un complesso di circostanze di varia natura.

La gestione degli strumenti...

Amatucci Fabio
RIREA

Non disponibile

22,00 €
Il presente lavoro ha esaminato, alla luce del livello raggiunto dalle sottoscrizioni di strumenti derivati da parte degli enti locali (anche attraverso l'esposizione di un sintetico confronto quantitativo con gli altri Paesi europei), l'orientamento manifestato dalle amministrazioni pubbliche sia nel valutare correttamente il grado di "convenienza economica" dell'operazione, sia nel contabilizzare i derivati nei rendiconti economico-patrimoniali anche nell'ottica di ipotesi di negoziazione o di recesso anticipato da parte dell'ente locale. Particolare attenzione è stata rivolta alla corrente pratica legata alla concessione di un up front da parte dell'intermediario finanziario. Infine, per l'esame e lo sviluppo delle citate tematiche, è stato ritenuto propedeutico analizzare, attraverso un rapido excursus, anche l'attuale quadro normativo che disciplina l'attività in strumenti derivati delle amministrazioni pubbliche. In conclusione, l'analisi di due casi concreti ha rappresentato altrettante fattispecie tipiche di operazioni realizzate dagli istituti di credito con le amministrazioni pubbliche e segnatamente un ente locale (Comune) e un'azienda sanitaria. Prefazione di Elio Borgonovi.

La funzione sociale dell'azienda....

Leopizzi Rossella
RIREA

Non disponibile

18,00 €
Il presente lavoro è incentrato sul tema della funzione sociale dell'azienda e sul contributo che, in tale ambito, è stato fornito nel corso del tempo dai maestri dell'economia aziendale. A tal fine, nel testo sono analizzati alcuni significativi contributi forniti in letteratura dai maestri dell'economia aziendale sul concetto di azienda, sul ruolo del profitto, sull'importanza del valore aggiunto, sul necessario contemperamento degli interessi convergenti in azienda e sugli strumenti di comunicazione sociale. In particolare, l'analisi è stata concentrata sulle produzioni scientifiche di cinque fra i più illustri aziendalisti italiani pubblicate nel periodo dal secondo dopoguerra alla fine degli anni '70, partendo dal fondatore dell'economia aziendale, Gino Zappa (1879-1960), e proseguendo con Pietro Onida (1902-1982), Aldo Amaduzzi (1904-1991), Carlo Masini (1914-1995) e Paolo Emilio Cassandro (1910-2004). Attraverso l'analisi delle produzioni scientifiche degli autori investigati, il presente lavoro mette in evidenza l'aspetto pioneristico degli studi dei maestri di economia aziendale in tema di responsabilità sociale.

La vita quotidiana della comunità...

Catturi Giuseppe
RIREA

Non disponibile

25,00 €
Di fronte ad una serie di dati di conto molti lettori si scoraggiano ed i più perdono l'interesse per l'argomento che stanno affrontando e lo abbandonano. Questo studio vuole tentare di fare invertire quel loro comportamento, mettendo in evidenza l'importanza e la bellezza di quei dati. Essi, in verità, sono solo simboli, segni indelebili che vogliono sintetizzare comportamenti e, quindi, relazioni che dipanano la storia di singole persone, di famiglie, di aziende, di comunità più o meno numerose. Il loro insieme, relativamente ad un determinato ente, sono come note segnate sul pentagramma contabile, che compongono una melodia più o meno armoniosa, ovvero disegnano la trama di vita dell'ente medesimo. Lo spartito contabile che presentiamo in questo studio si riferisce ad un particolare ente, la Comunità ebraica, che da secoli vive la sua storia in Siena e che ancora oggi si mostra attiva e vitale. Si tratta, in particolare, del Libro di Amministrazione nel quale il Camarlingo Generale ha trascritto la storia della Comunità dal 1783 al 1786, a ridosso dell'inizio della costruzione del Tempio che continua ad essere luogo di incontro e di preghiera degli ebrei senesi.

Il rinascimento della ragioneria...

Coronella Stefano
RIREA

Non disponibile

15,00 €
Il presente lavoro intende illustrare le peculiarità ed il ruolo dei crediti commerciali all'interno delle combinazioni produttive. In effetti il fenomeno delle dilazioni di pagamento, oltre ad avere origini antichissime, si presenta poliedrico sotto molti punti di vista. L'opera prende avvio chiarendo anzitutto le caratteristiche e la centralità del credito commerciale nel lungo processo formativo e di affinamento della contabilità. Successivamente si sofferma sui fattori che incidono sulla concessione delle dilazioni di pagamento, ovvero sulle motivazioni che spingono le aziende ad accordarle, nonché sul complesso dei rischi e dei costi generati dalla loro presenza. Altra tematica di rilievo è rappresentata dalle "politiche" di bilancio attuabili agendo sui crediti commerciali, le quali possono alterare anche notevolmente la rappresentazione della situazione aziendale tramite la lettura del documento di sintesi annuale. Per tale motivo, dopo aver illustrato l'evoluzione della disciplina del credito commerciale si riflette con attenzione sulle possibili alterazioni operabili a carico del bilancio e sui conseguenti effetti.

Le aziende sanitarie e il loro...

Gulluscio Carmela
RIREA

Non disponibile

25,00 €
Il testo si concentra sul finanziamento delle aziende che operano nel comparto della sanità. Dopo aver inquadrato il concetto di "azienda sanitaria" e avere analizzato le principali strutture che erogano prestazioni sanitarie, il volume analizza le modalità di finanziamento della sanità partendo da un'analisi storica delle circostanze che hanno portato alla nascita dei sistemi sanitari contemporanei e focalizzandosi successivamente sui principali sistemi di finanziamento attualmente esistenti in sanità. Il testo si concentra, infine, sul finanziamento mediante tariffe, proponendo una chiave di lettura economico-aziendale del significato tecnico attribuibile alle tariffe in sanità. Consegue una proposta di configurazione che le tariffe dovrebbero assumere per ottemperare correttamente al loro ruolo di strumento di finanziamento delle prestazioni sanitarie. Prendendo atto delle caratteristiche e dei limiti dei sistemi informativi contabili delle aziende sanitarie, il volume giunge alla proposta di una configurazione di tariffa che possa permettere alle aziende sanitarie di remunerare le loro prestazioni, consentendo la sopravvivenza nel tempo delle strutture erogatrici.

Risk reporting. Evidence from...

Ciaponi Fabio
RIREA

Non disponibile

25,00 €
Il volume si propone di approfondire lo studio della contabilità agricola tra la fine del sedicesimo e la prima metà del diciannovesimo secolo mediante l'analisi dei trattati contabili pubblicati in quegli anni. A tal fine, dopo aver presentato lo schema metodologico, il lavoro analizza una serie di trattati interamente o parzialmente dedicati alla contabilità agricola con lo scopo di considerarne non solo i profili scritturali, ma anche i possibili mutamenti ed evoluzioni a essi associati e la loro interdipendenza con cambiamenti di tipo economico-sociale.

Sistemi di valutazione, misurazione...

Di Vaio Assunta
RIREA

Non disponibile

25,00 €
Le risorse umane concorrono a definire la performance aziendale in un'ottica di vantaggio competitivo duraturo e non facilmente imitabile. Il presente lavoro fornisce una lettura delle risorse umane in diversi contesti organizzativi, precisamente della loro complessa gestione, adottando una prospettiva economico-aziendale, dove si ricercano, si indagano e si propongono strumenti strategici e operativi capaci di valorizzare le stesse risorse umane, definendo adeguati processi di valutazione, misurazione, controllo e reporting della propria performance.

Profili economico-aziendali dei...

Coronella Stefano
RIREA

Non disponibile

20,00 €
Il presente lavoro intende illustrare le peculiarità ed il ruolo dei crediti commerciali all'interno delle combinazioni produttive. In effetti il fenomeno delle dilazioni di pagamento, oltre ad avere origini antichissime, si presenta poliedrico sotto molti punti di vista. L'opera prende avvio chiarendo anzitutto le caratteristiche e la centralità del credito commerciale nel lungo processo formativo e di affinamento della contabilità. Successivamente si sofferma sui fattori che incidono sulla concessione delle dilazioni di pagamento, ovvero sulle motivazioni che spingono le aziende ad accordarle, nonché sul complesso dei rischi e dei costi generati dalla loro presenza. Altra tematica di rilievo è rappresentata dalle "politiche" di bilancio attuabili agendo sui crediti commerciali, le quali possono alterare anche notevolmente la rappresentazione della situazione aziendale tramite la lettura del documento di sintesi annuale. Per tale motivo, dopo aver illustrato l'evoluzione della disciplina del credito commerciale si riflette con attenzione sulle possibili alterazioni operabili a carico del bilancio e sui conseguenti effetti.

Profili economico-aziendali per il...

Viola Carmine
RIREA

Non disponibile

25,00 €
Il lavoro nasce dalla necessità di declinare nell'ampio dibattito dottrinale del settore aziendale il tema della governance turistica. L'aggiornamento di questo approccio trova la sua giustificazione preli-minare nei profondi mutamenti socio-economici che hanno condizionato il settore turistico e il suo sistema negli ultimi anni. Le ricadute del contributo dottrinale nella puntualizzazione del concetto più ampio di buona governance può contribuire nella definizione di azioni progettuali e politiche di sviluppo dei decisori da intraprendere nel sistema turistico a favore della collettività. Al fine di dirimere la complessità e verificare la base degli elementi teorici è stato costruito un case study (indagine multiscopo) per profilare il governo della destinazione turistica prendendo in esame l'area dei parchi naturali protetti del Salento. Questa metodologia ha consentito di misurare i principali aggregati della domanda turistica di italiani e stranieri che hanno soggiornato nelle aree dei parchi naturali del Salento.

Il miglioramento dei complessivi...

Bianchi Piervito
RIREA

Non disponibile

22,00 €
La ricerca è stata finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia e si focalizza sul tema della qualità dei sistemi informativi a supporto dei network socio-sanitari. Una non corretta gestione della risorsa "informazione" a livello di network nel suo complesso produce conseguenze negative, tra cui il mancato soddisfacimento dei L.E.A. e la mancata copertura integrale dei costi sostenuti per i servizi offerti, con effetti negativi sulla capacità delle reti socio-sanitarie di migliorare i servizi offerti sotto il profilo quantitativo e qualitativo. Dopo avere selezionato due casi di studio, si è cercato di capire "cosa" (what) è stato proposto per migliorare la qualità delle informazioni a livello complessivo del network, le "ragioni" della scelta (why) e le "modalità operative" (how). I network di servizi domiciliari integrati presi in esame sono quelli attivati dalle Aziende sanitarie locali e dagli Ambiti territoriali sociali di Lecce e di Taranto che hanno affrontato in maniera organica - a livello di rete - il tema della qualità dei sistemi informativi.

Tra economicità e bene comune....

Broglia Angela
RIREA

Non disponibile

25,00 €
La ricerca prende in esame la peculiare realtà aziendale delle cooperative sociali quale possibile modello di "hybridorganization". La categoria dell'ibridismo viene affrancata dal portato etimologico potenzialmente negativo, mettendo in evidenza una fenomenologia aziendale in grado di affrontare sfide sociali innovative, anche in contesti socioeconomici instabili. Sotto il profilo metodologico, partendo dall'analisi della letteratura, è stato costruito un framework integrato che, armonizzando contributi di origine culturale diversa, consente l'analisi degli aspetti peculiari delle cooperative sociali. Sulla base di tale framework viene verificata l'ipotesi centrale della ricerca, ovverosia che le cooperative sociali possano essere considerate un modello "italiano" di hybridorganization, nonostante la loro formale collocazione nel settore non profit. Un passaggio fondamentale riguarda l'orientamento alla sostenibilità economica quale requisito cruciale del framework, verificato mediante uno studio pilota sulle realtà attive in Veneto nel decennio 2006-2015.

La gestione dei rifiuti urbani e...

Leoci Benito
RIREA

Non disponibile

30,00 €
In diverse regioni italiane, specie del centro-sud, nel mentre la qualità dei servizi di igiene urbana, affidati in appalto a imprese private o dati in concessione ad aziende in house, si mantiene su un livello molto basso e in alcune zone decresce continuamente, le tariffe imposte ai cittadini aumentano di anno in anno. Come mai? È colpa dei cittadini-utenti che non collaborano oppure è colpa delle imprese, pubbliche o private, che svolgono male detti servizi? Oppure è colpa delle norme che disciplinano il settore? Come si risolve la sindrome NIMBY che affligge il settore dello smaltimento? È utile l'Albo dei Gestori Ambientali? Sono utili o dannosi gli ARO (attualmente denominati in Puglia "Aree Omogenee") e gli ATO? È utile il sistema di raccolta differenziata "porta a porta" o è un pericoloso sistema di lavoro per gli addetti e costoso per gli utenti? Sono ancora utili le aziende in house, strani mostri giuridici, non sempre gestite al meglio e spesso fonti di sprechi e corruzione? A questi e altri interrogativi l'autore risponde dopo una analisi del settore afflitto anche da ricorrenti casi di corruzione nella fase di affidamento degli appalti.

Analisi, prospettive ed effetti del...

Turco Mario
RIREA

Non disponibile

22,00 €
Lo studio si prefigge di delineare i principali aspetti caratterizzanti la crisi degli Enti locali, per comprendere le cause, le prospettive e gli effetti. Nel percorso di analisi si sono osservati, sia i caratteri distintivi dell'azienda pubblica, sia le dinamiche che ne garantiscono la sopravvivenza, rilevando le direttrici in grado di realizzare il risanamento in caso di default. Successivamente, si sono approfondite le procedure di riequilibrio nell'attuale normativa, enucleando le principali disposizioni tecnico-gestionali. Nell'ambito delle diverse modalità liquidatorie, è stato esaminato il dissesto finanziario del Comune di Taranto, indagando sui motivi e sulle criticità che hanno portato all'insuccesso dell'adottata procedura "semplificata", a tal punto da paventare il rischio di un "doppio dissesto". Con riferimento a quest'ultimo aspetto, si sono desunti i principali effetti del dissesto sulle economie territoriali, espressi in termini sia di perdite economiche subite dalla comunità di appartenenza, sia di maggiori tributi pagati, di crediti non riscossi, di mancate opportunità d'investimento.

Il ruolo degli organismi contabili...

Nicoliello Mario
RIREA

Non disponibile

22,00 €
Il lavoro intende analizzare il ruolo degli organismi contabili nell'evoluzione del bilancio d'esercizio, muovendo dai principi del Codice Civile, per poi estendere la riflessione agli standard setter nazionali e internazionali. Nella parte iniziale si affrontano gli aspetti specifici della disciplina civilistica del bilancio, nella sua forma originaria del 1942, in quella successiva alle modifiche del 1974, passando poi all'emanazione e al recepimento della IV Direttiva Cee, per giungere all'adozione dei principi contabili IAS/IFRS. Successivamente viene delineata la logica prettamente economica del bilancio, quindi si affronta il percorso di riforma dei principi contabili nazionali, analizzando l'azione dello standard setter italiano nel processo di evoluzione del bilancio. Il discorso viene poi ampliato con la prospettiva internazionale, soffermandosi sui processi di armonizzazione e standardizzazione contabile. Infine sono analizzati la Direttiva Ue 34/2013 e il suo recepimento col D.Lgs n. 139/15.

La ragioneria pubblica nelle...

De Nicola Manuel
RIREA

Non disponibile

25,00 €
Il lavoro ha la finalità di indagare, da una prospettiva epistemologica, il rapporto tra gli studi sulla ragioneria pubblica dati alla luce dall'affermazione del paradigma bestano fino alla fase di primo riordino della matrice disciplinaria del paradigma zappiano. Attraverso un esame "per analogia", a la Kuhn, l'analisi individua i particolari contributi che tali specializzazioni di ricerca apportano in termini di affinamenti, ampliamenti euristici e impatti sulla coerenza dei rispettivi impianti teoretici, sia lungo l'intero percorso di sviluppo scientifico, sia nell'assunzione delle peculiari manifestazioni metafisiche, sociologiche e artefatte. Il risultato finale è la dimostrazione della relazione di incommensurabilità tra i due filoni di studio, a conferma dell'interpretazione che individua un salto rivoluzionario nell'avvicendamento tra il paradigma bestano e quello zappiano.