Contratti di lavoro

Filtri attivi

Il rapporto di lavoro pubblico....

Capalbo Angelo
Maggioli Editore 2019

Disponibile in libreria  
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

79,00 €
Il volume tratta il percorso normativo che ha interessato la disciplina del rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni. Il processo riformatore ebbe inizio con la legge n. 421 del 1992, quale strumento di rimedio per uscire dalla crisi economica e nel corso degli anni la regolazione del rapporto di lavoro è stata oggetto di numerose rivisitazioni. In particolare, con la riforma Brunetta del 2009, si interviene su alcune criticità per accrescere efficienza e trasparenza, razionalizzare il costo del lavoro pubblico e realizzare una migliore utilizzazione delle risorse umane all'interno di esse. Successivamente, con la legge Madia del 2015, la contrattazione collettiva assume valenza centrale nella regolazione dei rapporti di lavoro del pubblico impiego. Prova ne è l'art. 23, comma 1 del d.lgs. n. 75/2017. L'opera contiene la descrizione dei principali atti di regolazione del rapporto di lavoro pubblico, in particolare negli enti locali, che vanno dalla costituzione del rapporto, all'inquadramento ed ogni altro aspetto gestionale fino ai doveri e responsabilità del dipendente pubblico ed infine alla fase conclusiva del rapporto con la sua estinzione. Contiene, inoltre, un vasto formulario di atti di macro e micro organizzazione e di istituti contrattuali, riformulati con il nuovo CCNL, che ha introdotto elementi di semplificazione nella gestione dei fondi destinati alla  contrattazione integrativa. Angelo Capalbo Segretario generale, avvocato, valutatore e pubblicista Segnalazioni bibliografiche > Il Codice degli Enti Locali, Riccardo Carpino > La disciplina delle assenze negli Enti locali dopo il CCNL Funzioni Locali. Guida rapida con casi pratici, Livio Boiero MATERIALI ONLINE Il lettore, tramite il codice alfanumerico allegato al volume, potrà accedere a fac-simili di atti e file excel di calcolo personalizzabili e stampabili. Modelli EXCEL su: > Pesatura posizioni organizzative > Pesatura obiettivi > Risultati ottenuti > Costituzione fondo risorse decentrate

Colf e badanti 2019. Soluzione per...

Licari Fabio
Ipsoa 2019

Disponibile in libreria  
DIRITTO DEL LAVORO

119,00 €
Il volume, con annesso software di calcolo per il conteggio della busta paga e per la gestione del complessivo rapporto di lavoro, fornisce, in modalità professionale uno strumento di calcolo per la busta paga dei lavoratori domestici.

Paghe e contributi

Ipsoa 2019

Disponibile in libreria  
CONTABILITA FISCO

85,00 €
Il volume garantisce inquadramento di sintesi degli argomenti corredato da un'ampia selezione di fonti normative; completezza dei temi trattati; aggiornamento con le più recenti disposizioni normative e con i chiarimenti della prassi amministrativa; praticità grazie alla ricchezza di esempi e casi particolari vicini alta pratica quotidiana. È una guida operativa per gli adempimenti, sia di fonte legale che contrattuale collettiva, connessi all'amministrazione del personale dipendente. Oltre ad un completo quadro d'insieme della materia, il volume offre istruzioni operative e soluzioni applicative in ordine all'elaborazione degli stipendi, la determinazione dei contributi previdenziali, dei premi assicurativi e delle ritenute fiscali, nonché della presentazione delle relative denunce obbligatorie. L'opera è completata da un'ampia sezione tabellare e da un indice analitico.

CCNL Distribuzione Moderna Organizzata

Masciocchi Pierpaolo
Maggioli Editore 2019

Disponibile in libreria  
DIRITTO DEL LAVORO

32,00 €
Il volume fornisce il commento dettagliato ai principali articoli del CCNL della Distribuzione Moderna Organizzata (DMO) - rinnovato in data 19 dicembre 2019 - e chiarisce le motivazioni e la ratio della disciplina concordata tra le parti. Contratto collettivo nazionale di lavoro della Distribuzione Moderna Organizzata (DMO) 19 dicembre 2018 ARGOMENTI TRATTATI Contratto collettivo nazionale di lavoro della Distribuzione Moderna Organizzata (DMO) sottoscritto in data 19 dicembre 2019 da Federdistribuzione e FILCAMS - CGIL, FISASCAT - CISL e UILTUCS - UIL. PAOLO STERN Consulente del Lavoro in Roma. Presidente Nexumstp Spa. Autore di numerose pubblicazioni in materia di lavoro e relatore a convegni e seminari. Professore a contratto presso università pubbliche e private. MASSIMILIANO MATTEUCCI Consulente del Lavoro in Roma. Partner Nexumstp Spa. Cultore della materia e professore a contratto presso università pubbliche e private. Autore di numerose pubblicazioni in materia di lavoro e relatore a convegni e seminari.

Il contratto collettivo

Rinaldi Manuela
Key Editore 2019

Disponibile in libreria  
DIRITTO DEL LAVORO

12,00 €
Il lavoro analizza gli articoli del codice civile che riguardano il contratto collettivo, ovvero dall'articolo 2060 al 2081. Tale parte del codice civile è stata oggetto di soppressione ad opera dell'ordinamento corporativo. L'ordinamento corporativo è, infatti, stato soppresso con D.L.vo Lgt. 23 novembre 1944, n. 369. La contrattazione collettiva ed il contratto collettivo costituiscono una parte rilevante, per l'importanza rivestita dai temi trattati del diritto del lavoro ed in modo particolare della parte sindacale, affrontando la tematica delle relazioni sindacali e dei diritti dei lavoratori sul posto di lavoro, partendo, proprio dall'articolo 2060 c.c., dalla tutela del lavoro e della disciplina del rapporto di lavoro, per poi affrontare temi quali la libertà sindacale e la contrattazione di prossimità. Temi affrontati e di particolare importanza nel diritto sindacale sono poi nello specifico quello della inderogabiità del contratto collettivo e della efficacia, oggettiva e soggettiva, dello stesso anche alla luce dell'articolo 39 della Costituzione.

Il contratto d'opera fra regole e...

Cervale Gianluca
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
"Il contratto d'opera fra regole e mercato" è una monografia scientifica che può costituire anche un valido strumento per i professionisti. Utile ad orientarsi fra le norme che disciplinano il contratto di lavoro autonomo, il testo ricostruisce l'origine storica del contratto d'opera, riflettendo poi sulle più attuali declinazioni dell'istituto. Sono oggetto di particolare approfondimento il rapporto fra lavoro subordinato e lavoro autonomo, i profili di contatto fra la disciplina del contratto d'opera e quella del contratto di appalto, la responsabilità del prestatore d'opera. Inoltre, nel volume Il contratto d'opera fra regole e mercato si riflette anche sugli effetti che le numerose normative di provenienza europea hanno avuto sul diritto contrattuale e sui singoli contratti, ponendo particolare attenzione alla rilevanza che lo status del contraente assume nella selezione della disciplina normativa applicabile al singolo contratto.

La contrattazione collettiva nel...

Santoro Carmine
ADAPT University Press 2018

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Nella legislazione sanzionatoria del lavoro si è imposto un modello di eterointegrazione del precetto normativo primario, che contempla il rinvio alla fonte contrattuale collettiva. In tal modo, talune figure di illecito amministrativo sono configurate con il concorso determinante della fonte pattizia. Il presente volume mira ad individuare il fondamento giuridico di un tale modello sanzionatorio, e i suoi possibili limiti di compatibilità, per un verso, con la Carta costituzionale e, per l'altro, con i principi del sistema sanzionatorio amministrativo, segnatamente con il principio di legalità.

Differenziali retributivi di genere...

Gottardi D.
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Il tema della parità retributiva tra uomo e donna è un tema complesso, che rinvia a una rete di tutele, a livello sovranazionale e nazionale, tanto consolidate quanto di difficile e scarsa effettività; un tema che implica riflessioni di carattere multidisciplinare e che può rivelarsi scivoloso sul piano delle rilevazioni statistiche. Si pensi all'indicatore delle retribuzioni orarie lorde medie, utilizzato dalle tabelle pubblicate da Eurostat e soprattutto dalla Strategia europea per l'occupazione. Esso restituisce un quadro di sintesi che non solo è parziale, ma anche fuorviante, perché non tiene in considerazione tutte le penalizzazioni che le donne accumulano lungo l'arco della vita. Non quindi i gap che si rilevano, ad esempio, nei premi di produzione, di risultato, di produttività. Non i gap che si accumulano a causa del divario nel tempo dedicato al lavoro, divario che è diretta conseguenza dell'impari distribuzione dei carichi familiari. Non i gap che si collegano alla segregazione orizzontale in lavori sottovalutati, e quindi sottopagati, o alla segregazione verticale nelle fasce retributive più basse degli organigrammi aziendali. Non i gap che derivano dalle interruzioni di carriere, dalle barriere alla carriera. Tutti gap che confluiscono, alla fine, nei divari dei trattamenti pensionistici. Il presente volume raccoglie parte dei risultati e delle riflessioni maturati nell'ambito del progetto Close the deal, fill the gap, finanziato dal Programma Progress dell'Unione europea (reference no. JUST/2013/PROG/AG/4890/GE) e coordinato dall'Università di Verona, in partnership con la Queen Mary University di Londra e l'University of the West of England (Regno Unito), l'Università della Silesia (Polonia) e l'Ires Veneto (Italia).

CCNL turismo

Masciocchi Pierpaolo
Maggioli Editore 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO DEL LAVORO

34,00 €
Il nuovo Contratto collettivo nazionale per i dipendenti dei settori dei pubblici esercizi, della ristorazione collettiva e commerciale e del turismo, sottoscritto l'8 febbraio 2018, sostituisce il precedente CCNL Turismo del 2010 (rinnovato solo per i settori Alberghi e campeggi), che ha terminato la propria validità di applicazione al 31 dicembre 2017. Il volume illustra in una prima analisi il quadro sintetico di tutte le novità introdotte con il nuovo accordo. In particolare, il testo fornisce il commento dettagliato dei più significativi e rilevanti articoli del CCNL e chiarisce le motivazioni e la ratio della disciplina concordata tra le parti.  Argomenti trattati:  Nuovo Contratto collettivo nazionale per i dipendenti dei settori dei pubblici esercizi, della ristorazione collettiva e commerciale e del turismo, sottoscritto in data 8 febbraio 2018.

CCNL enti locali

Masciocchi Pierpaolo
Maggioli Editore 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO DEL LAVORO

23,00 €
Con la stipula dell'accordo del 21 maggio 2018 è stato rinnovato il contratto collettivo nazionale di lavoro per i circa 467.000 pubblici dipendenti appartenenti al comparto Funzioni locali, che comprende Regioni, Enti Locali, Camere di commercio e altri enti territoriali. Il contratto si applica a tutto il personale non dirigente, dipendente da Regioni, Province, Comuni, Camere di commercio e altri enti territoriali. Il volume fornisce il commento dettagliato ai principali articoli del nuovo CCNL e chiarisce le motivazioni e la ratio della disciplina concordata tra le parti.

Il sinallagma nei contratti di...

Barbieri Marco
Cacucci 2018

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Il volume ricostruisce il concetto di sinallagma nei rapporti di lavoro con le pubbliche amministrazioni, a partire dalle origini del fenomeno burocratico. Si propone così un percorso storico-critico che mette in luce il nesso che lega la qualificazione giuridica del rapporto - nell'alternativa tra stato giuridico di diritto pubblico o contratto di lavoro - alla corrispettività della controprestazione retributiva. Si rintracciano in una serie di istituti del pubblico impiego retto dallo stato giuridico le tracce delle antiche concezioni non sinallagmatiche del rapporto di lavoro dei pubblici dipendenti, risalenti alla fase genetica degli Stati in Europa, e si approfondisce il loro rapporto con la disposizione dell'art. 36 Cost. Si evidenzia il rilievo della discussione sulla causa del contratto di lavoro, analizzando le basi e le conseguenze delle diverse concezioni sviluppate dopo la contrattualizzazione dei rapporti di lavoro della più gran parte dei dipendenti pubblici. Si discutono inoltre le differenti fonti di disciplina della retribuzione per i dipendenti pubblici contrattualizzati e l'applicazione della corrispettività nell'attuale disciplina del lavoro pubblico. Viene altresì esaminato il tema, di crescente rilievo ma sinora oggetto di scarsa attenzione, del lavoro gratuito per le pubbliche amministrazioni, esaminando sotto questo profilo istituti quali il baratto amministrativo, o il lavoro autonomo gratuito, e in generale le prestazioni di lavoro gratuite o semigratuite a vantaggio delle amministrazioni pubbliche. In conclusione, si afferma che la difesa del principio della corrispettività appare paradossalmente uno strumento utile a difendere il valore del lavoro di fronte alla sua dilagante svalutazione.

Decreto Dignità: nuove regole per...

Cosattini Luigi Andrea
Maggioli Editore 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO DEL LAVORO

18,00 €
Soluzioni di Diritto è una collana che offre soluzioni operative per la pratica professionale o letture chiare di problematiche di attualità. Uno strumento di lavoro e di approfondimento spendibile quotidianamente. L'esposizione è lontana dalla banale ricostruzione manualistica degli istituti ovvero dalla sterile enunciazione di massime giurisprudenziali. Si giunge a dare esaustive soluzioni ai quesiti che gli operatori del diritto incontrano nella pratica attraverso l'analisi delle norme, itinerari dottrinali e giurisprudenziali e consigli operativi sul piano processuale. Il volume esamina nel concreto il contenuto e la portata delle modifiche introdotte dal nuovo Governo, con l'obiettivo di combattere il lavoro precario e di restituire con ciò ai lavoratori subordinati la "dignità" asseritamente perduta. Lo scopo del lavoro è quello di porre gli operatori del settore nelle condizioni di dare a tali novità normative la più corretta e proficua applicazione. L'Autore pone dunque alcuni interrogativi e fornisce ad essi risposte che consentono, per quanto possibile, di recepire al meglio il nuovo regime giuridico. Il principale responsabile della progressiva mancanza di stabilità dei rapporti di lavoro subordinato, e conseguentemente della (ritenuta) situazione di sudditanza e precarietà in cui si è venuta a trovare parte della popolazione, è stato individuato nella disciplina del rapporto di lavoro a tempo determinato, sul quale effettivamente più frequenti ed incisivi sono stati gli interventi del Legislatore negli ultimi anni. È quindi proprio sulla modifica della disciplina normativa del lavoro a termine, sia nella sua forma "diretta" (vale a dire l'assunzione del lavoratore da parte del soggetto che, in qualità di datore di lavoro formale e sostanziale, effettivamente ne utilizza la prestazione lavorativa) sia nella forma della somministrazione di lavoro (e quindi attuata mediante l'assunzione da parte di un'agenzia per il lavoro, che assume la veste di datore di lavoro formale e che poi provvede a somministrare il lavoratore al soggetto che effettivamente ne utilizza la prestazione lavorativa e che assume la veste di datore di lavoro sostanziale), che il "Decreto Dignità" concentra i propri interventi di maggiore respiro.

CCNL edilizia

Masciocchi Pierpaolo
Maggioli Editore 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO DEL LAVORO

39,00 €
Con la stipula del verbale di accordo per il rinnovo del CCNL del 18 luglio 2018 è stato rinnovato il contratto collettivo nazionale di lavoro del settore edile. Il contratto si applica ai dipendenti delle imprese edili ed affini, con decorrenza 1º luglio 2018-30 settembre 2020. Il volume fornisce il commento dettagliato ai principali articoli del nuovo CCNL e chiarisce le motivazioni e la ratio della disciplina concordata tra le parti.

Il nuovo contratto di lavoro a...

Lorenzo Luca
CEDAM 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO DEL LAVORO

22,00 €
Il presente volume esamina l'istituto del contratto a tempo determinato, alla luce della riforma operata dal decreto 87/2018, convertito, con modificazioni, dalla legge 96/2018. Attenzione viene data alle modifiche operate dalla riforma, trattate con un taglio teorico e pratico, volgendo sempre uno sguardo al passato, confrontando la nuova normativa con le riforme trascorse. L'intento degli autori è di fornire un'opera utile all'esperto del diritto, che necessita di conoscere come la riforma sia intervenuta, ma che induca anche il giurista a spunti critici e di riflessione. I temi su cui si pone l'accento: reintroduzione della causale obbligatoria, limiti di durata del contratto, prosecuzione e cessazione del contratto, nuovi termini per l'impugnazione del contratto e regime sanzionatorio, indennizzo di licenziamento e offerta conciliativa; senza tralasciare i diritti e le tutele del lavoratore a termine, il contratto a tempo determinato nel pubblico impiego, non modificato dalla riforma, ed il nuovo contratto di somministrazione a tempo determinato, di fatto in molti aspetti parificato alla disciplina del contratto a termine "diretto". La trattazione è corredata da tavole sinottiche degli articoli di legge modificati dalla riforma in oggetto.

Licenziamento. Con e-book

Colombo Andrea
Ipsoa 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO DEL LAVORO

50,00 €
Il volume illustra gli aspetti formali e sostanziali connessi alla cessazione del rapporto di lavoro, con riferimento alle varie forme di recesso, agli aspetti sospensivi del rapporto di lavoro ed alle peculiarità dei rapporti di lavoro speciali. Aggiornato alla più rilevante giurisprudenza di merito e di legittimità, dà conto del quadro regolatorio vigente successivo al c.d. "Decreto Dignità" (D.L. n. 87/2018 - legge n. 96/2018) che ha introdotto un'ulteriore distinzione nel complesso quadro sanzionatorio in materia di licenziamenti individuali nonché degli effetti dell'intervento della Corte costituzionale (sent. n. 194/2018) sull'illegittimità del criterio di determinazione dell'indennizzo. Tabelle sintetiche di raffronto guidano il lettore nella comprensione del regime sanzionatorio applicabile. La struttura si articola in tre Parti «Tipologie e caratteristiche», «Procedure e adempimenti», «Tutele e sanzioni». Il testo si completa con l'Appendice che contiene un "formulario essenziale" quale guida alla redazione delle lettere di licenziamento e alla procedura giudiziale e stragiudiziale, la giurisprudenza di merito e la normativa più rilevante.

Domestici, colf e badanti

Mangione Nicola
Foschi

Disponibile in 3 giorni

9,50 €
Quali sono i diritti e quali i doveri del lavoratore domestico e del suo datore di lavoro? Quali pratiche bisogna svolgere per assumere una colf? Cosa succede quando si ammala la badante? E in caso di infortunio? A queste e a numerose altre domande risponde questo libro, che vuole essere un vademecum indispensabile sia per il datore di lavoro, che per il lavoratore domestico (colf, badante, baby-sitter e quant'altro), esaminando gli aspetti legali e previdenziali relativi al delicato rapporto di lavoro domestico.

L'ultimo contratto. Diario...

Di Mario Antonello
Tullio Pironti 2017

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Un contratto realizzato tutti insieme ha senza dubbio una valenza politica superiore a quella dei contratti precedenti. È ciò che è accaduto ¡1 26 novembre 2016 in Confindustria, a Roma, tra Flm, Fiom, Uilm e Feder-meccanica-Assistal. Il biennio economico del 3 luglio 2001 e quello normativo del 7 maggio 2003 furono firmati solo da Firn e Uilm, insieme a Federmeccanica e Assistal, senza la Fiom. Iniziò una fase di divisioni tra i lavoratori nelle fabbriche, ma anche nell'opinione pubblica, e con reciproche accuse sui giornali. Si doveva stare per ore al telefono col proposito di spiegare ai cronisti, che dovevano pubblicare il giorno dopo un "pezzo", le ragioni di una parte rispetto all'altra. La situazione si ricompose tra le tre sigle sindacali solo tre anni dopo, quando furono firmati unitariamente i rinnovi contrattuali di categoria del 19 gennaio 2006 e del 20 gennaio del 2008. In seguito tra i metalmeccanici si ripresentarono le avversità. Flm e Uilm firmarono le intese contrattuali del 16 ottobre 2009 e del 5 dicembre 2012; la Fiom no. Il 26 novembre 2016 è avvenuta l'ufficiale ricomposizione in ambito sindacale, con la sigla apposta da tutti e tre i sindacati sull'ultimo contratto di categoria. Molto è cambiato nel mondo dei metalmeccanici negli ultimi tre lustri. Ma il cambiamento è stato ancora più evidente rispetto a quanto accaduto negli anni Settanta. A quei tempi il movimento sindacale ebbe diversi meriti, come il superamento di divisioni pregresse e la nascita di nuovi movimenti di partecipazione e di decisione, dalle assemblee di fabbrica al sindacato dei consigli. Nel 1971 i sindacati metalmeccanici diedero vita alla Flm, la rappresentanza unitaria della categoria, mentre da parte imprenditoriale venne costituita Federmeccanica. Il contratto dei metalmeccanici, rinnovato nell'aprile del 1973, dopo sei mesi di trattative e 140 ore di sciopero pro-capite dichiarate, pose al centro dell'intesa l'inquadramento professionale e le 150 ore di permesso retribuito per il diritto allo studio, un fatto di assoluto rilievo per l'epoca. Dopo il riconoscimento legislativo dello Statuto dei Lavoratori, avvenuto quattro anni prima, ancora una volta l'operaio veniva inquadrato essenzialmente come persona e come cittadino sul luogo di lavoro. In quegli anni, caratterizzati dalla crisi petrolifera, nella fabbrica si determinò un'ampia concezione dei diritti che coinvolse anche realtà sociali e istituzionali.

Le recenti riforme dei rapporti di...

Cerreta M.
Giappichelli 2017

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
L'opera riproduce gli Atti del Convegno indetto a Perugia dall'Agi dell'Umbria il 25 gennaio 2016, ma aggiornati, e talvolta completamente riscritti, almeno generalmente, fino alla data del 30 novembre 2016. Hanno fornito il loro contributo autorevoli studiosi dell'impiego pubblico contrattualizzato (Luigi Fiorillo e Alessandra Pioggia), noti e provetti studiosi giuslavoristi (Stefano Giubboni, Siro Centofanti e Michele Cerreta), una illustre magistrato della Sezione Lavoro del Supremo Collegio (Lucia Tria), che ha avuto un ruolo protagonístico in tutte le vicende giudiziali dello specifico settore, parecchi cultori di diritto del lavoro che hanno qui fuso anche la loro esperienza professionale di avvocati giuslavoristi, talvolta anche autorevoli, dinanzi alle Corti superiori (Maurizio Riommi, Andrea Colavita e Lisa Taschini), e - last but not least - esperti del settore, autorevoli per il loro protagonismo nella negoziazione collettiva (Maddalena Gissi, Segretario generale della Cisl Scuola e Fabrizia De Cuia, responsabile dell'Ufficio legislativo della Cisl scuola). Onde l'opera potrà soddisfare vuoi le esigenze della sofisticazione scientifica, vuoi quelle degli operatori del settore (magistrati, avvocati e dirigenti del personale delle pubbliche amministrazioni), vuoi quelle informative dei docenti della scuola pubblica.

Industry 4.0. Lavoro e...

Iacovone D.
Giappichelli 2017

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Il volume presenta gli esiti di un'indagine scientifica svolta sulla resilienza dei sistemi di relazioni industriali europei rispetto alla piena applicazione dei programmi Industry 4.0. Le relazioni industriali saranno centrali rispetto all'automazione produttiva e organizzativa che Industry 4.0 determinerà. La gestione efficace delle complessità di Industry 4.0 comporta una riforma urgente della regolazione italiana sulla contrattazione collettiva e sugli schemi di rappresentanza dei lavoratori in azienda. In questo volume si presenta, a tal fine, una proposta che è stata maturata nel Club EY RI2020, network informale di HR, anche nel confronto con il sindacato, con il supporto degli avvocati giuslavoristi di EY, docenti, ricercatori e esperti di relazioni industriali.

I nuovi voucher e le altre forme di...

Orlando Antonello
Maggioli Editore 2017

Disponibile in libreria  
DIRITTO DEL LAVORO

16,00 €
A seguito della cosiddetta Manovra correttiva (D.L. n. 50 del 24 aprile 2017, convertito in Legge n. 96 del 21 giugno 2017), a decorrere dal 10 luglio 2017 viene riammessa la possibilità di utilizzo di prestazioni temporanee ed occasionali, descritte con precise indicazioni di carattere temporale ed economico. Il contratto di prestazione occasionale - da non confondere con il lavoro autonomo occasionale, di cui all'articolo 2222 c.c. - è il contratto mediante il quale un utilizzatore (impresa e/o pubblica amministrazione) acquisisce, con modalità semplificate, prestazioni di lavoro occasionali o saltuarie di ridotta entità, entro precisi limiti di importo e di tempo. Questa agile guida tratta dei nuovi voucher e delle forme alternative di lavoro occasionale. In particolare si prendono in esame: il lavoro autonomo occasionale ex art. 2222 c.c.; il lavoro intermittente; le CO.CO.CO. indicando per ciascuna tipologia le procedure per l'attivazione e i facsimile dei contratti da utilizzare. L'edizione tiene conto anche delle prime istruzioni da parte dell'Agenzia delle Entrate e dell'Inps, intervenute rispettivamente con Risoluzione n. 81 del 4 luglio 2017 e con Circolare n. 107 del 5 luglio 2017.

Il lavoro a termine tra modello...

Aimo Mariapaola
Giappichelli 2017

Disponibile in 3 giorni

34,00 €
Oggetto privilegiato del dialogo tra Corte di Giustizia e giudici interni (per la necessaria e uniforme applicazione del diritto dell'Unione), la regolazione del lavoro a termine nell'ordinamento multilivello è un esempio paradigmatico della reciproca "infiltrazione" tra diritto sociale dell'Unione e diritti nazionali. Nella prima parte del volume la ricerca mira a costruire un proto-modello europeo di lavoro a termine, le cui componenti si possono trarre dalla rilettura dell'Accordo quadro allegato alla direttiva n. 99/70, fatta alla luce della giurisprudenza della Corte di giustizia, che insiste soprattutto sul principio di effettività. Per i giudici e i legislatori nazionali, questo modello è il parametro di controllo della conformità delle normative interne ai vincoli europei. Proprio al confronto tra il proto-modello europeo e la disciplina italiana è dedicata la seconda parte dell'indagine, con l'esame delle disposizioni sul lavoro a termine: limiti numerici e quantitativi d'impiego di lavoratori a termine (derogabili dalla contrattazione collettiva); principio di parità di trattamento coi lavoratori a tempo indeterminato; apparato sanzionatorio. Vengono qui segnalati sia i punti di convergenza sia le difformità tra gli ordinamenti - superabili queste ultime grazie al canone dell'interpretazione conforme - sia infine veri e propri contrasti tuttora aperti.

Reti scuola-impresa: un modello...

Balsamo Alfonso
ADAPT University Press 2017

Disponibile in 3 giorni

34,00 €
La bassa integrazione tra scuole e imprese in Italia è tra le cause principali del faticoso ingresso dei giovani nel mercato del lavoro. La lenta transizione scuola-lavoro è alla base del numero di NEET più alto d'Europa e di una disoccupazione giovanile ferma al 40%; mentre le aziende non trovano le competenze necessarie per entrare nel vivo dell'Industry 4.0. La ricerca propone come soluzione un modello di raccordo sistematico, le Reti scuola-impresa, che prende spunto dagli strumenti individuati dall'Unione europea e dalle buone prassi italiane. L'obiettivo è analizzare e mettere a valore le novità della riforma scolastica (legge n. 107/2015, c.d. La Buona Scuola) e in particolare l'introduzione dell'alternanza scuola-lavoro obbligatoria. Le Reti scuola-impresa possono concretamente migliorare i processi di transizione e le attività di alternanza anche in territori a bassa crescita: per un rilancio complessivo della missione "occupabilità" che spetta alla scuola italiana.

Istituzioni di diritto del lavoro....

Vallebona Antonio
CEDAM 2017

Disponibile in libreria  
DIRITTO DEL LAVORO

65,00 €
Nuova edizione che si conferma un manuale autorevole e ricco di giurisprudenza. Il manuale espone i lineamenti fondamentali dei vari istituti ed è destinato, anche se non esclusivamente, a studenti digiuni della materia, fornendo loro gli strumenti per un orientamento consapevole, per procedere autonomamente nel corso della vita professionale ai necessari approfondimenti ed aggiornamenti.

Sul rapporto di lavoro

Di Stasi A.
Affinità Elettive Edizioni 2016

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Negli ultimi anni la disciplina sul rapporto di lavoro ha subito modifiche importantissime: dalla sostanziale liberalizzazione del contratto a termine, alle norme sul potere direttivo e di controllo, alla regolamentazione del licenziamento, sia individuale che collettivo. I vari "temi" vengono trattati in maniera critica e con uno sguardo alla evoluzione o involuzione delle scelte dal legislatore susseguitesi a partire dal 2010.

I contratti di lavoro

Magnani M.
Giappichelli 2016

Disponibile in 5 giorni

45,00 €
Commentario al d.lgs. 15 giugno 2015, n. 81, recante la disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell'articolo 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183. L'ampio programma di riforma del mercato del lavoro attuato attraverso il Jobs Act tradottosi, oltre che nella legge delega n. 183/2014, in otto decreti legislativi - ruota attorno al decreto legislativo n. 81/2015, giacché esso ha l'ambizione di disegnare la nuova tassonomia del contratti di lavoro, attorno a cui si dispone, a raggera, l'intero programma di riforma. Non a caso, attesa la sua funzione baricentrica, gli viene ormai comunemente riservata la denominazione di "Codice dei contratti di lavoro". Il presente volume offre un commento analitico della disciplina in esso contenuta (dalla nuova disciplina delle collaborazioni e delle mansioni a quella del lavoro a orario ridotto e flessibile, a tempo determinato, della somministrazione, dell'apprendistato, del lavoro accessorio, dell'associazione in partecipazione). Arricchiscono il volume contributi di taglio orizzontale sia sulla tutela della sicurezza nelle diverse forme contrattuali, sia sui rapporti tra disciplina legislativa e autonomia collettiva. A conclusione si fornisce una lettura dell'impatto del nuovo quadro regolativo sui dati occupazionali.

Contratto a tempo determinato e...

Preteroti Antonio
Giappichelli 2016

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
"Le recenti riforme rilanciano il prototipo del lavoro subordinato a tempo indeterminato come figura di riferimento del mercato del lavoro, attraverso una rimodulazione delle tutele ad esso collegate. Un significativo tassello di tale cambio di rotta è costituito dalla disciplina in materia di contratto a termine, nel cui contesto normativa era già penetrata l'idea, di origine europea, di considerare il rapporto a tempo indeterminato quale forma comune del rapporto di lavoro. Non a caso la disciplina del contratto di lavoro a tempo determinato è stata storicamente uno dei banchi di prova che hanno accompagnato, quando non anticipato, le evoluzioni del diritto del lavoro. Il d.lgs. n. 81/2015, che attualmente rappresenta l'unico ceppo normativa contenente la disciplina generale dell'istituto, ha completato il processo di liberalizzazione qualitativa del contratto di lavoro a tempo determinato, svincolandolo definitivamente dal rispetto di causali giustificative di carattere oggettivo, originariamente introdotte dal d.lgs. n. 368/2001 in attuazione della direttiva europea 1999/70."

Contratto a tutela crescenti ed...

Ipsoa 2015

Disponibile in 5 giorni

35,00 €
Si tratta di una Guida operativa di prima informazione sulle principali novità 2015 in tema di fisco e lavoro. Vengono infatti trattate le novità inerenti i primi due decreti (D.Lgs. n. 23/2015 contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti e D.Lgs. n. 22/2015 nuovi ammortizzatori sociali) delegati contenute nel Jobs Act (l. n. 183/2014) oltre che alle principali novità scaturite dalla legge di Stabilità 2015 (l. n. 190/2014). Quanto al Jobs act vengono esaminate le novità relative al contratto a tutele cresenti ed in particolare la nuova disciplina del licenziamento e infine il contratto di ricollocazione per lavoratori licenziati illegittimamente. Relativamente alla legge di Stabilità invece le novità riguardano il tema dell'esonero contributivo triennale previsto per le nuove assunzioni da gennaio 2015, oltre che il tema della totale deducibilità dell'IRAP per le nuove assunzioni a tempo indeterminato. Da ultimo infine il quadro degli incentivi e le sanzioni per il licenziamento illegittimo

Contratto di rete. Trasformazione...

Treu T.
Ipsoa 2015

Disponibile in 3 giorni

40,00 €
Il volume delinea la disciplina attraverso cui con un singolo contratto, più datori di lavoro possano condividere la prestazione di un lavoratore, superando definitivamente il principio di datore di lavoro unico. Vengono inoltre trattate le questioni inerenti il tema della Codatorialità, della Governance con cui si realizza il potere di gestione. La trattazione si completa con l'analisi del quadro fiscale nonché degli elementi di contatto con la tematica degli appalti. In conclusione alcuni esempi di contratto di rete in cui si sono manifestate le più significative applicazioni: "Ricerca e sviluppo", "Internazionalizzazione", Welfare aziendale", "Gestione del personale e modello Infragruppo", "Sfruttamento e valorizzazione del territorio". Da ultimo le schede settoriali che analizzano la diffusione dei contratti di rete nei settori più rappresentativi del tessuto imprenditoriale italiano: Agroalimentare, Moda, Arredo, Meccanica e Automazione, Costruzioni, Turismo, Servizi di Informazione e Comunicazione, Siderurgia.

Nuovo corso del diritto del lavoro....

Romeo Carmelo
Giappichelli 2015

Disponibile in 5 giorni

13,00 €
Il combinato disposto della legge delega 10 dicembre 2014, n. 183 segnatamente il comma 7, art. 1 - con il d.lgs. 4 marzo 2015, n. 23 che costituisce in sé una delle espressioni di maggior rilievo della cd. riforma Renzi sul Jobs Act, rappresenta indubbiamente una svolta decisiva nell'ambito del diritto del lavoro italiano. Le pagine che seguono hanno l'obbiettivo di commentare taluni passi fondamentali della delega e della sua legge di attuazione, avendo cura di valutare il peso delle modifiche e l'impatto con l'ordinamento previgente, tentando anche un approccio d'insieme che sia il più possibile scevro da condizionamenti ideali e inevitabili implicazioni politiche. Soprattutto si tratterà di valutare se l'evidente ricollocamento al ribasso delle tutele per i lavoratori, insita nell'operazione legislativa in argomento, vada impiantata nel solco di una semplice nuova fase che lasci intatta la sostanza dell'assetto precostituito, oppure prefiguri la transizione verso una nuova epoca del diritto del lavoro in Italia. La scelta metodologica non è quella sistematico-ricostruttiva, bensì problematica, sull'effettiva composizione degli interessi in gioco, nella necessità di mettere insieme il mosaico delle nuove regole, ora rimodulate secondo logiche che non sembrano più appartenere alla tradizione del diritto del lavoro. Non tutto nel "pacchetto" delle norme in esame è coerente.

ll rapporto di agenzia. Aggiornato...

Belligoli Gianpiero
Giappichelli-Linea Professionale 2015

Disponibile in 3 giorni

40,00 €
Il volume vuole offrire un contributo all'informazione dei professionisti e degli operatori nel settore del rapporto di agenzia con criteri di praticità e completezza. La disciplina del contratto di agenzia ha subito importanti evoluzioni sia sotto il profilo processuale sia, soprattutto, sotto quello sostanziale. La trattazione in particolare parte dal presupposto che la materia, nel nostro Paese, è caratterizzata dal tentativo di integrazione fra contrattazione collettiva e disciplina legislativa del rapporto. Sono infatti intervenute rilevanti modifiche delle norme del codice civile relative al rapporto di agenzia: dalla riforma realizzata nel 1999 (per dare completa attuazione alla direttiva europea), alla sostanziale abolizione dello star del credere e all'introduzione di un compenso per il patto di non concorrenza postcontrattuale con gli interventi delle leggi comunitarie del 1999 e del 2000. Gli AEC del 2002, successivi alla riforma di legge hanno disciplinato le notevoli innovazioni: le variazioni di zona, clientela e provvigione, l'obbligo di non concorrenza postcontrattuale e relativa indennità, l'indennità di scioglimento del rapporto. Tra gli argomenti trattati assume un ruolo rilevante quello dell'indennità di scioglimento del rapporto, che costituisce da sempre un aspetto particolarmente delicato, oggetto di frequenti controversie tra le parti.

Jobs act. Il contratto a tutele...

Carinci M. T.
Giappichelli 2015

Disponibile in 5 giorni

37,00 €
Una prima lettura del d.lgs. n. 23/2015 intitolato "Disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti" - oggetto del presente Commentario - solleva almeno due ordini di problemi. In primo luogo, quello del significato delle norme ivi contenute e delle questioni interpretative che le stesse pongono, anche alla luce del sistema. In secondo luogo, si pone quello della valutazione d'insieme della Riforma, sia sotto il profilo dell'impatto che la stessa potrà avere, unitamente ai decreti legislativi successivamente emanati in attuazione della legge-delega n. 183/2014, sul sistema dei contratti aventi ad oggetto un' attività di lavoro, sia sotto il profilo della sua efficacia rispetto alla soluzione dei problemi concreti che è deputata a risolvere. Ad entrambe le questioni richiamate sono dedicati, nel complesso, i contributi contenuti nella Prima parte del volume. Questo commentario presenta, quindi, approfondimenti che partono da approcci ed esprimono posizioni spesso eterogenee: diversità che costituisce, ad avviso dei curatori, un arricchimento per i cultori della materia, ai quali sono, infine, nella Parte seconda, offerte anche due diverse letture nella prospettiva economica. (Dall'Introduzione).

La «previdenza contrattuale». Un...

Squeglia Michele
Giappichelli 2014

Disponibile in 5 giorni

23,00 €
L'espressione "previdenza contrattuale" presenta una singolarità: al suo uso diffuso si contrappone uno scarsissimo approfondimento teorico-dottrinale; come se si trattasse di un sintagma a valenza esclusivamente pratica, incapace di esprimere un significato scientificamente convalidato e una precisa tassonomia. Ancora più singolare appare tale carenza, se si pone mente alla sua struttura apparentemente ossimorica (previdenza-bene pubblico vs contratto-bene privato), che contiene già i germi della questione poi approdata alla Corte costituzionale, dell'inquadramento della previdenza complementare nell'ambito della garanzia funzionale della previdenza sociale (art. 38, comma 2, Cost.), o della libertà dell'assistenza sociale (art. 38, comma 5, Cost.). L'opera di Squeglia si propone di porre le basi e offrire spunti utili a riempire la suddetta carenza, in una fase storica in cui mostrano la corda la nozione e la funzione della previdenza sociale, sfuma il confine non solo con quella privata, ma anche con l'assistenza sociale, con la stessa retribuzione, e perfino con il contenuto non economico della regolazione dei rapporti di lavoro (si pensi alla tematica della conciliazione dei tempi di lavoro, generalmente ricompresa nell'ampia e altrettanto indefinita nozione di welfare aziendale).

La subordinazione come fattispecie...

Sciotti Rossella
Giappichelli 2014

Disponibile in 5 giorni

33,00 €
La teoria della "subordinazione come fattispecie unitaria complessa" è stata presentata per la prima volta nel 2005, in un volume - in edizione provvisoria - dal titolo "Direzione e dipendenza nel rapporto di lavoro subordinato", subito dopo l'entrata in vigore della Riforma del mercato del lavoro che, com'è noto, è stata avviata dal legislatore con il "Libro bianco sul mercato del lavoro in Italia" e con la legge 14 febbraio 2003, n. 30, "Delega al Governo in materia di occupazione e mercato del lavoro", ed attuata, poi, con il d.lgs. 10 settembre 2003, n. 276 e succ. mod. Muovendo dalla costruzione della fattispecie, l'indagine si spostava poi alle tutele per essa apprestate, con particolare attenzione ai progetti scientifici ed ai disegni di legge che, sotto diversi aspetti e con molteplici strumenti, avevano mostrato di tendere ad un nuovo approccio del tema oggetto della ricerca (dal lavoro coordinato, al disegno di legge "Norme di tutela dei lavori 'atipici'", alla proposta di uno "Statuto dei nuovi lavori"). Il continuo e copioso fluire di studi sull'argomento, che costituisce senza dubbio uno dei più controversi e dibattuti della materia, e le novità legislative nel frattempo intervenute hanno reso necessario un adeguamento del materiale scientifico acquisito ed una revisione dell'opera nel suo complesso.

Cooperative sociali e inserimento...

Maggioli Editore 2014

Disponibile in 5 giorni

19,00 €
Gli affidamenti alle cooperative sociali di tipo B previsti dalla legge 381 del 1991 per l'inserimento lavorativo delle categorie più fragili che necessitano di assistenza per entrare nel mercato del lavoro, come i disabili, si collocano in un contesto nor

L'interposizione nei rapporti di...

Occhino Antonella
Dike Giuridica Editrice 2014

Disponibile in 5 giorni

20,00 €
La somministrazione di lavoro e il distacco di lavoratori subordinati sono i due istituti di utilizzazione indiretta del lavoro dove flessibilità e trasparenza nella gestione delle risorse umane si coniugano in un quadro di liceità dei fenomeni interpositori, ammesso in Italia a condizione del rispetto di regole poste a tutela della persona del lavoratore. Il volume espone in modo aggiornato la disciplina normativa e le principali soluzioni giurisprudenziali, nella consapevolezza che si tratta di una materia centrale del Diritto del lavoro, che incide su tecniche di impiego particolarmente adatte alle mutevoli esigenze delle organizzazioni produttive.

Orario e tempi di lavoro. Durata...

Ferrante Vincenzo
Dike Giuridica Editrice 2014

Disponibile in 5 giorni

25,00 €
Il volume affronta una materia centrale per l'avvocato, per le direzioni del personale, per i vertenzieri delle organizzazioni sindacali e, in generale, per gli operatori del diritto, a ragione del fatto che, più che in passato, la attuale fase di crisi economica impone una riorganizzazione del tempo di lavoro al fine di garantire efficienza all'attività produttiva. L'autore, con occhio attento alle esigenze di tutti, mira ad esporre in maniera ordinata e completa una materia di non sempre facile approccio per l'interprete, indicando per ogni punto la soluzione che appare più corretta alla luce del quadro legislativo e giurisprudenziale.

Lavorare in nero. Breve manuale a...

Colantonio Roberto
Iemme Edizioni 2014

Disponibile in 3 giorni

9,90 €
Oltre due milioni e mezzo. Questa la stima ufficiale (e prudente) dell'Istat sull'esercito dei lavoratori in nero in Italia. Sottopagati, senza garanzie di stabilità del loro rapporto di lavoro, spesso ridotti a lavorare oltre l'orario massimo di straordinario consentito e in luoghi di lavoro insicuri. Della pensione neanche a parlarne. E intanto aumentano le partite iva, una delle tante forme sotto lequali può celarsi un rapporto di lavoro subordinato di fatto. Il lavoro in nero rappresenta un alto costo sociale che, a contare le rispettive famiglie, si ripercuote su un numero elevatissimo di persone, italiani e stranieri. Lo Stato arranca dietro al fenomeno, con incentivi e sanzioni; da ultimo con la Riforma Fornero. Ma un lavoratore irregolare continua a convenire economicamente: costa circa la metà di un dipendente regolare in termini di imposte, di minimi retributivi e di contributi previdenziali. Questo libro vuole spiegare i diritti negati del lavoratore in nero e cosa può fare da subito per cercare di cambiare le cose.

Il lavoro nello spettacolo. Aspetti...

Scoz Giovanni
Ipsoa 2013

Disponibile in 5 giorni

35,00 €
Il volume costituisce una pratica guida operativa a tutti gli operatori del settore dello spettacolo, un testo che riassuma ordinatamente e cronologicamente tutti i vari adempimenti amministrativi, fiscali e previdenziali che devono essere predisposti per organizzare correttamente un evento artistico. Si tratta di una specie di mappa di orientamento per gli operatori del settore che devono svolgere la loro attività amministrativa e gestionale in un contesto caratterizzato da una normativa complicata e in continua evoluzione. Dedicato sia ad operatori esperti ma anche a coloro che si affacciano per la prima volta nel settore e che potranno trovare utili risposte e interessanti spunti di riflessione nei vari Approfondimenti. Suddivisa in capitoli che affrontano cronologicamente i vari momenti operativi degli adempimenti: la stipula del contratto tra artista/committente, gli adempimenti informativi e contributivi verso l'Inps (ex Enpals), gli adempimenti verso il Centro per l'Impiego, ed infine gli adempimenti fiscali. La trattazione si completa con un esauriente apparato di note, tabelle riassuntive e modulistica quest'ultima a seguito delle recenti novità (legge 92/2012) in tema di riforma del lavoro.

Misure per l'occupazione e la crescita

Casotti Alfredo
Ipsoa 2013

Disponibile in 5 giorni

25,00 €
Il volume presenta un'analisi dettagliata delle novità normative in materia di occupazione e crescita introdotte nel mercato del lavoro dal "Decreto del fare" (D.L. 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, in legge 9 agosto 2013, n. 98) e dal "Decreto lavoro" (D.L. 28 giugno 2013, n. 76, convertito, con modificazioni, in legge 9 agosto 2013, n. 99): dagli incentivi per l'assunzione di giovani, all'ASpI, all'apprendistato e tirocini, ai contratti a termine e a progetto alla contrattazione aziendale nonché alle semplificazioni degli adempimenti in materia di lavoro, previdenza e fisco. Il testo fornisce un'utilità immediata agli operatori addetti alla gestione dei contratti di lavoro e all'amministrazione del personale.

Subappalti e subcontratti pubblici....

Miguidi Michele
Maggioli Editore 2013

Disponibile in 5 giorni

42,00 €
La disciplina del subappalto, pur oggetto di numerose modifiche normative, manifesta le principali criticità in relazione ad aspetti che il legislatore non ha mai affrontato organicamente, lasciando all'interprete e agli operatori, di volta in volta, il compito di districarsi. Il subappalto e i subcontratti "pubblici" sono tali non perché la pubblica amministrazione ne sia parte, ma in quanto il contratto d'appalto pubblico, che ne sta alla base, si riverbera procedimentalmente e, in una certa misura, negozialmente, sul contratto figliato. Il tentativo è quello di proporre un testo che consenta molteplici letture, da quella di inquadramento a quella di approfondimento e critica, segnalando via via i punti oscuri, fornendo il panorama delle interpretazioni dottrinarie e giurisprudenziali. L'opera è aggiornata sino al DPR 18 aprile 2013 in materia di White List. Completa il volume un Cd-Rom contenente degli schemi di atti compilabili e personalizzabili che si propongono agli operatori, oltre ad un corposo apparato di sentenze, circolari, documenti prassi e normativa.

Busta paga. Contratti collettivi

Rausei Pierluigi
Ipsoa 2013

Disponibile in 5 giorni

45,00 €
Il testo offre indicazioni operative indispensabili per la selezione e l'applicazione della contrattazione collettiva nazionale. La Guida riporta le schede sintetiche dei principali contratti collettivi nazionali di lavoro con riferimento ai profili retributivi e agli aspetti normativi che regolano il rapporto di lavoro subordinato privato, con particolare riferimento alle tipologie contrattuali flessibili, alle esternalizzazioni, alle tutele per maternità, infortuni, malattia, all'orario di lavoro.