Diritto finanziario

Filtri attivi

La consulenza per gli investitori privati....

Linguanti Eugenio; Chiavacci Piergiorgio
Franco Angeli - 2019

Disponibilità Immediata

21,00 €
La crisi finanziaria che ha colpito banche e imprese di investimento, i comportamenti scorretti di alcuni amministratori e le pratiche di misselling nella distribuzione di prodotti finanziari e assicurativi hanno portato alla nascita di una nuova regolamentazione, declinata dai principi normativi della c.d. MiFID II. Intermediari e investitori devono adeguarsi ai cambiamenti nella normativa, alle innovazioni tecnologiche e a un'offerta di strumenti e servizi di investimento sempre più ampia e complessa. La consulenza finanziaria è un'attività professionale molto delicata, soggetta ad autorizzazione e a specifiche norme di comportamento; secondo la Consob il suo sviluppo costituisce un complemento indispensabile per potenziare l'efficacia delle norme a tutela dell'investitore privato e per il contenimento degli errori comportamentali più diffusi. Gli scenari di riferimento per la prestazione del servizio di consulenza possono essere molteplici in base al modello di servizio adottato; questo volume offre una visione organica di strumenti e metodi della consulenza, descrivendo compiti e responsabilità del consulente e affrontando alcuni aspetti connessi alle scelte di investimento dei risparmiatori. Un manuale pratico e completo, che si rivolge agli operatori del mondo bancario e finanziario e a tutti coloro che intendono approfondire le tematiche della consulenza e del risparmio gestito.

La disciplina particolare dei titoli di credito

Tencati Adolfo
Key Editore - 2019

Disponibilità Immediata

31,00 €
La disciplina dei titoli all'ordine si conclude (ex art. 2020 c.c.) con il rinvio alle leggi speciali, che prevalgono sulle norme codicistiche. Riguardo ai titoli al portatore e nominativi, invece, le disposizioni del codice civile sono subordinate a quelle speciali ex art. 2001, 1º co., stesso codice. Le principali leggi speciali riguardano i titoli rappresentativi di merci, il protesto delle cambiali e degli assegni, le cambiali finanziarie, nonché lo sconto cambiario e documentale. Quest'ultimo è disciplinato nell'ambito dei contratti bancari, oltre che dal r.d.l. 1345/1933, tuttora vigente in larga parte. Tale sconto è trattato qui perché governato da disposizioni particolari. Il volume esamina il variegato quadro della legislazione, compreso il codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza, della dottrina e della giurisprudenza. Si propone così una guida aggiornata, utile agli studiosi e agli operatori anche grazie alla corposa bibliografia e ai dettagliati indici.

La tutela degli interessi finanziari tra...

Damato Antonietta
Cacucci - 2018

Disponibilità Immediata

13,00 €
Il presente lavoro è volto a effettuare una ricostruzione organica della tutela degli interessi finanziari dell'UE come risultante dal diritto primario e dagli atti di diritto derivato che ne stabiliscono la tutela penale e amministrativa sotto i profili anzidetti, delineando i caratteri di tale tutela nel contesto giuridico attuale attraverso una trattazione unitaria dei vari aspetti ad essa inerenti.

Lineamenti di diritto finanziario

Razzante R. (cur.)
Pacini Editore - 2018

Disponibilità Immediata

28,00 €
"Lineamenti di diritto finanziario" è un manuale suddiviso per categorie tematiche, che si prefigge l'obiettivo di fornire una panoramica sulla disciplina generale dei mercati, dei suoi attori e degli strumenti giuridici e finanziari a loro disposizione, nonché dei principali cambiamenti provenienti dal contesto europeo. Dal Trattato di Roma alla Capital Market Union, infatti, l'integrazione dei mercati è diventata progressivamente uno dei pilastri principali del progetto di Unione europea. Numerose le misure del legislatore europeo per realizzare tale progetto, così come gli atti di recepimento nazionali di natura amministrativa e penale. Altri impulsi verso la medesima direzione provengono dalla normativa secondaria delle autorità di vigilanza europee e nazionali, destinate ad assumere un ruolo sempre più centrale nell'ambito del diritto finanziario.

La consulenza finanziaria in tempi di Mifid II....

Cataldo Salvatore; Marchetta Giovanni
Maggioli Editore - 2018

Disponibilità Immediata

15,00 €
Gli Autori, da tempo direttamente coinvolti nell'attività di consulenza e di formazione nell'ambito dell'intermediazione finanziaria, hanno pensato a un testo che venisse incontro tanto alle esigenze di chi già esercita la professione di consulente finanziario, quanto a quelle di chi volesse approcciarla. Per i primi, l'opera rappresenta uno strumento di consultazione e aggiornamento tecnico ma, soprattutto, normativo, in virtù del continuo succedersi di leggi e regolamenti che, a partire dagli anni '90, hanno mutato in profondità il ruolo e la funzione di questa attività. Per i secondi, l'obiettivo è soprattutto fornire le conoscenze di base sul servizio di consulenza finanziaria. Senza pretesa di esaustività, gli Autori hanno cercato di individuare, per ogni argomento, i punti salienti ai fini della diretta applicazione sul campo e di uno svolgimento del ruolo di consulente che, oltre a essere consapevole, sia anche e soprattutto conforme alla normativa vigente. L'esposizione è corredata di contenuti extra - indicati come "box di approfondimento" - disponibili sul sito Maggioli digitando il codice riportato nel tagliando all'interno del volume.

Diritto penale dell'economia

Amati Enrico; Mazzacuva Nicola
CEDAM - 2018

Disponibilità Immediata

33,00 €
Dopo aver delineato le problematiche relative alla responsabilità delle persone fisiche e giuridiche, vengono approfonditamente trattate le principali fattispecie criminose in materia societaria, fallimentare e dei mercati finanziari evidenziandone i risvolti relativi alla law in action. Il manuale è aggiornato alla luce degli ultimi interventi legislativi nonché delle più recenti novità sul versante del diritto penale giurisprudenziale.

FinTech. Introduzione ai profili giuridici di...

Paracampo M. T. (cur.)
Giappichelli - 0

Disponibilità Immediata

39,00 €
«Il processo di FinTegration, iniziato anni fa, ha coinvolto indistintamente tutti i settori finanziari, dando origine ad un ecosistema che si è evoluto velocemente, espandendosi in molteplici direzioni e annoverando progressivamente nuove articolazioni alimentate da sofisticate applicazioni tecnologiche, tutte espressione della digital and intangible economy. Nel volgere di pochi anni il fenomeno FinTech, inizialmente considerato solo in una prospettiva disruptive, è cresciuto, si è esteso e ulteriormente ramificato, assumendo a monte nuove connotazioni e determinando a valle nuove dinamiche concorrenziali, operative ed organizzative nel sistema finanziario complessivamente considerato. Complici le più recenti innovazioni normative, l'evoluzione tecnologica e la Strategia messa a punto dalla Commissione europea - coadiuvata dalle Autorità ratione materiae - in funzione della creazione di un mercato unico tecnologico dei servizi finanziari, FinTech ha smosso l'attenzione e l'interesse su molteplici livelli complementari, dal punto di vista operativo a quello giuridico, economico e sociale, sino a divenire il nuovo mantra della rivoluzione tecnologica nel settore finanziario, una sorta di anno zero dal quale (ri)partire per porre le premesse di un più ampio ecosistema digitale di cui quello finanziario è parte integrante (..)» (dall'introduzione)

Diritto pubblico dell'economia

Ferrari G. F. (cur.)
EGEA - 2019

Disponibile in 3 giorni

50,00 €
I processi di globalizzazione e la progressiva riduzione del ruolo giocato dai sistemi giuridici nazionali non nascondono ma, al contra rio, finiscono per amplificare l'esigenza di inquadrare il mercato in regole giuridiche certe e prevedibili. Il diritto pubblico dell'economia si propone di coniugare le regole catallattiche del mercato con quelle della democrazia politica, nella consapevolezza che non vi è società libera senza economia di mercato e che la seconda si impernia necessariamente sulla continua ricerca di un equilibrio con i principi, i diritti e i valori codificati ^elle Costituzioni statali e negli atti fondativi degli organismi sovranazionali che aspirano ad avere un ruolo di primo piano nella governunce globale. Giunto alla stia terza edizione, in seguito ad un attento e profondo lavoro di aggiornamento, questo manuale offre una sintesi delle problematiche connesse all'articolato rapporto tra istituzioni pubbliche ed economia, con particolare riguardo al contesto italiano. Nello specifico, esso tiene conto del quadro evolutivo di sistema, delle applicazioni giurisprudenziali e delle linee di tendenza in atto, come pure delle più recenti innovazioni prodotte in conseguenza (Iella crisi e del suo impatto sulle istituzioni nazionali ed europee.

Adempimenti pratici del liquidatore nominato...

Torcini Alessandro
Primiceri Editore - 2018

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Il volume schematizza tutti gli adempimenti che il liquidatore del patrimonio è tenuto a svolgere in ottemperanza dell'art.14 ter della Legge 3/2012 in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento. Il testo si arricchisce inoltre di un formulario.

Il riciclaggio finanziario tra evoluzione...

Bardi Angelo Andrea
Giapeto - 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La monografia, realizzata da un esperto della materia, raccoglie chiari ed esaustivi contributi, arricchiti da costanti interventi normativi e dottrinali, preordinati alla ricostruzione del sistema antiriciclaggio internazionale e nazionale, componendo in un quadro armonico ed unitario la multiforme varietà del fenomeno del riciclaggio di denaro. Alla puntuale analisi del quadro normativo in materia, oggetto di importanti recenti modifiche, seguono considerazioni sull'approccio di prevenzione e contrasto al riciclaggio, prendendo in esame lo scenario globale di riferimento, caratterizzato da una realtà economico-finanziaria in continua evoluzione.

Sovraindebitamento. Legge 3/12 e casi pratici

Pagano Monica; Girelli Laura; Marini Matteo
Primiceri Editore - 2018

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
La Legge 3/2012 ha introdotto in Italia la ristrutturazione dei debiti e l'esdebitazione per le persone fisiche, piccoli imprenditori e consumatori e per tutti i soggetti non fallibili. Oltre alla normativa, vengono qui esaminate le tre procedure di piano del consumatore, accordo con i creditori e liquidazione del patrimonio, producendo per intero un esempio di procedura liquidatoria e un piano del consumatore. Vengono citate le sentenze più significative e approfondite questioni particolari quali il rapporto tra le procedure da sovraindebitamento e le procedure esecutive ed in particolare le aste immobiliari; il rapporto tra cessione del quinto e pignoramento presso terzi nelle procedure da sovraindebitamento; la segnalazione in CR; le responsabilità penali del debitore e del Gestore nel sovraindebitamento; la valutazione del merito nell'erogazione di credito al consumo, ecc. Infine, un capitolo di commento alle novità riferite alla legge delega di riforma delle procedure concorsuali L.D. 155/2017.

Strumenti e prodotti finanziari: bisogni di...

Ferrari A. (cur.); Gualandri E. (cur.); Landi A. (cur.)
Giappichelli - 2017

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
L'intensità e la frequenza dei cambiamenti che hanno interessato la complessiva attività di intermediazione finanziaria, rendono quanto mai necessario un continuo aggiornamento delle conoscenze teoriche e pratiche degli strumenti e dei prodotti finanziari la cui varietà è aumentata in modo esponenziale negli ultimi anni. Il volume intende offrire un contributo alla conoscenza degli strumenti e dei prodotti finanziari attraverso un percorso logico finalizzato a descriverne le caratteristiche economico-tecniche e i principali aspetti di valutazione. Pensato come strumento di apprendimento per gli studenti, il testo può risultare un supporto operativo per tutti coloro che desiderano approfondire le proprie conoscenze del complesso e mutevole mondo degli strumenti finanziari.

La proprietà di popolo

Auriti Giacinto
Solfanelli - 2013

Disponibile in 3 giorni

6,00 €
Su iniziativa del Centro Studi Politici e Costituzionali, il 13 aprile 1976 è stato depositato, presso la Corte di Cassazione di Roma, un disegno di legge di iniziativa popolare, per ripartire fra i cittadini il reddito monetario del capitale amministrato dallo Stato (G.U. n. 98 del 14-4-1976). Tutto il sistema normativo proposto è stato organicamente concepito sul principio essenziale che la proprietà di un capitale è di chi ha diritto al reddito. Come il socio di una società commerciale ha una quota di capitale in quanto ha diritto al dividendo, così il cittadino, mediante il diritto alla quota di reddito, consegue una quota ideale di proprietà del capitale amministrato dallo Stato.

Manuale del market abuse e dell'informativa di...

Campanelli Marco
Phasar Edizioni - 2007

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
L'analisi degli abusi del mercato finanziario: casi pratici ed obblighi informativi Consob. L'aggiotaggio, le informazioni privilegiate e segrete di borsa... senza segreti. Il testo è stato realizzato a seguito delle novità legislative inserite nell'ordinamento italiano attraverso l'art. 9 della legge 18 aprile 2005, n. 62, detta "sul market abuse", che ha modificato tutta la normativa a suo tempo introdotta con la legge n.157 del 1991 (sull'insider trading). Il market abuse, letteralmente "abuso di mercato", si riferisce a tutti quei fenomeni illeciti che possono avvenire nel mercato finanziario ed attengono sia lo sfruttamento in borsa di informazioni privilegiate non ancora divulgate sia la manipolazione del mercato per fini lucrativi; tale ultimo fenomeno è detto anche aggiotaggio. In ottemperanza alle direttive comunitarie, nel nostro paese è stato adottato un sistema normativo impostato su una parte repressiva e una parte preventiva, quest'ultima articolata su un metodo di divulgazione dell'informativa di mercato a carattere "continuo" verso il pubblico che si sviluppa attraverso l'obbligo della diffusione di una serie di informazioni "primarie" e "derivate".

La fidejussione e le altre garanzie personali

Cuffaro Vincenzo
Zanichelli - 2020

Non disponibile

106,00 €
La fideiussione è strumento idoneo a rendere più salda la posizione del creditore, senza ricorrere alle garanzie reali, forme maggiormente onerose e comunque non sempre attuabili. Muovendo quindi dalla disciplina di tale contratto si dipana l'analisi condotta nelle due parti del volume intorno alle garanzie personali. La prima parte dedica un esame approfondito alle numerose disposizioni che il Codice detta per il contratto di fideiussione, prestando particolare attenzione al perimetro entro il quale l'autonomia privata può conformare l'ambito della garanzia. Riflettendo sul prezioso apporto della giurisprudenza, sono tra l'altro analizzati i temi della derogabilità delle disposizioni relative alle cause estintive della garanzia, del regime delle eccezioni opponibili, del rapporto che si instaura tra il fideiussore ed il debitore garantito, con particolare riguardo agli istituti della surrogazione e del regresso. La seconda parte del volume, dopo una puntuale ricognizione della disciplina della garanzia prevista dal d.lgs. 122/2005 a tutela dell'acquirente di immobile da costruire, è diretta alla trattazione degli altri schemi tramite i quali si realizza comunque una forma di garanzia personale del credito. In tale prospettiva, l'indagine tocca diverse figure, elaborate dalla prassi o tratte dalla disciplina del Codice.

Le azioni correlate

Patroni Griffi Andrea
Edizioni Scientifiche Italiane - 2020

Non disponibile

15,00 €

Diritto della finanza pubblica europea

Di Renzo L. (cur.); Perrone Capano R. (cur.)
Edizioni Scientifiche Italiane - 2020

Non disponibile

36,00 €
L'opera affronta il tema e le questioni dell'ordinamento finanziario europeo in prospettiva storico-critica-evolutiva rispetto al processo d'integrazione. I saggi raccolti nel volume prendono in esame, sulla base delle competenze giuridiche degli autori, in modo organico e sistematico i principi regolatori, i modelli decisionali, le strategie, il funzionamento del sistema finanziario europeo in rapporto alla sua rispondenza all'ampiezza dei compiti e alle crescenti esigenze di un'organizzazione complessa di ventisette Stati membri secondo le innovazioni del Reform Traity.

Pagamento e forme di circolazione della moneta

Semeraro Maddalena
Edizioni Scientifiche Italiane - 2020

Non disponibile

26,00 €
Se per lungo tempo la dottrina ha potuto prospettare teorie più o meno dichiaratamente costruite sul substrato fisica del danaro, per ciò stesso rappresentato alla stregua di una cosa generica, l'attuale prevalenza di sistemi di pagamento basati sulla sua smaterializzazione segnala inequivocabilmente i limiti conoscitivi di nozioni che non siano direttamente ricavate dalla peculiare funzione del valore monetario. Sia lo statuto delle obbligazioni pecuniarie che il regime di circolazione delle banconote inducono a rappresentare l'essenza del fenomeno nella disciplina di un potere economico d'acquisto. Il percorso logico risulta invertito: è moneta il "bene" il trasferimento del quale produca l'estinzione diretta delle obbligazioni pecuniarie. Nel linguaggio del codice: è moneta il "bene" la cui disposizione sia qualificata come pagamento. Ancora il "bene" moneta non è comprensibile nelle linee dell'art. 810 c.c. in quanto pura disciplina.

Tutela del risparmio. Principi costituzionali e...

Fiordiponti Filippo
Edizioni Scientifiche Italiane - 2020

Non disponibile

28,00 €
Il lavoro approfondisce gli aspetti della disciplina dell'intermediazione finanziaria che più direttamente hanno impatto con la tutela del risparmio e del risparmiatore. In particolare vengono esaminate le scelte attraverso le quali si è progressivamente realizzato l'attuale assetto delle tutele, individuando i rimedi esperibili nelle concrete fattispecie. Il quadro normativo comunitario, ispirato dall'intento di tutelare i soggetti "deboli", benché in una prospettiva di garanzia dell'efficienza del mercato, non sembra però del tutto libero dall'influenza che la finanza è in grado di esercitare, non solo nel mondo dell'economia e sui mercati finanziari, ma sulla stessa società civile, talvolta con sovvertimento delle gerarchie costituzionali.

Il mercato assicurativo nell'unitarietà...

Landini S. (cur.); Ruggeri L. (cur.)
Edizioni Scientifiche Italiane - 2020

Non disponibile

55,00 €
Il mercato assicurativo costituisce un modello paradigmatico dell'evoluzione del sistema normativo. La pluralità delle fonti interne e internazionali, la moltiplicazione delle autorità di controllo, le intersezioni con altri mercati quali quello bancario e finanziario connotano questo tipo di mercato. Con diversi approcci e con diverse soluzioni, tutti i contributi raccolti nel volume sono accomunati da una metodologia attenta a proporre una lettura unitaria della regolamentazione di questo settore il quale può essere compreso e analizzato soltanto se ricondotto appunto nell'unitarietà dell'ordinamento giuridico.

Spossessamento dell'impresa e cautela penale

Ranucci Roberto
Edizioni Scientifiche Italiane - 2020

Non disponibile

35,00 €
Nel corso degli anni, in ragione del mutamento del contesto economico e sociale, accanto al diritto dell'impresa si è affiancato il diritto della crisi di impresa. Attualmente, si assiste all'emersione di una nuova categoria di "crisi dell'impresa" che è la crisi di legalità, in ragione dell'aumento del ricorso a misure in ambito penale che abbiano ad oggetto l'impresa. Molto spesso le finalità del delinquere sono legate a fattori economici, quindi, la circostanza che l'accertamento della responsabilità, oltre a sanzioni personali, comporti sanzioni economiche, rappresenta un deterrente. Il legislatore, pertanto, ha preso coscienza della maggiore incisività di sanzioni e misure di prevenzione di natura patrimoniale rispetto alle omologhe limitative della libertà personale. In tale contesto, è frequente il ricorso al sequestro di natura penale di partecipazioni sociali e di azienda, il quale rappresenta il viatico per la gestione dell'impresa, che costituisce, dunque, l'oggetto mediato del provvedimento.

Consulenza finanziaria e sua adeguatezza

Giorgini Erika
Edizioni Scientifiche Italiane - 2020

Non disponibile

15,00 €
Il lavoro muove dalla costatazione che la lunga crisi economica ha sottratto spazi di operatività all'intermediazione creditizia con conseguente spinta all'espansione della contrattazione finanziaria soprattutto verso clienti retail, i quali negoziano in ragione del rapporto fiduciario intercorrente con l'intermediario. In quest'ottica, diviene decisivo indagare l'attività di consulenza finanziaria al fine di delineare il (vasto) panorama dei soggetti abilitati a svolgerla e, nondimeno, di tratteggiare i confini della suddetta attività alla luce dell'articolato sistema normativo italo-europeo.

Attuazione direttiva 2014/65/EU (c.d. MIFID II)...

Santoro Francesco Giacomo
Stamen - 2019

Non disponibile

18,00 €
Questo libro esamina, anche ricorrendo a specifiche analisi di case study, le regole che governano il funzionamento dei mercati e degli strumenti finanziari evidenziandone la complessità e la rischiosità, con particolare attenzione ai concetti di asimmetria informativa e di leva finanziaria applicati alle negoziazioni oggetto degli investimenti. Approfondisce inoltre la normativa Mifid II ed il Regolamento di attuazione nonché i provvedimenti delle Istituzioni di vigilanza europea e nazionale. Si esprimono infine valutazioni di merito sugli impatti della normativa sui futuri scenari di strategie di investimento, sui mercati ed intermediari finanziari e considerazioni sul necessario contemperamento delle esigenze di tutela dei clienti ed incentivi allo sviluppo dei mercati finanziari europei.

Consumo, risparmio, finanza. Un'analisi...

Pedrini Federico
Giappichelli - 2019

Non disponibile

48,00 €
Il volume sviluppa una riflessione sui nessi sistematici, riscontrabili già a livello costituzionale, tra la fenomenologia giuridica del consumo e quella del risparmio, entrambe declinate poi nella dimensione finanziaria. È proprio l'analisi della Carta costituzionale a segnalare come, a questo livello dell'ordinamento, il concetto giuridico di consumo possa palesare un'ampiezza maggiore rispetto alle fattispecie legislative, e tale da consentire d'includere nel suo ambito di protezione anche il consumatore di strumenti finanziari. Quest'ultima figura, infatti, costituisce il riflesso soggettivo del precetto costituzionale di incoraggiamento e tutela del «risparmio in tutte le sue forme» (art. 47 Cost.), tra le quali rientra anche l'investimento non professionale, rivolto di fatto non alla speculazione, bensì alla semplice difesa del valore del proprio capitale. Alla luce di questa tesi centrale, lo studio indaga criticamente l'attuale disciplina europea e interna in tema di consumo finanziario, evidenziandone tanto le consonanze in termini di garanzia quanto i gap di tutela (e i possibili rimedi) rispetto all'insieme di norme e principi costituzionali di volta in volta rilevanti.

Fintech: diritti, concorrenza, regole. Le...

Finocchiaro Giusella; Falce Valeria
Zanichelli - 2019

Non disponibile

118,00 €
Il volume indaga a fondo le molteplici correlazioni tra tecnologia, finanza e diritto nella prospettiva della c.d. innovation policy e alla luce della c.d. quarta rivoluzione industriale, approfondendo temi quali le nuove tecniche di pagamento e-money, le sandbox, gli smart contract, la robo-advisory. La trattazione di tali profili viene condotta nella cornice dei diritti fondamentali dell'uomo, tra cui il diritto alla protezione dei dati personali e il diritto all'autodeterminazione, il diritto all'innovazione e della concorrenza, e alla luce del quadro normativo europeo recentemente arricchito da nuove fonti, tra cui le direttive sui pagamenti elettronici (PSD2) e sui servizi di investimento (MiFID2), il regolamento sulla protezione dei dati personali (GDPR), la riforma del regolamento e-Privacy. L'opera si propone quindi di fornire una lettura sistematica del fenomeno «Fintech» insieme alle ricadute di siffatta disruptive innovation sul mercato e sulla concorrenza, sul diritto e sull'organizzazione delle fonti, sulla politica, sull'attività di vigilanza e sulle tutele offerte, sulla dimensione europea e sul mercato unico digitale, sugli aspetti penalistici.

Usura e oneri eventuali

Pascucci Luisa
Giappichelli - 2019

Non disponibile

20,00 €
A distanza di oltre venti anni dall'entrata in vigore della l. 7 marzo 1996, n. 108 ('Disposizioni in materia di usura') è ancora fortemente discusso quali voci di costo rientrino nel sindacato anti-usura. In particolare, il volume indaga la rilevanza usuraria dei c.d. oneri eventuali, ossia gli oneri economici che il prenditore deve all'intermediario non già per effetto della sola conclusione del contratto, ma al verificarsi - nel corso di svolgimento del rapporto - di fatti futuri ed incerti. A questo riguardo, il dibattito dottrinale e giurisprudenziale è senz'altro prevalentemente attestato sugli interessi moratori, mentre sensibilmente meno indagate - specie in seno alla giurisprudenza di legittimità - la penale da ritardo/inadempimento e la commissione di estinzione anticipata; ben nota, invece, l'evoluzione amministrativa, normativa e giurisprudenziale che ha interessato la commissione di massimo scoperto, pur di recente interessata da un pronunciamento delle Sezioni Unite potenzialmente in grado di influenzare la querelle anche rispetto agli altri costi eventuali, primi fra tutti gli interessi moratori. Pur non trascurando le diversità strutturali e/o funzionali intercorrenti tra l'una e l'altra species, l'autrice predilige un approccio che miri a ricondurle a una considerazione il più possibile unitaria, sotto il profilo dei presupposti di integrazione dell'eventuale usurarietà, dei correlativi metodi di calcolo e delle conseguenze rimediali.

MiFID II: le novità per il mercato finanziario

Pezzuto Eliana; Razzante Ranieri
Giappichelli-Linea Professionale - 2018

Non disponibile

32,00 €
L'evoluzione di strumenti finanziari sempre più complessi ha reso necessario, a distanza di dieci anni dalla prima direttiva MiFID, un aggiornamento delle disposizioni in materia focalizzando l'attenzione sull'effettiva cura del risparmiatore. La disciplina contenuta nella direttiva MiFID II e nel Regolamento MiFIR prevede, quindi, da un lato specifici obblighi informativi da parte dei prestatori di servizi di investimento verso i loro clienti e un'adeguata profilatura di questi ultimi, dall'altro regole precise per dirimere eventuali conflitti d'interessi tra le parti. Le nuove disposizioni hanno, in definitiva, aggiornato e integrato la precedente disciplina a tutela dell'investitore al fine di garantire una maggiore trasparenza e stabilità dei mercati degli strumenti finanziari dettando regole specifiche in materia di Product Governance e di Product Intervention (con nuovi poteri di controllo per l'ESMA e le autorità di vigilanza nazionali). In particolare, le nuove norme sulla distribuzione e sulla consulenza al cliente incidono anche sulla realizzazione dei prodotti finanziari da parte della società-prodotto (Manufacturer), che dovrà operare avendo come priorità l'interesse dei clienti. A livello nazionale la nuova disciplina MiFID è stata recepita dal D.Lgs. n. 129/2017 che ha apportato diverse modifiche al Testo Unico della finanza al fine di riorganizzare in modo sistematico, a livello di normativa primaria, le disposizioni vigenti.

Sanzioni Consob e Banca d'Italia. Procedimenti...

Bindi Elena; Pisaneschi Andrea
Giappichelli - 2018

Non disponibile

35,00 €
Quando fu approvata la l. n. 689 del 1981, che stabiliva i principi generali relativi alle sanzioni amministrative conseguenza di procedimenti di depenalizzazione, la sanzione minima indicata era di 12 mila lire mentre la sanzione massima era determinata in 20 milioni di lire (circa 10 mila euro). Se non si può parlare di sanzioni "bagatellari" trattandosi di indicazioni economiche risalenti a quasi quaranta anni orsono, si trattava tuttavia di sanzioni di modesta entità. Molto favorevole era anche il pagamento in misura ridotta (terza parte del massimo o il doppio del minimo edittale). Il sistema si basava sull'atto di accertamento effettuato dalla Pubblica Amministrazione che ricostruiva il fatto (valido sino a querela di falso) e sull'opposizione all'ordinanza ingiunzione che apriva un processo ordinario. Su questa base, negli anni, si era formata una corposa giurisprudenza tendente ad escludere per questo tipo di sanzioni le garanzie del diritto penale, sia in relazione al procedimento di irrogazione che in relazione ai corollari sostanziali (divieto di retroattività, retroattività in mitius). Questa giurisprudenza era logica stante la sostanziale diversità, in termini di afflizione personale, di quelle sanzioni amministrative rispetto alle sanzioni penali. Oggi bisogna prendere atto che lo scenario è totalmente cambiato. Le sanzioni amministrative pecuniarie in materia finanziaria irrogate da Consob e Banca d'Italia sono elevatissime. Più avanti nel testo si farà l'esempio di un caso di depenalizzazione di un illecito punito con la previsione di una sanzione amministrativa sino a 15 milioni di euro con confisca per equivalente, rispetto ad una pena con massimo edittale di 2 anni di reclusione (che quindi normalmente beneficia della sospensione condizionale).

Tracciabilità ed enti locali

Fontana Rosa Italia
Città del Sole Edizioni - 2018

Non disponibile

12,00 €
Il problema del riciclaggio del denaro sporco è principalmente un problema economico ed esteso su base mondiale, pertanto, la repressione come forma unica di lotta non basta più; in Italia, e soprattutto in Calabria, si registra da alcuni anni a questa parte una rinnovata attenzione alla necessità della lotta al riciclaggio: gli arresti di massa, le condanne sempre più dure, l'arresto di potenti latitanti ed il sequestro di ingenti patrimoni segnano una nuova tendenza dell'azione dello Stato nell'attività repressiva, ma un'altra nuova tendenza si manifesta nella società civile ed è la consapevolezza che la repressione da sola non è sufficiente se non è accompagnata da una nuova azione sociale a sostegno dell'attività giudiziaria e da una sempre più assidua ed incisiva azione degli operatori dell'informazione. Il mondo dell'informazione svolge un'azione instancabile di diffusione, inchiesta e denuncia; è questa un'attività meritoria che, assieme alla lotta alla collusione nella P.A., potrà  segnare una svolta determinante.

Il project financing. Inquadramento giuridico e...

Montani Veronica
Giappichelli - 2018

Non disponibile

43,00 €
L'opera indaga i profili e le problematiche giuridiche del contratto di project financing, esaminando, in particolare, le relazioni nascenti tra i diversi attori della finanza di progetto. La ricerca mira a proporne un inquadramento unitario quale contratto plurilaterale con comunione di scopo, secondo una rilettura della categoria stessa, emersa nell'ambito dei contratti di rete. Ulteriormente, analizzata la logica manutentiva caratterizzante il project financing unitamente al profilo organizzativo-relazionale, la trattazione valuta l'esistenza di un obbligo di rinegoziazione tra le parti contrattuali quale strumento per la gestione delle possibili sopravvenienze economiche.

Profili economici nel diritto penale

Pacileo Vincenzo
Eutekne - 2018

Non disponibile

40,00 €
Economia e diritto hanno sempre proceduto di conserva, più spesso con una accelerazione della prima con il secondo a seguire e condizionare la prima. Nonostante gli operatori del diritto si trovino costantemente ad affrontare questioni economiche, soltanto di recente gli studi di analisi economica del diritto hanno disegnato una nuova opportunità di consapevole e mirato approccio interdisciplinare, indicando come anche la norma giuridica dovrebbe rispondere a criteri di efficienza. Il presente volume vuole immergersi in questo contesto ibrido, esaltando i punti di connessione e interdipendenza tra le due discipline, partendo dalla considerazione che nel campo penale debba ritenersi decisivo il criterio della "deterrenza" quale fattore di condizionamento della scelta se commettere o meno il reato secondo un raffronto razionale tra costi e benefici, sempre però nel quadro dell'autonomia operativa del diritto e dei suoi valori fondativi, che non possono essere ridotti a mero calcolo. A una prima parte introduttiva di ordine più teorico segue una parte che, con incursioni in molteplici campi del diritto penale, mira ad evidenziarne gli aspetti più marcatamente segnati da problematiche economiche, permettendo di scoprire come tanto la legislazione quanto la giurisprudenza si evolvano lungo direttrici che risentono, in una certa misura, del "retroterra" economico che intendono regolare, e come i giudici, anche con il contributo chiarificatore della dottrina, si siano resi sempre più consapevoli dell'impossibilità storica di rimanere ancorati a una concezione astratta del diritto.

I servizi di investimento dopo la Mifid II

Gaffuri L. (cur.); Belleggia S. (cur.)
Giuffrè - 2018

Non disponibile

35,00 €
Il volume esaminata in modo accurato e completo la disciplina dei servizi e delle attività di investimento alla luce della direttiva MIFID II, approfondendo con particolare dettaglio gli aspetti operativi e le relative implicazioni giuridiche, nonché gli orientamenti della giurisprudenza ad oggi disponibili. Muovendo dall'ambito di applicazione della MIFID II vengono analizzati tutti i profili di maggior rilievo, al fine di illustrare il nuovo quadro disciplinare UE. L'opera rappresenta uno strumento di supporto aggiornato e approfondito, per gli avvocati, gli operatori del settore finanziario e per gli stessi intermediari ed investitori.

La «fattibilità» del concordato preventivo

Novelli Alessia
Aracne - 2018

Non disponibile

9,00 €
Il volume affronta il discusso tema del sindacato giudiziale sulla "fattibilità" del concordato preventivo in un contesto di ripetuti interventi normativi. Dopo un'analisi dei diversi filoni interpretativi, il testo esamina la tanto dibattuta sentenza a sezioni unite n. 1521/2013, nonché i riflessi del giudizio di fattibilità sul sistema economico. L'autrice, inoltre, ha tenuto conto delle modifiche che saranno introdotte con l'entrata in vigore del nuovo Codice della crisi e dell'insolvenza.

Il finanziamento «esterno» delle risoluzioni...

Ciraolo Francesco
CEDAM - 2018

Non disponibile

34,00 €
Nell'ambito del nuovo regime della risoluzione delle banche in crisi, introdotto dalla BRRD, centrale rilevanza assumono gli aspetti prettamente finanziari, posto che, in mancanza di adeguate risorse, il programma di gestione del dissesto dell'intermediario, ad opera delle autorità preposte, non sarebbe concretamente attuabile, o difetterebbe comunque di credibilità. Per il conseguimento degli obiettivi individuati dalla legge (in sintesi: preservare la stabilità sistemica, con il minimo dispendio di risorse pubbliche), sono state quindi disciplinate le fonti e le modalità di finanziamento delle procedure di crisis management, ravvisabili, per un verso, in peculiari tecniche di «internalizzazione» dei costi e delle perdite (si tratta del controverso istituto del bail-in, finalizzato ad evitare gli ingenti costi sociali di eventuali operazioni di salvataggio dell'intermediario con denaro pubblico, nonché a prevenire i connessi fenomeni di moral hazard); per altro verso, nella possibilità di ricorso ad ulteriori risorse finanziarie esterne all'impresa in dissesto (pubbliche o private), in assenza delle quali difficilmente potrebbe avere luogo quel delicato processo di ristrutturazione dell'ente in cui si sostanzia la risoluzione. Questo studio si prefigge di approfondire, in particolare, la tematica del finanziamento esterno della risoluzione, attraverso un'approfondita disamina delle varie tecniche a tal fine individuate dal legislatore (uso dei fondi di risoluzione, impiego dei sistemi di garanzia dei depositi, ricorso a fonti «alternative» o al supporto pubblico finanziario straordinario). Il quadro normativo in esame risulta complesso, frastagliato e non privo di contraddizioni. In quest'ottica, la presente analisi - condotta anche alla luce delle recenti applicazioni pratiche dei nuovi istituti, degli attuali orientamenti giurisprudenziali e delle regole in materia di aiuti di Stato - si propone di valutare criticamente il contributo offerto dalle disposizioni in tema di resolution financing all'obiettivo legislativo di conferire al sistema finanziario, attraverso un più moderno apparato di regole sulla gestione delle crisi bancarie, quella capacità di tempestiva ed efficace reazione ai fenomeni avversi e quel grado di coerenza e di solidità complessiva di cui si avverte bisogno.

Diritto delle imprese e dei servizi di...

De Mari Michele
CEDAM - 2018

Non disponibile

21,00 €
Il volume illustra la disciplina europea e nazionale delle imprese e dei servizi di investimento nel nuovo quadro giuridico di riferimento "MiFID2-MiFIR", adesso completo a livello comunitario e del Testo Unico della Finanza (D.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58) ed attuato dai regulators. Lo scritto abbraccia l'intera materia e non trascura l'attenzione per gli orientamenti delle autorità di vigilanza e per il dato normativo, ancorchè l'impianto armonizzato di norme multilivello in questo settore appaia ormai gerarchicamente destrutturato. Queste pagine tendono ad ordinare e sistemare con metodo e rigore la materia, così come la stessa oggi si presenta, senza rinunziare a segnalare temi e problemi, pur nella consapevolezza che il diritto delle imprese e dei servizi di investimento è, sin dai suoi albori, un diritto in movimento, mai compiuto e sempre da compiere, che riflette le vicende dei mercati finanziari e che risponde alle istanze contingenti della prassi, recependole, nel continuo, nel suo ordinamento speciale. Il volume nasce per soddisfare la richiesta formativa e di competenza specialistica degli studenti universitari e per ottenere da questi risultati di maggiore efficienza. È stato scritto, tuttavia, immedesimandosi con un pubblico di lettori più ampio e maturo, di studiosi, professionisti, operatori del settore, per i quali può costituire un valido e duttile strumento di utilità conoscitiva ed applicativa.

Riciclaggio e criminalità. Idra per gli Stati,...

Valente Piergiorgio; Caraccioli Ivo; Ianni Giampiero
Eurilink - 2017

Non disponibile

20,00 €
Il volume "Riciclaggio e Criminalità. Idra per gli Stati, Sisifo per la Società, Nesso per gli organismi sovranazionali" si propone di illustrare, in modo completo e approfondito, gli sviluppi della disciplina in materia di riciclaggio, anti-riciclaggio e strumenti di prevenzione e contrasto a livello nazionale, comunitario e internazionale. La trattazione ha ad oggetto le misure adottate in ambito OCSE, delle Nazioni Unite e dagli organismi sovranazionali al fine di contrastare un fenomeno che rappresenta da sempre uno dei principali illeciti penali di rilevanza internazionale, per le innegabili connessioni con attività quali l'evasione fiscale e il finanziamento del terrorismo. Particolare attenzione viene rivolta alla normativa nazionale e internazionale convenzionale sul riciclaggio, ai sistemi di prevenzione adottati sul piano comunitario (IV Direttiva antiriciclaggio) e ai programmi di voluntary disclosure. Nel 2016 il caso c.d. Panama Papers ha portato alla luce le centinaia di migliaia di soggetti che hanno evaso imposte e riciclato denaro. Il consistente set di documenti rinvenuti ha dimostrato come, nonostante gli sforzi effettuati per garantire la trasparenza, riciclare denaro attraverso i paradisi fiscali sia operazione che ancora oggi risulta piuttosto agevole. Proprio i paradisi fiscali rappresentano la destinazione privilegiata di quanti operano nell'economia sommersa e nella criminalità economica, anche attraverso il segreto bancario.