Common Law (Leggi e consuetudini non scritte)

Filtri attivi

Commerce power e federalizing...

Mostacci Edmondo
EGEA 2018

Disponibile in 3 giorni

42,00 €
The most benign gift of the Constitution (cfr. Cook v. Marshall County, U.S. Supreme Court), il potere di normare il commercio interstatale si pone quale clausola fondamentale dell'evoluzione diacronica della dialettica tra Federazione e Stati, nelle esperienze federali di common law. La regolazione federale dei processi economici, infatti, non ha soltanto accompagnato lo sviluppo del mercato federale, ma si è posta altresì quale premessa fondamentale per il rinsaldarsi del vincolo sociale nazionale e per il più generale dispiegarsi del processo federativo, all'interno di esperienze costituzionali in cui la stessa costruzione del demos si poneva in principio come obiettivo da conseguire e non quale punto di partenza su cui costruire l'assetto ordinamentale. Nella cornice di queste considerazioni preliminari, il testo esamina l'evoluzione diacronica del commerce power federale di Stati Uniti, Canada e Australia - dalle rispettive origini al tempo più recente - alla luce del lavoro delle corti e del mutevole rapporto tra queste e il processo politico, al fine di mettere in evidenza quelle specificità nazionali che hanno contribuito a determinare, per ciascuna esperienza, risultati non privi di un proprio grado di originalità.

Legal english and the common law...

Riley Alison
CEDAM 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO

30,00 €
Alison Riley usa il linguaggio giuridico inglese come strumento per studiare il common law aprendo così la via ad una conoscenza contemporanea del linguaggio giuridico inglese e del sistema giuridico di common law, non limitato, questo, al solo campo del diritto civile, ma esteso anche al diritto pubblico, in genere quindi sia al penale, sia al costituzionale, sia all'internazionale. Il percorso offerto da questo libro non si limita quindi a favorire la conoscenza della lingua giuridica, ma assieme al percorso linguistico, propone anche un percorso giuridico basato sulla tradizione degli ordinamenti di common law, e in particolare, dell'ordinamento inglese: imparare il linguaggio, ma attraverso il linguaggio, approfondire anche gli istituti, le fonti, alcuni concetti e principi base, il metodo di ragionamento del common lawyer e la formazione della regola di origine giurisprudenziale. Il volume è suddiviso in capitoli e lo scopo di ciascun capitolo è di dare informazioni sulle comuni strutture grammaticali che caratterizzano i testi legali, pur offrendo l'opportunità di riflettere ed esercitarsi utilizzando brevi esercizi denominati "tasks" e comprensione globale con Language Focus tasks. I comuni termini grammaticali che si incontrano nei capitoli sono spiegati in un glossario alla fine del manuale. Una Key and Commentary, alla fine di ciascun capitolo, fornisce le risposte agli esercizi e un breve sommario del capitolo.

Il caso Uber. La sharing economy...

Mostacci Edmondo
EGEA 2016

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
L'avvento di Uber, al pari delle altre modalità di produzione e scambio di beni e servizi che costituiscono la parte meno collaborativa e più imprenditoriale di quella che i più chiamano sharing economy, promette di incidere in misura significativa sulla struttura economica e sociale dei Paesi occidentali e pone al diritto questioni che sono in parte integralmente nuove e in parte la riedizione in termini rinnovati di tematiche ormai risalenti. Questo volume intende offrire al lettore una visione il più possibile ampia e unitaria della congerie di problemi comportati dall'affermarsi di Uber, intesa quale archetipo fondamentale della più ampia trasformazione sottesa alla sharing economy, analizzando le sue molteplici sfaccettature e le soluzioni che nel corso di questi anni sono state approntate dai diversi ordinamenti della western legal tradition, senza rinunciare a fornire alcune indicazioni prospettiche sulle ricadute future di un fenomeno in continua trasformazione. A tal fine, il lavoro, dopo una prima ricognizione del fenomeno del ridesharing e delle connesse problematiche, prende le mosse dal contesto statunitense, dove Uber è nata e ha conosciuto la sua prima affermazione, per volgere lo sguardo poi agli altri Paesi di common law. Successivamente l'analisi si indirizza al diverso approccio tenuto dagli ordinamenti di civil law, dedicando particolare attenzione al caso italiano e alle sue specificità. Infine, alcune considerazioni conclusive legano l'indagine precedentemente svolta al più generale fenomeno della sharing economy e ai temi che essa pone alla riflessione giuridico comparativa.

Common law contract law. A...

Steadman Jean
Ipsoa 2015

Disponibile in 5 giorni

95,00 €
Il testo costituisce una guida pratica alla disciplina dei contratti nell'ambito del sistema common law e si rivolge a tutti gli operatori del settore legale che, per loro origine e formazione, fanno riferimento al sistema del diritto civile e si occupano di operazioni, transazioni e contratti regolati dal diritto inglese o americano qualunque sia l'oggetto del contratto o la nazionalità delle parti. Vengono analizzati gli istituti fondamentali del sistema common law in Inghilterra, Galles e Stati Uniti d'America, evidenziandone i tratti comuni e fornendo una dettagliata spiegazione delle principali differenze esistenti tra i due sistemi giuridici. Numerosi esempi consentono al lettore di meglio comprendere come la prassi contrattualistica trovi reale applicazione nella quotidiana pratica legale. Ogni capitolo è corredato da specifiche note esplicative. Sono presenti un dettagliato glossario e una checklist delle principali tipologie contrattuali.

Common law

Torre Alessandro
Maggioli Editore 2015

Disponibile in libreria  
DIRITTO PUBBLICO COSTITUZIONALE

25,00 €
Questo volume è stato realizzato in memoria di Francesco de Franchis, studioso e didatta della common law, autore di un imponente doppio dizionario commentato di termini giuridici, ormai diventato un classico per il giurista italiano che intenda accedere a una primaria fonte di comprensione del diritto di matrice inglese. Se per common law si intende un sistema giuridico di origine eminentemente giurisprudenziale, di natura procedurale e privo di codici una raccolta di saggi che dia evidenza alla concretezza culturale degli apporti di questi protagonisti storici può aiutare il lettore a ricostruire le tappe di sviluppo e a scoprire le logiche interiori di tale sistema. Partendo dall'epoca normanno-plantageneta fino all'azione dei giudici britannici che oggi operano nelle Corti dell'Unione europea, il volume si articola in una sequenza di saggi monografici che analizzano alcune tra le elaborazioni di elementi costruttivi della common law che in diverse stagioni, in diretta connessione con l'avvicendarsi di ben caratterizzate forme di organizzazione del potere costituzionale in un ordinamento tipicamente flessibile ed evolutivo, sono state prodotte da quei "signori del diritto" individuali o collettivi che nel quadro della cultura inglese si sono maggiormente distinti quali influenti interpreti delle congiunture politiche e sociali del loro tempo.

I giudici di common law e la...

Martino P.
Maggioli Editore 2014

Disponibile in 5 giorni

18,00 €
Il volume raccoglie le riflessioni di giovani studiosi impegnati nella realizzazione del Progetto di ricerca "IDEA Giovani Ricercatori 2011" intitolato "IurComp. Osservatorio e Portale telematico di giurisprudenza comparata: ambiti, metodi, tecniche e prassi di inte(g)razione nell'attività di Corti costituzionali, sovranazionali e internazionali" e finanziato dall'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro" (coordinatore: dott.ssa Pamela Martino). Muovendo dal presupposto che "comunicazione" è (v. Enciclopedia Treccani), il volume si propone di indagare il dialogo giurisprudenziale nell'area di common law - con particolare riferimento alle esperienze costituzionali che tradizionalmente hanno animato e attualmente alimentano il dibattito intorno ai benefici derivanti dall'interscambio tra giudici oltre le frontiere nazionali, ovvero Stati Uniti d'America, Canada, Unione Indiana e Regno Unito - da una prospettiva di analisi critica che approfondisce il confronto interno alle Corti e la sua incidenza sulla propensione delle stesse alla comunicazione transnazionale e multilivello (ascendente e discendente), nel tentativo di individuare nuovi itinerari evolutivi del fenomeno.

Elementi di diritto comune. Appunti...

Genta Enrico
Giappichelli 2013

Disponibile in 5 giorni

18,00 €
Il tema del diritto comune viene riletto in queste pagine cercando di superare gli schematismi cronologici e dottrinali che tendono a isolarlo, in modo un po' astratto, rispetto alle esperienze giuridiche altomedievali e a quelle successive, codicistiche. Particolare rilievo viene dato alla dimensione sovranazionale del diritto comune, anche per fornire agli studenti conoscenze propedeutiche agli studi comparatistici: in questa prospettiva è specialmente presente il raffronto con l'"altro" grande sistema giurisprudenziale europeo, rappresentato dal common law. Il libro, un'utile rielaborazione di dispense ad uso degli studenti, si pone come un tipico ausilio della didattica.

Il trust. Origine, analisi e...

Dimartino Lorenzo
Turisa Editrice 2019

Non disponibile

20,00 €
La pubblicazione, frutto di una ricerca trasversale e comparatistica sull'istituto del Trust affronta, senza pretesa di esaustività, l'argomento all'interno di sistemi giuridici differenti tra loro.Invero, se si considerano i tre grandi macrosistemi giuridici, common law, civil law, islamic law, il trust, istituto proprio del primo sistema, si è sviluppato in maniera diversificata negli stessi paesi di lingua anglosassone, fino ad essere apprezzato e riconosciuto in precipue forme di tutela negli ordinamenti di derivazione romanistica.In ogni caso, è possibile riscontrare un parallelismo, sebbene sia impossibile operare una vera e propria assimilazione, negli intimi elementi e finalità essenziali, tenendo bene a mente le divaricazioni di fondo, tra il trust, soprattutto nella sua versione charitable e l'istituto giuridico islamico del waqf.

Common Law e sistema

Postema Gerald
Edizioni Scientifiche Italiane 2019

Non disponibile

13,00 €
Il volume accoglie due saggi di Gerald J. Postema, per la prima volta resi disponibili al lettore italiano. Si tratta di riflessioni sui temi della sistematicità del diritto e del principio di legalità, che l'Autore propone con lucidità di pensiero e originalità. Nel primo saggio, Postema riannoda i fili della tradizione del pensiero di common law per argomentarne la pretesa di intrinseca sistematicità. Se Holland definisce il common law come un «caos con un indice completo», e altri studiosi, da Bentham a Birks, ne lamentano l'assenza di sistema e la tendenza all'affastellamento disordinato di categorie giuridiche, Postema ne coglie la vocazione sistematica. Su questa linea, quindi, l'Autore critica anche la risoluta difesa di una posizione anti-teorica e di tendenziale resistenza alla sistematizzazione che avanzano alcuni studiosi contemporanei. Il problema del principio di legalità è, invece, l'argomento affrontato da Postema nel secondo saggio.

L'adjudication. Contributo allo...

Capasso Valentina
Giappichelli 2019

Non disponibile

57,00 €
Il volume è una monografia italiana dedicata alla Statutory Adjudication, ormai divenuta il mezzo ordinario di risoluzione delle controversie nel settore delle costruzioni, nel Regno Unito e in numerosi altri sistemi di common law. Il successo pratico non è però stato accompagnato da un'adeguata teorizzazione scientifica. È per questo che il volume, nel rivolgersi sia agli operatori professionali che al pubblico accademico, unisce alla dettagliata esposizione della disciplina - legislativa e giurisprudenziale - dell'istituto, il continuo richiamo alle categorie domestiche. Ne emerge una ricostruzione dell'Adjudication quale arbitrato cautelare, la cui introduzione in Italia è non solo auspicabile, ma anche costituzionalmente possibile.

Falsi amici nelle corti. Leggere le...

Ferreri Silvia
Giappichelli 2019

Non disponibile

27,00 €
Questo testo vuole servire come strumento a chi si avvicina a scritti giuridici in lingua inglese: per aiutare i lettori a riconoscere lo stile particolare del discorso giuridico, per evitare alcune delle difficoltà anche legate al fatto che parole di derivazione latina entrano nel testo, ma con un significato particolare, divergente rispetto a quello che si attribuisce generalmente a espressioni assonanti nel diritto dei paesi di Civil Law. Si parla di "falsi amici" o "false cognates" appunto per indicare l'apparenza ingannevole che certi termini assumono sotto le spoglie di suoni analoghi. Il lavoro, rivolto in primo luogo agli studenti di Giurisprudenza, sonda alcuni aspetti delle decisioni giudiziarie, sia inglesi che statunitensi, per evidenziarne il linguaggio e lo stile. La scelta dei materiali è arbitraria, legata all'esperienza di insegnamento, contravvenendo al principio per cui non si dovrebbe estrarre un brano da una sentenza: la giustificazione consiste nel desiderio di attrarre l'attenzione dei lettori su certe particolarità linguistiche, su alcune insidie che potrebbero ostacolare la comprensione, se sottovalutate. Il dizionario dei "primi sospetti", della parole facilmente fraintendibili, cede ad una immaginazione eccessiva dell'ingenuità di un possibile lettore: anche per sorridere insieme con gli eventuali fruitori di questo elenco.

Guida alla trattazione e redazione...

Fargnoli Domenico
libreriauniversitaria.it 2018

Non disponibile

15,90 €
Il diritto contrattuale internazionale regola i diritti e gli obblighi di contratto spettanti alla società acquirente e alla società venditrice, ciascuna appartenente a un diverso ordinamento giuridico. La terminologia contrattuale tecnica, in inglese, è impregnata di importanti principi tipici di common law che spesso sono solo parzialmente compresi da imprenditori o professionisti normalmente operanti in un contesto contrattuale di civil law. Questo volume è una guida pratica con diretto accesso a tecniche di forma e a contenuti legali contrattuali utili nel corso di trattative con società di common law (Gran Bretagna, Irlanda, Malta, Cipro, America del Nord, Australia, ecc.). Oltre ad aiutare a individuare i principi contrattuali di common law e le prassi internazionali preferite nei contratti oltre confine, fornisce il linguaggio tecnico contrattuale, sia in inglese che in italiano, di immediato uso in un qualsiasi contesto contrattuale internazionale relativo alla compravendita di beni o la fornitura di servizi.

Il modello di Common Law

Mattei Ugo
Giappichelli 2014

Non disponibile

31,00 €
"Il volume offre un disegno rigoroso e coerente della circolazione e della struttura del diritto anglo-americano nell'ambito della Tradizione Giuridica Occidentale. L'evoluzione, le caratteristiche più notevoli e le interazioni fra i diversi modelli vengono descritte, analizzate e talvolta giustificate in chiave storica e comparativa mediante un costante raffronto con l'esperienza continentale. Una sequenza di immagini e di riflessioni, di considerazioni e di valutazioni tracciata da uno studioso di civil law che ha un'eccezionale conoscenza del sistema di common law". "Ugo Mattei individua nel loro esatto significato problemi che appaiono invisibili o insignificanti per il giurista angloamericano e, nello stesso tempo, propone soluzioni più consapevoli e meditate di quelle, eccessivamente esasperate e approssimative, che ancora oggi dominano la letteratura comparatistica".

Sul «De legibus et consuetudinibus...

Russo Alfonso
Aracne 2013

Non disponibile

9,00 €
Il "De Legibus et consuetudinibus Angliae" di Henry Bracton si afferma come testo di fondamentale importanza nella storia della genesi del common law. La progressiva emarginazione delle consuetudini localistiche in favore di un'applicazione generalizzata delle consuetudini presenti in tutte le comunità inglesi del tempo, la volontà dell'autore di sistemare in modo razionale tali consuetudini oltre al ruolo di strumento ermeneutico mediante il quale poter risolvere nuove fattispecie giuridiche, consentono al "De Legibus" di assumere una posizione decisiva nella formazione del case law che sarà ampiamente utilizzato dalle successive generazioni di giuristi inglesi, sino ad influenzare profondamente i meccanismi processuali anglosassoni dei giorni nostri.

Legal english and the common law...

Riley Alison
CEDAM 2012

Non disponibile

38,00 €
Il volume propone un percorso linguistico e un percorso giuridico basato sulla tradizione degli ordinamenti di common law e in particolare dell'ordinamento inglese: conoscere il linguaggio ma attraverso il linguaggio; approfondire gli istituti, le fonti, il metodo di ragionamento del common lawyer e la formazione della regola di origine giurisprudenziale. Il volume si presta anche ad uno studio individuale fornendo le soluzioni degli esercizi con commenti ed approfondimenti. Presenta infine un breve glossario dei termini più significativi.

Il diritto americano....

Fine Toni M.
XL Edizioni 2011

Non disponibile

18,00 €
Una visione d'insieme, originale e completa, del sistema giuridico anglo-americano che approfondisce gli elementi peculiari dell'ordinamento federale e statale statunitense. Dalla fonte costituzionale al common law, dal sistema federale a quello statale, d

Relations between the ius commune...

Helmholz R.
Rubbettino 2009

Non disponibile

16,00 €
Nel settembre 2006 a Genova si incontrarono, per discutere dei rapporti fra ius commune e diritto anglosassone, studiosi ed esperti di entrambe le culture, nell'intento di delineare le molteplici e variegate forme in cui possono realizzarsi legami tra i due diversi sistemi giuridici. I risultati di quell'incontro sono ora raccolti in questo volume che, grazie ai numerosi contributi presenti che ci accompagnano attraverso la legislazione, la dottrina, la giurisprudenza, dal diritto commerciale a quello successorio e alle fondamentali problematiche connesse alla fiducia, pone in discussione il comune modo di intendere i rapporti tra i due diritti, prima fra tutte la radicata interpretazione che sostiene il mancato apporto del common law alla dottrina giuridica dell'Europa continentale. Il volume nasce dal contributo congiunto di storici del diritto, teorici e comparatisti italiani e americani e affronta quindi il tema proposto da una molteplicità di angoli prospettici riuscendo, con un approccio originale, a sfatare alcuni dei luoghi comuni da tempo sostenuti da parte della trattatistica di common law e di civil law.

La legge e il tempio. Storia...

Costantini Cristina
Carocci 2007

Non disponibile

20,00 €
Il volume presenta un'indagine, svolta in raffronto con altre esperienze, che propone un nuovo paradigma per ri-orientare gli studi comparatistici in materia di ordinamento giuridico. Nell'alternativa tra incarnazione ed escarnazione della Legge si scopre un criterio che più efficacemente consente di cogliere le differenze sistemologiche strutturali tra le famiglie di common law (Inghilterra e Stati Uniti) e civil law (Europa continentale). La comprensione dell'"estetica politica" del common law e della retorica del potere che ne è associata passa attraverso la rimeditazione del ruolo svolto dall'English Legal Profession e dagli Inns of Court, spazi eletti di significazione rituale del giuridico. Per questa via, dall'analisi critica della storiografia convenzionale, il libro giunge a un'interpretazione originale della funzione svolta dalla professione giuridica come carattere profondo dell'esperienza inglese. In una prospettiva di teologia politica il testo mette in luce gli aspetti di comunicazione simbolica, liturgica e sacramentale connessi alla rappresentazione del potere dei serjeants at law (giudici e avvocati), occultati, taciuti, se non addirittura traditi, dai resoconti ufficiali, in modo da offrire una compiuta definizione concettuale della Signoria sul diritto che ad essi è intrinsecamente collegata.

Giudici e Accademia nell'esperienza...

Braun Alexandra
Il Mulino 2006

Non disponibile

41,00 €
Il ruolo della dottrina giuridica è considerato fondamentale nel processo di formazione ed evoluzione del diritto. È attraverso lo studio della dottrina che si possono comprendere a fondo lo stile e il funzionamento di un sistema giuridico; e questo vale anche quando si vogliono misurare le differenze esistenti tra le tradizioni giuridiche di civil law e di common law e, in particolare, tra i sistemi giuridici continentali e quello inglese. Questo volume ricostruisce le vicende relative alla nascita di un corpo accademico in Inghilterra al volgere del XIX secolo e analizza l'impatto che esso ha avuto nel campo dell'educazione e della letteratura giuridica inglesi. La comprensione dell'importanza del ruolo della dottrina giuridica nel processo di formazione delle regole non può prescindere dallo studio del rapporto tra il pensiero dei giuristi accademici e quello assai più concreto dei giudici; questo aspetto viene qui approfondito, rilevando come speculazioni che inizialmente parevano essere puro frutto della dottrina, scienza per sua natura astratta, abbiano nel tempo dato origine a un vero e proprio dialogo con un interlocutore interessato e coinvolto: il giudice.

Sistemi giuridici comparati....

Ajani Gianmaria
Giappichelli 2006

Non disponibile

30,00 €
Argomenti trattati: Introduzione alla comparazione giuridica; Flussi e trapianti di regole giuridiche; Tratti del common law inglese; Tradizione di common law e "stare decisis"; Il common law statunitense nel disegno della Costituzione federale; Giudici e dottrina nel common law statunitense; Tradizione di civil law e jus dicere; il modello francese; i modelli di lingua tedesca; clausole generali e ruolo degli interpreti: l'esempio della responsabilità extra-contrattuale.

La trasformazione del diritto...

Horwitz Morton J.
Il Mulino 2004

Non disponibile

38,00 €
Il volume ritrae un secolo di storia del diritto americano, ponendo l'accento sulla grande frattura fra Ottocento e Novecento, che percorre il pensiero giuridico statunitense. La "trasformazione" sta nel passaggio dalla pretesa di neutralità e apoliticità della scienza giuridica alla presa d'atto della sua natura intrinsecamente politica. Il richiamo a principi universalistici è stato per molto tempo l'antidoto alle paure connesse alle scelte sociali. Ma già alla fine del XIX secolo il giudice Holmes elaborò una concezione del diritto come spazio per una consapevole creazione di valori e politiche sociali. Un'indagine che evidenzia la tensione fra neutralità ed effettività del diritto, tra compiti del legislatore e ruolo della giurisprudenza.