Popolazione e demografia

Filtri attivi

Il peso dei numeri. Teorie e...

Danna Daniela
Asterios 2019

Disponibilità immediata

23,00 €
Il tema che Braudel poneva all'inizio, cioè alla base, di Civiltà materiale, economia e capitalismo, è oggi affidato solo a una branca quantitativa della divisione disciplinare voluta dai liberali al posto dell'unica scienza sociale storica. "La popolazione è in declino, dobbiamo intervenire", "I poveri aumentano di numero per la loro ignoranza", "L'aumento demografico mette in pericolo l'ecologia del pianeta": i miti della demografia hanno conseguenze politiche, e vengono smentiti da questo lavoro, che ricostruisce e commenta le principali teorie a proposito di ciò che determina gli andamenti nel tempo della popolazione umana. Il volume ragiona sulle dinamiche della popolazione sia dal punto di vista macrostorico che microstorico. Presenta il quadro teorico che vede nel "sistema-mondo" e non negli stati-nazione l'unità di analisi fondamentale per la scienza sociale. Traccia poi una griglia per la comprensione delle motivazioni delle decisioni procreative - includendo nel concetto anche la semplice accettazione della nuova vita concepita - decisioni in cui la volontà femminile ha storicamente acquistato un peso maggiore. Si dà nuovo rilievo alla teoria della domanda di lavoro nel sistema capitalistico come base per l'accrescimento demografico: durante l'espansione coloniale europea ci fu un'estrazione violenta di lavoro indigeno per beneficiare i paesi del centro dell'economia-mondo capitalista. Questa estrazione era stata imposta innanzitutto alla classe lavoratrice dei paesi del centro nelle prime fasi di sviluppo del capitalismo, e poi venne spostata verso la periferia. La teoria della transizione demografica e l'ideologia della crescita infinita sono presentate criticamente: sono gli obiettivi della crescita economica a richiedere l'impossibile aumento costante della popolazione, è il capitalismo ad essere ecologicamente insostenibile.

L'anemìa demografica

Coccia Cristina
Edizioni di AR 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
Questo studio conferma una tendenza: l'esiziale declino demografico dell'Italia e dell'Europa. La questione demografica, analiticamente esposta in questo saggio e proiettata negli sviluppi che potrà avere nel prossimo futuro, è la vera, primaria questione politica attuale. Non ve ne sono di più urgenti, perché essa investe direttamente la nostra sopravvivenza e la continuità nel tempo della forma genetica e culturale che ci contraddistingue.

Umani troppi umani. Sfide...

Feltrin Natan
Eretica 2018

Disponibilità immediata

16,00 €
"Questa è una grande lezione dell'ecologia: non ci sono pasti gratuiti e non c'è spazio per tutti! Come potevano così tanti filosofi parlare di etica animale, vegetale, dell'ambiente, del bìos quale progetto possibile in un mondo in cui una sola specie si stava moltiplicando vertiginosamente fagocitando ogni risorsa e colonizzando ogni habitat al punto di non farsi bastare più un solo pianeta? Negli ultimi duecento anni l'umanità ha letteralmente trasformato carbone e petrolio in biomassa umana ad alto consumo di risorse e questo rappresenta un unicum nella storia della nostra specie, un evento da cui ogni considerazione filosofica non può più prescindere. Oggi il numero di figli procreati, come il tipo di alimentazione adottata, non può più dirsi semplicemente questione di gusto esattamente quanto non è più considerabile una scelta personale importare specie aliene illegalmente o esimersi dal fare raccolta differenziata. Date le nuove acquisizioni scientifiche nessuno può più dirsi affrancato dal tribunale del buon senso, in questo caso de gustibus disputandum est!". Prefazione di Andrea Zhok.

Quelli che se ne vanno. La nuova...

Pugliese Enrico
Il Mulino 2018

Disponibilità immediata

14,00 €
Non solo la «fuga dei cervelli» priva il nostro paese di giovani promettenti e di un ricambio generazionale equilibrato: una meno attesa ma corposa «fuga di braccia» è in corso presso altri strati della popolazione. Molti addetti dell'industria e dell'edilizia sono stati spinti dalla crisi a cercare lavoro in altri paesi europei, accolti a volte da politiche ostili in materia (vedi Brexit). Nel generale saldo migratorio negativo dell'Italia, una delle regioni con il maggior numero di emigrati è sorprendentemente la Lombardia, area di immigrazione per eccellenza. Nel Mezzogiorno, per effetto delle partenze delle classi in età fertile e da lavoro, si assiste a un vero e proprio «tsunami demografico», mentre i tassi di disoccupazione continuano a mantenersi altissimi. Va poi registrata l'emigrazione di pensionati verso mete con clima buono e costo della vita basso.

Dinamiche di popolazione, mobilità...

Del Panta L. (cur.); Pozzi L. (cur.); Rettaroli R. (cur.)
Forum Edizioni 2002

Disponibile in 10 giorni

24,00 €
I contributi raccolti nel volume si inseriscono in quel filone di ricerca che si propone di ricostruire i caratteri distintivi delle diverse aree territoriali del nostro paese nella lunga fase di passaggio dall'antico regime demografico al regime demografico controllato. Ciascun lavoro mette in evidenza alcune delle modalità con cui, nei diversi contesti ambientali e socio-economici coesistenti nel nostro paese, è venuto emergendo in Italia sulle ceneri di quello antico un regime demografico che, pur non essendo ancora "di transizione" in senso stretto, è stato tuttavia capace di garantire, tra XVIII e XIX secolo, una crescita continua della popolazione.

Via dalla montagna

Fornasin A. (cur.); Lorenzini C. (cur.)
Forum Edizioni 2020

Disponibile in 3 giorni

24,00 €

Il paese vuoto

Golini Antonio; Lo Prete Marco Valerio
Luiss University Press 2019

Disponibile in 3 giorni

12,00 €

Il mercato della cittadinanza. Per...

Caserta Maurizio; Monteleone Simona; Platania Nicola
Malcor D' 2019

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
La storia delle migrazioni è la storia dell'uomo. Tanti sono i motivi che spingono le persone ad abbandonare i luoghi natii e insediarsi in altri luoghi già occupati da popolazioni estranee; ma in ogni caso i flussi migratori modificano l'equilibrio iniziale sia nel territorio di arrivo che in quello di partenza. Lo squilibrio determinato da uno spostamento migratorio può generare quindi costi e benefici coinvolgendo i diritti di chi risiede in contrapposizione a quelli di chi arriva. In questo libro la teoria economica si intreccia con la storia vissuta nel tentativo di costruire una teoria dell'immigrazione che possa formulare leggi di mercato in grado di garantire, insieme alle disposizioni di legge, l'equilibrio sociale di una società aperta. In particolare il libro racconta il processo che ha portato all'adozione del Global Compact for Mígration e illustra il suo contenuto innovativo.

La standardizzazione dei tassi...

Maccheroni Carlo
Pathos Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
In campo demografico, della statistica medica e sociale, ma anche in altre discipline, si presenta frequentemente la necessità di effettuare confronti fra risultati relativi a fenomeni prodotti da popolazioni, utilizzando indicatori sintetici. Fra questi il tasso grezzo è sicuramente quello più noto, semplice da calcolare, e fornisce l'incidenza dell'evento studiato sulla popolazione nel suo complesso. Purtroppo, nel caso in esame, non sempre la semplicità si combina con l'affidabilità in quanto il tasso grezzo "sorvola" sulla/sulle caratteristiche della popolazione che influenzano il verificarsi di determinati eventi e questo è un problema non banale: se le popolazioni a confronto risultano eterogenee rispetto alla principale caratteristica che influisce sul verificarsi degli eventi, i risultati dei tassi grezzi terranno conto anche delle differenze tra i ruoli di questa caratteristica nelle popolazioni.

Il futuro non invecchia

Rosina Alessandro
Vita e Pensiero 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Ci avviamo in Italia e in Europa verso un mondo con sempre meno giovani e sempre più anziani: lo dicono con cruda evidenza i numeri delle statistiche demografiche. È l'esito di un processo che ha conosciuto una straordinaria accelerazione negli ultimi decenni, grazie alla scienza e alla tecnologia che hanno consentito una forte diminuzione della mortalità infantile e un aumento considerevole della longevità, soprattutto in Occidente. E a questi fattori va poi sommata anche una drastica caduta della natalità, ben al di sotto del tasso che garantirebbe il rinnovo generazionale. Il nostro futuro dovrà necessariamente fare i conti con le sfide di questo inedito paesaggio antropologico, economico e sociale. Il saggio di Alessandro Rosina invita ad affrontarle a viso aperto, senza cedere a suggestioni apocalittiche, ma valorizzando il potenziale dei soggetti coinvolti. Il corso della vita va attivamente coltivato in tutti i suoi stadi - dall'infanzia all'età anziana - con lucidità e lungimiranza, tenendo viva la tensione verso un futuro da costruire con fiducia. Snodo decisivo di questo processo è la valorizzazione del potenziale delle giovani generazioni. Ad esse andrebbe passato il testimone, riconoscendo davvero, attraverso adeguati percorsi formativi ed efficaci politiche del lavoro, il protagonismo che spetta loro di diritto. Un futuro che non invecchia ha la sua condizione fondamentale proprio in questa alleanza tra le generazioni. Per darcene un'idea, Rosina rivisita in tale prospettiva dieci parole-chiave che iniziano con la "f" di futuro: forza/fragilità, formazione, fare, fallimento, fiducia, famiglia, facebook, femminile, fede, felicità. Abbiamo bisogno di riscoprirne il senso per appoggiarvi la nostra speranza.

Rapporto sulla popolazione. Le...

De Santis G. (cur.); Strozza S. (cur.)
Il Mulino 2017

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Al di là delle emergenze recenti, l'immigrazione straniera è un fenomeno le cui origini risalgono a circa quaranta anni fa: proprio i demografi italiani furono tra i primi a segnalarne l'importanza, analizzandone cause, caratteristiche e conseguenze. Questo Rapporto permette di seguire la pluridecennale evoluzione dell'immigrazione e della presenza straniera in Italia, con attenzione alle specificità dei diversi contesti territoriali. Una ricca e affidabile documentazione statistica consente di illustrare le origini e le caratteristiche degli stranieri, i loro comportamenti demografici, l'inserimento nel mercato del lavoro e le condizioni di integrazione. Tra le questioni affrontate si segnalano quelle, rilevantissime, dei profughi, della cittadinanza e delle seconde generazioni.

Storia minima della popolazione del...

Livi Bacci Massimo
Il Mulino 2016

Disponibile in 3 giorni

26,00 €
Come si determina, nelle varie epoche, la dinamica demografica? Come influiscono su di essa mutamenti climatici e catastrofi naturali, epidemie e guerre, migrazioni e sviluppo economico, tecnologia e cultura? La scomparsa di interi popoli nel corso della storia dimostra che non esiste un meccanismo di regolazione automatica tra il livello delle risorse e quello della popolazione. Nel tracciare la storia della popolazione mondiale dal neolitico ai nostri giorni, Livi Bacci illustra per il futuro anche le implicazioni che l'accelerato sviluppo demografico che porterà due miliardi e mezzo di persone in più in una sola generazione avrà per la stabilità sociale interna dei paesi, per i rapporti di forza tra nazioni e per l'ambiente.

Rapporto sulla popolazione....

De Rose A. (cur.); Strozza S. (cur.)
Il Mulino 2015

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
L'intensa e prolungata contrazione dell'economia nel nostro paese ha portato a un consistente calo dell'occupazione e a una crescita della disoccupazione giovanile. Quali effetti sulla popolazione italiana? I matrimoni sono sempre più rari e tardivi; le nascite stanno diminuendo, anche nella popolazione di origine straniera; i flussi di nuovi immigrati per motivi di lavoro sono rallentati, mentre cresce il numero di italiani che emigrano all'estero. L'aspettativa di vita e la salute degli italiani non mostrano per ora segnali di peggioramento, anche se aumentano i suicidi e tende a ridursi il ricorso alle cure e all'assistenza sanitaria, specie tra le persone socialmente ed economicamente più deboli e nel Mezzogiorno. Si prospetta, dunque, una società con forti scompensi generazionali e sociali che solo una vigile azione da parte del sistema di welfare può contrastare.

Controllo demografico. Costi reali...

Mosher Steven W.
Cantagalli 2013

Disponibile in 3 giorni

21,00 €
Steven W. Mosher affronta in questo libro una delle questioni più dibattute dei nostri tempi: il problema demografico. L'autore - dati scientifici alla mano, tutti interpretati con esemplare onestà intellettuale - sbugiarda la retorica dogmatica di quanti - a tutti i livelli, dall'istruzione ai mass media, dalla politica alle istituzioni, UNPD compresa -, ci hanno fatto credere che il mondo era ed è vicino a un baratro a causa della sovrapopolazione mondiale, una sorta di bomba demografica pronta ad esplodere...

Il paese degli struzzi. Clima,...

Sartori Giovanni
Edizioni Ambiente 2011

Disponibile in 3 giorni

17,50 €
La politica ambientale dei nostri governi è stata, ed è a tutt'oggi, la politica dello struzzo: in caso di pericolo... testa sotto la sabbia. Sul tema del collasso ecologico del nostro pianeta e su come fronteggiarlo siamo ancora a "quasi zero". La Terra è un piccolo pianeta le cui risorse non sono infinite e sul quale siamo, quasi di colpo, diventati tanti, troppi. Continuare a ignorare questa realtà impegnandoci in una crescita senza limiti condurrebbe il genere umano verso la catastrofe. In questa raccolta di articoli Giovanni Sartori prende in esame i grandi temi ambientali, esprimendo analisi e argomenti che mettono a nudo l'incapacità della politica rispetto a quello che da tempo dovrebbe essere il suo compito più essenziale.

L'urbanizzazione del mondo

Véron Jacques
Il Mulino 2008

Disponibile in 3 giorni

10,50 €
Più della metà della popolazione mondiale vive oggi nelle città. Nel 2030 la quota di popolazione che vivrà nelle città supererà il 60%, il che significa che su una popolazione totale stimata di 8,1 miliardi, gli abitanti delle città saranno circa 5 miliardi. Di questi, 2 miliardi vivranno nelle bidonville e negli slum delle maggiori città, soprattutto in Africa e in Asia. Già da queste poche cifre si può intuire la rilevanza fondamentale delle tematiche relative alle città, intese come centri focali delle interazioni fra popolazione, ambiente e sviluppo. In particolare emerge con forza il problema della sostenibilità dell'urbanizzazione. Interrogandosi in questo libro sulla città e sulle sue possibilità di sviluppo Véron sottopone ad una interessante verifica una serie di relazioni: quelle fra crescita delle città e sviluppo economico e sociale, tra ambiente urbano e modi di vita, tra crisi della città e crisi della società.

Le generazioni

Mannheim Karl
Il Mulino 2008

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
A partire dal secolo scorso la successione generazionale non è più un processo di sostituzione "dello stesso con lo stesso" ma diventa un rimpiazzare "qualcosa con qualcosa d'altro": la distanza che separa i gruppi di età non è più una distanza meramente anagrafica ma una distanza culturale e politica. Gran parte del '900, che ha coltivato una vera e propria ideologia della giovinezza, è contrassegnata da movimenti politici giovanili e nuove forme di aggregazione sociale basate sull'età, che tentano di definire un nuovo spazio politico. Ma anche i valori politici più tradizionali si trovano di fronte al problema di essere legittimati e accettati dalle nuove generazioni perché a esse viene delegato il compito fondamentale di riprodurre e trasformare la società. La generazione insomma è vissuta come un attore politico capace di cambiamento. Ma cosa fa di una generazione un motore di innovazione? Qual è il legame di generazione? Il breve testo di Karl Mannheim, originariamente pubblicato in Germania nel 1928, è unanimemente riconosciuto come l'architrave per chiarire la natura del legame sociale che unisce gli individui in un insieme generazionale e la natura della sua specificità. Il testo da cui tutto è cominciato.

Due lezioni sulle popolazioni. Con...

Senior N. W.
CLUEB 1997

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
In questo volume vengono presentate le due Lezioni che Nassau William Senior tenne ad Oxford nel 1828. Propose un modello di interpretazione dello sviluppo demografico fortemente innovativo rispetto a quello malthusiano e straordinariamente precursore delle posizioni più moderne sia nell'individuare, nelle variabili di ordine economico, sociale e psicologico, quelli che attualmente sono considerati i fattori che influenzano la dinamica demografica, sia nell'enunciare la tesi sulla riduzione del tasso di crescita della popolazione conseguente al miglioramento delle condizioni sociali e del benessere delle classi a più basso livello di reddito.

Città medievali e demografia...

Pini Antonio I.
CLUEB 1996

Disponibile in 3 giorni

26,00 €
La demografia storica medievale, al di là delle incertezze e delle insidie di cui è costellata, lascia trasparire la possibilità di cogliere nei loro momenti di intersezione quei nessi indispensabili che legano tra loro, oggi come nel passato, la consistenza numerica della popolazione e la sua continua dialettica interna (indici di natalità, crisi di mortalità, movimenti migratori, struttura della famiglia, ecc.) con le contemporanee situazioni economiche, realtà climatiche, strutture sociali, condizionamenti religiosi e culturali, progettualità politica, e così via. E' proprio in tale prospettiva "globale", che il dato demografico si assume il ruolo dell'indicatore principale per valutare complessivamente le fasi del processo storico.

Il mondo denso. La società è...

Volpi Roberto
Lindau 2018

Disponibile in 5 giorni

13,00 €
Cinque miliardi di abitanti in più tra il 1950 e oggi, all'incredibile media di un miliardo ogni 12-13 anni: è questo il risultato di un popolamento della Terra che nessuno, forse, si aspettava di tale intensità. Inoltre, la vita media dell'uomo non è mai stata tanto lunga, quasi 72 anni. Eppure, quando si ragiona sui grandi temi del destino dell'umanità, della società e dell'ambiente, non si prende quasi mai in considerazione questa variabile che, fra tutte, è forse la più decisiva. Come vive e che cosa può aspettarsi l'uomo moderno in un mondo tanto denso? È la grande domanda che si pone questo saggio, analizzando le attuali dinamiche demografiche delle diverse aree del pianeta e considerando le loro ricadute in termini socioeconomici e antropologici. Il quadro che emerge è quello di una popolazione sempre più urbanizzata e sempre più in movimento, in cui la densità eccessiva di certe aree - con al centro le cosiddette megacities - è causa di gravissime tensioni sociali e culturali. La sopravvivenza, però, è ancora possibile, a patto che vengano affrontate le sfide che, in termini di competizione economica ma anche di solidarietà internazionale, stanno rimettendo in discussione la convivenza civile sulla Terra.

Il futuro che (non) c'è. Costruire...

Rosina Alessandro
Università Bocconi Editore 2016

Disponibile in 5 giorni

16,00 €
Welfare, lavoro, cultura, mercato, democrazia, innovazione, sviluppo sostenibile: questi temi evocano sempre più spesso apprensione e timori, come se ogni questione di ampio respiro fosse all'origine di nuovi problemi e ulteriori insicurezze. Eppure è in queste parole che si nasconde il futuro. Ma che cosa hanno in comune i processi di trasformazione che segnano questo scorcio di secolo? Una chiave di lettura efficace per spiegare e unificare fenomeni tanto complessi è offerta dalla demografia: con la sua capacità di interpretare i mutamenti che rivoluzionano i rapporti tra le generazioni, la vita dei singoli e le loro interazioni, dimostra come solo ponendo al centro le persone si possa produrre vera crescita. La sfida sta nel mettere in relazione positiva da un lato l'aggiunta di qualità (e non solo di anni) alla nostra vita, dall'altro la possibilità di contribuire al benessere condiviso, per tutti e a tutte le età, misurabile non solo in termini di ricchezza materiale.

Donna salva Italia. 12 milioni di...

Marcato Marilena
Edizioni Artestampa 2012

Disponibile in 5 giorni

15,00 €
Nel 2008 usciva in libreria "Perché dobbiamo fare più figli?" di Piero Angela e Lorenzo Pinna. Con questo libro oggi cerchiamo di dare una risposta a quella domanda che poteva sembrare retorica ma non lo è affatto. Probabilmente il crollo verticale delle nascite non era stato associato in modo categorico al crollo economico perché ancora non era così evidente. Qualche dato: nel 2010 il numero medio di nascite per donna in Italia è stato 1,40 (il livello di sostituzione delle coppie, è pari a circa 2,1 figli). Il rapporto tra occupati e pensionati: negli anni Sessanta era di 24 anziani per 100 occupati, oggi è di 71 anziani su 100 occupati con una stima per il 2020 di 100 anziani per 100 occupati. Può l'ottimizzazione demografica collegare nascite all'andamento economico positivo di un paese? La popolazione europea che sta invecchiando più lentamente grazie ad una migliore qualità della vita è veramente un dato positivo? Quale dovrebbe essere il sostegno del Welfare oggi? Quali sono i vantaggi che la Donna riesce a dare nel mercato del lavoro? Non dimentichiamo che siamo al 74° posto fra i paesi industrializzati, appena dopo il Vietnam (il Welfare italiano è sbagliato?).

Le metodologie partecipative per lo...

Agustoni A. (cur.); Maretti M. (cur.)
Carocci 2008

Disponibile in 5 giorni

13,60 €
La crescente attenzione, da parte delle politiche pubbliche, alla dimensione locale spinge in direzione di una sua rinnovata considerazione. Negli ultimi decenni, alcune tra le più significative analisi sociologiche sembrano rivalutare la centralità di questa dimensione come ambito di ricostruzione della socialità e della fiducia in relazione con i fenomeni di globalizzazione. Il volume si concentra poi sugli strumenti e sui metodi per la consultazione e la delibaerazione pubblica, prendendo in esame il rapporto tra cittadini, territorio e pubblica amministrazione, nonché i metodi e le tecniche di ricerca a sostegno dei processi decisionali partecipati.

Fuga dalla fame. Europa, America e...

Fogel Robert W.
Vita e Pensiero 2006

Disponibile in 5 giorni

15,00 €
Il premio Nobel per l'economia Robert William Fogel propone in questo libro uno stimolante saggio su un tema da sempre fondamentale nella storia dell'umanità: la fuga dalla fame. Negli ultimi tre secoli uomini meglio nutriti, e quindi più sani e longevi, h

Effetto generazione. Cinquant'anni...

Micheli Giuseppe A.
Carocci 1999

Disponibile in 5 giorni

20,90 €
Nel Sud Europa, e in Italia in particolare, le statistiche segnalano una drastica contrazione della natalità e un generalizzato rinvio delle scelte riguardanti la creazione di un proprio nucleo familiare. Insomma, si fanno meno figli e quando li si mette al mondo, si è adulti da un pezzo. Molti sostengono che il costo materiale di un figlio è elevato e che la maternità e la paternità comportano una perdita del proprio benessere senza che sia chiaramente percepibile un pari beneficio. Ma basta la logica economica a comprendere del tutto questa evoluzione? Possibile che il problema del costo prevalga incondizionatamente sul desiderio di avere figli?

La popolazione del pianeta

Golini Antonio
Il Mulino 2020

Non disponibile

8,80 €
Dal XVIII secolo la popolazione mondiale comincia ad aumentare intensamente, raggiungendo 1 miliardo e 260 milioni nel 1850, 2 miliardi e mezzo nel 1950, più di 6 miliardi oggi. Il panorama che ne risulta è una crescita prossima allo zero nei ricchi paesi del Nord, tassi di incremento impetuosi in molti paesi dell'Africa e dell'Asia, un continente europeo molto invecchiato, disparità economiche, sociali e territoriali, flussi migratori, deterioramento dell'ambiente. Il fattore demografico rimane un problema globale. Il libro, rivisto e aggiornato, illustra gli interrogativi centrali, le politiche, gli sforzi della comunità internazionali, l'impatto sociale e psicologico di una struttura demografica profondamente modificata.

Innovazione e semplificazione nei...

Scolaro Sereno
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

39,00 €
Il settore dei servizi demografici è stato recentemente interessato dall'entrata in vigore, in rapida successione, di numerose e rilevanti modifiche normative. Dalla legge di stabilità 2012, con la quale sono state modificate disposizioni in materia di documentazione amministrativa (cd. "processo di decertificazione"), al D.L. n. 1/2012 ("Cresci Italia"), convertito in Legge 24 marzo 2012, n. 27, che è intervenuto, tra l'altro, su alcune disposizioni concernenti le carte d'identità, fino al D.L. n. 5/2012 (cd. "Semplifica Italia"), convertito in Legge 4 aprile 2012, n. 35, che ha introdotto il "cambio di residenza in tempo reale", ribadito l'uso delle comunicazioni telematiche in materia di stato civile, anagrafe, elettorale e leva militare, definiti nuovi parametri per la scadenza dei documenti d'identità e di riconoscimento, modificate alcune disposizioni del Tulps. Si tratta di modifiche che aprono numerose problematiche interpretative e, spesso, anche notevoli criticità operative. Il testo, attraverso un' analisi delle novità introdotte e del loro impatto sul quadro normativo preesistente, si propone di offrire le prime concrete risposte agli operatori dei servizi demografici per adeguarsi alle nuove procedure e per affrontare i primi adempimenti e le più impellenti problematiche operative.

Il pianeta del futuro. Dal baby...

Pearce Fred
Mondadori Bruno 2020

Non disponibile

11,00 €
Gli abitanti del pianeta si avvicinano ai 7 miliardi, quattro volte quelli di un secolo fa. Ma ciò che dobbiamo temere per il prossimo futuro non è un mondo sovrappopolato, brulicante di vecchi e di poveri, bensì il gigantismo dei consumi e la loro spropor

La popolazione del Finale dal 1500...

Berruti Mario
Associazione Emanuele Celesia, Amici della Biblioteca e del Museo del Finale 2018

Non disponibile

10,00 €
Scopo di questo libro è lo studio dell'andamento della popolazione del Finalese dai primi anni del '500 fino all'Unità d'Italia (1861). L'indagine è stata condotta sulle borgate che facevano parte del Marchesato di Finale al di qua del Giogo, e comprende undici località: Varigotti, Finalpia, Calvisio, Finalmarina, Finalborgo, Perti, Gorra, Calice Ligure, Rialto, Feglino e Orco. Questo studio precede altra indagine, che sarà oggetto di una prossima pubblicazione, sull'emigrazione finalese, che studierà il fenomeno per le stesse località e per il medesimo periodo storico.

La popolazione dell'Umbria nei...

Bussini Odoardo
Morlacchi 2018

Non disponibile

14,00 €
Si presenta qui una ricostruzione dell'evoluzione della popolazione dell'Umbria - ai confini attuali - fino al termine del secolo XIX, con l'obiettivo di ampliare la conoscenza dei meccanismi demografici del passato, come è noto assai diversi rispetto a quelli delle popolazioni contemporanee. Nonostante la quantità di dati disponibili e rilevati in occasione di precedenti ricerche non si raggiungeva un'adeguata copertura dell'insieme regionale; perciò si è deciso di ripiegare su un'area più piccola ritenuta rappresentativa: il territorio della diocesi di Perugia, per il quale si avevano più numerosi dati disponibili e fonti ecclesiastiche certe. Si tratta di una realtà molto consistente: al censimento pontificio del 1853 comprendeva oltre il 36% della popolazione della Provincia e presentava struttura economica e contesto ambientale simili a quelli di altre zone dell'Umbria.

Fare figli in Sardegna

Breschi M. (cur.); Cioni E. (cur.)
Forum Edizioni 2018

Non disponibile

20,00 €
Ormai da un trentennio la Sardegna occupa alternativamente l'ultimo o il penultimo posto nella graduatoria delle regioni italiane come numero di figli per donna. L'approfondita indagine, riportata nei saggi raccolti in questo volume, sul fenomeno della procreazione nell'isola evidenzia che i comportamenti riproduttivi e familiari si stanno distaccando sempre più da quelli dell'area meridionale e della Sicilia, allineandosi invece a quelli delle regioni del Nord Italia. Nella pubblicazione si propongono i risultati di analisi delle statistiche ufficiali, nonché delle informazioni reperite tramite due ricerche ad hoc, condotte Cuna mediante indagini telefoniche standardizzate a un campione rappresentativo della popolazione sarda, l'altra attraverso dettagliate interviste ad entrambi i partner di trentuno coppie, che raccontano i diversi modi di intendere l'avere figli.

Regresso delle nascite. Morte dei...

Korherr Richard
AGA (Cusano Milanino) 2018

Non disponibile

16,00 €
A un dato momento la città cresce morbosamente, patologicamente, non, cioè, per virtù propria, ma per un apporto altrui. Più la città aumenta e si gonfia a metropoli, e più diventa infeconda. La progressiva sterilità dei cittadini è in relazione diretta coll'aumento rapidamente mostruoso della città. Berlino che in un secolo è passata, da centomila, a oltre quattro milioni di abitanti, è, oggi, la città più sterile del mondo. Essa ha il primato del più basso quoziente di natalità non più compensato dalla diminuzione delle morti. La metropoli cresce, attirando verso di sé la popolazione della campagna, la quale, però, appena inurbata, diventa - al pari della preesistente popolazione - infeconda. Si fa il deserto nei campi; ma quando il deserto estende le sue plaghe abbandonate e bruciate, la metropoli è presa alla gola: né i suoi commerci, né le sue industrie, né i suoi oceani di pietre e di cemento armato, possono ristabilire l'equilibrio oramai irreparabilmente spezzato: è la catastrofe. La città muore, la nazione - senza più le linfe vitali della giovinezza delle nuove generazioni non può più resistere.

I limiti alla crescita. Rapporto...

Meadows Donella H.; Meadows Dennis L.; Randers Jorgen
Lu.Ce 2018

Non disponibile

12,00 €
Per invito del Club di Roma, il System Dynamics Group del MIT ha svolto una ricerca, le cui conclusioni sono esposte in questo rapporto, per simulare in un modello matematico globale, con l'impiego di computer, le tendenze e le interazioni di un certo numero di fattori dai quali dipende la sorte della società nel suo insieme: l'aumento della popolazione, la disponibilità di cibo, le riserve e i consumi di materie prime, lo sviluppo industriale, l'inquinamento. Lo studio del MIT si propone di definire chiaramente i limiti fisici e le costrizioni relative alla crescita demografica e all'attività materiale dell'umanità sul nostro pianeta. La riedizione di questo testo - noto nel 1972 come "I limiti dello sviluppo" - ha lo scopo di mostrare il grado di accuratezza con cui lo studio venne condotto e le conclusioni cui giunse, vere e urgenti oggi più di allora. Prefazione di Aurelio Peccei e Alexander Stefes.

Dinamiche demografiche e consumo di...

Bencardino Massimiliano
libreriauniversitaria.it 2017

Non disponibile

22,90 €
Il tema del consumo di suolo è divenuto una problematica centrale e dirimente in molte discipline per i variegati e complessi problemi che il depauperamento della risorsa suolo comporta in termini sia ambientali che economici, urbanistici e sociali. Tale fenomeno risulta in progressiva e costante crescita, sganciato da qualsiasi fabbisogno abitativo o progetto di sviluppo economico, e questo tipo di analisi geografica si pone l'obiettivo di aumentare la coscienza civica per un uso più consapevole della risorsa suolo. Lo studio delle relazioni tra dinamiche demografiche e consumo di suolo negli ambienti insediativi della regione Campania, svolto a diverse scale e con differenti approcci metodologici, rappresenta pertanto una guida per capire le ragioni e analizzare nel dettaglio le spinte che conducono a una trasformazione delle superfici divenuta ormai insostenibile. In questo percorso analitico, l'autore individua possibili soluzioni al problema, che riguardano aspetti normativi, l'organizzazione territoriale dello Stato e gli strumenti della pianificazione territoriale.

Demografia. Con aggiornamento online

Rosina Alessandro; De Rose Alessandra
EGEA 2017

Non disponibile

10,90 €
Obiettivo di questo agile volume non è quindi quello di raccontare in modo esaustivo metodi e modelli della disciplina, ma di far appassionare il lettore e di trasmettergli l'idea che la demografia è sia interessante sia utile per vivere meglio e capire meglio il mondo in cui vive. Ha quindi l'ambizione di rivolgersi a tutti. Non solo a studenti universitari, come i classici manuali, non solo agli studiosi di altre discipline, ai policy maker, ai manager pubblici e privati, agli opinion leader, ma a chiunque voglia conoscere la società in cui vive, i mutamenti che la attraversano e le loro implicazioni, senza fermarsi alle cronache sui giornali.

Locus Sepulturae. Il valore...

Francisci Denis
Quasar 2017

Non disponibile

60,00 €
Nel mondo romano la collocazione dei siti sepolcrali era in stretta connessione con le altre componenti del paesaggio: situate fuori dagli abitati, allineate lungo le vie, dislocate ai bordi delle proprietà fondiarie, le sepolture costituivano dei marcatori indiretti dell'ubicazione di insediamenti, strade e confini. Di conseguenza, l'analisi topografica della loro posizione e la definizione "topologica" delle relazioni con gli altri elementi del paesaggio forniscono un formidabile strumento per comprendere la distribuzione e la tipologia degli abitati, la struttura e l'evoluzione della rete viaria, l'organizzazione agraria delle campagne. Spostando dunque l'attenzione dalla sepoltura in senso stretto al locus sepulturae, questo lavoro si pone l'obiettivo di sfruttare il potenziale topografico dell'evidenza funeraria utilizzandola come strumento diagnostico per ricostruire popolamento, viabilità e assetti agrari nell'attuale Trentino-Alto Adige tra I e III secolo d.C.

Territorio, insediamento e...

Patruno Giovanna
Edipuglia 2017

Non disponibile

40,00 €
Partendo da una concezione dell'insediamento come fenomeno dinamico e relazionale, definito dai rapporti conflittuali o negoziali fra gruppi sociali localizzati e poteri sovralocali, questo libro indaga i repertori di centri abitati costruiti dalla Chiesa nel mezzogiorno di età moderna, comparandoli con quelli di natura fiscale prodotti dallo Stato meridionale - in particolare le liste delle 'università' chiamate a gestire e pagare le imposte sui 'fuochi'. La ricerca, concentrata sui decenni che seguono il Concilio di Trento e in quelli del riformismo tardo-settecentesco, si fonda su un'analisi puntuale delle Relationes ad limina, nelle quali i vescovi, ogni tre anni a partire dal 1585, mettono sotto osservazione la dotazione di enti e di personale della propria diocesi ed i risultati conseguiti nell'opera di inquadramento e cristianizzazione delle popolazioni urbane e rurali. Ne emerge una visione dei quadri dell'insediamento che, oltre a non rispecchiare la geografia materiale degli addensamenti edilizi, non coincide con quella statale.

La montagna perduta. Come la...

Cerea G. (cur.); Marcantoni M. (cur.)
Franco Angeli 2016

Non disponibile

18,00 €
L'orografia determina il destino di una comunità? Pare di sì, almeno in Italia, dove l'altitudine fa ancora la differenza. A parlare sono i numeri: dal 1951 a oggi, la montagna è stata vittima di spopolamento e abbandono. Se la popolazione italiana negli ultimi 60 anni è cresciuta di circa 12 milioni di persone infatti, la montagna ne ha perse circa 900mila.Tutta la crescita, in pratica, si è concentrata su pianura (8,8 milioni di residenti) e collina (circa 4 milioni). Un dissanguamento del quale si è parlato poco, pochissimo. Ecco il senso di questa ricerca.

Nell'uomo

Guidoni A. (cur.)
Controluce (Monte Compatri) 2016

Non disponibile

13,00 €
"Il progetto di questo libro è stato realizzato insieme all'amico Aldo Onorati, che qui ringrazio caldamente, e intende proseguire sulla strada intrapresa nel corso degli anni: intende unire in una 'antologia' poeti che, pur avendo conquistato in Italia e all'estero un'elevata credibilità culturale trasferendo a una moltitudine di persone il lato più poetico della loro personalità, non hanno mai inseguito il successo fine a se stesso. Questi grandi poeti sono nostri amici perché sanno esprimere quello che anche noi viviamo e proviamo, le nostre stesse ansie e le nostre aspirazioni, l'ardore e la paura del vivere, il desiderio dell'assoluto." (Armando Guidoni)

Il calo della popolazione in URSS...

Kropacev Sergej; Krinko Evgenij
goWare 2016

Non disponibile

16,99 €
Lo stalinismo rappresenta tutt'oggi uno dei periodi più complessi e controversi della storia della Russia e dell'Unione Sovietica. L'accertamento del numero delle vittime di Stalin suscita ancora animate discussioni tra i ricercatori e in Russia e nella storiografia postsovietica si assiste alla continua nascita di nuove forme di rappresentazione delle conoscenze storiche, molte delle quali non ancora adeguatamente verificate dagli studiosi. La ricerca di Kropa?ev e Krinko è chiamata proprio a colmare questa lacuna. Dedicato agli specialisti, ma accessibile anche al lettore appassionato di storia, il volume intende fare luce sulla reale entità del calo demografico in URSS tra il 1937 e il 1945, conseguente alle repressioni staliniane e alla Seconda guerra mondiale. Gli autori dedicano in particolare grande attenzione agli aspetti metodologici della ricerca storiografica e alla ricostruzione dettagliata e approfondita delle tappe attraverso cui sono passate la percezione e la narrazione dei crimini staliniani nel potere e nella società sovietici. Un libro che fa luce su uno dei periodi più bui del Novecento.

Storia della popolazione mondiale....

Armengaud André; Dupaquier Jacques; Reinhard Marcel
Pgreco 2016

Non disponibile

26,00 €
Il nostro avvenire, anche quello più vicino, è condizionato dal problema demografico di cui l'Occidente ha preso coscienza dopo due guerre mondiali da cui è uscito terribilmente colpito. La massa mondiale continua a crescere e a muoversi, ponendo il problema capitale di come riuscire a far vivere questa prodigiosa umanità che cresce sempre più. E così tanto le condizioni attuali del nostro pianeta, quanto la preoccupazione per il suo immediato futuro e il desiderio di approfondire la conoscenza del passato rendono la Storia della popolazione mondiale un contributo prezioso. È anche grazie al paziente lavoro di ricostruzione compiuto dai Armengaud, Dupaquier e Reinhard che la storia della popolazione si è guadagnata il proprio posto, ha proclamato le sue ambizioni, ha sperimentato i suoi metodi e gettato le sue basi, rendendo più intellegibile la storia generale tanto nel suo ininterrotto svolgimento, quanto nei suoi momenti di crisi.

Storia della popolazione mondiale....

Armengaud André; Dupaquier Jacques; Reinhard Marcel
Pgreco 2016

Non disponibile

26,00 €
Il nostro avvenire, anche quello più vicino, è condizionato dal problema demografico di cui l'Occidente ha preso coscienza dopo due guerre mondiali da cui è uscito terribilmente colpito. La massa mondiale continua a crescere e a muoversi, ponendo il problema capitale di come riuscire a far vivere questa prodigiosa umanità che cresce sempre più. E così tanto le condizioni attuali del nostro pianeta, quanto la preoccupazione per il suo immediato futuro e il desiderio di approfondire la conoscenza del passato rendono la Storia della popolazione mondiale un contributo prezioso. È anche grazie al paziente lavoro di ricostruzione compiuto dai Armengaud, Dupaquier e Reinhard che la storia della popolazione si è guadagnata il proprio posto, ha proclamato le sue ambizioni, ha sperimentato i suoi metodi e gettato le sue basi, rendendo più intellegibile la storia generale tanto nel suo ininterrotto svolgimento, quanto nei suoi momenti di crisi.

Movimenti di popolazione. Una...

Giordano Alfonso
Luiss University Press 2015

Non disponibile

8,00 €
Gli esseri umani hanno le gambe: per questo, da sempre, si sono spostati, a volte per migliaia di chilometri, in fuga da qualcosa o guidati dal desiderio di scoperta, per allontanarsi o per avvicinarsi, per conoscere o per dimenticare. La capacità di "migr

I cambiamenti demografici...

Filippin Daniele
Kimerik 2015

Non disponibile

21,00 €
Questo libro parla dei cambiamenti demografici dell'Argentina, analizzando nel dettaglio ogni regione e provincia, facendo di questa opera un lavoro unico al mondo. L'interesse dell'Autore per l'Argentina, sia sul piano storico sia su quello prettamente demografico, è dato dalla constatazione che questo sia uno dei Paesi in cui è presente il maggior numero di persone di ascendenza europea al di fuori d'Europa. Per questo motivo l'autore legge migliaia di testi, dai libri antichi ai documenti statali, allo scopo di ricostruirne la storia demografica.

Fattore X

Atte Giuseppe
Longobardi 2015

Non disponibile

10,00 €

Fragilità e risorse della...

Giudici F. (cur.)
Cantone Ticino-Uff. Statistica 2015

Non disponibile

20,00 €
L'invecchiamento della popolazione e l'invecchiamento come processo individuale sono i principali temi trattati nel volume. Una descrizione statistica della struttura demografica introduce le analisi dei risultati scaturiti dall'indagine interdisciplinare

Salutami il sasso. Dinamiche della...

Zanini R. C. (cur.)
Franco Angeli 2015

Non disponibile

29,00 €
Questo libro esamina in prospettiva antropologica alcuni dei cambiamenti oggi in atto nella demografia delle Alpi, prestando particolare attenzione agli effetti di questi mutamenti sui processi di trasmissione culturale. Le recenti indagini di demografi e geografi mostrano come, dopo più di un secolo di spopolamento, ci siano chiari segni di un'inversione di tendenza e dunque di crescente immigrazione e ripopolamento. Questi cambiamenti, in buona parte inattesi e finora poco indagati dall'antropologia, sollevano questioni politico-culturali di grande interesse. Cosa significa "abitare la montagna"? Si è montanari solo per nascita o lo si può essere anche per scelta? Chi è autorizzato, e da chi, a dirsi montanaro? Chi ha il diritto di farsi carico della trasmissione e valorizzazione del patrimonio culturale immateriale delle comunità? E in questo caso, quali memorie vengono trasmesse, e per chi? Su questi temi si concentra questo approfondito studio etnografico di Macugnaga, località ossolana delle Alpi piemontesi ai confini con la Svizzera. Il libro descrive il complesso e delicato intreccio tra dinamiche della popolazione e dinamiche della memoria e le sfide economiche e soprattutto culturali che si pongono a chi è nato o ha deciso di vivere ai piedi della maestosa parete Est del Monte Rosa, del sasso, come viene spesso chiamato con affetto dai macugnaghesi.

Gli antichi segni di un territorio....

Bugliaro Salvatore
Ferrari Editore 2015

Non disponibile

20,00 €
Il volume analizza i profili socio-demografici che nel XVIII secolo hanno caratterizzato una vasto territorio, tra i più importanti della Calabria, comprendente i comuni di Rossano, Bocchigliero, Calopezzati, Caloveto, Campana, Cariati, Cropalati, Crosia,