Diritto dei contratti

Filtri attivi

Il contratto

Giovagnoli Roberto
ITA 2019

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

85,00 €
Il contratto, per le sue infinite ramificazioni teoriche ed applicazioni pratiche, rappresenta una parte (che forse è persino riduttivo definire) centrale del programma di diritto civile. Le principali caratteristiche del volume sono: a) la chiarezza espositiva; b) l'individuazione e la sintesi delle questioni controverse nel dibattitto dottrinale e giurisprudenziale; c) l'analisi del diritto vivente.

I contratti reali

Busti Giulia
Key Editore 2019

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

24,00 €
Il volume prende in esame i contratti reali, e cioè il deposito (artt. 1766-1797 c.c.), il sequestro convenzionale (artt. 1798-1802 c.c.), il comodato (artt. 1803-1812 c.c.) ed il mutuo (artt. 1813-1822). In particolare, l'opera analizza le singole fattispecie contrattuali, esaminando gli elementi strutturali che le caratterizzano e le principali questioni problematiche che si sono poste in relazione ai predetti contratti, muovendo da un confronto con la versione codicistica previgente. Inoltre, il volume si sofferma sulle differenti, e più rilevanti, opinioni dottrinali e giurisprudenziali emerse in relazione agli aspetti più discussi dei contratti reali.

Diritto dei contratti pubblici

Giappichelli 2019

Disponibile in 3 giorni

56,00 €
Il volume, in continuità con l'edizione e-book del 2014, reca una trattazione organica e sistematica della disciplina sui contratti pubblici (appalti e concessioni) contenuta nel d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, nel decreto correttivo, di cui al d.lgs. 19 aprile 2018, n. 56 e negli atti attuativi medio tempore adottati. I vari contributi, di cui si compone il volume, in larga parte del tutto nuovi rispetto alla edizione e-book, coprono l'intera gamma degli istituti disciplinati dal nuovo codice, sia con riferimento ai profili di carattere sostanziale e procedurale che agli strumenti di tutela giurisdizionale e precontenziosa, fornendo al lettore una trattazione organica dell'intera materia, aggiornata non solo al correttivo 2017, ma anche, attraverso questa seconda edizione, alle più recenti acquisizioni dottrinali e giurisprudenziali, nonché agli atti normativi (v. legge di bilancio 2019 e decreto semplificazioni) ed attuativi intervenuti sino al dicembre 2018.

Sponsor e sponsorizzati

Facchinetti Simone
FAG

Disponibile in 3 giorni  
CONTRATTI

32,00 €
Passione, business, awareness, costanza, visibilità, internazionalizzazione, endorsment: queste, per lo più, le motivazioni che portano le aziende a investire importanti risorse economiche e tecniche in sponsorizzazioni di team, atleti e strutture sportive. Ma la sponsorizzazione si slega sempre più frequentemente dallo sport, andando a interessare ambiti quali la cultura e l'ambiente con iniziative mirate a coinvolgere la cosiddetta società civile. Questo volume affronta e approfondisce la nascita e lo sviluppo del contratto di sponsorizzazione, nello sport e nella cultura, tra modelli, dottrina e giurisprudenza, analizzando sia le singole clausole contrattuali sia gli effetti della risoluzione dei contratti. L'opera è corredata da un corposo formulario di contratti, pronti all'uso e personalizzabili a seconda delle esigenze.

Il subingresso coattivo nel...

Paladini Mauro
Pacini Giuridica 2019

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

19,00 €
II volume propone una ricostruzione unitaria delle varie figure di sostituzione di un contraente all'interno del rapporto contrattuale, nelle quali, in deroga alle norme sulla cessione del contratto, si prescinde dal consenso dell'altra parte. I problemi di tutela del contraente, che subisce il mutamento dell'identità soggettiva della controparte, sono stati risolti finora dal legislatore caso per caso, con rimedi diversi (ad es. il recesso nell'art. 2558 c.c.; la responsabilità sussidiaria dell'originario conduttore nell'art. 36, legge n. 392/78) e senza l'individuazione di regole generali. II tentativo dell'A. - dinanzi alla diffusione di ipotesi legislative aventi tali caratteristiche (si pensi alle norme sul trasferimento dei rapporti contrattuali delle aziende bancarie in crisi) - è, dunque, quello di configurare il subingresso coattivo nel rapporto contrattuale come istituto autonomo, del tutto distinto dalla cessione volontaria del contratto e regolato da principi generali in grado di stabilire un ragionevole equilibrio tra le esigenze di circolazione dei rapporti giuridici, proprie di ampi settori del mercato, e le istanze di tutela delle scelte e dell'affidamento dei contraenti. Presentazione di Umberto Breccia.

Recesso e rinegoziazione....

Romeo
Pacini Giuridica 2019

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

18,00 €
Obiettivo dell'autore è quello di approfondire, nel solco del diritto vivente e delle indagini della dottrina civilistica che si è occupata della questione, il dilemma tra l'operatività del recesso e la via della rinegoziazione nel variegato scenario dei contratti di durata. L'analisi, in assenza di una regolamentazione legislativa sulla rinegoziazione dei contratti, non è semplice, attesa la più agile possibilità della scelta del recesso tipizzato dal codice, come strumento di scioglimento del negozio giuridico. Lo sforzo ricostruttivo ed esegetico che traspare dal lavoro monografico è proprio quello di legittimare, in determinati casi, in presenza di sopravvenienze ex ante non prevedibili all'atto della stipula, soluzioni rimediali praticabili e volte ad assicurare, previa rinegoziazione, la sopravvivenza stessa dei contratti di durata nel rispetto dell'autonomia negoziale delle parti.

Profili del contratto di rete:...

Bullo Lorenza
CEDAM 2019

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

20,00 €
Il volume analizza i più rilevanti profili del contratto di rete tra imprese. Premesse alcune considerazioni sull'efficienza del "modello consortile" e del "modello rete" nella regolamentazione delle collaborazioni tra imprese, vengono analizzati, da un lato, il paradigma "contenutistico" del contratto di rete quale delineato dall'art. 3 comma 4 ter del d.l. 5/2009 (conv. con l. 33/2009) e, dall'altro, lo spazio rimesso all'autonomia privata. Richiamati i tratti salienti delle diverse figure di reti di imprese consentiti ai sensi della normativa specifica, il contratto di rete viene poi analizzato quale mezzo per la creazione di una destinazione patrimoniale finalizzata all'esercizio dell'impresa, sia nella variante che porta alla creazione di un nuovo soggetto di diritto, sia nella variante che è priva di soggettività; sotto tale profilo sono pertanto analizzati, da un lato, la dotazione patrimoniale della rete dove ampio è lo spazio di intervento dell'autonomia privata e, dall'altro, le regole dettate dal legislatore in punto di responsabilità patrimoniale delle imprese in rete. Infine, viene considerata l'incidenza che assume la pubblicità presso il Registro delle Imprese, sia in termini di efficacia iniziale del contratto, sia di sua opponibilità ai terzi, che di eventuale costitutività tanto della fattispecie rete di imprese che della destinazione patrimoniale (in presenza di rete dotata di fondo comune). Chiude il volume l'analisi della partecipazione di soggetti non imprenditori al contratto di rete, tra normativa sostanziale e regole pubblicitarie, dopo l'entrata in vigore della l. 81/2017.

Clausole negoziali. Profili teorici...

Confortini Massimo
Utet Giuridica 2019

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

135,00 €
Il volume II prosegue l'analisi pratica e approfondita della portata delle clausole tipiche e atipiche maggiormente ricorrenti nei contratti, iniziata nel volume I, mettendo in rilievo le peculiarità della singola disposizione all'interno di un più ampio contesto negoziale, con una trattazione sistematica e completa. Presenti numerose clausole rappresentative del settore civile e societario, particolarmente innovative che maggiormente interessano la prassi commerciale e societaria e diverse clausole complesse che permettono alle imprese di difendersi dalle scalate societarie.

Nuovo codice dei contratti pubblici

La Tribuna

Disponibile in libreria  
APPALTI

40,00 €
Il decreto "sblocca cantieri" 18 aprile 2019, n. 32, costituisce una rilevante ed attesa novità normativa, che contribuisce a rendere più lineare la disciplina dettata dal recente Testo unico. Quest'opera costituisce una vera e propria bussola, necessaria per orientarsi nella rinnovata normativa, e comprende il testo aggiornato del Codice dei contratti pubblici; il testo del precedente Testo Unico, utile per orientarsi nelle problematiche di diritto intertemporale, e un'ampia selezione di norme complementari.

Codice dei contratti pubblici

Caringella Francesco
Dike Giuridica Editrice 2019

Disponibile in libreria  
APPALTI

40,00 €
Il Codice dei contratti pubblici è giunto al suo terzo tagliando annuale e in coincidenza del primo triennio di applicazione viene pubblicata questa raccolta normativa in nuovi formato e veste grafica con la finalità di agevolarne la lettura e la fruizione da parte dei diversi operatori del settore. Questo codice normativo è aggiornato alle ultime modifiche apportate alla legislazione in materia di contrattualistica pubblica dal c.d. Decreto Sblocca cantieri (D.L 18 aprile 2019, n. 32, conv. L. 14 giugno 2019, n. 55), nonché dalla Legge Concretezza (L. 19 giugno 2019, n. 56) e dal Decreto Crescita (D.L. 30 aprile 2019, n. 34, conv. L. 28 giugno 2019, n. 58). L'architettura sistematica dell'opera si compone del testo in vigore del Codice dei contratti pubblici (d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50) e delle principali discipline attuative, approvate da ANAC e MIT, e complementari in materia di: anticorruzione, antimafia, appalti nel settore della difesa, centrali di committenza, disabili, diritto penale e divieti, D.U.R.C., G.E.I.E. e reti di impresa, pagamenti e tracciabilità, procedimento amministrativo, processo, società a partecipazione pubblica e vocabolario comune per gli appalti. L'opera si completa con i testi della previgente disciplina (d.lgs. n. 163/2016 e d.P.R. n. 207/2010) e con una sintetica Tabella di corrispondenza tra le disposizioni del vecchio e del nuovo Codice.

Progettazione, verifica,...

Agliata Marco
Maggioli Editore 2019

Disponibile in libreria  
TECNICO

24,00 €
La legge 14 giugno 2019, n. 55 (c.d. Sblocca Cantieri) ha introdotto importanti novità in materia di appalti e, in modo particolare, sulle attività da svolgere nelle varie fasi della progettazione e affidamento delle opere pubbliche, che vengono puntualmente analizzate e illustrate in questo nuovo quaderno tecnico, che conferma le caratteristiche della serie a cui appartiene, distinguendosi per il contenuto fortemente operativo, semplice, chiaro rivolto in particolare ai professionisti tecnici e a coloro che non hanno una specifica competenza giuridica. Attraverso schemi e tabelle che semplificano l'individuazione dei vari elementi, per ogni ambito di maggiore rilevanza sono state predisposte delle schede con le informazioni sugli aspetti di ciascuna attività e delle analisi specifiche di supporto allo svolgimento delle azioni da intraprendere, con l'indicazione degli elementi normativi di riferimento per ciascun aspetto. La struttura dell'opera include anche analisi dettagliate degli argomenti trattati, per chiarire gli elementi e le criticità che caratterizzano i vari ambiti. È stata inserita anche un'appendice che riporta una tabella contenente tutti i 122 provvedimenti (decreti, linee guida, atti normativi) di attuazione al codice dei contratti: uno strumento per avere sotto controllo l'impressionante mole di documenti collegati al d.lgs. n. 50/2016 e s.m.i.

Il nuovo codice dei contratti...

Cutajar Ornella
Maggioli Editore

Disponibile in libreria  
APPALTI

155,00 €
Il "Codice dei contratti pubblici annotato con la giurisprudenza" si presenta come indispensabile strumento di agile reperimento ed immediata consultazione della giurisprudenza più recente e significativa prodotta nella materia degli appalti pubblici. Per ciascuno degli articoli del Dlgs. 50/2016 sono state riprodotte ed ordinate oltre 1000 massime delle sentenze di Tar, Consiglio di Stato e Corte di Cassazione, oltre alle più rilevanti determinazioni dell'Autorità di vigilanza sui contratti pubblici. E' noto infatti come il diritto degli appalti pubblici abbia acquisito nel corso del tempo una crescente e pregnante connotazione giurisprudenziale. L'oggettiva complessità di questa materia, il suo peculiare tecnicismo, la consistenza degli interessi economici coinvolti e i rilevanti profili di responsabilità per i soggetti impegnati nel ciclo della commessa pubblica, rendono ormai ineludibile la conoscenza non solo delle norme scritte ma anche del "diritto vivente".Il nuovo Codice annotato intende offrire a tutti gli operatori del settore - Funzionari delle stazioni appaltanti, Professionisti e Imprese - chiama-ti a dare rapida soluzione ad una casistica sempre più complessa ed in costante evoluzione, un valido strumento per risolvere rapidamente le problematiche applicative che scaturiscono da una disciplina oramai nota per una peculiare caratterizzazione giurisprudenziale. A ciò contribuisce anche il puntuale Indice analitico ragionato.

Codice dei contratti pubblici

Cozzio Michele
Key Editore 2019

Disponibile in libreria  
APPALTI

26,00 €
Il testo del Codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016 n. 50, è aggiornato e coordinato con le variazioni, integrazioni e abrogazioni disposte dal Legislatore con la legge 14 giugno 2019 n. 55 di conversione, con modificazioni, del decreto legge 18 aprile 2019 n. 32, recante Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici («sblocca cantieri») nonché con la legge 19 giugno 2019 n. 56, recante Interventi per la concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione dell'assenteismo («concretezza») e con la legge 28 giugno 2019 n. 58 di conversione, con modificazioni, del decreto legge 30 aprile 2019 n. 34, recante Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi («crescita»). Il testo riporta le disposizioni della legge 55/2019 che sospendono provvisoriamente l'efficacia di alcuni articoli del Codice dei contratti pubblici nonché quelle che stabiliscono nuove regole dotate di efficacia provvisoria. Il testo in grassetto evidenzia le modifiche introdotte successivamente al decreto legislativo 19 aprile 2017 n. 56 («decreto correttivo»). La corrispondenza tra i numeri in parentesi ( ) nell'articolato e a piè delle singole disposizioni consente l'individuazione delle norme dalle quali originano le modifiche. Il testo è annotato con i riferimenti al sistema attuativo del Codice dei contratti pubblici, costituito da regolamenti, decreti, linee guida ministeriali, dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), dell'Agenzia per l'Italia Digitale (AGID). La corrispondenza tra i numeri in parentesi [ ] nell'articolato e nei box a piè delle singole disposizioni consente l'individuazione degli atti attuativi. Le tavole di corrispondenza permettono di visualizzare con immediatezza i nessi tra gli articoli del Codice e gli atti attuativi, le direttive europee in tema di appalti pubblici e concessioni, le norme del Codice previgente, così da poter comporre rapidamente e in modo esaustivo il contesto normativo.

I contratti pubblici dopo la...

Storto Alfredo
La Tribuna 2019

Disponibile in libreria  
APPALTI

20,00 €
Questo Dossier illustra, con taglio prettamente operativo, le nuove norme in materia di contratti pubblici così come introdotte dal recente decreto legge 18 aprile 2019, n. 32, convertito con modificazioni dalla legge 14 giugno 2019, n. 55. In particolare il volume analizza, anche attraverso la predisposizione di utili schemi e tabelle, tutte le novità introdotte dalla suddetta legge che riguardano i seguenti argomenti: l'attuazione del Codice dei contratti pubblici tra Linee Guida e Regolamento; il "pacchetto" di correttivi per accelerare le procedure di gara: progettazione, consorzi stabili, commissioni giudicatrici, qualificazione degli esecutori di lavori pubblici dopo lo Sblocca-cantieri; le nuove procedure di affidamento e gara: modifica delle "soglie", dei criteri di aggiudicazione e della valutazione delle offerte anomale; crisi d'impresa e contratti pubblici; partenariato pubblico privato, contraente generale e governance; il rito cosiddetto superveloce per i giudizi riguardanti i contratti pubblici; disposizioni sulla risoluzione dei conflitti nelle procedure di gara; norme di sospensione o a carattere temporaneo; commissioni straordinarie e interventi sostitutivi. Sono riportati inoltre, in apposite rubriche, i più recenti orientamenti interpretativi della giurisprudenza in materia.

Il «sale and purchase agreement»:...

De Nova Giorgio
Giappichelli 2019

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

29,00 €
Questo corso di lezioni (tenuto nel 2009) ha ad oggetto un contratto che oggi riveste un particolare valore economico nella prassi contrattuale internazionale: la vendita di partecipazioni societarie di controllo di una società per azioni. Il caso che studieremo in questo corso è quello di un soggetto - in particolare una società (che chiameremo "buyer") la quale acquista un certo numero di azioni dal socio unico di controllo (che chiameremo "seller") di un'altra società (la target). Nel caso specifico del nostro SPA le azioni compravendute rappresentano il 100% del capitale sociale della target.

Affidamento diretto e procedure...

Usai Stefano
Maggioli Editore 2019

Disponibile in libreria  
APPALTI

36,00 €
Il volume affronta, con taglio pratico-operativo, le problematiche poste dai "micro procedimenti" di cui all'articolo 36 del Codice dei contratti e quindi le fattispecie relative a: affidamento diretto "puro", affidamento diretto "mediato" dalla verifica/confronto di preventivi/offerte tecnico-economiche e procedure negoziate. Oggetto di analisi è l'intero percorso istruttorio/propositivo che il responsabile unico del procedimento deve presidiare nell'attuazione dei procedimenti sotto soglia comunitaria alla luce delle modifiche apportate dalla L. 55/2019 (di conversione, con profonde modifiche, del D.L. 32/2019) e, ovviamente, dalle Linee guida ANAC n. 4, considerate alla luce della revisione intervenuta con la recente deliberazione n. 636 del 10 luglio 2019. L'opera, che segue il fil rouge delle nuove Linee guida ANAC e tiene conto dei D.M. di marzo e agosto del 2019 in tema di contabilità armonizzata, analizza, in particolare: >> le profonde modifiche apportate dalla legge 55/2019 in tema di procedimenti d'acquisto; >> la riscrittura delle cause di esclusione (art. 80 del Codice dei contratti); >> le modifiche in tema di nomina della commissione di gara; >> i recenti approdi in tema di competenza del RUP e di partecipazione ai lavori della commissione di gara; >> le indicazioni giurisprudenziali in tema di rotazione anche negli acquisti sul mercato elettronico; >> le questioni poste dai D.M. sulla programmazione di lavori, forniture e servizi; >> lo svolgimento delle indagini di mercato e le implicazioni della mancata pubblicazione dell'avviso pubblico ove ciò sia necessario; >> la predisposizione e la scelta dall'albo dei fornitori/prestatori; >> le prerogative del RUP anche alla luce delle indicazioni contenute nei bandi-tipo dell'ANAC; >> la predisposizione degli inviti al procedimento contrattuale e le verifiche sul possesso dei requisiti; >> le nuove dinamiche del calcolo della soglia di anomalia come declinate anche nella recente circolare del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 5 luglio 2019. Completano il volume gli schemi di regolamento per le acquisizioni in ambito sotto soglia e per la nomina del presidente e dei componenti della commissione di gara. Stefano Usai Vice segretario, responsabile dei servizi: Staff e direzione; Gestione delle risorse finanziarie e umane. Responsabile per la trasparenza ai sensi del d.lgs. 33/2013 e dell'accesso civico; funzionario sostituto ai sensi dell'art. 2 della legge 241/1990. Formatore in materia di appalti e attività degli Enti locali in genere, autore di articoli e di numerose pubblicazioni in materia.

Ius civile europaeum. Libertà e...

Amadio G.
Pacini Giuridica 2018

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

50,00 €
"Traccerò qui una breve storia delle origini del contratto, una figura, la cui prima elaborazione si deve a Labeone, destinata a un successo duraturo, se ancor oggi la troviamo al centro degli ordinamenti di tradizione romanistica. Aggiungerò poi qualche rapida considerazione critica in ordine alla disciplina legislativa che ne dà il codice civile italiano..." Winter school dell'Università di Padova 22-26 febbraio 2016.

I contratti degli enti locali....

Lucca Maurizio
Maggioli Editore 2018

Disponibile in libreria  
APPALTI

145,00 €
Il testo intende svolgere un'analisi delle principali forme negoziali presenti nell'ordinamento degli Enti locali e guidare l'operatore pubblico, sia esso responsabile del procedimento o ufficiale rogante, nella redazione del singolo contratto, alla luce delle recenti novità normative, giurisprudenziali e di prassi. Con questo obiettivo, il formulario disegna un percorso-guida per elaborare correttamente ogni atto negoziale che deve essere coerente con tutta l'attività istruttoria che precede la sua sottoscrizione. Infatti, essendo vigente nella pubblica amministrazione la forma scritta ad substantiam, risulta indispensabile unire il contratto con il procedimento amministrativo collegato, dimostrando una compenetrazione tra la parte pubblicistica, di perseguimento costante dell'interesse pubblico, con la dimensione privatistica, consensuale e paritaria che porta ad esecuzione la volontà pubblica. In questa prospettiva evolutiva, l'opera appronta una serie di schemi nell'intenzione di raccogliere le più diverse occasioni di esercizio della funzione pubblica, anche utilizzando moduli paritari dove la pubblica amministrazione agisce in condizioni non autoritative (c.d. amministrazione contrattata) o per assolvere funzioni gestionali di più soggetti sia pubblici che privati, ognuno prestatore di un interesse particolare, ma che conduce ugualmente all'assolvimento di un fine pubblico necessario e imprescindibile. Tutti i contratti e gli atti nella loro formazione redazionale sono inquadrati all'interno di una determinata materia o intervento, con una descrizione degli istituti interessati, avendo cura di indicare le singole specificità e le clausole necessarie per stendere il contratto, con le condizioni che devono caratterizzare il contenuto obbligatorio. Gli schemi riportano, nelle premesse, il processo decisionale ed istruttorio, con i richiami ai provvedimenti e/o ai deliberati che devono essere parte del contratto, alle procedure seguite per individuare il contraente, segnando i passaggi motivazionali e logici che devono essere presenti nell'atto, sia in termini di legittimazione che di motivazione. Tutta la modulistica, personalizzabile e stampabile, a cui si può accedere tramite il codice alfanumerico riservato allegato al volume, sarà sempre in linea con la normativa vigente fino al 31 dicembre 2018.

L'atipicità dei «nuovi» leasing:...

De Martinis Paolo
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

33,00 €
Il volume affronta il tema delle garanzie atipiche che assistono operazioni di locazione finanziaria alla luce della nuova disciplina sul leasing, con particolare riguardo al patto di riacquisto e all'obbligo al subentro. Individuata la funzione di tali modelli negoziali - utilizzati oramai nell'ambito di qualsiasi operazione di locazione finanziaria - in quella dagli stessi svolta negli ambiti in cui sono sorti e dove vengono tradizionalmente adoperati, si analizzano le fattispecie di subentro che non richiedendo la partecipazione dell'utilizzatore non possono essere inquadrate nell'ambito della cessione del contratto. Constatato che questi modelli, richiamati nel nostro ordinamento in materia di multiproprietà e di appalti pubblici dalla precedente disciplina, sottintendono quello del performance bond, si verifica il funzionamento dei bonds nel mercato americano e, in particolare, nel settore degli appalti pubblici e privati e in quello cinematografico in cui con la garanzia di completamento si mira al conseguimento del bene oggetto del contratto. Dopo una indagine sull'opzione di presa in carico e completamento del contratto (c.d. takeover and complete the bonded project) adoperata negli Stati Uniti, si affronta il tema della fungibilità delle prestazioni aventi a oggetto un facere per la verifica della compatibilità del takeover con il modello normativo della fideiussione. Si perviene così alla conclusione che la corretta esecuzione per le obbligazioni aventi a oggetto un facere non è la conseguenza di un unico negozio di garanzia ma la risultante di un procedimento realizzato attraverso il coordinamento di più negozi e che la legge n. 124 del 2017 sul leasing finanziario condurrà a un utilizzo maggiormente circoscritto del patto di riacquisto e dell'obbligo al subentro dal momento che la nuova disciplina non permette alle parti di sottrarsi all'indisponibilità del risultato che con essa s'intende perseguire, ovverosia l'equilibrio sinallagmatico tra le prestazioni che si vuole assicurato mediante un definito procedimento di liquidazione.

Accordo e affare nel contratto di...

Guerrini Luca
Giappichelli 2018

Disponibile in 5 giorni

20,00 €
"Accordo e affare nel contratto di mediazione" è una monografia che indaga e risolve problemi concreti. Momento di formazione del contratto di mediazione, preliminare di preliminare, diritto alla provvigione, patto di sovrapprezzo, circolazione di modelli convenzionali, rapporti con altri contratti affini (mandato e contratto d'opera), specifiche clausole pattizie, sindacato di vessatorietà, e responsabilità del mediatore sono alcuni soltanto dei temi che l'A. affronta e restituisce al lettore dopo averli ordinati in modo coerente. Accordo e affare nel contratto di mediazione è un volume che ha come destinatario l'interprete teorico, che avrà modo di apprezzare il capitolo sulla natura della mediazione e la prospettiva apprezzabilmente originale sviluppata; ma anche il pratico che troverà in questo volume una chiara e ragionata risposta alle esigenze del suo caso concreto.

Contrattazione a distanza e tutela...

Bolognini Silvia
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

40,00 €
La collana "Princìpi, regole e sistema" si compone di quattro sezioni: I) Corsi; II) Monografie; III) Diritto privato europeo; IV) Miscellanea. Il terreno delle prime due sezioni è rappresentato dall'universo del diritto privato comune nelle sue tradizionali aree tematiche: persone, famiglia e successioni; diritti reali; obbligazioni e contratti; responsabilità civile; impresa; tutela dei diritti. La terza sezione è dedicata, per un verso, alle direttive dell'Unione europea in materia privatistica, al loro impatto sul diritto civile dei singoli Stati nonché all'interpretazione e all'applicazione delle relative disposizioni di recepimento; per altro verso, al complesso dei problemi scaturenti dal difficile processo di costruzione di un diritto comune europeo delle obbligazioni e dei contratti. La miscellanea, oltre a ospitare studi di diritto giudiziale, commenti di novità normative e ricerche comparatistiche, apre infine i propri orizzonti alla riscoperta delle radici storiche della nostra cultura civilistica.

Il contratto d'opera fra regole e...

Cervale Gianluca
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
"Il contratto d'opera fra regole e mercato" è una monografia scientifica che può costituire anche un valido strumento per i professionisti. Utile ad orientarsi fra le norme che disciplinano il contratto di lavoro autonomo, il testo ricostruisce l'origine storica del contratto d'opera, riflettendo poi sulle più attuali declinazioni dell'istituto. Sono oggetto di particolare approfondimento il rapporto fra lavoro subordinato e lavoro autonomo, i profili di contatto fra la disciplina del contratto d'opera e quella del contratto di appalto, la responsabilità del prestatore d'opera. Inoltre, nel volume Il contratto d'opera fra regole e mercato si riflette anche sugli effetti che le numerose normative di provenienza europea hanno avuto sul diritto contrattuale e sui singoli contratti, ponendo particolare attenzione alla rilevanza che lo status del contraente assume nella selezione della disciplina normativa applicabile al singolo contratto.

La fase di esecuzione dell'appalto...

Cancrini Arturo
EPC 2018

Disponibile in libreria  
APPALTI

35,00 €
Le direttive europee dedicano poche norme alla fase di esecuzione del contratto pubblico; la disciplina, pertanto, è di quasi esclusiva competenza della legislazione nazionale. Attualmente, però, il nuovo quadro delle fonti regolatrici la gestione e la realizzazione della commessa è ancora "in itinere", in attesa dei decreti ministeriali e degli altri interventi di soft law. In questo scenario, si ritiene indubbiamente utile proporre un manuale interamente dedicato alla fase esecutiva, mai come ora bisognosa di guida e orientamento. Il libro esamina i cardini della disciplina mediante l'approfondimento dei singoli istituti, anche di quelli per i quali ancora non sussiste un regime giuridico positivo; infatti, in attesa del completamento della soft law, giunta nemmeno ad un quarto del suo cammino, si rende necessario offrire agli operatori della contrattualistica pubblica spunti, indirizzi, osservazioni, chiarimenti finalizzati a garantire un sostegno teorico e pratico. Aggiornato al D.M. 49/2018 sulla direzione lavori

Affidamento diretto e procedure...

Usai Stefano
Maggioli Editore 2018

Disponibile in libreria  
APPALTI

34,00 €
La monografia si concentra sugli aspetti pratico/operativi posti dalle nuove Linee guida n. 4 - approvate con la deliberazione ANAC n. 206/2018 - in tema di acquisizione nell'ambito sotto soglia e, quindi, sulle fattispecie dell'affidamento diretto e delle procedure negoziate semplificate disciplinate nell'art. 36 del nuovo Codice dei contratti. Le tematiche approfondite, con corredo delle indicazioni giurisprudenziali, riguardano le criticità poste dal documento e subito evidenziate dagli operatori: la questione della programmazione delle acquisizioni alla luce del recentissimo D.M. n. 14/2018; l'applicazione pratica del principio di rotazione tra imprese, sia con riferimento al pregresso affidatario sia con riferimento ai soggetti già invitati nei precedenti procedimenti contrattuali; le opzioni di deroga alla rotazione (peraltro già criticate dalla prima giurisprudenza); l'esigenza della motivazione nell'affidamento diretto ed in particolare nella scelta dell'affidatario; lo svolgimento delle indagini di mercato e della predisposizione dell'albo dei fornitori con le fasce, circostanza che consente la deroga della rotazione; i compiti del RUP nell'ambito di queste procedure "semplificate"; la composizione della commissione di gara ed i compiti del collegio alla luce dei nuovi bandi di gara; il momento della verifica dei requisiti e dell'aggiudicazione. A corredo vengono presentati due schemi - adattabili - di regolamento sulla composizione/costituzione della commissione di gara nel periodo transitorio (ante albo dei commissari di gara di cui all'art. 78 del Codice) ed uno schema di regolamento di disciplina delle acquisizioni nell'ambito del sotto soglia comunitario (la cui redazione viene auspicata e suggerita dalla stessa ANAC).

Come difendere il contraente debole...

Agnese Andrea
Maggioli Editore 2018

Disponibile in 3 giorni  
BANCA FINANZA

87,00 €
Questa opera è un'analisi operativa degli aspetti sostanziali e processuali della disciplina bancaria, alla luce della più recente giurisprudenza e delle ultime novità del settore sulla polizza assicurativa nel calcolo del TAEG, il trattamento dell'usura sopravvenuta e la tutela della concorrenza e nullità contrattuale. Strumento indispensabile per il Professionista che deve affrontare le questioni più controverse, il testo esamina le fattispecie più comuni quali l'usura e l'anatocismo e quelle meno note ma di significativa importanza, in particolare i contratti di cessione del quinto, le clausole di chargeback, il prestito vitalizio ipotecario e il pegno mobiliare non possessorio. Il volume fornisce all'operatore del diritto, nella seconda e terza parte della trattazione, gli strumenti normativi ed operativi per una gestione efficace della controversia e per impostare la migliore strategia per la tutela del contraente debole in sede di giudizio.

Autonomia contrattuale e...

Castronovo Francesco
Giappichelli 2018

Disponibile in 5 giorni

27,00 €
"È un dato di fatto che, nell'ultimo ventennio, sempre più invasiva sia stata, nella prassi europea, e italiana, la presenza di elementi tipici del contratto di common law, e in particolare americano, che vengono inglobati nei , contratti commerciali italiani, o di interi schemi contrattuali della prassi anglo-americana trasposti senza alcuna mediazione nella nostra pratica e sottoposti alla legge italiana. Il modello di , common law, è così divenuto il prototipo del contratto tra operatori professionali, generando, sia rilevanti problemi di compatibilità con il nostro sistema, sia un vero e proprio scontro di mentalità tra la pratica americana e quella europea e italiana. Le implicazioni del primo aspetto sono facilmente intuibili: l'utilizzo di contratti - o meglio, di strumenti negoziali - propri di un altro ordinamento può facilmente provocare un conflitto quando tali strumenti siano sottoposti a una legge altra rispetto a quella di origine. Il secondo aspetto è invece forse più sottile ma altrettanto se non più rilevante. Il contratto americano nasce e si sviluppa con una concezione del tutto diversa dalla nostra, essendo il frutto di una cultura giuridica differente. Ciò comporta che quello che una clausola americana implica, con la sua specifica e peculiare formulazione - spesso diversa da quella familiare a noi europei - è molto di più di quello che la semplice lettera della clausola stessa indica, poiché essa ha alle spalle un bagaglio storico, culturale e giuridico implicito per la cultura giuridica statunitense, ma da noi del tutto assente. Con la trasposizione nel nostro ordinamento tali clausole, dunque, rischiano di divenire strumenti di problematica applicazione e utilizzo, sia perché sottoposte a norme del tutto diverse da quelle che le regolano nel loro paese di origine, sia perché coloro che se ne servono spesso trascurano la rilevante implicazione culturale che le sostiene. Diviene allora importante - nella ricerca di soluzioni che concilino la salvaguardia della libertà e volontà contrattuale delle parti con il rispetto dei principi e delle norme del nostro ordinamento - studiare e comprendere il retroterra cultural-giuridico che fa da base a tali strumenti negoziali." (dalla premessa)

Differenziali retributivi di genere...

Gottardi D.
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Il tema della parità retributiva tra uomo e donna è un tema complesso, che rinvia a una rete di tutele, a livello sovranazionale e nazionale, tanto consolidate quanto di difficile e scarsa effettività; un tema che implica riflessioni di carattere multidisciplinare e che può rivelarsi scivoloso sul piano delle rilevazioni statistiche. Si pensi all'indicatore delle retribuzioni orarie lorde medie, utilizzato dalle tabelle pubblicate da Eurostat e soprattutto dalla Strategia europea per l'occupazione. Esso restituisce un quadro di sintesi che non solo è parziale, ma anche fuorviante, perché non tiene in considerazione tutte le penalizzazioni che le donne accumulano lungo l'arco della vita. Non quindi i gap che si rilevano, ad esempio, nei premi di produzione, di risultato, di produttività. Non i gap che si accumulano a causa del divario nel tempo dedicato al lavoro, divario che è diretta conseguenza dell'impari distribuzione dei carichi familiari. Non i gap che si collegano alla segregazione orizzontale in lavori sottovalutati, e quindi sottopagati, o alla segregazione verticale nelle fasce retributive più basse degli organigrammi aziendali. Non i gap che derivano dalle interruzioni di carriere, dalle barriere alla carriera. Tutti gap che confluiscono, alla fine, nei divari dei trattamenti pensionistici. Il presente volume raccoglie parte dei risultati e delle riflessioni maturati nell'ambito del progetto Close the deal, fill the gap, finanziato dal Programma Progress dell'Unione europea (reference no. JUST/2013/PROG/AG/4890/GE) e coordinato dall'Università di Verona, in partnership con la Queen Mary University di Londra e l'University of the West of England (Regno Unito), l'Università della Silesia (Polonia) e l'Ires Veneto (Italia).

La spedizione. Profili civilistici...

Foghini Silvia
Key Editore 2018

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

31,00 €
In questa opera si offrirà una esaustiva disamina del contratto di spedizione, attraverso una ricostruzione sistemica dei suoi tratti giuridici salienti, oggetti e soggettivi, che ne consentono un inquadramento specifico, ontologicamente distinto da altre fattispecie similari. Nel procedere allo studio in dettaglio di natura, contenuto, forma e disciplina del contratto de quo, corroborata da riferimenti ai principali orientamenti giurisprudenziali e di dottrina, verranno messi in luce aspetti controversi che, sotto vari fronti, hanno animato gli interpreti, ingenerando vivaci dibattiti intellettuali.

I requisiti del contratto

Apa Sabrina
Key Editore 2018

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

13,00 €
Attraverso l'ausilio dei contributi dottrinari e giurisprudenziali, l'opera analizza la disposizione dell'art. 1325 cod. civ., delineando la portata dei requisiti essenziali che disegnano l'architettura del fenomeno contrattuale. Lo studio, partendo dal dato storico-normativo, intende esaminare il regime dei requisiti fondamentali del contratto, soffermandosi, alla luce della finalità dell'operazione negoziale, sulle problematiche afferenti al dato genetico e funzionale, nonché sugli aspetti fisiologici e patologici della disciplina.

La forma del contratto

Mancarelli Pietro
Key Editore 2018

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

12,00 €
L'opera si propone di offrire una panoramica sintetica ma il più possibile completa sulla normativa riservata dal codice civile ai requisiti di forma del contratto, dal punto di vista della migliore dottrina e della giurisprudenza più significativa, con particolare riguardo all'impatto delle più recenti innovazioni tecnologiche - come i contratti informatici, le firme elettroniche o le contrattazioni a distanza su piattaforma web - sulla normativa tradizionale, ancorata saldamente ad un sistema fondato sul documento cartaceo, sempre più esautorato dalle nuove strutture documentali. Non sono state tuttavia trascurate le tradizionali figure normative, corredate dagli apporti delle Corti di merito e di legittimità nonché di autorevole giurisprudenza.

I rapporti pendenti nel fallimento...

Caiafa Antonio
Dike Giuridica Editrice 2018

Disponibile in libreria  
PROCEDURE CONCORSUALI

59,00 €
L'opera muove dalla legge 19 ottobre 2017, n. 155 di delega al Governo, per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza che ha previsto, in generale, la riduzione dei "costi delle procedure concorsuali, anche attraverso misure di responsabilizzazione degli organi di gestione e di contenimento delle ipotesi di prededuzione", che potranno avere rilievo con riferimento ai rapporti pendenti. Nell'attuarne la regolamentazione il legislatore ha individuato una varietà di rimedi in relazione a ciascun tipo di contratto, al fine di garantire la prosecuzione dell'attività, ancorché temporanea, nel fallimento, o la continuità, nel concordato preventivo. La scarsa attenzione riservata ad altre figure contrattuali e la necessità di una risistemazione delle stesse hanno suggerito l'analisi anche dei rapporti di impresa non disciplinati. L'opera è impreziosita da schemi finali che illustrano le procedure di ogni fattispecie contrattuale.

La risoluzione del contratto

Ianni Vincenzo
Key Editore 2018

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

16,00 €
La risoluzione del contratto è un istituto di natura rimediale, previsto dall'Ordinamento giuridico per il governo di talune criticità relative al momento esecutivo del contratto, che abbiano a manifestarsi nel quadro della concreta esecuzione del vincolo obbligatorio, inficiando il dispiegarsi del rapporto contrattuale nei termini preventivati dalle parti. L'operatività della fattispecie risolutoria sottende una inefficacia sopravvenuta del contratto, dovuta alla compromissione del relativo profilo funzionale, per l'effetto di circostanze successive alla stipula dell'intesa contrattuale: l'inadempimento, l'impossibilità sopravvenuta di una delle due prestazioni o l'eccessiva onerosità che viene a caratterizzare l'esecuzione di una prestazione. A fronte di un assetto contrattuale non rispondente agli originari intendimenti dei contraenti, la risoluzione consente lo scioglimento del vincolo tra essi insorto.

La compravendita

Luminoso Angelo
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

46,00 €
Tra gli argomenti trattati: Nozione e causa; Accordo e forma; Oggetto e contenuto; Effetti ed esecuzione; Vendite speciali; Garanzia e responsabilità nella vendita disciplinata dal codice civile; Responsabilità e rischio nella vendita di beni di consumo; L'autotutela nella vendita mobiliare; Il preliminare di vendita; Vendita e fallimento; La vendita internazionale (profili generali).

I nodi del codice dei contratti...

Cacucci 2018

Disponibile in libreria  
APPALTI

32,00 €
«I tempi attuali sono [...], quelli dell'incertezza; noi viviamo - si dice -nella "società dell'incertezza"... Il "diritto inconoscibile" impedisce il calcolo economico, pregiudica le aspettative, blocca o ostacola gli investimenti e la loro convenienza... Se il ruolo del giudice è quello di interpretare un sistema complesso, il suo servizio principale consiste nel fornire dei punti di riferimento di coerenza e di chiarezza. Questo ruolo del giudice amministrativo - che si inserisce nel solco di una tradizione ultracentenaria, ma si colora di profili di novità proprio a causa della complessità del sistema nel quale oggi egli si trova ad operare - è bene posto in luce nell'opera in esame, che, nella sua struttura, nell'analisi delle problematiche, nell'approfondimento della copiosa giurisprudenza e dei cospicui apporti dottrinari, denota un impegno serio, tradottosi in un itinerario argomentativo chiaro e coerente. Essa offre al lettore un indirizzo valutativo e interpretativo della nuova disciplina, tenendo conto del dibattito sviluppatosi sulle norme precedenti e individuando le linee di continuità, di evoluzione o di innovazione tra tali norme e le nuove.» (dalla prefazione di Pasquale de Lise)

Annuario del contratto 2017

Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

44,00 €
L'Annuario del Contratto 2017 si presenta al lettore con qualche novità. Nella Giurisprudenza, in luogo delle schede sulle principali decisioni in materia di obbligazioni e contratti, sono presenti cinque contributi che, muovendo da una sentenza del 2017, ricostruiscono gli orientamenti giurisprudenziali sul tema affrontato, offrendo al lettore una panoramica ragionata e completa. Dalla Biblioteca scompaiono le segnalazioni dei volumi pubblicati nell'anno di riferimento; restano, incrementate nel numero, le recensioni agli studi monografici. Rimangono invariati Dottrina e Osservatorio.

Il contratto preliminare ad...

Cosco Giusy
CEDAM 2018

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

27,00 €
L'espressione "contratto preliminare" non descrive un fenomeno unico, ma figure diverse, sia per gli interessi concreti da realizzare, sia rispetto alle caratteristiche strutturali di ognuna di esse; la complessità rappresenta, quindi, una chiave di lettura imprescindibile per la valutazione delle molteplici e diversificate situazioni di interessi verso la cui realizzazione tendono le parti che lo stipulano. La stessa complessità ed i multiformi profili funzionali inducono al superamento della concezione unitaria dell'istituto ed alla necessità di effettuarne una scomposizione in una pluralità di figure diverse sotto l'aspetto strutturale e funzionale, ma dotate, nello stesso tempo, di caratteri comuni. In particolare, uno degli strumenti utilizzato con maggiore frequenza nella pratica delle contrattazioni immobiliari è il preliminare "ad esecuzione anticipata", in cui lo schema tipico del contratto preliminare di vendita viene arricchito per soddisfare interessi svariati, introducendo all'interno dell'accordo clausole che obbligano reciprocamente le parti ad effettuare ulteriori adempimenti, diversi da quelle che sono le obbligazioni proprie del tipo negoziale. Il contratto preliminare "puro" appare arricchito dalla presenza degli elementi materiali della consegna della cosa oggetto della vendita e del pagamento totale o parziale del prezzo; si caratterizza per una pluralità di funzioni e per i diversi interessi pratici che può soddisfare. Le implicazioni sottese all'esatta ricostruzione della figura in esame e della natura giuridica del definitivo che segue sono molteplici e non attengono solo all'istituto del contratto preliminare, ma riguardano aspetti fondamentali di tutto il diritto privato, fra loro strettamente collegati, quali il principio consensualistico, la differenza tra possesso e detenzione e la causa del contratto.

Il nuovo codice dei contratti pubblici

Cancrini Arturo
EPC 2018

Disponibile in libreria  
APPALTI

15,00 €
Questo manuale, in un pratico formato tascabile, contiene il d.lgs. n. 50/2016, il cd. decreto correttivo (d.lgs. n. 56/2017) e le Linee guida già emanate dall'ANAC. Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e la contestuale entrata in vigore del Codice, si è concluso l'iter di recepimento delle direttive europee, nonché di riordino e semplificazione della disciplina in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, iniziato con la Legge delega n. 11 del 28 gennaio 2016 e, per adesso, terminato con il decreto correttivo entrato in vigore il 20 maggio 2017. Il quadro normativo nazionale sta comunque ancora mutando anche in forza del cd. soft law, nel quale rientrano gli interventi Ministeriali e le Linee guida dell'ANAC per gli aspetti e gli istituti procedurali indicati volta per volta dal Codice. Il volume è arricchito di un puntuale indice analitico che consente al lettore di orientarsi all'interno delle disposizioni di legge, effettuando ricerche per argomenti. Uno strumento di consultazione per avere sempre a portata di mano le nuove norme.

Il nuovo codice dei contratti...

Cutajar Ornella
Maggioli Editore 2018

Disponibile in libreria  
APPALTI

155,00 €
Il Codice dei contratti pubblici commentato con la giurisprudenza e la prassi, alla sua seconda edizione dopo il successo della precedente, è concepito come importante strumento di agevole consultazione per gli operatori che intendono individuare, per ciascuna disposizione del Codice, la preziosa, ricca ed articolata interpretazione fornita dalla giurisprudenza amministrativa ed europea, così come dall'ANAC e dai Ministeri. Per la corretta applicazione delle norme del D.Lgs. 50/2016, caratterizzate da una peculiare vocazione giurisprudenziale, diventa infatti imprescindibile interpretare il complesso impianto normativo del Codice attraverso l'accurato esame del "diritto vivente". In questa seconda edizione si è provveduto ad un consistente lavoro di aggiornamento delle sentenze, della dottrina e dei provvedimenti dell'ANAC, focalizzando l'attenzione sugli atti e sulle pronunce emanate proprio in applicazione del nuovo Codice e del decreto correttivo D.Lgs. 56/2017. Completano l'opera una pregevole bibliografia, sud- divisa per specifici argomenti, e un utilissimo indice analitico ragionato. Inoltre, il lettore, tramite un codice alfanumerico riservato allegato al volume, potrà accedere gratuitamente per un anno al codicedeicontrattipubblici.it.

L'interpretazione del contratto

Pellegrino Giulio
Key Editore 2018

Disponibile in libreria  
CONTRATTI

16,00 €
L'interpretazione è la prima operazione che va compiuta allorché si analizza il contratto, e consiste, in via principale ed in prima battuta, nella ricostruzione della volontà delle parti, cioè nell'individuazione del significato che le parti volevano attribuire alle dichiarazioni che hanno scambiato. L'interpretazione del contratto, dunque, è attività logicamente precedente a qualunque ulteriore operazione giuridica da svolgere su di esso, quali la qualificazione o l'individuazione di cause di invalidità. Il nostro ordinamento regolamenta l'attività interpretativa con gli artt. 1362-1371 c.c., a cui si aggiungono poche norme speciali, soprattutto in tema di diritto dei consumi. Il modo in cui tali norme vengono lette è cambiato profondamente in tempi recentissimi. L'opera vuole mettere in luce tali cambiamenti, sottolineandone i legami con le principali linee di tendenza che stanno attraversando il diritto dei contratti. Inoltre, l'opera fornisce una lettura pratica delle norme, evidenziando gli aspetti affrontati dalla giurisprudenza.

Leasing e factoring

Albanese Marco
FAG

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
In questo volume gli autori descrivono i contratti di leasing e di factoring in ogni loro aspetto, teorico e pratico, offrendo una guida rapida ed aggiornata sulle questioni peculiari che si presentano agli operatori, e corredando ciascun argomento con i principali riferimenti giurisprudenziali. Il testo costituisce un prezioso strumento di consultazione per chi debba stipulare o abbia già stipulato uno dei due contratti, o intenda approfondirne le questioni salienti, con specifico riferimento alle tipologie contrattuali ed alle principali vicende del rapporto.

L'esecuzione dei contratti...

Meschino Maurizio
Dike Giuridica Editrice 2017

Disponibile in libreria  
APPALTI

38,00 €
L'opera offre alle stazioni appaltanti, alle imprese e agli operatori del diritto una guida, sistematica e pratica, per lo studio e la migliore applicazione della normativa. Esamina ed esplica le norme sull'esecuzione, specifiche e spesso innovative, sia sul piano sostanziale che per i mezzi di tutela, non sempre di facile interpretazione, dettate dal nuovo codice dei contratti pubblici, come modificato dal recente correttivo del 2017.

L'accordo quadro. Le procedure...

Zuzzi Sandra
Maya Idee 2017

Disponibile in 3 giorni

14,90 €
L'attenzione normativa che nell'ultimo triennio è stata riservata agli acquisti in sanità, tanto a livello europeo che nazionale, è stata guidata dall'intento dichiarato di rendere flessibile, trasparente, concorrenziale e tracciabile un percorso in cui l'eccesso di burocrazia e l'andamento farraginoso prestavano il fianco al fenomeno corruttivo.

Il contratto

Sacco Rodolfo
Utet Giuridica 2016

Disponibile in 3 giorni

130,00 €

Annuario del contratto 2015

D'Angelo A.
Giappichelli 2016

Disponibile in 5 giorni

45,00 €
Argomenti trattati: Etica ed economia nella regolazione del mercato agroalimentare. La contrattazione collettiva in agricoltura come strumento di riequilibrio e i suoi limiti soggettivi e oggettivi. Disparità di potere negoziale e disciplina delle relazioni commerciali nella filiera agroalimentare. I requisiti di forma e di contenuto minimo del contratto di cessione di prodotti agroalimentari: i rimedi del diritto civile. La correzione degli squilibri del regolamento contrattuale e l'adeguamento della nullità alle esigenze di protezione del contraente vittima dell'abuso. Libero mercato e contratto giusto nella concezione neo-istituzionale del diritto.

La convenienza economica nel contratto

Tinti Federica
Giappichelli 2016

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Nel campo dell'autonomia privata e della possibilità per anche uno solo dei contraenti di concludere contratti a sé economicamente sconvenienti, l'interrogativo è tradizionalmente risolto nel senso di attribuire ai paciscenti la libertà di effettuare ogni valutazione a riguardo, ritenendosi l'equilibrio economico del contratto affare privato, rimesso, in quanto tale, alla libera determinazione dei consociati. Sennonché, a partire dagli anni novanta del secolo scorso, si può registrare una rinnovata attenzione in dottrina e in giurisprudenza, all'esame della questione se il contratto debba essere economicamente conveniente per tutte le parti, o per una sola di esse. Si riaffaccia così un interrogativo che si pone all'origine dei riferiti nuovi orientamenti e di cui si deve necessariamente tener conto per una ulteriore riflessione, attenta ad indagare, in chiave rimediale, la rilevanza giuridica di quelle turbative della libertà di decisione, tali da poter incidere su di una adeguata valutazione della convenienza dell'affare. In questa prospettiva, la convenienza economica del contratto non si identifica con un ideale astratto di proporzionalità, ne presuppone una oggettiva equivalenza dei valori scambiati, ma si colora di evidente soggettività, divenendo la locuzione più efficacemente descrittiva dell'attuale tensione dell'ordinamento alla tutela della correttezza nei processi formativi dell'accordo.

La penale esigua e l'equità del...

Citarella Valentina
Giappichelli 2016

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Il presente lavoro ha ad oggetto l'analisi del fondamento causale e della portata dell'intervento integrativo-equitativo giudiziale nel regolamento pattizio, con particolare riferimento all'istituto della clausola penale sulla base del rapporto tra la riducibilità giudiziale della penale manifestamente eccessiva, come prevista dall'art. 1384 ce, e l'integrazione del contratto al fine della sua riduzione ad equità, ai sensi dell'art. 1374 ce. Il punto di partenza dello studio è l'analisi del presupposto giuridico della riducibilità di una clausola penale manifestamente eccessiva, ravvisato nell'esigenza di natura oggettiva di garantire la proporzione tra le prestazioni dedotte e l'adeguatezza della sanzione, in un'ottica di tutela dell'ordinamento giuridico. L'analisi, in particolare, si propone di verificare se i principi di equità, adeguatezza e proporzionalità delle prestazioni e delle sanzioni, cui si ispira l'orientamento dogmatico finalizzato alla creazione di un modello di «contratto giusto», posti coerentemente a fondamento della riducibilità officiosa della clausola penale, unitamente al principio di uguaglianza delle posizioni giuridiche soggettive del rapporto obbligatorio possano, altrettanto coerentemente, porsi a fondamento di un adeguamento giudiziale, in termini maggiorativi, di una penale non irrisoria ma manifestamente esigua e, quindi, gravemente lesiva dell'interesse del creditore all'esatto adempimento. Imprescindibile, in tale ipotesi, è l'analisi del ruolo che assume il mercato: in sede di intervento giudiziale di ampliamento del contenuto contrattuale rispetto a quello originario, oltre ad un controllo interno del contenuto comparativo delle prestazioni dedotte, è necessario, infatti, procedere anche ad un controllo esterno, avente quale termine di comparazione il contenuto del contratto ed il mercato in cui tale contratto è sorto ed opera, secondo un'ottica di necessaria compenetrazione tra strumenti giuridici e regole del mercato.

L'imprenditore e il mercato....

Montanari Massimo
Giappichelli 2016

Disponibile in 5 giorni

34,00 €
Non esiste in Italia una definizione normativa di diritto commerciale. Un tempo, nel vigore del codice di commercio del 1882 (ed anteriormente, di quello del 1865), esso comprendeva le materie di principale interesse per il mondo che oggi definiremmo imprenditoriale. Vi erano trattate la definizione di commerciante (oggi sostituita, seguendo l'insegnamento della moderna scienza economica, da quella, più lata, d'imprenditore, e particolarmente d'imprenditore commerciale); i principali contratti commerciali (che all'epoca avevano una disciplina speciale, diversa da quella civile, allorché ne fosse parte un commerciante), le società; la cambiale e l'assegno; il fallimento.

Diritto civile. Vol. 2: Il contratto

Calvo Roberto
Zanichelli 2015

Disponibile in 3 giorni

55,50 €
Nel presente volume vengono trattati ex professo gli istituti fondanti il diritto patrimoniale comune, secondo la sistematica che dà l'intonazione al Titolo I del Libro IV del codice civile. La chiave di lettura è informata alla persuasione che la loro integrazione nelle situazioni soggettive in funzione delle quali sono stati plasmati, consente di afferrarne compiutamente i sottili meccanismi regolatori. Lo studio delle obbligazioni, che non è affatto subalterno al contratto, funge in verità da "grammatica pedagogica" dei rapporti patrimoniali generali, perché offre le coordinate utili a guidare l'interprete nella costruzione del sistema, e nell'applicazione coerente e ordinata di regole e principi. Il pensiero orientato alle obbligazioni suggerisce d'inclinare allusivamente lo sguardo al Gradus ad Parnassum, ossia ad una sorta di "palestra" che "allena" il giurista - con intensità variabile - al lavoro di razionalizzazione del conflitto d'interessi rivali, per evitare che la norma disciplinante il caso concreto sia frutto di scelte casuali, ingiuste, inattese e quindi disorientanti. Lungo questo percorso, che non trascura le novità introdotte dalle fonti di adeguamento del diritto comunitario, costante è il dialogo con l'esperienza tratta dalle tensioni del contraddittorio giudiziale.