Diritto dei contratti

Filtri attivi

I contratti reali

Busti Giulia
Key Editore - 2019

Disponibilità Immediata

24,00 €
Il volume prende in esame i contratti reali, e cioè il deposito (artt. 1766-1797 c.c.), il sequestro convenzionale (artt. 1798-1802 c.c.), il comodato (artt. 1803-1812 c.c.) ed il mutuo (artt. 1813-1822). In particolare, l'opera analizza le singole fattispecie contrattuali, esaminando gli elementi strutturali che le caratterizzano e le principali questioni problematiche che si sono poste in relazione ai predetti contratti, muovendo da un confronto con la versione codicistica previgente. Inoltre, il volume si sofferma sulle differenti, e più rilevanti, opinioni dottrinali e giurisprudenziali emerse in relazione agli aspetti più discussi dei contratti reali.

Diritto dei contratti pubblici

Mastragostino F. (cur.)
Giappichelli - 2019

Disponibilità Immediata

56,00 €
Il volume, in continuità con l'edizione e-book del 2014, reca una trattazione organica e sistematica della disciplina sui contratti pubblici (appalti e concessioni) contenuta nel d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, nel decreto correttivo, di cui al d.lgs. 19 aprile 2018, n. 56 e negli atti attuativi medio tempore adottati. I vari contributi, di cui si compone il volume, in larga parte del tutto nuovi rispetto alla edizione e-book, coprono l'intera gamma degli istituti disciplinati dal nuovo codice, sia con riferimento ai profili di carattere sostanziale e procedurale che agli strumenti di tutela giurisdizionale e precontenziosa, fornendo al lettore una trattazione organica dell'intera materia, aggiornata non solo al correttivo 2017, ma anche, attraverso questa seconda edizione, alle più recenti acquisizioni dottrinali e giurisprudenziali, nonché agli atti normativi (v. legge di bilancio 2019 e decreto semplificazioni) ed attuativi intervenuti sino al dicembre 2018.

Il subingresso coattivo nel rapporto contrattuale

Paladini Mauro
Pacini Giuridica - 2019

Disponibilità Immediata

19,00 €
II volume propone una ricostruzione unitaria delle varie figure di sostituzione di un contraente all'interno del rapporto contrattuale, nelle quali, in deroga alle norme sulla cessione del contratto, si prescinde dal consenso dell'altra parte. I problemi di tutela del contraente, che subisce il mutamento dell'identità soggettiva della controparte, sono stati risolti finora dal legislatore caso per caso, con rimedi diversi (ad es. il recesso nell'art. 2558 c.c.; la responsabilità sussidiaria dell'originario conduttore nell'art. 36, legge n. 392/78) e senza l'individuazione di regole generali. II tentativo dell'A. - dinanzi alla diffusione di ipotesi legislative aventi tali caratteristiche (si pensi alle norme sul trasferimento dei rapporti contrattuali delle aziende bancarie in crisi) - è, dunque, quello di configurare il subingresso coattivo nel rapporto contrattuale come istituto autonomo, del tutto distinto dalla cessione volontaria del contratto e regolato da principi generali in grado di stabilire un ragionevole equilibrio tra le esigenze di circolazione dei rapporti giuridici, proprie di ampi settori del mercato, e le istanze di tutela delle scelte e dell'affidamento dei contraenti. Presentazione di Umberto Breccia.

Profili del contratto di rete: autonomia...

Bullo Lorenza
CEDAM - 2019

Disponibilità Immediata

20,00 €
Il volume analizza i più rilevanti profili del contratto di rete tra imprese. Premesse alcune considerazioni sull'efficienza del "modello consortile" e del "modello rete" nella regolamentazione delle collaborazioni tra imprese, vengono analizzati, da un lato, il paradigma "contenutistico" del contratto di rete quale delineato dall'art. 3 comma 4 ter del d.l. 5/2009 (conv. con l. 33/2009) e, dall'altro, lo spazio rimesso all'autonomia privata. Richiamati i tratti salienti delle diverse figure di reti di imprese consentiti ai sensi della normativa specifica, il contratto di rete viene poi analizzato quale mezzo per la creazione di una destinazione patrimoniale finalizzata all'esercizio dell'impresa, sia nella variante che porta alla creazione di un nuovo soggetto di diritto, sia nella variante che è priva di soggettività; sotto tale profilo sono pertanto analizzati, da un lato, la dotazione patrimoniale della rete dove ampio è lo spazio di intervento dell'autonomia privata e, dall'altro, le regole dettate dal legislatore in punto di responsabilità patrimoniale delle imprese in rete. Infine, viene considerata l'incidenza che assume la pubblicità presso il Registro delle Imprese, sia in termini di efficacia iniziale del contratto, sia di sua opponibilità ai terzi, che di eventuale costitutività tanto della fattispecie rete di imprese che della destinazione patrimoniale (in presenza di rete dotata di fondo comune). Chiude il volume l'analisi della partecipazione di soggetti non imprenditori al contratto di rete, tra normativa sostanziale e regole pubblicitarie, dopo l'entrata in vigore della l. 81/2017.

Nuovo codice dei contratti pubblici

Marini F. S. (cur.); Mazzotta G. (cur.); Storto A. (cur.)
La Tribuna - 2019

Disponibilità Immediata

40,00 €
Il decreto "sblocca cantieri" 18 aprile 2019, n. 32, costituisce una rilevante ed attesa novità normativa, che contribuisce a rendere più lineare la disciplina dettata dal recente Testo unico. Quest'opera costituisce una vera e propria bussola, necessaria per orientarsi nella rinnovata normativa, e comprende il testo aggiornato del Codice dei contratti pubblici; il testo del precedente Testo Unico, utile per orientarsi nelle problematiche di diritto intertemporale, e un'ampia selezione di norme complementari.

Clausole negoziali. Profili teorici e...

Confortini Massimo
Utet Giuridica - 2019

Disponibilità Immediata

135,00 €
Il volume II prosegue l'analisi pratica e approfondita della portata delle clausole tipiche e atipiche maggiormente ricorrenti nei contratti, iniziata nel volume I, mettendo in rilievo le peculiarità della singola disposizione all'interno di un più ampio contesto negoziale, con una trattazione sistematica e completa. Presenti numerose clausole rappresentative del settore civile e societario, particolarmente innovative che maggiormente interessano la prassi commerciale e societaria e diverse clausole complesse che permettono alle imprese di difendersi dalle scalate societarie.

Recesso e rinegoziazione. Riflessioni sui...

Romeo Alessia
Pacini Giuridica - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
Obiettivo dell'autore è quello di approfondire, nel solco del diritto vivente e delle indagini della dottrina civilistica che si è occupata della questione, il dilemma tra l'operatività del recesso e la via della rinegoziazione nel variegato scenario dei contratti di durata. L'analisi, in assenza di una regolamentazione legislativa sulla rinegoziazione dei contratti, non è semplice, attesa la più agile possibilità della scelta del recesso tipizzato dal codice, come strumento di scioglimento del negozio giuridico. Lo sforzo ricostruttivo ed esegetico che traspare dal lavoro monografico è proprio quello di legittimare, in determinati casi, in presenza di sopravvenienze ex ante non prevedibili all'atto della stipula, soluzioni rimediali praticabili e volte ad assicurare, previa rinegoziazione, la sopravvivenza stessa dei contratti di durata nel rispetto dell'autonomia negoziale delle parti.

Il «sale and purchase agreement»: un contratto...

De Nova Giorgio
Giappichelli - 2019

Disponibilità Immediata

29,00 €
Questo corso di lezioni (tenuto nel 2009) ha ad oggetto un contratto che oggi riveste un particolare valore economico nella prassi contrattuale internazionale: la vendita di partecipazioni societarie di controllo di una società per azioni. Il caso che studieremo in questo corso è quello di un soggetto - in particolare una società (che chiameremo "buyer") la quale acquista un certo numero di azioni dal socio unico di controllo (che chiameremo "seller") di un'altra società (la target). Nel caso specifico del nostro SPA le azioni compravendute rappresentano il 100% del capitale sociale della target.

Affidamento diretto e procedure negoziate...

Usai Stefano
Maggioli Editore - 2019

Disponibilità Immediata

36,00 €
Il volume affronta, con taglio pratico-operativo, le problematiche poste dai "micro procedimenti" di cui all'articolo 36 del Codice dei contratti e quindi le fattispecie relative a: affidamento diretto "puro", affidamento diretto "mediato" dalla verifica/confronto di preventivi/offerte tecnico-economiche e procedure negoziate. Oggetto di analisi è l'intero percorso istruttorio/propositivo che il responsabile unico del procedimento deve presidiare nell'attuazione dei procedimenti sotto soglia comunitaria alla luce delle modifiche apportate dalla L. 55/2019 (di conversione, con profonde modifiche, del D.L. 32/2019) e, ovviamente, dalle Linee guida ANAC n. 4, considerate alla luce della revisione intervenuta con la recente deliberazione n. 636 del 10 luglio 2019. L'opera, che segue il fil rouge delle nuove Linee guida ANAC e tiene conto dei D.M. di marzo e agosto del 2019 in tema di contabilità armonizzata, analizza, in particolare: >> le profonde modifiche apportate dalla legge 55/2019 in tema di procedimenti d'acquisto; >> la riscrittura delle cause di esclusione (art. 80 del Codice dei contratti); >> le modifiche in tema di nomina della commissione di gara; >> i recenti approdi in tema di competenza del RUP e di partecipazione ai lavori della commissione di gara; >> le indicazioni giurisprudenziali in tema di rotazione anche negli acquisti sul mercato elettronico; >> le questioni poste dai D.M. sulla programmazione di lavori, forniture e servizi; >> lo svolgimento delle indagini di mercato e le implicazioni della mancata pubblicazione dell'avviso pubblico ove ciò sia necessario; >> la predisposizione e la scelta dall'albo dei fornitori/prestatori; >> le prerogative del RUP anche alla luce delle indicazioni contenute nei bandi-tipo dell'ANAC; >> la predisposizione degli inviti al procedimento contrattuale e le verifiche sul possesso dei requisiti; >> le nuove dinamiche del calcolo della soglia di anomalia come declinate anche nella recente circolare del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 5 luglio 2019. Completano il volume gli schemi di regolamento per le acquisizioni in ambito sotto soglia e per la nomina del presidente e dei componenti della commissione di gara. Stefano Usai Vice segretario, responsabile dei servizi: Staff e direzione; Gestione delle risorse finanziarie e umane. Responsabile per la trasparenza ai sensi del d.lgs. 33/2013 e dell'accesso civico; funzionario sostituto ai sensi dell'art. 2 della legge 241/1990. Formatore in materia di appalti e attività degli Enti locali in genere, autore di articoli e di numerose pubblicazioni in materia.

La forma del contratto

Mancarelli Pietro
Key Editore - 2018

Disponibilità Immediata

12,00 €
L'opera si propone di offrire una panoramica sintetica ma il più possibile completa sulla normativa riservata dal codice civile ai requisiti di forma del contratto, dal punto di vista della migliore dottrina e della giurisprudenza più significativa, con particolare riguardo all'impatto delle più recenti innovazioni tecnologiche - come i contratti informatici, le firme elettroniche o le contrattazioni a distanza su piattaforma web - sulla normativa tradizionale, ancorata saldamente ad un sistema fondato sul documento cartaceo, sempre più esautorato dalle nuove strutture documentali. Non sono state tuttavia trascurate le tradizionali figure normative, corredate dagli apporti delle Corti di merito e di legittimità nonché di autorevole giurisprudenza.

I requisiti del contratto

Apa Sabrina
Key Editore - 2018

Disponibilità Immediata

13,00 €
Attraverso l'ausilio dei contributi dottrinari e giurisprudenziali, l'opera analizza la disposizione dell'art. 1325 cod. civ., delineando la portata dei requisiti essenziali che disegnano l'architettura del fenomeno contrattuale. Lo studio, partendo dal dato storico-normativo, intende esaminare il regime dei requisiti fondamentali del contratto, soffermandosi, alla luce della finalità dell'operazione negoziale, sulle problematiche afferenti al dato genetico e funzionale, nonché sugli aspetti fisiologici e patologici della disciplina.

Il contratto preliminare ad esecuzione...

Cosco Giusy
CEDAM - 2018

Disponibilità Immediata

27,00 €
L'espressione "contratto preliminare" non descrive un fenomeno unico, ma figure diverse, sia per gli interessi concreti da realizzare, sia rispetto alle caratteristiche strutturali di ognuna di esse; la complessità rappresenta, quindi, una chiave di lettura imprescindibile per la valutazione delle molteplici e diversificate situazioni di interessi verso la cui realizzazione tendono le parti che lo stipulano. La stessa complessità ed i multiformi profili funzionali inducono al superamento della concezione unitaria dell'istituto ed alla necessità di effettuarne una scomposizione in una pluralità di figure diverse sotto l'aspetto strutturale e funzionale, ma dotate, nello stesso tempo, di caratteri comuni. In particolare, uno degli strumenti utilizzato con maggiore frequenza nella pratica delle contrattazioni immobiliari è il preliminare "ad esecuzione anticipata", in cui lo schema tipico del contratto preliminare di vendita viene arricchito per soddisfare interessi svariati, introducendo all'interno dell'accordo clausole che obbligano reciprocamente le parti ad effettuare ulteriori adempimenti, diversi da quelle che sono le obbligazioni proprie del tipo negoziale. Il contratto preliminare "puro" appare arricchito dalla presenza degli elementi materiali della consegna della cosa oggetto della vendita e del pagamento totale o parziale del prezzo; si caratterizza per una pluralità di funzioni e per i diversi interessi pratici che può soddisfare. Le implicazioni sottese all'esatta ricostruzione della figura in esame e della natura giuridica del definitivo che segue sono molteplici e non attengono solo all'istituto del contratto preliminare, ma riguardano aspetti fondamentali di tutto il diritto privato, fra loro strettamente collegati, quali il principio consensualistico, la differenza tra possesso e detenzione e la causa del contratto.

Differenziali retributivi di genere e...

Gottardi D. (cur.); Peruzzi M. (cur.)
Giappichelli - 2018

Disponibilità Immediata

19,00 €
Il tema della parità retributiva tra uomo e donna è un tema complesso, che rinvia a una rete di tutele, a livello sovranazionale e nazionale, tanto consolidate quanto di difficile e scarsa effettività; un tema che implica riflessioni di carattere multidisciplinare e che può rivelarsi scivoloso sul piano delle rilevazioni statistiche. Si pensi all'indicatore delle retribuzioni orarie lorde medie, utilizzato dalle tabelle pubblicate da Eurostat e soprattutto dalla Strategia europea per l'occupazione. Esso restituisce un quadro di sintesi che non solo è parziale, ma anche fuorviante, perché non tiene in considerazione tutte le penalizzazioni che le donne accumulano lungo l'arco della vita. Non quindi i gap che si rilevano, ad esempio, nei premi di produzione, di risultato, di produttività. Non i gap che si accumulano a causa del divario nel tempo dedicato al lavoro, divario che è diretta conseguenza dell'impari distribuzione dei carichi familiari. Non i gap che si collegano alla segregazione orizzontale in lavori sottovalutati, e quindi sottopagati, o alla segregazione verticale nelle fasce retributive più basse degli organigrammi aziendali. Non i gap che derivano dalle interruzioni di carriere, dalle barriere alla carriera. Tutti gap che confluiscono, alla fine, nei divari dei trattamenti pensionistici. Il presente volume raccoglie parte dei risultati e delle riflessioni maturati nell'ambito del progetto Close the deal, fill the gap, finanziato dal Programma Progress dell'Unione europea (reference no. JUST/2013/PROG/AG/4890/GE) e coordinato dall'Università di Verona, in partnership con la Queen Mary University di Londra e l'University of the West of England (Regno Unito), l'Università della Silesia (Polonia) e l'Ires Veneto (Italia).

Accordo e affare nel contratto di mediazione

Guerrini Luca
Giappichelli - 2018

Disponibilità Immediata

20,00 €
"Accordo e affare nel contratto di mediazione" è una monografia che indaga e risolve problemi concreti. Momento di formazione del contratto di mediazione, preliminare di preliminare, diritto alla provvigione, patto di sovrapprezzo, circolazione di modelli convenzionali, rapporti con altri contratti affini (mandato e contratto d'opera), specifiche clausole pattizie, sindacato di vessatorietà, e responsabilità del mediatore sono alcuni soltanto dei temi che l'A. affronta e restituisce al lettore dopo averli ordinati in modo coerente. Accordo e affare nel contratto di mediazione è un volume che ha come destinatario l'interprete teorico, che avrà modo di apprezzare il capitolo sulla natura della mediazione e la prospettiva apprezzabilmente originale sviluppata; ma anche il pratico che troverà in questo volume una chiara e ragionata risposta alle esigenze del suo caso concreto.

Annuario del contratto 2017

D'Angelo A. (cur.); Roppo V. (cur.)
Giappichelli - 2018

Disponibilità Immediata

44,00 €
L'Annuario del Contratto 2017 si presenta al lettore con qualche novità. Nella Giurisprudenza, in luogo delle schede sulle principali decisioni in materia di obbligazioni e contratti, sono presenti cinque contributi che, muovendo da una sentenza del 2017, ricostruiscono gli orientamenti giurisprudenziali sul tema affrontato, offrendo al lettore una panoramica ragionata e completa. Dalla Biblioteca scompaiono le segnalazioni dei volumi pubblicati nell'anno di riferimento; restano, incrementate nel numero, le recensioni agli studi monografici. Rimangono invariati Dottrina e Osservatorio.

L'atipicità dei «nuovi» leasing: obbligo al...

De Martinis Paolo
Giappichelli - 2018

Disponibilità Immediata

33,00 €
Il volume affronta il tema delle garanzie atipiche che assistono operazioni di locazione finanziaria alla luce della nuova disciplina sul leasing, con particolare riguardo al patto di riacquisto e all'obbligo al subentro. Individuata la funzione di tali modelli negoziali - utilizzati oramai nell'ambito di qualsiasi operazione di locazione finanziaria - in quella dagli stessi svolta negli ambiti in cui sono sorti e dove vengono tradizionalmente adoperati, si analizzano le fattispecie di subentro che non richiedendo la partecipazione dell'utilizzatore non possono essere inquadrate nell'ambito della cessione del contratto. Constatato che questi modelli, richiamati nel nostro ordinamento in materia di multiproprietà e di appalti pubblici dalla precedente disciplina, sottintendono quello del performance bond, si verifica il funzionamento dei bonds nel mercato americano e, in particolare, nel settore degli appalti pubblici e privati e in quello cinematografico in cui con la garanzia di completamento si mira al conseguimento del bene oggetto del contratto. Dopo una indagine sull'opzione di presa in carico e completamento del contratto (c.d. takeover and complete the bonded project) adoperata negli Stati Uniti, si affronta il tema della fungibilità delle prestazioni aventi a oggetto un facere per la verifica della compatibilità del takeover con il modello normativo della fideiussione. Si perviene così alla conclusione che la corretta esecuzione per le obbligazioni aventi a oggetto un facere non è la conseguenza di un unico negozio di garanzia ma la risultante di un procedimento realizzato attraverso il coordinamento di più negozi e che la legge n. 124 del 2017 sul leasing finanziario condurrà a un utilizzo maggiormente circoscritto del patto di riacquisto e dell'obbligo al subentro dal momento che la nuova disciplina non permette alle parti di sottrarsi all'indisponibilità del risultato che con essa s'intende perseguire, ovverosia l'equilibrio sinallagmatico tra le prestazioni che si vuole assicurato mediante un definito procedimento di liquidazione.

L'interpretazione del contratto

Pellegrino Giulio
Key Editore - 2018

Disponibilità Immediata

16,00 €
L'interpretazione è la prima operazione che va compiuta allorché si analizza il contratto, e consiste, in via principale ed in prima battuta, nella ricostruzione della volontà delle parti, cioè nell'individuazione del significato che le parti volevano attribuire alle dichiarazioni che hanno scambiato. L'interpretazione del contratto, dunque, è attività logicamente precedente a qualunque ulteriore operazione giuridica da svolgere su di esso, quali la qualificazione o l'individuazione di cause di invalidità. Il nostro ordinamento regolamenta l'attività interpretativa con gli artt. 1362-1371 c.c., a cui si aggiungono poche norme speciali, soprattutto in tema di diritto dei consumi. Il modo in cui tali norme vengono lette è cambiato profondamente in tempi recentissimi. L'opera vuole mettere in luce tali cambiamenti, sottolineandone i legami con le principali linee di tendenza che stanno attraversando il diritto dei contratti. Inoltre, l'opera fornisce una lettura pratica delle norme, evidenziando gli aspetti affrontati dalla giurisprudenza.

La spedizione. Profili civilistici di una...

Foghini Silvia
Key Editore - 2018

Disponibilità Immediata

31,00 €
In questa opera si offrirà una esaustiva disamina del contratto di spedizione, attraverso una ricostruzione sistemica dei suoi tratti giuridici salienti, oggetti e soggettivi, che ne consentono un inquadramento specifico, ontologicamente distinto da altre fattispecie similari. Nel procedere allo studio in dettaglio di natura, contenuto, forma e disciplina del contratto de quo, corroborata da riferimenti ai principali orientamenti giurisprudenziali e di dottrina, verranno messi in luce aspetti controversi che, sotto vari fronti, hanno animato gli interpreti, ingenerando vivaci dibattiti intellettuali.

La compravendita

Luminoso Angelo
Giappichelli - 2018

Disponibilità Immediata

46,00 €
Tra gli argomenti trattati: Nozione e causa; Accordo e forma; Oggetto e contenuto; Effetti ed esecuzione; Vendite speciali; Garanzia e responsabilità nella vendita disciplinata dal codice civile; Responsabilità e rischio nella vendita di beni di consumo; L'autotutela nella vendita mobiliare; Il preliminare di vendita; Vendita e fallimento; La vendita internazionale (profili generali).

La risoluzione del contratto

Ianni Vincenzo
Key Editore - 2018

Disponibilità Immediata

16,00 €
La risoluzione del contratto è un istituto di natura rimediale, previsto dall'Ordinamento giuridico per il governo di talune criticità relative al momento esecutivo del contratto, che abbiano a manifestarsi nel quadro della concreta esecuzione del vincolo obbligatorio, inficiando il dispiegarsi del rapporto contrattuale nei termini preventivati dalle parti. L'operatività della fattispecie risolutoria sottende una inefficacia sopravvenuta del contratto, dovuta alla compromissione del relativo profilo funzionale, per l'effetto di circostanze successive alla stipula dell'intesa contrattuale: l'inadempimento, l'impossibilità sopravvenuta di una delle due prestazioni o l'eccessiva onerosità che viene a caratterizzare l'esecuzione di una prestazione. A fronte di un assetto contrattuale non rispondente agli originari intendimenti dei contraenti, la risoluzione consente lo scioglimento del vincolo tra essi insorto.

Ius civile europaeum. Libertà e responsabilità...

Amadio G. (cur.); Garofalo L. (cur.)
Pacini Giuridica - 2018

Disponibilità Immediata

50,00 €
"Traccerò qui una breve storia delle origini del contratto, una figura, la cui prima elaborazione si deve a Labeone, destinata a un successo duraturo, se ancor oggi la troviamo al centro degli ordinamenti di tradizione romanistica. Aggiungerò poi qualche rapida considerazione critica in ordine alla disciplina legislativa che ne dà il codice civile italiano..." Winter school dell'Università di Padova 22-26 febbraio 2016.

I rapporti pendenti nel fallimento e nelle...

Caiafa Antonio
Dike Giuridica Editrice - 2018

Disponibilità Immediata

59,00 €
L'opera muove dalla legge 19 ottobre 2017, n. 155 di delega al Governo, per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza che ha previsto, in generale, la riduzione dei "costi delle procedure concorsuali, anche attraverso misure di responsabilizzazione degli organi di gestione e di contenimento delle ipotesi di prededuzione", che potranno avere rilievo con riferimento ai rapporti pendenti. Nell'attuarne la regolamentazione il legislatore ha individuato una varietà di rimedi in relazione a ciascun tipo di contratto, al fine di garantire la prosecuzione dell'attività, ancorché temporanea, nel fallimento, o la continuità, nel concordato preventivo. La scarsa attenzione riservata ad altre figure contrattuali e la necessità di una risistemazione delle stesse hanno suggerito l'analisi anche dei rapporti di impresa non disciplinati. L'opera è impreziosita da schemi finali che illustrano le procedure di ogni fattispecie contrattuale.

Il nuovo codice dei contratti pubblici

Cancrini Arturo; Capuzza Vittorio; Celata Gianluca
EPC - 2018

Disponibilità Immediata

15,00 €
Questo manuale, in un pratico formato tascabile, contiene il d.lgs. n. 50/2016, il cd. decreto correttivo (d.lgs. n. 56/2017) e le Linee guida già emanate dall'ANAC. Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e la contestuale entrata in vigore del Codice, si è concluso l'iter di recepimento delle direttive europee, nonché di riordino e semplificazione della disciplina in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, iniziato con la Legge delega n. 11 del 28 gennaio 2016 e, per adesso, terminato con il decreto correttivo entrato in vigore il 20 maggio 2017. Il quadro normativo nazionale sta comunque ancora mutando anche in forza del cd. soft law, nel quale rientrano gli interventi Ministeriali e le Linee guida dell'ANAC per gli aspetti e gli istituti procedurali indicati volta per volta dal Codice. Il volume è arricchito di un puntuale indice analitico che consente al lettore di orientarsi all'interno delle disposizioni di legge, effettuando ricerche per argomenti. Uno strumento di consultazione per avere sempre a portata di mano le nuove norme.

Profili giuridici ed economici della...

Maio V. (cur.); Sepe M. (cur.)
Il Mulino - 2017

Disponibilità Immediata

24,00 €
La contrattazione di rete costituisce con ogni probabilità la più rilevante occasione di ammodernamento offerta in questi ultimi anni al capitalismo italiano. Non a caso il contratto di rete ha saputo conquistare in breve tempo uno spazio significativo nell'economia reale, come testimoniano i numeri in crescita, ancor più sorprendenti se considerati all'interno di un generale contesto economico per lo più incline alla depressione. L'esperienza applicativa, nazionale e sovra-nazionale, ha messo in evidenza come l'organizzazione reticolare può certamente contribuire ad accrescere la competitività delle aziende, proprio perché propone un'aggregazione di tipo «elettivo» ed un modello evoluto di impresa capace di miscelare forme concrete di sharing economy, senza cessione della titolarità di impresa e senza i condizionamenti territoriali tipici, ad esempio, dell'economia dei distretti industriali. Come ogni occasione, però, anche il contratto di rete corre il rischio di non realizzare tutte le proprie indubbie potenzialità e di non riuscire, pertanto, a contribuire appieno al rilancio della capacità innovativa e della competitività delle imprese italiane. I contributi ordinati in questo volume, dopo aver sondato le ragioni economiche e giuridiche di una iniziale disaffezione verso l'istituto, vogliono indicare una via possibile perché il disappunto non si trasformi in rammarico.

Leasing e factoring

Albanese Marco
FAG - 2017

Disponibilità Immediata

30,00 €
In questo volume gli autori descrivono i contratti di leasing e di factoring in ogni loro aspetto, teorico e pratico, offrendo una guida rapida ed aggiornata sulle questioni peculiari che si presentano agli operatori, e corredando ciascun argomento con i principali riferimenti giurisprudenziali. Il testo costituisce un prezioso strumento di consultazione per chi debba stipulare o abbia già stipulato uno dei due contratti, o intenda approfondirne le questioni salienti, con specifico riferimento alle tipologie contrattuali ed alle principali vicende del rapporto.

L'accordo quadro. Le procedure pubbliche di...

Zuzzi Sandra; Faviere Marcello
Maya Idee - 2017

Disponibilità Immediata

14,90 €
L'attenzione normativa che nell'ultimo triennio è stata riservata agli acquisti in sanità, tanto a livello europeo che nazionale, è stata guidata dall'intento dichiarato di rendere flessibile, trasparente, concorrenziale e tracciabile un percorso in cui l'eccesso di burocrazia e l'andamento farraginoso prestavano il fianco al fenomeno corruttivo.

Nuovi contratti pubblici

Giordano Andrea
La Tribuna - 2016

Disponibilità Immediata

20,00 €
Quest'opera costituisce una lettura ragionata delle profonde innovazioni introdotte dal nuovo Codice dei contratti pubblici introdotto dal D.L. vo n. 50 del 2016 e contiene un commento esauriente, dal taglio operativo, comprensivo di un'attenta analisi di tutti i profili rilevanti e, non solo corredato dal testo delle nuove norme, ma anche da aggiornata giurisprudenza massimata e schemi di agevole lettura. Dopo un excursus sull'evoluzione dell'articolata normativa in tema di contratti pubblici, vengono esaminati i principi generali della novella e, quindi, l'ambito oggettivo e soggettivo di applicazione di quest'ultima, i disposti in punto di governance, le singole fasi dell'evidenza pubblica e la successiva esecuzione dei contratti.

Annuario del contratto 2015

D'Angelo A. (cur.); Roppo V. (cur.)
Giappichelli - 2016

Disponibilità Immediata

45,00 €
Argomenti trattati: Etica ed economia nella regolazione del mercato agroalimentare. La contrattazione collettiva in agricoltura come strumento di riequilibrio e i suoi limiti soggettivi e oggettivi. Disparità di potere negoziale e disciplina delle relazioni commerciali nella filiera agroalimentare. I requisiti di forma e di contenuto minimo del contratto di cessione di prodotti agroalimentari: i rimedi del diritto civile. La correzione degli squilibri del regolamento contrattuale e l'adeguamento della nullità alle esigenze di protezione del contraente vittima dell'abuso. Libero mercato e contratto giusto nella concezione neo-istituzionale del diritto.

La penale esigua e l'equità del contratto

Citarella Valentina
Giappichelli - 2016

Disponibilità Immediata

24,00 €
Il presente lavoro ha ad oggetto l'analisi del fondamento causale e della portata dell'intervento integrativo-equitativo giudiziale nel regolamento pattizio, con particolare riferimento all'istituto della clausola penale sulla base del rapporto tra la riducibilità giudiziale della penale manifestamente eccessiva, come prevista dall'art. 1384 ce, e l'integrazione del contratto al fine della sua riduzione ad equità, ai sensi dell'art. 1374 ce. Il punto di partenza dello studio è l'analisi del presupposto giuridico della riducibilità di una clausola penale manifestamente eccessiva, ravvisato nell'esigenza di natura oggettiva di garantire la proporzione tra le prestazioni dedotte e l'adeguatezza della sanzione, in un'ottica di tutela dell'ordinamento giuridico. L'analisi, in particolare, si propone di verificare se i principi di equità, adeguatezza e proporzionalità delle prestazioni e delle sanzioni, cui si ispira l'orientamento dogmatico finalizzato alla creazione di un modello di «contratto giusto», posti coerentemente a fondamento della riducibilità officiosa della clausola penale, unitamente al principio di uguaglianza delle posizioni giuridiche soggettive del rapporto obbligatorio possano, altrettanto coerentemente, porsi a fondamento di un adeguamento giudiziale, in termini maggiorativi, di una penale non irrisoria ma manifestamente esigua e, quindi, gravemente lesiva dell'interesse del creditore all'esatto adempimento. Imprescindibile, in tale ipotesi, è l'analisi del ruolo che assume il mercato: in sede di intervento giudiziale di ampliamento del contenuto contrattuale rispetto a quello originario, oltre ad un controllo interno del contenuto comparativo delle prestazioni dedotte, è necessario, infatti, procedere anche ad un controllo esterno, avente quale termine di comparazione il contenuto del contratto ed il mercato in cui tale contratto è sorto ed opera, secondo un'ottica di necessaria compenetrazione tra strumenti giuridici e regole del mercato.

L'imprenditore e il mercato. Imprenditore,...

Montanari Massimo
Giappichelli - 2016

Disponibilità Immediata

34,00 €
Non esiste in Italia una definizione normativa di diritto commerciale. Un tempo, nel vigore del codice di commercio del 1882 (ed anteriormente, di quello del 1865), esso comprendeva le materie di principale interesse per il mondo che oggi definiremmo imprenditoriale. Vi erano trattate la definizione di commerciante (oggi sostituita, seguendo l'insegnamento della moderna scienza economica, da quella, più lata, d'imprenditore, e particolarmente d'imprenditore commerciale); i principali contratti commerciali (che all'epoca avevano una disciplina speciale, diversa da quella civile, allorché ne fosse parte un commerciante), le società; la cambiale e l'assegno; il fallimento.

La convenienza economica nel contratto

Tinti Federica
Giappichelli - 2016

Disponibilità Immediata

28,00 €
Nel campo dell'autonomia privata e della possibilità per anche uno solo dei contraenti di concludere contratti a sé economicamente sconvenienti, l'interrogativo è tradizionalmente risolto nel senso di attribuire ai paciscenti la libertà di effettuare ogni valutazione a riguardo, ritenendosi l'equilibrio economico del contratto affare privato, rimesso, in quanto tale, alla libera determinazione dei consociati. Sennonché, a partire dagli anni novanta del secolo scorso, si può registrare una rinnovata attenzione in dottrina e in giurisprudenza, all'esame della questione se il contratto debba essere economicamente conveniente per tutte le parti, o per una sola di esse. Si riaffaccia così un interrogativo che si pone all'origine dei riferiti nuovi orientamenti e di cui si deve necessariamente tener conto per una ulteriore riflessione, attenta ad indagare, in chiave rimediale, la rilevanza giuridica di quelle turbative della libertà di decisione, tali da poter incidere su di una adeguata valutazione della convenienza dell'affare. In questa prospettiva, la convenienza economica del contratto non si identifica con un ideale astratto di proporzionalità, ne presuppone una oggettiva equivalenza dei valori scambiati, ma si colora di evidente soggettività, divenendo la locuzione più efficacemente descrittiva dell'attuale tensione dell'ordinamento alla tutela della correttezza nei processi formativi dell'accordo.

Il contratto

Sacco Rodolfo; De Nova Giorgio
Utet Giuridica - 2016

Disponibilità Immediata

130,00 €

Common law contract law. A practical guide for...

Steadman Jean
Ipsoa - 2015

Disponibilità Immediata

95,00 €
Il testo costituisce una guida pratica alla disciplina dei contratti nell'ambito del sistema common law e si rivolge a tutti gli operatori del settore legale che, per loro origine e formazione, fanno riferimento al sistema del diritto civile e si occupano di operazioni, transazioni e contratti regolati dal diritto inglese o americano qualunque sia l'oggetto del contratto o la nazionalità delle parti. Vengono analizzati gli istituti fondamentali del sistema common law in Inghilterra, Galles e Stati Uniti d'America, evidenziandone i tratti comuni e fornendo una dettagliata spiegazione delle principali differenze esistenti tra i due sistemi giuridici. Numerosi esempi consentono al lettore di meglio comprendere come la prassi contrattualistica trovi reale applicazione nella quotidiana pratica legale. Ogni capitolo è corredato da specifiche note esplicative. Sono presenti un dettagliato glossario e una checklist delle principali tipologie contrattuali.

Nullità per abuso ed integrazione del...

D'Amico Giovanni; Pagliantini Stefano
Giappichelli - 2015

Disponibilità Immediata

24,00 €
La seconda edizione dell'opera si rendeva necessaria in ragione di quella "dottrina delle Corti", com'è sagacemente denominata, che si è pronunziata, nell'ultimo biennio, su molti punti nevralgici della disciplina generale del contratto. Ecco allora l'inclusione, nel volume, di due nuovi saggi: il primo, "Applicazione diretta dei principi costituzionali e integrazione del contratto", occasionato da due discusse ordinanze della Corte costituzionale (ma che affronta il tema della Drittwirkung dei principi costituzionali, in relazione all'integrazione del contratto, in termini generali), il secondo, "Vecchio e nuovo sull'integrazione del contratto abusivo nel prisma armonizzato delle fonti (partendo da un caso concreto), con una postilla sulla sistematica attuale dell'integrazione)", indotto da una giurisprudenza della Corte di giustizia sempre più judge made law. Il saggio, "Appunti a margine di Cass. 9735/2013: l'art. 1374 e la lacuna sopravvenuta", è stato viceversa integralmente rivisto ed arricchito di una parte finale sull'integrabilità successiva dei contratti b2b. Gli altri saggi sono rimasti inalterati perché è sembrato che ben si amalgamassero con la nuova "cifra" del volume.

Manuale dei contratti pubblici

Caringella Francesco
Dike Giuridica Editrice - 2015

Disponibilità Immediata

130,00 €
A poco più di un anno dalla sua pubblicazione e nell'attesa, non si sa quanto lunga, dell'ennesima rivoluzione nel diritto dei contratti pubblici, con il recepimento delle nuove direttive comunitarie nn. 23, 24 e 25 del 2014, si è deciso di ripubblicare il testo integrale di questo Manuale Operativo, armonizzandolo con tutte le novità più significative che, in campo sostanziale come in ambito processuale, hanno interessato questa branca del diritto. Allo scopo di fornire al lettore il quadro aggiornato del settore, si sono così prese in esame, in modo compiuto e sintetico al tempo stesso, le maggiori novità di diritto positivo e pretorio registrate nel settore della contrattualistica pubblica a partire dal gennaio 2014 sino ad oggi, dedicando, altresì, un approfondimento puntuale del nuovo processo degli appalti, alla luce del decreto legge n. 90/2014 (conv. dalla legge n. 114/2014, cd riforma Renzi).

Il contratto di compravendita internazionale

Busani Angelo
Giappichelli-Linea Professionale - 2015

Disponibilità Immediata

46,00 €
La compravendita è il contratto più diffuso al mondo. La Convenzione di Vienna del 1980 sulla vendita internazionale di merci (CISG), all'agosto 2015 adottata da 83 Paesi, è, a sua volta, la legge più diffusa al mondo. Sono oltre 3.000 le sentenze pubblicate, emesse da giudici nazionali o da arbitri, relative a contratti disciplinati dalla CISG. Bastano questi pochi dati a dimostrare come la conoscenza della disciplina della compravendita internazionale sia imprescindibile per coloro che si occupano di contrattualistica commerciale. Più in generale, approfondire la normativa recata dalla CISG significa prendere contatto con le scelte che sono state compiute su ogni singola questione regolamentata dalla CISG al cospetto delle soluzioni offerte, sulle medesime questioni, nelle normative nazionali vigenti nei singoli Paesi di civil law e di common law, in altri termini, si tratta di una formidabile occasione di conoscenza e di approfondimento dei principi e delle regole propri del diritto contrattuale internazionale.

Il contratto autoregolato. Le «merger clauses»

Foglia Massimo
Giappichelli - 2015

Disponibilità Immediata

32,00 €
"Chiunque abbia una certa familiarità con i contratti del commercio internazionale , il cui modello è oggi in certa misura impiegato anche negli scambi domestici, è avvertito della tendenza ormai consolidata nella prassi contrattuale volta ad inserire particolari esemplari di clausole, di chiara provenienza anglosassone, che sovente si presentano sotto il nome di merger clauses o entire agreement clauses (clausole di completezza o d'intero accordo..."

I contratti agrari

Germanò A. (cur.); Rook Basile E. (cur.)
Utet Giuridica - 2015

Disponibilità Immediata

48,00 €

Lezioni sul contratto

Capobianco Ernesto
Giappichelli - 2014

Disponibilità Immediata

21,00 €
Il volumetto racchiude il testo, rimaneggiato e talvolta integrato, delle lezioni tenute all'Università del Salento raccolte a cura dei miei "bravissimi" studenti (così li ha definiti una collega che recentemente li ha incontrati in una occasione seminariale). È a loro che con piacere lo dedico. L'occasione spiega il tono discorsivo dello scritto, limite e a un tempo forse pregio (considerata la sua finalità) del lavoro frutto di un dialogo che ci ha visto insieme protagonisti di una - per me nuova - esperienza didattica nel corso di diritto civile della Facoltà di Giurisprudenza. Il testo è stato arricchito dall'inserimento tra parentesi di talune sentenze e provvedimenti che ho ritenuto particolarmente significativi. Un inserimento "secco", privo della descrizione del caso, nella speranza così di alimentare la curiosità del lettore per l'esame della fattispecie concreta. Gli studenti hanno provveduto alla trasposizione dall'orale allo scritto, mentre ad un primo adeguamento del testo hanno provveduto Raffaella Bianco, Francesca Carra, Simona D'Andria e Danila Di Benedetto. Francesco Longobucco ha operato, insieme a me, una seconda revisione e la suddivisione in capitoli e paragrafi. Da Francesco Giacomo Viterbo ho ricevuto utili suggerimenti. A tutti loro va il mio più sentito ringraziamento. Lecce-Bari, maggio 2014. (Dalla Presentazione).

Nuovi profili del diritto dei contratti....

Pagliantini Stefano
Giappichelli - 2014

Disponibilità Immediata

29,00 €
La collana Princìpi, regole e sistema si compone di quattro Sezioni: I) Corsi; II) Monografie; III) Diritto privato europeo; IV) Miscellanea. Il terreno delle prime due Sezioni è rappresentato dall'universo del diritto privato comune nelle sue tradizionali aree tematiche: persone, famiglia e successioni; diritti reali; obbligazioni e contratti; responsabilità civile; impresa; tutela dei diritti. La terza Sezione è dedicata, per un verso, alle direttive dell'Unione europea in materia privatistica, al loro impatto sul diritto civile dei singoli Stati nonché all'interpretazione e all'applicazione delle relative disposizioni di recepimento; per altro verso, al complesso dei problemi scaturenti dal difficile processo di costruzione di un diritto comune europeo delle obbligazioni e dei contratti. La Miscellanea, oltre ad ospitare studi di diritto giudiziale, commenti di novità normative e ricerche comparatistiche, apre infine i propri orizzonti alla riscoperta delle radici storiche della nostra cultura civilistica.

Manuale di diritto civile. Vol. 5: I diritti...

Caringella Francesco
Dike Giuridica Editrice - 2014

Disponibilità Immediata

40,00 €
Il presente manuale, quinto della collana, mira a fornire una panoramica dei diritti reali, esaminati, oltre che con una rigorosa analisi sotto il profilo istituzionale, anche alla luce della descrizione offerta dal diritto vivente. Una particolare attenzione è stata riservata all'impatto prodotto su talune questioni giurisprudenziali dalla recente riforma del diritto condominiale, rispetto alla quale l'opera ne costituisce un'utile guida per gli operatori del settore.

I contratti preliminari

Vitalone Vincenzo; Mosca Andrea
Giappichelli-Linea Professionale - 2014

Disponibilità Immediata

31,00 €
L'opera nasce dalla collaborazione e dallo scambio di esperienze tra un magistrato ed un notaio ed è pertanto in grado di affrontare in maggior dettaglio molte delle questioni che si pongono nella fase delle trattative pre-negoziali sino alla definizione dell'accordo contrattuale, seppur ancora di natura preliminare. Questo testo ha come obiettivo quello di affrontare i vari profili dei contratti preliminari a partire dall'esame della ingente giurisprudenza della quale si è cercato di offrire una sintesi non generica, specie nell'evidenziare la permanenza di significativi contrasti o almeno di diversificate precisazioni che emergono non solo tra i giudici di merito ma anche nella stessa elaborazione del giudice di legittimità. Gli stessi studiosi della materia sono attualmente ancora impegnati nel definire la natura ed il contenuto del contratto preliminare e delle figure ad esso affini quali il patto di opzione, la prelazione volontaria, le prenotazioni, il preliminare unilaterale etc. ed i loro approfondimenti hanno costituito oggetto di particolare attenzione da parte degli autori, comunque interessati ad offrire soluzioni interpretative condivisibili ed utili nella pratica giudiziaria e per i professionisti.

Contratto a termine. Disciplina, prassi e...

Casotti Alfredo; Gheido M. Rosa
Ipsoa - 2014

Disponibilità Immediata

40,00 €
Contratto a termine, II edizione, è una guida operativa dedicata ad un istituto di grande rilievo e di frequente utilizzo nel quadro normativo degli strumenti contrattuali a termine e che storicamente sono stati fortemente utilizzati dalle imprese. Il volume offre un'analisi completa del nuovo contratto a termine sia nel settore privato, tenendo conto delle figure particolari quali i lavoratori giornalieri nel turismo, che nel settore pubblico alla luce della giurisprudenza e della prassi amministrativa puntualmente riportate. Sono analizzate approfonditamente le novità introdotte dal Jobs Act: - acausalità generalizzata del contratto ex D.L. 34/2014 (legge n. 78/2014); requisiti di forma; nuovi limiti quantitativi; numero di proroghe ammesse; intervallo temporale tra un contratto e l'altro; calcolo della durata massima; disciplina delle start-up.