Diritto della proprietà intellettuale

Filtri attivi

Editoria. Aspetti giuridici...

Monfredini
EGEA 2019

Disponibile in 3 giorni

55,00 €
Il volume analizza gli aspetti giuridici, contabili e fiscali del settore editoriale e delle comunicazioni. La prima parte è dedicata al diritto d'autore, interessato dall'approvazione della Direttiva UE sul copyright, giunta dopo una lunga gestazione e un aspro confronto che ha visto contrapporsi, da un lato, i sostenitori della cosiddetta "libertà di internet" (open source) e, dall'altro, i difensori del copyright. Particolare attenzione è riservata all'analisi della tassazione diretta e indiretta dei compensi percepiti dagli autori. La seconda parte si concentra sugli operatori del settore editoriale e sulle problematiche di maggiore interesse per ciascuno dei soggetti coinvolti: dalla natura giuridica dei rapporti tra editori, distributori e rivenditori alle rilevazioni contabili, dalla redazione dei bilanci alle imposte dirette sui redditi, dall'imposta sul valore aggiunto alle altre imposte indirette. Specifico approfondimento è riservato alla normativa nazionale e dell'Unione europea in materia di aliquote IVA ridotte. La terza parte esamina il comparto dell'editoria multimediale, del commercio elettronico offline e online e delle nuove professioni digitali includendo gli aspetti di natura fiscale sia ai fini dell'imposta sul valore aggiunto che ai fini delle imposte dirette. Il volume si conclude con l'analisi della legislazione del settore, in particolare con riferimento al pluralismo dell'informazione, alle misure di sostegno economico e di sviluppo dell'editoria, al ruolo dell'Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni e infine alla diffusione dei prodotti editoriali.

Antitrust e proprietà...

Cerulli Irelli Vittorio
CEDAM 2019

Disponibile in libreria

40,00 €
Il conflitto tra diritti di proprietà intellettuale e diritto antitrust è uno dei temi più controversi e attuali del nostro tempo. Per effetto della convergenza tecnologica, modalità di esercizio dei diritti di proprietà intellettuale prima confinate al settore delle tecnologie di telecomunicazione possono oggi interessare tutti i settori industriali. Tali modalità di esercizio dei diritti di proprietà intellettuale possono rallentare innovazione e concorrenza dinamica nel mercato, ed è in questi casi che il diritto antitrust può intervenire, con un impatto spesso molto significativo sull'impresa interessata. È quindi di fondamentale importanza per gli operatori del mercato avere presenti tali problematiche antitrust nello sfruttamento dei diritti di proprietà intellettuale. Questo volume è il primo tentativo, indirizzato ai professionisti del diritto in Italia, di offrire un'analisi sistematica di tali problematiche, con un focus particolare sui seguenti temi: i limiti antitrust all'esercizio di standard essential patents; gli accordi transattivi nel settore farmaceutico; gli accordi di patent pooling; il rischio di abusi nell'acquisizione di diritti di proprietà intellettuale; i limiti antitrust agli accordi di trasferimento di tecnologia; la nuova disciplina in materia di private enforcement; l'applicabilità della disciplina delle concentrazioni a contratti aventi ad oggetto il trasferimento di diritti di proprietà intellettuale.

Il copyright su internet. Come...

Marongiu Daniele
Maggioli Editore 2019

Disponibile in libreria  
DIRITTO COMMERCIALE

24,00 €
Quest'opera è molto utile per un professionista che si trovi, per ragioni di lavoro, a tutelare i propri clienti, creatori o utilizzatori di opere originali, dall'uso indebito su Internet del proprio lavoro, all'interno di siti, blog o social network. Il volume offre spunti e conoscenze per non confondere i piani di protezione e utilizzo della proprietà intellettuale, aiuta a comprendere come si è arrivati a inventare forme di sfruttamento e diritti nuovi, per evitare di interrompere il continuo processo creativo di Internet, che si alimenta prevalentemente grazie alla condivisione delle idee. L'autore intende pertanto fornire al professionista gli strumenti utili per realizzare il bilanciamento tra i diversi interessi che la rete coinvolge, riconoscendone i vantaggi ma anche i pericoli.

I, Artist. Opere d'arte e...

Franceschelli Giorgio
Venturaedizioni 2019

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Opere d'arte e intelligenza artificiale: il curioso caso del diritto d'autore.

Delle opere dell'ingegno

Cusato Barbara
Key Editore 2019

Disponibile in libreria  
DIRITTO COMMERCIALE

13,00 €
In un sistema commerciale ed industriale moderno non può mancare l'esaltazione della genialità individuale e/o collettiva di soggetti che, o per passione o per lavoro, mettono a disposizione di altri i risultati di quella inventiva, meritevole di tutela in maniera sempre più crescente ed insistente. In sommi capi si vuole offrire una visione generale delle opportunità che ciascuno di noi può avere sviluppando le proprie potenziali genialità e dei limiti che oggi sempre più riconosce la legge all'uso improprio dei diritti altrui.

Dagli eroi alle celebrità. Icone e...

Tafaro Laura
Cacucci 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Nell'antichità gli eroi diventavano tali grazie alle loro qualità e virtù umane. La loro fama ne determinava l'assurgere a modelli da seguire ed imitare. Non la stessa cosa può dirsi oggi, con riferimento alle persone celebri. La celebrità non sempre discende dal compimento di imprese eroiche, da meriti guadagnati "sul campo" (come per gli sportivi, i musicisti, gli scienziati) o, comunque, appartenenti alla sfera dell'essere. Ha sempre più a che fare con la sfera dell'apparire. La celebrità può finanche discendere da gesta poco nobili o addirittura moralmente riprorevoli; può derivare da circostanze accidentali o costituire il risultato di un investimento finalizzato al suo acquisto e accrescimento. La riflessione sulla celebrità conduce alla rielaborazione della categoria dei diritti della personalità, crocevia tra istanze personalistiche e logiche patrimoniali, da riferire all'ordinamento vigente e alla sua assiologia, in primis al valore normativo della dignità umana. Il contenuto complesso, anche patrimoniale, della celebrità non deve infatti far perdere di vista il fondamentale valore della personalità coinvolto. Nella persona celebre, i segni distintivi ed evocativi della celebrità si oggettivizzano e distaccano dalla persona reale, assurgono a sua icona. Il personaggio famoso diviene un idolo, costituisce egli stesso un simbolo, un segno avente valore commerciale. Interessi patrimoniali ed esistenziali si fondono in tutt'uno inscindibile, strumentale alla realizzazione del valore della personalità. La celere circolazione della celebrità nella new economy, il diritto allo sfruttamento esclusivo del suo valore economico, la tutela dalle utilizzazioni abusive, l'accostamento con il "right of publicity", l'incidenza della celebrità sopravvenuta sui rapporti contrattuali, le situazioni strumentali al suo acquisto e mantenimento sono solo alcuni degli aspetti indagati, espressioni della rilevanza trasversale del bene-celebrità nel sistema italo-europeo.

Ipercompendio diritto penale

Edizioni Giuridiche Simone 2018

Disponibile in 3 giorni  
DIRITTO PENALE

17,00 €
Gli ipercompendi, strumenti didattici di ultima generazione, costituiscono pratiche guide che, affiancate allo studio, consentono di ripercorrere in forma sintetica e sistematica le linee espositive del programma. L'ipercompendio è una opportunità per fuggire dalla monotonia di pagine tutte uguali del manuale: grazie all'uso del colore, del neretto, delle mappe concettuali che permettono di «navigare» nella materia, delle schede è possibile orientarsi, tenere viva la curiosità, lo spirito di osservazione e, soprattutto, migliorare l'apprendimento. Terminata la lettura del testo ufficiale, inizia la delicata fase del ripasso dove occorre concentrarsi sugli argomenti più ostici, sulle domande più «gettonate», allenandosi a rispondere in modo sintetico e completo come se si fosse già al cospetto del docente. L'ipercompendio offre poi in appendice, un glossario dei concetti principali, dei lemmi più tecnici degli argomenti d'esame con gli opportuni richiami e rinvii. Basta una scorsa al glossario per fugare gli ultimi dubbi terminologici, colmare possibili lacune, ordinare il pensiero perfezionando la preparazione e dormire più tranquilli la notte che precede l'esame. L'ipercompendio ha così compiuto la sua missione!

Il nuovo diritto d'autore. La...

Sirotti Gaudenzi Andrea
Maggioli Editore 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO COMMERCIALE

62,00 €
Con formulario e giurisprudenza, l'opera rappresenta lo strumento più completo per la risoluzione delle problematiche riguardanti il diritto d'autore. Il testo è aggiornato alla L. 4 dicembre 2017, n. 172, di conversione del D.L. 148/2017, con cui è stato eliminato il monopolio della S.I.A.E. in tema di intermediazione dei diritti d'autore, e al D.Lgs. 15 marzo 2017, n. 35 di attuazione della direttiva 2014/26/UE in tema di gestione collettiva dei diritti d'autore e connessi, oltre che alla più recente giurisprudenza sia nazionale sia europea.

Confini e intersezioni della...

Romano R.
Cacucci 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
"Negli ultimi decenni il diritto della proprietà intellettuale è stato modificato attraverso molteplici interventi legislativi, che ne hanno ridisegnato i confini, determinandone l'intersezione e spesso la sovrapposizione con altri sistemi ed altre regole. A questo tema è stata dedicata la giornata di studi svoltasi a Pescara il 21 aprile 2015 presso l'Università G. d'Annunzio alla quale hanno partecipato, stando all'ordine degli interventi, Jane Ginsburg, Mario Stella Richter, Gustavo Olivieri, Marialuisa Gambini, Fiona Macmillan, Stefania Ercolani, Giuseppe Contissa, Giovanna Bilò e Paolo Spada. L'interrogativo dal quale muove la riflessione è - si diceva - quello relativo al divenire complessivo di un sistema di regole, aspetto questo già di per sé rilevante, ma che appare ancor più meritevole di osservazione per il suo frequente intrecciarsi ad altre regole, per il suo confrontarsi con altri sistemi, che a loro volta ne condizionano letture ed interpretazioni." (Dall'introduzione)

Il messaggio estetico del prodotto....

Sanna Fabrizio
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
"La forma dell'articolo industriale è peculiare in quanto la creatività orienta il processo produttivo di un oggetto di uso comune e ne è a sua volta influenzata. Tanto comporta la necessità di bilanciare gli interessi dell'autore e dell'impresa che investe nella riproduzione seriale dell'opera con quelli dell'impresa concorrente e dell'utilizzatore. Nella prima sezione di questo capitolo si vedrà che questo bilanciamento è delegato dalle convezioni internazionali ai legislatori degli stati aderenti. Esse hanno lentamente e cautamente incluso la forma industriale nell'ambito della tutela d'autore quali opere dell'arte applicata e disegni e modelli, prevedendo poche regole di armonizzazione, in alcuni casi di applicazione facoltativa, e lasciando per il resto un ampio margine di libertà ai legislatori nazionali."

Il brevetto europeo e i segreti...

Garufi Caterina
La Tribuna 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Questo Dossier espone le ultime novità in tema di segreti commerciali e brevetto europeo - essendo aggiornato con le modifiche apportate alla disciplina in oggetto dal Decreto Legislativo 11 maggio 2018, n. 63 - e riporta le più significative decisioni giurisprudenziali. Viene effettuata l'analisi delle disposizioni nazionali di riferimento unitamente a quelle del diritto unionale, ricostruendo in via sistematica le discipline interessate dalle riforme sui diritti di privativa, per coglierne appieno le ricadute operative. L'intento è quello di offrire un'opportunità di aggiornamento nella formazione sui diritti di proprietà industriale, senza tralasciare qualche cenno di diritto comparato, indirizzandosi sia agli operatori in ambito giuridico ed economico che alle professionalità di area tecnica. Nel contempo, l'esposizione, nella sua sintesi, intende rappresentare uno strumento agile a disposizione, oltre che dei professionisti, anche dei responsabili delle politiche aziendali, specie con riferimento alle piccole e medie imprese, suggerendo spunti di riflessione sull'importanza degli investimenti nelle innovazioni, per semplificare e rendere più produttiva la gestione degli assets produttivi, incrementandone la competitività. L'attenzione è anche focalizzata sugli sviluppi prevedibili, quanto alla evoluzione normativa in materia, presso le istituzioni dell'Unione europea, tenuto conto dell'esigenze di armonizzazione e, per altri profili, al crescente impatto del digital market e della diffusa preoccupazione, quanto al versante penalistico, nei riguardi dei cybercrimes.

Manuale pratico dei marchi e dei...

Sirotti Gaudenzi Andrea
Maggioli Editore 2017

Disponibile in 3 giorni  
DIRITTO COMMERCIALE

62,00 €
L'opera ripercorre, con taglio operativo, tutti i principali temi legati alla proprietà industriale, offrendo all'operatore i necessari strumenti pratici. Il volume è aggiornato alla recente giurisprudenza e alle significative novità normative, tra le quali si segnalano: la Legge 3 novembre 2016, n. 214, di ratifica ed esecuzione dell'Accordo su un tribunale unificato dei brevetti, che ha rivisto le competenze in materia di proprietà industriale e intellettuale, nonché modificato il codice della proprietà industriale (D.Lgs. 30/2005) relativamente ai diritti di brevetto; il nuovo regolamento (UE) 2015/2424, entrato in vigore il 23 marzo 2016, con cui si è modificato il sistema dei segni distintivi europei. Suddiviso in sette parti, il testo analizza in modo completo ed esaustivo la disciplina di marchi, segni distintivi e brevetti per invenzioni e modelli. In appendice, oltre al codice della proprietà industriale, è stato riportato un ricco massimario di sentenze, raccolte per argomento di riferimento. Una specifica attenzione è data ai fenomeni connessi alla Società dell'Informazione e alla tutela dei segni d'impresa nell'ambito della rete Internet, nonché al modo in cui le fonti internazionali ed europee hanno disciplinato la materia. Il volume contiene un Cd-Rom con modulistica, normativa, giurisprudenza.

Opere dell'ingegno e modelli di...

Giannone Codiglione Giorgio
Giappichelli 2017

Disponibile in 3 giorni

48,00 €
L'evoluzione delle tecnologie digitali e l'effetto disseminativo e incentivante favorito dallo sfruttamento intensivo delle comunicazioni elettroniche conducono ad un costante processo di adeguamento e rilettura del sistema dei diritti d'autore. L'indagine comparatistica delle esperienze statunitense e comunitaria rimarca la progressiva affermazione per via volontaria o giudiziale di nuove facoltà di accesso libero alle opere, ove esse si concretizzino in un uso trasformativo e non contrastante con il loro normale sfruttamento economico. A tale fenomeno si accosta poi un rinnovato approccio al tema dell'effettività dei rimedi, teso a garantire un intervento tempestivo sulla disponibilità e l'ulteriore diffusione dei contenuti non autorizzati, attraverso l'imposizione di regole di condotta estese non solo ai ed. internet service provider, ma anche agli utenti in qualche misura coinvolti nel processo di circolazione delle informazioni in rete.

La street art è illegale? Il...

Colantonio Roberto
Iemme Edizioni 2017

Disponibile in 3 giorni  
MONOGRAFIE ARTE

9,90 €
L'accusa più antica mossa alla street art è di sporcare, vandalizzare, di non essere, in definitiva, vera arte. Ma è ancora così? La street art cresce di anno in anno in visibilità, impatto sociale e valore economico. Il recente processo di musealizzazione ha portato a interrogarsi sui caratteri distintivi e, a ritroso, sull'anima di questa nuova forma di comunicazione, trasversale e virale come poche. Elemento contro e fattore aggregante, a ogni turning point si torna al peccato originario della street art. Non si può eludere la domanda: è un'arte illegale? Questo libro per la prima volta in Italia affronta in presa diretta le tematiche dell'arte di strada nelle sue implicazioni legali: il suo rapporto con il diritto d'autore, i reati di street art, lo scontro con la proprietà privata, il compenso dello street artist. È tempo di bilanci per la street art, espressione autoriale sempre più giuridicamente rilevante.

Il sequestro dell'anima. Natura e...

Ferrari Francesca
Giappichelli 2016

Disponibile in 5 giorni

38,00 €
La lunga durata delle cause di merito ha condotto ad un progressivo allontanamento della pronuncia giudiziale rispetto al momento sintomatico delle concrete esigenze di tutela che le norme di diritto sostanziale mirano a salvaguardare. Si parla dunque, da alcuni anni, di sommarizzazione del processo civile. Tale sommarizzazione è tanto più evidente in quei settori, le è quello della proprietà intellettuale, nei quali la rapida obsolescenza dei prodotti determina una situazione in cui la tutela giurisdizionale è effettiva solo nella misura in cui si addivenga ad un risultato in tempi brevi. Le violazioni in materia di diritto industriale e della proprietà intellettuale generano solitamente un danno peculiare, che non si risolve nel danno economico alle imprese titolari delle privative e che ha una naturale capacità espansiva, tale per cui con il trascorrere del tempo tende a diventare irreversibile. Proprio per queste ragioni le misure cautelari in questo settore sono divenute assolutamente e profondamente indispensabili.

Codice della proprietà...

Franceschelli Vincenzo
La Tribuna 2016

Disponibile in libreria  
DIRITTO COMMERCIALE

45,00 €
L'opera è aggiornata con: - il D.L.vo 15 gennaio 2016, n. 8, recante la depenalizzazione dei reati in materia di sanzioni relative alla tutela del diritto d'autore; - il D.L.vo 7 gennaio 2016, n. 2, di modifica delle norme contenute nel Codice dei beni culturali e del paesaggio; - il Codice di autodisciplina della comunicazione commerciale 12 novembre 2015; - il D.M. 30 luglio 2015 (c.d. Patent Box); - il D.L.vo 18 maggio 2015, n. 102, di modifica delle norme sul riutilizzo dei documenti nel settore pubblico; - il Reg. AGCom 12 dicembre 2013, n. 680, sulla tutela dei contenuti digitali.

La proprietà intellettuale e i...

Cinquantini Bruno
Di Renzo Editore 2015

Disponibile in 3 giorni  
DIRITTO COMMERCIALE

16,00 €
La Proprietà Intellettuale è una branca del diritto che comprende il Diritto d'Autore e la Proprietà Industriale, ed è strettamente collegata al concetto di brevetto, che a livello internazionale protegge dalla copiatura un'idea che può portare a una produzione e a un guadagno concreto. In un'epoca in cui il fenomeno delle copie e dei falsi sta assumendo proporzioni sempre maggiori questo testo può risultare quanto mai utile per ricercatori e creatori, per proteggere se stessi, le proprie idee, l'ente che ha finanziato le ricerche. Un testo moderno, aggiornato, leggibile senza sforzo, che colma una lacuna, e che ogni ricercatore dovrebbe leggere nel momento in cui inizia la sua vita operativa.

Marchi, brevetti e know-how....

Ipsoa 2014

Disponibile in 5 giorni

35,00 €
Nell'attuale contesto economico internazionale, acquistano crescente rilevanza i beni immateriali oggetto delle transazioni intercompany e delle operazioni di finanza straordinaria realizzate dai gruppi multinazionali.

Il regolamento Agcom sul diritto...

Ubertazzi L. C.
Giappichelli 2014

Disponibile in 3 giorni

43,00 €
"II Regolamento Agcom è stato predisposto come uno strumento importante per la protezione dei diritti d'autore e connessi contro la pirateria massiva on line. È stato avversato e contestato da più parti prima e dopo la sua emanazione. Ed alla metà di luglio 2014, quando il manoscritto di questo libro è stato licenziato, è ancora pendente un giudizio al TAR di Roma per la dichiarazione di illegittimità e l'annullamento del Regolamento Agcom. Nonostante queste contestazioni il Regolamento è tema di studio importante. Per questa ragione Aida gli ha dedicato una parte non piccola di un convegno pavese del 2012 dedicato all'enforcement amministrativo della proprietà intellettuale e specialmente del convegno milanese del 2014 su "L'enforcement amministrativo dei diritti d'autore ed il regolamento Agcom": i cui studi sono pubblicati in Aida 2012 (i primi) e lo saranno in Aida 2014 (i secondi). Il rilievo teorico ed in futuro forse anche pratico del Regolamento Agcom mi ha suggerito di dedicargli inoltre questo Quaderno di Aida." (Dalla Prefazione).

Leggi tradotte della Repubblica...

Formichella L.
Giappichelli 2014

Disponibile in 5 giorni

18,00 €
Il Decreto 6 aprile 1902, alla fine del periodo Qing, avviò in Cina un rinnovamento della legislazione, con l'invio di Shen Jiaben, noto giurista e storico del diritto, e Wu Tingfang in Inghilterra, Perù, Spagna e USA, a "esaminare le leggi dei Paesi stranieri": la Cina aveva deciso di aprirsi al dialogo con i grandi sistemi giuridici ed alla ricezione di quanto, di essi, avrebbe considerato buono. Ne scaturì l'orientamento a far proprio il sistema giuridico del diritto romano, come era già accaduto per il Giappone; fu promulgato il primo Codice civile cinese, in cui è riconoscibile un'attenzione privilegiata per i codici civili francese e tedesco. La Repubblica Popolare Cinese ha confermato l'appartenenza al sistema giuridico romanistico, sensibile a quella specifica innovazione di esso che veniva compiuta nell'Unione Sovietica, a Mosca, Terza Roma, e negli altri Paesi socialisti europei, con l'elaborazione di un sottosistema del sistema romanistico. Dopo Un periodo del "nichilismo giuridico" (1958-1977), con gli anni '80, il diritto della RPC rinnova la sua appartenenza al sistema del diritto romano, considerato come "patrimonio comune dell'umanità" e vi affianca la considerazione di tutti i possibili contributi che possono derivare da qualsiasi esperienza giuridica per la costruzione del proprio ordinamento, di un grande Paese in profonda trasformazione.

Pillole di diritto per creativi e...

Aliprandi Simone
Ledizioni 2014

Disponibile in 3 giorni

7,50 €
Se sei un creativo, che tu sia un musicista, un fotografo, un informatico, lo sai quanto le questioni giuridiche possano risultare poco digeribili e spesso richiedano tempo e pazienza per la loro comprensione. Ma con questo libro avrai finalmente uno strumento indispensabile per non farti "fregare" e per non farti trovare impreparato. In queste pagine infatti sono concentrati i più frequenti quesiti in materia di proprietà intellettuale, adempimenti Siae, diritto dello spettacolo e diritto di Internet, con risposte semplici e chiare, che provengono dall'esperienza decennale dell'autore nella consulenza e nella formazione in questo settore.

La difesa delle (tue) idee

Gras Giulio
ERGA 2012

Disponibile in 3 giorni

7,00 €
La difesa delle (tue) idee è un agile libro di facile lettura e comprensione destinato a tutti quelli che pensano di avere buone idee ma non sanno come difenderle ed a tutti quelli che prima di leggere questo libro non pensavano di avere buone idee da dover difendere.

Codice della proprietà industriale:...

Galli C.
Ipsoa 2010

Disponibile in 5 giorni

33,00 €
L'opera propone una prima lettura sistematica delle novità introdotte, nel Codice della proprietà industriale, dal d.lgs. 13 agosto 2010, n. 131 a cura di uno dei massimi esperti del settore, componente della Commissione di esperti che ha predisposto lo Schema del decreto legislativo stesso. Il volume commenta tutti gli articoli del Codice modificati in modo sostanziale dal d.lgs., in coordinamento con le norme del relativo Regolamento attuativo, e illustra le ulteriori novità pratiche che derivano dalla nuova impostazione sistematica del Codice. In appendice, oltre al testo integrale del D.lgs. n. 131 del 2010, una Tavola di confronto tra vecchio e nuovo Codice della proprietà industriale.

Espressione e diffusione del...

Papa Anna
Giappichelli 2009

Disponibile in 5 giorni

26,00 €
Le tematiche riguardanti l'esercizio della libertà di manifestazione del pensiero in Rete si presentano di particolare rilevanza in un sistema, quello della Società dell'informazione e della comunicazione, in cui la conoscenza rappresenta uno dei principali, se non il principale, elemento di sviluppo e nel quale Internet si sta sempre più affermando come netv communication instrument e come new media. La relativa facilità con cui ciascun individuo può inserire opinioni ed informazioni in Internet, sotto forma di discorsi registrati, di scritti, di immagini, ha prodotto una significativa rivitalizzazione della dimensione attiva di tale libertà, ossia il diritto di tutti, singoli e gruppi, non solo di manifestare ma anche di diffondere il proprio pensiero. Nel contempo ha reso meno netti i confini dell'esercizio di tale diritto da un lato con la libertà di corrispondenza, dall'altro con la libertà di stampa. Da qui l'emersione di una serie di problematiche che si innestano sulla questione, preliminare e sempre attuale negli ordinamenti democratici, della individuazione di limiti alla libertà di manifestazione del pensiero in un contesto, caratterizzato da immaterialità e "a-territorialità" della comunicazione, nel quale i legislatori nazionali sono chiamati a ripensare il bilanciamento tra i diversi interessi coinvolti, e a sperimentare nuove forme di regolamentazione e di collaborazione con i soggetti privati che, a vario titolo, intervengono nella governance della Rete.

Proprietà industriale,...

Studio Trevisan&Cuonzo
Ipsoa

Non disponibile

85,00 €
Si può registrare un colore come marchio? Chi è il titolare di un brevetto per invenzione, se questa è stata sviluppata da un lavoratore dipendente? È possibile utilizzare un archivio informatizzato con i dati dei propri utenti per scopi diversi da quelli per cui è stato creato? La soluzione a questi e ad altri quesiti si trova nella guida "Il diritto industriale", a cura dello Studio Trevisan & Cuonzo. La guida affronta con taglio multidisciplinare tutti gli aspetti relativi alla disciplina della proprietà industriale e intellettuale (IP) e dell'"information technology" (IT), esaminando il ruolo "duale" della proprietà industriale nell'impresa contemporanea. Da un lato una "barriera all'entrata", cioè diritti di monopolio che hanno la funzione di tenere lontani i concorrenti da aree di esclusiva; dall'altro assets aziendali in grado di generare flussi finanziari attraverso cessioni e licenze. Questa ambivalenza si riflette nella valutazione economica di questi diritti che spesso dipende dall'esito di complessi contenziosi internazionali, con implicazioni che possono essere anche di natura fiscale, regolatoria e antitrust. Particolarmente interessanti sono le metodologie di "case management" e controllo dei costi, quindi la negoziazione di accordi vantaggiosi con gli studi legali esterni e l'utilizzazione di e-billing. Con l'emergere della new economy, infine, sempre più rilevanti sono le regole dell'IT.

Artists' archives and estates:...

Edizioni Scientifiche Italiane

Non disponibile

35,00 €
Gestione, tutela e valorizzazione dell'eredità culturale e patrimoniale di un artista sono temi al centro del dibattito storico, artistico e giuridico del mondo dell'arte e coinvolgono anche interessi economici di grande rilievo. Il testo affronta, anche in ambito internazionale, le complesse problematiche della gestione degli archivi d'artista, del valore della certificazione dell'autenticità delle opere d'arte e della redazione dei cataloghi ragionati, coinvolgendo le riflessioni di artisti, loro eredi, fondazioni, storici dell'arte, archivisti, musei, collezionisti, galleristi, case d'asta e giuristi, al fine di elaborare e trattare organicamente linee guida e principi di buone pratiche per la tutela e la valorizzazione dell'artista e della sua opera e favorirne la diffusione. Si afferma l'importanza di fondare una nuova disciplina, anche giuridica, degli Archivi di Artista.

Internet e le opere d'ingegno: il...

Chinnici Antonio
Autopubblicato 2019

Non disponibile

13,00 €
L'avvento di internet ha certamente rivoluzionato il mondo della circolazione delle opere, permettendone una più facile riproduzione e determinando una maggior richiesta di garanzie. In tale prospettiva, il diritto d'autore è connesso inscindibilmente all'evoluzione delle tecnologie di riproduzione e trasmissione delle informazioni. Come si vedrà, la rivoluzione delle tecnologie digitali e l'avvento delle reti telematiche hanno imposto di ripensare profondamente il rapporto tra internet e diritto d'autore e, con particolare riferimento, alla circolazione delle opere dell'ingegno. La possibilità di digitalizzare un'opera condiziona radicalmente la sua stessa struttura, conferendo alla stessa una dimensione immateriale, stante il supporto materiale in cui questa è incorporata. La circolazione dell'opera dell'ingegno in internet - e, quindi, in forma digitalizzata - comporta il passaggio da una dimensione materiale ad una immateriale della stessa, potendo così circolare all'interno di una rete telematica, non più soggetta a limiti di territorialità.

Orfeo tra biocapitalismo e...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

12,00 €
Questo volume nasce dall'esigenza di indagare la vocalità artistica e l'interpretazione vocale da più punti di vista e attraverso uno sguardo comune a più ambiti della conoscenza. La crisi, che interessa l'interprete vocale da ormai un secolo, non si è risolta con la pluralità di linguaggi che ha caratterizzato il ventesimo secolo, al contrario e in aggiunta, risente di tutte le dinamiche che interessano la società attuale: liquidità moderna, non luoghi, non tempo, riproducibilità tecnica, geometria del desiderio, economie moderne, estetica delle relazioni, biocapitalismo, proprietà intellettuale, ecc. La riforma dei conservatori, la frammentazione e la segmentazione dei piani di studi, la proporzione maestro/allievo che va via via perdendosi e l'utilizzo della tecnologia che condiziona le modalità di interazione fra individui, l'avanzamento di campo dell'intelligenza artificiale applicata agli strumenti di uso comune, interessano il sistema neurofisiologico degli individui e di conseguenza l'ascolto di ognuno.

I diritti audiovisivi nello sport....

Di Majo Alessandro
Giappichelli 2019

Non disponibile

30,00 €
Il mondo dello sport ha incontrato diversi cambiamenti nel corso del tempo che, in una certa misura, ne hanno interessato la stessa natura, nonché tutti i soggetti ad esso legati, dagli sportivi agli spettatori. Lo spettacolo sportivo, spesso legato ad una dimensione "intima" e sociale, ha via via incrementato l'interesse del pubblico anche grazie ad un fattore determinante come il processo evolutivo tecnologico, che ancora oggi produce i suoi effetti nel mercato del broadcasting. Con l'affermarsi di nuovi sistemi di comunicazione e attraverso una capillare diffusione delle immagini degli eventi come delle notizie sportive si è generato un vero e proprio mercato televisivo sportivo. Proprio sulla base di tali premesse, si è osservato come nel corso del XX secolo le manifestazioni sportive abbiano iniziato un processo di c.d. "commodification" cioè un processo di mutazione delle medesime in "beni di mercato" e come tali commercializzabili, soprattutto grazie alla loro forza attrattiva verso un gran numero di persone. Con l'avvento delle prime televisioni commerciali si è conosciuto infatti il "potenziale" effettivo del mercato dei diritti televisivi sportivi. In Italia nel 1993 Telepiù, attraverso le trasmissioni a pagamento, ha aperto la strada ad un nuovo modo di concepire, o meglio di sfruttare, lo spettacolo sportivo. In proposito, l'eccessivo sfruttamento degli spettacoli sportivi ha comportato una consistente "migrazione" dei contenuti dalle televisioni in chiaro' (fenomeno del "siphoning"), inizialmente le uniche a trasmettere gratuitamente le competizioni, verso le pay tv. Pertanto, si è venuta a creare una aspra contrapposizione di interessi. Da un lato, i diritti delle imprese dei broadcasters e dei singoli organizzatori di eventi, finalizzati allo sfruttamento economico e commerciale degli stessi, dall'altro il diritto di informazione, nella sua duplice declinazione di diritto ad informare e ad essere informati.

Riflessioni sul diritto delle...

Caforio Giuseppe
Giappichelli 2019

Non disponibile

20,00 €
Questo lavoro rappresenta l'esito di un lungo percorso avviato sin dal 1990 dalla Scuola di diritto industriale della facoltà di Giurisprudenza di Perugia, creata dal professor Vittorio Menesini, che ebbe inizio con il convegno internazionale tenutesi a Perugia, dal titolo "Biotechnology law forum" e al quale parteciparono giuristi esperti della materia, provenienti da tutto il mondo. Da allora, vi è stato un lungo percorso dottrinario, giurisprudenziale, nonché normativo, che associatosi agli sviluppi delle tecniche scientifiche di approccio al vivente, compreso l'uomo, ha aperto nuovi temi, ampliato l'ambito della discussione e al contempo raggiunto alcuni punti fermi. Vittorio Menesini ha continuato, come era suo solito, con passione, arguzia e intelligenza ad alimentare il dibattito delle biotecnologie connesso al tema delle privative, con una personale produzione scientifica che ancora oggi, nel rileggerla, appare attuale e piena di spunti. Nel tempo, oltre alla cattedra di Diritto industriale, presso Giurisprudenza, lo studio delle privative in materia biotecnologica è stato inserito nel programma didattico dei corsi di studio per la laurea in Biotecnologie e questa è stata l'occasione per ulteriore approfondimento, effetto anche di un contraddittorio con ambiti scientifici diversi, per dare vita a questo testo, frutto proprio delle riflessioni intervenute nel corso delle lezioni e del confronto avuto con studenti e docenti di altre specialità. La materia del vivente tecnologico ha fluidità per sua natura e per tale ragione questo scritto non può che essere una tappa di un percorso, che non può concludersi per le caratteristiche stesse dell'evoluzione degli studi biotecnologici, connessa al sistema delle privative.

PI-Avantgarde. Il futuro della...

SPRINT Soluzioni Editoriali 2019

Non disponibile

19,00 €
«Avant-garde, dal francese "advance guarde", è la denominazione storicamente attribuita ai movimenti, soprattutto artistici e letterari, più estremisti, audaci, innovativi, in anticipo sui tempi. Per traslato metaforico sta per predizione di un futuro prossimo e immanente, ed è in questo senso più generale che ho preso questo termine a filo conduttore di questa raccolta di contributi monotematici di Proprietà Intellettuale, improntati alla novità, attualità ed impredittibilità. Per la verità, è il secondo termine del sintagma, intellettuale, che mi ha sempre intrigato, sia per mia naturale predisposizione alle forme creative, sia perché, in fondo, con marchi, disegni, invenzioni opere d'autore e quant'altro, parliamo sempre dei risultati della creazione mentale degli umani. Questo aspetto della questione mi ha indotto a privilegiare nelle mie indagini e studi della materia, la mobilità, o meglio la vitalità dinamica della Proprietà Intellettuale, la P.I., che la proietta sempre verso nuovi orizzonti e progettualità.»

Proprietà intellettuale e...

Carpi Angela
Bononia University Press 2018

Non disponibile

22,00 €
I processi contemporanei di modernizzazione giuridica dei paesi non occidentali, i fenomeni di circolazione dei modelli giuridici, i percorsi di armonizzazione delle regole si sviluppano in particolare nell'ambito della cooperazione giuridica internazionale. Questo è, pertanto, uno dei campi nei quali gli strumenti analitici dell'indagine comparatistica possono utilmente operare. Il presente studio, prendendo le mosse da tale consapevolezza, concentra la propria attenzione sul programma che rappresenta l'espressione più matura e documentata dell'attività di cooperazione Europa-Cina in materia di proprietà intellettuale: l'EU-China Project on the Protection of Intellectual Property Rights (IPR2). L'analisi mira a ricostruire strategie e dinamiche di questa esperienza della cooperazione giuridica fra Europa e Cina seguendone sviluppi ed esiti con riferimento all'incontro delle azioni della cooperazione con il legal process e con i diversi formanti del diritto locale.

Prove di resistenza del diritto...

Ercolani S.
Aracne 2018

Non disponibile

12,00 €
Gli articoli raccolti nel primo Quaderno di ALAI Italia affrontano una serie di temi che vanno ben oltre il campo riservato agli addetti ai lavori ed entrano direttamente nel dibattito sugli sviluppi del Copyright nell'Unione Europea. I contributi di accademici e di operatori del diritto seguono un percorso finalizzato ad analizzare l'importanza delle piattaforme digitali e della tecnologia cloud per la diffusione di libri, giornali, musica e audiovisivi ed evidenziano gli effetti della direttiva "Diritto d'autore nel Mercato Unico Digitale" sul commercio elettronico e di quella sul diritto d'autore nella società dell'informazione. Il volume è un omaggio alla memoria di Mario Fabiani, uno dei più eminenti studiosi di diritto d'autore, da parte di ALAI Italia, Gruppo nazionale dell'Association Littéraire et Artistique Internationale.

Le creazioni intellettuali derivate...

Sbarbaro Eleonora
Eurilink 2018

Non disponibile

18,00 €
L'intento del presente contributo è quello di individuare la linea di confine tra l'esclusiva dell'autore sulla propria creazione e la libertà dei terzi di utilizzare, in tutto o in parte, il medesimo lavoro per la realizzazione di nuove opere dell'ingegno e dunque per "produrre" nuova cultura.

Pirateria industriale e abusivismo...

Terracciano Ugo
La Tribuna 2018

Non disponibile  
DIRITTO COMMERCIALE

35,00 €
Il libero svolgimento delle attività economiche è spesso minacciato da atti di "pirateria" o da pratiche abusive che alimentano la concorrenza sleale. I controlli in questo settore sono spesso macchinosi, riferendosi a settori del diritto piuttosto complicati e soggetti a una normativa in rapida evoluzione. Col testo "Pirateria industriale e abusivismo commerciale" gli autori forniscono, soprattutto agli operatori del controllo, agli avvocati e ai commercialisti ma anche agli esercenti, una approfondita disamina, tradotta in linguaggio giuridico-pratico, per la corretta applicazione degli istituti di diritto e delle sanzioni in materia. Prefazione di Giordano Biserni.

Proprietà industriale,...

Studio Trevisan&Cuonzo
Ipsoa 2017

Non disponibile  
DIRITTO COMMERCIALE

86,00 €
Si può registrare un colore come marchio? Chi è il titolare di un brevetto per invenzione, se questa è stata sviluppata da un lavoratore dipendente? È possibile utilizzare un archivio informatizzato con i dati dei propri utenti per scopi diversi da quelli per cui è stato creato? La soluzione a questi e ad altri quesiti si trova nella guida "Il diritto industriale", a cura dello Studio Trevisan & Cuonzo. La guida affronta con taglio multidisciplinare tutti gli aspetti relativi alla disciplina della proprietà industriale e intellettuale (IP) e dell'"information technology" (IT), esaminando il ruolo "duale" della proprietà industriale nell'impresa contemporanea. Da un lato una "barriera all'entrata", cioè diritti di monopolio che hanno la funzione di tenere lontani i concorrenti da aree di esclusiva; dall'altro assets aziendali in grado di generare flussi finanziari attraverso cessioni e licenze. Questa ambivalenza si riflette nella valutazione economica di questi diritti che spesso dipende dall'esito di complessi contenziosi internazionali, con implicazioni che possono essere anche di natura fiscale, regolatoria e antitrust. Particolarmente interessanti sono le metodologie di "case management" e controllo dei costi, quindi la negoziazione di accordi vantaggiosi con gli studi legali esterni e l'utilizzazione di e-billing. Con l'emergere della new economy, infine, sempre più rilevanti sono le regole dell'IT.

Il codice moda

Amon

Non disponibile

17,00 €
Il successo, sempre crescente, dei prodotti della moda italiana ha stimolato un fenomeno contraffattivo di non poco peso. Le forme di tutela che il nostro ordinamento offre ai creatori del gusto e della moda contro lo sfruttamento non autorizzato delle loro creazioni da parte di terzi costituiscono dunque un argomento di primaria importanza. Oggi, la moda, l'enogastronomia e il design rappresentano perni dell'industria manifatturiera italiana, uno dei fondamenti del sistema economico e garanzia di originalità e qualità riconosciuta a livello internazionale. Il Made in Italy ha acquistato il significato di innovazione, lusso e stile. Il libro analizza la protezione del diritto d'Autore, i diritti della proprietà industriale, la concorrenza sleale, la tutela penale della moda Made in Italy.