Diritto delle relazioni industriali e sindacali

Filtri attivi

L'arte delle relazioni industriali....

Inglese Italo
Solfanelli 2020

In libreria in 10 giorni

9,00 €
Felice Mortillaro stato un protagonista delle relazioni industriali in Italia negli anni caldi del conflitto sindacale e nella fase successiva in cui l'impresa privata riusca recuperare terreno rispetto al "contropotere" esercitato dagli organismi di rappresentanza dei lavoratori. "Sindacalista d'impresa", come egli usava definirsi, seppe promuovere anche nel dibattito delle idee le ragioni dell'economia di mercato, dell'efficienza e della responsabilitindividuale contro la diffusa mentalitassistenzialista e il marxismo proteiforme. Mortillaro era un liberalconservatore nel solco della tradizione di Prezzolini, una mosca bianca nello scenario politico italiano. Il suo pensiero torna d'attualitin un'epoca in cui il liberalismo posto sotto accusa in quanto sbrigativamente assimilato alla finanziarizzazione dell'economia e al capitalismo sregolato, ma nessuno in grado di proporre una valida e credibile alternativa al libero mercato.

Diritto del lavoro e sindacale

Esposito Marco; Gaeta Lorenzo; Zoppoli Antonello
Giappichelli 2018

In libreria in 10 giorni

46,00 €
"Il manuale che presentiamo - muovendo da queste consapevolezze e avvalendosi di esperienze precedenti - vuole essere un tentativo di significativa innovazione, pur nel rispetto della migliore tradizione della manualistica giuridica in genere e giuslavoristica in specie. Il volume che il lettore ha tra le mani è in effetti il primo tassello di un mosaico che richiederà un po' di tempo per comporsi. Quale primo tassello - ça va sans dire, dall'autonoma e precisa identità - è un testo piuttosto sintetico, nel quale il diritto del lavoro e sindacale viene sistemato nella sua evoluzione storica (fino a circa un mese fa), nel suo fondamento valoriale e costituzionale, nelle principali categorie concettuali, dando conto degli assetti normativi anche più recenti - frutto di legislazione, contrattazione, giurisprudenza e dottrina -, con riguardo a tutti gli istituti di cui oggi risulta composta la materia. L'approccio è soltanto in parte descrittivo, volendosi fornire sempre una chiave di lettura anche critico-valutativa del diritto positivo, pur nei suoi equilibri prevalentemente dinamici. Gli autori - e coloro che hanno generosamente collaborato con gli autori - hanno utilizzato il registro della sintesi, anzitutto concettuale, pur tenendosi lontani da troppo facili semplificazioni e schematizzazioni." (Dalla presentazione)

Studio sulla giustiziabilità degli...

Recchia Giuseppe Antonio
Cacucci 2018

In libreria in 10 giorni

30,00 €
La diffusione del fenomeno sindacale, e comunque dell'associazionismo dei lavoratori nell'evoluzione del conflitto industriale dalla seconda metà del XIX secolo in poi, ha portato alla luce che, lungi dallo schematico dualismo liberista interesse individuale-interesse generale, nella realtà moderna emerge una quantità crescente di interessi che coinvolgono non più singoli soggetti, bensì gruppi, classi e categorie sociali. Benché ormai entrato a far parte del comune patrimonio giuridico, l'interesse collettivo fatica non poco a farsi largo e a "trovare giustizia" in un sistema processuale ad impronta fortemente individualistica.Il prototipo, costituito dall'art. 28 della Legge n. 300 del 1970, ha rappresentato certamente una profonda novità nel nostro sistema attraverso il conferimento dell'azione ad un soggetto collettivo, ma si è presto mostrata l'urgenza, se non di prescinderne, quantomeno di andare oltre i suoi confini.

Diritto sindacale

Ballestrero Maria Vittoria
Giappichelli 2018

In libreria in 3 giorni

36,00 €
Il volume "Diritto sindacale", giunto con questa alla sua sesta edizione, è un manuale dedicato ai corsi di laurea nei quali la materia dell'organizzazione sindacale e dell'attività sindacale nei luoghi di lavoro, della contrattazione collettiva e del conflitto collettivo può essere affrontata con l'approfondimento necessario allo studio di una disciplina giuridica complessa, la cui comprensione presenta notevoli difficoltà per studenti che, in genere, hanno una conoscenza assai vaga della storia politica, sociale ed economica dell'Italia contemporanea. Diversamente da altri manuali di taglio più nozionistico, il "Diritto sindacale" di Maria Vittoria Ballestrero, corredato da ampi riferimenti bibliografici e attento agli orientamenti della giurisprudenza, dedica particolare attenzione alla ricostruzione delle vicende, che, a partire dalle origini, hanno visto la nascita e lo sviluppo del movimento sindacale. Intento dell'autrice è chiarire il rapporto che intercorre tra queste vicende, l'intervento del legislatore (peraltro assai limitato, a partire dalla mancata attuazione dell'art. 39 della Costituzione) e il lavoro svolto dai giuristi (dottrina e giurisprudenza) nella costruzione di una disciplina che regola fenomeni collettivi di grande rilevanza economica e politica.

Il diritto sindacale

Corso Fulvio
Giappichelli 2017

In libreria in 3 giorni

20,00 €
Nell'ambito del diritto del lavoro - e quindi della generale disciplina dei rapporti di lavoro caratterizzati dalla subordinazione del prestatore nei confronti del datore - una peculiare collocazione trova il fenomeno sindacale, tipico delle società industriali, il quale, in parallelo con la diffusione del lavoro dipendente, propone lo sviluppo ed il consolidarsi delle aggregazioni tra lavoratori in varie forme organizzative (per lo più associazioni), accomunate dall'obiettivo di offrire una più adeguata espressione ed una più efficace tutela degli interessi legati alla particolare condizione dei lavoratori dipendenti. Interessi che, pur traendo origine dalla situazione giuridico-economica di ciascun prestatore di lavoro, assumono nella dimensione collettiva ben maggiori possibilità di affermarsi, di imporsi: tanto è vero che gli stessi datori di lavoro ritengono ben presto opportuno e necessario far proprio lo strumento della coalizione, dando vita ad organizzazioni datoriali a loro volta destinate ad esprimere e tutelare interessi collettivi dialetticamente contrapposti a quelli dei lavoratori e delle organizzazioni da questi costituite.

Diritto sindacale

Mazzotta Oronzo
Giappichelli 2017

In libreria in 3 giorni

21,00 €
Il diritto sindacale - al pari della restante parte del diritto del lavoro - accede alla modernità. Anch'esso si sviluppa parallelamente all'evoluzione dei rapporti socio-economici che porta l'assetto economico dal sistema dell'economia curtense all'industrialismo. È dunque anch'esso figlio del sistema il cui epicentro è la fabbrica. Il fulcro del suo specifico interesse ruota intorno alle regole che lo Stato o le parti sociali stesse pongono in essere per disciplinare le relazioni fra i soggetti collettivi, rappresentativi degli interessi che ruotano intorno ai rapporti di lavoro subordinato.

Diritto sindacale

Magnani Mariella
Giappichelli 2016

In libreria in 3 giorni

22,00 €
Questa nuova edizione di "Diritto sindacale", che vede la luce a due anni dalla precedente, contiene gli aggiornamenti resi necessari dalle innovazioni intervenute nel sistema di relazioni industriali. Si tratta, soprattutto, di dare conto dei più recenti tentativi compiuti dalle principali confederazioni sindacali per conferire un assetto più normato al nostro sistema di contrattazione collettiva incidendo anche sulla questione della rappresentatività sindacale, ai fini sia della contrattazione collettiva che della fruizione dei diritti sindacali. La nuova edizione prende in considerazione l'accordo interconfederale del 10 gennaio 2014, ambiziosamente denominato dai suoi stessi autori Testo Unico sulla rappresentanza, sopravvenuto all'edizione del 2013, con l'obiettivo di illustrarne, non solo i contenuti, ma anche l' effettiva portata giuridica. Ovviamente sullo sfondo vi è anche il Jobs Act, cioè la l. 10 dicembre 2014, n. 183, e i relativi decreti attuativi, che, sebbene non incidano direttamente sul sistema di relazioni collettive, creano un nuovo contesto di cui anche esse devono tenere conto.

Elementi di diritto del lavoro e...

Lai Marco
Edizioni Lavoro 2017

In libreria in 5 giorni

15,00 €
Il diritto del lavoro è stato oggetto, nel periodo più recente, di profondi mutamenti, a partire dalla disciplina posta dai decreti attuativi del Jobs Act, che dispone per una complessiva rivisitazione della materia, in un contesto di ancora incerta ripresa economica e produttiva. Sul versante del diritto sindacale, la definitiva affermazione di un modello contrattuale partecipativo trova peraltro completamento con le regole sulla rappresentanza stabilite dal Testo unico, del gennaio 2014, nonché con quanto prospettato nel documento sindacale unitario Per un moderno sistema di relazioni industriali, del gennaio 2016. Il manuale si propone come introduzione allo studio del diritto del lavoro e sindacale ripercorrendo quelle che sono le fonti principali in materia: la Costituzione, la legge, la contrattazione collettiva, alla luce degli indirizzi prevalenti della giurisprudenza.

RSA e costituzione. La...

Napoli Mario
Vita e Pensiero 2014

In libreria in 5 giorni

14,00 €
Il volume ripercorre la giurisprudenza della Corte costituzionale, che si è sviluppata lungo un quarantennio sulle rappresentanze sindacali aziendali (RSA), disciplinate nell'art. 19 dello Statuto dei lavoratori. Dalla storica sentenza 54 del 1974 fino alla recentissima 231 del 2013, l'autore, uno dei massimi esperti del Diritto sindacale italiano, offre un'analisi approfondita e ragionata dell'approccio del Giudice delle leggi al delicato tema della rappresentanza sindacale sui luoghi di lavoro. Il volume è completato da una sezione con i testi integrali di tutte le sentenze. "L'invito a rilegiferare sulla materia era stato più volte formulato, ma il legislatore non è ancora intervenuto". Con una sentenza additiva (la sentenza n. 231/2013) "la Corte detta una nuova norma e, quindi, adombra una modifica di sostanziale valore legislativo".

Il nuovo quadro normativo dei...

Barbucci G. (cur.); Arrigo G. (cur.)
Ediesse 2013

In libreria in 5 giorni

15,00 €
La presente pubblicazione, realizzata grazie al progetto del Segretariato per l'Europa della CGIL Micro - Managing Information and Consultation Rights Opportunities sostenuto dalla Commissione Europea, rappresenta una guida utile per l'esame e la conoscenza delle funzioni dei Comitati aziendali europei, soprattutto dopo l'adozione della Direttiva "di rifusione" n. 2009/38 riguardante l'istituzione di un Comitato aziendale europeo, da poco recepita negli ordinamenti nazionali. Nel volume vengono infatti analizzate le opportunità offerte dalla nuova normativa, condizione indispensabile per una partecipazione attiva dei lavoratori e dei loro rappresentanti impiegati nelle imprese multinazionali europee. Dalle sessioni di lavoro del progetto, dalle testimonianze dei delegati che vi hanno partecipato attivamente, viene altresì la conferma che i Comitati aziendali europei sono divenuti nel corso degli anni uno strumento essenziale del confronto con le imprese e i gruppi di imprese transnazionali e che essi, in un contesto di globalizzazione crescente e di fronte alla crisi economica globale, devono essere sempre più coinvolti nell'anticipazione del cambiamento nelle imprese, al fine di prevenire o limitare le negative conseguenze dei processi di ristrutturazione.