Diritto delle relazioni industriali e sindacali

Filtri attivi

Ordinamento sindacale democratico. La...

Siotto Federico
Giappichelli - 2018

Disponibilità Immediata

37,00 €
La monografia "Ordinamento sindacale democratico. La prospettiva interna" analizza il tema della democrazia sindacale, in particolare le norme sovranazionali, costituzionali e di diritto privato che disciplinano le relazioni tra iscritto e organizzazione sindacale, tra confederazioni e federazioni, tra strutture centrali e periferiche. L'opera, rivolta a giuristi del lavoro e ai rappresentanti delle parti sociali, approfondisce, anche in chiave comparata, il versante della tutela giurisdizionale dei diritti dei singoli nei confronti dell'associazione e il profilo delle garanzie democratiche per l'associato e per le minoranze: controllo dell'ammissione ed esclusione soci; parità di trattamento per gli iscritti; diritto di partecipazione del singolo; ruolo centrale dell'assemblea; regola della maggioranza (nelle sue plurali articolazioni) e tutela del dissenso; elettività delle cariche; divisione delle competenze tra organi deliberativi ed esecutivi. Il libro esamina il principio costituzionale di democraticità interna alla luce delle prassi e degli statuti sindacali, configurandolo come formula giuridica generale per la produzione di regole sindacali e base di legittimazione per la rappresentanza e la contrattazione. Prefazione di Valerio Speziale.

Diritto sindacale

Ballestrero Maria Vittoria
Giappichelli - 2018

Disponibilità Immediata

36,00 €
Il volume "Diritto sindacale", giunto con questa alla sua sesta edizione, è un manuale dedicato ai corsi di laurea nei quali la materia dell'organizzazione sindacale e dell'attività sindacale nei luoghi di lavoro, della contrattazione collettiva e del conflitto collettivo può essere affrontata con l'approfondimento necessario allo studio di una disciplina giuridica complessa, la cui comprensione presenta notevoli difficoltà per studenti che, in genere, hanno una conoscenza assai vaga della storia politica, sociale ed economica dell'Italia contemporanea. Diversamente da altri manuali di taglio più nozionistico, il "Diritto sindacale" di Maria Vittoria Ballestrero, corredato da ampi riferimenti bibliografici e attento agli orientamenti della giurisprudenza, dedica particolare attenzione alla ricostruzione delle vicende, che, a partire dalle origini, hanno visto la nascita e lo sviluppo del movimento sindacale. Intento dell'autrice è chiarire il rapporto che intercorre tra queste vicende, l'intervento del legislatore (peraltro assai limitato, a partire dalla mancata attuazione dell'art. 39 della Costituzione) e il lavoro svolto dai giuristi (dottrina e giurisprudenza) nella costruzione di una disciplina che regola fenomeni collettivi di grande rilevanza economica e politica.

Diritto del lavoro e sindacale

Esposito Marco; Gaeta Lorenzo; Zoppoli Antonello
Giappichelli - 2018

Disponibilità Immediata

46,00 €
"Il manuale che presentiamo - muovendo da queste consapevolezze e avvalendosi di esperienze precedenti - vuole essere un tentativo di significativa innovazione, pur nel rispetto della migliore tradizione della manualistica giuridica in genere e giuslavoristica in specie. Il volume che il lettore ha tra le mani è in effetti il primo tassello di un mosaico che richiederà un po' di tempo per comporsi. Quale primo tassello - ça va sans dire, dall'autonoma e precisa identità - è un testo piuttosto sintetico, nel quale il diritto del lavoro e sindacale viene sistemato nella sua evoluzione storica (fino a circa un mese fa), nel suo fondamento valoriale e costituzionale, nelle principali categorie concettuali, dando conto degli assetti normativi anche più recenti - frutto di legislazione, contrattazione, giurisprudenza e dottrina -, con riguardo a tutti gli istituti di cui oggi risulta composta la materia. L'approccio è soltanto in parte descrittivo, volendosi fornire sempre una chiave di lettura anche critico-valutativa del diritto positivo, pur nei suoi equilibri prevalentemente dinamici. Gli autori - e coloro che hanno generosamente collaborato con gli autori - hanno utilizzato il registro della sintesi, anzitutto concettuale, pur tenendosi lontani da troppo facili semplificazioni e schematizzazioni." (Dalla presentazione)

Studio sulla giustiziabilità degli interessi...

Recchia Giuseppe Antonio
Cacucci - 2018

Disponibilità Immediata

30,00 €
La diffusione del fenomeno sindacale, e comunque dell'associazionismo dei lavoratori nell'evoluzione del conflitto industriale dalla seconda metà del XIX secolo in poi, ha portato alla luce che, lungi dallo schematico dualismo liberista interesse individuale-interesse generale, nella realtà moderna emerge una quantità crescente di interessi che coinvolgono non più singoli soggetti, bensì gruppi, classi e categorie sociali. Benché ormai entrato a far parte del comune patrimonio giuridico, l'interesse collettivo fatica non poco a farsi largo e a "trovare giustizia" in un sistema processuale ad impronta fortemente individualistica.Il prototipo, costituito dall'art. 28 della Legge n. 300 del 1970, ha rappresentato certamente una profonda novità nel nostro sistema attraverso il conferimento dell'azione ad un soggetto collettivo, ma si è presto mostrata l'urgenza, se non di prescinderne, quantomeno di andare oltre i suoi confini.

Il diritto sindacale

Corso Fulvio
Giappichelli - 2017

Disponibilità Immediata

20,00 €
Nell'ambito del diritto del lavoro - e quindi della generale disciplina dei rapporti di lavoro caratterizzati dalla subordinazione del prestatore nei confronti del datore - una peculiare collocazione trova il fenomeno sindacale, tipico delle società industriali, il quale, in parallelo con la diffusione del lavoro dipendente, propone lo sviluppo ed il consolidarsi delle aggregazioni tra lavoratori in varie forme organizzative (per lo più associazioni), accomunate dall'obiettivo di offrire una più adeguata espressione ed una più efficace tutela degli interessi legati alla particolare condizione dei lavoratori dipendenti. Interessi che, pur traendo origine dalla situazione giuridico-economica di ciascun prestatore di lavoro, assumono nella dimensione collettiva ben maggiori possibilità di affermarsi, di imporsi: tanto è vero che gli stessi datori di lavoro ritengono ben presto opportuno e necessario far proprio lo strumento della coalizione, dando vita ad organizzazioni datoriali a loro volta destinate ad esprimere e tutelare interessi collettivi dialetticamente contrapposti a quelli dei lavoratori e delle organizzazioni da questi costituite.

L'associazionismo imprenditoriale nel moderno...

Marcianò Angela
Giappichelli - 2017

Disponibilità Immediata

19,00 €
La presente monografia è volta ad approfondire il fenomeno del sindacalismo imprenditoriale nel moderno sistema di relazioni industriali. Lo studio peculiare della materia impone di esaminare l'odierno assetto organizzativo dell'associazionismo industriale con una lente puntata sui soggetti, sui modelli organizzativi, sulla offerta associativa e sul mutato piano degli interessi perseguiti per comprenderne i margini di operatività nel tessuto economico, nell'ottica di una necessaria attualizzazione della trascurata materia della rappresentatività delle organizzazioni datoriali. Attraverso le opinioni di alcuni operatori delle relazioni industriali e la disamina della recente esperienza francese, dove si è scelto di introdurre dei criteri di misurazione della rappresentatività delle associazioni datoriali, si valuterà l'opportunità di attuare l'auspicio "nuovo" di riuscire anche in Italia a ponderare le reali capacità rappresentative di entrambi gli attori della negoziazione.

Diritto sindacale

Mazzotta Oronzo
Giappichelli - 2017

Disponibilità Immediata

21,00 €
Il diritto sindacale - al pari della restante parte del diritto del lavoro - accede alla modernità. Anch'esso si sviluppa parallelamente all'evoluzione dei rapporti socio-economici che porta l'assetto economico dal sistema dell'economia curtense all'industrialismo. È dunque anch'esso figlio del sistema il cui epicentro è la fabbrica. Il fulcro del suo specifico interesse ruota intorno alle regole che lo Stato o le parti sociali stesse pongono in essere per disciplinare le relazioni fra i soggetti collettivi, rappresentativi degli interessi che ruotano intorno ai rapporti di lavoro subordinato.

Elementi di diritto del lavoro e sindacale

Lai Marco
Edizioni Lavoro - 2017

Disponibilità Immediata

15,00 €
Il diritto del lavoro è stato oggetto, nel periodo più recente, di profondi mutamenti, a partire dalla disciplina posta dai decreti attuativi del Jobs Act, che dispone per una complessiva rivisitazione della materia, in un contesto di ancora incerta ripresa economica e produttiva. Sul versante del diritto sindacale, la definitiva affermazione di un modello contrattuale partecipativo trova peraltro completamento con le regole sulla rappresentanza stabilite dal Testo unico, del gennaio 2014, nonché con quanto prospettato nel documento sindacale unitario Per un moderno sistema di relazioni industriali, del gennaio 2016. Il manuale si propone come introduzione allo studio del diritto del lavoro e sindacale ripercorrendo quelle che sono le fonti principali in materia: la Costituzione, la legge, la contrattazione collettiva, alla luce degli indirizzi prevalenti della giurisprudenza.

Diritto sindacale

Magnani Mariella
Giappichelli - 2016

Disponibilità Immediata

22,00 €
Questa nuova edizione di "Diritto sindacale", che vede la luce a due anni dalla precedente, contiene gli aggiornamenti resi necessari dalle innovazioni intervenute nel sistema di relazioni industriali. Si tratta, soprattutto, di dare conto dei più recenti tentativi compiuti dalle principali confederazioni sindacali per conferire un assetto più normato al nostro sistema di contrattazione collettiva incidendo anche sulla questione della rappresentatività sindacale, ai fini sia della contrattazione collettiva che della fruizione dei diritti sindacali. La nuova edizione prende in considerazione l'accordo interconfederale del 10 gennaio 2014, ambiziosamente denominato dai suoi stessi autori Testo Unico sulla rappresentanza, sopravvenuto all'edizione del 2013, con l'obiettivo di illustrarne, non solo i contenuti, ma anche l' effettiva portata giuridica. Ovviamente sullo sfondo vi è anche il Jobs Act, cioè la l. 10 dicembre 2014, n. 183, e i relativi decreti attuativi, che, sebbene non incidano direttamente sul sistema di relazioni collettive, creano un nuovo contesto di cui anche esse devono tenere conto.

Breviario di diritto sindacale dopo la sentenza...

Lattari Pasquale
Curcio - 2016

Disponibilità Immediata

24,90 €
La pubblicazione è destinata ai lavoratori ed operatori della materia in particolare ai sindacalisti. Il diritto e la libertà sindacale sono il contenuto della storica sentenza 178 del 2015 della Consulta che ha dichiarato incostituzionali diverse norme che bloccavano la retribuzione e la contrattazione dei pubblici dipendenti. La Consulta riconosce il ruolo insostituibile al sindacato a tutela della libertà sindacale dei lavoratori. La I parte, "Il diritto sindacale", affronta tutti gli elementi del diritto sindacale "diritto senza norme", causa della mancata attuazione dell'art. 39 della Cost.ne. Proprio la sentenza 178 consacra il diritto sindacale come disciplina autonoma. La II parte, "Il diritto sindacale nel rapporto di lavoro privatizzato con la PA", analizza tutti gli istituti che nel rapporto di lavoro con la PA la legge regolamenta puntualmente. Proprio la sentenza 178 analizza gli istituti salienti. Seguono due contributi: sulla sentenza sotto il profilo pubblicistico e di diritto costituzionale (prof. M. Belletti); e sull'ordinanza del giudice a quo e sull'azione del sindacato che ha condotto alla sentenza 178 (dott. A. U. Calabrese).

Labour law and industrial relations in Italy....

Carinci Franco
Ipsoa - 2015

Disponibilità Immediata

50,00 €
Il volume aiuterà studiosi, avvocati, consulenti del lavoro e responsabili delle risorse umane di aziende internazionali a comprendere le complesse modifiche apportate dalle recenti riforme. Fornisce un approfondimento puntuale dei principi costituzionali, della normativa e della contrattazione collettiva fondamentale nei rapporti di lavoro. La definizione di lavoratore dipendente, le forme atipiche dei contratti di lavoro, i diritti e gli obblighi del lavoratore e del datore di lavoro, gli infortuni sul lavoro, i licenziamenti individuali e collettivi, gli ammortizzatori sociali, i lavoratori "internazionali", la contrattazione collettiva e lo sciopero sono solo alcuni esempi di temi trattati. Il testo interamente in lingua inglese con schede di sintesi in italiano - ha l'obiettivo di fornire un'illustrazione agile ma puntuale del diritto del lavoro privato e del diritto sindacale in Italia. Approfondisce le novità introdotte dai decreti attuativi della riforma del lavoro (c.d. Jobs Act).

Bilateralità e lavoro

Lai Marco
Edizioni Lavoro - 2015

Disponibilità Immediata

16,00 €
Il sistema della bilateralità rappresenta un'esperienza consolidata delle relazioni sindacali in Italia. Gli enti bilaterali, il cui ruolo è riconosciuto dal legislatore, traggono origine dalla contrattazione collettiva, che ne rappresenta la fonte primari

Diritto sindacale

Galantino Luisa
Giappichelli - 2014

Disponibilità Immediata

27,00 €
La nuova edizione del manuale di Diritto sindacale tiene conto di alcune novità intervenute negli ultimi tempi, specialmente sul versante negoziale e su quello giurisprudenziale. Ampia attenzione è stata riservata alla contrattazione interconfederale in materia di rappresentanza sindacale, e cioè, in successione cronologica, all'Accordo 28 giugno 2011, al successivo Protocollo 31 maggio 2013 - sottoscritto da Confindustria, CGIL, CISL e UIL e infine al Testo unico sulla rappresentanza del 10 gennaio 2014. In tema di rappresentanze sindacali in azienda, si è dato ampiamente conto delle novità apportate dalla sentenza della Corte costituzionale 23 luglio 2013, n. 231. Con la decisione in esame la Corte si è espressa, per la prima volta, nel senso dell'illegittimità costituzionale - sia pur parziale - dell'art. 19 dello Statuto dei lavoratori, ed ha stabilito che le R.S.A. di cui alla norma in questione possano essere costituite anche nell'ambito delle organizzazioni sindacali che abbiano partecipato alla negoziazione relativa ai contratti collettivi applicati nell'unità produttiva, pur se non li abbiano poi sottoscritti.

Il nuovo diritto del lavoro. Vol. 2: Rapporto...

Giappichelli-Linea Professionale - 2014

Disponibilità Immediata

72,00 €
Il diritto del lavoro, materia particolarmente sensibile alle dinamiche economiche e sociali, sta profondamente mutando, sotto l'incalzare di una serie di interventi normativi che si sono addensati negli ultimi anni (Collegato lavoro, riforma Brunetta, riforma Fornero). Tutte le componenti della materia ne sono interessate, in un processo di cambiamento affatto lineare, che pone all'interprete una serie di rilevanti questioni, sia sotto il profilo teorico-ricostruttivo, sia sotto quello pratico-applicativo. L'opera rappresenta il primo tentativo di fornire in modo sistematico, ma non meramente esegetico, un quadro completo del "nuovo diritto del lavoro", fornendo una chiave di lettura del cambiamento avvenuto e delle linee di indirizzo verso le quali la materia si sta velocemente muovendo. Il volume affronta le novità apportate dalla legge n. 183/2010 (cd. Collegato lavoro) e successive modifiche e integrazioni intervenute negli anni 2011 e 2012, che hanno ridisegnato importanti regole del mercato del lavoro e delle politiche attive, rivisitando alcuni istituti del rapporto individuale di lavoro, le tipologie contrattuali, i poteri del giudice, incidendo anche sulla dimensione processuale della materia (riforma della conciliazione e dell'arbitrato, nuovi termini per le impugnazioni e i ricorsi giurisdizionali), e sui profili previdenziali e dello stato sociale.

Il nuovo diritto del lavoro. Vol. 4: La riforma...

Giappichelli-Linea Professionale - 2014

Disponibilità Immediata

66,00 €
Il diritto del lavoro, materia particolarmente sensibile alle dinamiche economiche e sociali, sta profondamente mutando, sotto l'incalzare di una serie di interventi normativi che si sono addensati negli ultimi anni (riforma Brunetta, Collegato lavoro, riforma Fornero, riforma Giovannini). Tutte le componenti della materia ne sono interessate, in un processo di cambiamento affatto lineare, che pone all'interprete una serie di rilevanti questioni, sia sotto il profilo teorico-ricostruttivo, sia sotto quello pratico-applicativo. L'opera rappresenta il primo tentativo di fornire in modo sistematico, ma non meramente esegetico, un quadro completo del "nuovo diritto del lavoro", fornendo una chiave di lettura del cambiamento avvenuto e delle linee di indirizzo verso le quali la materia si sta velocemente muovendo. Il volume esamina la disciplina del mercato del lavoro introdotta dalla riforma Fornero (l. n. 92/2012) con le modifiche apportate dalla legge n. 99/2013. La trattazione degli istituti segue la logica della riforma, che ha inteso realizzare uno scambio tra una più controllata flessibilità in entrata (irrigidendo alcune tipologie contrattuali, specie nell'area della parasubordinazione) ed una maggiore flessibilità in uscita (modificando l'art. 18 L. n. 300/1970) in un quadro di nuove regole in materia di ammortizzatori sociali (Aspi) e politiche attive del lavoro.

Le rappresentanze sindacali unitarie. Struttura...

Santini Fabrizia
Giappichelli - 2012

Disponibilità Immediata

33,00 €
In forza della sua recuperata attualità, a seguito delle vicende che nell'ultimo triennio hanno interessato il settore metalmeccanico e la Fiat, il modello della rsa sembra ora acquisire un'inedita valenza antagonistica rispetto al modello delle rsu, storicamente subentratogli per consentire ai sindacati il recupero di rappresentatività. Che si tratti tuttavia solo di un'impressione risulta dalla puntuale analisi svolta nel presente volume, dalla quale emerge che il modello delle rsa non è mai stato veramente superato ed è anzi sopravvissuto in stato più o meno latente all'interno dello schema, in apparenza unitario, delle rsu. Il risultato è un'indagine a tutto campo delle soluzioni, giurisprudenziali e contrattuali (tra cui quella contenuta nell'Accordo Interconfederale del 28 giugno 2011) offerte dai protagonisti del sistema nel tentativo di ricomporre le tensioni, dentro e fuori la rsu, tra dimensione elettiva e matrice associativa; rappresentanza generale e rappresentatività specifica; criterio di pariteticità e regola di maggioranza; autonomia contrattuale e controllo sindacale, sullo sfondo di uno scenario reso sempre più instabile dalla crisi economica globale e dal conflitto tra i grandi sindacati tradizionali.

I diritti sindacali nell'impresa

Mazzotta O. (cur.)
Giappichelli - 2010

Disponibilità Immediata

24,00 €
Sono passati quarantanni dall'entrata in vigore della legge 20 maggio 1970 n. 300, ma ne sono trascorsi quasi sessanta da quando Giuseppe Di Vittorio propose al III Congresso della CGIL, a Napoli nel 1952, l'approvazione di una proposta di "statuto dei diritti dei lavoratori. Al centro della sua proposta vi era la protezione della dignità. Gli intendimenti manifestati in quel lontano congresso del maggior sindacato italiano sono in effetti riflessi nella porzione dello statuto diretta per l'appunto alla tutela della "libertà e dignità dei lavoratori nei luoghi di lavoro. I saggi raccolti in questo volume si occupano di temi all'apparenza lontani: i" diritti sindacali dentro l'impresa, così come regolati dal Titolo III della legge del '70. Con lo statuto si delinea infatti un progetto di protezione del lavoratore, contestualmente, dentro il contratto e dentro l'impresa. Lo statuto ci suggerisce che dentro la fabbrica devono affermarsi i diritti fondamentali del lavoratore ed, insieme, devono potersi esaltare i nessi solidaristici fra gli individui. I saggi raccolti in questo volume si occupano dei temi della democrazia sindacale, così come delineata nello statuto, avendo riguardo sia ai profili della loro regolamentazione sia alle guarentigie per i sindacalisti, quanto al tempo dedicato allo svolgimento dell'attività e quanto alla tradizionale strategia antidiscriminatoria.

Il recesso dal contratto collettivo

Pacchiana Parravicini Giovanna
Giappichelli - 2010

Disponibilità Immediata

24,00 €
Inizialmente poco esplorata, la questione dell'efficacia temporale del contratto collettivo ed in particolare del recesso dal contratto è divenuta di recente una delle problematiche che più impegnano la magistratura del lavoro. Premesso che la soluzione favorevole alla legittimità del recesso si può dare per acquisita, questo saggio intende innanzitutto affrontare la problematica collocandola in un contesto più ampio, e quindi misurandosi con la questione del metodo di indagine e del rapporto tra il diritto del lavoro, il diritto civile e l'ordinamento intersindacale. La verificata compatibilità del recesso anche con istituti tipici dell'ordinamento intersindacale autorizza poi ad esaminare le conseguenze che il recesso comporta sul piano dei rapporti individuali e collettivi. Ma il tema del recesso dal contratto è al contempo oggetto e strumento di indagine, consentendo una rivisitazione delle tematiche "classiche" del diritto sindacale in una prospettiva diversa legata, appunto, al vincolo temporale che dalla sottoscrizione dell'accordo deriva.

Istituzioni di diritto del lavoro. Vol. 1: Il...

Vallebona Antonio
CEDAM - 2019

Non disponibile

30,00 €
È un'opera completa e autorevole su tutto il diritto del lavoro (specificamente questo volume riguarda il diritto sindacale). Si qualifica per essere ricco di giurisprudenza, per spiegare il diritto anche alla luce dell'evoluzione giurisprudenziale e legislativo e per toccare anche i problemi applicativi della materia, pur senza cadere nell'eccessiva analiticità. Serve quindi sia allo studente che all'avvocato/professionista in genere.

Azione sindacale e tutela giurisdizionale....

Razzolini Orsola
Franco Angeli - 2018

Non disponibile

24,00 €
Nell'ordinamento giuridico italiano l'azione sindacale è stata studiata e si è sviluppata quasi esclusivamente in una dimensione extragiudiziale attraverso il ricorso, da un lato, alla teoria dell'ordinamento intersindacale e, dall'altro lato, alla elaborazione del concetto di autonomia privata collettiva. Con riguardo alla tutela giurisdizionale, in seguito alla soppressione del regime corporativo, l'azione in giudizio del sindacato è stata ricondotta agli schemi processuali ordinari e precisamente all'art. 2907, comma 1, del codice civile. La conseguenza è stata ritenere il sindacato legittimato ad agire in giudizio esclusivamente a tutela di diritti e prerogative proprie. Costituisce solo un'apparente eccezione a tale impostazione lo strumento della repressione della condotta antisindacale di cui all'art. 28 st. lav. che, nella prassi, viene utilizzato dal sindacato per tutelare diritti e interessi propri e solo preterintenzionalmente dei lavoratori. Un'impostazione del tutto diversa si è sviluppata, ad esempio, negli ordinamenti giuridici francese e spagnolo dove è da tempo riconosciuta la generale legittimazione dell'associazione sindacale ad agire in giudizio a tutela dell'intérêt collectif de la profession o di intereses colectivos de los trabajadores. In questo quadro teorico, il libro affronta la questione se il sindacato possa svolgere anche nel nostro ordinamento la propria essenziale funzione di tutela degli interessi dei lavoratori in sede giurisdizionale, proponendo una lettura coordinata degli articoli 39, comma 1 e 24, comma 1 della Costituzione. Due principali ragioni suggeriscono di ripensare il rapporto tra azione sindacale e tutela giurisdizionale: la crisi del sistema sindacale "di fatto" e il declino del contenzioso individuale che può a sua volta rivelare un indebolimento del principio della effettiva tutela giurisdizionale.

Diritto di sciopero e rappresentatività sindacale

CEDAM - 2018

Non disponibile

22,00 €
Senza rimettere in discussione l'orientamento maggioritario, fondato sulla titolarità individuale, non vi è alcun dubbio che, nei fatti, le organizzazioni sindacali (o anche i gruppi informali, privi di una vera e propria struttura associativa, così come nel recente sciopero nelle Università) assumano l'iniziativa (proclamando lo stato di agitazione) e gestiscano il governo del conflitto collettivo. Di qui la proposta di sviluppare una riflessione, anche in sede legislativa (dove non mancano già alcuni disegni di legge di riforma della l. n. 146), sull'opportunità di individuare sistemi di governo del conflitto informati ai princìpi della democrazia rappresentativa e di collegare il potere di proclamare lo sciopero al raggiungimento di determinati e certi parametri di rappresentatività.

Diritto del lavoro e delle relazioni industriali

Rotondi F. (cur.)
Ipsoa - 2017

Non disponibile

59,00 €
Il Manuale di diritto del lavoro e delle relazioni industriali analizza in modo approfondito e con taglio operativo tutte le tematiche del rapporto di lavoro subordinato anche flessibile (contratto a termine , part-time, lavoro somministrato), esternalizzato (appalto) ed ai limiti della subordinazione (parasubordinato, a progetto) risolvendo le questioni più difficili della gestione del rapporto, dei contratti e del contenzioso alla luce della normativa, della giurisprudenza e della prassi più rilevante. Si sofferma al diritto sindacale e al sistema di relazioni industriali, con particolare riferimento all'evoluzione e all'assetto attuale del sistema contrattuale collettivo. Analizza significato e funzionamento dei sistemi di direzione attraverso il "controllo di gestione" e la "gestione del personale" per individuare i comportamenti necessari a mantenere efficiente ed efficace un'organizzazione. La nuova edizione completa il quadro normativo del Jobs Act ed integra i contenuti della riforma con le recentissime novità contenute nel Decreto correttivo D.Lgs. n. 185/2016 (GU n. 235 del 7 ottobre 2016). Tra le principali novità del decreto correttivo segnaliamo la proroga della CIGS per lavoratori delle aree svantaggiate, le misure di sostegno economico per alcune tipologia di lavoratori licenziati, ulteriori interventi di sostegno al reddito per i lavoratori stagionali, la procedura anti abuso per la tracciabilità dei voucher, infine la trasformazione dei contratti di solidarietà da difensivi in espansivi.

Rappresentanza e contrattazione in azienda

Gargiulo Umberto
CEDAM - 2017

Non disponibile

28,00 €
Una indagine sulla rappresentanza sindacale in azienda, specchio delle travagliate vicende del diritto sindacale in italia.

Istituzioni di diritto del lavoro. Vol. 1: Il...

Vallebona Antonio
CEDAM - 2017

Non disponibile

27,00 €
Nuova edizione che si conferma un manuale autorevole e ricco di giurisprudenza. Il manuale espone i lineamenti fondamentali dei vari istituti ed è destinato, anche se non esclusivamente, a studenti digiuni della materia, fornendo loro gli strumenti per un orientamento consapevole, per procedere autonomamente nel corso della vita professionale ai necessari approfondimenti ed aggiornamenti.

Governo dell'economia e azione sindacale

Martone Michel
CEDAM - 2016

Non disponibile

35,00 €
Il saggio indaga i modi e le tecniche di coinvolgimento delle organizzazioni sindacali nel governo dell'economia

Giurisprudenza annotata di diritto industriale....

Vanzetti A. (cur.)
Giuffrè - 2015

Non disponibile

195,00 €
L'opera contribuisce alla conoscenza delle fondamentali sentenze in materia dell'anno 2013 sul diritto industriale, offrendo un utile strumento per l'aggiornamento e la consultazione delle stesse. Marchi, ditta, denominazione e ragione sociale, insegna, br

Diritti fondamentali e regole del conflitto...

Pino G. (cur.)
Giuffrè - 2015

Non disponibile

56,00 €
Il volume propone una densa ricostruzione del conflitto e dello sciopero, tra Costituzione e ordinamento intersindacale; la loro riconducibilità, diretta o indiretta, al ciclo economico (e le sue recessioni), alla luce delle profonde trasformazioni riguard

Diritto sindacale

Persiani Mattia
CEDAM - 2015

Non disponibile

23,00 €
Tratta la materia con completezza ed analiticità, senza perdere il carattere di sintesi. Si qualifica quindi per la prosa autorevole e collaudatissima (essendo giunto alla 16^ edizione). Per questo è diventato un classico della materia

Lezioni di diritto industriale. Proprietà...

Ghidini G. (cur.); Cavani G. (cur.)
Giuffrè - 2014

Non disponibile

20,00 €
Il manuale, strutturato come "Lezioni di diritto industriale", è destinato agli Studenti Universitari, ai Cultori della materia e ai Professionisti (Avvocati, Mandatari di PI) consentendo a ciascuno di risalire ai principi regolatori della materia per comprenderne le attuali declinazioni e così disporre degli strumenti interpretativi idonei per risolvere in maniera efficace i salienti problemi di regolamento di interessi che emergano nei casi concreti. In particolare gli argomenti trattati riguardano: brevetti e modelli, segni distintivi, concorrenza sleale, diritto d'autore, intersezioni tra paradigmi di proprietà intellettuale e antitrust, tutela giurisdizionale dei diritti di proprietà industriale e intellettuale, tutela amministrativa e giurisdizionale antitrust.

Diritto del lavoro e delle relazioni industriali

Rotondi F. (cur.)
Ipsoa - 2014

Non disponibile

50,00 €
Il manuale di diritto del lavoro e delle relazioni industriali analizza in modo approfondito e con taglio operativo tutte le tematiche del rapporto di lavoro subordinato anche flessibile (contratto a termine, part-time, lavoro somministrato), esternalizzato (appalto) ed ai limiti della subordinazione (parasubordinato, a progetto) risolvendo le questioni più difficili della gestione del rapporto, dei contratti e del contenzioso alla luce della normativa, della giurisprudenza e della prassi più rilevante. Pone attenzione al diritto sindacale e al sistema di relazioni industriali, con particolare riferimento all'evoluzione e all'assetto attuale del sistema contrattuale collettivo. Spiega cosa sono e come funzionano i sistemi di direzione attraverso il "controllo di gestione" e la "gestione del personale" per individuare i comportamenti necessari a mantenere efficiente ed efficace un'organizzazione.

RSA e costituzione. La giurisprudenza della...

Napoli Mario
Vita e Pensiero - 2014

Non disponibile

14,00 €
Il volume ripercorre la giurisprudenza della Corte costituzionale, che si è sviluppata lungo un quarantennio sulle rappresentanze sindacali aziendali (RSA), disciplinate nell'art. 19 dello Statuto dei lavoratori. Dalla storica sentenza 54 del 1974 fino alla recentissima 231 del 2013, l'autore, uno dei massimi esperti del Diritto sindacale italiano, offre un'analisi approfondita e ragionata dell'approccio del Giudice delle leggi al delicato tema della rappresentanza sindacale sui luoghi di lavoro. Il volume è completato da una sezione con i testi integrali di tutte le sentenze. "L'invito a rilegiferare sulla materia era stato più volte formulato, ma il legislatore non è ancora intervenuto". Con una sentenza additiva (la sentenza n. 231/2013) "la Corte detta una nuova norma e, quindi, adombra una modifica di sostanziale valore legislativo".

Istituzioni di diritto del lavoro e sindacale....

Giappichelli - 2014

Non disponibile

35,00 €
Con la pubblicazione di questo volume III dedicato agli istituti del mercato del lavoro e, in più larga misura, del contratto e del rapporto di lavoro si completa il piano dell'opera manualistica intitolata "Istituzioni di diritto del lavoro e sindacale".

Il nuovo diritto del lavoro. Vol. 3: Le...

Giappichelli-Linea Professionale - 2014

Non disponibile

40,00 €
Il diritto del lavoro, materia particolarmente sensibile alle dinamiche economiche e sociali, sta profondamente mutando, sotto l'incalzare di una serie di interventi normativi che si sono addensati negli ultimi anni (riforma Brunetta, collegato lavoro, riforma Fornero e successive modifiche) ai quali si sono aggiunti accordi collettivi interconfederali che hanno fissato regole per misurare la rappresentanza sindacale e per rafforzare l'efficacia del contratto collettivo sia nazionale che aziendale. Tutte le componenti della materia ne sono interessate, in un processo di cambiamento affatto lineare, che pone all'interprete una serie di rilevanti questioni, sia sotto il profilo teorico-ricostruttivo, sia sotto quello pratico-applicativo. L'opera rappresenta il primo tentativo di fornire in modo sistematico, ma non meramente esegetico, un quadro completo del "nuovo diritto del lavoro", fornendo una chiave di lettura del cambiamento avvenuto e delle linee di indirizzo verso le quali la materia si sta velocemente muovendo. Il volume affronta tutti gli importanti cambiamenti intervenuti sul fronte delle relazioni industriali nel corso degli ultimi anni dalla riforma della struttura contrattuale realizzata dalle parti sociali all'intervento legislativo sulla contrattazione derogatoria "di prossimità", dalla riforma della rappresentanza e rappresentatività sindacale alle novità in materia di efficacia soggettiva dei contratti collettivi.

Il nuovo quadro normativo dei comitati...

Barbucci G. (cur.); Arrigo G. (cur.)
Ediesse - 2013

Non disponibile

15,00 €
La presente pubblicazione, realizzata grazie al progetto del Segretariato per l'Europa della CGIL Micro - Managing Information and Consultation Rights Opportunities sostenuto dalla Commissione Europea, rappresenta una guida utile per l'esame e la conoscenza delle funzioni dei Comitati aziendali europei, soprattutto dopo l'adozione della Direttiva "di rifusione" n. 2009/38 riguardante l'istituzione di un Comitato aziendale europeo, da poco recepita negli ordinamenti nazionali. Nel volume vengono infatti analizzate le opportunità offerte dalla nuova normativa, condizione indispensabile per una partecipazione attiva dei lavoratori e dei loro rappresentanti impiegati nelle imprese multinazionali europee. Dalle sessioni di lavoro del progetto, dalle testimonianze dei delegati che vi hanno partecipato attivamente, viene altresì la conferma che i Comitati aziendali europei sono divenuti nel corso degli anni uno strumento essenziale del confronto con le imprese e i gruppi di imprese transnazionali e che essi, in un contesto di globalizzazione crescente e di fronte alla crisi economica globale, devono essere sempre più coinvolti nell'anticipazione del cambiamento nelle imprese, al fine di prevenire o limitare le negative conseguenze dei processi di ristrutturazione.

Diritto sindacale

Magnani Mariella
Giappichelli - 2013

Non disponibile

21,00 €
Nell'arco di meno di un anno dalla pubblicazione della prima edizione del Diritto sindacale, la materia è stata investita da due novità: il Protocollo d'intesa del 31 maggio 2013 su rappresentanza e rappresentatività sindacale e, soprattutto, l'attesa sentenza della Corte costituzionale 23 luglio 2013, n. 231, sull'art. 19 dello Statuto dei lavoratori. Immutato nella struttura, il manuale si presenta tuttavia ampiamente rinnovato proprio per dare conto delle importanti implicazioni di queste novità, che incidono, seppure in modo diverso, sulla tormentata questione della rappresentatività sindacale ai fini della contrattazione collettiva e della fruizione dei diritti sindacali, esprimendo la tensione verso un assetto più regolato delle nostre relazioni sindacali.