Diritto: immigrazione

Filtri attivi

Diritto dell'immigrazione. Manuale...

Zanrosso Emanuela
Edizioni Giuridiche Simone 2019

In libreria in 10 giorni

48,00 €
Il tema dell'immigrazione è caratterizzato da una normativa particolarmente articolata, in quanto tocca ambiti trasversali di diritto amministrativo, civile, penale e del lavoro. Tale complessa disciplina non si compone peraltro di sole norme nazionali poiché non solo il diritto dell'Unione europea (sia dei trattati sia derivato) disciplina continuamente la materia, ma anche il diritto internazionale pone in questo ambito numerose limitazioni all'autonomia degli Stati. Diverse ed eterogenee sono le fonti normative: regolamenti e direttive dell'Unione Europea, leggi e circolari. Molti, inoltre, sono i soggetti e le istituzioni coinvolti - a vario titolo - nell'ordinamento italiano nell'applicazione del dettato normativo: il Ministero dell'interno con le prefetture e le questure, le Regioni, gli enti locali, le poste, le scuole e i tribunali. La materia, peraltro, è in continuo mutamento: da qui, dunque, nasce l'esigenza di disporre di uno strumento in grado di fornire una visione completa con una caratterizzazione prevalentemente operativa, che possa rendere di agevole lettura e di pratica applicazione le disposizioni che disciplinano l'immigrazione. Il testo, aggiornato al decreto Salvini (D.L. 113/2018 conv. in L. 132/2018), segue uno sperimentato e preciso ordine logico di trattazione: ingresso in Italia, permanenza ed uscita. Si è dedicato, inoltre, per l'attualità dell'argomento, uno specifico capitolo alla protezione internazionale. Ulteriori materiali relativi alla normativa e alla giurisprudenza sono accessibili online con il Qr Code inserito nel volume. Associato al volume anche l'accesso alla piattaforma informatica XLIGO: il libro si trasforma in un e-book ipertestuale con link interattivi alla normativa e alla giurisprudenza sempre aggiornati.

Codice dell'immigrazione

Genovese Francesco Antonio
Dike Giuridica Editrice 2018

In libreria in 10 giorni

28,00 €
Adozione e affidamento di minori, Apolidi, Asilo politico e protezione internazionale, Attività illegali: misure repressive e tutela delle vittime, Circolazione, Cittadinanza, Cittadini dell'UE, Convenzione relativa allo status di rifugiati, Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, Diritto dell'unione europea, Diritto internazionale, Discriminazione razziale, Disposizioni attinenti al processo, Espulsione, Lungo soggiornanti, Minoranze nazionali, Minori, Organizzazione, Partecipazione alla vita pubblica locale, Protezione internazionale, Protocolli aggiuntivi alla Convenzione EDU, Respingimento, Ricongiungimenti familiari, Rimpatri, Trattati, Visti.

Stranieri e diritto

De Robbio C. (cur.)
Pacini Editore 2018

In libreria in 10 giorni

55,00 €
Il volume affronta in maniera completa e sistematica ogni aspetto del diritto applicabile agli stranieri nel nostro ordinamento. Particolare attenzione è stata data alle procedure di acquisto e perdita della cittadinanza, alle misure di protezione e allo status di rifugiato, al procedimento per l'acquisto del permesso di soggiorno e alle sue vicende, alle norme che disciplinano il lavoro degli stranieri, la tutela della famiglia e dei minori, le conseguenze penali delle condotte commesse in danno degli stranieri e le norme a loro tutela, le procedure di allontanamento ed espulsione e le peculiari problematiche connesse all'esecuzione della pena nei loro confronti. L'opera è aggiornata agli ultimi sviluppi della legislazione alla luce dell'evoluzione legislativa e delle principali problematiche evidenziate dalla dottrina, dalla giurisprudenza e dalle prassi applicative e analizza gli impatti della legge discussa e non approvata sullo "ius soli".

Manuale pratico dell'immigrazione....

Bonforte Adolfo Antonio
Primiceri Editore 2018

In libreria in 10 giorni

20,00 €
I temi dell'immigrazione, dell'asilo e della cittadinanza, si caratterizzano per una normativa articolata e complessa in quanto diverse ed eterogenee sono le fonti normative che le regolamentano: direttive dell'Unione Europea, leggi, direttive e circolari. Questo manuale pratico, aggiornato alle più recenti novità legislative quali la legge 7 aprile 2017, n. 47, la legge 13 aprile 2017, n.46 e la legge 1 dicembre 2018, n. 132, analizza i vari istituti con una visione operativa che rende agevole la lettura e di pratica applicazione le disposizioni. Grazie ad un'analisi chiara ed organica è consigliato sia a chi si trovi ad affrontare un concorso, sia a chi frequenti un corso di istruzione nelle forze di polizia. L"impostazione pragmatica dell'insieme è completata dell'inserimento di un pratico prontuario che rende il testo completo e di facile utilizzo rivolgendosi, non solo dagli addetti ai lavori, quali avvocati, magistrati, appartenenti alle Forze dell'ordine, pubblici funzionari ed operatori sociali, ma anche a tutti coloro che intendano studiare ed approfondire la materia.

La detenzione dei migranti. Regime...

Palladino Rossana
Editoriale Scientifica 2018

In libreria in 10 giorni

24,00 €
Nell'attuale epoca storica, in cui le esigenze di controllo e gestione dei flussi migratori rappresentano uni dei nodi cruciali delle politiche degli Stati uti singuli e dell'Unione europea nel suo complesso, il volume indaga uno degli istituti di maggiore problematicità: la detenzione dei migranti. Prendendo le mosse dalla tendenza diffusa degli Stati a ricorrere, attraverso misure sia di diritto penale sia di diritto amministrativo, alla restrizione della libertà dei migranti, quale espressione delle proprie prerogative statali, è analizzato in maniera dettagliata il "regime europeo", di cui vengono tracciate le caratteristiche salienti. Il lavoro individua ed analizza le disposizioni dettate dall'UE, improntate a principi di "sussidiarietà" rispetto all'adozione di misure meno coercitive, di "necessità" e di "eccezionalità", evidenziando le maggiori criticità legate non solo alla formulazione stessa delle norme ma anche alle ricadute attuative e applicative specie in relazione all'ordinamento italiano.

Migrazioni economiche e ordinamento...

McBritton Monica
Cacucci 2017

In libreria in 10 giorni

26,00 €
È un dato acquisito che la specie umana che oggi popola il pianeta abbia avuto origine in una sua porzione - il continente africano - e progressivamente, migrando, si sia ampiamente diffusa. In altre parole, il fenomeno migratorio è piuttosto antico, anche se, naturalmente, assume caratteristiche diverse nei vari momenti prestorici e storici. Le ragioni che inducono a migrare possono essere molteplici; fra di esse, un ruolo fondamentale è sempre stato ricoperto dall'esigenza di cercare migliori condizioni materiali di vita. Si parte lasciando indietro situazioni ritenute difficili, ostili, disagiate, dirigendosi verso luoghi diversi con la speranza che si possa stare meglio. In definitiva, sebbene ogni epoca e ogni territorio imprima un suo marchio specifico, i fenomeni migratori costituiscono una dimensione rilevante dei processi sociali. Siccome ricorrenti, proprio i processi sociali non sfuggono alle esigenze di regolamentazione e la regolazione, dal canto suo, può essere più o meno adeguata, rispetto ad una serie di elementi che, mano man che le società sono diventate più complesse, debbono essere tenuti in considerazione.

I soggetti vulnerabili nei processi...

Fanlo Cortès I. (cur.); Ferrari D. (cur.)
Giappichelli 2020

In libreria in 3 giorni

24,00 €
I contributi raccolti in questo volume affrontano, da diverse prospettive di analisi, il fenomeno della protezione internazionale, oggi al centro del dibattito pubblico. Attraverso la lente offerta dalla categoria, pur controversa, della vulnerabilit intesa sia come condizione universale degli esseri umani, sia come condizione particolare di ciascun individuo, tale fenomeno viene analizzato soprattutto nelle sue dinamiche istituzionali e negli effetti che queste sortiscono sui soggetti protagonisti dei processi migratori. In quest'ottica, la riflessione che lega i vari contributi segna una presa di distanza dall'idea che la vulnerabilitpossa essere considerata una prerogativa esclusiva di determinate categorie o gruppi di soggetti (come le donne vittime di tratta o i minori stranieri non accompagnati), mentre accomunata dalla convinzione che essa sia in larga parte dipendente da meccanismi di violenza e di discriminazione sociale che il diritto dovrebbe contribuire a rimuovere e invece spesso alimenta, ad esempio attraverso politiche che favoriscono l'immigrazione irregolare. L'obiettivo del lavoro aggiungere un tassello a quella giampia riflessione scientifica impegnata a fornire una ricostruzione del fenomeno migratorio alternativa rispetto a quella veicolata dalla retorica sicuritaria, nella consapevolezza della sua complessite del suo carattere ormai strutturale nelle nostre societ

Gli stranieri e l'anagrafe

Minardi Romano; Palmieri Liliana
Maggioli Editore 2020

In libreria in 3 giorni

78,00 €
"Stranieri" un termine che suscita negli operatori dei Servizi Demografici una certa apprensione, poichla relativa gestione richiede la particolare capacitdi conciliare i principi generali applicabili a tutti i cittadini, italiani e non, con le regole particolari previste per i cittadini non italiani. Scopo di quest'opera dunque, quello di fornire agli ufficiali d'anagrafe, sempre pidisorientati e alla ricerca di soluzioni concrete alle molteplici problematiche che si presentano quotidianamente, sia allo sportello, sia nell'attivitdi back-office, una guida affidabile e di taglio assolutamente pratico, in grado di offrire, anche all'operatore alle prime armi, tutti gli strumenti necessari per la corretta gestione anagrafica del cittadino comunitario e straniero: dalla normativa, alla prassi, agli orientamenti giurisprudenziali, tutti elementi necessari per inquadrare correttamente la situazione dal punto di vista teorico, arricchiti dal commento dettagliato di ogni singolo caso concreto, per passare alla parte operativa, che include la descrizione della "Pratica" e la "Modulistica", utilissima per gestire agevolmente e in modo corretto ogni singola ipotesi di iscrizione, variazione o cancellazione del cittadino comunitario e dei relativi familiari, da un lato, e del cittadino extracomunitario, dall'altro. L'opera il frutto di un accurato lavoro di predisposizione di schede tematiche, complete di indicazioni pratiche e procedurali, attraverso le quali, per ciascun caso preso in esame, vengono chiariti i dubbi determinati da una legislazione intervenuta in maniera non sempre ordinata e coerente, tanto da generare un quadro normativo difficile da padroneggiare senza un solido punto di riferimento.

Diritto processuale dell'immigrazione

Del Rosso Fabrizio Giuseppe; De Santis Angelo Danilo; Poliseno Barbara; Trisorio Liuzzi G. (cur.); Dalfino D. (cur.)
Giappichelli 2019

In libreria in 3 giorni

25,00 €
Il volume «Diritto processuale dell'immigrazione» costituisce una guida sistematica che raccoglie in un unico corpus le norme di tutela giurisdizionale dei diritti legate al fenomeno migratorio. La legislazione di un settore tradizionalmente ritenuto "di confine" ha avuto, negli ultimi anni, uno sviluppo esponenziale dovuto all'incremento della domanda di giustizia da parte dei migranti che giungono nel nostro paese. L'opera, che affronta in quattro capitoli le questioni relative al diritto al riconoscimento della protezione internazionale, al rilascio delle nuove forme di permesso di soggiorno introdotte dal decreto sicurezza, alla tutela dei minori stranieri non accompagnati che giungono sul territorio italiano e alle procedure finalizzate all'espulsione dello straniero c.d. irregolare, è diretta a professionisti (avvocati, magistrati, funzionari), ma, grazie all'approfondimento dottrinario e giurisprudenziale, anche a studiosi.

Migrazioni. Diritto e società

Ciaffi D. (cur.); Parisi F. (cur.); Patti M. (cur.)
CEDAM 2018

In libreria in 3 giorni

25,00 €
L'immigrazione è un tema al centro del dibattito pubblico, spesso oggetto di aspre contese, di differenti visioni del mondo. Comunque la si veda, le migrazioni sono una costante storica, non una mera eccezione. Il loro presentarsi in modo massivo ha carattere ciclico e la multiculturalità delle nostre società è una realtà con la quale fare i conti. Interrogarsi sul tema dell'immigrazione significa anzitutto porsi delle domande su cosa dobbiamo intendere con termini quali potere politico, cittadinanza, territorio, identità, tolleranza, convivenza fra culture differenti e fra soggetti semplicemente accomunati dal fatto di essere, allo stesso modo, umani. Nel tentare di rispondere a queste domande, le scienze sociali - e in particolare la storia, il pensiero politico, la sociologia e il diritto - possono apportare un significativo contributo alla comprensione del fenomeno migratorio.

Immigrazione, asilo e cittadinanza

Morozzo Della Rocca P. (cur.)
Maggioli Editore 2020

In libreria in 5 giorni

54,00 €
Giunta alla quarta edizione, l'opera mette in rilievo, con buona completezza, gli orientamenti giurisprudenziali, segnalando peranche la dottrina "utile", perchpropositiva di soluzioni interpretative utilizzabili dall'operatore (giudici, avvocati, amministrazioni, servizi, etc.), con l'obiettivo degli autori di cogliere l'articolato tessuto normativo del diritto dell'immigrazione nel suo vissuto giurisdizionale e nelle prassi amministrative. L'opera si presenta analitica ma operativa e affronta, fra gli altri, i seguenti argomenti: ingresso e soggiorno; domanda d'asilo; ricongiungimento familiare; protezione internazionale; respingimento, espulsione e trattenimento; sicurezza e assistenza sociale.

La governance dell'immigrazione....

Rossi E. (cur.); Biondi Dal Monte F. (cur.); Vrenna M. (cur.)
Il Mulino 2013

In libreria in 5 giorni

44,00 €
Molteplici sono gli attori, le regole e le strategie che caratterizzano la gestione del fenomeno migratorio in Italia: un complesso sistema di governance, nel quale agli interventi statali si affiancano quelli dell'Unione europea, delle regioni e del terzo settore. Il volume analizza l'intreccio di politiche e competenze che caratterizza la materia dell'immigrazione a quindici anni di distanza dal primo intervento legislativo di carattere sistematico (il d.lgs. 286/1998, testo unico in materia di immigrazione). Da allora è cambiato non solo il volto istituzionale del Paese, ma anche le dinamiche migratorie e la qualità degli interventi realizzati. Il presente lavoro offre altresì un bilancio delle risposte date al fenomeno dell'immigrazione sia sotto il profilo delle politiche attuate, sia sotto quello della garanzia dei diritti fondamentali, quali prerogative irrinunciabili non solo del cittadino ma prima ancora della persona. Come afferma Giuliano Amato nella sua prefazione, è tempo di fare questo bilancio. Nel corso dell'ultimo quindicennio si è infatti consumata una parabola che ha segnato l'intera Unione europea: siamo passati "dall'Europa della speranza all'Europa della paura" e tuttavia in questa stessa cornice hanno preso corpo miriadi di altre risposte subnazionali e locali, che hanno reso il quadro molto variegato.

Migrazione economica e contratto di...

Calafà Laura
Il Mulino 2013

In libreria in 5 giorni

20,00 €
Confine è la rappresentazione del "solco", la forma della sovranità dello Stato nazione nato dalla disgregazione degli imperi coloniali, chiuso all'interno di frontiere proprie. Confine ha molte connotazioni; con riguardo alla migrazione economica è l'altra faccia del movimento o, se si preferisce, della mobilità e può essere tradotto in istituti giuridici diversi. È al paradigma del confine come metafora della barriera che s'ispira questa ricerca, sviluppando le suggestioni di segno opposto alla virtuosa relazione tra cittadinanza e lavoro, a livello dell'Unione europea e a livello nazionale. Il tema trattato rende evidente che le questioni lavoristiche classiche (il contratto di lavoro, il funzionamento del mercato della manodopera) non possono essere disgiunte dalla valutazione di contesto europeo di riferimento, non tanto e non solo per le trasposizioni di direttive più recenti da portare a sistema (direttiva rimpatri, sanzioni, permessi). Ma soprattutto perché la prima, concreta, fase d'influenza del diritto dell'Unione sul diritto nazionale in materia di migrazione per ragioni di lavoro può considerarsi aperta e consentirà di misurare l'impatto delle cosiddette "politiche di prossimità" elaborate a livello sovranazionale anche con il concorso dei governi nazionali che si sono succeduti dal 1999, anno delle Conclusioni di Tampere, ad oggi.

La criminalizzazione...

Pisa University Press 2013

In libreria in 5 giorni

12,00 €
Il rapporto presenta i principali risultati di un'indagine sui processi e gli strumenti di criminalizzazione degli immigrati irregolari in particolare dopo i cd. pacchetti sicurezza del 2008, 2009 e 2011. L'intento principale è stato non tanto quello di analizzare la legislazione - di cui tuttavia si evidenziano i punti di tensione, e le vere e proprie incompatibilità, con i principi costituzionali ed il diritto sovranazionale ed internazionale -, quanto piuttosto quello di andare alla ricerca delle prassi quotidiane, non necessariamente formalizzate, delle agenzie del controllo, al fine di valutarle alla stregua di quegli stessi parametri (costituzionali, europei, internazionali). Nonostante la difficoltà di reperimento dei dati da fonti ufficiali, il rapporto cerca altresì di operare una stima dei costi di un sistema che, oltre a fattispecie criminose di cui è ormai evidente, per varie ragioni, il fallimento e quasi il collasso su se stesse, ruota intorno alla limitazione di libertà nei Centri di identificazione ed espulsione. Alcune proposte di azione, infine, punteggiano gli aspetti maggiormente meritevoli di considerazione critica.

Fuori controllo? Miti e realtà...

Colombo Asher
Il Mulino 2012

In libreria in 5 giorni

16,00 €
Invariabilmente liquidate dagli uni come lassiste, dagli altri come liberticide, in Italia le misure di controllo dell'immigrazione sono oggetto di opposte mitologie a fini di battaglia politica. Ma dalla Turco-Napolitano alla Bossi-Fini c'è stata, di fatto, una sostanziale continuità nella gestione dell'immigrazione, affidata soprattutto a sanatorie che sono prassi generalizzata anche nel resto d'Europa. La novità maggiore degli ultimi anni l'introduzione del reato di ingresso e permanenza illegale - ha prodotto effetti perversi, contrastanti con quelli sbandierati: la capacità di allontanare gli stranieri irregolari si è ridotta anziché crescere, e per la prima volta esiste il rischio di un'immigrazione che non può essere né sanata, come in passato, né espulsa. Per ottenere risultati migliori sarebbe bastato agire sul lavoro nero, che invece non è mai stato veramente aggredito. Basato su informazioni e dati largamente inediti, il libro ricostruisce l'intera vicenda - compresi gli sbarchi seguiti alle recenti crisi nordafricane - in maniera documentata e finalmente libera da pregiudizi ideologici.

Clandestinità (e altri errori di...

Borgna Paolo
Laterza 2011

In libreria in 5 giorni

12,00 €
Sono le piccole storie che ci fanno capire come sta volgendo la Storia. E sono piccole storie di cittadini stranieri (la badante, lo schiavista di baby pusher, il giardiniere irregolare, la ragazza sfruttata) quelle che Paolo Borgna racconta. Attraverso di loro si capisce perché l'Italia non ha saputo inviare, a partire dai primi anni '90 il messaggio preciso di cui c'era bisogno: "vogliamo essere un Paese d'accoglienza e allo stesso tempo garantire che l'immigrazione non provochi il degrado dei diritti, delle regole, dei servizi sociali della nostra comunità. Promuoveremo la massima espansione dei diritti a chi cerca in Italia nuove opportunità di crescita, di lavoro e di speranze per sé e i propri figli. Affinchè ciò sia possibile, saremo intransigenti contro la criminalità: che è il primo nemico dell'immigrazione e dell'interazione tra culture diverse. La nostra politica e il nostro sistema giudiziario non sono state all'altezza di questa sfida. Abbiamo detto e fatto cose contraddittorie: formulato proclami che si afflosciavano alla prima prova; minacciato sanzioni esagerate che avevano la credibilità di grida manzoniane. Abbiamo mostrato la faccia feroce e spaventato i deboli e i timorosi della legge e siamo stati deboli con i prevaricatori. Non abbiamo contrastato i criminali incalliti e poi ce la siamo presa con i lavavetri". Siamo ancora in tempo a rimediare. Possiamo prosciugare la palude che produce clandestinità sostiene Borgna - sottraendovi tutti i casi di irregolarità.