Teologia ebraica

Filtri attivi

La presenza di Dio nella storia....

Fackenheim Emil L.
Queriniana 2019

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Emil Fackenheim ha vissuto in prima persona, da ebreo, il dramma del XX secolo in tutta la sua terribile profondità. Mai come allora si è rivelata la volontà esplicita e scientifica di annientare l'uomo ebreo e, perciò, l'uomo tout-court. Per moltissimi, ancor oggi, Auschwitz e la Shoah sono un semplice episodio nella storia europea: un episodio che, per quanto triste e umiliante per la "cultura cristiana", appartiene irrimediabilmente al passato. Quando ai cristiani stessi, il più delle volte questo dramma non ha posto un vero problema alla loro fede in Dio. Non è stato così per svariati filosofi e teologi ebrei, i quali hanno sviluppato una vera e propria "teologia dell'Olocausto": questo saggio impressionante di Fackenheim ne è uno dei testi più significativi. Introduzione all'edizione italiana di Cornelis A. RijK, «Il lettore cristiano apprenderà qui a discernere meglio i segni della presenza divina nella storia. Al tempo stesso, la coscienza della storicità della fede contribuirà in lui a sviluppare un maggiore senso di responsabilità verso la storia».

Apocrifi dell'Antico Testamento

Sacchi P. (cur.)
UTET 2013

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Secondo una tradizione antichissima, il male ebbe origine quando tra gli uomini nacquero "ragazze belle di aspetto", e "gli angeli, figli del cielo, le videro e se ne innamorarono". Da quel momento, con la discesa degli angeli e la loro unione con gli esseri umani, il peccato si diffuse su tutta la Terra. Questo mito delle origini, non incluso nel canone della Bibbia, è raccontato in uno dei testi attribuiti al patriarca Enoc in cui si intrecciano profonde riflessioni sul male e sul rapporto dell'uomo con Dio, scandagliate dagli ebrei fin dal tempo del travagliato esilio babilonese. Non è un caso isolato. È da versioni parallele di tal fatta che fiorirono rami secondari e dimenticati della tradizione biblica, specchio della varietà d'idee che serpeggiava nella Palestina del giudaismo precristiano: visioni teologiche alternative, spesso apertamente confliggenti con le posizioni ufficiali, che approdano fino al II secolo d.C, ponendo le basi delle comunità protocristiane. Composizioni come le "apocalissi", i testamenti di patriarchi e le raccolte di proverbi e salmi si mescolano, sotto strati di secoli, a immaginifici miti e compilazioni cosmogoniche, fino a perdersi nel tempo e scomparire sotto i colpi dell'ortodossia. Fu così che gli Apocrifi dell'Antico Testamento - qui raccolti in un nucleo di testi significativi, mai tradotti prima in italiano - furono trascurati per millenni e rivalutati nella loro importanza cruciale solo dopo i rinvenimenti di Qumran.

Apocalisse ebraica. Libro della...

Mimesis 2012

Disponibile in 3 giorni

3,90 €
"Ed ecco, fece piovere acque nere, ed erano tenebrose più di tutte le acque precedenti ed era mescolato a loro fuoco e dove quelle acque scendevano facevano distruzione e perdizione..." Il Libro della rivelazione di Baruc, figlio di Neria, tradotto dal greco in siriaco, scritto a ridosso della caduta di Gerusalemme (70 d.C), si interroga sul senso di questo evento e, come sempre, il passato diviene la chiave per comprendere il presente e gli eventi futuri che incombono. Il racconto della distruzione della città è interpretato e teologicamente ripensato: si tratta di una visione complessa, affascinante e inquietante che Baruc, testimone eletto da Dio, narra dischiudendo, col linguaggio potente delle immagini, il significato della sofferenza, del male e della sua espiazione.

Qumran. Correnti del pensiero...

Ibba Giovanni
Carocci 2007

Disponibile in 5 giorni

13,60 €
Il libro illustra le principali correnti di pensiero circolate all'interno dei gruppi di fedeli che si sono stabiliti nei pressi di Qumran. I grandi temi del pensiero giudaico che emergono dai manoscritti rinvenuti nelle grotte a partire dal 1947 - che possono essere stati elaborati in buona parte anche prima della formazione delle comunità insediatesi nelle zone del Mar Morto sono quelli dell'origine del male e dell'ingiustizia, dell'escatologia e del patto. L'attenzione alle diverse forme di preghiera presenti nei testi arricchisce e completa la ricostruzione storica degli aspetti fondamentali del pensiero giudaico presente a Qumran.

La via di Dio. Ediz. ebraica e...

Luzzatto Moshe Chaim
eUniversity 2018

Non disponibile

43,96 €
Questo testo è una delle rare introduzioni alla teosofia ebraica, nonché un valido prerequisito per lo studio della Kabbalah. Tra le varie cose, spiega l'esistenza del Creatore, lo scopo della creazione, l'uomo e le sue parti componenti, il libero arbitrio, la provvidenza, i reami spirituali, la teurgia, la profezia, i ministri divini, la preghiera, le cerimonie e le solennità festive.

138 aperture di saggezza. Ediz....

Luzzatto Moshe Chaim
eUniversity 2018

Non disponibile

59,96 €
Il testo è stato scritto dal Ramchal come il gradino finale di una scala d'iniziazione nella saggezza kabbalistica che comincia con Derech Ha-Shem ('La via di Dio') e Da'as Tevunos ('Il cuore che sa'). Le '138 aperture di saggezza' sono considerate dai principali studiosi come l'esposizione classica del sistema kabbalistico teosofico, che fornisce allo studente tutti i concetti e la comprensione necessari per studiare e trovare il significato dello Zohar, degli scritti dell'ARI (Isaac Luria) e di altra letteratura kabbalistica.

Moreh Nevuchim. The guide for the...

Maimonides Moses; Del Tin F. (cur.)
eUniversity 2018

Non disponibile

29,47 €
"The Guide for the Perplexed is the literary masterpiece of Moses Maimonides, who is considered the greatest Jewish thinker of all time. It compares the rationalism of Aristotle's philosophy from medieval scholars to Christian theologians in order to disclose the sublime mysteries of the divine. Maimonides represents the most wealthy vein of the Merkava school - the school of the prophets devoted to the techniques of ascension into the Holy Chariot of God. The teachings contained in the Guide for the Perplexed were widely used and further developed by many personalities, such as Abraham Abulafia

Le seicentotredici mitzvòt

Moise Levy Editore 2017

Non disponibile

19,00 €
Le "mitzvòt-i precetti" hanno per gli ebrei un'importanza che supera la pura dimostrazione di obbedienza al volere divino. L'attaccamento con il quale da sempre hanno cercato di attuarli nel modo più corretto e scrupoloso, nonostante le innumerevoli difficoltà contingenti, sta a dimostrare che a essi è collegato un insieme di significati sia per il singolo come credente che per il pubblico come società. Questo libro contiene un sommario elenco di tutti i 613 precetti, sia suddivisi per argomenti, così come raccolti da Rambam, sia nel loro ordine di comparsa nella Torah, con l'indicazione di quelli ancora attuali al giorno d'oggi. Ognuno di essi è accompagnato da contrassegni che indicano lo specifico campo di applicazione e dalle indicazioni delle fonti per l'approfondimento. A completamento, il libro contiene anche delle appendici. La speranza è che l'opportunità di disporre di una rapida guida sui comandi del Signore possa indurre quante più persone possibile, non solo gli ebrei, a comprendere che solo seguendo la "ricetta" di vita e convivenza sociale prescritta dal Signore l'umanità ha la concreta speranza di poter conseguire un miglioramento del mondo.

Diario noachide. Un non-ebreo ai...

Fontana Raniero
Gabrielli Editori 2015

Non disponibile

15,50 €
Il Diario è un ritratto di cosmi umani e intellettuali diversi, offre una panoramica suggestiva sulla cultura ebraica, sulla situazione sociale e politica in Israele, sul rapporto tra ebrei e non-ebrei, sullo stato del dialogo ebraico-cristiano. Un ritratto non-convenzionale, limpido e acuto, come sottolinea nell'intensa prefazione il prof. Ariel Rathaus, docente di Letteratura italiana all'Università Ebraica di Gerusalemme. Raniero Fontana è un teologo cristiano che è stato allievo, fatto pressoché unico, di una scuola talmudica in Israele, e ricercatore al Centro Ratisbonne a Gerusalemme (il luogo in cui i cristiani insegnavano le Scritture in ebraico ad altri cristiani, il cuore del dialogo ebraico-cristiano) dove teologi, sacerdoti e laici di ogni confessione cristiana studiavano i testi della tradizione d'Israele.

Teologia ebraica. Una mappatura

Giuliani Massimo
Morcelliana 2014

Non disponibile

20,00 €
Sotto il nome di Teologia ebraica si raccolgono le fila dei molteplici percorsi che nella storia del popolo ebraico hanno sviluppato idee, dottrine e credenze in senso lato "teologiche", i cui tratti divengono più chiari in età moderna e contemporanea. L'a

I dieci comandamenti e la teologia...

Liuzzi Marco
Edizioni del Faro 2014

Non disponibile

13,00 €
Questo libro contiene una discussione delle teorie sulla creazione, il bene e il male, quali ci vengono presentate dalla tradizione mistica ebraica. Si tratta di un insieme di conoscenze le quali appaiono spesso, a chi vi si accosta, di non facile comprensione. In questo libro, ne proponiamo al lettore una chiave di interpretazione basata su un linguaggio psicologico moderno. L'analisi teologica di questo libro, costituisce, per l'autore, un proseguimento dello studio contenuto in "Scintille". Il libro, inizia con un esame dei dieci comandamenti, i quali vengono posti in relazione con le Sefirot, le "Emanazioni Divine" della Cabbala. Vengono quindi considerati i concetti fondamentali della teologia della Cabbala sulla creazione del mondo: lo tzimtzum (la "contrazione"), la "rottura dei vasi", causata dalla disposizione delle Sefirot "ad Iggulim" ("a cerchi"), la nuova creazione delle Sefirot secondo lo schema dell'albero della Cabbala. Le teorie sul bene e sul male, e il compito dell'uomo di "riparazione del mondo", vengono quindi interpretate e commentate in un linguaggio psicologico moderno il quale si basa sugli studi pubblicati da Alice Miller.

Metafisica e storia della...

Muzj M. G. (cur.)
Vita e Pensiero 2013

Non disponibile

17,00 €
La riscoperta del linguaggio simbolico nella teologia cattolica è iniziata con i grandi studi di esegesi patristica e di liturgia del Novecento, subito accompagnati da quelli dedicati alle radici giudaiche della prima formulazione della fede cristiana. Nel

Parola e terra. Per una teologia...

Di Sante Carmine
Cittadella 2011

Non disponibile

19,50 €
Bibbia e filosofia, Gerusalemme e Atene: di questi due universi concettuali, senza i quali non si comprenderebbe nulla della cultura occidentale, il primo è quello più rimosso e ignorato a causa dell'antigiudaismo cristiano e soprattutto a causa del fenomeno della "ellenizzazione" che ha letto le scritture ebraiche con il logos greco. Proponendo una "teologia dell'ebraismo", come vuole il sottotitolo del saggio, l'autore di queste pagine individua nel concetto di "natura" la forza seducente dell'ellenizzazione e restituisce priorità alla categoria biblica dell'alleanza o relazione di alterità irriducibilmente altra: "Relazione di alterità è quella che disegna tra Dio e l'uomo un genere di rapporto dove l'iniziativa divina ha il carattere di chiamata e il suo effetto è il sorgere davanti a Dio dell'uomo non come sua partecipazione ma come suo interlocutore, come interpellato a dare una risposta. Così l'uomo [...] viene promosso a partner di Dio, che gli affida la cura del mondo, a luogo-tenente di Dio, che lo incarica del buon governo della creazione." (dalla Presentazione di Armido Rizzi)

Grammatica dei tempi messianici

Di Cesare Donatella
Giuntina 2011

Non disponibile

8,00 €
I costruttori della torre di Babele volevano assicurarsi fama eterna, garantirsi eternità, farsi un nome. Ma dovevano rivelarsi tanto poco padroni del tempo quanto del linguaggio. Come finirà allora la sfida del loro nome contro il Nome di Dio? Potrà la diaspora delle lingue trovare nei tempi messianici la via della redenzione? Seguendo il filo dell'ermeneutica ebraica questo libro ricostruisce, con il ritmo avvincente di un racconto, le profezie sull'istante messianico che segnerà la fine. Nell'unisono con cui verrà invocato, sarà il Nome di Dio a irrompere nella storia per sovvertirla, a invertire il tempo nell'eternità. Nel doppio futuro di Dio - "Sarò colui che sarò" (Es 3, 14) - affiora il nesso tra linguaggio e redenzione. Vocativo assoluto, Parola dell'incontro, Nome della speranza messianica, il Tetragramma è la possibilità di oltrepassare il tempo nel tempo, di fare della memoria l'inizio della redenzione. Sarà il Nome a porre il sigillo della fine.

Le ali della Torah. Commenti...

Jiménez Hernandez Emiliano
Chirico 2010

Non disponibile

11,00 €
"Ascoltare la Torah, e in concreto il Decalogo, non significa porsi davanti a un codice per esaminarlo freddamente, ma penetrare nella corrente vitale che sgorga dalla Scrittura e che, attraverso i secoli, arriva fino a noi. Una cosa è l'atteggiamento dell'esegesi critica, che si pone davanti al testo e lo esamina dal punto di vista filologico, testuale, storico, archeologico, strutturale. Cosa ben diversa è l'atteggiamento di chi si colloca al di sotto del testo biblico, lasciando che il testo gli parli con la sua inesauribile ricchezza. Questo è l'atteggiamento dei rabbini, i cui commenti ho raccolto."

Grammatica dei tempi messianici

Di Cesare Donatella
AlboVersorio 2008

Non disponibile

12,00 €
I costruttori della torre di Babele volevano assicurarsi fama eterna, garantirsi eternità, farsi un nome. Ma dovevano rivelarsi tanto poco padroni del tempo quanto del linguaggio. Come finirà allora la sfida del loro nome contro il Nome di Dio? Potrà la di

I passi del messia. Per una...

Cassuto Morselli Marco
Marietti 2007

Non disponibile

15,00 €
Nell'Ottocento e nel Novecento alcuni ebrei hanno iniziato a studiare il cristianesimo. Attraverso dieci capitoli dedicati rispettivamente a E. Benamozegh, A. Pallière, J. Klausner, J. Isaac, I. Zoller, F. Rosenzweig, G. Scholem, A. Chouraqui, L. Askénazi e J. Taubes, vengono affrontati i principali aspetti problematici del rapporto tra ebraismo e cristianesimo e si inizia a delineare una teologia ebraica del cristianesimo. L'ipotesi di lavoro è che non già la conversione degli ebrei, ma la teshuvah dei cristiani costituisca il preludio della venuta, o del ritorno, del Messia d'Israele e dell'Umanità. Tra il sì e il no si apre lo spazio di un forse. Coloro che hanno testimoniato un Messia contro Israele sapranno trasformare la loro testimonianza e renderla fedele alla verità delle sue origini? Dalla risposta a questa domanda dipende che le potenzialità messianiche nascoste nel cristianesimo si realizzino e che il Regno del Messia si riveli.

Apocrifi dell'Antico Testamento

Sacchi P. (cur.)
UTET 2006

Non disponibile

27,80 €
L'opera, suddivisa in due volumi e curata da Paolo Sacchi, comprende: Storie e massime di Achicar, Il Terzo Libro di Ezra, il Libro dei Giubilei, il Libro di Enoch, Frammenti aramaici di Enoc, i Testamenti dei dodici Patriarchi figli di Giobbe, i Salmi di Salomone, l'Apocalisse siriaca di Baruc, il Quarto libro di Eza, l'Apocalisse di Mosè e vita di Adamo ed Eva, il Libro dei segreti di Enoc. Questi apocrifi sono lo specchio della varietà di idee che serpeggiava nella Palestina del giudaismo precristiano. Essi rispecchiano sempre la problematica del giudaismo: il rapporto tra la libertà dell'uomo e la libertà di Dio, il problema della predestinazione, il problema del salvatore, quale sarà il metro con cui Dio giudicherà gli uomini, quale sarà il destino dei pagani, quale sia la funzione del tempio.