Elezioni e referendum

Active filters

2 giugno 1946. Storia di un referendum

Fornaro Federico
Bollati Boringhieri

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Il 2-3 giugno 1946 con il voto della maggioranza degli italiani nel referendum istituzionale l'Italia passò dalla monarchia alla repubblica, concludendo una lunga transizione dal fascismo alla democrazia, iniziata il 25 luglio 1943. Per la prima volta nella storia d'Italia le donne poterono votare al pari degli uomini e ventuno di loro furono elette all'Assemblea Costituente. Come ha scritto Piero Calamandrei: «Mai nella storia è avvenuto, né mai ancora avverrà che una repubblica sia stata proclamata per libera scelta di popolo mentre era ancora sul trono il re». Dalla dittatura alla repubblica: si tratta di una fase complessa e contraddittoria, che qui viene riletta alla luce del dibattito sulla questione istituzionale e del controverso approdo alla scelta referendaria, oltre che analizzando la competizione tra gli alleati inglesi e americani per l'egemonia sul Mediterraneo. Regno del Sud e Resistenza convissero fino alla Liberazione, in un dualismo destinato ad alimentare la tesi secondo cui si sarebbe potuto fare di più e meglio per garantire una reale discontinuità con gli apparati burocratici e amministrativi del vecchio regime fascista. Ma il radicale rinnovamento dello stato fu frenato dalle forze della conservazione, largamente compromesse con il fascismo e, soprattutto, dal delinearsi all'orizzonte della guerra fredda e della competizione globale tra Stati Uniti e Unione Sovietica.

I segreti dell'urna. Storie,...

Diamanti Giovanni
UTET

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Da Sun Tzu a Donald Trump, un trattato per capire la strategia delle campagne elettorali, e quindi una guida per comprendere la politica di oggi. La storica campagna elettorale di Obama nel 2008, il tentativo di Veltroni di imitarne la strategia, gli slogan a effetto e le promesse roboanti di Silvio Berlusconi, le accuse e gli sberleffi di Trump contro i suoi avversari, la costruzione dell'immagine di politico vicino alla gente di Matteo Salvini: negli ultimi anni, candidati di ogni nazionalità e schieramento hanno usato sempre più gli strumenti del marketing e della pubblicità, i dati demoscopici di analisti specializzati in targettizzazioni, i consigli di coach esperti di tv e guru del mondo digitale. Tutto per ottenere il maggior numero di consensi. Ma cosa rende una campagna elettorale un successo? Come si vincono le elezioni oggi? Facendoci entrare per la prima volta in una war room, il luogo dove spin doctor, politici, sondaggisti limano e discutono le strategie elettorali giorno dopo giorno, Giovanni Diamanti, professionista della comunicazione politica, ci mostra gli ingranaggi di un macchinario che non è soltanto fatto di trovate mediatiche e intuizioni propagandistiche. Si scopre, infatti, che i segreti per uscire vittoriosi dall'urna non sono molto differenti da quelli con cui Sun Tzu insegnava l'arte della guerra o con cui il generale von Clausewitz istruiva l'esercito prussiano. Tutto è frutto di un'attenta analisi e pianificazione, tutto è coerente con le scelte di fondo: dalla grafica esibita sui manifesti che tappezzeranno le città, al tono con cui polemizzare in un dibattito, dal modo per esaltare i pregi del proprio messaggio a come gestire le aspettative. La corsa al voto non appare così come un semplice bombardamento di promesse che l'elettorato subisce passivamente, ma un'arte raffinata e complessa di cui possiamo e dobbiamo conoscere l'intimo funzionamento per comprendere la politica di oggi.

USA 2020. Tracce storico-politiche...

Della Porta Raffo Mauro
Ares

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
Davvero il 3 novembre 2020 sarà eletto il Presidente degli Stati Uniti d'America? Ovviamente no. In quella data verranno votati i Grandi Elettori che il 14 del seguente dicembre effettivamente eleggeranno il Capo dello Stato USA. Ciò considerato, gli States sono la massima rappresentazione della democrazia? Un Paese nel quale i cittadini non votano direttamente per il loro Presidente ma delegano altri a farlo, lo è? È veramente il Capo dello Stato USA la persona più potente al mondo? Gerald Ford non lo pensava e ha detto che «l'unica cosa che può decidere da solo è quando andare al gabinetto!». Ma perché nel 2020 si vota il 3 novembre? E perché il Presidente verrà invece eletto il successivo 14 dicembre?

Elette ed eletti. Rappresentanza e...

Gabrielli Patrizia
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Da ormai diversi anni si è andato articolando un ampio dibattito e una ricca bibliografia sul gap di genere nella rappresentanza politica. Sono stati esaminati fattori, variabili e si è prestata attenzione agli stereotipi di genere. Questo volume, parte del più ampio progetto di ricerca Elette ed eletti. Rappresentanza e rappresentazioni di Genere nell'Italia Repubblicana, coordinato da Patrizia Gabrielli, realizzato dall'Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano, si inserisce nel dibattito nell'intento di promuovere ulteriori approfondimenti proprio a partire dallo studio dei significati che l'"universo semiotico" della politica attribuisce alle differenze di genere nello spazio pubblico. Sulla base di diverse ricerche sulle fonti a stampa e d'archivio, i saggi raccolti in questo volume esaminano le rappresentazioni sull'"uomo politico" e sulla "donna politica" nei primi vent'anni dell'Italia repubblicana e offrono un panorama su spazi, periodizzazioni e traiettorie diverse assunte dalla rappresentanza di genere in alcuni paesi europei e negli Stati Uniti d'America. Il tema è affrontato problematicamente al fine di offrire strumenti di riflessione sulla rappresentanza e sulle pratiche discorsive che la definiscono.

M'imbuco a Sambuco!

Bosso Massimo
Youcanprint

Non disponibile

24,90 €
Il Piemonte è la regione più ricca di comuni con meno di mille abitanti: dopo la riforma del 1993, in questi enti non servono firme per presentare liste alle elezioni amministrative. Vari soggetti hanno sfruttato l'opportunità: alcuni partiti - soprattutto di destra - hanno cercato a lungo di radicarsi presentando candidature qua e là, a volte con poca logica; in terra piemontese, poi, personaggi in cerca di visibilità si sono specializzati nel partecipare con costanza alle elezioni nei comuni minori. A volte si è esagerato: nel 2000 a Vistrorio si contarono sette aspiranti sindaci (per 436 aventi diritto al voto) e altrettanti furono nel 2005 a Isolabella e nel 2011 a Castelletto Cervo (rispettivamente 339 e 727 elettori); nel 2007 a Sambuco le uniche due liste erano del tutto estranee al comune. Altre volte si è presentata una seconda lista "di comodo" per non doversi preoccupare di quante persone avrebbero deciso di non recarsi al seggio. Il libro di Massimo Bosso e Gabriele Maestri accompagna il lettore in un viaggio alla scoperta di uno degli angoli più interessanti della microItalia che vota, ricco di contraddizioni, controversie, soluzioni discutibili e colpi di genio.

Netanyahu re senza trono. Vincere...

De Girolamo Alfredo
Thedotcompany

Non disponibile

11,90 €
Il racconto del clima politico prima e dopo le recenti elezioni e un'analisi in tempo reale del fallito tentativo di Netanyahu di formare un governo. E così in Israele è impasse. Per la prima volta nella sua storia il Paese è chiamato due volte al voto nello stesso anno e, come per le precedenti tornate, si tratterà di un altro referendum pro o contro Netanyahu, il leader della destra populista. Lui che, cavalcando verso l'incoronazione dopo il voto che ha sancito la débâcle di una sinistra entrata ormai in profonda crisi, ha finito per attorcigliarsi nella trattativa di coalizione, rinviando all'autunno l'eventuale suo quinto mandato da Premier.

I sistemi elettorali del voto...

Brocchini Roberto
Youcanprint

Non disponibile

10,00 €
Il sistema elettorale del voto singolo trasferibile ha come prerogativa fondamentale di attribuire all'elettore la più ampia facoltà di scelta dei rappresentanti politici limitando il potere dei partiti nella selezione e controllo delle candidature. Inoltre, garantisce un elevato livello di proporzionalità, riducendo il cosiddetto voto sprecato (waste vote) per il suo particolare meccanismo di trasferimento dei voti eccedenti (surplus). L'obiettivo di questo lavoro è di verificare, dal punto di vista empirico, il livello effettivo di proporzionalità del voto singolo trasferibile e i suoi effetti sul sistema partitico e sulla stabilità governativa. Unici casi conosciuti a livello nazionale: Malta (l'Assemblea legislativa), Irlanda (Camera dei Rappresentanti) e Australia (il Senato). Verranno inoltre confrontati gli effetti del voto singolo trasferibile con quelli del voto alternativo (interessante variante di sistema maggioritario) applicato in Australia per l'elezione dei membri della Camera dei Rappresentanti.

La fiera delle vacche. Le elezioni...

Marucci Fabio
Prospettiva Editrice

Non disponibile

10,00 €
"Prendere a sassate i balconi del potere è per me una cosa irresistibile: l'ho sempre fatto, senza tuttavia sconfinare nell'irriverenza o nella fanghiglia di argomenti elaborati al solo scopo di screditare e demolire per il gusto di emergere o per l'ingordigia di fare cassa. Questa volta le esperienze di un giornalista di provincia si sono trasformate in un instant book dai tratti satirici. Ho raccontato quello che ho vissuto e che l'elettore medio forse neppure immagina. Qualcuno avrebbe voluto i nomi di questo o quel candidato, che non a caso ho omesso, concentrandomi invece sugli aspetti "sociologici", sicuramente più interessanti e stimolanti. Lascio a chi legge la facoltà di usare l'immaginazione e di fare le associazioni che ritiene più opportune. Non saranno certo queste poche pagine a confondere le idee o a condizionare l'opinione di chi tra l'altro si è già espresso. Stima e disistima sono concetti regolati da rapporti personali o da esperienze indirette che un capitolo di un libro non potrà mai scalfire."

I sistemi elettorali dal dopoguerra...

Becchi Paolo
Key Editore

Non disponibile

12,50 €
Alle elezioni politiche 2018 il popolo italiano andrà a votare con la nuova legge elettorale denominata Rosatellum. Questo nuovo libro di Paolo Becchi e Giuseppe Palma, oltre a presentare i sistemi elettorali susseguitisi in Italia dal dopoguerra in avanti, fino al Rosatellum, analizza sia le leggi uscite dalle due sentenze della Corte costituzionale, vale a dire la num. 1/2014 e la num. 35/2017 (Consultellum e Legalicum), sia quel modello tedesco "all'italiana" - frutto di un iniziale accordo tra i maggiori gruppi parlamentari - arenatosi a Montecitorio nel mese di giugno di quest'anno. Per quanto riguarda il Rosatellum, oltre a spiegare nel dettaglio i meccanismi della nuova legge elettorale e le istruzioni di voto, Becchi e Palma evidenziano anche i profili di incostituzionalità della stessa. Un vero e proprio vademecum utile all'elettore per comprendere non solo come si dovrà votare senza commettere errori, ma soprattutto quali saranno gli effetti del voto e le gravi criticità connesse ai meccanismi disegnati dalla nuova legge elettorale.

La segretezza del voto, garanzia di...

Rospi Mimma
Il Campano

Non disponibile

28,00 €
Ragionando sull'evoluzione corrente della democrazia e per il tramite del focus della segretezza del voto, le democrazie analizzate sembrano poter essere ricondotte graficamente ad un triangolo. I lati che si immagina di inserire come criteri di indagine sono: la segretezza del voto, il principio della partecipazione democratica e il principio di pubblicità e trasparenza. È interessante capire quale sia il corretto bilanciamento tra le dimensioni da riconoscere a ciascuno dei lati-principi, per comprendere quale possa essere lo stadio di assestamento delle democrazie attuali. La fase evolutiva della democrazia che si sta vivendo impone di verificare, per il tramite degli «interrogativi sul significato del voto segreto», «dove siamo in termini di democrazia», al fine di comprendere quale sia il grado di assestamento dei tre lati del triangolo.

Lotta politica ed élites...

Polistampa

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Il volume racconta una parentesi poco conosciuta della storia delle elezioni amministrative a Firenze: vicende di notabili, movimenti e partiti dal 1889 - anno in cui il Sindaco, prima nominato dal Re, venne votato per la prima volta dal Consiglio comunale - fino al 1926, quando il fascismo sostituì al Sindaco elettivo il Podestà, nominato, e al Consiglio comunale una Consulta municipale non elettiva. Una ricerca basata su fonti archivistiche e giornalistiche, di indubbio interesse per ricostruire pagine non conosciute della storia della città fra Otto e Novecento. Saggi di Salvatore Cingari, Francesco Fusi, Sheyla Moroni.

San Giuseppe Vesuviano. Le elezioni...

Ambrosio Gennaro
Il Quaderno Edizioni

Non disponibile

20,00 €
Con questa pubblicazione, grazie all'esperienza di un amministratore locale, si dà voce ed identità ad una fase storica della nostra città e un ulteriore contributo al patrimonio storico, culturale, politico e sociale di San Giuseppe Vesuviano, che è il presupposto indispensabile per generare sviluppo, civiltà e progresso.Attraverso questo lavoro, anche i più giovani saranno in grado di conoscere il nome dei sindaci, che hanno amministrato San Giuseppe Vesuviano dal 1946 al 2018, ed inoltre, avranno l'occasione di conoscere i nomi dei componenti le Giunte comunali, i consiglieri eletti, i partiti o liste civiche che hanno partecipato alle numerose elezioni, i voti di preferenza ottenuti da ogni candidato e come si è sviluppato il territorio sul piano politico-amministrativo, urbanistico, sociale e culturale, nella consapevolezza di essere ricchi di una storia e una tradizione che ha interessato un'intera collettività.

Al voto. Riflessioni...

Panizza Saulle
La Vela (Viareggio)

Disponibile in libreria in 3 giorni

9,00 €
Alla domanda "a che serve votare?", che molti pongono, qui si prova a rispondere soppesando cosa lasciamo sul piatto della bilancia, in termini di rinunce, come conseguenza dell'astensione. Soprattutto quando si eleggono i rappresentanti nelle istituzioni, ai diversi livelli, ogni volta si rinnova un segmento del circuito democratico, e questo accade indipendentemente da quanti elettori eserciteranno il diritto-dovere di voto. Chi non si reca alle urne non partecipa, elargisce un peso specifico maggiore ad altri nelle scelte e affievolisce la legittimazione delle istituzioni.

Il voto del cambiamento. Le...

Chiaromonte
Il Mulino

Non disponibile

25,00 €
Al gruppo di ricercatori riunito su iniziativa del Centro Italiano di Studi Elettorali (CISE) si deve questa approfondita analisi delle elezioni politiche del marzo 2018. Dopo un'introduzione sugli eventi politici che fanno da retroterra alle elezioni e sulla definizione dell'offerta politica, segue una serie di contributi più specifici sulla campagna elettorale, sulle strategie di competizione dei partiti, sui risultati di voto e sui flussi elettorali, sull'impatto della riforma elettorale, sugli eletti, nonché sull'evoluzione del sistema partitico. Viene così fornita un'interpretazione di ampio respiro a un voto che si è connotato soprattutto per il «cambiamento», da cui sono usciti vincitori - e successivamente protagonisti al governo - due partiti (Lega e M5s) che segnano una cesura nel panorama politico italiano dell'ultimo decennio.

Il popolo e i suoi rappresentanti

Cassese Sabino
Storia e Letteratura

Disponibile in libreria in 3 giorni

9,00 €
Democrazia, rappresentanza, elezione, sovranità popolare. Quattro concetti 'abusati' di cui Sabino Cassese traccia una rapida genealogia, concentrandosi in particolare su quello di rappresentanza. L'elezione serve a rappresentare la volontà popolare o è «designazione di capacità»? Chi valuterà le capacità del rappresentante e secondo quali criteri? La crisi dei partiti e la loro scarsa democrazia interna sono alcune delle ragioni delle attuali difficoltà della rappresentanza e della sfiducia verso la politica. Con in appendice pagine da Vittorio Emanuele Orlando, Silvio Spaventa, Sidney Sonnino, Giovanni Giolitti e Benedetto Croce.

La società nelle urne. Strategie...

Lombardo Carmelo
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

33,00 €
Quale società è emersa dalle urne all'indomani dei risultati elettorali del 4 marzo 2018? Il volume cerca di fare il punto su questo difficile interrogativo, presentando riflessioni in un'ottica di sociologia elettorale e analisi di dati rilevanti a livello territoriale, per poi restituire i risultati di un'indagine sulla campagna elettorale nel sistema mediale ibrido, sulle innovazioni e sulle tendenze rintracciabili nell'ambiente mainstream, in quello social e nei rimandi tra l'uno e l'altro.

E-lettori. I risultati di una web...

Faggiano
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 5 giorni

27,00 €
Di fronte alle nuove fratture sociali, a un'offerta politica e a un clima d'opinione radicalmente mutati, a un sistema mediale sempre più complesso e condizionato dalla Rete, il volume si pone l'obiettivo di testare e adattare strumenti di indagine al fine di un loro utilizzo ripetuto nel tempo e si domanda quali cambiamenti siano intervenuti nell'elettorato italiano nell'ultimo decennio. Rispetto ai numerosi target elettorali emersi, sempre più sfuggenti e magmatici, si ricostruisce un identikit dettagliato sul piano sociologico, isolando i fattori connessi con la scelta di voto/non voto, nonché con le diverse forme di partecipazione politica. Lo studio degli atteggiamenti, tra i quali spiccano un risentimento profondo e trasversale verso i "politici" e una sfiducia dilagante verso le istituzioni, ha consentito di formulare risposte pertinenti a interrogativi complessi: cosa origina tali sentimenti sociali di segno negativo? Quali sono gli scenari futuri? Quali i rischi? Quali le possibili soluzioni?

Un territorio inesplorato. Le...

Ceccarini Luigi
Maggioli Editore

Non disponibile

28,00 €
Le elezioni del 4 marzo 2018 sono state un passaggio cruciale nell'evoluzione del sistema politico italiano: hanno segnato una netta discontinuità con il passato e dato avvio a una fase di incertezza che, a distanza ormai di quasi un anno, non sembra destinata a concludersi. Questo libro, al quale hanno contribuito alcuni tra i più attenti studiosi della realtà politica e sociale del nostro Paese, ci offre un quadro ampio e approfondito, collocando il voto del 4 marzo nel suo contesto nazionale e internazionale, esaminando la situazione delle diverse formazioni politiche, ricostruendo temi e strategie della campagna elettorale, analizzando i risultati e dando conto degli eventi che hanno condotto alla formazione del governo. Uno strumento per capire un evento destinato a segnare profondamente la nostra storia.

Codice delle leggi elettorali

Salberini Giuliano
Koinè Nuove Edizioni

Non disponibile

30,98 €
Il volume riporta tutte le disposizioni riguardanti i sei sistemi elettorali vigenti in Italia per l'elezione dei rappresentanti delle seguente istituzioni: Consiglio comunale, Consiglio provinciale, Consiglio regionale, Camera dei deputati, Senato della Repubblica, Parlamento Europeo. Nel libro trovano spazio anche tutte le leggi e le norme riguardanti il finanziamento pubblico dei partiti e la propaganda elettorale.

Stella e corona. Sogni, utopie e...

Galli Giorgio
Solfanelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
La storia di questi ultimi anni dimostra che, rispetto alle nobili intenzioni dei Costituenti, poste a fondamento della ritrovata democrazia, il sistema politico sta lentamente degenerando verso una deriva oligarchica, con la sostituzione di un'elite con un'altra, dal partito unico, all'unica congrega. Gli elettori sentono questo sistema come una campana rotta, per questo si allontanano sempre più dalle urne. Altro che "fatica del voto", la fatica è quella di sopportare l'evidente esproprio di sovranità popolare attuato con il Porcellum, senza che tale sacrificio abbia portato alcun beneficio. Con la scusa della "governabilità" tutta l'attenzione è dedicata alla messa a punto di nuovi meccanismi di trasformazione di voti in seggi, mirati unicamente alla conservazione del potere. Contro tale nefasta impostazione gli Autori hanno messo a punto delle linee guida, nella scia tracciata da Gianfranco Miglio, per ritornare sulla retta via della "democrazia rappresentativa" e riportare la sovranità al popolo, con una proposta innovativa di sistemi elettorali per il Parlamento e il Governo.

L'elezione del sindaco e del...

Mazza Roberto
EDK Editore

Non disponibile

48,00 €
Il volume, con taglio pratico ed operativo, illustra, nella loro sequenza temporale, tutte le operazioni da espletare per garantire il regolare svolgimento delle elezioni comunali, dalla convocazione dei comizi fino agli adempimenti post elettorali, puntualmente commentate e inquadrate nell'impianto normativo-giurisprudenziale, con i riferimenti alle circolari ministeriali e alla modulistica operativa. Nel descrivere l'indizione delle consultazioni elettorali, le operazioni per l'aggiornamento delle liste di sezione, le modalità di svolgimento della propaganda elettorale, le fasi, le procedure e la documentazione necessaria per la presentazione delle liste di candidati, le operazioni degli uffici elettorali di sezione, dalla costituzione del seggio sino alla proclamazione degli eletti, gli adempimenti post elettorali, sono stati approfonditi gli argomenti che suscitano i maggiori dubbi interpretativi per fornire uno strumento operativo ai responsabili degli uffici elettorali. Nel CD-ROM allegato sono riportati i modelli del volume.