Diritto elettorale

Filtri attivi

I sistemi elettorali...

Manfrellotti Raffaele
De Frede 2019

Non disponibile

22,00 €
L'ordinamento italiano ha conosciuto diverse fasi in cui la formula proporzionale si è alternata ad un meccanismo maggioritario, influenzando, in tale maniera, la complessiva struttura dei rapporti tra gli organi costituzionali e la stessa conformazione dei partiti politici. L'attuale fase, avviatasi a seguito delle elezioni politiche del marzo 2018, segna un momento di svolta che consente una riflessione sull'esperienza del bipolarismo maggioritario, probabilmente conclusa, e apre nuovi scenari. L'analisi di questo delicato tema richiede, comunque, per lo studioso di diritto costituzionale il costante confronto con i valori della Carta fondamentale e, in particolare, con la declinazione del principio democratico quale espressa dalla Decisione costituente del 1948.

Rappresentanza e forma di governo....

Manfrellotti Raffaele
De Frede 2018

Non disponibile

18,00 €
Il problema della rappresentanza è centrale negli ordinamenti democratici, rappresentando il più rilevante fattore di legittimazione della pubblica autorità. Ne deriva che il sistema partitico, e i meccanismi di traduzione del consenso in seno agli organi elettivi, costituisce un elemento strutturale fondamentale della forma di Governo. L'ordinamento italiano ha conosciuto diverse fasi in cui la formula proporzionale si è alternata ad un meccanismo maggioritario. L'attuale fase, avviatasi a seguito delle elezioni politiche del marzo 2018, segna un momento di svolta che consente una riflessione sull'esperienza del bipolarismo maggioritario, probabilmente conclusa, e apre nuovi scenari. L'analisi di questo delicato tema richiede, comunque, per lo studioso di diritto costituzionale il costante confronto con i valori della Carta fondamentale del 1948.

Il rilancio della riforma...

D'Andrea A. (cur.); Podetta M. (cur.)
Cacucci 2018

Non disponibile

15,00 €
"In che misura l'elezione degli organi parlamentari, vale a dire la selezione dei rappresentanti del corpo elettorale chiamati ad investire della fiducia il Governo che sarà nominato e che potrà operare nella pienezza dei suoi poteri solo a seguito di quella formale deliberazione, può essere collegata alla individuazione diretta ed immediata del Governo? La risposta a questo quesito assume una importanza decisiva allorché la forma di governo sia per scelta costituzionale di tipo parlamentare, lasciando da parte la complicazione nostrana che, come è noto, contempla due camere elettive tenute a condizionare la formazione e l'attività dell'Esecutivo." (Antonio D'Andrea)

Manuale pratico per l'ufficio...

Zuccotti Andrea; Coassin Umberto
Maggioli Editore 2018

Non disponibile

79,00 €
Il manuale è un'opera completa che tratta, in modo esauriente e con taglio operativo, tutte le tematiche di interesse sia per i responsabili che per gli operatori dei servizi demografici. Oltre ad affrontare, con approccio sistematico, le funzioni dell'ufficio, gli adempimenti e le scadenze, presenta un'ampia casistica di quesiti risolti, domande frequenti, citazioni giurisprudenziali e riferimenti normativi. La nuova edizione contiene tutti gli aggiornamenti alle novità introdotte dalla legge elettorale per la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica (legge n. 165/2017). Si tratta di importanti innovazioni che agiscono non solo nell'ambito specifico del sistema elettorale (nuova scheda elettorale; sistema misto maggioritario-proporzionale con turno unico; collegi plurinominali e collegi uninominali; pluricandidature; soglie di sbarramento; quote di genere), ma anche direttamente sull'operatività dei vari soggetti e organi coinvolti nel procedimento di organizzazione.

Regioni e rappresentanza politica....

Troisi Michele
Cacucci 2018

Non disponibile

16,00 €
"La teoria della rappresentanza politica, sul piano logico-concettuale, a sua volta sembra 'rappresentare', quasi come un gioco di riflessi caleidoscopici, una 'grandiosa costruzione intellettuale'. Si tratta certamente di una tematica complessa, probabilmente una di quelle categorie istituzionali 'di confine' che confermano, senza troppi infingimenti 'la prossimità del diritto costituzionale - più che ogni altra branca del diritto - alla politica'. Non a caso, nel trattare l'argomento, autorevoli studiosi hanno persino dubitato che il concetto di rappresentanza politica possa avere una qualche rilevanza giuridica, ritenendolo, più che altro, 'un problema di filosofia politica'." (Dal primo capitolo)

Incandidabilità e rappresentanza...

Mengozzi Marta
Aracne 2018

Non disponibile

10,00 €
Il volume analizza l'istituto dell'incandidabilità, recentemente tornato all'attenzione del dibattito scientifico e politico per l'estensione della sua portata realizzata dalla c.d. legge Severino, con la quale esso è giunto a toccare la rappresentanza politica nazionale. È proprio con riferimento all'applicazione di tale impedimento alle elezioni parlamentari che si pongono i problemi di maggior momento, relativi, in particolare, alla sua collocazione nel sistema costituzionale. Anche la controversa scelta della sua applicazione retroattiva interroga sulla natura di tale misura costituirà un importante terreno di confronto tra la Corte costituzionale e la Corte EDU.

Le elezioni europee e non solo. Il...

Caputo Marianna
Editoriale Scientifica 2018

Non disponibile

10,00 €
L'occasione delle prossime elezioni europee ha suggerito di analizzare e mettere in rilievo significativamente la ragion d'essere, storica e politica, nonché l'efficacia del processo di integrazione europea, al fine di porgere al lettore uno strumento in più per maturare un approccio consapevole, attento e illuminato, e pertanto libero, sulla propria appartenenza all'Unione europea.Qui si propone una lettura delle numerose fonti del diritto dell0ì'Unione europea, volta a sottolineare l'attenzione riservata dall'ordinamento europeo al singolo, ai suoi diritti e alle opportunità che gli sono riservate, operata alla luce dell'ideale che informa e che ha informato le scelte compiute tanti dai padri fondatori del processo di integrazione europea, quanto da coloro i quali hanno avuto il pregio e la responsabilità di plasmare lo sviluppo dell'integrazione.

Prime riflessioni sulla «storica»...

D'Amico M. (cur.); Catalano S. (cur.)
Franco Angeli 2014

Non disponibile

24,00 €
La legge 270 del 2005, nota anche come Porcellum, che disciplina le elezioni del Parlamento, è stata, sin dall'inizio, molto criticata. Tuttavia, tutti i tentativi di modifica per via politica, sia con referendum, sia in sede legislativa, non hanno avuto esito. I problemi di costituzionalità della legge sono stati, alla fine, evidenziati dalla Corte costituzionale che con la sentenza n. 1 del 2014 ha dichiarato illegittime le norme sul premio di maggioranza e sulle liste bloccate. Questo volume raccoglie le riflessioni frutto di due incontri di studio organizzati presso l'Università degli Studi di Milano nei quali si è ragionato sulle problematiche oggetto della decisione della Corte costituzionale e sui vincoli che da questa storica sentenza discendono.

Le evoluzioni della legislazione...

CEDAM 2012

Non disponibile

40,50 €
Il volume contiene gli atti del III Colloquio sulle trasformazioni istituzionali svoltosi a Roma, il 10 11 giugno 2010, nell'ambito dell'accordo di collaborazione a suo tempo sancito tra la Luiss Guido Carli di Roma e l'Università Niccolò Copernico di Torun. Il III Colloquio, che per la prima volta ha visto anche la partecipazione della Commissione europea per la Democrazia attraverso il Diritto ("Commissione di Venezia.), ha investito un argomento di primaria importanza negli ordinamenti europei: quello relativo alle evoluzioni della legislazione elettorale «di contorno» in Europa, intesa come il complesso delle norme che "accompagnano" le regole elettorali sulla trasformazione dei voti in seggi, incidendo su tematiche assai diversificate, quali quelle della disciplina dei partiti e del loro finanziamento, delle campagne elettorali, del diritto di elettorato attivo e passivo, delle regole sull'ineleggibilità ed incompatibilità, del conflitto di interessi, dell'amministrazione, del procedimento e del contenzioso elettorali.

Referendum elettorale e...

Morrone A. (cur.)
Bononia University Press 2012

Non disponibile

27,00 €
Gli Annali di Diritto costituzionale, diretti da Augusto Barbera e Andrea Morrone, hanno l'ambizione di riprendere e aggiornare una tradizione tipica degli studi giuridici: attraverso gli Annali, infatti, venivano raccolti sia la produzione scientifica dei ricercatori, sia i resoconti delle attività svolte nel corso dell'anno da gruppi di ricerca, Istituti, o intere Facoltà. La collana, dati i suoi contenuti, presenta quindi caratteristiche duttili, essendo finalizzata alla pubblicazione di: saggi monografici; raccolte di saggi e ricerche prodotti in occasione di seminari, convegni o conferenze scientifiche su temi di diritto costituzionale; note e cronache di attività di rilievo costituzionalistico. Il volume, dal titolo "Referendum elettorale e reviviscenza di norme abrogate", a cura di Andrea Morrone, discute della possibilità di realizzare la reviviscenza di disposizioni abrogate mediante un referendum popolare, come proposto da due richieste di referendum abrogativo, presentate nel 2011, aventi ad oggetto l'abrogazione della legge elettorale per l'elezione del Parlamento (c.d. "Porcellum" ), allo scopo di ottenere il ripristino dei collegi uninominali (c.d. "Mattarellum" ). Nella prima parte sono raccolti saggi e commenti sulla vicenda referendaria, nella seconda gli atti e la decisione relativi al giudizio di ammissibilità della Corte costituzionale.

I giudizi elettorali

Saitta Nazareno
Giuffrè 2010

Non disponibile

20,00 €
Il volume affronta le numerose problematiche sottese alla qualificazione giuridica del c.d. contenzioso elettorale, cercando anche di risolvere, sulla scorta della evoluzione giurisprudenziale, le questioni insorte nella pratica applicativa della legislazione in materia. Si evidenziano, inoltre, le novità introdotte dal Codice del processo amministrativo, che ha dato un primo assetto organico alla normativa di settore per quanto attiene al contenzioso affidato al giudice amministrativo completano la trattazione i giudizi di competenza del giudice ordinario.

La legge elettorale vigente

Cerutti Carlo
Nuova Cultura 2009

Non disponibile

8,00 €
Il volume tratta la riforma del sistema elettorale parlamentare promossa dalla legge 21 dicembre 2005, n. 270, recante "Modifiche alle norme per l'elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica". Esso è articolato in tre capitoli, dedicati, rispettivamente, a una nota introduttiva, alla riforma del sistema elettorale della Camera dei deputati promossa dalla L. 270/2005 e alla riforma del sistema elettorale del Senato della Repubblica promossa dalla L. 270/2005, nonché in un'appendice critica sulla disposizione più discussa di tale legge.

La legislazione elettorale in Italia

D'Alimonte R. (cur.); Fusaro C. (cur.)
Il Mulino 2008

Non disponibile

28,00 €
L'interruzione, dopo solo due anni, della XV legislatura ha confermato i seri problemi del nostro assetto politico-istituzionale, e in particolare i limiti del sistema elettorale. Nel contempo, ha mostrato una volta di più quanto sia difficile riformare la legislazione in vigore. L'aspro dibattito che ha accompagnato questa conclusione si è soffermato quasi esclusivamente sui vizi macroscopici della legge elettorale del 2005. Ma la legislazione elettorale non riguarda soltanto i meccanismi di trasformazione dei voti in seggi. Nel delineare un'agenda organica e completa di manutenzione della nostra legislazione elettorale, politologi e giuristi, tra i maggiori esperti italiani in materia, affrontano in questo volume una serie di temi cruciali per la funzionalità complessiva del sistema, come le primarie, le candidature, i criteri di (in)eleggibilità, le "quote rosa", le procedure - dal voto nella singola sezione elettorale alla proclamazione dei risultati -il voto per corrispondenza dall'estero, la disciplina della campagna elettorale, le spese elettorali e il loro finanziamento, la formazione dei gruppi parlamentari e la loro coerenza con il voto dei cittadini.

Il responsabile dell'ufficio...

Halley 2008

Non disponibile

28,00 €
L'art. 2, comma 30, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge Finanziaria 2008), ha istituito un nuovo assetto di competenze in materia di tenuta e revisione delle liste elettorali assegnando molti dei compiti della Commissione Elettorale Comunale al Responsabile dell'Ufficio elettorale. Il manuale rappresenta una "guida ragionata" per i funzionari che operano nell'ambito degli Uffici elettorali dei Comuni. Unitamente ad alcuni concetti teorici, fondamentali per capire i meccanismi dei procedimenti elettorali, il manuale propone la disamina dei procedimenti elettorali visti sotto l'aspetto eminentemente pratico.

Nel segreto dell'urna. Un'analisi...

Feltrin P. (cur.); Natale P. (cur.); Ricolfi L. (cur.)
UTET 2007

Non disponibile

15,00 €
Una campagna elettorale lunga e dai toni esasperati, uno scrutinio incerto fino all'ultimo, una vittoria (e una sconfitta) per un pugno di voti, polemiche su sospetti di brogli: le elezioni politiche del 2006 sono forse state le più drammatiche della nostra storia recente, paragonabili solo a quelle - altrettanto travagliate - di trent'anni prima (1976) e di trent'anni prima ancora (1948). Questo volume cerca di offrire alcuni percorsi di lettura di una votazione tanto controversa. Nasce dal miracoloso lavoro del gruppo di studiosi che si raccoglie intorno a "Polena", la rivista quadrimestrale diretta da Luca Ricolfi che da anni approfondisce i principali temi di discussione politica ed elettorale. Gli studi raccolti in questo volume riguardano i diversi aspetti della campagna elettorale, l'effetto della televisione sul voto, il funzionamento della legge elettorale, la decisività delle regioni meridionali, i flussi di voto, il voto dei cittadini italiani residenti all'estero, gli errori dei sondaggi e le polemiche sui brogli elettorali. L'ultima parte ripercorre infine i primi passi della nuova legislatura, tanto sul piano elettorale - voto amministrativo e referendum quanto sul piano dell'evoluzione del clima di opinione.

I prefetti e le norme elettorali...

Pacifici Vincenzo G.
Edizioni dell'Ateneo 2006

Non disponibile

28,00 €
La prima parte del volume esamina la fase preparatoria dei provvedimenti normativi del 1921, volti a realizzare integralmente, dopo la prima, provvisoria applicazione, la riforma elettorale del 1919 in senso autenticamente proporzionale con circoscrizioni ampie ed articolate. La seconda rivisita il progetto di ripristino del sistema uninominale, presentato nel 1924 e varato, senza avere poi mai applicazione, nel 1925. Il volume è basato sulla documentazione inedita presente nei 'fondi' del Ministero dell'Interno presso l'Archivio Centrale dello Stato. All'interno del materiale raccolto tra il 1910 ed il 1938 dall'Ufficio elettorale della Direzione generale dell'Amministrazione civile, sono stati esaminati i documenti che raccolgono le repliche dei 36 prefetti delle province interessate nel 1921 alla risistemazione dei collegi elettorali e quelle dei prefetti nella loro totalità, nel 1924, relativamente all'impressione prodotta ed alle ripercussioni suscitate negli ambienti politici dalla notizia dell'avvenuta presentazione del disegno di legge di ripristino del sistema uninominale. Le risposte dei prefetti ai quesiti proposti dall'esecutivo consentono di delineare un quadro preciso della situazione politica del 1921 e di verificare nel 1924 in ambito locale il livello di consolidamento del regime fascista.