Alternative umaniste e secolari alla religione

Active filters

Umanesimo e umanesimi. Saggio...

Zanardi Stefania
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

17,00 €
L'Umanesimo come concetto o categoria dello spirito umano ha ricevuto da Eugenio Garin una trattazione magistrale. Oggi si parla di umanite di uomo in termini spesso biologistici e materiali, talvolta medici, quasi sempre riduzionistici. Di conseguenza il termine "umanesimo" perde il valore culturale, spirituale e ideale che ha avuto per secoli. Il sostanziale disinteresse per le lingue classiche, il ripiegarsi della ricerca filologica su pochi capisaldi, il declinare degli studi universitari specialistici in ambito storico, sono fenomeni che turbano le persone che guardano all'uomo nella dimensione del suo sviluppo storico e ideale insieme, ciocome capace di affermazione di soltre i limiti della fisicit In questo contesto il richiamo a un maestro di studi storici quale fu Garin purincuorarci. A centodieci anni dalla sua nascita questo saggio vorrebbe essere un omaggio ai suoi studi sulla cultura umanistica e rinascimentale: studi sempre attuali che non perderanno di efficacia e rilevanza per l'attenzione alle dimensioni pinobili dell'uomo e per l'adesione ai luoghi pisignificativi e raffinati della cultura mondiale, alle accademie, agli archivi, alle biblioteche picomplesse e ordinate. Il presente lavoro vuol rendere ragione dei diversi umanesimi formulati da Garin nella sua intensa attivitscientifica, focalizzando l'attenzione sulle fonti delle sue ricerche e sull'ambito culturale in cui maturano le sue esperienze e offre al lettore un'appendice bibliografica aggiornata contenente le integrazioni alla bibliografia dei suoi scritti e la ricostruzione degli interventi dedicati alle sue opere.

Intelletto d'amore

Agamben Giorgio
Quodlibet

Disponibile in libreria

12,50 €
Ciascuno dei due testi che, attraverso un fitto intreccio di rimandi e implicazioni, disegnano la trama del libro, una meditazione sul fantasma come luogo e soggetto dell'amore. E lo fanno mettendo a confronto in una prospettiva inedita due eccezionali personaggi: Guido Cavalcanti, il primo amico di Dante e maestro ineguagliato della fenomenologia amorosa, e Ibn Rushd, l'Averrodei Latini, il filosofo arabo che ha piprofondamente segnato il pensiero occidentale dal XIII al XV secolo. E se, per entrambi, la congiunzione con l'intelletto unico nomina la felicitsuprema, la funzione del fantasma che si rivela ogni volta decisiva. In che modo i pensieri ci appartengono, come puun'idea diventare mia? il fantasma - rispondono il poeta e il filosofo che, mediante il desiderio, rende il pensiero proprio a un soggetto. Ma, per Cavalcanti, il fantasma deve perire perchla congiunzione amorosa abbia luogo e l'individuo sopravvive solo come un automa fatto di rame o di pietra o di legno; per il filosofo, invece, la specie umana nel suo insieme il soggetto - anche politico - della felicitsuprema. Prefazione di Alain de Libera.

Dio è morto

De Crescenzo Antonio
Il Rovescio

Non disponibile

6,00 €
Un saggio, dai penetranti capitoli, che cerca di abbracciare l'argomento delle religioni in un modo del tutto nuovo. Attraverso brevi discussioni, l'autore analizza la complessa materia trattata che spazia dal rapporto dell'uomo con la fede, alla valenza politica e sociale delle religioni, fino ad arrivare ad un rifiuto ragionato di ogni credo, espresso con argomentazioni comprensibili a tutti, poiché tratte da riflessioni scaturite dall'esperienza quotidiana.

Dio è vivo, santità

Silva Umberto
Il Notes Magico

Non disponibile

7,00 €
Un Dio morto, crocefisso a una presunta verità, o un Dio vivo nell'opera di ciascuno, oltre ogni presunzione? Ha ancora una funzione la Chiesa, e quale? È la casa di Dio o la sua tomba? Un baluardo contro il fanatismo islamico o la sua legittimazione? Certo, quando si proclama l'unica vera via alla salvezza, la Chiesa fa paura. Nelle cinquanta accorate, drammatiche ma anche ironiche e affettuose lettere che Silva indirizza al pontefice, risuona l'idea che il nichilismo non consista nel credere una cosa piuttosto che un'altra, nel nulla invece che in Dio. Nichilista è l'atto stesso di credere, rinunciando al lusso del pensiero, all'audacia dell'amore. Credere in Dio, in Satana o in Mick Jagger, è meritarsi il loro disprezzo eterno. All'adorazione dei fedeli, Dio preferisce l'impertinenza degli eretici e dei bambini, battezzati e non.

Astrologia e grafologia. Studio...

Prinzio Danila
L'Autore Libri Firenze

Non disponibile

16,00 €
Fuoco Terra Aria Acqua: relative correlazioni grafologiche. I dodici segni zodiacali: storia, psicologia e miti. Pianeti: riferimenti astronomici, analisi delle divinità corrispondenti con riferimenti mitologici e attribuzioni psicologiche; tipologie planetarie e scrittura. Cenni storici, simbologia delle lettere e relativa correlazione astrologica. Esempi di scrittura. Glossario dei termini grafologici.

Fede religiosa e fede laica in dialogo

Scoppola P.
Guerini e Associati

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,50 €
La Fondazione Remo Orseri per la collaborazione culturale fra i popoli promuove per Statuto occasioni di incontro e dialogo fra culture e tradizioni religiose diverse. Nel corso degli ultimi anni ha animato alcuni colloqui specifici sui temi del dialogo fra credenti - in modo diverso - e non credenti, alla comune ricerca di un valore universale comune e fondante: la pace. Questo libro raccoglie i contributi emersi in diverse occasioni pubbliche. "Laico" e "religioso" rappresentano due grandi universi difficilmente sintetizzabili, al loro interno frastagliati e disomogenei, che in queste iniziative hanno invitato ciascuno a tornare all'origine stessa del confronto. Infatti, chi è, e che vuoi dire, "laico"? Chi è, e che vuoi dire, "religioso"?

Mistica senza Dio

Mauthner Fritz
Irradiazioni

Non disponibile

12,00 €
Fritz Mauthner, filosofo, scrittore e giornalista di origine boema dedicò tutta la sua vita a una titanica impresa di demolizione che aveva per bersaglio due edifici gemelli, o forse le due facce di un solo edificio: il linguaggio e l'idea di Dio. Gli dèi non sono che nomi, e le parole sono le nostre tiranniche divinità. Solo liberandosi degli uni e delle altre si può accedere alla mistica pura, la mistica senza Dio, senza favole e senza teologie, senza templi e senza chierici. Saggio introduttivo di Guida Vitiello.

Laicità e pluralismo religioso

Grassi Piergiorgio
Pazzini

Disponibile in libreria in 5 giorni

10,00 €
A riportare al centro del dibattito politico, filosofico e giuridico il tema della laicità ha fortemente contribuito l'irrompere di un inedito pluralismo religioso all'interno delle società democratiche occidentali. Il fatto ha rimesso in discussione l'opinione consolidata e diffusa secondo cui l'età moderna avrebbe determinato il declino progressivo e irreversibile della religione nella sfera pubblica e nella coscienza delle persone. Un'opinione alimentata da storici e da analisti sociali che hanno fatto propria "la teoria della secolarizzazione": il "disincanto del mondo" (Weber) è stato inestricabilmente connesso allo sviluppo di scienza e tecnica e della modernità in generale.

Laici in ginocchio

Viano Carlo A.
Laterza

Non disponibile

10,00 €
Le religioni sono le principali minacce per la vita degli uomini: giustificano le divisioni, stimolano le guerre e reclutano combattenti. Con implacabile lucidità, un laico orgoglioso delle proprie ragioni denuncia l'arrendevolezza della cultura laica, rivendica l'indipendenza dal clero, smaschera i tabù additati come valori religiosi, difende la pratica di comportamenti diversi da quelli predicati dai pulpiti. Carlo Augusto Viano ha insegnato Storia della filosofia nelle Università di Milano, Cagliari e Torino. È stato membro del Comitato nazionale di Bioetica, fa parte del Comitato direttivo della "Rivista di filosofia", dell'Accademia europea e dell'Accademia delle Scienze di Torino.

Juan Luis Vives. Scritti...

Del Nero Valerio
Aracne

Non disponibile

22,00 €
Gli scritti politici del filosofo umanista spagnolo Juan Luis Vives, elaborati negli anni Venti del Cinquecento, evidenziano un profondo interesse per la società e per la politica, nonché un solido ideale di pacifismo, in un'analisi nella quale convergono filosofia, religione e storia: la cornice è quella di un'Europa lacerata tra conflitti epocali, minacce turche e divisioni religiose. Questi testi sono raggruppabili in due blocchi: quello del 1526 comprende una lettera al papa Adriano VI sulla critica situazione generale, due epistole al sovrano inglese Enrico VIII e un dialogo sui dissidi tra le potenze europee nella guerra contro i turchi; il secondo (1529) raggruppa l'opera più ampia sulla concordia e la discordia tra gli uomini, un testo sui processi di pacificazione sociale e, infine, una riflessione sulla durezza della vita dei cristiani sotto i turchi.

Rinascimento veneto e rinascimento...

ETS

Disponibile in libreria in 5 giorni

30,00 €
Nel Rinascimento, inteso quale periodo di rinnovamento tanto concettuale quanto linguistico, si forma il vocabolario speculativo della Modernit La rete di intensi scambi che collega in questa epoca l'evoluzione della cultura veneta a quella europea delinea una circolazione che si sviluppa in entrambi i sensi. In questo contesto, l'Universitdi Padova svolge un ruolo fondamentale come polo di attrazione e di propagazione delle idee. Qui, un ineliminabile fermento della cultura dell'Europa costituito, come noto, dall'aristotelismo, un movimento tanto vasto quanto potente. Esso non va tuttavia inteso esclusivamente come rielaborazione nel campo della logica e come ricorso alla metodologia scientifica. Presso l'ateneo patavino, "Universitas Venetorum", si realizza una forma di rinnovato sapere anche per quanto riguarda le questioni etico-politiche: nei modelli classici la futura classe dirigente trovava stimolo e ispirazione per l'agire civile. Un'adeguata comprensione del fenomeno umanistico-rinascimentale veneto e delle sue interconnessioni con la realteuropea deve poter tener conto di tutta la varietdei suoi aspetti culturali. L'accurata documentazione filologico-testuale e la strutturale complementarietdelle tematiche qui prescelte garantisce l'unitdi questa pubblicazione. Essa rappresenta un momento di confronto interdisciplinare e di verifica, finalizzato ad evitare il rischio di "leggere" gli autori rinascimentali attraverso schemi ideologici, che in passato hanno forse pesato troppo nell'orientare gli studi.

Marsilio Ficino interprete del...

Alberti Giovanni
ETS

Disponibile in libreria in 5 giorni

22,00 €
Un programma di rinnovazione e di restituzione si annuncia nelle pagine dell'In Parmenidem, l'ultimo per composizione e il maggiore per ampiezza e profondità fra i commentari platonici di Marsilio Ficino. La sua filosofia - che si autoconcepisce come una pia philosophia ovvero una docta religio - intende essere una ricerca tanto storica quanto ermeneutica (ovvero interpretativa) in senso originale, volta a mostrare l'accordo della sapienza filosofica con la verità rivelata propria alla religione cristiana. Costituisce una idea peculiare e qualificante di questa filosofia quella della convenienza (nel senso specifico del venire-con) della filosofia platonica con la dottrina cristiana. Propria ai prisci theologi, intravista dal venerando e terribile eleate, quella dell'Uno è verità eminente che si ritrova in Platone e che lo pseudo-Dionigi conferma. Tale idea fondante si manifesta inoltre come un pensiero `architettonico': non solo nel senso che è a partire da questa idea che il filosofo costruisce e sviluppa tutta la sua interpretazione della filosofia di Platone, ma anche nel senso del riconoscimento di una dimensione organizzante il reale. Secondo la traccia profonda sviluppata nell'In Parmenidem è proprio mediante l'individuazione della dimensione strutturale dell'universo che l'anima umana, di per sé commista al molteplice, può fare ritorno all'Uno come al proprio Principio.

Laici in ginocchio

Viano Carlo A.
Laterza

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
Le religioni sono le principali minacce per la vita degli uomini: giustificano le divisioni, stimolano le guerre e reclutano combattenti. Con implacabile lucidità, un laico orgoglioso delle proprie ragioni denuncia l'arrendevolezza della cultura laica, riv

La scommessa del laico

Maclure Jocelyn
Laterza

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
Non ha senso contrapporre laicità e religione. La laicità ben intesa difende la libertà religiosa e la natura non confessionale delle istituzioni ma non per questo è indifferente o ostile al contributo decisivo che anche le culture religiose possono offrire alle società pluraliste. Per evitare che un'ipocrita neutralità azzeri le differenze, il rispetto della parità morale tra individui e la tutela della libertà di coscienza e di religione dovrebbero costituire i due obiettivi principali della laicità. I sostenitori di concezioni del mondo quali i grandi monoteismi storici, le religioni orientali, l'eclettismo spirituale, l'ateismo militante, l'agnosticismo e così via devono imparare a convivere e a stabilire legami di solidarietà. È la laicità pluralista di cui si parla in questo libro a garantire tutto questo.

Il Signore del tempo. I mondi e le...

Grafton Anthony
Laterza

Non disponibile

20,00 €
Girolamo Cardano (1501-1576) fu un personaggio poliedrico: medico, filosofo, matematico, letterato, oltre che astrologo apprezzato. Il libro di Grafton ne analizza la carriera, dall'elaborazione dei primi pronostici al raggiungimento della fama e dell'autorevolezza.