Narrativa ambientata durante la Prima Guerra Mondiale

Active filters

Niente di nuovo sul fronte...

Remarque Erich Maria
Neri Pozza

Disponibile in libreria

19,00 €
Kantorek il professore di Bmer, Kropp, Mler e Leer, diciottenni tedeschi quando la voce dei cannoni della Grande Guerra tuona gida un capo all'altro dell'Europa. Ometto severo, vestito di grigio, con un muso da topo, dovrebbe essere una guida all'etvirile, al mondo del lavoro, alla cultura e al progresso. Nelle ore di ginnastica, invece, fulmina i ragazzi con lo sguardo e tiene costanti discorsi sulla patria in pericolo e sulla grandezza del servire lo Stato che l'intera classe, sotto la sua guida, si reca compatta al comando di presidio ad arruolarsi come volontari. Una volta al fronte, gli allievi di Kantorek - da Albert Kropp, il piintelligente della scuola a Paul Bmer, il poeta che vorrebbe scrivere drammi - non tardano a capire di non essere affatto "la gioventdi ferro" chiamata a difendere la Germania in pericolo. La scoperta che il terrore della morte piforte della grandezza del servire lo Stato li sorprende il giorno in cui, durante un assalto, Josef Behm - un ragazzotto grasso e tranquillo della scuola, arruolatosi per non rendersi ridicolo -, viene colpito agli occhi e, impazzito dal dolore, vaga tra le trincee prima di essere abbattuto a fucilate. Nel breve volgere di qualche mese, i ragazzi di Kantorek si sentiranno "gente vecchia", spettri, privati non soltanto della gioventma di ogni radice, sogno, speranza.

Le stelle danzanti

Marconi Gabriele
Castelvecchi

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,50 €
Quando, il 12 settembre 1919, Gabriele d'Annunzio entra a Fiume con duemila volontari, dà inizio a un'impresa senza eguali nella Storia e quello slancio irredentista si trasforma in un ardito laboratorio rivoluzionario. Ma se il Comandante è l'interprete ispirato che guida l'avventura, protagonisti ne sono i ragazzi che di lì in poi si riversano a migliaia nella città. È il caso di Marco e Giulio, già compagni d'armi nella Prima Guerra Mondiale, uniti come fratelli dalle sanguinose battaglie e dalla speciale amicizia con la splendida infermiera Daria. I due si ritrovano a Fiume spinti dallo stesso fervore, fianco a fianco con nuovi alleati in rischiose azioni di spionaggio e rocamboleschi salvataggi, sedotti dal clima eroico e sensuale del grande esperimento. Sotto le stelle della Reggenza del Carnaro - l'Orsa Maggiore scelta per rappresentare l'Impresa fiumana - i giovani Legionari di d'Annunzio travolgono tutto con il loro entusiasmo e l'ardente passione per la giustizia, mentre sullo sfondo sí agita una sarabanda di poeti, idealisti, sovversivi e femmes fatales.

Diserzione al nemico. Fucilazione...

Camici Marcello
Persephone

Non disponibile

12,00 €
L'azione del romanzo del tutto immaginaria si basa su una storia vera, la fucilazione di Alpini nel comune di Cercivento. Siamo sul fronte italo-austriaco durante la Prima Guerra Mondiale, 1915-1918, sopra il valico di Monte Croce Carnico, in cima alla vetta Cellon, alcuni plotoni del Battaglione Monte Arvenis si rifiutano di obbedire all'ordine di un attacco suicida, propongono di attaccare di notte aiutati dalla nebbia e non in pieno giorno e senza copertura d'artiglieria. Per aver disobbedito a un ordine di morte certa, dato da un incompetente, vengono fucilati il primo luglio del 1916 a Cercivento.

La prova del fuoco

Pastorino Carlo
Egon

Non disponibile

15,00 €
Cronaca asciutta, a tratti quasi lapidaria, di un anno di vita militare sui monti della Vallarsa e del Carso durante il primo conflitto mondiale, La prova del fuoco è anche, e soprattutto, una testimonianza intima e spesso commossa di eroismi istintivi e t

Compagnia K

March William
Castelvecchi

Non disponibile

16,00 €
Gli uomini della Compagnia K sono ufficiali e soldati americani. Vengono dal Midwest, dall'Alabama, da New York. Qualcuno di loro è povero e si è arruolato per sfuggire alla fame. Qualcuno è soldato di carriera, qualcun altro è idealista. Uno è un poeta, un altro un assassino. Ognuno di loro racconta una piccola storia: di quando si è ubriacato con i compagni, di quando ha ucciso il proprio ufficiale comandante, di quando è stato esposto ai gas tedeschi, di quando ha partecipato alla fucilazione di prigionieri inermi, di quando è quasi morto colpito da un cecchino, di quando è morto accartocciato sul filo spinato nella terra di nessuno. Romanzo corale sulla Prima Guerra Mondiale, ma anche romanzo su tutti i soldati di tutte le guerre, sui fantaccini mandati a morire senza un perché. Un libro universale, scritto con un linguaggio moderno e asciutto da uno dei grandi narratori americani che di quella guerra è stato protagonista ed eroe.

La via del ritorno

Remarque Erich Maria
Neri Pozza

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Quattro anni trascorsi in trincea, in un inferno di orrori, in un lembo di terra tutta buchi e distruzione, tra brandelli di divise, lampi d'artiglieria e missili che solcano il cielo come fiori colorati e argentei... e poi in un giorno del 1918 ecco, improvvisa, la pace. Niente più mitragliatrici, niente più spari, nessun sibilo di granate. Comincia la ritirata e il ritorno in Germania per Ernst e la sua compagnia. Trentadue uomini, su più di cinquecento fanti partiti all'inizio della Grande guerra. Attraversano la Francia camminando lentamente, con le loro divise stinte e sudicie, i volti irsuti sotto gli elmetti d'acciaio. Magri e scavati dalla fame, dalla miseria, dagli stenti. Anziani con la barba e compagni smilzi non ancora ventenni, coi lineamenti che segnano l'orrore, il coraggio e la fine, con occhi che ancora non riescono a capire: sfuggiti al regno della morte, ritornano davvero alla vita? Lungo la strada incontrano i nemici, gli americani. Indossano divise e mantelli nuovi, scarpe impermeabili e della misura giusta. Hanno armi nuove e tasche piene di munizioni. Sono tutti in ordine. Al loro confronto Ernst e i suoi hanno l'aspetto di una vera banda di predoni. Eppure, una sola parola sgarbata e si lancerebbero all'assalto, selvaggi e sfiatati, pazzi e perduti. Arrivano in Germania di sera, in un grosso villaggio. Qualche festone appassito pende sopra la strada.

Il fuoco

Barbusse Henri
Gingko Edizioni

Non disponibile

10,00 €
Henri Barbusse si arruolò a 41 anni nell'esercito francese e, benché potesse essere riformato per motivi anagrafici, servì per 17 mesi il suo paese nella prima guerra mondiale, dapprima come soldato, poi come barelliere. Il fuoco nacque da questa esperienza di trincea. Basato sugli appunti che l'autore annotò nelle tregue dei combattimenti, composto per lo più in ospedale durante le degenze, il romanzo segue in presa diretta la vita quotidiana di una squadra di fanti sulla linea del fronte, dalla fine del 1914 al dicembre del 1915. Nella terra ridotta a un ossario, cosparsa di urina e di escrementi, disseminata di povere membra dei propri compagni, in condizioni materiali di vita estreme, i soldati, in attesa della morte, sono costretti come trogloditi in caverne di fango. Sotto il comando del caporale Bertrand, conoscono l'orrore dei bombardamenti, gli attacchi con la baionetta, la presenza inquietante della morte, e i loro sogni, le loro frustrazioni, le loro ansie, il cameratismo tessono il tempo senza fine del cruento conflitto - un tempo scandito dai morti, dominato dalla pioggia e dalla melma, contrassegnato dalle granate e dalle incursioni notturne, dagli assalti frenetici messi in atto da un'umanità perduta, votata al martirio. Il fuoco attirò aspre critiche per il suo crudo realismo, ma riscosse un immediato successo di pubblico e l'apprezzamento di alcuni dei più celebri scrittori dell'epoca, tra cui André Gide, Anatole France e Romain Rolland. Tra i primi romanzi dell'epoca a proporre una nuda testimonianza sulla brutalità della guerra, rifiutando qualsiasi retorica nazionalista ed eroica, contribuì a suscitare presso l'opinione pubblica francese accesi sentimenti d'opposizione al conflitto.

Fuoco e sangue. Breve episodio di...

Jünger Ernst
Guanda

Disponibile in libreria

12,00 €
Il 21 marzo del 1918 l'esercito tedesco sferra la prima delle grandi offensive di primavera sul fronte occidentale, con l'obiettivo di sfondare le linee alleate e penetrare in profondità. Dopo l'estenuante guerra di trincea, la prospettiva della battaglia in campo aperto esalta e atterrisce soldati e ufficiali, consapevoli di giocarsi il tutto per tutto in un inaudito dispiegamento di truppe e mezzi, che sembra assegnare alla tecnica un ruolo decisivo. È un'esperienza unica, "che coinvolge la carne e il sangue" e forgia destini individuali e collettivi. In questo romanzo del 1925, Ernst Jünger, pluridecorato sottotenente della Wehrmacht, rielabora i propri ricordi in una prosa nitida e solenne, prestando la propria voce all'io narrante e dando modo al lettore di ripercorrere quei tremendi istanti in tutta la loro drammatica fatalità. Sebbene l'entusiasmo del 1914 sia ormai irrimediabilmente perduto, cresce in prossimità dell'attacco la consapevolezza della superiorità dell'uomo sul "materiale" e della sua sorprendente capacità di resistenza. Così, alla vigilia della battaglia, si può ancora assaporare un momento di perfetta solitudine nella natura, incantevole per l'imminente risveglio stagionale, ma anche un ultimo brindisi con i camerati, "nella fratellanza del sangue". E dopo aver combattuto, regna la sensazione di un "pieno compimento", come al "cospetto di una morte indolore dopo una lunga vita".

Era la guerra delle trincee

Tardi Jacques
Edizioni BD

Non disponibile

14,00 €
La Prima guerra mondiale come i libri di storia non l'hanno mai raccontata. Grandi tragedie di piccoli uomini, finiti in un gioco violento e spietato. Un bagno di sangue in cui non ci sono vincitori, tranne coloro che da una parte e dall'altra stanno ai posti di comando, indifferenti all'orrore e alla sofferenza.

La guerra di Charley. Vol. 4:...

Mills Pat
Nona Arte

Disponibile in libreria in 3 giorni

24,90 €
Nel 1916, l'inglese Charley Bourne mente sulla sua vera etper combattere per la Francia. Tuttavia, i sogni di gloria e patriottismo sono spazzati via dallo sbarramento insanguinato di orrore e inutile sacrificio nelle trincee della Prima Guerra Mondiale prima, durante e dopo la Battaglia della Somme... Il quarto volume del fumetto di che racconta la Prima guerra mondiale.

La compagnia dell'allegra morte....

Ricci Maurizio
Inkiostro

Non disponibile

10,00 €
La prima guerra mondiale, il più terrificante carnaio che storia umana abbia mai visto. Sedici milioni di morti e oltre venti milioni di feriti e mutilati. Un intero continente rivoltato dalle fondamenta, avvelenato, devastato. Intere generazioni sacrificate al sanguinario moloch della guerra. Sul fronte più duro di tutto il conflitto, quello tra il Regno d'Italia e l'Impero Austro-Ungarico, si muove Baionetta, tragica figura omerica precipitata nelle tempeste d'acciaio. In quella che è stata definita la prima guerra moderna, il primo conflitto a servirsi di armi di distruzione di massa, di carri armati, sottomarini, gas, aerei. Strisciando tra il fango e il sangue, soldati come Baionetta rispondono agli istinti primari di sopravvivenza, trovando nella lotta e nel massacro la propria personale chiave di lettura delle follie del mondo.

La battaglia delle api

Santopadre Aurelio
Scatole Parlanti

Non disponibile

15,00 €
Africa Orientale Tedesca, ottobre del 1914. A Tanga giunge una notizia inattesa: la Marina inglese pronta a sferrare un attacco per strappare quel lembo d'Africa all'Impero tedesco. In Tanganica, agli ordini del colonnello von Lettow-Vorbeck, c'un esercito mal equipaggiato composto da tedeschi e askari, questi ultimi appartenenti alla popolazione autoctona. La battaglia sembra impari: la squadra navale guidata dal generale Aitken superiore sotto ogni punto di vista. Con notevole coraggio, il colonnello decide di non arrendersi in partenza e mette i propri uomini di fronte a un'unica possibilit tirare fuori il proprio orgoglio per resistere all'attacco. In questo scenario si intrecciano le storie di Gerhard e Robert, due tenenti che accolgono la notizia dell'imminente battaglia in modo radicalmente diverso; ma c'spazio per numerosi altri protagonisti che si ritrovano coinvolti in un episodio destinato a passare alla storia. Il romanzo include fatti e personaggi reali, arricchiti con elementi tratti dalla fantasia dell'autore.

Fratelli senza confini

Blaseotto Fabrizio
Aviani & Aviani editori

Non disponibile

12,00 €
In questo romanzo non troverete nessun resoconto di sanguinose battaglie o di quanti soldati furono schierati nei diversi fronti durante il primo conflitto mondiale. Nello scrivere, ho cercato di evidenziare gli stati d'animo, la vita quotidiana, i progetti degli uomini e delle donne che, loro malgrado, sono stati i protagonisti di quella immane tragedia. Ho voluto soprattutto rendere omaggio ai combattenti di entrambi gli schieramenti che, come si fa nella normalità, avevano già pianificato il loro avvenire e invece furono costretti a sacrificarsi per la propria patria, alcuni di essi senza nemmeno saperne il motivo... solo per puro senso del dovere.

Dietro la collina. C'era una volta...

Pignotti Fabio
Scribo

Disponibile in libreria in 3 giorni

10,00 €
"Generale dietro la collina ci sta la notte crucca ed assassina". Si può aver paura, a ventidue anni, se non si è mai avuta? Si può sperare, a ventidue anni, di morire velocemente? Si può avere, a ventidue anni, più niente da perdere? Sì, per migliaia di ragazzi è stato così. Ugo aveva un desiderio. Irma aveva un sogno. Il Carso ne ha visti tanti di sogni. Il romanzo narra uno di questi.

Silas Corey. Vol. 2: Il testamento...

Nury Fabien
Magic Press

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Parigi, 11 novembre 1918. Mentre la Francia celebra la vittoria della guerra più sanguinosa della sua storia, un uomo viene pugnalato in mezzo alla folla in festa. Nel tentativo di comprendere le circostanze di quella morte, Silas Corey conduce un'inchiesta e scopre che l'uomo lavorava per... Madame Zarkoff, la signora indiscussa del traffico di armi internazionali!

Gène e gli altri. Al confine della...

Telloli Giancarlo
Edizioni Vida

Non disponibile

13,00 €
"Gène e gli altri" è un romanzo breve che ripercorre gli ultimi mesi di vita del giovane Eugène Lucianaz, "ragazzo del '99" originario di Charvensod, piccolo centro della Valle d'Aosta, caduto sul Monte Solarolo il 13 dicembre 1917, durante la battaglia d'arresto seguita alla rotta di Caporetto. In particolare il lavoro ripercorre le tappe del suo "percorso verso il Nulla" dalla visita militare, alla chiamata alle armi nel Battaglione Aosta, all'invio al fronte sul Pasubio, al trasferimento al Battaglione Alpino Val Camonica sul Monte Grappa, alla morte nel corso della sua prima vera azione di guerra a quota 1601 del Colletto di sinistra del Solarolo.

Altana 15

Monaco Nicola
Anyname

Non disponibile

10,00 €
Nella tragica notte di Caporetto una pattuglia di fanti italiani, coscritti meridionali con la presenza di un rude montanaro veneto, si ritrova, separata dal resto dell'esercito in rotta, a non combattere più per la patria ma per la propria sopravvivenza.

1915-1918. Dove sei stato mio...

Zane Umberto
LA TOLETTA Edizioni

Non disponibile

18,00 €
Un ragazzo di umili origini, però con una cultura superiore a quella dei suoi coetanei, imbevuto di ideali risorgimentali e mazziniani, che porta in guerra, nel suo zainetto, i libri di Dante, Mazzini, Carducci, D'Annunzio. Ecco chi è Francesco Calmasini, che partecipa come alpino alla prima guerra mondiale, raccontando nei suoi diari quanto accade. E accanto alla sua storia viene raccontata quella, parallela, di Mestre, e della sua famiglia, per far capire come viveva, in quel tempo di guerra, la città.

Varchi di guerra

Benucci F.
Settore 8

Non disponibile

10,00 €
La guerra, quella grande, quella combattuta con la faccia nel fango. L'orrore che colpisce duro, nei corpi e nelle menti. La salvezza e la speranza in un ospedale lontano dal fronte, in cui convergono le storie di soldati coinvolti in un conflitto più ingombrante dei loro sogni e delle loro umili aspirazioni. Tutto questo raccolto in un'opera corale che ha impegnato tutti gli artisti del collettivo editoriale Varchi Comics. Una antologia che propone il fumetto in molteplici declinazioni, per linguaggio, stile grafico, impatto visivo e scrittura. Un omaggio ai piccoli e dimenticati eroi della Prima Guerra Mondiale, nel centenario della fine della ostilità.

Un'aquila nella notte

Bulgarelli Flavio
Phasar Edizioni

Non disponibile

15,00 €
Pur romanzata, il libro tratta di una storia vera, vissuta da uno dei nostri eroi dell'aria durante la grande guerra 15-18: il tenente di vascello Eugenio Casagrande, pilota di idrovolanti. Di notte, al chiaro di luna, Casagrande trasbordava nostri agenti nei territori di qua e di là del Piave, ammarando ovunque ci fosse uno specchio d'acqua tra le montagne del Trentino. Nonostante all'epoca sugli aerei la strumentazione si riducesse a bussola, cronometro, altimetro e viro sbandometro, il nostro eroe se l'è sempre cavata e a fine conflitto, non sapendo quali altre medaglie conferirgli, è stato nominato Conte di Villaviera! La vicenda è inserita in un contesto storico che coinvolge i Servizi Segreti italiani e austriaci, gli alti Comandi degli eserciti, il mondo dell'aeronautica, gli irredentisti trentini, i primi Centri di ricetrasmissione radiotelegrafica, nonché i luoghi dove si sono svolti i fatti narrati: Venezia, Trento, Rovereto, Levico terme, l'altipiano dei Sette Comuni. L'appendice fotografica aiuta il lettore a immedesimarsi nel racconto avvicinandolo al vissuto reale.

Scemo di guerra

Ganz
nuovadimensione

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
L'allievo tenente Italo Ardenghi, si congeda dal padre e lascia Treviso per raggiungere la sua brigata, già in linea sul Passo Vezzena. Indossa la divisa immacolata, al suo fianco danza la pistola d'ordinanza, e un fiero sorriso gli illumina il volto. Destino vuole che, proprio la notte del suo arrivo, si compia uno dei primi e più cruenti massacri sul fronte italiano della Grande Guerra: la battaglia del Basson, combattuta nella notte di plenilunio tra il 24 e il 25 agosto 1915. Da quel momento, la sorte di Ardenghi, condivisa tragicamente da milioni di italiani, lo farà precipitare in un abisso di disperazione. Dal manicomio militare del Sant'Artemio, dove viene rinchiuso dopo aver perso la ragione durante il combattimento, al rifugio segreto di Rucorvo, un pugno di case dimenticate ai piedi delle Dolomiti, il giovane soldato vivrà un continuo succedersi di avvenimenti e attese. In mezzo al caos, alla follia e al dolore, sarà Maria, donna forte e caparbia, a fare di lui un uomo. Ma l'ombra della disfatta di Caporetto, incombe ormai sulle loro speranze.

War painters. (1915-1918). Come...

Scarpa Laura
Comicout

Disponibile in libreria in 3 giorni

19,90 €
1918-2018. Cento anni dopo, parlare della prima guerra mondiale, ha ancora un senso. La domanda che sottotitola il libro è importante anche oggi: può l'arte (e quello che le sta attorno) guarire dalla guerra? Tre i racconti, tutti nel cuore della grande guerra. Tre le arti che fungono forse da terapia o d'aiuto. Tre gli eserciti, due i fronti di guerra, dove la solidarietà si intreccia con la storia più dura. In appendice note, materiali e documentazione a commento, per capire che dietro al racconto (o all'arte) c'è la storia vera (politica o umana).

Silas Corey. Vol. 1: La rete Aquila

Nury Fabien
Magic Press

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Aprile 1917, la guerra infuria in tutta la Francia. Silas Corey, ex reporter, detective e avventuriero a tempo pieno, viene assunto dal politico Clemenceau per recuperare le prove del tradimento del capo del governo Caillaux. Ma Corey è comunque al soldo del miglior offerente, finché si scontra con la temuta spia Aquila, che dirige le operazioni del Kaiser in Francia. E l'esito della guerra potrebbe dipendere dalle sue scelte. Gli autori Fabien Nury e Pierre Alary creano un fumetto il cui protagonista è un farabutto che già amiamo odiare...

Cauriòl, la montagna del riscatto....

Ferrari Romano
Infinito

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
Prima guerra mondiale. Il comando italiano vuole strappare a tutti i costi il monte Cauriòl alle truppe austroungariche. Un primo tentativo di conquista, attraverso una scalata, finisce in un disastro. Solo il 27 agosto 1916 gli Alpini, grazie alla copertura dell'artiglieria e dopo tre tentativi respinti, riescono a prendere la vetta, catturando i pochi nemici sopravvissuti. La conquista del Cauriòl rappresenta per l'Italia l'episodio più fulgido della guerra nella catena del Lagorai; si stima che in quelle battaglie siano morti circa diecimila soldati italiani e un numero simile di austro-ungarici. L'Italia manterrà il controllo del monte Cauriòl fino alla disfatta di Caporetto. Attraverso un romanzo storico rigoroso e ineccepibile, viene narrata una vicenda chiave del primo conflitto mondiale che dal 1916, attraverso i protagonisti dei due eserciti opposti, si conclude solo ai nostri giorni. Una storia di guerra e di pace, di inimicizia e al contempo di fratellanza tra i popoli.

La linea d'argento

Baggi Marco
Delos Digital

Non disponibile

15,00 €
Novembre 1917. Cosa nasconde la fuga di un disertore italiano? E quali segreti intende rivelare ai tedeschi? È ciò che si chiede Francesco Martini, giovane ufficiale invischiato in una caccia all'uomo che lo porta a combattere dietro le linee nemiche. Oltre una sottile linea d'argento, il fiume Piave, unico elemento ancora in grado di opporsi agli inarrestabili vincitori di Caporetto. In una missione disperata, fra amori, colpi di scena e oscuri alleati, Martini affronterà la sua battaglia più dura. Quella per tornare a casa.

Poulot in Italia 1917-18

Lefebvre Louis
12,00 €
Poulot, giovane contadino della Limousin, parte soldato nella Grande Guerra. Viene mandato a combattere in Italia, sull'Altopiano di Asiago e sul Piave. Lo stupore e le emozioni per ciò che vede, in questa terra a lui sconosciuta, s'intrecciano con l'ironia e, talvolta, con la comicità, dove il senso pratico da uomo dei campi si stempera in un'atmosfera che ricorda il mito. "Poulot in Italia", però, non è un libro di guerra, come ci si aspetterebbe. Liberamente tratto da un testo del secolo scorso di Louis Lefebvre, ufficiale dell'esercito francese durante la prima guerra mondiale, il quale riportava e romanzava il vero racconto di un uomo inviato in Italia con il Corpo di Spedizione francese alla fine del 1917. Il nome di Poulot è una chiara assonanza con il nomignolo "poilu", con il quale erano indicati i soldati francesi. Siamo alla presenza di un'opera che, proprio per la sua diversità, si colloca di diritto fra le alte testimonianze letterarie della Grande Guerra Europea.