Narrativa ambientata durante la Prima Guerra Mondiale

Active filters

War painters. (1915-1918). Come...

Scarpa Laura
Comicout

Disponibile in libreria in 3 giorni

19,90 €
1918-2018. Cento anni dopo, parlare della prima guerra mondiale, ha ancora un senso. La domanda che sottotitola il libro è importante anche oggi: può l'arte (e quello che le sta attorno) guarire dalla guerra? Tre i racconti, tutti nel cuore della grande guerra. Tre le arti che fungono forse da terapia o d'aiuto. Tre gli eserciti, due i fronti di guerra, dove la solidarietà si intreccia con la storia più dura. In appendice note, materiali e documentazione a commento, per capire che dietro al racconto (o all'arte) c'è la storia vera (politica o umana).

Vittoria tra le nuvole

Maslin Yeates Victor
Elliot

Non disponibile

19,50 €
Combattimenti, solitudine, fatica, paura, cameratismo, donne: tutto viene raccontato in questo classico sulla guerra aerea combattuta nel 1914-1918, basato sulle esperienze del suo autore, uno dei più valorosi piloti del Royal Flying Corps. Lo stile scorrevole, antiretorico e il suo realismo ne hanno fatto uno dei più appassionanti racconti della vita sul fronte occidentale: i rapporti con i francesi, le chiacchiere tra ufficiali, il reperimento dei medicinali, il suono del grammofono, gli sforzi dei comandanti affinché il narratore diventasse un pilota più aggressivo, la frustrazione di non riuscire ad affrontare gli avversari più agguerriti... L'autore è profondamente onesto nel raccontare lo stress crescente e lo sfinimento dei suoi amici, morti uno dopo l'altro, la sua battaglia per arrivare vivo fino alla fine e la disillusione nei confronti della guerra e dei suoi superiori. Yeates scrisse questo suo unico romanzo, che pubblicò pochi mesi prima di morire di tubercolosi, con la speranza di poter ottenere i soldi necessari per curarsi e poter provvedere alla sua famiglia. Messo poco dopo fuori commercio, durante la Seconda guerra mondiale divenne un libro di culto per i piloti inglesi, ma vendette solo un migliaio di copie e non fu ristampato prima del 1961, ottenendo finalmente il successo internazionale.

Varchi di guerra

Benucci F.
Settore 8

Non disponibile

10,00 €
La guerra, quella grande, quella combattuta con la faccia nel fango. L'orrore che colpisce duro, nei corpi e nelle menti. La salvezza e la speranza in un ospedale lontano dal fronte, in cui convergono le storie di soldati coinvolti in un conflitto più ingombrante dei loro sogni e delle loro umili aspirazioni. Tutto questo raccolto in un'opera corale che ha impegnato tutti gli artisti del collettivo editoriale Varchi Comics. Una antologia che propone il fumetto in molteplici declinazioni, per linguaggio, stile grafico, impatto visivo e scrittura. Un omaggio ai piccoli e dimenticati eroi della Prima Guerra Mondiale, nel centenario della fine della ostilità.

Vapori di guerra. Vol. 1

Federici Marco
Il Rio

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
28 giugno 1914. Due pistolettate freddano l'Arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono austroungarico. L'Austria dichiara guerra alla Serbia, in pochi giorni si scatena l'ennesima guerra, manovrata da poteri e forze occulte. Da Londra, l'ingegner Mark Willmore (tecnico riparatore dell'esercito inglese) viene catapultato, assieme alla dottoressa Selina Chalke e al Golem Scudo, in Italia, passando dalle fredde nevi dell'Adamello alle alture del Carso, dove il vento soffia incessante portando con sé voci disumane di dolore e morte.

Un'aquila nella notte

Bulgarelli Flavio
Phasar Edizioni

Non disponibile

15,00 €
Pur romanzata, il libro tratta di una storia vera, vissuta da uno dei nostri eroi dell'aria durante la grande guerra 15-18: il tenente di vascello Eugenio Casagrande, pilota di idrovolanti. Di notte, al chiaro di luna, Casagrande trasbordava nostri agenti nei territori di qua e di là del Piave, ammarando ovunque ci fosse uno specchio d'acqua tra le montagne del Trentino. Nonostante all'epoca sugli aerei la strumentazione si riducesse a bussola, cronometro, altimetro e viro sbandometro, il nostro eroe se l'è sempre cavata e a fine conflitto, non sapendo quali altre medaglie conferirgli, è stato nominato Conte di Villaviera! La vicenda è inserita in un contesto storico che coinvolge i Servizi Segreti italiani e austriaci, gli alti Comandi degli eserciti, il mondo dell'aeronautica, gli irredentisti trentini, i primi Centri di ricetrasmissione radiotelegrafica, nonché i luoghi dove si sono svolti i fatti narrati: Venezia, Trento, Rovereto, Levico terme, l'altipiano dei Sette Comuni. L'appendice fotografica aiuta il lettore a immedesimarsi nel racconto avvicinandolo al vissuto reale.

Un anno sull'altipiano letto da...

Lussu Emilio
Emons Edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,90 €
Cento anni di memoria. Sessantatrvoci recitanti. Settantatrmusicisti. La coralitdell'Italia unita nelle sue differenze. Una regione, la Sardegna. Lo strazio di una Madre e l'agonia dei suoi figli soldati. L'urgenza umana e artistica di dare corpo al suono con un gesto di riconoscenza offerto a coloro che pagarono l'immane prezzo dell'inutile strage. Adattamento, regia e direzione artistica di Daniele Monachella.

Un anno sull'altipiano

Lussu Emilio
Einaudi

Disponibile in libreria

11,00 €
Scritto nel 1936, apparso per la prima volta in Francia nel '38 e poi da Einaudi nel 1945, questo libro è ancora oggi una delle maggiori opere che la nostra letteratura possegga sulla Grande Guerra. L'Altipiano è quello di Asiago, l'anno dal giugno 1916 al luglio 1917. Un anno di continui assalti a trincee inespugnabili, di battaglie assurde volute da comandanti imbevuti di retorica patriottica e di vanità, di episodi spesso tragici e talvolta grotteschi, attraverso i quali la guerra viene rivelata nella sua dura realtà di "ozio e sangue", di "fango e cognac". Con uno stile asciutto e a tratti ironico Lussu mette in scena una spietata requisitoria contro l'orrore della guerra senza toni polemici, descrivendo con forza e autenticità i sentimenti dei soldati, i loro drammi, gli errori e le disumanità che avrebbero portato alla disfatta di Caporetto.

Soldato d'inverno

Mason Daniel
Neri Pozza

Disponibile in libreria

18,00 €
Ungheria settentrionale, 1915. Per tre anni il ventiduenne Lucius Krzelewski ha consacrato con severità monastica la sua vita allo studio della medicina. Ma allo scoppio della Prima guerra mondiale, dinnanzi all'offerta di far parte di una squadra di dottori in un ospedale di guarnigione, non esita ad arruolarsi. Viene spedito in un villaggio annidato in una valle dalle pendici morbide, con due viuzze di case che scendono giù da una chiesa fatta di tronchi malamente sbozzati. La chiesa è diventata l'ospedale di campo, un avamposto gelido e devastato dal tifo, presieduto da suor Margarete, una giovane suora infermiera che, dopo che i medici si sono dati alla fuga, è la sola ad accogliere i camion carichi di feriti che si riversano a ritmo incessante nella valle colma di neve. Una sera di febbraio compare un contadino avvolto in un gigantesco mantello di pelle di pecora. Trascina una carriola in cui giace il corpo raggomitolato di un soldato con gli occhi sbarrati, in evidente stato di shock. Lucius e Margarete accolgono il soldato, lo spogliano e lo lavano e restano stupefatti dinnanzi ai numerosi fogli di carta celati nella fodera del suo pastrano: sono disegni di uomini, soldati, treni, montagne e animali fantastici, tutti eseguiti dalla stessa abile mano. Chi è quell'uomo? Da dove viene e cosa gli è successo? E, soprattutto, quale prezzo sarà disposto a pagare, Lucius, per rispondere a queste domande? Dalle dorate sale da ballo della Vienna imperiale alle foreste ghiacciate del fronte orientale; dalle improvvisate sale operatorie ai campi di battaglia battuti dalla cavalleria cosacca, "Soldato d'inverno" è un affresco dell'Europa in guerra e, al contempo, uno romanzo d'amore, colpa e redenzione.

Silas Corey. Vol. 2: Il testamento...

Nury Fabien
Magic Press

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Parigi, 11 novembre 1918. Mentre la Francia celebra la vittoria della guerra più sanguinosa della sua storia, un uomo viene pugnalato in mezzo alla folla in festa. Nel tentativo di comprendere le circostanze di quella morte, Silas Corey conduce un'inchiesta e scopre che l'uomo lavorava per... Madame Zarkoff, la signora indiscussa del traffico di armi internazionali!

Silas Corey. Vol. 1: La rete Aquila

Nury Fabien
Magic Press

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Aprile 1917, la guerra infuria in tutta la Francia. Silas Corey, ex reporter, detective e avventuriero a tempo pieno, viene assunto dal politico Clemenceau per recuperare le prove del tradimento del capo del governo Caillaux. Ma Corey è comunque al soldo del miglior offerente, finché si scontra con la temuta spia Aquila, che dirige le operazioni del Kaiser in Francia. E l'esito della guerra potrebbe dipendere dalle sue scelte. Gli autori Fabien Nury e Pierre Alary creano un fumetto il cui protagonista è un farabutto che già amiamo odiare...

Scemo di guerra

Ganz
nuovadimensione

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
L'allievo tenente Italo Ardenghi, si congeda dal padre e lascia Treviso per raggiungere la sua brigata, già in linea sul Passo Vezzena. Indossa la divisa immacolata, al suo fianco danza la pistola d'ordinanza, e un fiero sorriso gli illumina il volto. Destino vuole che, proprio la notte del suo arrivo, si compia uno dei primi e più cruenti massacri sul fronte italiano della Grande Guerra: la battaglia del Basson, combattuta nella notte di plenilunio tra il 24 e il 25 agosto 1915. Da quel momento, la sorte di Ardenghi, condivisa tragicamente da milioni di italiani, lo farà precipitare in un abisso di disperazione. Dal manicomio militare del Sant'Artemio, dove viene rinchiuso dopo aver perso la ragione durante il combattimento, al rifugio segreto di Rucorvo, un pugno di case dimenticate ai piedi delle Dolomiti, il giovane soldato vivrà un continuo succedersi di avvenimenti e attese. In mezzo al caos, alla follia e al dolore, sarà Maria, donna forte e caparbia, a fare di lui un uomo. Ma l'ombra della disfatta di Caporetto, incombe ormai sulle loro speranze.

Poulot in Italia 1917-18

Lefebvre Louis
12,00 €
Poulot, giovane contadino della Limousin, parte soldato nella Grande Guerra. Viene mandato a combattere in Italia, sull'Altopiano di Asiago e sul Piave. Lo stupore e le emozioni per ciò che vede, in questa terra a lui sconosciuta, s'intrecciano con l'ironia e, talvolta, con la comicità, dove il senso pratico da uomo dei campi si stempera in un'atmosfera che ricorda il mito. "Poulot in Italia", però, non è un libro di guerra, come ci si aspetterebbe. Liberamente tratto da un testo del secolo scorso di Louis Lefebvre, ufficiale dell'esercito francese durante la prima guerra mondiale, il quale riportava e romanzava il vero racconto di un uomo inviato in Italia con il Corpo di Spedizione francese alla fine del 1917. Il nome di Poulot è una chiara assonanza con il nomignolo "poilu", con il quale erano indicati i soldati francesi. Siamo alla presenza di un'opera che, proprio per la sua diversità, si colloca di diritto fra le alte testimonianze letterarie della Grande Guerra Europea.

Poi nuovamente fioriscono i...

Carminati Marco
Ecra

Non disponibile

18,00 €
"Questa storia appassionata e dolorosa è accaduta cento anni fa in luoghi e tempi disperati. Ha senso raccontarla solo per dimostrare che nessuna notte è così fonda da non anticipare il sorgere di un nuovo giorno". Fra Lombardia e Friuli un'avvincente stor

Orizzonti di gloria

Cobb Humphrey
Castelvecchi

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,50 €
Durante la Prima Guerra Mondiale, sul Fronte occidentale i soldati francesi ricevono l'ordine di assaltare il "Formicaio", una roccaforte tedesca; la mossa appare subito azzardata, perché diretta contro un presidio praticamente inespugnabile. Dopo il prevedibile fallimento dell'attacco, che causa ingenti perdite, viene aperta un'inchiesta con lo scopo di trovare un capro espiatorio al disastro annunciato. Così, un piccolo gruppo di uomini scelti a caso tra i ranghi inferiori viene trascinato dinanzi alla Corte Marziale con l'accusa di codardia. Il processo che ne segue è la farsa agghiacciante di una pachidermica e impietosa macchina di potere, che passa da una forma di orrore omicida a un'altra, guidata in realtà solo dagli astrusi interessi di una minoranza. Scritto nel 1935 e adattato per il grande schermo nel 1957 da Stanley Kubrick, "Orizzonti di gloria" è una storia di coraggio e sacrificio: un romanzo, scritto da un reduce e ispirato a fatti realmente accaduti, che possiede sia il realismo viscerale del diario di guerra che il senso kafkiano dell'allegoria.

Niente di nuovo sul fronte...

Remarque Erich Maria
Neri Pozza

Disponibile in libreria

20,00 €
Kantorek è il professore di Bäumer, Kropp, Müller e Leer, diciottenni tedeschi quando la voce dei cannoni della Grande Guerra tuona già da un capo all'altro dell'Europa. Ometto severo, vestito di grigio, con un muso da topo, dovrebbe essere una guida all'età virile, al mondo del lavoro, alla cultura e al progresso. Nelle ore di ginnastica, invece, fulmina i ragazzi con lo sguardo e tiene così tanti discorsi sulla patria in pericolo e sulla grandezza del servire lo Stato che l'intera classe, sotto la sua guida, si reca compatta al comando di presidio ad arruolarsi come volontari. Una volta al fronte, gli allievi di Kantorek - da Albert Kropp, il più intelligente della scuola a Paul Bäumer, il poeta che vorrebbe scrivere drammi - non tardano a capire di non essere affatto «la gioventù di ferro» chiamata a difendere la Germania in pericolo. La scoperta che il terrore della morte è più forte della grandezza del servire lo Stato li sorprende il giorno in cui, durante un assalto, Josef Behm - un ragazzotto grasso e tranquillo della scuola, arruolatosi per non rendersi ridicolo - viene colpito agli occhi e, impazzito dal dolore, vaga tra le trincee prima di essere abbattuto a fucilate. Nel breve volgere di qualche mese, i ragazzi di Kantorek si sentiranno «gente vecchia», spettri, privati non soltanto della gioventù ma di ogni radice, sogno, speranza.

Niente di nuovo sul fronte occidentale

Remarque Erich Maria
Neri Pozza

Disponibile in libreria

12,00 €
Kantorek è il professore di Bäumer, Kropp, Müller e Leer, diciottenni tedeschi quando la voce dei cannoni della Grande Guerra tuona già da un capo all'altro dell'Europa. Ometto severo, vestito di grigio, con un muso da topo, dovrebbe essere una guida all'età virile, al mondo del lavoro, alla cultura e al progresso. Nelle ore di ginnastica, invece, fulmina i ragazzi con lo sguardo e tiene così tanti discorsi sulla patria in pericolo e sulla grandezza del servire lo Stato che l'intera classe, sotto la sua guida, si reca compatta al comando di presidio ad arruolarsi come volontari. Una volta al fronte, gli allievi di Kantorek - da Albert Kropp, il più intelligente della scuola a Paul Bäumer, il poeta che vorrebbe scrivere drammi - non tardano a capire di non essere affatto "la gioventù di ferro" chiamata a difendere la Germania in pericolo. La scoperta che il terrore della morte è più forte della grandezza del servire lo Stato li sorprende il giorno in cui, durante un assalto, Josef Behm - un ragazzotto grasso e tranquillo della scuola, arruolatosi per non rendersi ridicolo -, viene colpito agli occhi e, impazzito dal dolore, vaga tra le trincee prima di essere abbattuto a fucilate. Nel breve volgere di qualche mese, i ragazzi di Kantorek si sentiranno "gente vecchia", spettri, privati non soltanto della gioventù ma di ogni radice, sogno, speranza.

Nella pietra

Servignani Thomas
Youcanprint

Non disponibile

11,00 €
"Sullo sfondo della prima guerra mondiale, sul tragico fronte alpino, nel monte Lagazuoi si scavano gallerie per raggiungere il nemico, facendo esplodere mine che ne distruggano le postazioni. Tutti sono posseduti da tale compito, che a dispetto della sua insensatezza è divenuto lo scopo unico della loro vita. I ricordi di casa e le speranze di tornarvi sono scomparsi dalle loro menti, che sono ostaggio della montagna, scavate in profondità dallo stesso morbo che sta bucando la roccia. Non è un lavoro funzionale alla guerra, perché si sa che non risolverà nulla di quella guerra stanziale, ma è un lavoro funzionale a loro stessi, alle loro manie e alle loro idiosincrasie, alle paure e domande inconfessate che solo dentro la galleria diventano lecite ai loro stessi occhi. Nello scavare dentro le viscere della terra, l'uomo solo scava l'insensatezza della vita, indaga su temi formidabili su cui l'isolamento lo spinge a riflettere fino a condurlo sull'orlo della follia, a confondere la realtà con l'illusione dello scavo. Lo stesso autore è assalito da visioni di sprazzi di luce e di universi deformati, come suggeriscono le recenti teorie fisiche di cui egli è studioso."

Les Folies Berg?re

Porcel Francis
Panini Comics

Non disponibile

16,90 €
Prima Guerra Mondiale. Le truppe francesi, stremate dalla sofferenza e dalla morte che quotidianamente viaggia a passo a passo con loro, tentano di resistere come meglio possono. Chi dipinge, chi scrive, chi spera nonostante tutto nel futuro. Fino a che un condannato a morte miracolosamente sopravvive... Una graphic novel cruda e commovente sulle atrocitdella guerra, impreziosita da dialoghi pungenti e da un colore che compare saltuariamente, in segno di speranza.

Le stelle danzanti. Il romanzo...

Marconi Gabriele
Vallecchi

Non disponibile

15,00 €
Romanzo degli arditi e dell'impresa di Fiume, storia di un ragazzo e di un gruppo di amici legati dalla passione e dalla volontà di azione che coinvolse i giovani volontari al seguito di d'Annunzio. Romanzo di sentimenti forti e di coraggio, come solo i giovani possono provare, sullo sfondo di una delle vicende più appassionanti della storia d'Italia.

Le stelle danzanti

Marconi Gabriele
Castelvecchi

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,50 €
Quando, il 12 settembre 1919, Gabriele d'Annunzio entra a Fiume con duemila volontari, dà inizio a un'impresa senza eguali nella Storia e quello slancio irredentista si trasforma in un ardito laboratorio rivoluzionario. Ma se il Comandante è l'interprete ispirato che guida l'avventura, protagonisti ne sono i ragazzi che di lì in poi si riversano a migliaia nella città. È il caso di Marco e Giulio, già compagni d'armi nella Prima Guerra Mondiale, uniti come fratelli dalle sanguinose battaglie e dalla speciale amicizia con la splendida infermiera Daria. I due si ritrovano a Fiume spinti dallo stesso fervore, fianco a fianco con nuovi alleati in rischiose azioni di spionaggio e rocamboleschi salvataggi, sedotti dal clima eroico e sensuale del grande esperimento. Sotto le stelle della Reggenza del Carnaro - l'Orsa Maggiore scelta per rappresentare l'Impresa fiumana - i giovani Legionari di d'Annunzio travolgono tutto con il loro entusiasmo e l'ardente passione per la giustizia, mentre sullo sfondo sí agita una sarabanda di poeti, idealisti, sovversivi e femmes fatales.

La via del ritorno

Remarque Erich Maria
Neri Pozza

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Quattro anni trascorsi in trincea, in un inferno di orrori, in un lembo di terra tutta buchi e distruzione, tra brandelli di divise, lampi d'artiglieria e missili che solcano il cielo come fiori colorati e argentei... e poi in un giorno del 1918 ecco, improvvisa, la pace. Niente più mitragliatrici, niente più spari, nessun sibilo di granate. Comincia la ritirata e il ritorno in Germania per Ernst e la sua compagnia. Trentadue uomini, su più di cinquecento fanti partiti all'inizio della Grande guerra. Attraversano la Francia camminando lentamente, con le loro divise stinte e sudicie, i volti irsuti sotto gli elmetti d'acciaio. Magri e scavati dalla fame, dalla miseria, dagli stenti. Anziani con la barba e compagni smilzi non ancora ventenni, coi lineamenti che segnano l'orrore, il coraggio e la fine, con occhi che ancora non riescono a capire: sfuggiti al regno della morte, ritornano davvero alla vita? Lungo la strada incontrano i nemici, gli americani. Indossano divise e mantelli nuovi, scarpe impermeabili e della misura giusta. Hanno armi nuove e tasche piene di munizioni. Sono tutti in ordine. Al loro confronto Ernst e i suoi hanno l'aspetto di una vera banda di predoni. Eppure, una sola parola sgarbata e si lancerebbero all'assalto, selvaggi e sfiatati, pazzi e perduti. Arrivano in Germania di sera, in un grosso villaggio. Qualche festone appassito pende sopra la strada.

La prova della fame

Pastorino Carlo
Gammarò Edizioni

Non disponibile

21,00 €
"La prova della fame" si configura come un esplicito affresco pacifista sin dalle prime pagine, segnate dall'assenza di rivalità tra i soldati di eserciti nemici. Tuttavia la situazione dell'autunno del 1939 induceva a una tragica premonizione: Questo immane flagello che gli uomini hanno voluto non li farà rinsavire; è chiaro che la fine di questa guerra e la pace che la seguirà non saranno che il semenzaio di altre guerre future, e già il cuore a pensarle ne trema. Carlo Pastorino sentì il bisogno di lasciar trascorrere molti anni prima di decidersi a fornire la propria testimonianza sulla enorme e spaventevole carneficina della guerra e sulla dura prigionia che soffrì. Così solo nel 1939 "La prova della fame" fu pubblicato, non senza qualche difficoltà, presso una piccola casa milanese, che ne fece due edizioni di 1000 copie ciascuna. Le due edizioni, accompagnate da giudizi molto lusinghieri della critica e da un buon successo di pubblico, andarono esaurite e nel 1943 la SEI ristampò il libro. Nel 1954 ancora la SEI fornì un'ulteriore edizione, ampliata e definitiva; ed è quella che abbiamo seguito in questa nostra ristampa, attentamente curata da Maria Teresa Caprile.

La prova del fuoco

Pastorino Carlo
Egon

Non disponibile

15,00 €
Cronaca asciutta, a tratti quasi lapidaria, di un anno di vita militare sui monti della Vallarsa e del Carso durante il primo conflitto mondiale, La prova del fuoco è anche, e soprattutto, una testimonianza intima e spesso commossa di eroismi istintivi e t

La mano mozza

Cendrars Blaise
Elliot

Non disponibile

19,50 €
Cronaca di episodi realmente vissuti (almeno in parte) dall'autore durante il primo conflitto mondiale, "La mano mozza" è una delle opere più straordinarie tra quelle che hanno saputo raccontare e, per certi versi, reimmaginare la Grande Guerra. Più vision

La linea d'argento

Baggi Marco
Delos Digital

Non disponibile

15,00 €
Novembre 1917. Cosa nasconde la fuga di un disertore italiano? E quali segreti intende rivelare ai tedeschi? È ciò che si chiede Francesco Martini, giovane ufficiale invischiato in una caccia all'uomo che lo porta a combattere dietro le linee nemiche. Oltre una sottile linea d'argento, il fiume Piave, unico elemento ancora in grado di opporsi agli inarrestabili vincitori di Caporetto. In una missione disperata, fra amori, colpi di scena e oscuri alleati, Martini affronterà la sua battaglia più dura. Quella per tornare a casa.