Narrativa ambientata durante la Prima Guerra Mondiale

Filtri attivi

La prova della fame

Pastorino Carlo
Gammarò Edizioni 2016

Disponibile in 3 giorni

21,00 €
"La prova della fame" si configura come un esplicito affresco pacifista sin dalle prime pagine, segnate dall'assenza di rivalità tra i soldati di eserciti nemici. Tuttavia la situazione dell'autunno del 1939 induceva a una tragica premonizione: Questo immane flagello che gli uomini hanno voluto non li farà rinsavire; è chiaro che la fine di questa guerra e la pace che la seguirà non saranno che il semenzaio di altre guerre future, e già il cuore a pensarle ne trema. Carlo Pastorino sentì il bisogno di lasciar trascorrere molti anni prima di decidersi a fornire la propria testimonianza sulla enorme e spaventevole carneficina della guerra e sulla dura prigionia che soffrì. Così solo nel 1939 "La prova della fame" fu pubblicato, non senza qualche difficoltà, presso una piccola casa milanese, che ne fece due edizioni di 1000 copie ciascuna. Le due edizioni, accompagnate da giudizi molto lusinghieri della critica e da un buon successo di pubblico, andarono esaurite e nel 1943 la SEI ristampò il libro. Nel 1954 ancora la SEI fornì un'ulteriore edizione, ampliata e definitiva; ed è quella che abbiamo seguito in questa nostra ristampa, attentamente curata da Maria Teresa Caprile.

La guerra di Charley. Vol. 2: 1...

Mills Pat
Nona Arte 2017

Non disponibile

19,90 €
Nel 1916, Charley Bourne mente sulla sua vera età per combattere per la Francia. Tuttavia, i sogni di gloria e patriottismo sono spazzati via dallo sbarramento insanguinato di orrore e inutile sacrificio nelle trincee della Prima guerra mondiale prima e durante la Battaglia della Somme...

War painters. (1915-1918). Come...

Scarpa Laura
Comicout 2018

Disponibile in 3 giorni

19,90 €
1918-2018. Cento anni dopo, parlare della prima guerra mondiale, ha ancora un senso. La domanda che sottotitola il libro è importante anche oggi: può l'arte (e quello che le sta attorno) guarire dalla guerra? Tre i racconti, tutti nel cuore della grande guerra. Tre le arti che fungono forse da terapia o d'aiuto. Tre gli eserciti, due i fronti di guerra, dove la solidarietà si intreccia con la storia più dura. In appendice note, materiali e documentazione a commento, per capire che dietro al racconto (o all'arte) c'è la storia vera (politica o umana).

Il buon soldato Sc'vèik

Hasek Jaroslav
Feltrinelli 2013

Disponibile in 3 giorni

19,50 €
"Una grande epoca esige grandi uomini. Vi sono degli eroi ignorati e oscuri... l'esame della cui indole darebbe ombra perfino alla gloria d'Alessandro Magno. Oggigiorno si può incontrare per le vie di Praga un uomo trasandato, che non sa quanta importanza

1915-1918. Dove sei stato mio...

Zane Umberto
LA TOLETTA Edizioni 2018

Non disponibile

18,00 €
Un ragazzo di umili origini, però con una cultura superiore a quella dei suoi coetanei, imbevuto di ideali risorgimentali e mazziniani, che porta in guerra, nel suo zainetto, i libri di Dante, Mazzini, Carducci, D'Annunzio. Ecco chi è Francesco Calmasini, che partecipa come alpino alla prima guerra mondiale, raccontando nei suoi diari quanto accade. E accanto alla sua storia viene raccontata quella, parallela, di Mestre, e della sua famiglia, per far capire come viveva, in quel tempo di guerra, la città.

Silas Corey. Vol. 1: La rete Aquila

Nury Fabien
Magic Press 2018

Non disponibile

18,00 €
Aprile 1917, la guerra infuria in tutta la Francia. Silas Corey, ex reporter, detective e avventuriero a tempo pieno, viene assunto dal politico Clemenceau per recuperare le prove del tradimento del capo del governo Caillaux. Ma Corey è comunque al soldo del miglior offerente, finché si scontra con la temuta spia Aquila, che dirige le operazioni del Kaiser in Francia. E l'esito della guerra potrebbe dipendere dalle sue scelte. Gli autori Fabien Nury e Pierre Alary creano un fumetto il cui protagonista è un farabutto che già amiamo odiare...

Silas Corey. Vol. 2: Il testamento...

Nury Fabien
Magic Press 2018

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Parigi, 11 novembre 1918. Mentre la Francia celebra la vittoria della guerra più sanguinosa della sua storia, un uomo viene pugnalato in mezzo alla folla in festa. Nel tentativo di comprendere le circostanze di quella morte, Silas Corey conduce un'inchiesta e scopre che l'uomo lavorava per... Madame Zarkoff, la signora indiscussa del traffico di armi internazionali!

Compagnia K

March William
Elliot 2016

Disponibile in libreria  
CLASSICI

16,50 €
Gli uomini della Compagnia K sono ufficiali e soldati americani. Vengono dal Mid-west, dall'Alabama, da New York. Qualcuno di loro è povero e si è arruolato per sfuggire alla fame. Qualcuno è un soldato di carriera, qualcun altro è un idealista. Uno è un poeta, un altro un assassino. Ognuno di loro racconta una piccola storia: di quando si è ubriacato con i compagni, di quando ha ucciso il proprio ufficiale comandante, di quando è stato esposto ai gas tedeschi, di quando ha partecipato alla fucilazione di prigionieri inermi. "Compagnia K" è un romanzo corale sulla Prima guerra mondiale, ma anche un romanzo su tutti i soldati di tutte le guerre, sugli uomini mandati a morire senza un perché. Un libro universale, scritto con un linguaggio moderno e asciutto da uno dei grandi narratori americani, che di quella guerra è stato protagonista ed eroe.

Orizzonti di gloria

Cobb Humphrey
Castelvecchi 2014

Disponibile in 3 giorni

16,50 €
Durante la Prima Guerra Mondiale, sul Fronte occidentale i soldati francesi ricevono l'ordine di assaltare il "Formicaio", una roccaforte tedesca; la mossa appare subito azzardata, perché diretta contro un presidio praticamente inespugnabile. Dopo il prevedibile fallimento dell'attacco, che causa ingenti perdite, viene aperta un'inchiesta con lo scopo di trovare un capro espiatorio al disastro annunciato. Così, un piccolo gruppo di uomini scelti a caso tra i ranghi inferiori viene trascinato dinanzi alla Corte Marziale con l'accusa di codardia. Il processo che ne segue è la farsa agghiacciante di una pachidermica e impietosa macchina di potere, che passa da una forma di orrore omicida a un'altra, guidata in realtà solo dagli astrusi interessi di una minoranza. Scritto nel 1935 e adattato per il grande schermo nel 1957 da Stanley Kubrick, "Orizzonti di gloria" è una storia di coraggio e sacrificio: un romanzo, scritto da un reduce e ispirato a fatti realmente accaduti, che possiede sia il realismo viscerale del diario di guerra che il senso kafkiano dell'allegoria.

Fuoco e sangue. Breve episodio di...

Jünger Ernst
Guanda 2016

Non disponibile

16,00 €
Il 21 marzo del 1918 l'esercito tedesco sferra la prima delle grandi offensive di primavera sul fronte occidentale, con l'obiettivo di sfondare le linee alleate e penetrare in profondità. Dopo l'estenuante guerra di trincea, la prospettiva della battaglia in campo aperto esalta e atterrisce soldati e ufficiali, consapevoli di giocarsi il tutto per tutto in un inaudito dispiegamento di truppe e mezzi, che sembra assegnare alla tecnica un ruolo decisivo. È un'esperienza unica, "che coinvolge la carne e il sangue" e forgia destini individuali e collettivi. In questo romanzo del 1925, Ernst Jünger, pluridecorato sottotenente della Wehrmacht, rielabora i propri ricordi in una prosa nitida e solenne, prestando la propria voce all'io narrante e dando modo al lettore di ripercorrere quei tremendi istanti in tutta la loro drammatica fatalità. Sebbene l'entusiasmo del 1914 sia ormai irrimediabilmente perduto, cresce in prossimità dell'attacco la consapevolezza della superiorità dell'uomo sul "materiale" e della sua sorprendente capacità di resistenza. Così, alla vigilia della battaglia, si può ancora assaporare un momento di perfetta solitudine nella natura, incantevole per l'imminente risveglio stagionale, ma anche un ultimo brindisi con i camerati, "nella fratellanza del sangue". E dopo aver combattuto, regna la sensazione di un "pieno compimento", come al "cospetto di una morte indolore dopo una lunga vita".

Un'aquila nella notte

Bulgarelli Flavio
Phasar Edizioni 2018

Non disponibile

15,00 €
Pur romanzata, il libro tratta di una storia vera, vissuta da uno dei nostri eroi dell'aria durante la grande guerra 15-18: il tenente di vascello Eugenio Casagrande, pilota di idrovolanti. Di notte, al chiaro di luna, Casagrande trasbordava nostri agenti nei territori di qua e di là del Piave, ammarando ovunque ci fosse uno specchio d'acqua tra le montagne del Trentino. Nonostante all'epoca sugli aerei la strumentazione si riducesse a bussola, cronometro, altimetro e viro sbandometro, il nostro eroe se l'è sempre cavata e a fine conflitto, non sapendo quali altre medaglie conferirgli, è stato nominato Conte di Villaviera! La vicenda è inserita in un contesto storico che coinvolge i Servizi Segreti italiani e austriaci, gli alti Comandi degli eserciti, il mondo dell'aeronautica, gli irredentisti trentini, i primi Centri di ricetrasmissione radiotelegrafica, nonché i luoghi dove si sono svolti i fatti narrati: Venezia, Trento, Rovereto, Levico terme, l'altipiano dei Sette Comuni. L'appendice fotografica aiuta il lettore a immedesimarsi nel racconto avvicinandolo al vissuto reale.

La commedia di Charleroi

Drieu La Rochelle Pierre
Fazi 2014

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
"Sono partito, non sono più ritornato, questa volta". Così chiude l'ultimo racconto di questa raccolta, scritta nel 1934, che ci svela il senso della guerra per Drieu La Rochelle: l'impossibilità di fare ritorno alle commedie della vita civile dopo aver provato il disgusto e l'ebbrezza del grande conflitto del '14-'18, che la tecnica ha reso ancor più disumano. Eroismo e viltà, esaltazione e disincanto, ideologia e cinismo si confondono nei personaggi della "Commedia, che narrano la loro esperienza sapendo di non poter essere creduti da chi nella pace è ansioso di ritrovare soprattutto le proprie illusioni. Come la signora Pragen, la borghese arricchita del primo racconto, che cerca le tracce del figlio sul campo di Charleroi, ma fugge la realtà di una guerra che, nei massacri di massa, ha perso anche le sue retoriche e le sue finzioni romantiche. E gli uomini che hanno vissuto il furore delle trincee sono già quelli che, incapaci di abbracciare una condizione diversa dallo stato d'eccezione, andranno a popolare le grandi mobilitazioni totalitarie del Novecento. In questo senso "La commedia di Charleroi", con la sua lingua intensa, oscillante tra lucidità e follia, è emblematica di uno scrittore che, al di là di ogni etichetta politica, ha fatto della propria opera e della propria sofferenza la testimonianza tragica del disagio di un'intera generazione. Introduzione di Attilio Scarpellini.

L'officina del macello. 1917 la...

Stamboulis Elettra
Eris 2014

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Prima guerra mondiale. Nel 1917 la realtà della trincea è chiara e atroce, molti soldati sono da tempo lontani da casa. Nel mese di giugno alla Brigata Catanzaro viene promesso un mese di riposo. Questi fanti sono contadini molisani, calabresi e siciliani, figli della Questione meridionale. Vogliono solo una pausa. Ma dopo essere arrivati da poco a Santa Maria la Longa, un piccolo paese del Friuli Venezia-Giulia, la promessa è disattesa. Devono tornare in prima linea sul Carso, dove già erano stati impegnati a lungo. I fanti non ci stanno. "L'officina del macello" racconta di questo rifiuto e di come sia stato punito. Il 16 luglio 1917, a Santa Maria La Longa un plotone di carabinieri esegue l'ordine ricevuto e procede alla decimazione della Brigata Catanzaro. Finisce così una delle più importanti rivolte scoppiate durante la prima guerra mondiale nell'esercito italiano. Gli autori ci raccontano una pagina nera della storia italiana e di come il senso di umanità e di giustizia e il diritto non sempre progrediscano insieme e congiuntamente. Il libro è completato da quattro saggi di Sergio Dini, Lorenzo Pasculli, Silvio Riondato, Giulia Sattolo, Massimo Vitale e Matteo Polo.

La linea d'argento

Baggi Marco
Delos Digital 2017

Non disponibile

15,00 €
Novembre 1917. Cosa nasconde la fuga di un disertore italiano? E quali segreti intende rivelare ai tedeschi? È ciò che si chiede Francesco Martini, giovane ufficiale invischiato in una caccia all'uomo che lo porta a combattere dietro le linee nemiche. Oltre una sottile linea d'argento, il fiume Piave, unico elemento ancora in grado di opporsi agli inarrestabili vincitori di Caporetto. In una missione disperata, fra amori, colpi di scena e oscuri alleati, Martini affronterà la sua battaglia più dura. Quella per tornare a casa.

La grande guerra. Storia di Nessuno

Di Virgilio Alessandro
Becco Giallo 2015

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Tratto dalle lettere e dai diari di trincea, la storia del giovane soldato Nessuno, chiamato a difendere l'Italia nell'inferno della prima guerra mondiale.

Scemo di guerra

Ganz
nuovadimensione 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
L'allievo tenente Italo Ardenghi, si congeda dal padre e lascia Treviso per raggiungere la sua brigata, già in linea sul Passo Vezzena. Indossa la divisa immacolata, al suo fianco danza la pistola d'ordinanza, e un fiero sorriso gli illumina il volto. Destino vuole che, proprio la notte del suo arrivo, si compia uno dei primi e più cruenti massacri sul fronte italiano della Grande Guerra: la battaglia del Basson, combattuta nella notte di plenilunio tra il 24 e il 25 agosto 1915. Da quel momento, la sorte di Ardenghi, condivisa tragicamente da milioni di italiani, lo farà precipitare in un abisso di disperazione. Dal manicomio militare del Sant'Artemio, dove viene rinchiuso dopo aver perso la ragione durante il combattimento, al rifugio segreto di Rucorvo, un pugno di case dimenticate ai piedi delle Dolomiti, il giovane soldato vivrà un continuo succedersi di avvenimenti e attese. In mezzo al caos, alla follia e al dolore, sarà Maria, donna forte e caparbia, a fare di lui un uomo. Ma l'ombra della disfatta di Caporetto, incombe ormai sulle loro speranze.

La battaglia delle api

Santopadre Aurelio
Scatole Parlanti 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Africa Orientale Tedesca, ottobre del 1914. A Tanga giunge una notizia inattesa: la Marina inglese è pronta a sferrare un attacco per strappare quel lembo d'Africa all'Impero tedesco. In Tanganica, agli ordini del colonnello von Lettow-Vorbeck, c'è un esercito mal equipaggiato composto da tedeschi e askari, questi ultimi appartenenti alla popolazione autoctona. La battaglia sembra impari: la squadra navale guidata dal generale Aitken è superiore sotto ogni punto di vista. Con notevole coraggio, il colonnello decide di non arrendersi in partenza e mette i propri uomini di fronte a un'unica possibilità: tirare fuori il proprio orgoglio per resistere all'attacco. In questo scenario si intrecciano le storie di Gerhard e Robert, due tenenti che accolgono la notizia dell'imminente battaglia in modo radicalmente diverso; ma c'è spazio per numerosi altri protagonisti che si ritrovano coinvolti in un episodio destinato a passare alla storia. Il romanzo include fatti e personaggi reali, arricchiti con elementi tratti dalla fantasia dell'autore.

Campi di grano e campi di battaglia

Van?ura Vladislav
Poldi Libri 2016

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Spiazzante, denso e complesso a dispetto della sua brevità, "Campi di grano e campi di battaglia" è un grande affresco della Prima Guerra Mondiale. Con occhio critico e stile apocalittico Van?ura ritrae alla periferia dell'Impero asburgico un microcosmo di umanità di diversa appartenenza sociale nel momento in cui viene travolto dall'inesorabilità della storia. Al di là dell'inappellabile condanna del conflitto in sé, quest'opera racchiude, in realtà, una fede nel riscatto degli uomini verso una nuova società e ci ricorda con vivida durezza la realtà della Grande Guerra che ha toccato direttamente anche l'Italia.

Jutland. Le grandi battaglie navali

Delitte Jean-Yves
White Star 2018

Disponibile in 3 giorni  
FUMETTI

14,90 €
Nella storia delle civiltà, la potenza marittima si è sempre rivelata fondamentale. Simbolo del genio scientifico e militare di una nazione, ha fatto spesso la differenza nei conflitti maggiori. In un'epoca in cui gli aerei non esistevano, la marina ha reso immortali i nomi di battaglie entrate nella leggenda come Trafalgar, Chesapeake e molte altre. Jean-Yves Delitte, esperto in storia navale, vi porterà nel vivo delle più grandi battaglie navali della storia, grazie ai fumetti che vi faranno rivivere gli eventi e conoscere i protagonisti. Jutland. 31 maggio 1916. Dopo più di due anni di attesa e diverse occasioni mancate, la Royal Navy britannica e la Kaiserliche Marine tedesca si apprestano ad affrontarsi nel Mare del Nord al largo delle coste danesi dello Jutland. Sarà l'ultimo grande confronto marittimo della Prima guerra mondiale e probabilmente una delle battaglie più epiche di sempre nella storia della marina militare. Nonostante le pesanti perdite subite, superiori a quelle tedesche, il Regno Unito riafferma la sua egemonia sui mari del mondo e la Germania, consapevole di essere scampata a un disastro, decide da quel momento di trattenere nei porti la maggior parte delle sue navi.

Le avventure del bravo soldato...

Hasek Jaroslav
Mondadori 2016

Disponibile in libreria  
CLASSICI

14,25 € 19,00 € -25%
Quando nel 1921 inizia a lavorare a quello che sarà il suo capolavoro Jaroslav Hasek ha alle spalle cinque anni di vita militare e un ventennio di attività giornalistico-letteraria: una solida base grazie a cui può dare corpo a un romanzo esilarante che è l'affresco storico di un'epoca percepita come insensata anche da chi la viveva, pazzia e idiozia infatti sono temi cruciali che percorrono l'intera vicenda di Svejk, un tipo umano nuovo nella letteratura mondiale, così come completamente nuovo era per l'epoca lo stile espressionista e plurilinguistico di Hasek, dagli effetti dirompenti - qui resi con efficacia dalla traduzione di Annalisa Cosentino, dall'approccio disinibito e attualizzante, Soldato semplice dell'esercito asburgico poi riformato per malattia mentale, Svejk racconta "dal basso" la Grande Guerra; il suo nemico non è perciò l'esercito avversario ma la casta degli ufficiali, "Nella quantità di opere sulla Grande Guerra" ha scritto Luigi Reitani "al capolavoro di Hasek spetta ancor oggi un'importanza centrale, vittima innocente di quella follia a lui superiore che viene chiamata Storia - ma al tempo stesso inesauribile narratore in prima persona di storie che mostrano l'infinita follia del mondo - Svejk è davvero il grande Gian Burrasca del Novecento, a cui va la nostra eterna simpatia."

Grande guerra. Piccoli racconti

Luini Franco
La Memoria del Mondo 2018

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
La storia si può raccontare in molti modi. Il racconto di un evento bellico lo si immagina colmo di atrocità e di disumana follia. Di certo è anche così, ma non in questo libro. I ventidue racconti che lo compongono presentano storie di uomini che rifiutano un imbarbarimento che appare inevitabile e che in circostanze disumane tentano di conservare la propria umanità, per se stessi e per gli altri. Tutti gli altri, anche il nemico. Sono storie di atti di speranza, in cui la pace combatte per tornare ad affiorare là dove non la si aspetta più. Atti pericolosi per chi vuole condurre la guerra come una perfetta macchina di morte. Sono storie di fantasia, ma ispirate a moltissimi fatti veri registrati nelle cronache della Prima Guerra Mondiale. Un modo diverso di avvicinarsi alla dimensione umana del conflitto, per riscoprire un tempo che, tra l'odio e l'abominio, fu anche di conoscenza e rispetto della vita.

'14

Echenoz Jean
Adelphi 2014

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Quando, il 10 agosto 1914, le campane suonano a martello annunciando la mobilitazione, nemmeno il mite, smarrito Anthime riesce a sottrarsi all'esultanza generale, alle discussioni febbrili, alle risate senza fine sovrastate da inni e fanfare. E poi - lo dice anche Charles con la consueta sicumera - è questione di quindici giorni al più, sarà una guerra lampo. Un ultimo, antinomico sguardo d'addio alla deliziosa Bianche - la giovane che ama ma che Charles ha ovviamente conquistato per primo - e, insieme a lui e agli inseparabili Padioleau, Bossis e Arcenel, eccolo partire da Nantes alla volta dell'ignoto. Ignoto che rimarrà tale per tutti i cinquecento giorni che passerà al fronte, perché per Anthime la guerra non può che essere un evento tenebroso e indecifrabile: anche quando si lancia curvo e goffo contro il nemico, preceduto dalla lama della baionetta che fora l'aria gelida, anche quando apprende della morte di Charles, abbattuto insieme al Farman F 37 sul quale compiva un volo di ricognizione, anche quando vede Bossis inchiodato a un puntello di galleria, anche quando si vomita addosso di paura e di disgusto - anche quando una scheggia di granata, simile a una levigata ascia neolitica, punta su di lui come per regolare una questione personale. D'ora innanzi, la sua vita minuscola sarà diversa - inaspettatamente, sorprendentemente diversa.

Avanti marsch! La grande guerra 100...

Copez Rossana
Arkadia 2015

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Gli alunni della 3ª B della media Ariosto non vedono l'ora di partire per il viaggio di istruzione che li aiuterà nella ricerca con la quale parteciperanno al concorso della Presidenza della Repubblica, indetto per celebrare il centenario della prima guerra mondiale. Anche per questo hanno deciso di visitare il museo dedicato a quel triste periodo. Ma sarà proprio durante il tour che alcuni ragazzi, accompagnati dalla professoressa di storia Annetta De Carli, spariscono all'improvviso. Ed eccoli, inspiegabilmente, catapultati nelle trincee italiane e austriache durante il conflitto. Inizia così un'avventura nel tempo e nello spazio che porta i giovani a vivere a stretto contatto con gli intrepidi fanti sardi e i loro avversari. All'iniziale spavento si sostituisce presto la curiosità, la voglia di scoprire e domandare ai protagonisti che cosa sia stato veramente quel terribile periodo. Con "Avanti marsch!" i due autori svelano, attraverso il gioco del viaggio nel tempo, la storia del primo conflitto bellico visto da una prospettiva assolutamente diversa, attraverso gli occhi di chi l'ha combattuta e mettendo in evidenza l'apporto delle migliaia di fanti sardi e il loro sacrificio.

Cauriòl, la montagna del riscatto....

Ferrari Romano
Infinito 2018

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Prima guerra mondiale. Il comando italiano vuole strappare a tutti i costi il monte Cauriòl alle truppe austroungariche. Un primo tentativo di conquista, attraverso una scalata, finisce in un disastro. Solo il 27 agosto 1916 gli Alpini, grazie alla copertura dell'artiglieria e dopo tre tentativi respinti, riescono a prendere la vetta, catturando i pochi nemici sopravvissuti. La conquista del Cauriòl rappresenta per l'Italia l'episodio più fulgido della guerra nella catena del Lagorai; si stima che in quelle battaglie siano morti circa diecimila soldati italiani e un numero simile di austro-ungarici. L'Italia manterrà il controllo del monte Cauriòl fino alla disfatta di Caporetto. Attraverso un romanzo storico rigoroso e ineccepibile, viene narrata una vicenda chiave del primo conflitto mondiale che dal 1916, attraverso i protagonisti dei due eserciti opposti, si conclude solo ai nostri giorni. Una storia di guerra e di pace, di inimicizia e al contempo di fratellanza tra i popoli.

Gène e gli altri. Al confine della...

Telloli Giancarlo
Edizioni Vida 2018

Non disponibile

13,00 €
"Gène e gli altri" è un romanzo breve che ripercorre gli ultimi mesi di vita del giovane Eugène Lucianaz, "ragazzo del '99" originario di Charvensod, piccolo centro della Valle d'Aosta, caduto sul Monte Solarolo il 13 dicembre 1917, durante la battaglia d'arresto seguita alla rotta di Caporetto. In particolare il lavoro ripercorre le tappe del suo "percorso verso il Nulla" dalla visita militare, alla chiamata alle armi nel Battaglione Aosta, all'invio al fronte sul Pasubio, al trasferimento al Battaglione Alpino Val Camonica sul Monte Grappa, alla morte nel corso della sua prima vera azione di guerra a quota 1601 del Colletto di sinistra del Solarolo.

La Grande Guerra. 14-18: armistizio

Le Roux Etienne
Mondadori Comics 2018

Non disponibile  
FUMETTI

12,99 €
Otto amici di un villaggio francese furono arruolati nello stesso reggimento di fanteria. Le loro vicende private si sono intrecciate da quell'agosto del 1914 che vide l'Europa esplodere, fino al 1918, quando un lato del fronte alzò bandiera bianca. Hanno osservato gas venefici sterminare interi battaglioni, mostri cingolati di acciaio schiacciare soldati in prima linea, tubi lanciafiamme incenerire chiunque. Quando, grazie agli alleati americani, la guerra si è spostata nei cieli, la vittoria è diventata più di una speranza. Di quegli otto amici qualcuno è tornato in anticipo, menomato, altri non hanno fatto ritorno. Pochi sono stati restituiti dall'armistizio al loro villaggio. Ma la Grande Guerra, pur se conclusa, non ha smesso di mietere vittime.

Poulot in Italia 1917-18

Lefebvre Louis
Altromondo Editore di qu.bi Me 2016

Non disponibile

12,00 €
Poulot, giovane contadino della Limousin, parte soldato nella Grande Guerra. Viene mandato a combattere in Italia, sull'Altopiano di Asiago e sul Piave. Lo stupore e le emozioni per ciò che vede, in questa terra a lui sconosciuta, s'intrecciano con l'ironia e, talvolta, con la comicità, dove il senso pratico da uomo dei campi si stempera in un'atmosfera che ricorda il mito. "Poulot in Italia", però, non è un libro di guerra, come ci si aspetterebbe. Liberamente tratto da un testo del secolo scorso di Louis Lefebvre, ufficiale dell'esercito francese durante la prima guerra mondiale, il quale riportava e romanzava il vero racconto di un uomo inviato in Italia con il Corpo di Spedizione francese alla fine del 1917. Il nome di Poulot è una chiara assonanza con il nomignolo "poilu", con il quale erano indicati i soldati francesi. Siamo alla presenza di un'opera che, proprio per la sua diversità, si colloca di diritto fra le alte testimonianze letterarie della Grande Guerra Europea.

Fratelli senza confini

Blaseotto Fabrizio
Aviani & Aviani editori 2018

Non disponibile

12,00 €
In questo romanzo non troverete nessun resoconto di sanguinose battaglie o di quanti soldati furono schierati nei diversi fronti durante il primo conflitto mondiale. Nello scrivere, ho cercato di evidenziare gli stati d'animo, la vita quotidiana, i progetti degli uomini e delle donne che, loro malgrado, sono stati i protagonisti di quella immane tragedia. Ho voluto soprattutto rendere omaggio ai combattenti di entrambi gli schieramenti che, come si fa nella normalità, avevano già pianificato il loro avvenire e invece furono costretti a sacrificarsi per la propria patria, alcuni di essi senza nemmeno saperne il motivo... solo per puro senso del dovere.

Diserzione al nemico. Fucilazione...

Camici Marcello
Persephone 2019

Non disponibile

12,00 €
L'azione del romanzo del tutto immaginaria si basa su una storia vera, la fucilazione di Alpini nel comune di Cercivento. Siamo sul fronte italo-austriaco durante la Prima Guerra Mondiale, 1915-1918, sopra il valico di Monte Croce Carnico, in cima alla vetta Cellon, alcuni plotoni del Battaglione Monte Arvenis si rifiutano di obbedire all'ordine di un attacco suicida, propongono di attaccare di notte aiutati dalla nebbia e non in pieno giorno e senza copertura d'artiglieria. Per aver disobbedito a un ordine di morte certa, dato da un incompetente, vengono fucilati il primo luglio del 1916 a Cercivento.

Cieli freddi. Anche queste...

Piumani Tommy
Dalia Edizioni 2014

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
"Sai quanti amici ho visto morire? Ho visto i loro occhi spalancati verso un cielo lontano, freddo, un azzurro che nemmeno io potevo più distinguere...". Un salto vertiginoso nel tempo, indietro di cento anni, costringe alcuni ventenni del 2015 nei buchi neri delle trincee con i soldati della prima guerra mondiale, li cala nell'ansia dell'attesa di chi aspetta notizie dal fronte e li sorprende a imbracciare fucili e a suturare ferite. Tommy Piumani sfida un mondo a cui la guerra sembra aver tolto ogni senso, in un percorso umano e letterario capace di cancellare le distanze per infondere nuova vita ed energia al nostro passato.

Niente di nuovo sul fronte occidentale

Remarque Erich Maria
Neri Pozza 2016

Disponibile in 3 giorni  
CLASSICI

12,00 €
Kantorek è il professore di Bäumer, Kropp, Müller e Leer, diciottenni tedeschi quando la voce dei cannoni della Grande Guerra tuona già da un capo all'altro dell'Europa. Ometto severo, vestito di grigio, con un muso da topo, dovrebbe essere una guida all'età virile, al mondo del lavoro, alla cultura e al progresso. Nelle ore di ginnastica, invece, fulmina i ragazzi con lo sguardo e tiene così tanti discorsi sulla patria in pericolo e sulla grandezza del servire lo Stato che l'intera classe, sotto la sua guida, si reca compatta al comando di presidio ad arruolarsi come volontari. Una volta al fronte, gli allievi di Kantorek - da Albert Kropp, il più intelligente della scuola a Paul Bäumer, il poeta che vorrebbe scrivere drammi - non tardano a capire di non essere affatto "la gioventù di ferro" chiamata a difendere la Germania in pericolo. La scoperta che il terrore della morte è più forte della grandezza del servire lo Stato li sorprende il giorno in cui, durante un assalto, Josef Behm - un ragazzotto grasso e tranquillo della scuola, arruolatosi per non rendersi ridicolo -, viene colpito agli occhi e, impazzito dal dolore, vaga tra le trincee prima di essere abbattuto a fucilate. Nel breve volgere di qualche mese, i ragazzi di Kantorek si sentiranno "gente vecchia", spettri, privati non soltanto della gioventù ma di ogni radice, sogno, speranza.

Vapori di guerra. Vol. 1

Federici Marco
Il Rio 2017

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
28 giugno 1914. Due pistolettate freddano l'Arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono austroungarico. L'Austria dichiara guerra alla Serbia, in pochi giorni si scatena l'ennesima guerra, manovrata da poteri e forze occulte. Da Londra, l'ingegner Mark Willmore (tecnico riparatore dell'esercito inglese) viene catapultato, assieme alla dottoressa Selina Chalke e al Golem Scudo, in Italia, passando dalle fredde nevi dell'Adamello alle alture del Carso, dove il vento soffia incessante portando con sé voci disumane di dolore e morte.

Fuoco e sangue. Breve episodio di...

Jünger Ernst
Guanda 2018

Disponibile in libreria  
CLASSICI

12,00 €
Il 21 marzo del 1918 l'esercito tedesco sferra la prima delle grandi offensive di primavera sul fronte occidentale, con l'obiettivo di sfondare le linee alleate e penetrare in profondità. Dopo l'estenuante guerra di trincea, la prospettiva della battaglia in campo aperto esalta e atterrisce soldati e ufficiali, consapevoli di giocarsi il tutto per tutto in un inaudito dispiegamento di truppe e mezzi, che sembra assegnare alla tecnica un ruolo decisivo. È un'esperienza unica, "che coinvolge la carne e il sangue" e forgia destini individuali e collettivi. In questo romanzo del 1925, Ernst Jünger, pluridecorato sottotenente della Wehrmacht, rielabora i propri ricordi in una prosa nitida e solenne, prestando la propria voce all'io narrante e dando modo al lettore di ripercorrere quei tremendi istanti in tutta la loro drammatica fatalità. Sebbene l'entusiasmo del 1914 sia ormai irrimediabilmente perduto, cresce in prossimità dell'attacco la consapevolezza della superiorità dell'uomo sul "materiale" e della sua sorprendente capacità di resistenza. Così, alla vigilia della battaglia, si può ancora assaporare un momento di perfetta solitudine nella natura, incantevole per l'imminente risveglio stagionale, ma anche un ultimo brindisi con i camerati, "nella fratellanza del sangue". E dopo aver combattuto, regna la sensazione di un "pieno compimento", come al "cospetto di una morte indolore dopo una lunga vita".

La Brigata Sassari. Genesi di un mito

Corrias Gianmario
Project 2014

Disponibile in 3 giorni

11,90 €
La storia della prima guerra mondiale è ricca di episodi e vicende umane drammatici. Sono ancora tante le voci che raccontano i momenti di un conflitto che ha visto cadere buona parte della gioventù italiana dell'epoca. In questo contesto, grande rilievo e

Il tenente Sturm

Jünger Ernst
Guanda 2015

Non disponibile

11,00 €
Dottorando in zoologia e ufficiale al comando dei plotoni della terza compagnia schierata sul fronte francese, naturalista e guerriero, giovane eroico e contemplatore solitario, combattente e scrittore: nei tratti del tenente Sturm, protagonista di questo racconto, si riconosce senza difficoltà la fisionomia del suo autore. Ernst Jünger diede vita all'autobiografico personaggio negli anni difficili che seguirono il conflitto mondiale. Persa la guerra, incerto se ritornare agli studi universitari, lo scrittore riprende il copioso materiale dei diari e lo rielabora in forma compiuta. Concluso nella primavera del 1923, "Il tenente Sturm" fu pubblicato a puntate sulla rivista "Hannoverschen Kurier". Poi cadde nell'oblio. Nel 1960 lo stesso Jünger disseppellì quella giovanile prova letteraria e la inserì nel volume degli scritti narrativi delle "Sämtliche Werke". Nella scrittura di queste pagine Jünger fa i conti con la propria concezione del nazionalismo e con il proprio senso della patria e dello stato, abbozza una prima larvata critica della tecnica e della ferocia delle macchine, ma, soprattutto, acquista e precisa la propria coscienza di scrittore: prende distanza dalle iperboli dell'espressionismo e affina quella gelida perfezione dello stile che resterà intatta fin nelle annotazioni dell'ultracentenario.

Un anno sull'altipiano

Lussu Emilio
Einaudi 2014

Disponibile in libreria  
NARRATIVA

11,00 €
Scritto nel 1936, apparso per la prima volta in Francia nel '38 e poi da Einaudi nel 1945, questo libro è ancora oggi una delle maggiori opere che la nostra letteratura possegga sulla Grande Guerra. L'Altipiano è quello di Asiago, l'anno dal giugno 1916 al luglio 1917. Un anno di continui assalti a trincee inespugnabili, di battaglie assurde volute da comandanti imbevuti di retorica patriottica e di vanità, di episodi spesso tragici e talvolta grotteschi, attraverso i quali la guerra viene rivelata nella sua dura realtà di "ozio e sangue", di "fango e cognac". Con uno stile asciutto e a tratti ironico Lussu mette in scena una spietata requisitoria contro l'orrore della guerra senza toni polemici, descrivendo con forza e autenticità i sentimenti dei soldati, i loro drammi, gli errori e le disumanità che avrebbero portato alla disfatta di Caporetto.

Addio alle armi

Hemingway Ernest
Mondadori 2016

Disponibile in libreria  
CLASSICI

10,50 € 14,00 € -25%
Composto febbrilmente tra il 1928 e il 1929, "Addio alle armi" è la storia di amore e guerra che Hemingway aveva sempre meditato di scrivere ispirandosi alle sue esperienze del 1918 sul fronte italiano, e in particolare alla ferita riportata a Fossalta e alla passione per l'infermiera Agnes von Kurowsky. I temi della guerra, dell'amore e della morte, che per diversi aspetti sono alla base di tutta l'opera di Hemingway, trovano in questo romanzo uno spazio e un'articolazione particolari. È la vicenda stessa a stimolare emozioni e sentimenti collegati agli incanti, ma anche alle estreme precarietà dell'esistenza, alla rivolta contro la violenza e il sangue ingiustamente versato. La diserzione del giovane ufficiale americano durante la ritirata di Caporetto si rivela, col ricongiungimento tra il protagonista e la donna della quale è innamorato, una decisa condanna di quanto di inumano appartiene alla guerra. Ma anche l'amore, in questa vicenda segnata da una tragica sconfitta della felicità, rimane un'aspirazione che l'uomo insegue disperatamente, prigioniero di forze misteriose contro le quali sembra inutile lottare.

Il fuoco

Barbusse Henri
Gingko Edizioni 2017

Non disponibile

10,00 €
Henri Barbusse si arruolò a 41 anni nell'esercito francese e, benché potesse essere riformato per motivi anagrafici, servì per 17 mesi il suo paese nella prima guerra mondiale, dapprima come soldato, poi come barelliere. Il fuoco nacque da questa esperienza di trincea. Basato sugli appunti che l'autore annotò nelle tregue dei combattimenti, composto per lo più in ospedale durante le degenze, il romanzo segue in presa diretta la vita quotidiana di una squadra di fanti sulla linea del fronte, dalla fine del 1914 al dicembre del 1915. Nella terra ridotta a un ossario, cosparsa di urina e di escrementi, disseminata di povere membra dei propri compagni, in condizioni materiali di vita estreme, i soldati, in attesa della morte, sono costretti come trogloditi in caverne di fango. Sotto il comando del caporale Bertrand, conoscono l'orrore dei bombardamenti, gli attacchi con la baionetta, la presenza inquietante della morte, e i loro sogni, le loro frustrazioni, le loro ansie, il cameratismo tessono il tempo senza fine del cruento conflitto - un tempo scandito dai morti, dominato dalla pioggia e dalla melma, contrassegnato dalle granate e dalle incursioni notturne, dagli assalti frenetici messi in atto da un'umanità perduta, votata al martirio. Il fuoco attirò aspre critiche per il suo crudo realismo, ma riscosse un immediato successo di pubblico e l'apprezzamento di alcuni dei più celebri scrittori dell'epoca, tra cui André Gide, Anatole France e Romain Rolland. Tra i primi romanzi dell'epoca a proporre una nuda testimonianza sulla brutalità della guerra, rifiutando qualsiasi retorica nazionalista ed eroica, contribuì a suscitare presso l'opinione pubblica francese accesi sentimenti d'opposizione al conflitto.

Varchi di guerra

Benucci F.
Settore 8 2018

Non disponibile

10,00 €
La guerra, quella grande, quella combattuta con la faccia nel fango. L'orrore che colpisce duro, nei corpi e nelle menti. La salvezza e la speranza in un ospedale lontano dal fronte, in cui convergono le storie di soldati coinvolti in un conflitto più ingombrante dei loro sogni e delle loro umili aspirazioni. Tutto questo raccolto in un'opera corale che ha impegnato tutti gli artisti del collettivo editoriale Varchi Comics. Una antologia che propone il fumetto in molteplici declinazioni, per linguaggio, stile grafico, impatto visivo e scrittura. Un omaggio ai piccoli e dimenticati eroi della Prima Guerra Mondiale, nel centenario della fine della ostilità.

Altana 15

Monaco Nicola
Anyname 2018

Non disponibile

10,00 €
Nella tragica notte di Caporetto una pattuglia di fanti italiani, coscritti meridionali con la presenza di un rude montanaro veneto, si ritrova, separata dal resto dell'esercito in rotta, a non combattere più per la patria ma per la propria sopravvivenza.

La compagnia dell'allegra morte....

Ricci Maurizio
Inkiostro 2018

Non disponibile

10,00 €
La prima guerra mondiale, il più terrificante carnaio che storia umana abbia mai visto. Sedici milioni di morti e oltre venti milioni di feriti e mutilati. Un intero continente rivoltato dalle fondamenta, avvelenato, devastato. Intere generazioni sacrificate al sanguinario moloch della guerra. Sul fronte più duro di tutto il conflitto, quello tra il Regno d'Italia e l'Impero Austro-Ungarico, si muove Baionetta, tragica figura omerica precipitata nelle tempeste d'acciaio. In quella che è stata definita la prima guerra moderna, il primo conflitto a servirsi di armi di distruzione di massa, di carri armati, sottomarini, gas, aerei. Strisciando tra il fango e il sangue, soldati come Baionetta rispondono agli istinti primari di sopravvivenza, trovando nella lotta e nel massacro la propria personale chiave di lettura delle follie del mondo.

La grande guerra di un povero...

Gioanola Elio
Itaca (Castel Bolognese) 2014

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Uno racconto che l'autore ha tratto dalla viva voce dello zio Salvino, un contadino che la grande guerra strappa alla famiglia e alla campagna per portarlo al fronte ed esporlo alla fame, al freddo, alla paura, alla morte, in una quotidiana lotta per la sopravvivenza. Un vivo affresco dell'Italia contadina tra secondo Ottocento e primi decenni del Novecento.

Dietro la collina. C'era una volta...

Pignotti Fabio
Scribo 2018

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
"Generale dietro la collina ci sta la notte crucca ed assassina". Si può aver paura, a ventidue anni, se non si è mai avuta? Si può sperare, a ventidue anni, di morire velocemente? Si può avere, a ventidue anni, più niente da perdere? Sì, per migliaia di ragazzi è stato così. Ugo aveva un desiderio. Irma aveva un sogno. Il Carso ne ha visti tanti di sogni. Il romanzo narra uno di questi.

Fino all'ultimo uomo

Manning Frederic
Piemme 2015

Non disponibile

9,90 €
In un romanzo considerato un capolavoro della letteratura di guerra, la battaglia della Somme, una delle più terribili carneficine della storia, rivive attraverso gli occhi del soldato semplice Bourne, alter ego dell'autore. L'attenzione è tutta rivolta agli uomini che combattono e muoiono, che marciano fino allo sfinimento, tormentati dai parassiti e dal sudiciume, che attendono nelle retrovie. Le imprecazioni, i pensieri, la paura non concedono,nulla all'idealizzazione della vita militare. Il risultato è un profondo, sincero ritratto del soldato semplice di fronte alla terribile prova della guerra. Della Grande guerra e di ogni guerra.

La guerra di Massimiliano. Le...

Toffoli Renzo
La Piave 2017

Non disponibile

8,90 €
Tema fotografico del quarto anno di guerra. "Le distruzioni dei paesi della sinistra Piave".

Inch'Allah. Il sangue e l'oro

Editoriale Cosmo 2016

Non disponibile

7,90 €
Due soldati, una promessa, una grande avventura... Nelle trincee della Prima guerra mondiale un ufficiale aristocratico e un soldato semplice corso stringono un patto: se riusciranno a sopravvivere alla carneficina si imbarcheranno come pirati. Tre anni dopo il Corso bussa alla porta dell'aristocratico per proporgli un affare che cambierà le vite dei due uomini...

Bollettino di guerra

Köppen Edlef
Mondadori 2008

Disponibile in 3 giorni

7,50 € 10,00 € -25%
Pubblicato nel 1930, al termine della repubblica di Weimar e poco prima dell'avvento del nazismo, "Bollettino di guerra" è un romanzo di forte impatto. Con l'immediatezza della testimonianza diretta, ma nello stile impartecipe della Nuova Oggettività, mostra come nessun altro gli orrori della Prima guerra mondiale. Il giovane studente Adolf Reisiger, partito volontario per il fronte francese come artigliere, impara a conoscere la carneficina che avviene sul fronte, dal fuoco in trincea agli attacchi col gas, dai bombardamenti aerei agli assalti dei carri armati. Il giovane lotta con tutto il suo ardore contro la forza devastante di una guerra disumana, "moderna". Gettato letteralmente in un bagno di sangue scopre che eroismo, abnegazione, trionfi sono parole vuote, dietro le quali resta solo il cieco, brutale, insensato obbligo di "obbedire all'ordine di uccidere". Proibito dai nazisti, dimenticato per decenni in Germania e inedito in Italia, questo romanzo, giudicato dai critici contemporanei il migliore sull'esperienza della Grande guerra, regge senza timore il confronto con altri assai più noti, come "Niente di nuovo sul fronte occidentale" di Erich Maria Remarque. Nato nel 1893 Köppen partì per il fronte francese nel 1914. Più volte ferito e promosso sul campo, al termine della guerra fu rinchiuso in un ospedale psichiatrico. Congedato nel 1918, divenne redattore e traduttore lavorando per la prima radio di Berlino. Licenziato con l'avvento del nazismo, morì nel 1939.

La grande guerra. Storie d'Italia

Nicola Pesce Editore 2015

Non disponibile

6,00 €
In occasione dei cento anni dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale, 12 autori hanno firmato altrettante brevi storie a fumetti sulla inutilità della guerra. Dal soldato che uccide un suo simile un minuto dopo l'armistizio, alla durissima vita in trincea, dalle carneficine quotidiane della povera gente ai salotti nobili della diplomazia, un affresco vivace e crudo della Grande Guerra così come sopravvive nelle nostre memorie grazie ai racconti dei nostri nonni.