Assistenza sociale per i bambini

Active filters

Tutela minorile e processi...

Secchi Giammatteo
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 3 giorni

19,00 €
Nell'ambito della tutela minorile è difficile aprirsi al concetto di "partecipazione": questo perché, molto spesso, l'operatore sociale è chiamato a intervenire per tutelare il fanciullo dai suoi stessi familiari. Paradossalmente, proprio attraverso il richiamo alla partecipazione, che implica riassunzione di responsabilità, è possibile riabilitare le risorse di quei familiari che, pur amando i propri figli, a volte agiscono in maniera non tutelante. Il testo, supportato da una base teorica e metodologica, esplicita proposte innovative per un approccio partecipativo negli interventi di tutela, differenziandole in relazione ai diversi momenti: dalla fase precedente la segnalazione fino al procedimento avviato; dalla emissione del decreto giudiziario fino all'eventuale decisione dell'allontanamento del bambino/ragazzo. Vengono inoltre presentate tracce operative tratte dall'esperienza pluridecennale della Cooperativa sociale "La casa davanti al sole" di Varese. Il testo si rivolge ad assistenti sociali, educatori, facilitatori, consulenti sociali, operatori di advocacy, mediatori familiari, operatori del servizio tutela, riunendoli sotto il comune denominatore di "operatori sociali".

Comunità per minori. Pratiche...

Barbanotti Gianluca
Carocci

Non disponibile

16,00 €
Il volume traccia una panoramica del fenomeno delle comunità per minori di tipo familiare in Italia. Una storia trentennale vissuta dalle comunità residenziali e dai Servizi nel segno della ricerca, sperimentazione e rielaborazione di culture, modelli organizzativi e metodologie: un fenomeno che vede 5.500 bambini e ragazzi e oltre 2.000 professionisti impegnati in un'opera di tutela e di sostegno alla crescita per l'infanzia e l'adolescenza svantaggiata.

Il Centro Diurno polifunzionale per...

Mariano Barbara
Edisud Salerno

Non disponibile

15,00 €
"Il Centro Diurno ha raccolto molti bambini del Comune di Battipaglia (Sa), dai quattro anni fino alla maggiore età, che hanno partecipato alle attività, favorendo così la socializzazione tra i pari e lo sviluppo dell'apprendimento in un ambiente semiresidenziale..."

«Gli assistenti sociali non rubano...

Giordano Marco
Punto Famiglia

Non disponibile

15,00 €
Chi è dunque l'assistente sociale? Un missionario? Un rivoluzionario? Un politico? L'assistente sociale è un professionista dell'aiuto che opera in un tempo, di crisi e di evoluzioni, che gli chiede di approfondire ed attualizzare la sua missione, mettendo in campo una continua capacità di innovazione e di inventiva e stimolando processi capaci di far avanzare il benessere delle singole persone e dell'intera polis.

«Gli assistenti sociali non rubano...

Giordano Marco
Punto Famiglia

Non disponibile

10,00 €
Chi è dunque l'assistente sociale? Un missionario? Un rivoluzionario? Un politico? L'assistente sociale è un "professionista dell'aiuto" che opera in un tempo, di crisi e di evoluzioni, che gli chiede di approfondire ed attualizzare la sua missione, mettendo in campo una continua capacità di innovazione e di inventiva e stimolando processi capaci di far avanzare il benessere delle singole persone e dell'intera polis.

L'educatore a domicilio. Tra...

Tabacchi Alessia
15,00 €
Il presente lavoro mira ad indagare il sostegno offerto alle famiglie attraverso gli interventi educativi a domicilio, ambito in cui si riscontra una costante richiesta da parte degli Enti locali. I servizi sociali territoriali ricorrono all'intervento domiciliare sia come forma preventiva sia come misura di sostegno alla famiglia, laddove vi siano elementi di pregiudizio o di disagio manifesti. In questa sede si è scelto di parlare di "intervento educativo a domicilio", definizione che apre lo sguardo all'intera storia familiare. La famiglia, seppur in difficoltà, è esperta della propria vita e, mediante un adeguato sostegno, può trovare in sé risposte efficaci e creative alle difficoltà che incontra. Il lavoro a domicilio assume, pertanto, funzione di supporto al nucleo che sta vivendo un momento di difficoltà, al fine di suscitare e favorire la messa in gioco delle risorse e delle potenzialità possedute. La ricerca si dipanerà nel tentativo di delineare gli elementi significativi per un'adeguata formazione dei professionisti che operano a domicilio, con l'auspicio di accrescere la consapevolezza sociale circa l'alta valenza preventiva di tali forme di sostegno alla famiglia.

Sistema penale e minori

Scivoletto Chiara
Carocci

Disponibile in libreria in 5 giorni

17,50 €
Chi è il minore? Quali sono le ragioni e i significati che hanno determinato l'instaurarsi di una tutela differenziata, esclusivamente diretta a lui? Quali le basi teoriche e normative necessarie per accostarsi al tema della giustizia penale minorile? A qu

Cresci con me

Palagi Marco
Giovane Holden Edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
"Cresci con me" è un atto di amore. La testimonianza di un volontario attivo che ha sperimentato sulla propria pelle le difficili condizioni in cui versano molti bambini a Sighet, cittadina della Romania ai confini con l'Ucraina. Marco Palagi, da due anni nelle fila di Time4life, ha affrontato parecchie missioni di aiuto e sostegno a due case-famiglia: quella di suor Bianca e quella di suor Adriana. Qui, bambini di età variabile, dalla prescolare all'ultima classe delle elementari, in balìa di una famiglia spesso non in grado di supportarli, per sopravvivere e sperare in un possibile futuro si affidano alla bontà di due religiose infaticabili e di un gruppo di volontari che non si risparmia pur di assicurare loro cibo, riscaldamento e affetto. Sfogliando le pagine del libro, che raccoglie foto dei bambini di volta in volta alloggiati nelle case-famiglia, si ha la sensazione di assistere a un percorso di crescita lungo il quale l'adulto impara dal bambino e viceversa a fidarsi e affidarsi e soprattutto ad amare senza riserve. Eppure, come precisa l'autore nella sua lettera aperta al lettore, una cosa è raccontare quest'esperienza un'altra è immergersi nella realtà di Sighet e lasciare che colpisca i tuoi sensi con gli odori, i colori, i movimenti, le vicinanze e le distanze, le voci, i silenzi, gli sguardi. Una sensazione quasi ossimorica schiaffeggia il lettore di fronte alle smorfie divertite dei bambini, alle partite di calcetto: gesti uguali a quelli dei nostri figli e nipoti, solo che non ci sono mamme trepidanti o papà orgogliosi, ci sono solo i volontari. Che li amano immensamente.

La tutela sociale e legale dei...

Ceccarelli Elisa
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

26,00 €
I principi che regolano il diritto minorile sono anzitutto materia d'interpretazione da parte dei magistrati ma la loro conoscenza è necessaria anche nella formazione degli operatori. Le storie problematiche dei minori e delle loro famiglie mettono infatti in luce l'importanza dell'interazione tra saperi diversi e funzioni distinte. Il libro si propone di fornire una panoramica delle norme, anche con casi esemplificativi e una lettura multidisciplinare, analizzando le difficoltà e le conseguenze della loro applicazione e mostrando cosa accade nella vita e nella mente dei bambini e dei loro genitori. Per questa ragione il testo ha adottato una forma originale rispetto ad altri manuali di diritto: espone i molteplici interventi che possono essere messi in atto tenendo conto della condizione esistenziale del bambino o dell'adolescente e le possibili diverse implicazioni. Il manuale si rivolge agli operatori che si occupano della tutela e della cura dei minorenni: assistenti sociali, educatori, psicologi e avvocati che, nella loro pratica professionale, si confrontano con situazioni complesse e con responsabilità gravose. Può interessare anche a tutti coloro che si occupano a vario titolo di bambini e ragazzi, in particolare gli insegnanti.

I fiói de la roda dell'Istituto...

Fornasier Giorgio
15,00 €
"I fiói de la roda" porta un titolo che per molti è quasi un indovinello. Chi saranno questi fiói? La risposta è piuttosto triste, poiché il volume racconta la storia della roda, cioè di quella bussola posta davanti alla chiesa di Loreto a Belluno, dove venivano introdotti nottetempo i bambini rifiutati dalle mamme. Il volume racconta la storia di questi bambini, precisandone specialmente il loro numero, la provenienza, la condizione delle mamme e delle successive balie, ecc. Come si arguisce da tutto questo, l'opera colma una lacuna nella nostra conoscenza storica non solo della città ma di tutta la provincia. Infatti i bambini esposti venivano non tanto dalla città, ma specialmente da Agordo, Cadore, Comelico, ecc. Il volume mette in evidenza anche la bontà della gente di chiesa che si prestava affinché questi esseri indifesi potessero sopravvivere.

Per continuare ad amare. La tutela...

Verdicchia Danilo
Comunicando (Andria)

Non disponibile

18,00 €
Si può essere buoni genitori, se si è ostinati ad amare i propri figli. La bigenitorialità è ancora una grande conquista da raggiungere in molte storie di separazione, ancor più quando la conflittualità mina i fondamenti del comune buon senso. Le professioni d'aiuto, se sanno investire in percorsi di autoformazione eccellenti, possono offrire supporto e coordinamento adeguati, per riappropriarsi di strumenti funzionali per educare ed amare i figli.

Assistenza all'infanzia...

Citarella Luigi
CEDAM

Non disponibile

20,00 €
Nel XIX secolo l'abbandono dei neonati, non solo illegittimi, era ampiamente diffuso e socialmente accettato in tutta l'Europa. Nel Regno di Napoli, durante il primo periodo borbonico, l'assistenza all'infanzia abbandonata, nonostante le spinte laiciste di Carlo, era ancora affidata alla Chiesa. Nel primo decennio dell'Ottocento il governo francese si mostrò più attento alla tutela dei disagiati e, in particolare, dei projetti. La normativa che regolava la loro accoglienza subì modifiche radicali. Invece di un'assistenza precaria, affidata principalmente alle opere caritative e religiose, si cercò di organizzare un sistema provinciale fortemente centralizzato. Il programma di assistenza fu confermato e ulteriormente rafforzato durante la restaurazione borbonica. I nuovi regolamenti, tanto accurati nel descrivere i bisogni dei projetti, risultarono ambigui nell'indicare i mezzi e le misure per soddisfarli. Accanto alla continua emergenza finanziaria l'altro grande problema era costituito dalla distribuzione degli ospizi e delle risorse sul territorio nazionale, che determinò lo sviluppo di alcuni centri di eccellenza, in particolare gli orfanotrofi di Giovinazzo e di San Ferdinando in Salerno, che escluse, però, alcune aree più povere del Regno come la Basilicata e la Terra d'Otranto. Se è vero che i benefici accordati dal governo al ramo assistenziale si tradussero nel primo quarto del XIX secolo in una marcata riduzione dei tassi di mortalità all'interno dei brefotrofi del regno, è anche vero che le idee innovative, che ispirarono le riforme dei primi decenni del secolo, furono sacrificate alle ineludibili ragioni della finanza pubblica. A subirne le conseguenze furono i bambini e specialmente le bambine abbandonate.

Orfani speciali. Chi sono, dove...

Baldry Anna Costanza
Franco Angeli

Non disponibile

20,00 €
Si stima che in Italia in 15 anni (dal 2000-2014) ci sono stati 1.600 nuovi casi di orfani che hanno perso la madre perché uccisa dal padre, poi suicida o successivamente detenuto. Minori o già maggiorenni, sono "orfani speciali" perché sono speciali i loro bisogni, i loro problemi, la condizione psico-sociale in cui si trovano. In un attimo la loro vita è stata stravolta come in un terremoto, si sono trovati catapultati in un'altra realtà. Non solo: come in una guerra, l'omicidio è spesso solo l'epilogo di continue violenze domestiche. Questi orfani vivono dunque un trauma complesso di cui fino a oggi non ci si era mai occupati. L'Italia è il primo paese ad avere definito recentemente una legge ad hoc che cerca di ridurre i danni subiti e rendere la vita di questi orfani e di chi se ne prende cura un po' meno difficile. Anna Costanza Baldry, che ha contribuito a far conoscere il problema e ha sostenuto l'approvazione di questa legge, tratta il tema in maniera scientifica, presentando anche i risultati della prima indagine nazionale empirica, con interviste ai protagonisti e l'approfondimento di alcuni casi "simbolo" documentati dalla letteratura internazionale, realizzata anche grazie al progetto europeo Switch-off, con la rete DiRe (Donne in Rete). Con un approfondimento giuridico di Carla Garlatti, presidente del tribunale per i minorenni di Trieste. Un testo che vuole aiutare gli operatori della giustizia, dei servizi sociali, gli insegnanti, gli studiosi e le nuove famiglie che si occupano di questi orfani speciali a conoscere gli strumenti di intervento e ad adottare protocolli adeguati per la gestione dei casi.

Tsaiki Tsara. I bambini di Manina

Cutrupi Massimo
Thyrus

Non disponibile

12,00 €
Manina Consiglio vive a Nosy Be dal 1997. Ha iniziato da subito, con determinazione e in modo concreto, ad aiutare il popolo malgascio. Nel 2004 fonda l'associazione no profit "I Bambini di Manina del Madagascar" che nel 2009 diventa ONLUS. Tsaiki Tsara è il nome di tutte le scuole fondate da Manina e in malgascio vuol dire "bambini buoni". Le scuola non sono private ma appartengono alla comunità e al villaggio. Nascono su richiesta del "Fokontani" (il capo villaggio) che presenta una lista di bambini da scolarizzare e tutti i bambini possono accedervi perché sono gratuite e tutto il materiale didattico è fornito dall'associazione. Ogni classe ha un suo insegnante malgascio, regolarmente diplomato, e ogni villaggio ha un direttore didattico sempre in contatto con Manina e con il CISCO (Circoscrizione scolastica).

I voli dell'Ape. «Sport contro la...

Bruni Francesco
Antigone

Non disponibile

18,00 €
L'"Ape" è l'Area Penale Esterna, quella dei giovani, colpevoli di reati più o meno gravi, che il giudice minorile ha deciso di "mettere alla prova", sottraendoli al regime di detenzione. Anche a questi ragazzi si rivolge "Sport contro la droga", un'iniziativa del Coni e della Uisp che promuove, in un'ottica di prevenzione, attività sportive e di aggregazione, di accompagnamento educativo e psicologico e di inserimento lavorativo, con giovani a rischio di tossicodipendenza o comunque di devianza. Il volume documenta esperienze già concluse o tuttora in corso in alcune città-laboratorio; presenta storie di ragazzi che vivono in quartieri degradati, con alle spalle famiglie piene di problemi, e sottolinea il valore educativo di una pratica sportiva "pulita".

La comunità per minori. Percorsi di...

Apollonio Bruno
La Moderna

Non disponibile

16,00 €
Sulla base degli orientamenti emergenti, a favore della promozione e lo sviluppo di iniziative finalizzate al miglioramento della qualità nei servizi residenziali, la coop. "Sociale A.S.M.I.D.A." arl Onlus ha avviato un percorso per gestione di comunità alloggio per minori "Estia" sita in Piazza Armerina (EN). Tale percorso è stato finalizzato all'individuazione di un "modello" qualità per l'erogazione di servizi residenziali incentrato sui bisogni dell'utenza sulla soddisfazione degli operatori coinvolti, al fine di giungere alla costruzione di un progetto educativo individualizzato da adattare ai minori ospiti della struttura. Partendo dall'analisi della normativa, della letteratura, delle esperienze europee e delle tendenze in atto nel settore, si è pervenuti all'individuazione delle strategie e dei fattori etici cui informare i modelli organizzativi, determinando, i requisiti gestionali che il servizio deve soddisfare per essere considerato "qualitativamente accettabile" nonché gli indicatori utili a definirne il grado di concretizzazione. Tali fattori rappresentano una griglia di riferimento "minima" all'interno della quale si è concepito il progetto educativo.

L'osa animatore del sociale....

Lazzara Maria
Youcanprint

Non disponibile

12,00 €
Il ruolo dell'animatore non è tanto quello di divertire, di fare, di esprimere, di essere attivo, protagonista, anzi il suo ruolo deve essere quello di "far divertire, far fare, far esprimere, di rendere l'utente attivo ed espressivo, renderlo il vero protagonista, responsabile della costruzione di relazioni e comunicazione". L'animatore non è solo figura che intrattiene attività relazionali, ma anima e promuove attività creative che concorrono a favorire e a dilatare il campo delle esperienze del bambino per cui è pure chiamato a dotarsi di competenze tecniche: d'animazione, di conduzione di gruppi e di tipo organizzativo.

Nasi Rossi. Il clowning...

Zucca Daniele
Miotti Mauro

Non disponibile

12,00 €
Il libro: "Nasi Rossi. Il clowning nell'educAzione con il metodo EDEL: studi e ricerche", è un testo che approfondisce lo studio e l'utilizzo del clowning nei processi educativi e formativi. A partire da un breve excursus sulla figura del clown e la sua applicazione nell'ambito sanitario e sociale, a tutti ben nota, il testo si concentra sulla proposta di un modello che vede il clowning come un approccio efficace nei contesti educativi, scolastici ed extrascolastici. Il lavoro viene approfondito con la proposta di uno specifico metodo che valorizza le caratteristiche psicologiche che presenta la figura del clown, attraverso un percorso creativo e divertente che unisce la dimensione emotiva del clown, delle sue tecniche e giochi, insieme ad un metodo strutturato che prevede la nascita di un clown educatore. All'interno del testo vengono riportati gli esiti di alcune ricerche che evidenziano la validità del metodo EDEL ed aprono la strada ad ulteriori riflessioni su un ambito, ancora così giovane, quale quello del clown nei contesti educativi e formativi.

Magicoliere. Come impiegare la...

Magri Mirko
Troll Libri

Non disponibile

20,00 €
Nel libro, ricchissimo di spunti, tecniche e immagini, è descritto l'originale stile e metodo di lavoro del Magicoliere, frutto di tanto studio, pratica e passione. Il Magicoliere è un esperto delle relazioni umane che impiega la magia del gioco per promuovere meraviglia e benessere nel bambino ricoverato in ospedale, agevolando il lavoro del personale medico e paramedico. È un testo consigliato sia per chi opera in strutture sanitarie sia per chi è un semplice appassionato del gioco e dei bambini. I tanti giochi di cui si parla vengono sperimentati ogni giorno e si basano sull'esperienza diretta dell'autore. Oltre a suggerimenti su come proporli, l'autore offre anche esaustive spiegazioni tecniche e soprattutto dettagliate motivazioni sul perché utilizzarli in ospedale.