Assistenza sociale per i bambini

Filtri attivi

Sabina Santilli. Figlia della notte...

Doni Elena
Ianieri 2007

In libreria in 10 giorni

10,00 €
All'età di sette anni, aveva perso la vista e l'udito in seguito a una meningite. Ha voluto vivere, agire, imparare, lavorare, invece di spegnersi a poco a poco come accade spesso a chi è colpito da menomazioni terribili, e dare coraggio ad altri ciechi e sordi come lei; e ad altri, ancora più sfortunati, che ciechi e sordi dalla nascita non avevano neppure imparato a parlare. "Aveva la luce dentro". Venne a conoscenza di un istituto che accoglieva e faceva studiare i bambini ciechi: era il Regina Margherita di Savoia, appena aperto per l'instancabile insistenza di una straordinaria figura di educatore cieco, il prof. Augusto Romagnoli. Con Romagnoli, Sabina aveva imparato il francese, in seguito volle imparare l'esperanto, l'inglese e il tedesco. Un prezioso contatto con il mondo fu costituito per Sabina dalle tante riviste alle quali era abbonata. Aveva imparato bene la dattilografia e la corrispondenza di Sabina si era fatta sempre più intensa: lei rispondeva puntualmente a tutti, offrendo il suo sostegno. Venne così a conoscenza del fatto che molti di loro erano abbandonati al Cottolengo e qualche volta anche in manicomio. Per il confronto tra quanto si faceva all'estero ed il quasi nulla che c'era in Italia, prese forma in Sabina l'idea di farsi lei stessa promotrice di un'iniziativa nazionale a favore dei sordo-ciechi. Nacque così nel 1964 la Lega del Filo d'Oro.

Liberi di scegliere. La battaglia...

Di Bella Roberto; Zapelli Monica
Rizzoli 2019

In libreria in 3 giorni

18,00 €
Violenza, onore, omertà sono i codici della 'ndrangheta. All'interno delle famiglie rispettarli è un dovere che non si discute. Le madri crescono i figli per consegnarli a un mondo fondato su questi valori, i figli sanno che un giorno dovranno fare il mestiere dei padri. Una catena familiare che si tramanda solida, affidabile, generazione dopo generazione. Roberto Di Bella, giudice minorile a Reggio Calabria, in venticinque anni ha processato prima i padri, poi i loro figli. Sempre per gli stessi reati. Ha visto ragazzi che avevano ancora una luce nello sguardo procedere inesorabilmente verso una vita adulta fatta di violenza e carcere duro. E ha capito due cose. La prima è che la 'ndrangheta non si sceglie, si eredita. La seconda è che non voleva più stare a guardare. Bisognava dare a questi ragazzi una possibilità. Farli tornare liberi di scegliere. Mostrare loro altri mondi, altre vite, un futuro ritagliato sui loro sogni e non sulle richieste di una società criminale. E l'unico modo per farlo era allontanarli dalla Calabria, dalla ragnatela di ricatti, pressioni, allusioni che il loro nucleo familiare avrebbe messo in atto. Un percorso non sempre semplice, anzi, spesso faticoso e doloroso, ma che ha restituito a molti ragazzi la possibilità concreta di una vita diversa da quella segnata dal carcere e dalla violenza dei loro padri. Roberto Di Bella in queste pagine ci racconta come è maturata in lui questa scelta, le reazioni dei ragazzi, la collaborazione, inaspettata, di molte madri. Un'esperienza vissuta giorno dopo giorno che nel tempo ha dato vita a un protocollo oggi adottato anche in realtà diverse dalla Calabria.

Cresci con me

Palagi Marco
Giovane Holden Edizioni 2018

In libreria in 3 giorni

15,00 €
"Cresci con me" è un atto di amore. La testimonianza di un volontario attivo che ha sperimentato sulla propria pelle le difficili condizioni in cui versano molti bambini a Sighet, cittadina della Romania ai confini con l'Ucraina. Marco Palagi, da due anni nelle fila di Time4life, ha affrontato parecchie missioni di aiuto e sostegno a due case-famiglia: quella di suor Bianca e quella di suor Adriana. Qui, bambini di età variabile, dalla prescolare all'ultima classe delle elementari, in balìa di una famiglia spesso non in grado di supportarli, per sopravvivere e sperare in un possibile futuro si affidano alla bontà di due religiose infaticabili e di un gruppo di volontari che non si risparmia pur di assicurare loro cibo, riscaldamento e affetto. Sfogliando le pagine del libro, che raccoglie foto dei bambini di volta in volta alloggiati nelle case-famiglia, si ha la sensazione di assistere a un percorso di crescita lungo il quale l'adulto impara dal bambino e viceversa a fidarsi e affidarsi e soprattutto ad amare senza riserve. Eppure, come precisa l'autore nella sua lettera aperta al lettore, una cosa è raccontare quest'esperienza un'altra è immergersi nella realtà di Sighet e lasciare che colpisca i tuoi sensi con gli odori, i colori, i movimenti, le vicinanze e le distanze, le voci, i silenzi, gli sguardi. Una sensazione quasi ossimorica schiaffeggia il lettore di fronte alle smorfie divertite dei bambini, alle partite di calcetto: gesti uguali a quelli dei nostri figli e nipoti, solo che non ci sono mamme trepidanti o papà orgogliosi, ci sono solo i volontari. Che li amano immensamente.

Oltre l'assistenza. Lavoro e...

Cenedella C. (cur.); Fumi G. (cur.)
Vita e Pensiero 2015

In libreria in 3 giorni

30,00 €
Il lavoro manuale è presente spesso nella storia degli istituti per minori, dagli orfanotrofi alle case per bambini e ragazzi abbandonati e 'derelitti', come modalità di impiego disciplinato degli ospiti e anche a beneficio dei bilanci dell'ente. Dal Sette-Ottocento il lavoro assunse gradualmente finalità nuove e lo scopo 'industriale' di laboratori e officine degli enti assistenziali si venne riducendo, mentre ci si propose - anche nel confronto con esperienze e modelli stranieri - una vera formazione professionale. Questa era diretta non solo a permettere l'apprendimento di un mestiere manuale e facilitare il collocamento lavorativo, obiettivi che pure restavano tra gli scopi degli istituti; ma anche a valorizzare le attitudini e i talenti dei giovani assistiti e dare loro maggiori opportunità mediante una buona qualificazione professionale. Le esperienze e le immagini contenute nel volume raccontano di scuole-officina volte a formare sarte e sarti, calzolai, falegnami-ebanisti, meccanici ecc., di navi asilo, di colonie agricole e di corsi professionali nei riformatori. Già prima che il lavoro dei minori fosse vietato per legge in Italia, in vari enti il lavoro degli allievi fu accantonato e gli istituti si orientarono ad ampliare l'istruzione degli alunni e a potenziarne le opportunità mediante la formazione professionale. Un processo che, muovendo dall'infanzia povera e 'irregolare', contribuì all'affermazione di un sentimento dell'infanzia...

Le comunità per minori. Un modello...

Tibollo Alessandra
Franco Angeli 2015

In libreria in 3 giorni

24,00 €
Cos'è una comunità per minori? Esiste un modello pedagogico di riferimento? Quali gli strumenti e i metodi? In quale direzione porta l'attuale processo di differenziazione delle comunità? Nella complessa matassa di domande che si aggrovigliano intorno alle strutture residenziali per minori, l'autrice orienta il lettore fra gli approcci presenti in letteratura e l'attuale dibattito sul tema arrivando a elaborare e proporre una nuova lettura del modello pedagogico di base delle comunità. Una mappa concreta e sistematizzata di principi pedagogici che non mira a risposte definitive, o all'introduzione di nuove categorie educative, ma si delinea come uno sguardo pedagogico per creare ulteriori luoghi di riflessione e di ricerca. Il volume è quindi una guida per chi desideri intraprendere un itinerario nel mondo delle comunità per minori: dalle lunghe e contorte strade storico-legislative agli ancora stretti sentieri tracciati dalla pedagogia.

La visita domiciliare in tutela...

Cabiati Elena
Erickson 2014

In libreria in 3 giorni

9,00 €
Nel lavoro di tutti i giorni di un assistente sociale, può sembrare che manchi il tempo per prepararsi adeguatamente a una visita domiciliare. Ma in particolare nella tutela minorile occorre mostrare competenza, cura dei dettagli e flessibilità. Su cosa bi

Il progetto educativo nelle...

Bastianoni Paola
Erickson 2014

In libreria in 3 giorni

9,00 €
Nella vita quotidiana delle comunità per minori vanno contrastate le logiche istituzionalizzanti e si deve promuovere un approccio centrato sulle relazioni interpersonali. Mantenendo l'attenzione sul preminente interesse del minore, si può costruire un'all

I figli perduti. La ricostruzione...

Zahra Tara
Feltrinelli 2012

In libreria in 3 giorni

30,00 €
Nel secondo dopoguerra un numero senza precedenti di minori era separato dalla famiglia in Europa. Si trattava di un'autentica emergenza umanitaria. C'erano bambini nei campi di concentramento, in orfanotrofi o campi per profughi, alcuni senza casa, altri lontani dalla patria in quanto adottati o sfollati, altri ancora reclamati dal loro paese o coinvolti nelle deportazioni. Molti erano ebrei, sopravvissuti all'Olocausto o salvi perché nascosti e in esilio. Furono in tanti - educatori, psicologi, politici, militari, operatori sociali di varie nazionalità -a prendersene cura. Si cercò di soccorrerli, durante e dopo la guerra, offrendo loro assistenza materiale e riabilitazione psicologica. E ci si scontrò per decidere la sorte delle nuove generazioni, da cui dipendeva il futuro dell'Europa. I figli perduti, con originalità, studia la ricostruzione europea nel collasso generale di valori e gerarchie tradizionali scegliendo il punto di vista dell'infanzia dispersa. Inizia dalle prime forme di soccorso umanitario all'infanzia (nei casi del genocidio armeno, del primo dopoguerra o della guerra di Spagna), si concentra poi sulla seconda guerra mondiale e in particolare sul dopoguerra, sino alla guerra fredda. Analizza le politiche per l'infanzia, fondate su differenti teorie psicoanalitiche e su opzioni anche opposte - familistiche per gli anglo-americani e collettivistiche per i sionisti -, ma comunque declinate in termini nazionali.

Bambini e famiglie in difficoltà....

Bertotti Teresa
Carocci 2012

In libreria in 3 giorni

23,00 €
Come aiutare le famiglie in difficoltà i cui comportamenti mettono a rischio i bambini? Quali sono i criteri da adottare per decidere se segnalare una situazione alla magistratura? Come rendere compatibile l'aiuto alla famiglia con la protezione dei bambini? Quali nuove responsabilità deve assumere l'assistente sociale per i cambiamenti del sistema di welfare, la contrazione delle risorse e l'incremento delle difficoltà delle famiglie? Il libro intende rispondere a queste domande attraverso una disamina degli elementi teorici e di base che influenzano le attività di protezione dell'infanzia, presentando gli esiti di una ricerca qualitativa sui dilemmi etico-professionali affrontati dagli operatori. Un ampio inquadramento metodologico considera le diverse fasi del rapporto dell'assistente sociale con la famiglia: dall'accoglienza della domanda alla progettazione degli interventi, alla segnalazione al tribunale e alle azioni nel contesto giudiziario. Il volume è rivolto agli operatori in servizio, ma anche ai responsabili dei servizi stessi e agli studiosi che desiderano conoscere aspetti meno visibili del lavoro degli assistenti sociali. È utile anche agli studenti per apprendere le modalità d'intervento in un ambito complesso.

Presa in carico e intervento nei...

Mariani E. (cur.); Marotta L. (cur.); Pieretti M. (cur.)
Erickson 2009

In libreria in 3 giorni

25,00 €
Questa ricca raccolta di strategie di intervento per il trattamento riabilitativo dei disturbi dello sviluppo ospita i contributi di numerosi professionisti che svolgono la loro attività clinica all'interno di équipe interdisciplinari e che sono quotidiana

Dalla parte dei bambini. Per...

Andreoli Vittorino
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2002

In libreria in 3 giorni

10,00 €
"Questo libro si occupa in particolare dei bisogni e della protezione dei bambini da zero a dieci anni, ovvero dalla nascita alla soglia della pubertà. È rivolto naturalmente ai genitori e agli educatori, in quanto responsabili diretti dello sviluppo psichico e fisico dei bambini e della loro crescita armoniosa e felice. Ma vorrebbe parlare a tutti coloro che si sentono di condividere l'impegno fondamentale di difendere i figli di questa società dalle insidie e dai rischi che possono metterne in pericolo la salute, l'equilibrio nonché la vita. Questo libro è frutto dell'esperienza clinica e del contatto diretto con le realtà variegate di centinaia e centinaia di famiglie." (Vittorino Andreoli)

Il colloquio psico-sociale nei...

Gallina Margherita; Mazzucchelli Francesca
Franco Angeli 2020

In libreria in 5 giorni

16,00 €
impresa ardua, forse impossibile, "insegnare" a fare un colloquio: durante un colloquio entrano infatti in gioco numerosissime variabili che non permettono di standardizzare la pratica riconducendola a rigide procedure e la sola esperienza personale sul campo non consente di acquisire la competenza necessaria. Le autrici hanno dunque posto l'attenzione all'aspetto relazionale del colloquio, arricchendo le considerazioni teoriche con numerosi esempi. Il volume si rivolge ad assistenti sociali, a psicologi e a educatori che, con compiti di cura e di tutela, incontrano, nell'ambito dei servizi sociali, minori e famiglie in difficolt Il testo si propone di illustrare le peculiaritdel colloquio con un genitore, con un bambino e con un adolescente in difficolt le attenzioni necessarie, le possibili strategie e alcune riflessioni di carattere etico e deontologico. I casi presentati si riferiscono a colloqui diversi tra loro, in situazioni con richieste spontanee di aiuto da parte delle famiglie o con provvedimenti della magistratura, per illustrare, nel modo piampio possibile, le differenti prassi utilizzabili. Il testo propone inoltre alcune tecniche specifiche, quali l'osservazione e la fiaba, che possono essere adottate in contesti non terapeutici.

Tutela minorile e processi...

Secchi Giammatteo
Franco Angeli 2019

In libreria in 5 giorni

19,00 €
Nell'ambito della tutela minorile è difficile aprirsi al concetto di "partecipazione": questo perché, molto spesso, l'operatore sociale è chiamato a intervenire per tutelare il fanciullo dai suoi stessi familiari. Paradossalmente, proprio attraverso il richiamo alla partecipazione, che implica riassunzione di responsabilità, è possibile riabilitare le risorse di quei familiari che, pur amando i propri figli, a volte agiscono in maniera non tutelante. Il testo, supportato da una base teorica e metodologica, esplicita proposte innovative per un approccio partecipativo negli interventi di tutela, differenziandole in relazione ai diversi momenti: dalla fase precedente la segnalazione fino al procedimento avviato; dalla emissione del decreto giudiziario fino all'eventuale decisione dell'allontanamento del bambino/ragazzo. Vengono inoltre presentate tracce operative tratte dall'esperienza pluridecennale della Cooperativa sociale "La casa davanti al sole" di Varese. Il testo si rivolge ad assistenti sociali, educatori, facilitatori, consulenti sociali, operatori di advocacy, mediatori familiari, operatori del servizio tutela, riunendoli sotto il comune denominatore di "operatori sociali".

Un silenzio assordante. La violenza...

Romito Patrizia
Franco Angeli 2016

In libreria in 5 giorni

29,00 €
Un'analisi delle violenze maschili su donne e minori, ma soprattutto dei meccanismi che la società mette in atto per ignorarle o per occultarle attivamente. Il libro descrive le relazioni tra le discriminazioni nei confronti delle donne e le violenze contro di loro, proponendo un modello per capire la violenza maschile al di là di facili interpretazioni in termini di "follia", "passione" o "istinti" degli aggressori. Propone poi degli strumenti interpretativi per analizzare le modalità di occultamento a livello individuale e collettivo: dalla strategia della legittimazione delle violenze, come il delitto d'onore, a quella della negazione, come nel caso dell'incesto.

Lavorare con le famiglie nelle...

Secchi Giammatteo
Erickson 2015

In libreria in 5 giorni

9,00 €
Gli operatori sociali in tutela minori si confrontano ogni giorno con situazioni delicate e complesse, in particolare quando un minore viene allontanato dalla famiglia d'origine. In questi casi la conflittualità tra operatori e familiari può essere molto alta, con ulteriori danni per i bambini e ragazzi coinvolti. Il testo mostra come l'inserimento di un minore in comunità di accoglienza possa lasciar spazio alla promozione di una reale prospettiva di cambiamento della situazione familiare, attraverso il coinvolgimento della famiglia nella definizione e realizzazione degli interventi di accoglienza. Frutto dell'esperienza pluridecennale dell'autore, fornisce esempi e consigli pratici su come gli operatori impegnati nell'accudimento del minore possano riconoscere le competenze dei farniliari e coinvolgerli nella definizione del progetto educativo.

Il portavoce del minore. Manuale...

Calcaterra Valentina
Erickson 2014

In libreria in 5 giorni

19,00 €
Negli interventi di tutela e di aiuto sociale l'ascolto del bambino/ragazzo è di importanza centrale. Il portavoce è una figura dedicata a rendere possibile tale ascolto: qualcuno che non ha responsabilità dirette sulla situazione e può concentrarsi sul co

Alla ricerca delle proprie origini....

Pregliasco R. (cur.)
Carocci 2013

In libreria in 5 giorni

29,00 €
Conoscere le proprie origini familiari e genetiche, quindi le proprie radici, ha una rilevanza centrale per coloro che sono stati adottati. L'Istituto degli Innocenti, dal 1400 ad oggi impegnato nell'attività di accoglienza di minori senza famiglia, è da sempre sensibile alla tematica in oggetto. Riceve ogni giorno numerose richieste di accesso ai dati conservati nel proprio archivio da parte di coloro che sono stati ospitati nelle proprie strutture e l'attività di archiviazione delle relative informazioni è sempre stata oggetto di particolare attenzione. Gli approfondimenti contenuti nel libro costituiscono diretta espressione del continuo confronto che l'Istituto promuove sul tema in esame. In particolare, nella prima parte del volume sono contenuti alcuni contributi di approccio multidisciplinare che mirano a definire il quadro di riferimento attuale e le prospettive di sviluppo; nella seconda parte, invece, sono presentati gli esiti di un'indagine condotta dall'Istituto sulle prassi inerenti l'accompagnamento e il disvelamento delle informazioni sulle origini riscontrabili sul territorio italiano, partendo da un'analisi quantitativa del fenomeno.

Sistema penale e minori

Scivoletto Chiara
Carocci 2012

In libreria in 5 giorni

17,50 €
Chi è il minore? Quali sono le ragioni e i significati che hanno determinato l'instaurarsi di una tutela differenziata, esclusivamente diretta a lui? Quali le basi teoriche e normative necessarie per accostarsi al tema della giustizia penale minorile? A qu

Stanze di vita. Crescere in...

Maurizio R. (cur.); Piacenza V. (cur.)
Guerini e Associati 2011

In libreria in 5 giorni

26,00 €
Il ventesimo compleanno di una comunità di accoglienza a Moncalieri è l'occasione per sviluppare una riflessione su questa particolare forma di interventi di tutela dei minori in situazione di difficoltà. Nel libro, i contributi di analisi professionale e scientifica degli operatori si integrano con quelli di persone, ormai giovani o adulte, che riflettono sulla loro esperienza di vita in comunità (quando erano bambini o adolescenti) e aiutano a "vedere" la comunità stessa da una prospettiva diversa. L'obiettivo è ricostruire - con voci e con sguardi diversi il senso dell'esperienza, specifica e in generale, della comunità e, inoltre, le trasformazioni intervenute, nella storia degli ultimi vent'anni, nell'ambito degli interventi a favore dei minori e delle famiglie in situazione di disagio. In particolare, assistenti sociali, educatori, psicologi e magistrati hanno cercato di ricostruire le trasformazioni nel modo di pensare la professione, giungendo a riflettere sui cambiamenti nelle modalità di leggere e interpretare il disagio minorile, negli approcci teorico-metodologici e negli strumenti utilizzati per leggere tali disagi, nonché nelle modalità di risposta e nelle relazioni tra i diversi soggetti coinvolti.

I voli dell'Ape. «Sport contro la...

Bruni Francesco
Antigone 2007

In libreria in 5 giorni

18,00 €
L'"Ape" è l'Area Penale Esterna, quella dei giovani, colpevoli di reati più o meno gravi, che il giudice minorile ha deciso di "mettere alla prova", sottraendoli al regime di detenzione. Anche a questi ragazzi si rivolge "Sport contro la droga", un'iniziativa del Coni e della Uisp che promuove, in un'ottica di prevenzione, attività sportive e di aggregazione, di accompagnamento educativo e psicologico e di inserimento lavorativo, con giovani a rischio di tossicodipendenza o comunque di devianza. Il volume documenta esperienze già concluse o tuttora in corso in alcune città-laboratorio; presenta storie di ragazzi che vivono in quartieri degradati, con alle spalle famiglie piene di problemi, e sottolinea il valore educativo di una pratica sportiva "pulita".

Il rumore dell'erba che cresce

Scarpati Marco
Infinito Edizioni 2006

In libreria in 5 giorni

12,00 €
Questo testo si sviluppa come il racconto delle esperienze di un uomo che ha salvato tanti bambini e bambine dallo sfruttamento sessuale nel sud est asiatico.

Il male minore. Violenze,...

Esposito Gennaro
Edizioni Lavoro 2005

In libreria in 5 giorni

14,00 €
Infanzia tradita, pedofilia e abuso sessuale, ma anche potere, violenza e desiderio di dominio: questi i temi centrali trattati nel volume. Di certo esistono personalità patologiche o perverse, ma è illusorio ricondurre tutto a cause esclusivamente individuali. Gennaro Esposito concentra la sua attenzione sulla società contemporanea individuando un complesso sistema di relazioni, dinamiche sociali e modelli culturali che permettono e diffondono le pratiche della violenza sui soggetti più deboli, in primis i bambini. Attraverso un approccio multidisciplinare, l'autore ci guida in un percorso di ricerca che svela l'ipocrisia di un modello di società che non vuol vedere né sentire la sofferenza da essa stessa prodotta.

Violenza, mass media e minori....

Kermol E. (cur.); Tessarolo M. (cur.)
Forum Edizioni 2005

In libreria in 5 giorni

20,00 €
Il volume prende in esame le diverse situazioni di violenza e maltrattamento subite dai minori e analizza come esse vengono presentate dai mezzi dell'informazione. "Conoscere per "capire", per essere pronti ad aiutare il bambino, i bambini, a livello personale, come operatori con diverse competenze professionali, per far crescere l'attenzione su un fenomeno così grave ma spesso solo spettacolarizzato per far leva sull'emotività, senza comprensione delle persone dei minori in vari modi coinvolti. È necessaria un'approfondita conoscenza ed allo stesso tempo una visione ampia che permettano di intervenire in tempo, con tutti i mezzi possibili - attenti ai piccoli ma importanti segnali ed alle complesse situazioni sociali -, ma che permettano, soprattutto, di prevenire, creando una rete di "comprensione" che consenta a tutti i bambini di godere del diritto alla propria infanzia, stadio della vita da rispettare e non solo anticamera di una vita adulta bruciata e segnata da gravi traumi" (dalla prefazione di Pier Giorgio Ragazzoni).