Guerra Civile Spagnola

Filtri attivi

Ma domani farà giorno

Noce Teresa
Harpo 2019

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Pagine che, nella narrazione di Teresa Noce - partigiana, combattente nella Guerra Civile di Spagna, deportata, deputata all'Assemblea Costituente, nota con il nome da clandestina di 'Estella' - si aprono con queste parole: "Una nebbia umida e appiccicaticcia scende sulla grande città. Passano rari gli autobus, carichi di gente. Non c'è più benzina per i francesi. Ma i pesanti autocarri tedeschi rombano da padroni sull'asfalto parigino". Inizia da qui il lungo e doloroso percorso di Giovanna Pinelli, nata Fanucci (alter ego di Teresa Noce), attraverso le prigioni di Daladier e di Petain, il campo di concentramento della Roquette e, in crescendo, quelli della morte di Ravensbuck e Holleischen. "Doccia, rasatura di pube e ascelle. Rasatura del capo. E la fame, i soprusi e le umiliazioni dei carcerieri e delle carceriere dei Lager: "Disperarsi? No! Qui vogliono che abdichiamo alla nostra dignità, non vogliono solo ucciderci, vogliono il nostro spirito la nostra anima, ma noi possiamo, noi dobbiamo impedirlo... i forni crematoti, le camere a gas possono essere impotenti di fronte alla nostra volontà di difendere la nostra personalità umana". Prefazione di Pietro Nenni.

Luigi Sturzo e la guerra civile...

Botti Alfonso
Morcelliana 2019

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
L'apertura degli Archivi vaticani relativi al pontificato di Pio XI ha concesso alla storiografia di approfondire gli studi sulla posizione della Santa Sede e su quella di don Luigi Sturzo, fondatore del Partito Popolare Italiano, in merito alla Seconda Repubblica spagnola (1931-1936) e al conflitto che si concluse con la vittoria dei nazionalisti di Francisco Franco. Il sacerdote siciliano seguì attivamente, seppur a distanza, i risvolti della guerra civile che sconvolse il paese iberico dal 1936 al 1939, analizzando la vicenda e affidando le proprie riflessioni a quotidiani e lettere private. I documenti presi in esame mostrano i tentativi dell'esiliato don Sturzo di mettere fine alle violenze antireligiose, spingere la Chiesa a disimpegnarsi dal sostegno al campo franchista e a promuovere un negoziato che ripristinasse la pace religiosa, politica e sociale. Emergono le iniziative del movimento pacifista cattolico europeo, le attitudini delle autorità ecclesiastiche spagnole e i timori vaticani durante il pontificato di papa Ratti.

La morte di Federico Garcia Lorca

Gibson Ian
Ghibli 2019

Disponibile in libreria  
BIOGRAFIE STORIA

15,00 €
All'alba del 19 agosto 1936 venne fucilato per mano dei suoi stessi connazionali l'uomo che incarnava più profondamente lo spirito poetico della Spagna. Federico García Lorca fu vittima di quella rivolta franchista che, con una brutale repressione, colpì la città andalusa di Granada. Quell'uomo, che abbracciò la Spagna con un amore che trascendeva la politica, era colpevole di essere stato avverso all'estremismo nazionalistico, al conformismo e all'intolleranza. Socialista, omosessuale e massone: questi erano stati i suoi presunti "crimini". Per anni il governo spagnolo ha nascosto la verità sulla sua morte. In questa ricostruzione dell'assassinio, Ian Gibson ripara quell'imperdonabile torto. Basato su numerose documentazioni e interviste, il libro di Gibson fa luce non solo sulla morte del grande poeta, ma anche sulla situazione politica in Spagna negli anni che precedettero la guerra civile, alla luce dei quali è possibile capire davvero quel che accadde a Granada nel 1936.

Los campos de Guadalajara. La...

Garcia Bilbao Pedro
Edizioni SEB27 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La battaglia di Guadalajara, che si combattè nel marzo 1937 tra le truppe repubblicane e le Brigate internazionali da un lato e quelle franchiste supportate dal Corpo truppe volontarie fasciste italiane dall'altro, fu la prima sconfitta militare del fascismo e uno degli episodi più noti e cruciali della guerra civile spagnola. Attraverso gli spunti di riflessione offerti da due storici, uno spagnolo e un italiano, questo libro tenta di superare alcuni dei luoghi comuni, che hanno caratterizzato nel tempo le cronache dell'evento, analizzando le forze in campo sia dal punto di vista militare sia da quello politico. Ne emerge un quadro che consente di osservare quella battaglia con un'ottica nuova e svincolata da rigide prospettive nazionali o di parte. La presente edizione bilingue, testimonia altresì la collaborazione di Aicvas e Foro por la Memoria, associazioni di due diversi Paesi, entrambe fortemente impegnate nella ricerca storica e nella conservazione della memoria.

La breve estate dell'anarchia. Vita...

Enzensberger Hans Magnus
Feltrinelli 2018

Disponibile in libreria  
STORIA CONTEMPORANEA

10,00 €
Operaio metallurgico, Buenaventura Durruti è stato, nel 1936, uno dei protagonisti della rivolta anarchica catalana e della guerra civile spagnola. Rivoluzionario sin dall'adolescenza, è stato perseguitato, imprigionato, esiliato, ha guidato la leggendaria colonna anarchica sul fronte d'Aragona ed è morto in circostanze oscure. "Mai nessuno scrittore si sarebbe deciso a raccontare la storia della sua vita; rassomigliava troppo a un romanzo d'avventure": così diceva lo scrittore sovietico Il'ja Erenburg sin dal 1931, dopo averlo conosciuto di persona. Quarant'anni più tardi, Hans Magnus Enzensberger raccoglie la sfida e scrive un romanzo "di montaggio", che non rinuncia al respiro epico del personaggio ma al contempo offre gli strumenti per tornare al clima, alla complessità, alle contraddizioni di quella "breve estate" di lotta per la libertà, che tuttora continua a interrogare la nostra memoria storica. È così che l'opera di Enzensberger è diventata un testo indispensabile per riprendere il filo degli eventi, per tornare sulle tracce di una figura straordinaria, e anche per concludere, con serenità e lucidità, che "non si fa due volte la stessa rivoluzione".

Mussolini alla guerra di Spagna:...

Aronica Daniela
Ibis 2018

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Chi furono i promotori e gli esecutori del golpe del 17-18 luglio 1936, che sfociò in un conflitto internazionalizzato per l'intervento immediato dell'Italia fascista e della Germania nazista a fianco degli insorti? Che cosa ci andò a fare Mussolini in Spagna? Quando lo decise? Perché? Come organizzò l'intervento sia sul piano militare sia su quello della propaganda che, per il carattere anche ideologico della contesa, comportò uno spiegamento di mezzi senza precedenti? Un'analisi a quattro voci affronta, da diverse prospettive disciplinari (storia, storia militare, cinema), la partecipazione fascista alla Guerra di Spagna svelando aspetti sconosciuti o poco noti di quanto accadde anche dietro le quinte.

La Spagna dei legionari

Rispoli Tullio
Solfanelli 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
A ottant'anni dalla fine della Cruzada viene riproposto il diario di guerra del capitano Tullio Rispoli, avvocato penalista e volontario del CTV (Corpo Truppe Volontarie), che nella battaglia di Guadalajara (8-23 marzo 1937) meritò una medaglia di bronzo al valor militare. Uomo di raffinata cultura, Rispoli non descrive semplicemente gli aspetti bellici, ma si sofferma sullo spirito della popolazione che incontra nelle città liberate. Conosce, tra le altre, S. Sebastiano, Bilbao, Santander, Siviglia, Malaga, Saragozza, Pamplona: parla con militari e borghesi, con semplici popolani e noti professionisti, incontra ufficiali spagnoli e conosce addirittura i generali Moscardó, l'eroe dell'Alcazar, e Queipo de Llano, capo dell'Esercito del Sud, con il quale si trattiene a lungo.

Hotel Florida. Amore e guerra a Madrid

Vaill Amanda
Einaudi 2016

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Ernest Hemingway ha bisogno di un successo, la giovane giornalista Martha Gellhorn cerca, attraverso di lui, di dare una svolta alla sua vita. I fotografi Robert Capa e Gerda Taro stanno reinventando il fotogiornalismo e nello stesso tempo cercano di scordare il loro passato. Arturo Barea, il responsabile della stampa estera per i lealisti, e la sua vice austriaca Usa Kulcsar provano a bilanciare il racconto della verità con la lealtà a una causa che sempre di più la compromette. Tutti e sei arrivano a Madrid e passano dall'Hotel Florida, dove durante la Guerra civile si incontrano giornalisti, spie, fotografi e militari. Come in un romanzo la loro vita cambierà per sempre, ma i fatti raccontati da Amanda Vaili nascono dalla realtà che emerge da lettere non pubblicate, diari, documenti ufficiali e riprese cinematografiche salvate dall'oblio. Hotel Florida è una storia sulla verità scoperta, raccontata e vissuta. Ad ogni costo.

La grande fuga. Il massacro dei...

Thorwald Jürgen
Oaks Editrice 2016

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Jürgen Thorwald prestava servizio nella marina tedesca quando le truppe sovietiche sferrarono l'offensiva che dalla Vistola li condusse fino al fiume Elba, dove si ricongiunsero agli Alleati. Nel tornare sulla vicenda, Thorwald mette da parte la prospettiva storico-militare e la glorificazione dei vincitori per concentrarsi sulle sorti, spesso tragiche, degli individui. Un'opera che è diventata un classico sul crollo della Germania Orientale.

Omaggio alla Catalogna

Orwell George
Mondadori 2016

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Ma chi combatteva contro chi e ci stava vincendo, era molto difficile da scoprire. Giunto a Barcellona nel dicembre 1936 "con la vaga idea di scrivere articoli per qualche giornale"; George Orwell finisce con l'arruolarsi nelle file repubblicane: va al fronte, partecipa alle giornate del maggio 1937 a Barcellona, viene ferito nell'assedio di Huesca e riesce a riparare in Francia. Coinvolgente come un romanzo e rigoroso come un saggio, "Omaggio alla Catalogna" è uno dei più importanti reportage della guerra civile spagnola e rappresenta, nella formazione politica e intellettuale dello scrittore, un momento cruciale, in cui matura in lui un sistematico rifiuto del totalitarismo.

La guerra civile spagnola

Beevor Antony
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2016

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Nella notte tra il 17 e il 19 luglio 1939, il colpo di Stato dalle truppe guidate dal generale Franco segnò l'inizio di una guerra civile che dilaniò la Spagna per i tre anni seguenti: fu una vera e propria prova generale della Seconda guerra mondiale in cui vennero sperimentate sulla popolazione quelle atrocità che avrebbero caratterizzato il conflitto successivo. Alcuni del protagonisti furono i medesimi: Hitler e Mussolini inviarono truppe regolari in aiuto di Franco, e Stalin sostenne con armi, volontari e denaro le formazioni comuniste. Dagli Stati Uniti e da tutta Europa giunsero, mossi dallo sdegno per quanto stava avvenendo in terra iberica, migliaia di volontari: scrittori come Ernest Hemingway e George Orwell, e uomini politici italiani come Palmiro Togliatti e Pietro Nenni, pronti ad aderire alle brigate internazionali per fronteggiare la minaccia fascista e difendere la Repubblica spagnola. Antony Beevor offre qui il resoconto di uno degli scontri più duri e sanguinosi del ventesimo secolo attingendo a una notevole mole di nuovi documenti emersi dagli archivi spagnoli tedeschi e russi. Ricostruisce con lucidità le cause e gli sviluppi di questa guerra e racconta uno dei momenti cruciali della storia del Novecento, quello che per la prima volta ha visto contrapporsi, in uno scontro epocale, fascismo e antifascismo.

L'impero ombra di Hitler. La guerra...

Barbieri Pierpaolo
Mondadori 2015

Disponibile in 3 giorni

32,00 €
La guerra civile spagnola (1936-1939) è stata spesso considerata la sanguinosa prova generale della seconda guerra mondiale. I nazionalisti di Francisco Franco, insorti contro il governo repubblicano del Fronte popolare, vinsero grazie all'assistenza milit

Sul fronte di Gandesa. Volontari...

Giordana Gianpaolo
Editrice Tipografia Baima-Ronchetti 2015

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Unico e irripetibile esempio nella Storia, la guerra civile spagnola ha visto volontari di ogni nazione combattere fianco a fianco nelle Brigate internazionali per salvare la Spagna repubblicana dall'aggressione fascista. Delle oltre 40.000 unità combattenti, vi hanno partecipato anche 5000 italiani, soprattutto giovani usciti dalle schiere dell'emigrazione in Francia e dalle Americhe, consapevoli che le stesse energie sarebbero state poi necessarie per sconfiggere la dittatura in Italia. Risultato di una ricerca durata anni allo scopo di dare un volto, un nome e una voce ai coraggiosi "voluntarios de la libertad" del Canavese, Ciriacese e delle Valli di Lanzo, il libro di Gianpaolo Giordana offre la biografia di una trentina di questi coraggiosi, illustrandone per quanto è stato possibile ogni loro passo, nella breve o lunga vita che li ha consegnati alla nostra memoria. Uno scavo inedito e rigoroso che ha portato in superficie storie finora rimaste sepolte, che tuttavia avvertivano il dovere di essere raccontate.

Il fronte rosso. Storia popolare...

Barile Alessandro
Red Star Press 2014

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
"La guerra civile spagnola rappresenta il paradigma stesso del concetto di 'guerra civile'. Difficilmente in altri momenti storici si è determinata una frattura così netta, così evidente e così ben delineata all'interno di uno stesso contesto nazionale. Due fazioni, quantitativamente e geograficamente simili, si contrapposero per tre lunghi anni dando vita a una vicenda giustamente descritta come 'epopea' da molti commentatori. Varie volte definita come 'ultima grande causa', la guerra civile spagnola travalicò velocemente i confini iberici, diventando il terreno di scontro su cui la nascente ideologia fascista sferrava un attacco senza precedenti contro il campo comunista e libertario. Con l'ausilio di preziosi documenti e attraverso un'analisi avvincente, 'Il fronte rosso' ricostruisce la storia della guerra civile spagnola concentrandosi sul punto di vista delle sezioni dell'Internazionale Comunista. Una scelta decisiva, sia per comprendere la dimensione europea del conflitto, sia per dare voce a quella parte rilevante della popolazione spagnola che, insorgendo, scelse di rispondere con la lotta armata al proditorio colpo di stato fascista". (Prefazione di Marco Puppini).

La guerra civile spagnola 1936-1939

Browne Harry
Il Mulino 2013

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Il volume è diviso in due parti: la prima considera il periodo della seconda repubblica (1931-36) rintracciandovi le ragioni che costituirono il fattore scatenante della guerra civile, dalla riforma agraria all'insurrezione delle Asturie. La seconda parte esamina partitamente la condotta della guerra: il pronunciamento, il coinvolgimento internazionale, il dilemma tra lealismo repubblicano e spinta rivoluzionaria che caratterizzò la parte antifranchista, i tratti distintivi del franchismo, lo svolgimento delle campagne militari, gli aiuti internazionali, l'azione dell'ultimo governo repubblicano presieduto da Negrin.

La guerra civile spagnola. Una...

Lo Cascio Paola
Carocci 2013

Disponibile in 3 giorni

27,00 €
A sud dei Pirenei, fra il 1936 ed il 1939, i principali temi ed i conflitti sociali, culturali, economici, diplomatici, politici ed ideologici che hanno segnato il Novecento trovarono plastica rappresentazione nella guerra civile spagnola, evento che, al p

La grande paura del 1936. Come la...

Ranzato Gabriele
Laterza 2011

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Vincendo la guerra civile il generale Franco ha imposto alla Spagna la sua dittatura modellata sui regimi fascisti che lo avevano sostenuto. Per molti anni dopo la fine della guerra ha continuato, con una spietatezza senza pari, a uccidere un enorme numero di oppositori, tenendone molti altri in carcere o in campi di concentramento. Poiché per tutto questo il regime franchista è restato il simbolo della più oscura e longeva antidemocrazia nella storia dell'Europa occidentale, la Repubblica che egli ha abbattuto è rimasta il simbolo della democrazia. È noto che la Spagna repubblicana all'avvio della guerra è stata immediatamente travolta da un'ondata rivoluzionaria, e solitamente si considera questo fenomeno come un contraccolpo al tentativo di golpe militare, per far fronte al quale era occorso armare il popolo. Ma è veramente così? I generali golpisti vollero affossare la Repubblica per la loro ostilità verso le riforme che essa stava attuando nell'ordine e nel rispetto delle norme e dell'etica di una democrazia liberale? Oppure essi poterono contare sull'attivo sostegno, o quanto meno sulla sconcertata passività, di un'ampia parte della cittadinanza, perché diversi eventi e segnali diffusero la paura che il paese stesse imboccando la via di un'irreversibile rivoluzione?

La repubblica spagnola e la guerra...

Jackson Gabriel
Il Saggiatore 2009

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Infiammò gli animi di politici e intellettuali, convinse migliaia di civili a imbracciare le armi e combattere. La guerra civile spagnola fu l'evento più drammatico tra i due conflitti mondiali, e portò alla formazione di una brigata internazionale di volo

La breve estate dell'anarchia. Vita...

Enzensberger Hans Magnus
Feltrinelli 2007

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
Operaio metallurgico, Buenaventura Durruti è stato, nel 1936, uno dei protagonisti della rivolta anarchica catalana e della guerra civile spagnola. Rivoluzionario sin dall'adolescenza, è stato perseguitato, imprigionato, esiliato, ha guidato la leggendaria colonna anarchica sul fronte d'Aragona ed è morto in circostanze oscure. "Mai nessuno scrittore si sarebbe deciso a raccontare la storia della sua vita; rassomigliava troppo a un romanzo d'avventure": così diceva lo scrittore sovietico Il'ja Erenburg sin dal 1931, dopo averlo conosciuto di persona. Quarant'anni più tardi, Hans Magnus Enzensberger raccoglie la sfida e scrive un romanzo "di montaggio", che non rinuncia al respiro epico del personaggio ma al contempo offre gli strumenti per tornare al clima, alla complessità, alle contraddizioni di quella "breve estate" di lotta per la libertà, che tuttora continua a interrogare la nostra memoria storica. È così che l'opera di Enzensberger è diventata un testo indispensabile per riprendere il filo degli eventi, per tornare sulle tracce di una figura straordinaria, e anche per concludere, con serenità e lucidità, che "non si fa due volte la stessa rivoluzione".

Los italianos

Sprega Franco
Infinito 2007

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Un viaggio nella guerra civile spagnola (1936-1939), dallo scoppio al suo tragico epilogo, alla scoperta di alcune delle figure dei combattenti italiani per la libertà e in difesa della giovane Repubblica spagnola, delineate in 42 biografie ricche di foto

Il labirinto spagnolo. Max Aub,...

Piras Alessio
Oakmond Publishing 2019

Non disponibile

14,50 €
La guerra che ha devastato la penisola iberica tra il 1936 e il 1939 ha rappresentato il primo capitolo di un conflitto più ampio, che ha dissanguato e ferito il continente europeo fino al 1945. La guerra di Spagna è stata una guerra mediatica, in cui centinaia di scrittori e intellettuali provenienti da tutto il mondo si sono impegnati in prima fila, lasciando in eredità un pesante bagaglio di diari, romanzi e poesie che costituiscono uno dei più importanti corpus di memoria storica su un avvenimento del XX secolo, secondo solo, forse, alla letteratura sui lager nazisti. Eppure, lo studio comparato della letteratura sulla guerra civile spagnola è stato solo abbozzato in pochi, sparuti, saggi, la maggior parte dei quali risalenti a qualche decennio fa. Il labirinto spagnolo. Max Aub, Ernest Hemingway, André Malraux e la Guerra Civile Spagnola, è un lavoro scientifico teso a recuperare quel filone della letteratura comparata per riportarlo ai temi attuali. Si tratta, come è noto, di un conflitto le cui ferite non sono mai state del tutto rimarginate, un conflitto che ha dato origine a una crisi migratoria di quasi mezzo milione di persone e che rimane un monito che la Storia ci obbliga a considerare quando cerchiamo di capire il nostro tempo.

A las barricadas. Testimonianze...

Schäfer Leonhard
Erranti 2019

Non disponibile

12,00 €
La storiografia si è molto occupata delle brigate internazionali e meno dei combattenti anarchici stranieri in Spagna. Nella ricca produzione di scrittori spagnoli e stranieri su questa guerra spesso viene ancora oggi "dimenticato" che la rivolta di Barcellona del 1936 fu l'inizio di una rivoluzione sociale senza precedenti. Desideriamo presentare con questo volume un capitolo piuttosto sconosciuto nel mondo libertario italiano: il ruolo dei volontari anarchici di madrelingua tedesca che lottarono a Barcellona e al fronte. I volontari stranieri che si unirono alla CNT-FAI fanno parte dei "doppi perdenti" della guerra civile spagnola perché, non soltanto persero la guerra, ma anche la battaglia contro le forze antirivoluzionarie nel campo repubblicano. La partecipazione alla rivolta di Barcellona non è stato solo un atto di solidarietà nei confronti dei loro compagni spagnoli. Si erano confrontati con il loro nemico diretto: i membri tedeschi dell'organizzazione esteri del partito nazista.

Quijotes del Ideal. Utopia e storia...

D'Amico Vincenzo
Youcanprint 2019

Non disponibile

18,00 €
Spagna 1936, il grande fuoco rivoluzionario illumina la storia, accendendo le speranze di cambiare il mondo. Il realismo degli storici ci spiega che, a pochi mesi dal radioso 19 luglio, la rivoluzione era sotto assedio: il boicottaggio delle potenze occidentali, il peso militare dell'intervento nazifascista, il ruolo ambiguo dell'URSS di Stalin, la militarizzazione accettata o subita dalla CNT/FAI, l'isolamento internazionale dell'anarchismo e le bugie del Comintern, avevano già scritto l'esito della guerra alle conquiste sociali del popolo spagnolo. Eppure, le memorie dei reduci di quella lotta ci raccontano un'altra Storia, altrettanto vera. Una storia di speranza, entusiasmo e folle gioia, perché per i Quijotes del Ideal «le rivoluzioni non si vincono, si fanno». Il testo rende omaggio alla figura dell'anarchico Umberto Marzocchi e a tutti i sognatori che non si sono arresi, continuando a lottare «per raddrizzare torti e riparare offese». Il riferimento a don Chisciotte è centrale, tuttavia, il Cavaliere dalla Trista Figura è un eroe solitario, mentre l'utopia di cui si parla in questo libro è un'impresa collettiva e sociale, un'avventura della libertà in cui il navigante arriva a toccare le stelle che lo guidano, in cui l'impossibile diventa possibile. Sì, perché in Spagna, in quegli anni di guerra civile l'utopia si fece storia.

Garibaldini in Spagna. Storia della...

Puppini Marco
Kappa Vu 2019

Non disponibile

16,00 €
La guerra di Spagna scoppiò nel luglio 1936 dopo un fallito tentativo di colpo di stato militare contro il governo democratico della Repubblica spagnola. In seguito all'intervento dell'Italia fascista e della Germania nazista in appoggio ai militari, si trasformò in una guerra internazionale, militare e politica, che vedeva coinvolte tutte le maggiori potenze dell'epoca. Gli antifascisti italiani combatterono nel corso di quella guerra in prima linea, inquadrati nel battaglione e poi brigata Garibaldi, in seno alle Brigate Internazionali, che rappresentavano gli antifascisti di tutto il mondo, di diverse idee politiche, uniti nella lotta al fascismo. Questo libro racconta quell'epopea, l'eroismo di quei combattenti, ma anche i problemi e le crisi che si trovarono ad affrontare, in una lotta che aveva una valenza assieme nazionale ed internazionale. Quelle vicende fornirono un insegnamento importante qualche anno dopo per la Resistenza italiana.

Sol y sombra

Tani Cinzia
L'occhio di Horus

Non disponibile

18,00 €

Cefalonia. Il processo, la storia,...

De Paolis Marco
Viella 2018

Non disponibile

22,00 €
Nel settembre 1943, sull'isola di Cefalonia si consumò il più grande massacro di soldati italiani della seconda guerra mondiale. Reparti tedeschi perlopiù appartenenti alla 1a Gebirgs-Division Edelweiss, già responsabili di crimini di guerra, sterminarono in pochi giorni migliaia di soldati della Divisione italiana Acqui, ubbidendo a un ordine di Hitler. Terminata la strage di massa, gli ufficiali italiani superstiti furono uccisi in quello che è passato alla storia come l'"eccidio della Casetta rossa". La documentazione utilizzata per l'indagine e il processo (celebrato solo a settant'anni dall'evento), di cui qui si dà conto, è un utile materiale per chiunque voglia approfondire la conoscenza di un episodio cruciale della nostra storia: fonti italiane, tedesche e anglo-americane, relazioni degli organi investigativi e, soprattutto, verbali d'interrogatorio risalenti a differenti fasi d'indagine sono oggi un patrimonio a disposizione di tutti.

Ennio Bianchi, una vita spezzata....

Venditti Carlo
Marvia 2018

Non disponibile

15,00 €
Ennio Bianchi, di Fontana Liri (FR), arruolatosi nella Regia Aeronautica, si ritrova in piena guerra di Spagna (1936-39). E nella successiva, dalla quale non fa ritorno. La sua è la microstoria di un fontanese che vive la sua vita nel contesto in buona parte tipico di quel tempo: la famiglia patriarcale e numerosa, le condizioni generali e familiari non ottimali, il piccolo paese con le sue caratteristiche sociali e culturali. Fattori che, sommati ad altri, spingono in gran parte il nostro protagonista a scegliere l'arruolamento nella Regia Aeronautica. Per volontà di migliorarsi e sostenere economicamente la famiglia, uscire dal piccolo orizzonte locale. Per patriottismo, anche. Ma, forse, non per volontà guerriera. Una scelta pagata con la vita. Correda il volume l'album personale di oltre un centinaio di fotografie che ritraggono i momenti di vita del protagonista durante il suo impiego nella Aviazione Legionaria. Interessante non solo per gli appassionati di storia militare e della Guerra Civile spagnola, ma anche per gli amanti dell'aeronautica e del modellismo per gli scatti effettuati ai velivoli a terra e in volo.

Diario della guerra di Spagna

Weil Simone
Farinaeditore 2018

Non disponibile

6,00 €
"Non amo la guerra ma ciò che mi ha sempre fatto più orrore è la posizione di coloro che si trovano nelle retrovie. Quando ho capito che nonostante i miei sforzi non potevo impedirmi di partecipare moralmente a questo conflitto, augurandomi ogni giorno e a tutte le ore la vittoria degli uni e la disfatta degli altri, mi sono detta che Parigi era per me la retrovia e sono salita su di un treno per Barcellona con l'intenzione di arruolarmi. Era l'inizio d'agosto del 1936."

La guerra civile spagnola 1932-1943...

Baisotti Pablo
La Mongolfiera 2018

Non disponibile

15,00 €
Questo libro tratta il tema della morte come fattore di sacralizzazione nei riguardi del dittatore spagnolo Francisco Franco.

I volontari stranieri e le brigate...

Mugnai Bruno
Soldiershop 2018

Non disponibile

29,00 €
Edizione riveduta, corretta e arricchita ora con oltre 84 pagine a colori, moltissime le nuove immagini, tavole rivedute e molto migliorate. Brigate Internazionali fu il nome collettivo dato ai gruppi di volontari che si recarono in Spagna, per appoggiare l'esercito repubblicano e combattere le forze fasciste comandate dal generale Francisco Franco, durante la guerra civile spagnola. Le Brigate Internazionali si distinsero nella difesa di Madrid, nella battaglia di Guadalajara e in altre occasioni (vedi seguito). Il 21 settembre 1938 il primo ministro spagnolo Juan Negrin, su pressione delle democrazie occidentali impegnate nella politica di non intervento, decise il ritiro dal fronte delle Brigate internazionali (per la precisione di tutti i combattenti non spagnoli stimati nell'Ottobre '38 in 13.000), tenendo una sentita e commossa parata di addio il 29 ottobre 1938 a Barcellona. Il governo franchista di Burgos rispose con il ritiro di 10.000 italiani (ne restavano circa 38.000 più i tedeschi).

Voluntarios extranjeros y Brigadas...

Mugnai Bruno
Soldiershop 2018

Non disponibile

29,00 €
Edizione riveduta, corretta e arricchita ora con oltre 84 pagine a colori, moltissime le nuove immagini, tavole rivedute e molto migliorate. Brigate Internazionali fu il nome collettivo dato ai gruppi di volontari che si recarono in Spagna, per appoggiare l'esercito repubblicano e combattere le forze fasciste comandate dal generale Francisco Franco, durante la guerra civile spagnola. Le Brigate Internazionali si distinsero nella difesa di Madrid, nella battaglia di Guadalajara e in altre occasioni (vedi seguito). Il 21 settembre 1938 il primo ministro spagnolo Juan Negrin, su pressione delle democrazie occidentali impegnate nella politica di non intervento, decise il ritiro dal fronte delle Brigate internazionali (per la precisione di tutti i combattenti non spagnoli stimati nell'Ottobre '38 in 13.000), tenendo una sentita e commossa parata di addio il 29 ottobre 1938 a Barcellona. Il governo franchista di Burgos rispose con il ritiro di 10.000 italiani (ne restavano circa 38.000 più i tedeschi). Edizione in lingua spagnola.

Spagna 1936. L'utopia e la storia....

Cacucci Pino
Elèuthera

Non disponibile

22,00 €
Settantanni fa l'ingresso delle truppe del generale Franco in una Madrid stremata metteva fine a un'aspra guerra civile strettamente intrecciata a una rivoluzione di matrice libertaria. Finiva così "la breve estate dell'anarchia", iniziata nelle strade di

Attraverso la mitraglia. Scene...

Guerra Armand
Spartaco 2016

Non disponibile

11,00 €
La vittoria della coalizione del Fronte Popolare alle elezioni del 16 febbraio 1936, in Spagna, suscita grandi speranze per una trasformazione democratica e federalista della società. Pochi mesi dopo però, tra il 18 e il 19 luglio, nelle caserme si scatena la rivolta dei militari guidati da Francisco Franco, attorno al quale si sono coalizzati i settori più conservatori e autoritari del vecchio apparato statale con l'obiettivo di rovesciare la Repubblica. In quel luglio drammatico il regista Armand Guerra è a Madrid, sta girando Carne de Fieras. Di fronte al levantamiento militare, in accordo con i dirigenti della Confederación Nacional del Trabajo, Guerra decide di terminare in fretta il film e di partire sulla linea del fronte per girarne un altro, che mostri e testimoni al mondo intero quella che passerà alla storia come la Guerra di Spagna. Il regista parte con la sua troupe e raggiunge le prime linee dei diversi teatri di battaglia. Accanto alle riprese cinematografiche, che non si tradurranno mai in un film, Guerra scrive anche un diario, pubblicato nel 1937 con il titolo Attraverso la mitraglia, che oggi appare come documento storico raro e prezioso, una fonte di prima mano sui fatti e sulla società spagnola dell'epoca. Con una lettera della figlia Vicenta Estibalis-Ricart.

La mia guerra di Spagna

Etchebehere Mika
Edizioni Alegre 2016

Non disponibile

18,00 €
Mika Etchebéhère, una delle grandi dimenticate dalla storia, scrisse questa sua autobiografia a quarant'anni di distanza dalla guerra, nel '76. Non fu una storica o una scrittrice bensì una combattente sul fronte aragonese insieme a suo marito Hippolyte ucciso mentre era al comando di una colonna del Poum, organizzazione anti-stalinista fondata da Andrés Nin. Priva di nozioni militari, capace a malapena di sparare, dopo la morte del marito Mika si trova suo malgrado a imbracciare il fucile, vincendo le diffidenze degli uomini e trasformandosi nell'unica donna "capitana" di una colonna militare antifranchista. Le prime pagine del libro testimoniano l'impreparazione generale di fronte al colpo di Stato ma anche il coraggio con cui la popolazione reagì. La guerra di Spagna fu infatti la prova generale della Seconda guerra mondiale, ma anche la dimostrazione delle potenzialità di un popolo che si autorganizza per lottare in armi per una società migliore e della viltà dei governi "democratici" europei che optarono invece per il "non intervento". Solo l'Urss staliniana sembrò disposta a fornire un aiuto ai miliziani, ma ben presto scatenò la propria violenza contro le forze più radicali della rivoluzione. L' autrice ha vissuto quella storia da dentro ma la racconta da vera scrittrice: ci fa rivivere le trincee, l' avvicendarsi di tensioni e di pause, di discussioni politiche e sofferenze, di paure e speranze, in un racconto tanto epico quanto doloroso.

Buenaventura Durruti. Cronaca della...

Paz Abel
Bepress 2015

Non disponibile

16,00 €
Avventurosa e drammatica, quella di Buenaventura Durruti è la vita senza compromessi di un irriducibile rivoluzionario. Anarcosindacalista, svaligiatore di banche, agitatore politico, indomabile vendicatore del proletariato, ricercato dalla polizia di mezzo mondo e celebre capo della colonna che porta il suo nome, ha condotto la più implacabile guerra contro il capitalismo e le sue ingiustizie. Con una cronaca appassionante Abel Paz ha saputo ricostruirne la vita, tratteggiando un paesaggio umano fatto di politici corrotti, poliziotti asserviti al potere e pronti a usare la mano forte contro i dissidenti, sindacalisti impegnati a garantire il potere borghese e operai in rivolta. Al centro di questi intrigati fatti, la fuga tra Europa e America di Durruti che, tra una rapina e un'evasione, si incontra con i grandi rivoluzionari del suo tempo. Poi gli anni '30, l'antifascismo, la guerra civile spagnola e la creazione del Comitato centrale di Milizie antifasciste della Catalogna. E ancora il luglio 1936, quando a capo di 10000 anarchici, chiamati poi Colonna Durruti, ottiene numerose vittorie contro i franchisti sul fronte Aragonese. Fino all'ultimo spostamento verso la capitale Madrid, dove cadrà il 20 novembre. Abel Paz attraverso la biografia di un personaggio unico, ha racconatato le vicende di un'epoca.

La guerra civile di Spagna

Roux Georges
Res Gestae 2014

Non disponibile

26,00 €
Tra il 1936 e il '39 la Spagna è stato il tragico laboratorio europeo delle forze che si sarebbero fronteggiate nella seconda guerra mondiale. Georges Roux, combattente del Fronte popolare ricostruisce gli eventi con l'orgoglio di chi fin dall'inizio si schierò dalla parte giusta, contro il fascismo. I fatti storici, le battaglie, intrecciano il ricordo di amici e compagni perduti. La grande storia, il legami di una vita, le sofferenze del popolo spagnolo che doveva attendere ancora il '76 per ritrovarsi libero.

L'eclissi della democrazia. La...

Ranzato Gabriele
Bollati Boringhieri 2012

Non disponibile

24,00 €
La Repubblica spagnola, nata nel 1931, patì il deficit di maturità democratica non solo dei suoi oppositori, ma anche dei suoi sostenitori. La guerra civile fu amplificata e prolungata dall'intervento dei paesi totalitari, mentre i grandi paesi democratici si trincerarono dietro la politica del non intervento. Tenuta in vita degli aiuti sovietici, la Repubblica ne risultò compromessa agli occhi delle potenze democratiche, visto il crescente potere del partito comunista nel paese. Nel 1937, Francia e Inghilterra avrebbero però trovato un valido interlocutore politico nel gruppo di governo formato da socialisti, comunisti e partiti "borghesi", ma l'inconsistenza del loro internazionalismo democratico decretò l'abbandono della Spagna al franchismo.

Gadurrà. L'ultimo decollo

Baguzzi Guido
Youcanprint 2012

Non disponibile

25,00 €
"Ho fortemente voluto questo libro per ricordare il Tenente Pilota Guido Bresciani, eroe della seconda guerra mondiale, figlio di Ercole Bresciani e Dina Clerici Bagozzi, asolana autentica. Più del grado di parentela che mi lega a lui e del ricordo che mio padreha sempre tenuto vivo in famiglia, la mia esigenza di ricordare Guido Bresciani nasce dalla constatazione che il suo nome è quasi del tutto sconosciuto ai suoi concittadini. Nemmeno internet contribuisce a rendergli giustizia, citandolo solo marginalmente, quando si ricorda che il labaro della Sezione dell'Associazione Arma Aeronautica di Brescia porta, a lettere d'oro, il suo nome. Ho fortemente voluto questo libro per ricordare il Tenente Pilota Guido Bresciani, eroe della seconda guerra mondiale, figlio di Ercole Bresciani e Dina Clerici Bagozzi, asolana autentica. Più del grado di parentela che mi lega a lui e del ricordo che mio padre ha sempre tenuto vivo in famiglia, la mia esigenza di ricordare Guido Bresciani nasce dalla constatazione che il suo nome è quasi del tutto sconosciuto ai suoi concittadini. Nemmeno internet contribuisce a rendergli giustizia, citandolo solo marginalmente, quando si ricorda che il labaro della Sezione dell'Associazione Arma Aeronautica di Brescia porta, a lettere d'oro, il suo nome."

Deus vult. Guerra civile,...

Gatto Martina
Prospettiva Editrice 2012

Non disponibile

12,00 €
In questo breve saggio l'autrice concentra la sua attenzione sul ruolo che la Chiesa, istituzionale e non, svolse nel contesto della guerra civile, l'evento che trasformò il volto della Spagna tra il 1936 e il 1939. Il caso spagnolo riflette, infatti, l'am

La memoria della guerra civile....

Montis Mauro
CUEC Editrice 2012

Non disponibile

10,00 €
La memoria della guerra civile e quella della dittatura franchista, faticano ancora ad essere accettate e divenire contestualmente oggetto di riflessione e discussione per la maggior parte dei cittadini della Spagna attuale. La "lunga guerra civile" è divenuta un ricordo particolarmente amaro e doloroso anche per coloro i quali pur non avendo vissuto in prima persona le drammatiche vicissitudini di quelli anni, ne hanno tuttavia abbondantemente pagato le conseguenze. "È inutile stendere un velo sul passato, afferma Reig Tapia, il passato ritorna sempre; spesso anche in maniera inopportuna".

No pasarán. Una storia di Max...

Giardino Vittorio
Rizzoli Lizard 2011

Non disponibile

22,00 €
Ottobre - dicembre 1938. La Spagna vive giorni terribili. Lasciando la tranquilla Ginevra, Max Fridman affronta un viaggio dentro la tragica realtà della guerra civile alla ricerca di un amico che da tempo non da più notizie di sé. Mentre i combattimenti infuriano, vecchi spettri del passato lo portano a seguirne le tracce fino al fronte, dentro l'ultima sanguinosa battaglia prima della fine: il tragico epilogo durante il quale Fridman, ferito e stanco, si rifiuta di abbandonare malgrado tutto la ricerca del Maggiore Treves, in un sanguinoso crescendo di rischio e tensione che condurrà alla scoperta di un'amara, incancellabile verità.

Scrittura e violenza. Narrazioni...

Lodi Enrico
Medusa Edizioni 2011

Non disponibile

16,00 €
La guerra civile è un fenomeno specifico, ma anche esemplare di ogni altra forma di scontro bellico. E il rapporto fra letteratura e manifestazioni della violenza è un altro luogo tipico della scrittura novecentesca. Il dato sorprendente che emerge da questo libro di Enrico Lodi è la confutazione della tesi che violenza e cultura siano nemiche irriducibili. Dal modello "eroico" dell'Iliade alla scoperta di un'impossibile "esperienza guerriera" nella modernità schiacciata dal potere devastante della tecnologia che ha dissolto ogni ordine simbolico della guerra nel Novecento, l'autore traccia un panorama del dibattito letterario suscitato dal caso particolare della guerra civile spagnola e ne evidenzia il carattere emblematico. Tra i filo-franchisti e i nazionalisti emergono poche figure di rilievo che, seguendo la propaganda ufficiale, elaborano una vera e propria "pornografia della violenza" che indulge alle seduzioni della morte e alla crudeltà. Sul fronte opposto, anche autori come Rafael Alberti e Pablo Neruda sembrano subire il fascino della violenza tipico della scrittura politicizzata. Ma esiste anche una zona di confine con autori che non cedono alla seduzione della morte: Ramon Sender, Chaves Nogales, Arturo Barea, Maria Zambrano, Miguel de Unamuno, che nella violenza vedono prevalere la "banalità del male". L'appendice finale propone vari testi inediti di questi autori sulla guerra civile.

L'ultra intelligence e macchine...

Santoni Alberto
Ugo Mursia Editore 2010

Non disponibile

20,00 €
Da sempre, la storiografia contemporanea fa risalire la nascita dell'ULTRA Intelligence, l'imponente organizzazione britannica in grado di interpretare i radiomessaggi cifrati nemici, alla Seconda guerra mondiale. Ora, questo studio getta nuova luce sull'argomento: gli inediti documenti riportati in appendice al presente volume retrodatano dal 1940 al 1936 - cioè dalla Seconda guerra mondiale alla Guerra civile spagnola - sia l'abilità inglese di decrittare i messaggi in codice della Regia Marina e della Regia Aeronautica, sia la sorprendente violazione delle macchine cifranti ENIGMA, utilizzate nell'occasione e per la prima volta operativamente dalla Marina italiana. La Seconda guerra mondiale segnò quindi non l'avvento, ma la continuazione del prolifico lavoro del servizio di decrittazione britannico. In questo libro Alberto Santoni, il primo storico che è stato in grado negli anni di quantificare l'importanza dell'ULTRA, determinandone efficacia ed effetti, riporta con la consueta onestà espositiva tutte le sorprendenti novità da lui scoperte sulla capacità interpretativa dell'Intelligence britannico, sconvolgendo l'intera storiografia formatasi nel tempo su questo argomento.

Spagna 1936-1939. Politica e guerra...

Ceva Lucio
Franco Angeli 2010

Non disponibile

53,00 €
Nel luglio 1936 l'attenzione mondiale si concentra sulla Spagna: un golpe militare fallisce a Barcellona, a Madrid e in metà del Paese sopra tutto per il valore di sindacati e partiti popolari (armati dal governo repubblicano) e di pochi reparti rimasti fedeli. È sbarrata la strada al fascismo che aveva trionfato in Italia, Germania e in altri Stati europei dopo aver dominato già una volta la Spagna (1923-1930) e minacciato la Francia nel 1934.

Durruti e la rivoluzione spagnola....

Paz Abel
BFS Edizioni 2010

Non disponibile

36,00 €
Espropriatore e organizzatore sindacale, pistolero e finanziatore di collane editoriali, Durruti è stato un simbolo e un mito che ha sintetizzato le esperienze rivoluzionarie e le tensioni libertarie di migliaia uomini e donne che hanno fatto grande la lunga stagione dell'anarchismo spagnolo. Lotta, galera, fuga ed esilio hanno trasformato un giovane apprendista fabbro in un leggendario leader. Dopo il golpe di Franco del luglio 1936, Durruti è l'anima e il braccio del movimento libertario in Catalogna dove, battuti armi alla mano i militari ribelli, si sviluppa una delle più profonde e importanti esperienze rivoluzionarie che la storia abbia registrato: industrie, terre, trasporti e servizi vengono espropriati, collettivizzati e autogestiti dai lavoratori. Durruti partecipa alla sollevazione di Barcellona, poi parte per Saragozza alla testa di una colonna che porta il suo nome, e infine accorre in difesa di Madrid, dove troverà la morte. La biografia di Abel Paz ripercorre, sulle tracce della vita di un uomo, la storia dell'anarchismo spagnolo assieme alle speranze e alla tragedia di un intero popolo.

Anarchia e potere nella guerra...

Venza Claudio
Elèuthera 2010

Non disponibile

14,00 €
Nel contesto di una feroce guerra civile tra fascismo e antifascismo, che prelude alla seconda guerra mondiale, un forte e radicato movimento libertario cerca di realizzare un'aspirazione secolare: una società di liberi e uguali. Dopo aver contribuito in m