Uniformi e distintivi

Filtri attivi

Le armate del 1859. Uomini, mezzi,...

Dotto Bruno
Autopubblicato 2016

Non disponibile

22,00 €
Vengono qui analiticamente trattati tutti i mezzi impiegati nel corso della campagna militare del 1859 in Italia (seconda guerra del Risorgimento), descritti gli spostamenti delle truppe che si scontrarono nelle sanguinose giornate di Magenta e Solferino, descritte tutte le armi e le artiglierie. Un particolare riguardo e riservato all'impiego del mezzo ferroviario per scopi militari. Sono inoltre illustrate le uniformi di campagna, le forme di arruolamento in vigore a metà Ottocento nei tre Paesi in guerra e altre cose ancora. Non mancano alcune descrizioni sugli sviluppi dell'industria bellica dell'epoca.

Uno stato in uniforme. Catalogo...

Edizioni della Laguna 2014

Non disponibile

20,00 €
La mostra ci porta indietro nel tempo, alla vigilia della Grande Guerra, per scoprire il clima e lo spirito che animavano la società goriziana, poco prima dell'immane catastrofe che l'avrebbe travolta. Allora Gorizia faceva ancora parte della duplice monarchia, il grande impero austro-ungarico, multietnico e multilingue, che fondava la sua unità su tre elementi fondamentali: la fedeltà al sovrano, l'esercito e la burocrazia. Accomunate in una stretta connessione di interessi e di ideali, le istituzioni militari e civili condividevano anche una rigida organizzazione in gradi, categorie e classi di merito, rigorosamente codificati e identificabili attraverso le uniformi. L'impero austro-ungarico, dunque, era "uno stato in uniforme" perché si rendeva riconoscibile ai suoi cittadini, e imponeva la propria autorità, attraverso il rispetto per l'uniforme, che tutti, dal generale al soldato semplice, dal più umile inserviente al più alto funzionario, portavano con orgoglio e con senso di dedizione.

Uniformi della grande guerra...

Zizzo Remigio
Italia Editrice.com 2014

Non disponibile

15,00 €
Cento anni fa la Grande Guerra. Il 28 luglio del 1914, con la dichiarazione di guerra dell'Austria alla Serbia, ebbe inizio uno dei conflitti più sanguinosi della Storia che, in quattro anni, fino all'11 novembre del 1918, avrebbe causato la morte di oltre 8 milioni di soldati e 7 milioni di civili coinvolgendo ben 14 nazioni europee ed 8 oltreoceano. È il primo conflitto moderno della Storia, combattuto con armi automatiche e nuovi mezzi come il carrarmato e l'aeroplano che per la prima volta fecero la loro comparsa sui campi di battaglia. Questa rassegna di uniformi e cimeli originali della Prima guerra mondiale, provenienti da collezioni private, intende ricordare quel periodo drammatico della Storia dell'umanità. Soprattutto intende ricordare i nostri nonni, i nostri genitori, e tutti coloro i quali hanno dato la propria vita o comunque hanno sofferto e combattuto nella speranza di poter garantire a noi tutti un futuro migliore. Speranza, purtroppo, durata solo vent'anni perché tra le ceneri della Prima guerra mondiale si sarebbero già annidate le insidie che avrebbero portato allo scoppio di un altro conflitto, ancora più tragico e doloroso: la Seconda guerra mondiale.

Decorazioni distintivi e attestati...

Scapini Antonio
Albertelli 2012

Non disponibile

50,00 €
Ogni distintivo o decorazione è presentato attraverso una nitida foto fronte/retro con accurata descrizione che comprende anche fabbricanti e marchi, notizie storiche relative, data di istituzione, motivazione del conferimento, ecc. Ogni capitolo è corredato dagli attestati riprodotti a colori. Per ogni distintivo o decorazione (ma anche per gli attestati) è valutato il grado di rarità.

Le uniformi delle truppe corazzate...

Ponzini F.
Albertelli 2012

Non disponibile

25,00 €
Impiegate per la prima volta nella Guerra di Spagna, le truppe corazzate del III Reich divennero ben presto la punta di diamante dell'Heer, ottenendo brillanti risultati in Polonia, Francia, Jugoslavia e Grecia. Combatterono strenuamente in Africa e in Russia, nella campagna iniziata brillantemente con l'Operazione Barbarossa e terminata con la catastrofe di Stalingrado. I carristi tedeschi indossarono vari tipi di uniformi, delle quali la più esclusiva e affascinate fu quella nera, con la giubba a doppiopetto abbinata ai pantaloni lunghi chiusi alle caviglie. Il loro primo copricapo era un ampio basco, anch'esso nero, che ricopriva una cuffia protettiva, accessorio poco pratico che poi fu sostituita dai berretti a visiera. Il loro Waffen-farbe era il rosa e sulle mostrino portavano i teschi con le tibie incrociate, ereditati dagli Ussari di Federico il grande. Questo libro vi racconta la loro storia e analizza tutte le tenute delle truppe corazzate tedesche con dettagliate fotoricostruzioni a colori che le descrivono nei minimi dettagli.

Etat général des uniformes des...

Stagnon Antonio M.
L'Artistica Editrice 2011

Non disponibile

60,00 €
Il volume contiene la riproduzione anastatica dell'opera "État général des uniformes des troupes de S.M. le Roy de Sardigne" di Antonio Maria Stagnon, celebre incisore al servizio di Vittorio Amedeo III. Nelle sue tavole rivive, grazie all'abilità e alla mirabile precisione di un incisore eccezionale, l'epopea di coloro che contribuirono a fare del Piemonte l'esempio da cui sarebbe scaturita la scintilla per dare agli italiani una sola patria. Un volume a commento, con i saggi di Franca Porticelli, Patrizia Delpiano ed Enrico Ricchiardi, accompagna il lettore nell'inquadramento storico dell'opera.

L'offensiva delle Ardenne 1944-1945

Herubel Michel
Albertelli 2011

Non disponibile

20,00 €
L'opera è incentrata sul periodo della seconda guerra mondiale. Descrive cronologicamente, con il supporto di numerose immagini fotografiche dell'epoca, questa offensiva tedesca che rischiò di compromettere la vittoria degli Alleati. La parte più interessante del libro è costituita da tavole fotografiche a colori che presentano le uniformi e gli equipaggiamenti degli eserciti coinvolti, con l'ausilio di materiale originale proveniente da collezioni pubbliche e private.

I distintivi delle truppe alpine...

Erzeg Bruno
Aviani & Aviani editori 2010

Non disponibile

28,00 €
Questa pubblicazione non è solamente un catalogo: vi sono elencati, codificati e descritti tutti i distintivi dei reparti alpini coniati tra il 1915 ed il 1945, di cui si ha notizia, ma vi si racconta anche la storia di tutti quei reparti di cui è stato catalogato e descritto il distintivo.

I soldati del Regno italico-Italian...

Cristini Luca S.
Soldiershop 2010

Non disponibile

35,00 €
15 superbe tavole dedicate alla uniforme e alla storia dei soldati italiani che combatterono per Napoleone per quella breve ma gloriosa parentesi che va sotto il nome di Regno Italico dopo essere stata repubblica Cisalpina e Cispadana. L'autore, il piemontese Guglielmo Aimaretti è un riconosciuto e noto autore ed illustratore del periodo.

Le armate turche del XVI e del XVII...

Cristini Luca S.
Soldiershop 2009

Non disponibile

35,00 €
Le guerre della cristianità contro i turchi hanno da sempre rivestito una particolare singolarità rispetto a tutti gli altri conflitti. Quelli contro il "Turco" e l'Islam vista come religione antagonista furono sempre considerati le guerre per antonomasia. Un nemico con il quale non fare mai pace. L'immaginario collettivo del "Turco" nell'Europa occidentale fu per secoli sinonimo di sprezzante, terribile, e tremendo pericolo. Sentimento ugualmente ripagato da questi che puntarono per secoli sulle due "mele". Quella d'oro: Vienna ma soprattutto quella rossa rappresentata da Roma.

Uniformi e distintivi dell'Esercito...

Viotti Andrea
Stato Maggiore dell'Esercito 2009

Non disponibile

70,00 €
Questa opera sintetizza le varianti dell'uniforme grigioverde nel lasso di tempo che va dal 1918 al 1933. Tale periodo, anche se rappresentò un lungo momento di pace, almeno sul Continente europeo, non lo fu per quanto concerne il vestiario militare. Infatti in quasi tutti gli eserciti europei, compreso quello italiano, fu un susseguirsi di modifiche tese a migliorare le tenute nate sui campi di battaglia della prima guerra mondiale.

Uomini in uniforme. Quattro secoli...

Pasqualini M. Gabriella
Rai Libri 2004

Non disponibile

25,00 €
È la storia di un'istituzione dello Stato. La storia delle sue armi e dei suoi corpi inizia con quella dei primi reggimenti permanenti, "levati" nel Ducato di Savoia nei primi anni del 1600, e che continua fino ai nostri giorni attraverso le vicende di quelle antiche unità, molte delle quali ancora in vita. È una storia di soldati, delle loro usanze e tradizioni, dei loro simboli e del loro spirito di corpo, custoditi e tramandati gelosamente, nell'ambito dei reparti, di generazione in generazione. Il dvd allegato al libro contiene una "galleria fotografica" con i figurini delle divise, le armi e le specialità dal 1670 al 1945.

Elmetti

Marzetti Paolo
Albertelli 2003

Non disponibile

50,00 €

Alpini, uniformi, distintivi,...

Rosignoli Guido
Albertelli 2002

Non disponibile

20,00 €
Alex ed Elena sono due giovani non convenzionali, e non convenzionale è il loro rapporto d'amore. Sarà Alex il primo a sentire l'urgenza di una "fuga", di un'immersione in realtà diverse e più stimolanti. La sua meta è il Messico, con i colori accesi, i paesaggi sorprendenti, ma anche le ingiustizie sociali, il narcotraffico, la guerriglia. Imparerà a rispettare i valori dell'uomo e a difenderli fino alla morte. Elena dovrà annaspare ancora alcuni anni tra esperienze sentimentali insoddisfacenti e amicizie superficiali. La notizia che Alex si trova in pericolo la spinge a raggiungerlo, a salvarlo, a ricostruire con lui un'esistenza che non sentirà più il bisogno di una "fuga".

Uniformi. Oltre 500 divise da tutto...

Wilkinson Frederick
Mondadori Electa 2001

Non disponibile

22,00 €
L'uniforme, intesa come mezzo di riconoscimento comune a tutti i soldati di uno stesso esercito, ha cominciato a imporsi a partire dal Seicento. Essa doveva impressionare il nemico, donde l'uso di copricapo imponenti per far apparire più alto il soldato. Via via si imposero modifiche secondarie ed elementi accessori determinati dal capriccio dei comandati o dalla moda del tempo. Le uniformi divennero sempre più sgargianti nel corso del Settecento, raggiungendo il culmine alla metà dell'Ottocento. Frattanto lo sviluppo tecnologico aveva reso possibili armi da fuoco più precise e rapide e si era capito che i soldati dovevano cessare di essere bersagli troppo evidenti. Il libro ripercorre la storia delle uniformi attraverso le immagini.