Spionaggio e servizi segreti

Active filters

Democrazia e intelligence italiana....

Mosca Carlo
Editoriale Scientifica

Non disponibile

30,00 €
Questo volume sulla democrazia e sull'intelligence italiana ha l'esclusivo intento di offrire un ulteriore contributo di conoscenza sul sistema dei Servizi di informazione per la sicurezza, come esso è venuto a configurarsi, a distanza di dieci anni, dopo la riforma introdotta dalla legge 3 agosto 2007, n. 124. Ciò a seguito degli interventi di "manutenzione" integrativa e modificativa che hanno inciso, direttamente o indirettamente, sulla normativa citata, accrescendo, a mio avviso, il tasso di democraticità dell'interno sistema, e agevolando e rafforzando al contempo la diffusione di una nuova cultura dell'intelligence, più confacente e adeguata ad una moderna democrazia repubblicana. Riconosco di essermi intenzionalmente soffermato più volte sulle nuove attribuzioni del Comitato parlamentare, poiché sono convinto che il suo accresciuto ruolo possa essere determinante in termini di garanzia del corretto svolgimento delle delicate attività di intelligence e, di conseguenza, in termini di coerenza democratica dell'intero sistema di informazione per la sicurezza, nonché di valido sostegno all'esercizio della responsabilità attribuita al Presidente del Consiglio dei Ministri.

Breve storia del Mossad

Musci Aldo
Datanews

Non disponibile

8,00 €
La storia di uno dei più temuti servizi di intelligence del mondo: l'istituto per lo spionaggio e le operazioni speciali dello Stato d'Israele, meglio conosciuto come Mossad. Vero e proprio spauracchio per i nemici del popolo ebraico, il Servizio ha operato dalla fine della Seconda guerra mondiale in poi con spregiudicatezza e determinazione in diversi scenari operativi e teatri geopolitici, conseguendo clamorosi successi ma subendo anche rovesci e fallimenti. Un libro che si snoda nei meandri dei più incredibili eventi del XX secolo: dalla cattura di Eichmann all'omicidio degli atleti israeliani nelle olimpiadi di Monaco, dall'attacco contro la centrale nucleare irachena all'omicidio del primo ministro Yitzhak Rabin.

Azione immediata

McNab Andy
TEA

Non disponibile

8,90 €
Il resoconto di dieci anni trascorsi nello Special Air Service, l'unità d'assalto più temuta del mondo. Un'avventura che vede Andy McNab impegnato in rischiose missioni in ogni parte del mondo: dalle giungle del Borneo ai deserti dell'Africa, dall'Irlanda

Mossad base Italia. Le azioni, gli...

Salerno Eric
Il Saggiatore

Non disponibile

11,00 €
Nel 1945, lo stato di Israele non era ancora sorto. Per la sua posizione geografica nel Mediterraneo, l'Italia era il luogo ideale scelto dai fondatori del Mossad, - il leggendario Yehuda Arazi, meglio noto col nome in codice "Alon", impersonato nel film E

La spia che sfidò il Terzo Reich

Seymour­Jones Carole
Newton Compton Editori

Non disponibile

5,00 €
Inglese, ma nata e cresciuta a Parigi in una famiglia difficile - tre sorelle, padre inesistente e madre egocentrica - Pearl ha imparato presto a camminare sulle sue gambe, e certamente non è quella che si può definire una donna comune. Infatti è un'agente delle forze speciali femminili inglesi con una missione di vitale importanza: infiltrarsi in Francia per coordinare le operazioni dei vari agenti dell'intelligence sotto copertura. Ma Pearl farà molto di più: alla vigilia del D-Day, il giorno dello sbarco alleato in Normandia tanto atteso da milioni di persone, sarà a capo di 3000 combattenti, tra soldati regolari e partigiani. Forte, combattiva, determinata, nasconde nel suo cuore l'amore per Henri Cornioley, il fidanzato parigino che, dopo essere stato catturato dai nazisti, è riuscito a fuggire e ha aderito alla resistenza. Sarà proprio il suo esempio - e la speranza di ritrovarlo ancora in vita - che spingerà Pearl, uno dei migliori agenti segreti al servizio di sua Maestà, a sfidare la guerra, le terribili torture che la Gestapo riservava alle spie catturate, e a sopportare una vita di continue tensioni e pericoli. "La spia che sfidò il Terzo Reich" è la storia della strenua lotta di una donna per la libertà e per il suo grande amore.

Azione immediata

McNab Andy
TEA

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Questo libro è il resoconto di dieci anni trascorsi nello Special Air Service, l'unità d'assalto più temuta al mondo. Un'esperienza straordinaria che vede il suo protagonista dapprima alle prese con un addestramento ai limiti dell'incredibile, poi impegnato in rischiose missioni in ogni parte del pianeta: dalle giungle del Borneo ai deserti dell'Africa, dall'Irlanda del Nord alle foreste pluviali dell'America Latina. Perché gli uomini dei SAS, preparati per ogni tipo di missione e per le condizioni ambientali più estreme, devono essere sempre pronti all'azione immediata: agiscono in silenzio e con rapidità, e al massimo livello di efficienza.

La verità sul caso Rudolf Abel

Donovan James B.
Garzanti Libri

Non disponibile

18,60 €
La mattina del 10 febbraio 1962, James Donovan è in missione sulla Glienicker Brücke, il celebre ponte delle spie che collega Berlino Ovest con l'Est comunista. Al suo fianco c'è Rudolf Abel, la più misteriosa ed efficiente spia del XX secolo, per anni clandestinamente negli Stati Uniti a capo dello spionaggio russo. Dall'altra parte del ponte, i sovietici tengono in ostaggio Francis Powers, il pilota di un U-2 americano abbattuto mentre era in volo segreto sull'URSS: Donovan ha ricevuto dal presidente Kennedy l'incarico di riportarlo in patria a ogni costo. "La verità sul caso Rudolf Abel" ci catapulta nelle drammatiche giornate vissute per realizzare lo scambio di prigionieri, nelle lunghe e pericolose trattative diplomatiche, nei momenti concitati e avventurosi della guerra fredda tra due blocchi con le armi costantemente puntate...

Supernotes

Agente Kasper
Mondadori

Non disponibile

11,00 €
"L'inferno esiste e io ci sono stato." Sono queste le parole con cui l'Agente Kasper, un ex carabiniere divenuto agente dei sevizi segreti e poi del ROS, comincia a raccontare la sua vicenda a Luigi Carletti. La vicenda sembra incredibile: l'ex carabiniere

Medioriente tinto d'arancio....

Arconte Antonino
Arconte

Non disponibile

20,00 €
Una guida all'analisi geostrategica d'intelligence dei fatti d'attualità tra Medioriente, Estremo Oriente, Nord Africa e mar Nero che i lettori possono fare assieme al CV Antonino Arconte, ex gladiatore del Nucleo G della rete NATO Stay Behind, e con cui apprendere un metodo d'analisi infallibile applicabile a tutti i problemi che ci si trova a dover affrontare e risolvere nella vita. "Se non conosci né il nemico, né te stesso, ogni battaglia significherà per te sconfitta certa. Se non conosci il nemico, ma conosci te stesso, le tue possibilità di vittoria saranno pari a quelle di sconfitta. Se conosci il nemico e conosci te stesso, nemmeno in cento battaglie ti troverai mai in pericolo". Le tecniche dell'intelligence applicate alle analisi geostrategiche, apprese durante la Guerra Fredda dall'autore, sono infallibili, anche se è vero che non sono per tutti. In questo saggio il lettore viene guidato, passo dopo passo, nell'attuale scacchiere internazionale e le più gravi crisi, apparentemente indecifrabili e irrisolvibili, appaiono semplici da comprendere e, quindi, da risolvere.

Le guerre che ci fanno. La storia...

Capote Raul
Red Star Press

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
«Potete ingannare tutti per qualche tempo e qualcuno per sempre, ma non potete ingannare tutti per sempre». A dirlo, nel lontano 1858, fu il presidente degli Stati Uniti Abraham Lincoln. E da allora l'apparato politico-militare del suo Paese deve averlo preso molto sul serio, garantendo la difesa degli interessi di un pugno di industriali, possidenti e speculatori grazie a un esercito dotato di una forza d'urto senza precedenti nella storia dell'umanità. Ma se non esiste luogo del mondo che non sia costretto a fare amaramente i conti con i colonizzatori del pianeta, Raúl Capote spiega come la forza delle armi sia in realtà subordinata all'uso di una forza ancora più grande: la forza espressa grazie alla cultura, alla musica, ai mezzi d'informazione e alla propaganda, vale a dire la vera arma segreta - spesso invisibile - di cui di servono gli Stati Uniti. Passando in rassegna quella che è la lunga storia di colonizzazione culturale a stelle e a strisce e forte della sua personale esperienza di ex agente segreto infiltrato nella CIA, Capote dà voce alla stori della dominazione statunitense sul resto del mondo e, in modo particolare, su Cuba e l'America Latina. La storia di una guerra sporca, capace di strumentalizzare, corrompere e piegare ai propri fini interi movimenti giovanili e prestigiose istituzioni culturali. Ma, allo stesso tempo, anche il punto debole dell'ideologia consumistica che pervade e corrompe l'imperialismo degli Usa, contro cui questo libro è stato scritto e pubblicato.

Dietro il mephisto

Comandante Alfa
Longanesi

Disponibile in libreria

16,90 €
Dopo oltre quarant'anni di attività nell'ombra, per il Comandante Alfa è giunto il momento di togliere il mephisto e mostrare il suo volto. L'uomo che dietro una maschera di tessuto nero ha vigilato sulla sicurezza del nostro Paese, è intervenuto nelle zone di maggiore tensione del mondo portando a termine pericolosissime missioni segrete, ripercorre in questo libro le tappe salienti della sua esistenza. Partendo da quella Sicilia in cui è cresciuto e che l'ha visto prima bambino poi adolescente ribelle, il Comandante Alfa accompagna il lettore in un viaggio nella sua vita privata: si sofferma sul rapporto con la madre, preludio alla sua futura attività nel Gis, sulla lontananza da moglie e figli in nome di una missione più alta, sulla fratellanza con i compagni d'armi e sui rischi che accompagnano gli uomini del Gis in ogni intervento. Congedato dal servizio attivo, il Comandante ha ora la possibilità di raccontare senza più segreti gli episodi cardine che gli hanno permesso di sopportare i rigori di una vita estrema, passata a dare la caccia a mafiosi, terroristi, rapitori e criminali di guerra. Senza mai perdere di vista le proprie radici. Senza mai dimenticare di essere un uomo normale chiamato a compiere imprese straordinarie.

L'intelligence sovietica dagli zar...

Colonna Vilasi Antonella
Libellula Edizioni

Non disponibile

30,00 €
Nell'immaginario collettivo occidentale, quando si pensa ai servizi segreti sovietici viene immediatamente in mente il KGB, per la vastissima bibliografia e filmografia che lo ha sempre descritto come una oscura struttura repressiva, violenta e pericolosa, il "nemico" per eccellenza. Ma il KGB, sciolto con la caduta del regime comunista, e sostituito da un'altra struttura di intelligence attiva nella nuova Russia (FSB), non è stata l'unica istituzione spionistica dell'URSS, ma è l'evoluzione di varie agenzie di intelligence che si sono susseguite nel tempo. Questo libro traccia l'evoluzione degli apparati di intelligence sovietica da Ivan il Terribile sino a Kruscev.

Questioni di intelligence

Mutti Antonio
Ledizioni

Non disponibile

14,00 €
Le agenzie di intelligence preposte alla sicurezza statale e dei cittadini sono poco studiate, ma molto criticate quando falliscono nei compiti di prevenzione loro attribuiti. La segretezza che, per ragioni di sicurezza, ne permea l'azione disincentiva la ricerca sociale su queste organizzazioni e tende a generare nei cittadini sospetto e sfiducia. Un modo efficace per ragionare sulle logiche organizzative degli apparati di intelligence consiste allora nel focalizzare l'attenzione sul ruolo della segretezza, intesa come risorsa ma anche come vincolo alla loro azione. Partendo da questo punto di vista, e concentrandosi sulle sfide del terrorismo internazionale e delle migrazioni, è possibile sviluppare alcune riflessioni sul difficile equilibrio che deve esistere, in tali istituzioni, tra trasparenza e segretezza e, più in generale, tra sicurezza dei cittadini e tutela delle loro libertà individuali. Infine, dato che la segretezza chiama in causa la questione centrale della fiducia, diventa rilevante e promettente esplorare, in tutta la loro problematicità, le dinamiche fiduciarie esistenti all'interno delle singole agenzie di intelligence.

Manuale di intelligence e servizi...

Pagani Alberto
Rubbettino

Non disponibile

28,00 €
Questo manuale accompagna il lettore, sia esso un "addetto ai lavori" o un semplice "dilettante" curioso, in un viaggio interdisciplinare attraverso le diverse dimensioni del complesso mondo dell'intelligence e dei servizi segreti. Una narrazione che scorre tra suggestioni letterarie e cinematografiche (da Moby Dick e Ken Follet a Le Carrè e 007), aspetti storici, geopolitici e studi strategici e militari. La descrizione della dimensione tecnica e organizzativa delle principali agenzie di intelligence del mondo è intrecciata con le storie di spionaggio che le hanno caratterizzate. Vicende storiche che attraversano l'interconnessione tra scienze umane e matematiche, cibernetica, crittografia, cifratura delle comunicazioni segrete e scienza delle reti, per portare il lettore sin sulla soglia del futuro, negli scenari quasi fantascientifici prodotti dall'evoluzione tecnologica e informatica, evidenziando anche rischi che sono celati nel cyberspazio, nei Big Data e nell'IoT (internet delle cose), o la fragilità delle infrastrutture critiche, le minacce economiche e politiche che possono derivare dalle fake news e dalla guerra dell'informazione. Infine, una parte metodologica che riporta la ricerca di intelligence dentro la logica della ricerca scientifica dell'approccio epistemologico di Karl Popper. L'autore tratta del cigno nero e del tacchino induttivista, del metodo ipotetico deduttivo di Sherlock Holmes e della misteriosa estinzione dei dinosauri, della profezia che si auto avvera nel Macbeth e dell'archetipo del viaggio di Ulisse, del Titanic e dell'Arca di Noè, per arrivare al tema più complesso della relazione tra ciclo dell'intelligence e decisone politica, e concludere affidandosi alla suggestione del disordine armonico dell'improvvisazione tipico della musica jazz.

Il caso Viganò. Il dossier che ha...

Valli Aldo Maria
Fede & Cultura

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
È il 26 agosto 2018 quando appare nei media la rivelazione dell'arcivescovo ed ex nunzio negli Stati Uniti Carlo Maria Viganò: da cinque anni papa Francesco sapeva che il cardinale Theodor McCarrick aveva commesso reati sessuali con seminaristi e sottoposti, e che c'erano sanzioni nei suoi confronti imposte da Benedetto XVI. Una notizia shock, che entra nel merito dei gravi casi recentemente venuti alla luce, approfondisce il ruolo di autorità ecclesiastiche che hanno coperto e protetto reati sessuali da parte di sacerdoti e mette sotto accusa direttamente il papa. Tra i giornalisti ai quali Viganò consegna il suo memoriale c'è Aldo Maria Valli, che in questo libro ripercorre i giorni dei contatti fra lui e il monsignore, la sofferenza interiore, il senso di lacerazione tra l'amore per la Chiesa, il desiderio di non scandalizzare i semplici e l'esigenza di far emergere la verità. Sullo sfondo di un pontificato che, pur esaltato dalla grande stampa, suscita in molti uno sconcerto crescente.

Lo spionaggio italiano nel 1918

Cadeddu Lorenzo
Gaspari

Disponibile in libreria in 5 giorni

22,00 €
Pochi conoscono le avventure degli italiani paracadutati o arrivati via mare nelle terre invase del Friuli e del Veneto per svolgere l'attività spionistica. Romiati, Tandura, i fratelli Carli, De Carlo, Lorenzetti, d'Attimis, di Montegnacco, Barnaba e una decina d'altri informatori che a costo della vita permisero agli Stati Maggiori di avere precise informazioni grazie alle quali l'Italia vinse la Prima guerra mondiale.

Alekhine. La spia che sapeva...

Acampora Angelo
Ediscere

Non disponibile

19,00 €
Alexander Alekhine non fu solo il quarto campione mondiale di scacchi, ma fu anche un agente segreto alle dirette dipendenze di Charles de Gaulle, durante la Seconda Guerra Mondiale. La Gestapo, le SS e l'Abwehr di Canaris non riuscirono mai a scoprirlo. Le sue imprese rimangono avvolte nel mistero più profondo. Tale fu la sua abilità a muoversi nell'ombra che perfino i suoi connazionali di adozione, i francesi, si convinsero che egli avesse collaborato coi nazisti. Le sue doti di detective, sviluppate quando era ai servizio della polizia investigativa di Mosca, subito dopo la Rivoluzione Russa, e le conoscenze linguistiche, oltre che all'abilità in uno dei massimi giochi d'intelligenza, lo fornirono delle referenze ambite dallo spionaggio francese. Operò per buona parte del conflitto nei territori occupati dal Terzo Reich col benestare dei tedeschi, i quali erano certi di strumentalizzarlo col ricatto, facendolo giocare a scacchi. Il suo destino seguì la sorte di molte spie che, a guerra terminata, si trovarono allo sbando e non riuscirono ad afferrare in tempo un appiglio governativo. Alekhine risulterebbe deceduto, pochi mesi dopo cessate le ostilità, a Estoril, in Portogallo, il 24 marzo del 1946, in circostanze talmente intricate che, prese a modello per un'impresa letteraria, fornirebbero materiale interessante almeno per un giallo o per una spy-story. Questa indagine storica è stata condotta seguendo e vagliando numerosi indizi sparpagliati in epoche e luoghi diversi e non ha la pretesa di fornire una soluzione definitiva. Di una cosa però siamo convinti: l'Alekhine che incontrerete in queste pagine non è stato solo uno straordinario giocatore di scacchi, ma anche una volpe solitaria che ha saputo tener testa a una muta di segugi al comando di Adolf Hitler.

La squadra d'urto della CIA. Cuba,...

Calvo Ospina Hernando
Zambon Editore

Non disponibile

15,00 €
Per quanto si cerchi, non se ne potrà trovare un altro con gli stessi precedenti. È stato il gruppo di manovali di azioni clandestine e terroristiche più efficace e leale prodotto dalla Central Intelligence Agency statunitense, CIA. È stata una Squadra d'Urto, una squadra di punta. Questo gruppo è stato utilizzato in diverse parti del globo terracqueo. Cuba, Vietnam, Laos, Repubblica Dominicana, Angola, Congo, Argentina, Cile, Nicaragua: sono alcuni dei Paesi che hanno patito il suo passaggio. Ma le sue azioni devastanti sono arrivate anche in Canada, Francia, Italia, Messico, etc. La sua impronta è stata lasciata perfino in azioni all'interno della stessa propria Nazione.

Il processo all'agente segreto di...

Perrone Nico
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
L'attenzione di Cavour non era rivolta soltanto alle grandi questioni di governo, ma si spingeva fino ai dettagli dell'amministrazione. Ben prima dell'unità, egli si preoccupò di costruire un servizio segreto, del quale molto si servirà nel 1860. Quasi nulla si sapeva di queste cose, perché l'uomo cui Cavour aveva affidato quel compito, Carlo Pellion di Persano, mantenne per tutta la vita il segreto. Persano era un comandante della marina del Regno di Sardegna, che Cavour aveva fatto salire fin quasi al vertice della carriera. Dopo la morte del primo ministro, l'ambizione spinse quell'uomo a ottenere il comando supremo della Marina, abbandonando così i compiti ben più importanti che Cavour gli aveva affidato. Da ammiraglio, Persano comandò la flotta italiana nella terza guerra d'indipendenza (1866). Fu così che, assecondando un disegno del ministro Agostino Depretis, egli si trovò coinvolto nella battaglia di Lissa, e nella relativa sconfitta. Molti sono i personaggi e gli argomenti trattati nel libro: i banchieri segreti di Cavour, la finta presa di Napoli, il dissidio fra il premiere Garibaldi, le false traduzioni adoperate per coprire certi angoli della storia nazionale, la confusione a corte nei momenti cruciali, il ruolo dei giornali. Alcune pagine ricostruiscono il surreale processo che condusse Persano fino a rischiare la condanna a morte. Furono tante le contraddizioni della politica italiana ai suoi primi passi, fino alla clamorosa sconfitta di Lissa del 1866 e al processo che ne seguì: un'iniziativa sciagurata, che ebbe dannose proiezioni internazionali per l'Italia. Quest'ultimo aspetto è ricostruito con la rivelazione degli incartamenti del processo.

Medioriente tinto d'arancio....

Arconte Antonino
Arconte

Non disponibile

18,00 €
Un'interessante analisi di geostrategia di intelligence, sui fatti d'attualità tra le crisi del Medioriente, Nord Africa, Caucaso, mar Nero ed Estremo Oriente fatta dai lettori con il CV Antonino Arconte, ex ufficiale del Nucleo G della Rete Nato Stay Behind. L'ultimo gladiatore del SID.

Tra partito e KGB. Per una...

Giannotti Andrea
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

30,00 €
Questo volume rappresenta uno studio sul personaggio che ha guidato il servizio segreto più famoso della storia dal 1967 al 1982, quando venne eletto Segretario del Partito comunista dell'Unione Sovietica. Lavorando negli archivi russi e valendosi di testimonianze dirette, l'autore ricostruisce i diversi momenti della carriera di Andropov, da Budapest, dove fu ambasciatore durante la crisi del 1956, ai quindici anni alla Lubjanka. Fu lui a riformare il KGB e a consegnarlo alla mitologia dello spionaggio internazionale. Struttura e rapporti con il partito sono analizzati unitamente al ruolo giocato nelle crisi di Praga, Afghanistan e Polonia e nella repressione del dissenso. Ma Andropov, durante la sua breve segreteria dal 1982 al 1984, fu anche il protettore di Gorbacëv e il primo iniziatore di un grande processo di trasformazione dell'economia che sarebbe divenuto noto come Perestrojka. Andropov fu il primo capo di Stato russo a provenire dai servizi segreti. Il secondo è stato Vladimir Putin che, in più occasioni, ha manifestato apprezzamento per il suo predecessore. Giannotti offre così non solo un saggio storico, ma anche una chiave per comprendere la politica russa contemporanea, tracciando un quadro che dagli anni Trenta arriva alle elezioni presidenziali del 2018.

Materiali di intelligence. Dieci...

Caligiuri M.
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
"Il filo conduttore di tutti i saggi è il cambiamento d'epoca e la conseguente necessità di adeguare a questo cambiamento l'attività di intelligence. Ieri appartenevamo alla grande famiglia dell'Occidente e avevamo un grande fratello che ci consigliava, ci suggeriva, a volte ci imponeva, azioni, metodi e obbiettivi. Oggi quella famiglia è dissolta. Come ci insegna lo spionaggio effettuato dagli organismi USA nei confronti del presidente Hollande e della cancelliera Merkel, oggi ci si spia anche tra alleati e amici perché la concorrenza sul piano economico, energetico e commerciale è spietata e in pratica priva di regole. Pertanto tutti i Paesi devono attrezzarsi per vivere nel mondo nuovo." (dall'introduzione di Luciano Violante)

«All'inizio non sapevamo nulla». La...

Magon Alice
Prospettiva Editrice

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
26 luglio 1947-26 luglio 2017. A settant'anni dalla sua istituzione, la Central Intellingence Agency (tutt'altro che intenzionata ad andare in pensione) può dirsi una delle hollywood stories più romanzate d'America. Tanti sono gli onori (quanti forse gli orrori) dipinti e raccontati dalla penna di scrittori internazionali, dietro la cinepresa dei migliori registi, e sulle prime pagine dei quotidiani mondiali un giorno sì, e l'altro pure. Ora vanto delle istituzioni nordamericane, in occasione dei successi del lavoro d'intelligence dell'agenzia di spionaggio più importante al mondo, ora vergogna, quand'ecco che emergono gli effetti, per così dire, collaterali della medicina ad uso prolungato che risponde al nome di covert operation. Ma come è arrivata la CIA al giro di boa delle settanta candeline? Quando Harry Truman, con la firma posta sul National Security Act, dava i natali alla nuova creatura emersa dalle ceneri dell'OSS (Office of Strategic Service), auspicava a creare un servizio che coordinasse e indirizzasse le informazioni, al fine di orientare le scelte di politica estera degli Stati Uniti e proteggere i cittadini dalle minacce.

Delitti contro la personalità dello...

Griscioli Giuseppe
Aracne

Non disponibile

14,00 €
Il fine ultimo dell'intelligence e il bene giuridico tutelato dalle norme contenute nel libro secondo, titolo primo, del codice penale hanno la stessa natura, cioè la tutela degli interessi essenziali dello Stato. Tuttavia, tale tutela è assicurata garantendo la sicurezza interna ed esterna dello Stato, ovvero prevenendo e contrastando le azioni violente dirette a disgregare i principi e gli assetti istituzionali conformi allo spirito democratico. Pertanto gli interessi supremi dello Stato rivestono carattere di assoluta priorità su ogni altro aspetto, difatti minando tali interessi si mette in pericolo l'esistenza stessa dello Stato.

Collusion. Come la Russia ha...

Harding Luke
Mondadori

Non disponibile

20,00 €
Mosca, luglio 1987: il magnate Donald Trump visita per la prima volta la Russia su invito del governo sovietico. Londra, dicembre 2016: Luke Harding incontra in segreto in un pub di Londra Christopher Steele, ex agente del M16 (i Servizi di intelligence britannici) per parlare dei legami con la Russia del neopresidente Trump. Harding segue due tracce: i soldi e il sesso. Washington, gennaio 2017: un esplosivo dossier preparato da Steele sostiene che il Cremlino ha «coltivato e sostenuto» Trump per anni ed è in possesso di informazioni compromettenti sul suo conto. Trump risponde su Twitter: «Fake news». In "Collusion", il giornalista Luke Harding svela la natura del trentennale rapporto di Trump con la Russia; lo fa sulla base di esclusivi materiali inediti e consultando fonti della comunità dell'intelligence internazionale. Harding accompagna il lettore alla scoperta di tutti i particolari non dicibili e inquietanti della vicenda «Trump-Russia», un evento di tale portata da coinvolgere spionaggio mondiale, banche offshore, loschi contratti immobiliari, il concorso di Miss Universo, la criminalità organizzata, il riciclaggio, i dissidenti avvelenati, la pirateria informatica e le elezioni più sconvolgenti di tutta la storia americana. I nomi russi coinvolti conducono dritti al cuore del Cremlino; quelli americani sono ormai arcinoti e includono lo stratega della campagna elettorale repubblicana Paul Manafort. Un atto di denuncia che porta allo scoperto il più grande scandalo politico dell'era moderna. La Russia sta sovvertendo a proprio vantaggio l'ordine mondiale e la democrazia americana. È una questione che ci riguarda tutti.

Il ricevitore è la spia. La...

Dawidoff Nicholas
Newton Compton Editori

Non disponibile

12,00 €
Moe Berg è l'unico giocatore di baseball la cui foto sia incorniciata sui muri della sede principale della CIA. La verità è che Moe Berg è stato molto più che un campione, un ricevitore che ha inanellato molti record nel corso della sua luminosa carriera nella massima serie negli anni tra il 1923 e il 1939, durante l'età del'oro del football americano. Moe Berg è stato anche un'eccellente spia. Di famiglia ebrea emigrata a Newark, in New Jersey, vantava prestigiosi studi a Princeton e alla Sorbona ed era arrivato a parlare dodici lingue quando diventò un agente del Servizio Segreto Statunitense durante la seconda guerra mondiale. Il romanzo di Nicholas Dawidoff ci racconta l'avventurosa doppia vita di Moe Berg, dalla sua infanzia claustrofobica fatta di studio e rigore, dei brillanti risultati ottenuti nello studio, fino alle sue due clamorose carriere, nello sport e nello spionaggio internazionale e ai suoi rapporti con personaggi di primo piano come Joe Di Maggio e Albert Einstein. Ma chi fu veramente Moe Berg? Un ragazzone dal viso pulito che eccelleva nello sport e si è ritrovato per caso a militare nei servizi segreti o la sua indole enigmatica nascondeva il desiderio di rendersi utile al suo Paese e lo sport era solo una copertura necessaria?

Secret. L'implacabile azione dei...

Festorazzi Roberto
Macchione Editore

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
In questo nuovo libro-inchiesta, Roberto Festorazzi ricostruisce le operazioni del Soe e degli altri servizi segreti inglesi nel settore decisivo della Lombardia nordoccidentale, tra Milano, Como e la Svizzera: il corridoio terrestre di tutte le comunicazioni e dei contatti negoziali, il Checkpoint Charlie della Seconda guerra mondiale. La "mano invisibile" di Londra non soltanto ha guidato la partita della fine del fascismo e della conclusione del conflitto in Italia, ma ha continuato, nei decenni, a presidiare l'area in cui si è consumato l'epilogo del dittatore, per gestire, secondo gli interessi inglesi, l'eredità di quella direzione strategica degli eventi.