Intolleranza religiosa, persecuzioni e conflitti

Active filters

Lo studente che sfid? il papa....

Vincenti Umberto
Laterza

Disponibile in libreria

20,00 €
Prima di Giordano Bruno, nel 1555, Pomponio de Algerio, anch'egli nolano e studente dell'Universitdi Padova, viene processato presso il Tribunale locale dell'Inquisizione perchsospettato di essere protestante. A nulla gli valse l'appello ai giudici per il rispetto della particolare libertas di cui godevano gli studenti a Padova. Grida pie pivolte che il papa l'anticristo e i vescovi e i cardinali un'accolita di ladri e corrotti. Papa Paolo IV fa tutto ciche in suo potere per averlo dinanzi a s a Roma. Condannato a morte per eresia, Pomponio verrarso vivo a Piazza Navona nel 1556. Una storia drammatica - tra Padova, Venezia e Roma, nel cuore del Cinquecento - di uno studente eretico che, probabilmente per primo, non si piega al volere del papa creatore dell'Inquisizione romana: il contributo di una grande universititaliana e dei suoi scolari per l'affermazione della libertdi pensiero.

La Controriforma

Bonora Elena
Laterza

Disponibile in libreria

10,00 €
L'opera analizza un aspetto fondamentale della storia italiana ed europea del XVI secolo: la trasformazione della Chiesa di Roma in conseguenza della sfida luterana. Il volume diviso in tre sezioni: la prima, cronologica, focalizza il processo di trasformazione a partire dal clima religioso e politico del primo Cinquecento; la seconda verte su diversi soggetti istituzionali e centri decisionali (papato, Inquisizione, Concilio di Trento, ordini religiosi) che operarono nella Chiesa della Controriforma; la terza indaga sui rapporti tra Chiesa della Controriforma e societ

Dalla razza biologica alla razza...

Germinario Francesco
Asterios

Disponibile in libreria in 3 giorni

3,90 €
Le posizioni, presenti anche in alcune voci - peraltro prestigiose - della storiografia le quali tendono a presentare l'antisemitismo come un atteggiamento "irrazionale", rischiano di precludersi la comprensione di questo fenomeno storico che ha allignato per secoli in Occidente. Si tratta di posizioni moralmente comprensibili, ma legate a una visione illuministica della cultura: questa come esercizio il cui fine quello di elevare l'umanit eliminando i conflitti e le violenze. Viceversa, l'antisemitismo visto come un atteggiamento di barbarie, di regressione culturale e, in quanto tale, da respingere appunto come "irrazionale". Questo giudizio puessere accettabile dopo Auschwitz; ma da riconoscere che sterile sotto l'aspetto della conoscenza storica. Del resto, si trascura che, non solo prima ma anche negli anni del dominio nazista, in parecchie delle voci pirappresentative della cultura europea posizioni e atteggiamenti antiebraici non erano occasionali, solo che si pensi ad autori come Pound, Drieu La Rochelle, Cine. Cos'il confuso dibattito sull'antisemitismo di pensatori come Heidegger e Schmitt - un dibattito che, in corso ormai da decenni, tutt'altro che concluso -, se non il riconoscimento che coloro che sono considerati il maggior filosofo del Novecento e uno dei piacuti giuristi del secolo scorso avevano talvolta assunto atteggiamenti polemici verso l'ebraismo e, nel caso di Schmitt, atteggiamenti antisemiti che risultavano in linea con quanto sosteneva la propaganda nazista?

La quastione caldea e assira...

Ruyssen Georges-Henri
Valore Italiano

Non disponibile

290,00 €
Archivio ASV (Archivio Segreto Vaticano) Archivio ACO (Archivio della Congregazione per le Chiese Orientali) Archivio SS.RR.SS (Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati). I quattro volumi de La Questione Caldea e Assira, curati dal Padre Georges-Henri Ruyssen SJ, docente presso il Pontificio Istituto Orientale a Roma, rendono finalmente fruibili i documenti sinora inediti, provenienti dagli Archivi Vaticani, sulla persecuzione dei cristiani caldei e assiri in Medio Oriente. Si tratta nello specifico di documenti redatti dalle autorità ecclesiastiche sulla sorte di queste comunità durante la prima parte del XX secolo, all'interno di eventi che coinvolgono l'Impero ottomano, la Persia, nonché paesi come Turchia, Siria, Iraq e Iran, così come si verranno a costituire subito dopo la fine della Prima Guerra Mondiale.

Purezza e fede. Esuli religiosi...

Terpstra Nicholas
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

32,00 €
Questo originale saggio mette a fuoco un particolare aspetto dell'etmoderna, ovvero l'ossessione per la purezza della comunitcristiana, vista dai riformatori religiosi come un corpo minacciato da malattie e pericoli. L'unitdel Corpus Christianum doveva essere purgato da tutti quegli elementi che ne minavano l'integrit ebrei e musulmani, eretici, streghe... Nei secoli caratterizzati dalla Riforma religiosa l'Europa diventa costeatro di espulsioni di massa in nome del principio della purificazione. A partire dalla cacciata degli ebrei dalla Spagna, ottantamila in tre settimane (1492), e poi dei moriscos, anabattisti olandesi, calvinisti italiani, cattolici inglesi, hussiti boemi, sono centinaia di migliaia i rifugiati religiosi che si ricollocano non solo in altri paesi europei, ma anche nell'impero ottomano, o nel Nuovo Mondo. Un movimento grandioso, le cui profonde ricadute sulla storia mondiale giungono sino a noi.

La questione ebraica

Rineli Pasquale
Totem (Lavinio Lido)

Non disponibile

15,00 €
Qualcuno ha ipotizzato che non si è voluto contrastare l'ascesa al potere del nazismo proprio perché aveva trovato l'antidoto e il rimedio all'«ebreo» più o meno diffuso e palese in tutta l'Europa. Non si può spiegare diversamente il concordato stipulato all'indomani della sua ascesa al potere, tra la Germania nazista di Hitler, con le sue idee e i suoi fini espliciti e noti a tutti da portare avanti e da realizzare con ogni mezzo e lo Stato Vaticano nella persona del cardinale Pacelli, futuro Pio XII, allora Segretario di Stato che aveva vissuto parecchio tempo in Germania come Nunzio Apostolico e quindi aveva seguito da vicino tutte le fasi dell'ascesa al potere del nazismo.

Esilio e persecuzione. Exil et...

Aracne

Non disponibile

12,00 €
Quando, dopo la revoca dell'editto di Nantes (1685), gli ugonotti fuggono dalla Francia, trovano - in alcune delle città in cui si stabiliscono - una consistente e organizzata presenza ebraica. I due gruppi, ebrei e ugonotti, hanno sofferto persecuzioni, soprusi, prigione e morte. Gli uni nella penisola iberica, gli altri in Francia. Condividono una comune denuncia contro la politica di intolleranza nel loro paese di origine, e con comune preoccupazione seguono la sorte degli ex-correligionari che permangono nei paesi della persecuzione. I saggi qui pubblicati costituiscono una sorta di "voci incrociate": testimonianze sugli incontri tra ebrei e ugonotti, sguardi sugli ebrei sefarditi da parte di cattolici e protestanti, dibattiti tra gli uni e gli altri.

Dai Ricusanti ai Cristeros

Bozza Carlo
24,00 €
L'autore prende spunto dalla constatazione che attualmente gran parte della letteratura, sia scientifica che divulgativa, che tratta di storia delle religioni, verte sulla fondazione e sulle vicissitudini della Santa Romana Inquisizione, con particolare riferimento alle persecuzioni da essa compiute. Altrettanta attenzione è prestata alle attività di supporto svolte dagli ordini religiosi cattolici, con particolare riguardo ai gesuiti. Perché tutta questa attenzione e tutte queste pubblicazioni, è lecito domandarsi? È forse possibile, viene da rispondere, per il predominio attuale, nell'ambito della civiltà occidentale, della componente anglosassone, la cui mentalità e le cui ideologie hanno prevalso almeno a partire dall'inizio del secolo scorso e prevalgono tuttora, a detrimento dei pur ottimi studi su drammi religiosi causati da altri, studi che l'autore cita qui accuratamente.

La libert? religiosa in Messico....

Studium

Disponibile in libreria in 3 giorni

27,50 €
A pidi cento anni dalla promulgazione della costituzione di Queraro (5 febbraio 1917), considerata una delle pianticlericali di tutto il Novecento, l'ostilitverso la libertdelle fedi religiose di agire come tali nello spazio pubblico continua a rappresentare un tratto distintivo della societmessicana, nonostante le riforme costituzionali che nel 1992 e nel 2013 hanno cercato di adeguare la disciplina interna del diritto di libertreligiosa agli standard riconosciuti a livello internazionale. Ancora oggi il Messico, come ai tempi della guerra cristera del 1926-1929, uno dei luoghi pipericolosi al mondo dove esercitare il ministero sacerdotale, in particolare nelle regioni picolpite dalla piaga del narcotraffico. A cisi aggiunge l'ostracismo a cui tendenzialmente va incontro chi, spinto dalla propria appartenenza religiosa, sostiene pubblicamente rivendicazioni di natura sociale o civica. L'eccezionalitdel caso messicano sul piano della tutela del diritto di libertreligiosa continua dunque a suscitare domande, per rispondere alle quali non si puprescindere dalla complessa (e talora drammatica) storia dei rapporti tra lo Stato e la Chiesa cattolica nel paese. Riflettere sul valore paradigmatico dell'esperienza messicana, a partire da una prospettiva al tempo stesso storica e giuridica, l'obiettivo che si propone il presente volume.

Ipazia. Donna colta e bellissima...

Toland John
Clinamen

Disponibile in libreria

10,90 €
La splendida Ipazia, filosofa e matematica del IV secolo, fu selvaggiamente uccisa e fatta a pezzi, bruciata e ri-dotta in cenere. Mandante dello scempio fu "un assassino dalle mani pulite", Cirillo, vescovo di Alessandria, poi nominato Santo dalla Chiesa Cattolica ed ancor oggi festeggiato ogni 27 Giugno. In questo pamphlet del 1720, il celebre filosofo illuminista John Toland ricostruisce le vicende che portarono all'uccisione di Ipazia e alla lacerazione del suo corpo, denunciando non solo il profilo criminale della Chiesa, ma anche la situazione di assoluta emarginazione che le donne vivevano in quel tempo ... e certo anche oltre quel tempo ... Nel lungo titolo del pamphlet, tutto questo viene significativamente rappresentato: «Ipazia. Storia di una donna bellissima, virtuosa, colta, e poliedrica; fatta a pezzi dal Clero di Alessandria per appagare l'or -goglio, l'invidia e la crudeltà del suo Arcivescovo, comunemente conosciuto, ma immeritatamente reso santo, Cirillo»

Storie fiorentine. Alba e tramonto...

Toaff Ariel
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
Una canzone satirica cantata nelle piazze e nei mercati, un busto nel chiostro di una chiesa, una vecchia grammatica ebraica in volgare toscano, una pergamena cabalistica: questi e altri frammenti sono occasione per Toaff di rientrare nell'universo dimenticato del ghetto di Firenze, microcosmo emblematico della vita difficile condotta dagli ebrei italiani nei secoli passati. Piccole storie di piccoli uomini che cercano di sfuggire a un destino di stenti e segregazione ingegnandosi, qualche volta truffando, qualche volta convertendosi, sempre in un altalenante rapporto di attrazione e ripulsa con la società cristiana da cui sono circondati. Oggi, ci dice l'autore, tende a diffondersi un'idea nostalgica dei ghetti, al punto che una satira antiebraica settecentesca, all'epoca osteggiata dagli ebrei e occasione di violenze nei loro confronti, ha finito per trasformarsi in una pittoresca testimonianza della cultura ebraica. Ma non è un mondo che è lecito rimpiangere.

La leggenda nera. L'inquisizione...

Bruni Pierfranco
Ferrari Editore

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
Il volume di Pierfranco Bruni nasce dalle elaborazioni e riflessioni sollecitate dal bisogno di dipanare il filo della storia disegnato con il convegno internazionale di studi, intitolato L'Inquisizione romana e i suoi Archivi, tenuto a Roma nel 2018. Un affascinante affresco che ricostruisce la storia, i miti e gli antimiti dell'Inquisizione nell'immaginario cinematografico. Una riflessione intrepida sulla divaricazione tra discorso storico e narrazione per immagini che racconta di come la "leggenda nera" sia entrata a far parte della filmografia attraverso cliché tenebrosi e violenti, popolati da inquisitori, eretici, streghe, infedeli e i dissidenti. Un libro che lascia storditi, con lo sguardo meravigliato di chi scopre la commistione tra reale e immaginato, tra verità e stereotipi, tra fatti e fiction.

Storia dell'antigiudaismo e...

Ghiretti Maurizio
Mondadori Bruno

Non disponibile

12,00 €
Un'acuta analisi dell'ostilità antiebraica dall'antichità a oggi: per individuarne i "momenti" più significativi, si è tenuto presente che le cause delle persecuzioni hanno avuto uno stretto rapporto con l'essere degli ebrei delle minoranze disperse all'in

Antisemitismo

Luzzatto Voghera Gadi
Editrice Bibliografica

Disponibile in libreria in 3 giorni

9,90 €
I governi democratici dimostrano nella storia più recente una crescente attenzione verso il fenomeno dell'antisemitismo, allarmati dall'uso politico che spesso ne viene fatto nei più diversi ambienti. Questo libro sintetizza i principali percorsi storici che hanno contribuito alla strutturazione del fenomeno antisemita come ideologia politica, arrivando a gettare uno sguardo sulla contemporaneità, che vede l'utilizzo di antichi linguaggi rielaborati sui social media a disegnare autentiche campagne di odio razzista. Non solo Shoah, e neppure solo polemica sul conflitto israelo-palestinese che fornisce pretesti per accreditare un linguaggio d'odio antico declinato al presente, al contrario un'ideologia ancora oggi molto radicata che si rinnova e si trasforma pericolosamente, che va studiata e riconosciuta come componente costante del pregiudizio dei singoli.

Le guerre di religione

Miquel Pierre
Res Gestae

Disponibile in libreria

24,00 €
Protagonista indiscusso del libro di Miquel è il tremendo scontro consumatosi in Francia fra religione cattolica e quella "riformata". Un periodo lungo più di due secoli segnato da odio ed efferatezze reciproche, che si protrasse dal 1523 - anno in cui si ricorda il primo martire protestante arso vivo sulla piazza (Jean Vallière) - alla Rivoluzione del 1789, che riconobbe finalmente i protestanti come "veri" francesi, accordando loro la libertà di culto. Questo libro ripercorre, tramite cronache e documenti, gli episodi più importanti del periodo, come la nota "notte di San Bartolomeo", restituendo però anche un'altra prospettiva storica: quella positiva secondo cui le guerre di religione segnano l'emancipazione della libertà delle idee.

Le radici antisemite...

Villa Marta
Stamen

Non disponibile

18,00 €
Intrecciando antropologia sociale e politica, suggestioni filosofiche e interpretazioni psicoanalitiche, questo libro ripercorre la complessa storia dell'antisemitismo nelle sue molteplici metamorfosi e nei suoi sbocchi più tragici. Un contributo rigoroso all'attuale dibattito scientifico, un'analisi sistematica di questa particolarissima forma di odio. Prefazione di Giorgio Galli

La strage di san Bartolomeo. Una...

Tabacchi Stefano
Salerno

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
Il 18 agosto 1572 si celebrò a Parigi il matrimonio tra Margherita di Valois e Enrico di Borbone, che avrebbe dovuto segnare la riconciliazione tra cattolici e protestanti dopo una lunga guerra civile. Cinque giorni dopo, nella notte tra il 23 e il 24 agosto, i capi militari dei protestanti furono uccisi per ordine del re. Nelle ore successive bande armate uccisero centinaia di ugonotti parigini, accanendosi su donne, vecchi e bambini, in un delirio di sangue che trasformò Parigi in un carnaio. Il libro analizza in tutte le sue sfaccettature questo evento apparentemente irrazionale, ma in realtà frutto di una devastante miscela di crisi politica e conflitto religioso, esaminando il ruolo dei vari attori: il re Carlo IX, la regina madre Caterina de' Medici, il papato, la Spagna, i gruppi di cattolici militanti parigini. Ne risulta una innovativa lettura della notte di San Bartolomeo come evento centrale nella storia dell'Europa del Cinquecento e nell'affermazione dell'assolutismo del potere politico.

Il Settecento e la religione

Delpiano Patrizia
Storia e Letteratura

Disponibile in libreria in 3 giorni

48,00 €
Letto da alcuni studiosi come il momento fondativo della laicità, da altri soltanto come fase di cauto rinnovamento delle idee e delle istituzioni religiose, il Settecento presenta spinte contraddittorie: da un lato, la difesa della tolleranza religiosa; dall'altro, la riproposizione di forme dogmatiche delle fedi o addirittura atteggiamenti di fanatismo. Prendendo atto di tali letture contrastanti e tenendo conto delle profonde trasformazioni del secolo, il volume intende soffermare l'attenzione sui rapporti reciproci tra questi cambiamenti e la sfera religiosa.

Perchè i giovani musulmani europei...

Fracassa Federica
Gruppo Albatros Il Filo

Non disponibile

12,00 €
Perché i giovani musulmani europei aderiscono alla radicalizzazione islamica? Una domanda quanto mai attuale, in un momento storico che vede acutizzarsi lo scontro tra un Occidente globalizzato, abitato da un numero sempre maggiore di musulmani di seconda generazione, e un Islam che - complici anche i media - fatica non poco a far emergere il suo lato moderato. Per spiegare il fenomeno della radicalizzazione islamica in Europa l'autrice analizza proprio i diversi modelli di integrazione che gli Stati europei hanno adottato nei confronti degli immigrati: impossibile ignorare il peso che povertà, emarginazione e scarsa considerazione della cultura e della religione di origine hanno sulla scelta di coloro che decidono di aderire ai movimenti estremisti. In particolare, dall'analisi condotta sulla situazione italiana, emergono importanti spunti per un futuro dialogo tra le due posizioni e se alcune realtà presenti nel nostro paese fanno ben sperare, tanto ancora rimane da fare se si auspica a limitare se non eliminare del tutto le spinte verso una radicalizzazione del pensiero.

L'ebreo internazionale

Ford Henry
Edizioni di AR

Non disponibile

30,00 €
Notevole l'importanza storica di questo testo scritto nel 1920 dall'industriale statunitense Henry Ford, pioniere della produzione di massa, capace di stupire il mondo con l'efficienza della sua azienda automobilistica e di divenire uno degli uomini più ricchi del Novecento, nonché sostenitore del regime di Adolf Hitler. Fu forse il Führer, infatti, il più entusiasta lettore de "L'Ebreo internazionale", che viene citato numerose volte nel "Mein Kampf". Prendendo praticamente alla lettera i "Protocolli dei Savi di Sion", Ford compendia in questo testo lo spirito del suo tempo, che, contrariamente a oggi, vedeva fiorire, nella cosiddetta "America Libera", uno spregiudicato e ribaldo antisemitismo.

L'intolleranza della nuova tolleranza

Carson Donald A.
GBU

Non disponibile

20,00 €
Questo libro discute il mutamento subito dalla nozione di "tolleranza". Secondo l'autore il modo di intenderla oggi non coincide con la classica nozione moderna di tolleranza. Questa non metteva in discussione l'esistenza di bene e male, vero e falso; auspicava il confronto tra posizioni all'insegna del rispetto e della ricerca della verità. La nuova tolleranza, mentre vuole riproporre gli intenti della vecchia, nasconde al suo interno i germi della vera e propria intolleranza. Bene e male, vero e falso sono oggi inconcepibili e ogni posizione che tende a proporsi come esclusiva viene demonizzata. Nel clima creato dalla nuova tolleranza, non è permesso alcun assoluto, eccetto l'assoluta proibizione di qualsiasi posizione assoluta.

Canto d'amore per la Jugoslavia. Le...

Antonelli Michele
Il Cerchio

Non disponibile

16,00 €
Dall'inizio degli anni '90 gli europei hanno dovuto abituarsi al triste spettacolo delle guerre nell'ex-Jugoslavia - caratterizzate da una particolare ferocia - con il corredo di genocidi, deportazioni e bombardamenti internazionali che hanno riempito le cronache e provocato, per la prima volta dopo il 1945, la creazione di un Tribunale Penale internazionale per giudicarne i responsabili. Questo saggio, scritto "sul campo" da un coraggioso Operatore internazionale, rivela con quali tecniche di manipolazione di massa è stato rinfocolato, diffuso e scatenato nel Balcani il demone dell'odio etnico e religioso, chi ne sono stati i protagonisti e, soprattutto, chi ne ha tratto guadagno.

In nome del cielo. Una storia di...

Krakauer Jon
Corbaccio

Non disponibile

17,50 €
In questo libro Jon Krakauer sposta la sua attenzione dagli estremi dell'avventura fisica agli estremi della fede. "In nome del cielo" è dunque una discesa all'inferno, l'inferno dell'estremismo religioso. Ricostruisce un terribile fatto di cronaca avvenuto nel 1987, il duplice omicidio di una giovane donna e della sua figlioletta da parte di due cognati che sostengono di averlo fatto perché "ispirati da Dio". Su questo caso costruisce una narrazione sfaccettata e agghiacciante di delusioni messianiche, violenza selvaggia, poligamia e fede incrollabile. Descrive e svela luci e ombre della religione americana a più rapida diffusione e solleva interrogativi provocatori sulla natura della fede religiosa.

Heranush, mia nonna

Çetin Fethiye
Alet Edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

8,00 €
Una nonna musulmana come tante, così credeva sua nipote Fethiye. Finché un giorno la nonna le rivela il suo segreto: nata in un villaggio armeno di religione cristiana, si chiamava Heranush quando nel 1915 i turchi massacrarono la sua gente. Adottata da un capitano dell'esercito turco, iniziò una nuova vita da musulmana con il nome di Seher, mentre la sua famiglia subiva la diaspora. Fethiye si impegna così a cercare i parenti della nonna rifugiatisi negli Usa, e ne ricostruisce le vicende dando vita a una toccante saga familiare e a una testimonianza che ha rotto il silenzio sul tragico destino delle donne armene in Turchia. Un libro che decifra i silenzi e i segreti più intimi di migliaia di vite spezzate.

Heranush, mia nonna. Il destino di...

Çetin Fethiye
Alet Edizioni

Non disponibile

12,00 €
Una nonna musulmana come tante, almeno così credeva sua nipote Fethiye. Finché un giorno la nonna le rivela il suo segreto: nata in un villaggio armeno di religione cristiana, il suo nome era Heranush quando nel 1915, all'età di dieci anni, i turchi massacrarono la sua gente deportando donne e bambini. Adottata da un capitano dell'esercito turco, iniziò una nuova vita da musulmana con il nome di Seher, mentre la sua famiglia subiva la diaspora. Il desiderio di rivedere ancora una volta i familiari fuggiti in America spinge la donna, in punto di morte, a chiedere alla nipote di ritrovare i suoi cari. Nella testimonianza di Heranush, il destino di migliaia di famiglie armene.