Elenco dei prodotti per la marca Rosenberg & Sellier

Rosenberg & Sellier

Territori in movimento. Esperienza...

Cois E.
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,00 €
Il volume prende le mosse dalla raccolta e selezione dei contributi presentati in occasione dell'undicesima edizione della Scuola estiva nazionale di Sviluppo Locale "Sebastiano Brusco", tenutasi a Seneghe, nel cuore della Sardegna, dal 13 al 15 luglio 2017, e ne riprende il titolo e il focus tematico, "Territori in movimento. Esperienza Leader e Progetti Pilota per le Aree Interne". I quattordici saggi che lo compongono danno vita a una riflessione a più voci sulle strategie di rigenerazione delle aree interne italiane, superando una narrazione a lungo dominante che ha teso a ridurle a un'informe sommatoria di territori marginalizzati, spopolati e connotati in senso residuale: "tutto ciò che resta" una volta tolte le zone costiere, le pianure fertili, le città. Viceversa, il volume si propone di dare conto dell'universo variegato di sistemi territoriali interni che costituiscono l'ossatura di lungo periodo del Paese e che si sono spesso rivelati più resistenti e resilienti dei territori urbanizzati di fronte alle recenti crisi produttive e occupazionali, conservando maggiormente i propri caratteri e peculiari stili di vita, e caratterizzandosi per percorsi di sviluppo fortemente radicati nei rispettivi contesti, come laboratori nei quali sperimentare una possibile alternativa strategica per la ripresa del Paese. Una visione a "campo lungo", tra reti lunghe e corte dell'economia, al contempo rivelatrice delle dinamiche attivate "dai margini" e prospettica rispetto agli orientamenti di policy place-based, che proprio al cuore di un'Italia tutt'altro che minore si rivolgono crescentemente.

Attivismo alimentare in Sardegna....

Counihan Carole
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,00 €
La prospettiva di questo volume è quella dell'antropologia dell'alimentazione. Il libro è uno studio etnografico, condotto nella città di Cagliari, dell'attivismo alimentare (food activism), cioè delle mobilitazioni attivate nel campo dell'alimentazione, in quanto tentativo pubblico di promuovere la giustizia economica e sociale attraverso il cibo. La sua finalità è approfondire la conoscenza del mondo degli "attivisti alimentari", che lavorano per un cambiamento strutturale all'interno delle istituzioni, accomunati dal desiderio di resistere al sistema agroindustriale che domina sempre più nell'approvvigionamento del cibo in tutto il mondo. Parte da un case study etnografico sulla costellazione di movimenti alternativi focalizzati intorno alle pratiche di scambio e consumo di cibo nel capoluogo della Sardegna, che coinvolge soggetti legati al mondo della produzione (aziende agricole, cooperative, fattorie didattiche), della distribuzione (mercati di contadini, negozi bio, GAS), del consumo (ristoranti, Slow Food). Attraverso le dense descrizioni narrative raccolte, il saggio prova a ricostruire puntualmente le azioni e motivazioni che hanno condotto attori molto variegati a cambiare il loro modo di intendere e consumare il cibo, in modo militante, mentre perseguono alternative di base al sistema agro-industriale. L'analisi si concentra su tre temi trasversali, emersi nelle interviste con gli attivisti del cibo in area cagliaritana: il significato del territorio e del luogo, l'importanza del gusto come strategia di azione, l'obiettivo di costruire "comunità" anche tramite pratiche educative.

Imprenditorialità, territori e...

Meloni
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,00 €
Il volume raccoglie i contributi più significativi della decima edizione della Scuola estiva nazionale di Sviluppo Locale "Sebastiano Brusco", che si è svolta nel luglio 2015 a Seneghe, nel cuore della Sardegna, e ne riprende il titolo e il focus tematico, "Imprenditorialità, territori e innovazione". La riflessione collettiva sviluppata lungo i diciassette saggi che lo compongono si inscrive nel dibattito in corso intorno ai fattori all'origine di una nuova centralità economica e culturale del lavoro e dell'impresa, specificamente nel settore della produzione agro-alimentare neo-contadina, al fine di metterne in rilievo alcuni meccanismi virtuosi nell'organizzazione socio-spaziale dei processi economici. L'accento è posto sulle molteplici valenze del territorio, quale contesto all'interno e in ragione del quale si generano molti fenomeni di rilievo analitico e pratico: la costruzione di una specifica accezione di qualità dei prodotti agro-alimentari; la creazione di legami convincenti tra i paradigmi concettuali della Tradizione e dell'Innovazione; la strutturazione di reti di impresa; la configurazione di filiere territoriali competitive, da quelle di prossimità a quelle globali parzialmente de-materializzate lungo i canali telematici; la generazione di processi imprenditoriali multifunzionali innovativi; la declinazione di esperienze multiformi di innovazione sociale; la ricerca di un equilibrio tra la competizione su un mercato profondamente volubile e la strutturazione sedimentata della piccola impresa, dove restano centrali i meccanismi di genere e generazionali, a base familiare; la trasmissione di saperi e competenze, innescata dal dialogo costante tra innovazione e formazione.

L'illusione di osservare....

Borgogno F.
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
«La concezione del mondo nei Greci, nel Rinascimento e nella fisica classica fino ai tempi più recenti è dunque quella di una natura statica e costante... siffatta concezione del mondo subisce un radicale mutamento con Freud e Einstein. Col concetto di "inconscio" e quello di "relatività" la realtà diviene fondamentalmente mutevole e soggetta a trasformazione, sì che non la si può cogliere mai interamente e completamente. L'oggetto di conoscenza, di converso, non è più considerato come indipendente dal soggetto che lo conosce, bensì come il prodotto di un'intima relazione tra lo scienziato è il fatto osservato...»

Perché mi curo di te. Il lavoro di...

Capello Clara
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,50 €
Il lavoro di cura pone questioni centrali intorno alle specifiche esigenze e competenze cognitivo-emotive, tra essere e il fare, tipiche dell'essere umano nel prendersi cura, di sé, degli altri, e del mondo che ci ospita. Identità, alterità e convivenza, dimensioni costitutive dell'operare in un contesto sociale con l'obiettivo del curare e prendersi cura, chiamano così in causa affetti e valori: questo libro, alla sua seconda edizione ampliata e aggiornata, assume l'etica quale orizzonte di senso dell'affettività, elemento vitale dell'esperienza umana. Un gruppo di psicologhe ripercorrono esperienze professionali e di ricerca, che le hanno condotte a visitare mondi in cui hanno espresso le proprie capacità di cura di uomini e donne.

Il casco di sughero. Gli italiani...

Venturi Alfredo
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Dapprima l'ultima arrivata nel concerto delle nazioni alla ricerca di un ruolo di comprimaria fra le grandi potenze, quindi il posto al sole per dare terra e lavoro a una popolazione in tumultuosa crescita, infine le velleità revansciste e imperiali del fascismo. Sono tre fasi della storia coloniale italiana impersonate rispettivamente da Francesco Crispi, Giovanni Giolitti, Benito Mussolini. La prima finisce con una disfatta epocale, la seconda con una colonizzazione incompiuta, la terza nel baratro della seconda guerra mondiale. Poi il paese devastato dal conflitto deve rinunciare ai suoi territori oltremare, offre una prova di buona volontà guidando la Somalia verso l'indipendenza, ma soprattutto cerca di vederci chiaro. Scopre un'amara verità, le guerre coloniali e le occupazioni smentiscono una volta ancora il mito dell'innocenza italiana. Altro che faccetta nera e bel suol d'amore: esecuzioni sommarie, spietate rappresaglie, uso di armi chimiche. Postfazione di Angelo Ferrari.

Lusso comune. L'immaginario...

Ross Kristin
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,00 €
Per quanto sconfitta e conclusasi in una triste tragedia, la Comune di Parigi del 1871 diede voce a un possibile che si è impresso per sempre nella memoria storica: è concepibile una vita senza rapporti di servitù e sfruttamento, senza il dominio esclusivo del denaro, senza Stato e senza capitale? Con tutti i limiti e le contraddizioni che hanno contribuito alla loro sconfitta, gli uomini e le donne della Comune tentarono di dissolvere le strutture burocratiche dello Stato-nazione centralizzato. Ciò che sembrava fantasma e immagine di sogno si mostrava invece come utopia concreta. La Comune realizzò una riorganizzazione della vita quotidiana, nella sua pratica sociale, molto più rilevante di qualsiasi atto di governo: in tal senso essa è l'indicazione di uno stile di vita: «Estendere la dimensione estetica alla vita quotidiana, come richiesto sotto la Comune dalla Federazione degli Artisti, non solo rende l'arte accessibile a tutti, ma la rende anche parte integrale di qualsiasi processo creativo. Si crea una nuova relazione sensibile con i materiali - la loro consistenza, densità, malleabilità, resistenza - e con i processi lavorativi propri di ciascuno, con le tappe necessarie per la loro realizzazione e, d'altro lato, con la nuova riproduzione delle abilità di chi vi ha partecipato» (Ross). Il lusso comune è una riconfigurazione della vita quotidiana in cui - al di là di ogni separazione di classe - l'arte e la pratica del lavoro si fondono in una nuova unità vitale, in un gioco armonico.

Nietzsche e le scienze

Moiso Francesco
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

24,00 €
In questo libro sono raccolte le lezioni che Francesco Moiso tenne nell'anno accademico 1998-1999 all'Università Statale di Milano, dove Friedrich Nietzsche viene fatto dialogare con i più importanti esponenti delle scienze del suo tempo, chimici, biologi, fisici, medici. Ne emerge un'inedita figura di Nietzsche "filosofo della natura", originale interprete del procedimento morfologico goethiano, nonché epistemologo eterodosso formatosi nel dibattito sull'eredità del criticismo kantiano. Con un saggio di Carlo Gentili, che aggiorna il quadro degli studi su Nietzsche come filosofo della natura.

Lettere dagli antenati. Famiglie,...

Solinas Pier Giorgio
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
Famiglia, ancora famiglia. Mentre l'oggetto, gli oggetti che sono compresi entro questo grande denominatore mutano e si differenziano sempre di più, il nostro parlarne e il nostro comprendere fatica a inseguire l'universo polimorfico dei legami familiari, una volta detti "di sangue", oggi forse di fatto, e, in forme ancora oscure, di geni. La diade natura/cultura stenta a conservare il suo doppio regime di competenza. Oggi i processi biologici di formazione delle discendenze, delle consanguineità e delle affinità attraversano spavaldamente il confine che un tempo separava il mondo del bios da quello del logos, così come la distinzione fra legge (by law) e sentimento, love. Un intenso lavoro di osservazione e passione classificatrice esplora oggi su scala globale, nella ricerca bio-genetica, le piste ramificate della genesi delle popolazioni, e delle etnie, dissolve le identità di razza e ne polverizza i residui in una rete sconfinata di incroci e meticciati. I saggi riuniti e amalgamati in questo volume attraversano diversi scenari di espressione della identità di appartenenza, delle identità di discendenza e del loro destrutturarsi: in Europa, in India, nel Nuovo Mondo. I paradigmi della parentela, la genealogia, le affinità vengono qui esposti alle prove dei mutamenti del nostro tempo: famiglie di fatto, famiglie ricomposte, relazioni ex e parentele step in un confronto insistente con i dati in progress della ricerca genetica e con la passione amatoriale della parentela postmoderna.

Out on stage. Una storia del teatro...

Sinfield Alan
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

28,00 €
Un testo autorevole, una pietra miliaredegli studi del settore che ripercorre i rapporti tra omosessualite teatroda Oscar Wilde ai giorni nostri. Alan Sinfield dimostra come, al di le a causadi censure e pudori, il teatro del Novecento tato vissuto come uno spazio fondamentaleper la circolazione dell'immaginario omosessualee per l'esplorazione dei concetti di genere e sessualit Una panoramica che include tra gli altri Wilde,Maugham, Coward, O'Neill, Williams,Le Roi Jones e Orton, il West End e Broadway,cos? come piccoli club, Off-Broadway e fringe,e autrici come Djuna Barnes e Agatha Christiefino a Lorraine Hansberry e Caryl Churchill. Dai cambiamenti degli anni '50 all'attivismodegli anni '60, fino all'impatto che l'AIDS ebbe anchesulla produzione teatrale. Questo volume dimostrache la drammaturgia e lo spettacolo teatralesono in grado di problematizzare i diversi modidi intendere l'identite l'orientamento sessuali.

Attualit? lacaniana. Rivista della...

Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
I conflitti d'interesse tra gli uomini sono dunque in linea di principio decisi tramite l'uso della violenza. Sigmund Freud, Perchla guerra? La violenza che bisogna esercitare su se stessi per rimanere fedeli a chi si ama, non vale pidi un'infedelt Franis de la Rochefoucauld, Maximes, 381. Non sappiamo forse che ai confini dove la parola si dimette, inizia il dominio della violenza, e che questa vi regna gi anche senza che ve la si provochi? Jacques Lacan, Scritti. Ciche si puprodurre in una relazione interumana o la violenza o la parola. Jacques Lacan, Le formazioni dell'inconscio La violenza non il sostituto della pulsione, la pulsione. Non il sostituto di una soddisfazione pulsionale. La violenza la soddisfazione della pulsione di morte. Jacques-Alain Miller, Bambini violenti. Sono incriminato per aver usato il termine sabotare, un termine che considero nobile, perchpraticato da figure come Gandhi e Mandela, e democratico. Sono disposto a subire la condanna penale ma non a farmi censurare o ridurre la lingua italiana. Si incrimina il sostegno verbale a un'azione simbolica. Erri De Luca, Anni di rame.

Etica dell'interpretazione

Vattimo Gianni
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
In questi saggi che videro la prima pubblicazione nel 1989 nella storica collana 'Ermeneutica' da lui stesso fondata e diretta, Gianni Vattimo delinea i fondamenti dell'etica dell'interpretazione che il celebre filosofo avrebbe sviluppato e approfondito con successo negli anni successivi. Mettendo in primo piano l'ermeneutica come idioma comune della cultura contemporanea e i suoi legami con i tratti postmoderni della societ Vattimo propone una visione dell'etica che recupera, in termini secolarizzati, sia le esigenze di universalitdell'etica tradizionale, sia gli elementi ascetici della morale ripensati alla luce di una ripresa, oltre che di Nietzsche e Heidegger, di Schopenhauer. E si afferma come uno degli interpreti pisignificativi dell'ontologia ermeneutica che ha contrassegnato una stagione importante del dibattito filosofico italiano e internazionale, facendo di questo volume un long seller meritevole di essere riproposto, a trent'anni di distanza, con un saggio di Emilio Corriero, anche come occasione per fare il bilancio di quella stagione.

Oltre il capitalismo. Un viaggio...

Corneo Giacomo
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
Finalmente in italiano questa rassegna analitica dei sistemi economici alternativi al capitalismo avanzato, quanto mai attuale e urgente di fronte alle crisi finanziarie, alla crescente disoccupazione e all'inesorabile allargarsi delle diseguaglianze. Dialogando con la figlia indignata di fronte alle ingiustizie socio-economiche, l'autore la conduce in un tour delle possibili alternative al capitalismo, dalla Repubblica platonica al comunismo anarchico, dal socialismo azionario alla pianificazione di stampo sovietico, affrontando temi quali proprietprivata, mercato, cooperazione, welfare state, reddito universale... Approccio disincantato e non dogmatico, linguaggio accattivante e adatto al grande pubblico, impianto scientifico solido quanto raffinato, fanno di questo testo una lettura godibile, indispensabile per orientarsi in una delle questioni cruciali del nostro tempo: un'altra organizzazione della produzione e del consumo davvero possibile?

Esistenza messianica

Ruggieri Giuseppe
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
In questo testo, scritto alla vigilia dei suoi 80 anni, il noto teologo Giuseppe Ruggieri riassume la lezione che ritiene di aver imparato dalla vita, riassunta nella formula dell'"esistenza messianica". Con questa espressione egli indica la vita di coloro che accettano la responsabilitper la sofferenza, le contraddizioni, per il peccato dell'altro, nella convinzione della provvisorietdello "schema di questo mondo", che produce incessantemente vittime e macerie, tesa a un futuro di cui tuttavia non conosce e non vuole conoscere il momento di inizio. Questo sentimento dorigine, per non essere sopraffatto dal potere di "questo mondo", a un tempo e uno spazio simbolico che mettono continuamente in crisi il tempo e lo spazio nel quale l'uomo stato "gettato".

Femminismo

Cameron Deborah
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

11,00 €
Appare oggi in modo sempre più evidente che il femminismo non si lascia definire in maniera semplice e lineare. Non inizia con un evento specifico e in un momento particolare, non può essere identificato con una particolare organizzazione o movimento politico, e non è definito dalle riflessioni di qualche grande pensatore. In questo volume, Deborah Cameron indaga le diverse dimensioni che costituiscono uno dei movimenti intellettuali e politici più importanti della storia. Con una narrazione chiara e incisiva, discute di oppressione, sessualità e femminilità, violenza, teorie accademiche, cultura e attivismo, diritti e lavoro, e mostra come il femminismo può essere un modo di guardare il mondo e fornisce una visione di insieme della sua storia. In un'era di metodo, sperequazioni retributive e molestie on line, è impossibile negare che la diseguaglianza di genere sia una realtà di fatto delle nostre vite. E finché ciò resterà vero, avremo bisogno di capire e di fare i conti con le idee e la storia del movimento femminista.

Adoviolenza. La psicoanalisi e la...

Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
La violenza fra i giovani, quella violenza efferata che colpisce se stessi o gli altri, si presenta per gli adulti come perturbante: muta, senza ragione, senza senso, pura spinta distruttiva. Le risposte che vediamo dispiegarsi a livello sociale in generale testimoniano i loro effetti di impotenza: nla comprensione, nl'autorit paiono infatti poter arginare questo tipo di fenomeni.E per i giovani che vi sono coinvolti, raramente si apre un'interrogazione: la violenza agita non fa sintomo, se intendiamo il sintomo nel senso psicoanalitico, come soluzione di compromesso, risultante di una sostituzione del soddisfacimento pulsionale; la violenza agita non produce interrogazione.Questo volume nasce da questa prospettiva: lasciarsi interrogare dal fenomeno della violenza nelle giovani generazioni per cogliere, da un lato cosa nel nostro legame sociale produce violenza, dall'altro se e come l'esperienza psicoanalitica possa proporre una via per tessere un legame laddove il legame sembra presentarsi come impossibile.

Metamorfosi del politico

Grossi Giorgio
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,00 €
Con il repentino passaggio, nei primi due decenni del Terzo millennio, dalla societmondo a nuove forme di associazione e di relazione bio-sociali tra esseri umani, altre specie biologiche, entitnaturali e soprattutto dispositivi artificiali prodotti dalla rivoluzione informatica, occorre ripensare il ruolo e la funzione del politico nella nostra esistenza quotidiana. Fin dalle origini, infatti, Homo sapiens stato soprattutto uno zo politik, e questa sua specificitha subo nel corso dei secoli una metamorfosi continua che oggi arrivata ad un ennesimo punto di svolta. Dal declino della societpolitica all'avvento di nuove configurazioni come la sub-politica, la bio-politica, la tecno-politica, la multi-politica, il politico diventa oggi decisivo non solo per la sopravvivenza di Homo sapiens ma per la sua stessa capacitdi controllare e condizionare l'esplosione della cibernetica, della robotica e dell'intelligenza artificiale. Se c'una crisi quella della vecchia politica, ormai incapace di rispondere sia alla domanda di partecipazione sociale dei cittadini del nostro pianeta, sia alle nuove sfide di una societsempre piibridata tra umano e post-umano. Percinecessario riflettere sui rischi e le contraddizioni che la crescente automazione della vita associata puprodurre sull'importanza e la centralitdi un'agency politica autenticamente antropologica.

Giocare con Winnicott

Green André
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Il secondo volume della Collana "Psicoanalisi Contemporanea" a cura del Centro Torinese di Psicoanalisi, la traduzione dell'edizione francese di una serie di conferenze tenute da AndrGreen, tra il 1987 e il 1997, presso la Squiggle Foundation, e raccolte da Jan Abram nel libro AndrGreen at the Squiggle Foundation (Karnac Books, 2000), poi tradotto in francese con il titolo Jouer avec Winnicott (Presses Universitaires de France, 2011). Alberto Lucchetti, nella sua introduzione, sintetizza, citando Green stesso (Ringrazio il cielo di aver conosciuto l'opera di Winnicott!), il valore attribuito dallo psicoanalista francese alla creativitanalitica del collega inglese. L'incontro tra il testo inglese (lingua utilizzata originariamente dal francese Green nelle sue conferenze) e la sua successiva traduzione in francese, costituisce un curioso gioco di specchi e una vera e propria area transizionale... in cui si trova quanto creato e, viceversa, si crea ciche trovato... Un'area, appunto, di gioco (A.Lucchetti). Il pensiero di Green che gioca con Winnicott ci accompagna e ci sostiene nelle inevitabili complessitche caratterizzano funzionamenti psichici, psicosi, stati limite, psicosomatosi, dipendenze, con cui sempre pispesso abbiamo a che fare nel nostro lavoro di analisti. Introduzione di Alberto Luchetti. Postfazione di Jan Abram.

Smith Ricardo Marx Sraffa. Il...

Bellofiore R.
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

24,00 €
Il volume propone un percorso di lettura sull'economiapolitica classica, e su Marx, che si prolunga sino all'opera di Sraffa. Un primo filo conduttore dato da una visione della teoria del valore che non la riduce a determinazione individuale dei prezzi, ma ne sottolinea l'aspetto macrosociale: in Smith (lavoro comandato) come giustificazione del capitalismo, in Ricardo (lavoro contenuto) come base contraddittoria della teoria della distribuzione, in Marx (lavoro vivo in quanto lavoro astratto in movimento) come indagine sulla costituzione del capitale nel rapporto sociale di produzione. Contrariamente alle interpretazioni pidiffuse, le carte inedite di Sraffa, secondo l'autore, consentono di individuare una forte continuitdell'economista italiano con questo Marx. Un secondo filo conduttore consiste nella riflessione circa il destino del lavoro nel capitalismo e oltre, che passa per la messa in questione dell'antropologia smithiana del lavoro sino alla liberazionedal lavoro intravista da Keynes, a cui si oppone la marxiana liberazione del lavoro. Ne emerge una visione apertamente contraria alla centralittotalitaria dell'economico, che nelle due appendici al volume si articola con la questione della natura e la questione di genere. La trasformazione sociale legata a doppio filo a un cambiamento strutturale della domanda come dell'offerta, e alla ripresa di un protagonismo conflittuale della classe lavoratrice a partire dai luoghi della produzione.

Declinazioni del desiderio dello...

Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
Serge Cottet, che i lettori italiani giconoscono per il suo libro"Freud e il desiderio dellopsicoanalista"(Borla, Roma, 2011) stato un importante psicoanalista lacaniano, membro dell'ole de la Cause freudienne dal momento della sua fondazione, dell'Associazione Mondiale di Psicoanalisi e docente presso il Dipartimentodi Psicoanalisi dell'Universitdi Parigi VIII. Per molti anni ha portato avanti, con alcuni colleghi fra i quali Francesca Biagi-Chai, la pratica della "presentazione dei malati" in ospedale e ha contribuito alla formazione dispensata nel Centro Psicoanalitico di Consultazioni e di Trattamento di Parigi. Al di ldi queste funzioni e dei relativi titoli, che indossava con assoluta leggerezza, Serge Cottet stato un punto di riferimento importante per molti giovaniche si sono formati alla psicoanalisi lacaniana, dagli anni '80 al 2017, e che sonogiunti a Parigi dall'America Latina, dall'Europa e da altri Paesi del mondo. Con il suo impegno e con i suoi articoli, Serge Cottet mostra in attoche la psicoanalisi lacaniana, il suo discorso, la sua vitalitstessa dipendonodalla responsabilite dal desiderio dell'analista, di ogni analista, uno per uno.Di fronte al disagio contemporaneo, all'impero del capitalismo e della tecnocrazia scientifica, il suo rigore e il suo desiderio nella trasmissione della psicoanalisi lacaniana permettono l'apertura di uno spazio - vitale - di ascolto e di crescita. Lacan cita l'esperienza dialettica in gioco nelWilhelm Meister, in cui si riscontrauna versione del linguaggio al contempo mortificante e vivificante. Questa dialettica "aggancia ciascuno di noi a un lembo di discorso pivivodella sua stessa vita, se vero, come dice Goethe, che quando 'ciche senza vita vivente, puanche produrre la vita' ". Aggiunge poi: "di questo lembo di discorso ciascuno di noi[...]condannato[...]a farsene alfabeto vivente" ("Gli anni di apprendimento della psicoanalisi"). Prefazione di Loretta Biondi.

Popoli e culture del Medio Oriente

Eickelman Dale
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

30,00 €
Prendendo spunto da una serie di programmi televisivi Eickelman espone i risultati di ricerche antropologiche svolte nel Medio Oriente e in Nord Africa durante gli ultimi 50 anni e spiega cosa sono una tribù, il nomadismo pastorale, le strutture politiche e scolastiche, come sono strutturati i rapporti tra i sessi e tra i familiari.

Uomini normali. Maschilit? e...

Oddone Cristina
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Negli ultimi anni il femminicidio e la violenza contro le donne hanno ottenuto crescente visibilit tuttavia restano inesplorati molti aspetti riguardanti gli autori di questi reati. Chi sono gli uomini violenti? Quali sonole loro motivazioni? In che modo giustificano le aggressioni contro le donne che dicono di amare?Attraverso l'analisi femminista e gli studi sulle maschilit in questo volume viene trattatauna specifica forma di gender-based violence,la violenza nelle relazioni di intimit L'attenzione rivolta in modo particolare agli autori di violenza, grazie ai risultati di una ricerca etnografica svolta in un centro di ascolto per uomini maltrattanti: nel corso degli incontri collettivi gli aggressori descrivono la relazione con la partner e con le donne in generale, spiegano la propria violenza, ma soprattutto parlano di s- come uomini, mariti e padri. Il ricorso alle pratiche di prevaricazione emerge come parte di un gioco di controllo e potere che non si esaurisce nel rapporto con le donne, ma acquisisce valore anche nell'arena delle relazioni sociali tra maschi e tra diversi modelli di maschilit E come altre forme di violenza, anche la intimate partner violence si rivela una strategia per "fare il genere", e per "fare le maschilit.

Mal d'Africa

Ferrari A.
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
L'Africatornata a essere terra di conquista. Dopo i conflitti scatenati nel secolo scorso per accaparrarsi le risorse naturali del continente, ora "guerra" commerciale, ma soprattutto militare, di tutti contro tutti. L'Occidente ha deciso che giunto il momento di arginare l'influenza cinese che ormai ha le mani su tutto il continente, nessun Paese escluso. Le forze militari straniere si stanno posizionando nel Corno D'Africa, in particolare in un fazzoletto di terra: Gibuti. Le guerre economiche inAfricanon si combattono solamente attraverso accordi commerciali, diventato indispensabile, per vincere la battaglia, "mettere gli scarponi sul terreno". Un percorso analitico sulla situazione politica ed economica odierna ripercorre, anche narrativamente, i passi dei grandi viaggiatori del passato, lungo i suoi corsi d'acqua piimponenti, attorno ai laghi prosciugati dallo sfruttamento umano e dai cambiamenti climatici e nei gironi infernali delle miniere pipreziose al mondo.

Turismo sostenibile e sistemi...

Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

24,00 €
La crisi del paradigma dominante della modernizzazione agricola ha spostato il focus su forme di resilienza e di riorganizzazione di un insieme policromo di piccole e medie imprese agricole, a vocazione artigianale e conduzione familiare, auto-organizzate. Questo modello a diffusione europea spesso individuato come un nuovo "modello contadino", un'azienda "post-produttivistica", in cui la componente di beni e servizi territoriali puessere preponderante.Leattivitagrituristiche in questa traiettoria evolutiva hanno ricoperto un ruolo fondamentale, dal momento che il loro portafoglio di servizi e beni offerti divenuto col tempo talmente ampio e diversificato da coinvolgere competenze e responsabilitaltrettanto differenziate, che spesso esigono l'intrapresa di relazioni interaziendali di cooperazione, di fornitura e di consulenza, che proiettano nel territorio rurale di appartenenza le responsabilitcondivise nei confronti della collettivitLa natura multifunzionale dell'agricoltura nella dimensione locale trova il suo territorio ideale. Ilcontesto delle risorse locali uniche e diversificate ma anche il circuito locale di relazioni, conoscenze e competenze sono la sfera d'azione dell'attivitaziendale, nella quale esistono regole talvolta informali, che possono governare i processi di formazione e di gestione delle reti locali d'impresa, basati su competenza, innovazione, fiducia. Accanto alla dimensione aziendale esiste pertanto una dimensione collettiva e territoriale del processo di diversificazione, all'interno della quale le aziende agricole multifunzionali svolgono un ruolo centrale, perchcontribuiscono alla produzione del paesaggio e dell'ambiente, e offrono beni e servizi di natura collettiva.I contributi qui raccolti costituiscono non solo un'aggiornata sistematizzazione dello stato dell'arte del dibattito scientifico sulle tematiche della multifunzionalite dell'agriturismo, ma anche e, soprattutto, una raccolta di studi originali di carattere positivo e normativo.

Aree rurali in transizione oltre la...

Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Il volume raccoglie i principali risultati di una ricerca collettanea condotta da un gruppo di studiose e studiosi del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Universitdi Cagliari, quale contributo al dibattito sugli effetti della crisi economica e del ridimensionamento dell'offerta pubblica di servizi nelle aree rurali della Sardegna, con l'obiettivo non solo di analizzare i vincoli di contesto (spopolamento, invecchiamento demografico, disoccupazione, dispersione scolastica, degrado ambientale), all'origine dell'incremento delle disuguaglianze territoriali, maanche di mettere in luce le dinamiche di resilienza del tessuto locale, le potenzialitauto-organizzative dei territori, la dialettica tra la capacitdi agency e di resistenza alle difficoltstrutturali espresse dagli attori individuali e collettivi che in queste aree "in piena transizione" sviluppano le proprie biografie personali eprofessionali.La riflessione sui significati e le definizioni delle aree interne dell'isola fa da sfondo all'intreccio delle voci di molti protagonisti della transizione in corso: dalle imprenditrici alla guida di aziende familiari multifunzionali nel settore agro-alimentare, ai giovani studenti e studentesse sulla soglia della definizione del proprio futuro, agli amministratori di comunitlocali attivamente impegnate nel contrasto al rischio didegrado demografico e sociale.

Attualit? lacaniana. Rivista della...

Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Coronadi Paul Celan da "Papavero e memoria" Dalla mano l'autunno mi bruca la sua foglia: siamo amici. Noi sgusciamo il tempo dalle noci e gli insegniamo a camminare: il tempo ritorna nel guscio. Nello specchio domenica, nel sogno si dorme, la bocca parla vero. Il mio occhio scende al sesso dell'amata: noi ci guardiamo, noi ci diciamo cose oscure, noi ci amiamo come papavero e memoria, noi dormiamo come vino nelle conchiglie, come il mare nel raggio sanguigno della luna. Noi stiamo alla finestra abbracciati, dalla strada ci guardano: tempo che si sappia! tempo che la pietra si degni di fiorire, che all'affanno cresca un cuore che batte. tempo che sia tempo. tempo. (Traduzione di Stefanie Golisch) L'assenza di tempo una cosa che si sogna ciche chiamiamo l'eternit E questo sogno consiste a immaginare che ci si risvegli. Passiamo il nostro tempo a sognare, non sogniamo soltanto quando dormiamo. L'inconscio esattamente l'ipotesi che non si sogni soltanto quando si dorme. Jacques Lacan, Le Sinaire. Livre XXV, Le moment de conclure, inedito, lezione del 15 novembre 1977. Ho parlato di risveglio. Di recente mi capitato di sognare che la sveglia suonasse. Freud dice che si sogna il risveglio quando non ci si vuole affatto svegliare. [...] tutto quello che posso dire. Considero un buon segno che io allucini nel mio sogno la sveglia che suona, poich contrariamente a quanto dice Freud, succede che io, mi sveglio. Almeno, in quell'occasione, mi sono svegliato. Jacques Lacan, Il sogno di Aristotele, "La Psicoanalisi", 45, p. 11.

Il pensiero e l'ordine del mondo....

Lewis Clarence Irving
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Clarence Irving Lewis (1883-1964) è stato uno dei padri della logica «non classica» moderna, e un deciso assertore della formulabilità e legittimità di sistemi di logica alternativi rispetto a quello classico. Con la "Survey of symbolic logic" (1918) e soprattutto con la "Symbolic logic" (1932), scritta in collaborazione con C.H. Langford, egli mostrò come fosse possibile costruire sistemi matematicamente ineccepibili, in cui la relazione di implicazione aveva proprietà parzialmente diverse da quelle classiche. Ma, forse più ancora che alla pura e semplice formulazione di sistemi di logica, Lewis era interessato alle conseguenze filosofiche dell'esistenza di una pluralità di logiche alternative: e con "Lo spirito e l'ordine del mondo" (1929), egli intese trarre esplicitamente queste conseguenze, per quanto riguarda la teoria della conoscenza. L'insieme degli strumenti concettuali mediante i quali l'esperienza viene organizzata (l'«a priori») non poteva più essere considerato come unico: ci si trovava piuttosto in presenza di una pluralità, in linea di principio illimitata, di schemi concettuali alternativi di pari legittimità matematica, la scelta tra i quali andava affidata essenzialmente al criterio dell'efficacia nell'organizzazione dell'esperienza. È questo il «pragmatismo concettuale» teorizzato da Lewis, sulla scorta di James e Dewey, ma soprattutto di Peirce: lo schema concettuale da preferirsi è quello la cui applicazione nella costituzione dell'esperienza consente previsioni più attendibili, perché sistematicamente verificate. La rigidità dell'a priori kantiano si frantuma in un dialogo ininterrotto tra sistemi di costrutti, elaborati mediante una pura analisi concettuale, dati d'esperienza più o meno strutturati, e previsioni più o meno esattamente verificate. La conoscenza scientifica è il risultato - provvisorio, e in un certo senso relativo - di questo dialogo, la cui sede non è tanto un'ideale comunità di scienziati, quanto la concreta comunità umana, mossa - non senza conflitti interni - da un bisogno vitale di organizzazione dell'esperienza in vista della sopravvivenza.

L'oro della Turchia. Il business...

Loccatelli Giovanna
Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
Recep Tayyip Erdogan l'architetto della yeni Tkiye,la "nuova Turchia". Nella sola cittdi Istanbul,sono stati costruiti progetti a dir poco megalomani. In alcune zone, i grattacieli si sono moltiplicati. I centri commerciali sono diventati il segno distintivo di un nuovo modo di vivere. Le comunitresidenziali chiuse hanno accentuato il fenomeno della segregazione spaziale. L'urbanizzazione selvaggia ha scardinatoil tessuto sociale di interi quartieri. Uno stravolgimentoche ha investito non solo le cittma anche i cittadini:la classe media si allargata e il divario tra ricchi e poveri aumentato drammaticamente. Tutto questo l'oro della Turchia voluto fortemente da Erdogan e che oggi, complice una forte crisi economica, potrebbe smettere di luccicare.Il volume descrive i grandi progetti che sono stati realizzati e quelli ancora in cantiere. Racconta una societ soprattutto nelle grandi citt in cui alte barriere socialie architettoniche sono all'ordine del giorno.Mette l'accento sulle fragilitdi un'intera categoria sociale, i beyaz Tkler. Spiega come la vittoriadi Ekrem Imamoglu sia anche la rivincita dell'ambientalismo contro l'iper-urbanizzazione targata Akp. Risponde, infine, a una domanda: fino a quando durerl'oro della Turchiadi Recep Tayyip Erdogan?

Attualità lacaniana. Rivista della...

Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Lacan dice precisamente: «Non dico nemmeno la politica è l'inconscio, ma semplicemente che l'inconscio è la politica». [...] «La politica è l'inconscio» effettua una riduzione, riporta la politica alla struttura dell'inconscio. Ed è del resto quello che Lacan mette in formula con il Discorso del padrone di cui dice che è la struttura del discorso dell'inconscio. Al contrario «l'inconscio è la politica» è un ampliamento, è un'inflazione. È il trasporto dell'inconscio al di fuori della sfera solipsistica per metterlo "nella città", per farlo dipendere dalla "storia", per far dipendere l'inconscio dalla discordia del discorso universale. J.-A. Millerintervento al Convegno La primavera della psicoanalisi, "La Psicoanalisi", 33, Roma, Astrolabio, pp. 135 e 138 Il corpo parlante sempre più spesso fa da contrappeso al corpo dell'individuo, nel senso del corpo come proprietà di ciascuno, separato da tutti gli altri. Il corpo che parla testimonia del discorso come legame sociale che si iscrive su di lui: è un corpo socializzato. Questa dimensione collettiva appare nelle sue perturbazioni e nelle loro nominazioni. La soggettività che vi è presa è individuale, ma è anche quella di un'epoca. É. LaurentIl Rovescio della biopolitica, Roma, Alpes, 2017, p. 157

Marx e la critica del presente

Rosenberg & Sellier

Disponibile in libreria in 3 giorni

17,00 €
Marx duecento anni dopo:un'ereditalla prova. Testi di: Roberto Finelli, Ferruccio Andolfi, Luca Basso, Stefano Petrucciani, Tania Toffanin, Rino Genovese, Vittorio Morfino, Federica Giardini, Riccardo Bellofiore, Maurizio Ricciardi, Jamila M.H. Mascat, Giorgio Cesarale, Michele Prospero, Marco Gatto.