Multinazionali

Filtri attivi

Multinazionali contro democrazia:...

Galli Giorgio
Algra 2019

Disponibile in 3 giorni

8,00 €
La democrazia rappresentativa non sta precipitando spontaneamente, per evoluzione naturale, verso l'equivalenza metaforica di un buco nero, ma lo fa sotto la spinta di circa cinquecento multinazionali, il cui potere economico sovrasta quello politico delle sue istituzioni. Gli astronomi ritengono, secondo l'ultima teoria dell'evoluzione stellare, che il buco nero sarebbe l'ultimo stadio dell'esistenza di una stella di grande massa. Proseguendo nella metafora: l'ultimo stadio di grandi soggetti politici quali sono state le democrazie rappresentative.

In marcia con i ribelli

Roy Arundhati
Guanda 2017

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Nitido e scritto a macchina, il biglietto in busta sigillata infilato sotto la porta confermava l'appuntamento. Arundhati Roy aspettava questa notizia da mesi, era pronta: doveva farsi trovare al tempio di Ma Danteshwari nell'orario e nel giorno stabiliti, con la macchina fotografica, il tika e una noce di cocco. In questo modo il pericoloso ribelle adivasi che avrebbe incontrato, a sua volta provvisto di cappellino, rivista hindi "Outlook" e banane, avrebbe potuto riconoscerla. Ad accoglierla, però, c'era un ragazzino dall'aria tutt'altro che minacciosa, e per giunta senza giornale né banane, veloce spuntino consumato per ingannare l'attesa. Molto poco professionale per chi costituiva "la più grande minaccia per la sicurezza interna" dell'India, come sostenuto senza mezzi termini dal primo ministro Chidambaram in persona. Comincia così questa coraggiosa e sorprendente ricognizione attraverso un'India sconosciuta, il cui orizzonte fisico ed economico negli ultimi decenni è stato completamente ridisegnato dalle multinazionali. Con la connivenza del governo, le grandi aziende si sono impadronite delle terre, delle foreste, delle vite delle popolazioni locali in maniera del tutto illegittima e anticostituzionale. Ma i poveri di questi villaggi hanno deciso di fare fronte comune e di unirsi alla ribellione maoista per guidare la più grande democrazia del mondo verso un futuro alternativo al capitalismo selvaggio e all'avidità dilagante.

Fare la pace con la terra

Shiva Vandana
Feltrinelli 2012

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Vandana Shiva è diventata una delle più importanti testimonial delle lotte per la difesa dell'ecosistema, contro il saccheggio delle risorse naturali che le grandi corporation da tempo perseguono, senza alcun rispetto per le popolazioni né per i luoghi. È una logica drammatica che sta facendo precipitare il nostro pianeta verso una situazione di non ritorno, contro cui si oppone il sapere antico, connesso con la natura e il suo ciclo, delle popolazioni indigene. L'aggressiva politica delle corporation negli ultimi anni ha fatto un salto di qualità. Le multinazionali sempre più ricorrono all'uso strutturato della forza, trasformando in senso regressivo i paesi in veri e propri stati militarizzati corporativi come testimoniano quanto sta accadendo nelle zone tribali indiane e l'arresto di numerosi ambientalisti e difensori dei diritti umani. Contro questo, in tutto il mondo si sta formando un'altra consapevolezza che pone al centro i diritti di Madre Terra. In pieno caos, con coraggio e tanto amore, la gente comune, dal basso, sta costruendo una nuova visione del pianeta. Questo libro fa il punto proprio sullo scontro in atto tra le due opposte concezioni del mondo.

Il management delle multinazionali....

Marchetto Rino G.
Guerini e Associati 2010

Disponibile in 5 giorni

23,00 €
Le Imprese Multinazionali, per l'entità delle dimensioni organizzative, per la vastità e l'interdipendenza delle implicazioni gestionali, sono gli attori economici più importanti dell'attuale economia globalizzata. L'elemento di fondo della gestione delle attività internazionali è la tensione tra locale e globale, tra capacità di reagire alle condizioni di ogni specifico mercato e capacità di far leva sulle economie di scala integrandole con strategie coerenti. L'internazionalizzazione e la delocalizzazione delle imprese italiane richiedono dunque una visione complessiva degli strumenti di management non limitata alla semplice esportazione delle tecniche domestiche, ma che converta la concorrenza di culture ed esperienze diverse in una risorsa inestimabile in termini di opportunità di innovazione, disponibilità di talenti e flessibilità. L'evoluzione storica, la logica delle dinamiche economiche e strategiche, le diverse opzioni organizzative e le ricadute multiculturali delle corporations globali sono le prospettive teoriche messe in relazione dall'autore con casi reali: imprese sempre più coinvolte in fusioni o acquisizioni e che s'interrogano sulla propria responsabilità sociale. Per la gestione efficace di questi giganti non vi è nulla di più pratico di una buona teoria.