Agnosticismo e ateismo

Filtri attivi

La croce rinnegata. L'apostasia dell'Occidente

Fanzaga Livio; Manetti Diego
Piemme - 2019

Disponibilità Immediata

16,50 €
Sempre più - nel nostro Paese e nell'Occidente globalizzato - la fede cristiana sembra persa o addirittura rinnegata. È una semplice evoluzione dei costumi? Un'irresistibile ascesa della secolarizzazione a seguito del progresso scientifico e tecnologico? O il sorgere di un mondo nuovo senza Dio, in cui l'uomo sceglie di idolatrare surrogati - il denaro, il potere, il piacere - e, in ultimo, anche se stesso? L'apostasia è l'abbandono formale e volontario della propria religione. Molti lasciano infatti le pratiche e la morale tradizionale in un processo lento, ma inesorabile, che pare non avere fine e che allontana l'umanità dalla luce di Cristo. In questo suo saggio, padre Livio lancia un forte grido, supportato anche dai messaggi che giungono da Medjugorje e che invitano a non indugiare, poiché il momento di tornare a Gesù è adesso.

Pagine laiche

Pocar Valerio
Nessun dogma - 2019

Disponibilità Immediata

12,00 €

La coda di Lucifero. Il miscredente religioso

Prandi Gaetana
Armando Editore - 2019

Disponibilità Immediata

19,00 €
Ia figura del miscredente è al centro di questo libro, un soggetto finora ignorato dalla ricerca psicologica, come se la sua scelta forte di indipendenza intellettuale e di autonomia esistenziale nei confronti della religione confessionale, lo estromettesse definitivamente da ogni ulteriore interesse di ordine psicologico sulla sua dinamica religiosa. In realtà restano aperti nel miscredente risvolti religiosi profondi negletti che non fanno più capo alla religione confessionale, ma a quell'innato bisogno di credere, oggi ormai ben accreditato anche presso gli psicoanalisti, che è presente in ogni uomo, nel quale preme per essere riconosciuto. Il volume esamina gli effetti che l'istinto religioso può avere nei miscredenti, erroneamente considerati come individui a-religiosi. La sfuggente natura della miscredenza è stata messa in luce da intuizioni geniali, riversate da miscredenti illustri quali Goethe e Musil in alcuni loro libri quanto mai intriganti, presentati come casi di studio per illustrare al meglio gli effetti dell'istinto religioso nei miscredenti. Il tema della miscredenza non è più solo una questione individuale ma ormai coinvolge l'intera collettività. Infatti, i sistemi di credenze collettivi vengono vieppiù strumentalizzati per fomentare i diversi scontri tra popoli cui assistiamo quotidianamente a livello globalizzato. È dunque importante che ci sentiamo chiamati un po' tutti a destinare i nostri sforzi migliori al tentativo di comprendere e tamponare questa specifica emergenza.

La malafede. Perché oggi è indecente essere...

Testa Renato
Formamentis - 2019

Disponibilità Immediata

22,90 €
L'ateismo del professor Renato Testa non è recente, ma nacque addirittura durante l'adolescenza, per di più - ironia della sorte - in una scuola salesiana, mettendo poi solide radici grazie ai successivi studi storico-filosofici, quando l'autore si rese conto che "Dio è morto". Ecco perché, una volta in pensione, l'autore ha messo per iscritto il suo pensiero ateo in questo libro, tanto ponderoso quanto scorrevole, brioso e ricco di ironia. Ne "La malafede", Renato Testa disseziona il cristianesimo e le sue scritture, sviscerandone assurdità e fallacie, per giungere alla conclusione che oggi essere cristiani non è più solo (per dirla con Odifreddi) impossibile, ma addirittura indecente.

Dio non esiste. Le radici atee e materialiste...

Mussolini Benito; Agnoli F. (cur.)
Fede & Cultura - 2019

Disponibilità Immediata

14,00 €
La sera del 26 marzo 1904, alla Maison du Peuple di Losanna, il socialista Mussolini tiene un contradditorio con il pastore evangelico Alfredo Taglialatela davanti a 500 persone: la sua posizione, volta a negare l'esistenza di Dio in nome della ragione, si innesta nella concezione illuminista e positivista che si fa promotrice della pace, della tolleranza, di Marx e di Darwin, della scienza e del progresso contro un oscuro Medioevo della religione e della superstizione. Francesco Agnoli analizza criticamente il testo mussoliniano e ne mette in luce la totale ascientificità, dimostrando come alla base del fascismo ci sia un pensiero materialista che, annullando la distinzione tra bene e male e il libero arbitrio, nega l'unicità e la dignità dell'uomo in nome di uno Stato hegeliano che rivendica per sé attributi divini. Idee che accomunano Mussolini con Lenin, Stalin, Trotskij e Hitler, e che hanno fatto sì che il XX secolo sia stato il più violento e sanguinoso della storia dell'umanità.

Metafisica e antimetafisica. Gli argomenti...

Vettorello L. (cur.)
Mimesis - 2018

Disponibilità Immediata

18,00 €
C'è una relazione privilegiata che lega gli argomenti ontologici alle posizioni di pensiero atee, scettiche e agnostiche. Non è un caso, infatti, che l'unum argumentum anselmiano nasca in relazione dialettica con la figura dell'insipiens, per dare una risposta alla sua dichiarazione atea "Dio non esiste". In effetti, una delle caratteristiche tipiche degli argomenti ontologici consiste proprio nel fatto che non intendono soltanto dimostrare l'esistenza di Dio, bensì difendere la visione metafisica raccogliendo espressamente la sfida posta dalle prospettive antimetafisiche. In che modo è avvenuto - e avviene tutt'oggi - questo spinoso confronto? Disponibilità all'ascolto, apertura al dialogo, e capacità di esaminare attentamente la posizione di pensiero del proprio interlocutore: ecco gli elementi che, da Anselmo fino ai nostri giorni, contraddistinguono il dibattito tra teismo e ateismo sviluppato dagli argomenti ontologici. In questo volume si intende riprendere ed esporre almeno una parte di tale interessante confronto critico, considerato estremamente fruttuoso e proficuo: attraverso di esso, infatti, emergono molteplici spunti di riflessione e notevoli suggestioni, capaci di approfondire considerevolmente l'intera Quaestio Dei.

Umano, molto umano. Dalla dipendenza...

Sabatini Roberto
Tempesta Editore - 2018

Disponibilità Immediata

22,00 €
La nozione religiosa di numinoso è un abile escamotage teologico che definisce il divino come "completamente altro" rispetto a questo mondo, sottraendolo così a ogni indagine razionale, a ogni verifica empirica. Una ontologia del divino dimostra che siamo di fronte a una assurdità logica e a un'impossibilità esistenziale, a una proiezione della nostra mente (Feuerbach), a una costruzione illusoria del nostro desiderio (Freud), a un progetto umano fallito (Sartre).

Ateismo

Filoramo Giovanni
Editrice Bibliografica - 2017

Disponibilità Immediata

9,90 €
Che cosa caratterizza le nuove forme di ateismo nella nostra società postsecolare? E che cosa le lega alle forme tradizionali dell'ateismo moderno? Dopo aver affrontato il problema di come definire il "campo ateistico", il saggio si propone di rispondere a questi interrogativi in una prospettiva storico-comparata. Vengono ripercorse le principali tappe della storia dell'ateismo occidentale per mettere in luce, da un lato in quali termini sia lecito parlare di ateismo anche per il mondo antico, dall'altro per tratteggiare i caratteri essenziali dell'ateismo moderno. Il libro affronta inoltre alcuni aspetti della situazione contemporanea, il problema delle statistiche relative agli atei oggi e il successo del "nuovo ateismo", per concludere con una riflessione su un possibile futuro dell'ateismo.

Il musulmano e l'agnostico

Ramadan Tariq; Mazzeo Riccardo
Erickson - 2017

Disponibilità Immediata

10,00 €
In questo denso dialogo con Riccardo Mazzeo, Tariq Ramadan dà voce a quella che definisce la possibilità di una «coesistenza positiva» tra musulmani e occidentali. Contrario a ogni fondamentalismo, ma anche al laicismo più spinto che vede nella religione la causa di tutti i mali, egli ci avverte del pericolo di una umanità senza trascendenza che rinuncia alla qualità e alla densità che solo l'esperienza spirituale può fornire. Per resistere al ripiegamento identitario di un mondo che costruisce muri e alla tentazione di cedere alle sirene del populismo, per costruire relazioni inclusive e accoglienti e interrogare le rispettive appartenenze con capacità e coraggio. Nonostante questa posizione, Ramadan è spesso accusato di neofondamentalismo da una parte dell'intellighenzia europea e additato come un traditore occidentalizzato dall'islam più radicale. Prefazione di Hamza Roberto Piccardo.

Credere e non credere. La fragilità della fede...

Gallagher Michael Paul; Palasciano Gabriele
EDB - 2017

Disponibilità Immediata

14,50 €
Definire l'ateismo al singolare può risultare un'operazione imprecisa e fuorviante; sarebbe più corretto parlare di ateismi, vista la varietà delle forme, dei contenuti e degli orientamenti. In ambito teologico la percezione è mutata profondamente e ha abbandonato i toni apologetici passando a un'attività di analisi e a una riflessione sulla testimonianza della speranza cristiana e della freschezza evangelica. Nell'ottica di Gallagher l'ateismo contemporaneo è da ricondurre alla crisi culturale che si è prodotta con la scomparsa dallo scenario europeo di personalità dotate di spirito enciclopedico e di cultura universale. Se, da un lato, il perfezionamento della ricerca scientifica e la moltiplicazione degli ambiti hanno prodotto risultati eccellenti e lodevoli, dall'altro hanno provocato una frattura nel mondo del sapere che ha avuto ricadute sia nell'elaborazione teologica sia nella percezione che gli uomini hanno di Dio. Prefazione di Nicolas Steeves.

L'ateismo dei moderni. Filosofia e negazione di...

Mori Gianluca
Carocci - 2016

Disponibilità Immediata

26,00 €
Cento anni separano il "Tractatus theologico-politicus" di Spinoza (1670) dal "Système de la nature" di d'Holbach (1770), alba e tramonto di un'epoca. Un'epoca in cui si è cercato di dare una veste filosofica nuova a quella ribellione contro la teologia che è sempre stata latente, in varie forme, nella cultura occidentale, ma che soltanto tra Sei e Settecento ha raggiunto una piena visibilità e una piena consapevolezza di sé. Meteora della modernità, l'ateismo filosofico ha una sua storia, non indegna di essere raccontata, che si dipana spesso nell'ombra e quasi sempre in forma parassitaria come reazione all'imperante pensiero teologico. In realtà, c'è stato un vero e proprio ateismo filosofico, nel pensiero moderno, soltanto finché c'è stata una teologia filosofica degna di questo nome, e cioè dall'età cartesiana fino a Kant. Rompendo con una tradizione millenaria, Cartesio aveva rivendicato la possibilità di una conoscenza "chiara e distinta" di Dio, aprendo la strada a una teologia nuova, che intendeva assurgere al ruolo di scienza al pari della fisica e della matematica. Ma così come si era reso Dio oggetto di scienza, lo si era anche reso oggetto di analisi e critiche prettamente scientifiche; e così come, da quel momento in poi, lo si poteva affermare scientificamente, lo si poteva negare con altrettanta scientificità: Dio era diventato falsificabile.

La fabbrica dell'ateismo. Il tentativo del...

Guidi Claudio
Il Nuovo Melangolo - 2016

Disponibilità Immediata

18,00 €
Nel terzo volume della sua trilogia dedicata ai movimenti intellettuali del Settecento francese, l'autore affronta il problema della battaglia contro la religione e in favore dell'ateismo, sostenuta dai principali esponenti del movimento enciclopedista. Voltaire non manca di sottolineare che ogni credenza religiosa rappresenta "il flagello più abominevole della terra". D'Holbach sostiene che "tutte le religioni ci mostrano solo un ammasso di imposture e fantasticherie che fanno rivoltare la ragione", mentre per Diderot "non c'è stata una sola contrada al mondo, che la diversità di opinioni religiose non abbia inondato di sangue". La Mettrie arriva addirittura a scrivere che "l'universo non sarà mai felice, se non sarà ateo". Dei due titanici tentativi intrapresi in quel secolo per cambiare il mondo, uno è dunque riuscito con l'avvento della rivoluzione del 1789, mentre la posterità ha confermato che quello di scardinare dal pensiero umano ogni credenza religiosa è miseramente fallito, con le conseguenze dei fanatismi religiosi che invece proprio nei sempre più inquieti tempi attuali diventano ogni giorno più terrificanti.

Il Vangelo di Giuda e altri enigmi forti

Lista Lino
Edizioni Segno - 2016

Disponibilità Immediata

15,00 €
L'opera consiste in una raccolta di quattro racconti, nei quali con tecniche narrative differenti sono trattate alcune tra le vicende bibliche e le immagini più dibattute e intriganti: il tradimento di Giuda, il marchio di Caino, la maledizione gesuana del fico sterile, la Primavera di Botticelli. Le quattro narrazioni traggono origine da saggi e articoli pubblicati dall'autore negli anni, oltre che da seminari tenuti in ambienti universitari e letterari. L'intenzione di Lino Lista è di proporre una lettura non ordinaria dei quattro temi, tutti affrontati con un approccio che fissa lo sguardo prevalentemente sui simboli. Molto suggestivo appare il monologo di Giuda, che dà il titolo al libro e sviluppa un'ipotesi sul movente primario del traditore, la medesima ipotesi che ha avuto pochi ma prestigiosi proponenti, dallo scrittore laico Thomas de Quincey nell'Ottocento fino a Benedetto XVI e al cardinale Gianfranco Ravasi tra i teologi contemporanei.

Sodoma rivisitata. Sillabario di cattivi pensieri

Fontana Luca
Compagnia Editoriale Aliberti - 2016

Disponibilità Immediata

12,00 €
"Ho poco sofferto dell'esclusione e delle vessazioni che mi sono state inflitte per le mie passioni erotiche e affettive, e questo perché - grazie a Dio - ho la fortuna di essere nato ateo e di avere a lungo lottato per restare serenamente tale. Vorrei che chi non lo è facesse almeno un piccolo sforzo per capire quale serenità di mente, quale libertà, quale allegria, e quale serio impegno morale dall'ateismo. Queste ultime parole le rivolgo soprattutto ai gay cattolici e cristiani in genere. Non riesco proprio a capire perché mai e a tutti i costi vogliano iscriversi a un club che non li vuole. Non mi risulta che negli anni '30 in Germania ci fossero associazioni di ebrei che volevano essere ammessi nelle SS." (dalla premessa di Luca Fontana)

La bella morte dell'ateismo moderno

Nemo Philippe
Rubbettino - 2015

Disponibilità Immediata

12,00 €
Per circa due secoli, un intero filone di ricerche intellettuali, sia sincere sia propagandistiche, ha cercato di convincerci degli errori, delle colpe e infine dell'insignificanza del cristianesimo. Oggi queste ricerche hanno esaurito la loro spinta inizi

Ateismo ateo. La negazione di Dio dopo-oltre...

Congiunti Lorella
Giuliano Ladolfi Editore - 2015

Disponibilità Immediata

10,00 €
La cosiddetta postmodernità non è primariamente caratterizzata dall'ateismo: la fine delle grandi narrazioni, la secolarizzazione, il nichilismo, il relativismo, la liquidità sembrano partorire con maggiore facilità le idolatrie, i neopaganesimi, i sincret

50 motivi per cui si crede in Dio, 50 ragioni...

Harrison Guy P.
Nessun dogma - 2015

Disponibilità Immediata

20,00 €
Perché la gente crede in Dio? Non per i motivi che ci potremmo aspettare leggendo i soliti libri sull'argomento: non per l'efficacia dell'evangelizzazione, non per una profonda riflessione interiore, non per la condivisione di "prove" filosofiche. Le relig

Perché crediamo in Dio (o meglio, negli dei)

Thomson J. Anderson
Nessun dogma - 2015

Disponibilità Immediata

12,00 €
È la nostra mente che genera le credenze religiose, sostiene lo psichiatra J. Anderson Thomson. E in questo libro vi spiega perché. La sua ricerca sui meccanismi cerebrali e sull'evoluzione della nostra psiche non è diversa da quella condotta da un astronomo nei confronti di un corpo celeste. Perché quando si ha di fronte la realtà, non ci resta che osservarla scientificamente facendo buon uso della ragione. Le forme religiose e le affermazioni sul sovrannaturale possono infatti essere valutate come qualunque altra. Il merito di questo libro è di farlo in maniera concisa, senza però lasciare nulla d'intentato. È la via più veloce per comprendere il funzionamento di un fenomeno umano dal gigantesco impatto sulla vita di tutti. Anche di chi non crede.

Ateismo e laicità. Vol. 1: Problemi, concetti,...

Zuckerman Phil
Ipermedium Libri - 2014

Disponibilità Immediata

22,00 €
Biblioteche e librerie, specie in Italia, sono stracolme di studi sulla religione. I teologi sono molto ascoltati e i dibattiti tra loro e gli intellettuali di punta sono all'ordine del giorno. Sui milioni di persone che non credono in dio, poco o niente. Chi sono queste persone? Qual è il ruolo dell'ateismo e della laicità nel mondo contemporaneo? I saggi raccolti in questo libro esplorano un tema ancora poco analizzato nelle scienze sociali, nonostante la sua rilevanza culturale e politica. Vi si affronta, in modo esteso ed empiricamente fondato, lo studio delle persone che vivono indifferenti alla religione, senza il suo sostegno o opponendosi ad essa. Se la realtà dei non credenti, e la loro relazione con questioni sociali fondamentali, come la famiglia, la politica o la sessualità, ha finora riscosso scarsa attenzione da parte della comunità sociologica, questo lavoro tenta di colmare una simile e colpevole lacuna.

Come vivere bene senza Dio. La via dell'ateismo

Maisel Eric
Nessun dogma - 2014

Disponibilità Immediata

14,00 €
Nessuno può essere certo dell'esistenza delle divinità. E nessuno può pensare che le morali religiose siano ancora una guida affidabile solo perché sancite da Dio. L'uomo è solo davanti alle grandi scelte della vita, spetta dunque a lui darle senso. È possibile restarne intimoriti. Ma è anche possibile compiere scelte in grado di farci vivere con soddisfazione la vita che desideriamo vivere. È la via dell'ateismo. In dodici tappe "Come vivere bene senza Dio" vi farà comprendere come questo percorso sia accessibile a tutti, credenti e non credenti. Non ci sono dogmi e non ci sono precetti: la via dell'ateismo non contiene alcun pacchetto di credenze e nessun insegnamento etico preconfezionato. Insegna invece un metodo affinché chiunque possa - da solo - creare significati in grado di arricchire e rendere più piena quella sfida unica e irripetibile che è l'esistenza di ognuno. Con un saggio introduttivo di Piergiorgio Odifreddi.

Apologia dell'ateismo

Rensi Giuseppe
Castelvecchi - 2013

Disponibilità Immediata

12,00 €
L'ateismo, unico possibile approdo della ragione e del pensiero logico, si contrappone alla pazzia della fede e, contro ogni illusoria garanzia ultraterrena, è il fondamento di un'autentica morale non egoistica. Questo l'assunto, ma l'energia polemica e il rigore dell'argomentazione non dovrebbero impedire di cogliere la singolarità di questo libro, scritto nel 1925 da uno dei pensatori più originali del Novecento europeo. La radicalità dell'approccio, realista e stoico, e l'identificazione di Dio con il Nulla, il non-Essere, sono anche un richiamo alle responsabilità del pensiero e aprono agli sviluppi ulteriori della ricerca di Giuseppe Rensi. Per il filosofo difendere l'ateismo vuol dire anche difendere la vera religione, la cui essenza risiede nella necessità insopprimibile di interpretare l'universo. Una ricerca di significato che accomuna l'ateo e il vero credente, pur nell'inconciliabilità delle rispettive posizioni. Pubblicato in un cruciale momento storico (il clericalismo del regime fascista è un evidente bersaglio polemico dell'Apologia), il libro mantiene intatto il suo valore, e offre nuova sostanza alla riflessione sul significato e sul valore della religione. Un saggio di Nicola Emery, scritto appositamente per questa edizione, inquadra "Apologia dell'ateismo" all'interno dell'opera rensiana e del dibattito filosofico e politico dell'epoca, mostrando la ricchezza di una filosofia a lungo trascurata che oggi si mostra vitale. Prefazione di Nicola Emery.

Ateismi di ieri e di oggi

Cottier Georges; Mari G. (cur.)
La Scuola - 2012

Disponibilità Immediata

9,00 €
L'ateismo costituisce una delle sfide più rilevanti per la fede, oltre che uno dei vettori lungo cui si è espressa la cultura occidentale. In questa intervista, uno dei maggiori esperti sul tema, oltre che autorevole rappresentante della chiesa cattolica, svolge un'ampia analisi critica e si interroga con lucidità sul fenomeno. Ne esce un quadro articolato dove la riflessione spazia dall'antichità alla contemporaneità, attraverso un confronto con la filosofia e la scienza che permette di riconoscere precisi orientamenti culturali e pedagogici.

Come fare a meno di Dio e vivere liberi. Saggi...

Zanello R. (cur.)
Coniglio Editore - 2011

Disponibilità Immediata

14,50 €
L'Italia è da un punto di vista storico il centro della cristianità, se non altro - e non è poco - perché contiene, geograficamente, e in buona parte mantiene, economicamente, lo stato del vaticano, uno dei più potenti e organizzati promoter della religiosità nel mondo. Va da sé che la maggioranza degli italiani è cattolica, se non nella pratica almeno nelle intenzioni. La minoranza, tra "non credenti" e "indifferenti", occupa un posto di sudditanza, pur vivendo in uno stato che sulla carta si dichiara laico, e tra mille difficoltà e ostruzionismi stenta ad avere "voce in capitolo". Questo libro è l'occasione per dare la parola a un "campione" di atei, agnostici, non credenti di tutte le età e professioni, dal nord al sud dell'Italia, famosi e non, che hanno improntato i loro sentimenti, i loro pensieri e le loro azioni a una visione laica della vita. Il tratto comune degli interventi è quello di rimettere in piedi un mondo che una ideologia arcaica ha posto a testa in giù, in nome di qualcosa di imperscrutabile verso cui può esserci solo fede cieca o timore reverenziale. L'obiettivo è realizzabile ricostruendo un vocabolario degno di uno stato non asservito al dogmi della religione, dove l'uomo e la sua umanità sia l'unità di misura per tutte le questioni di cui è costellata la nostra vita quotidiana: i diritti e i doveri, la morte, l'eutanasia, la tolleranza, l'etica, la pace, la convivenza...

Volti dell'ateismo. Mancuso, Augias, Odifreddi....

Vitale Vincenzo
SugarCo - 2010

Disponibilità Immediata

16,00 €
L'ateismo di oggi non sembra aver molto in comune con quello, tragico, dei grandi pensatori atei dell'Ottocento (si pensi per tutti a Nietzsche) o dello stesso Novecento (si pensi per tutti a Camus), ben consapevoli che la "morte di Dio" avrebbe comportato una terribile rivoluzione e per di più dagli esiti incerti e comunque inquietanti nel modo di vivere e di pensare dell'umanità. Le forme dell'ateismo odierno sembrano invece poter essere ben rappresentate dal pensiero di personaggi quali Vito Mancuso, Corrado Augias o Piergiorgio Odifreddi, i quali ritengono, sia pure con accenti diversi, che in fondo rinunciare al Dio personale e creatore di tutte le cose come instancabilmente proposto dalla Chiesa, costante destinataria dei loro corrosivi attacchi sia necessario o per lo meno opportuno. Un ateismo, dunque, ingenuo e del tutto incapace di autofondarsi, a volte perfino patetico nel vano tentativo di costruirsi delle ragioni che invece gli sfuggono senza neppure che i suoi alfieri se ne rendano conto.

Perché Dio non esiste

Odifreddi Piergiorgio
Aliberti - 2010

Disponibilità Immediata

14,00 €
L'ho incontrato la prima volta sul "cannino de Santiago". Insieme, abbiamo fatto sette giorni di pellegrinaggio. Entrambi non credenti. Gli chiesi subito: "Ma perché?" Rispose: "È colpa di Valzania. È stato lui a trascinarmi. Lui sosteneva che un mio saggio contro la religione, "Perché non possiamo essere cristiani", in realtà era un libro di preghiere. Diceva che per poter scrivere questo testo avevo dovuto leggere le Sacre Scritture, quindi ero alla ricerca di spiritualità. E che dunque dovevo andare con lui a fare il pellegrinaggio di Santiago di Compostela". Sergio Valzania, allora, era direttore di Radio3. Credente. Camminavamo tutta la giornata, chi più veloce chi più dolcemente. C'erano anche Franco Cardini, Dario Vergassola, Davide Riondino. Alla sera io e Odifreddi ci sistemavamo in una saletta dell'albergo e registravamo. "Ma tu eri alla ricerca di spiritualità? Di religiosità?" gli chiesi, "lo non credo in tutta questa religiosità su questo cammino" rispose Odifreddi. "A parte il fatto che ci sono delle chiese. Ma dove non ci sono chiese in Europa? Il cammino per me è una lunga passeggiata. Camminare in mezzo ai campi ti mette in sintonia con te stesso, ti fa meditare, ma meditare non in senso religioso. Ti crea del silenzio intorno, perché poi ognuno trova il proprio passo. Ciascuno fa ore di cammino durante la giornata ed è solo. E pensa. Questa, se vuoi, puoi considerarla, in una maniera molto generica, spiritualità".

Elogio dell'ateismo

Tonon Nando
Dedalo - 2009

Disponibilità Immediata

16,00 €
Qualunque ingegnere, pur di non eccelsa caratura, si accorgesse, fin dal giorno del collaudo, d'aver sbagliato la progettazione di una macchina, provvederebbe ipso facto ad accantonarla per dar vita a un modello diverso, più rispondente alle esigenze di co

I senza Dio. Figure e momenti dell'ateismo

Bodei Remo
Morcelliana - 2009

Disponibilità Immediata

10,00 €
Chiude con una domanda Remo Bodei la sua lucida e distesa riflessione sull'ateismo. E il fatto stesso che un percorso di pensiero termini con una interrogazione deve farci cogliere tutta la portata della complessità del tema. La domanda è rivolta alle sentenze contenute nel libro di Geremia, in cui il Signore dice: "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo, che pone nella carne il suo sostegno e il cui cuore si allontana dal Signore... Benedetto l'uomo che confida nel Signore e il Signore è sua fiducia..." (Ger 17,5-11). Davvero, si chiede Remo Bodei, è maledetto l'uomo che non confida in Dio? Davvero non vi è speranza per lui di vita umana sulla terra? Bodei ha ben presente che l'ateismo non è qualcosa di radicalmente estraneo alla fede, ma è piuttosto ad essa legato da una parentela profonda, e con questo suo alter ego innesta una sorta di corpo a corpo, di "lotta con l'angelo" che, se non è mortale, può essere portatrice di nuovo e di futuro. (Gabriella Caramore)

Il diavolo nei dettagli. Saggi sull'agnosticismo

Huxley Thomas H.
Book Time - 2009

Disponibilità Immediata

18,00 €
Huxley scrisse moltissimo, specialmente di scienze naturali. Molti sono, però, i saggi dedicati alle discussioni religiose in cui, con tono polemico e irriverente, tentò di spogliare i Testi Sacri delle loro pretese di infallibilità, esaminandoli in maniera certosina alla luce delle acquisizioni del metodo storico-critico e delle conoscenze di fisiologia e paleontologia. Particolarmente innovatori gli scritti dedicati all'agnosticismo, che stimolano un duplice interesse: filologico, perché testimoniano della nascita di un atteggiamento che oggi ha ancora molta presa; contenutistico, perché enunciano un metodo di analisi della religione e una serie di applicazioni concrete, tuttora straordinariamente validi.

Apologia dell'ateismo

Rensi Giuseppe
La Vita Felice - 2009

Disponibilità Immediata

9,50 €
"Questo libretto di Rensi è un aiuto per chi non crede e un buon testo di verifica per chi la pensa in modo opposto; soprattutto è utile per taluni laici frequentatori di salotti televisivi, coccolati dalla cultura giornalistica, che non hanno grandi idee a loro disposizione per tenersi lontani dalla rivelazione e dalla fede." (Dall'introduzione di Armando Torno)

Massimo Cacciari. Filosofia come a-teismo

Bertoletti Ilario
ETS - 2008

Disponibilità Immediata

12,00 €
Ripercorrendo il percorso intellettuale del pensiero di Massimo Cacciari, dagli scritti giovanili fino alle ultime opere, Bertoletti ne individua l'originalità in una particolare, e inedita, forma di a-teismo, che non nega l'esistenza di Dio, ma si chiede

La Bibbia dei non credenti. I protagonisti...

Antonioli F. (cur.)
Piemme - 2018

Disponibile in 3 giorni

17,50 €
«Questo non è certo un libro di esegesi biblica, e neanche una raccolta di meditazioni "laiche". Mi pare piuttosto uno stimolo [...] offerto a credenti e non credenti in due direzioni estremamente importanti, oggi forse più che mai. Da tempo si parla della Bibbia come "grande codice" della civiltà occidentale, ma questo cosa significa in concreto? Quali episodi, quali volti, quali immagini bibliche hanno plasmato l'orizzonte simbolico e culturale di generazioni di uomini e di donne nate e cresciute in una società che non poteva non dirsi cristiana? E quali di questi racconti, di queste vicende, di questi personaggi storici o leggendari parlano ancora oggi, come parlano, per esempio, le figure immortali del teatro classico? Ancora più importante il secondo "spazio" visitato da queste pagine: la lotta anti-idolatrica, cioè il combattimento quotidiano per affrancarci da vecchie e nuove schiavitù e ribadire la grandezza e la libertà dell'essere umano. Perché se esiste una frontiera tra fede e non fede, tra libera adesione a una realtà altra e più grande di sé e asservimento al proprio egoismo e alla mentalità dominante, questa non segue confini di stati o di epoche, non separa confessioni religiose o correnti di pensiero, ma passa nel cuore di ogni persona, credente o non credente: è lì, non altrove, che il seme può germogliare, senza che nessuno sappia come, e produrre i frutti più diversi, stupendi proprio per la loro varietà.» (dalla prefazione di Enzo Bianchi)

Essere laico

Veronesi Umberto; Elkann Alain
Bompiani - 2017

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
Sulla scia di "Essere ebreo", "Cambiare il cuore" ed "Essere musulmano" (ora raccolti nel volume ''Camminare insieme''), "Essere laico" è un dialogo tra Umberto Veronesi e Alain Elkann. Punto cruciale del libro che, secondo la cifra stilistica tipica di Elkann, si dipana nella forma di una conversazione a due, è proprio la laicità dell'uomo di scienza che Veronesi ha deciso di trasmettere anche ai propri figli nonostante la religiosità materna che aveva accompagnato la sua infanzia. Parte del testo è dedicata all'impegno medico di Veronesi, che caratterizza più di qualsiasi altra cosa il suo percorso individuale, analizzato soprattutto dal punto di vista psicologico.

Ana-teismo. Tornare a Dio dopo Dio

Kearney Richard
Fazi - 2012

Disponibile in 3 giorni

17,50 €
La scomparsa del vecchio Dio non ha forse spianato la via a un nuovo modo di cercare, amare e pensare la divinità? La sospensione delle certezze dogmatiche non ha forse dischiuso la possibilità per un rinnovato stupore religioso? Situati sul crinale tra teismo e ateismo, abbiamo ora l'opportunità di rispondere in modo più libero alle cose che non possiamo capire. Il filosofo irlandese Richard Kearney chiama questa condizione ana-teismo, o ritorno a Dio dopo Dio - un momento di ignoranza creativa che significa una rottura con le certezze precedenti e ci invita a forgiare nuovi significati a partire dalle sapienze più antiche. La religiosità ritrovata nella sospensione degli assoluti, sia teistici sia ateistici, si caratterizza come apertura allo straniero nella scommessa tra ospitalità e ostilità verso l'altro. Ana-teismo conia un nuovo dominio concettuale per la spiritualità del terzo millennio: accettare che non possiamo mai essere sicuri circa Dio è l'unico modo per riscoprire una sacralità nascosta nella vita di ogni giorno e meravigliarsi della divinità del quotidiano. Come scrive Vattimo nella sua introduzione: "L'anateismo non è solo, in definitiva, il momento di sospensione e di vuoto destinato a trovare "di nuovo" una fede "piena", più o meno affine alle fedi tradizionali, ma un atteggiamento che deve accompagnare ogni fede ritrovata".

Ateismo. Una brevissima introduzione

Baggini Julian
Nessun dogma - 2018

Non disponibile

12,00 €
Nonostante la sua crescente diffusione, soprattutto tra le fasce più giovani della popolazione, l'ateismo è un fenomeno ben poco compreso, spesso presentato in modo negativo. Nulla di più falso: l'ateismo può essere positivo, etico e pieno di significato. È quello che dimostra Julian Baggini in un testo molto breve, scritto per tutti coloro che vogliono capire velocemente cos'è l'ateismo, conoscere la sua storia, quali sono le sue posizioni etiche e i suoi scopi. Piacevolmente leggibile, argomentato nelle critiche alla religione e improntato a un approccio costruttivo, è un libro che gli atei potranno passare agli amici per motivare le proprie convinzioni, non prima di averne fatto uso essi stessi, perché li aiuti a mettere in ordine le proprie idee.

Gesù profeta di laicità

Benevelli Gianni
ilfilorosso - 2018

Non disponibile

12,00 €
Il Dio dal volto umano testimoniato dal Gesù della storia non è solo il Padre misericordioso di tutte le sue creature; è anche il Dio delle Scritture che volle stabilire un suo privilegiato rapporto con l'uomo, "creato a sua immagine e somiglianza": raziocinante, cosciente e libero. Ma tali attributi non costituiscono forse quei valori da cui l'albero della laicità, con le sue radici, sugge la sua linfa vitale? Quell'Assoluto della Spiritualità che chiamiamo Dio, qualora esistesse, non sarebbe identificabile anche come Assoluto della laicità?

Bilateralità pattizia e diritto comune dei...

Parisi M. (cur.)
Editoriale Scientifica - 2017

Non disponibile

12,00 €
Con la sentenza n. 52 del 10 marzo 2016, la Corte costituzionale si è pronunciata sulla nota vicenda delle trattative (mai aperte) tra il governo italiano e l'Unione degli atei e degli agnostici razionalisti (UAAR) per la stipula di un'intesa. Nello specifico, la Consulta ha definito il conflitto di attribuzioni proposto dal presidente del Consiglio dei ministri, in nome proprio e del governo, nei confronti della Corte di Cassazione, sezione unite civili, in relazione alla sentenza 28 giugno 2013, n. 16305. Gli orientamenti del giudice delle leggi sono di notevole interesse per una pluralità di motivazioni, ma, soprattutto, in riferimento all'asserita doverosità dell'avvio delle trattative e alla controversa natura di atti politici delle deliberazioni governative in materia (in quanto tali da ritenersi o meno sottratte al sindacato giurisdizionale nell'ipotesi di omesso esercizio dell'iniziativa legislativa funzionale all'ovvio dell'iter della legge di approvazione dell'intesa).

Quell'ateismo è umanismo

Rapposelli Giulio
Di Felice Edizioni - 2017

Non disponibile

10,00 €
I suoi contenuti che si organizzano intorno ai concetti di realismo e della sua assenza, del pensiero razionale logico dialettico che include l'intuizione, e quello irrazionale, vogliono essere uno stimolo per il lettore-interlocutore, affinché gli argomenti della fede, della religione e della spiritualità, dell'etica e di un certo ateismo diventino oggetto di riflessione, ed essere nel contempo una occasione di dialogo e discussione per un approfondimento maggiore e un'ulteriore comprensione circa l'idea, le ragioni e l'esperienza di fede o anche l'assenza di quest'ultima, che per persone di cultura e sensibilità intellettuale, ma direi per ogni persona desiderosa e capace di tensione verso l'oggettività e la conoscenza è impossibile eludere. (Dall'introduzione dell'autore)

L'invenzione del cristianesimo. La triplice...

Zen Leo
ilmiolibro self publishing - 2017

Non disponibile

20,00 €
"Il libro dimostra, in modo chiaro e accessibile a chiunque, che i due millenni di cristianesimo, che sono alla base della nostra civiltà occidentale, sono stati costruiti su una colossale mistificazione. Non si tratta, come potrebbe far supporre il titolo, di un pamphlet scandalistico o provocatorio, ma di un'opera rigorosa e documentata, che basandosi sull'esegesi storica e filologica dei testi fondamentali del Nuovo Testamento, evidenzia i molteplici aspetti contraddittori e ingannevoli che rendono del tutto inattendibile il cristianesimo."

L'invenzione del cristianesimo. La triplice...

Zen Leo
ilmiolibro self publishing - 2015

Non disponibile

18,00 €
"Il libro dimostra, in modo chiaro e accessibile a chiunque, che i due millenni di cristianesimo, che sono alla base della nostra civiltà occidentale, sono stati costruiti su una colossale mistificazione. Non si tratta, come potrebbe far supporre il titolo, di un pamphlet scandalistico o provocatorio, ma di un'opera rigorosa e documentata, che basandosi sull'esegesi storica e filologica dei testi fondamentali del Nuovo Testamento, evidenzia i molteplici aspetti contraddittori e ingannevoli che rendono del tutto inattendibile il cristianesimo."

Ateismo ragionevole

Talisse Robert B.
Nessun dogma - 2015

Non disponibile

18,00 €
L'ateismo è sempre più diffuso, ma non lo è la sua accettazione sociale. Le critiche nei suoi confronti, talvolta durissime, si sprecano, e non provengono soltanto dai fedeli più semplici, ma anche da autorevoli esponenti del mondo intellettuale. Eppure la

L'ateismo mistico di Julia Kristeva

Vantini Lucia
Mimesis - 2014

Non disponibile

22,00 €
Julia Kristeva è autrice poliedrica che si lascia inquietare dai movimenti del presente, spesso difficili da nominare e da rappresentare. Questa povertà simbolica è per lei causa e indice della crisi profonda che ha investito la contemporaneità, costringen