Natura e esistenza di Dio

Filtri attivi

Luce in sala. La ricerca del divino nel cinema

Fantuzzi Virgilio
Ancora - 2018

Disponibilità Immediata

18,00 €
Virgilio Fantuzzi, gesuita, ha conosciuto i grandi maestri: Rossellini, Fellini, Pasolini. Si portano alla luce quei semi di trascendenza che a volte gli autori hanno sparso nei propri film.

Le prove dell'esistenza di Dio

Fabro Cornelio; Eibl T. (cur.); Trombini G. (cur.)
Editrice del Verbo Incarnato - 2018

Disponibilità Immediata

40,00 €
"La richiesta di Dio, presto o tardi, raggiunge l'uomo dovunque. Benché di tutti i problemi quello di Dio sia il più arduo e complesso, esso batte alle porte della coscienza muovendo da tutti gli orizzonti dell'anima che s'interroga sulla nascita e sulla morte per dare un senso al suo futuro essenziale e vincere l'insidia immanente del tempo. Pertanto l'universalità del problema di Dio ed il corrispondente atteggiamento dell'uomo non hanno un significato puramente culturale ma esistenziale, non semplicemente conclusivo bensì drammaticamente evocativo e decisivo per la determinazione della qualità dell'essere stesso del mondo e dell'uomo in esso. Il tempo, che sembra emergere sull'essere, ad un certo momento - che è il momento della decisione - quasi si ferma per dare lo spazio alla libertà ed all'interrogazione essenziale." (Cornelio Fabro)

Prova del teismo

Newman John Henry; Marchetto M. (cur.)
Castelvecchi - 2018

Disponibilità Immediata

10,00 €
Ritornato in Inghilterra da Dublino, dove aveva presieduto l'Università Cattolica di nuova fondazione, nel 1859 Newman riprende l'antico proposito di scrivere di fede e ragione, avviando un percorso che porterà al capolavoro della "Grammatica dell'assenso". In "Prova del teismo" egli replica a chi pensa che l'unica via per mantenere la fede sia oscurare la ragione, e lo fa con un argomento a sostegno dell'esistenza di Dio: non una formulazione meramente intellettuale, ma intimamente connessa alla pratica, una prova che passa attraverso il riconoscimento della consapevolezza della nostra esistenza e di una coscienza morale a essa associata. La sottile analisi fenomenologica che la sostiene rende manifesta la realtà trascendente di una Persona (Dio) dentro la persona che noi stessi siamo.

Teofobia, teocrazia o teododecalogia?

Ardita Pina
Il Convivio - 2018

Disponibilità Immediata

9,00 €
La manifestazione di Dio e il rapporto Dio-uomo è il nucleo essenziale del saggio, che trae spunto da diversi passi biblici per analizzare alcuni aspetti religiosi e sociali del mondo attuale. Presa coscienza del mondo attraverso l'analisi del comportamento morale e della contraddittorietà nel suo rapportarsi allo spirito religioso, si coglie nel decalogo ebraico il punto di partenza per la riflessione sul divino sino a giungere a un particolare sincretismo, la teododecalogia, cioè all'essenza dello Spirito che caratterizza le 12 maggiori religioni del mondo.

Discorso sull'impossibilità dell'esistenza di Dio

Turturiello Giuseppe
Eretica - 2018

Disponibilità Immediata

13,00 €
"Al contrario di Platone, Diogene il Cinico, Protagora e Democrito di Abdera, Epicuro, Teodoro di Cirene, e poi il romano Lucrezio sconsigliavano apertamente di smetterla di invocare delle pietre rivolgendosi attraverso di esse al cielo, con la speranza che la giustizia stesse in quei simulacri: poiché la prova più certa dell'inesistenza degli dèi - tralasciando la metafisica - sta tutta nella malvagità della natura. Diogene era solito dire infatti: 'la prova dell'assenza degli dèi sta tutta nei beni che toccano agli uomini malvagi e sciocchi, e nelle sofferenze che toccano invece agli uomini giusti e sapienti'; anche se Diogene si riferiva al culto formale delle pietre e non a una provvidenza, gli altri tuttavia neanche a una provvidenza: costoro erano davvero atei [...]. Questo saggio filosofico ha come scopo precipuo quello di distruggere la teologia dei monoteismi, e di far venire così alla luce la verità filosofica della divinità. Mi sono servito, attraverso l'analisi metafisica, di tutte le armi che ha in possesso questa scienza per rischiarare dalle tenebre il concetto stesso della provvidenza." (L'autore)

La divina perplessità-Un Dio fra le macerie-Il...

Ovadia Moni; Maggi Lidia; Coda Piero; Salvarani B. (cur.)
EDB - 2017

Disponibilità Immediata

7,00 €
«Il divino, nella vulgata del pensiero religioso della cultura occidentale, è stato associato per secoli e secoli ai concetti grevi di onnipotenza, onniscienza e consimili. Questi concetti totalizzanti e totalitari hanno schiacciato la relazione fra l'umano e il divino nel vicolo cieco della fede senza dubbi, della sottomissione acritica, in fondo al quale è sempre in agguato la perversione del fanatismo».

Dimostrazione razionale dell'esistenza di Dio

Cai Franco
Ibiskos Editrice Risolo - 2015

Disponibilità Immediata

12,00 €
Con questo saggio a sfondo religioso, che abbraccia temi vastissimi e sempre attuali, Franco Cai ci propone una diversa chiave di lettura dell'esistenza di Dio.

Esistenza e concetto di Dio

Tione Dario
Edizioni Segno - 2015

Disponibilità Immediata

10,00 €
In accordo con la conoscenza scientifica e la sensibilità culturale dell'uomo del XXI secolo, e con l'ausilio delle fonti religiose, della logica e del pensiero speculativo, questo saggio di teologia cristiana propone validi argomenti a favore dell'esistenza e dell'essenza di Dio.

Alla ricerca di Dio. Il viaggio infinito alla...

Chopra Deepak
Armenia - 2013

Disponibilità Immediata

15,50 €
Attraverso lo studio di dieci figure emblematiche di profeti, santi, mistici e martiri, la cui vita è stata miracolosamente toccata dal divino, Chopra spiega al lettore di oggi, scettico e disincantato, come Dio si rivela all'uomo, operando nel mondo in maniera concreta. Ne scaturisce l'immagine di un Dio che sta al passo con l'uomo, che lo accompagna nella sua evoluzione, mutando nel tempo il nostro bisogno di spiritualità ma lasciando immutata la Sua vera natura.

Dio esiste? Le risposte dei filosofi

Il Nuovo Melangolo - 2012

Disponibilità Immediata

8,00 €
"Comprendi dunque, se puoi, anima tanto appesantita da un corpo soggetto alla corruzione e gravata da pensieri terrestri molteplici e vari; comprendi, se puoi, che Dio è Verità." (Agostino D'Ippona) "Dio è una risposta grossolana, un'indelicatezza contro noi pensatori: anzi, addirittura, non è altro che un grossolano divieto contro di noi: non dovete pensare!" (Friedrich Nietzsche)

Il migliore dei mondi possibili. Una storia di...

Nadler Steven
Einaudi - 2009

Disponibilità Immediata

24,00 €
Nella primavera del 1672, il grande filosofo e matematico tedesco Leibniz arrivò a Parigi dove potè stringere amicizia con due dei più grandi filosofi del periodo, Antoine Arnauld e Nicolas Malebranche. Il confronto fra questi tre uomini eccezionali avrebbe prodotto effetti radicali, non solo per la filosofia leibniziana, ma anche e soprattutto per lo sviluppo del pensiero filosofico e religioso moderno. Nonostante l'enorme differenza fra le loro personalità e prospettive teoriche, i tre pensatori si diedero infatti un obiettivo comune: risolvere il problema del male nel mondo. Perché, in un mondo creato da un Dio onnipotente, infinitamente saggio, buono e giusto, esistono il peccato e la sofferenza? Perché alle persone buone capitano disgrazie e la fortuna arride ai malvagi? Cercando di risolvere questo enigma, Leibniz e i suoi colleghi francesi giunsero a conclusioni contrapposte circa l'essenza di Dio e lo scopo del suo agire. Cos'è più importante, si chiedevano i tre filosofi, la saggezza o il potere di Dio? E che rapporto sussiste tra fortuna in questo mondo e salvezza ultraterrena? Questo libro ricostruisce la storia di uno scontro tra visioni del mondo totalmente diverse, che ebbe al suo centro lo stretto rapporto di tre menti superiori, nutrito di mutuo rispetto ma anche di litigi, furore e indignazione. Ciò che emerse dalle loro conversazioni fu una vera e propria rifondazione moderna dei più antichi problemi filosofici.

L'ineludibile questione di Dio

Barcellona Pietro; Ventorino Francesco
Marietti - 2009

Disponibilità Immediata

18,00 €
L'agnosticismo è impraticabile: l'uomo non può vivere neanche in istante senza prender posizione su un problema che inesorabilmente lo sfida. Un sacerdote catanese, Francesco Ventorino, che ha speso la sua vita nell'educazione alla fede di tante generazioni secondo il metodo imparato da don Luigi Giussani, affronta l'ineludibile questione di Dio insieme a Pietro Barcellona, studioso di diritto e militante comunista con quarantacinque anni di insegnamento laico e di impegno politico sulle spalle. Questo libro, in due atti e un epilogo, affianca al saggio del teologo rigoroso il saggio dell'intellettuale inquieto e si conclude con un dialogo appassionato e appassionante tra loro. Non è una contrapposizione di teoremi, ma un paragone fra uomini; e riesce tanto più significativo in quanto sorge e si sviluppa sul terreno di un'amicizia.

Divinità

Panikkar Raimon
EMI - 2007

Disponibilità Immediata

4,50 €
La divinità è la consapevolezza dell'uomo di non essere solo, di non essere il padrone assoluto del proprio destino. E tale consapevolezza, per quanto vaga possa essere, accosta l'uomo alla divinità. La divinità trascende e al tempo stesso circonda l'uomo; risulta inseparabile dalla consapevolezza dell'uomo della propria identità, eppure resta sempre inafferrabile, nascosta e, per qualcuno, apparentemente inesistente. Nel suo percorso verso l'identità, l'uomo incontra la divinità. In un ampio contesto pluriculturale, la divinità rappresenta la trascendenza di tutti i limiti della coscienza umana e il movimento dello spirito umano, rivolto verso la propria identità attraverso il confronto con la realtà ultima.

Dio. Una storia umana

Aslan Reza
Rizzoli - 2018

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
In "Gesù il ribelle" Reza Aslan ci aveva raccontato la complessa figura del Nazareno, restituendoci il ritratto dell'uomo vero che era Gesù, con tutte le sue contraddizioni. Ora affronta un tema ancora più vasto e ambizioso: Dio, in tutte le sue forme e manifestazioni. Gli studi, ci spiega, hanno dimostrato che i bambini faticano a distinguere tra uomini e Dio: quando si chiede loro di immaginare Dio, descrivono immancabilmente un essere umano dotato di capacità sovrumane. E crescendo le cose non cambiano. Si tratta di una proiezione non priva di conseguenze, perché attribuiamo a Dio non solo quello che c'è di buono nella natura umana - la compassione, la sete di giustizia - ma anche quello che c'è in noi di cattivo: l'avidità, l'intolleranza, la propensione alla violenza. Secondo Aslan il desiderio innato di umanizzare Dio è iscritto nel nostro cervello e ciò lo rende una caratteristica centrale di quasi tutte le tradizioni religiose. È quello che ci ha portato a formulare le prime teorie sull'universo e sul nostro ruolo al suo interno. Ha ispirato le nostre prime rappresentazioni fisiche dell'aldilà. "Con questo non si vuole sostenere che Dio non esiste, o che ciò che chiamiamo Dio è totalmente un'invenzione dell'uomo" scrive Aslan. Che in queste pagine non si pone l'obiettivo di dimostrare l'esistenza o la non esistenza di Dio ma, da brillante studioso e abile narratore qual è, percorre l'intera storia della spiritualità umana, dall'animismo primitivo alle grandi religioni monoteistiche fino alla mistica islamica: un lungo sforzo in continua evoluzione per dare un senso al divino rendendo Dio noi.

La matematica e l'esistenza di Dio

Ambrosetti Antonio
Lindau - 2017

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Come può un matematico credere in Dio? Un luogo comune nato con l'Illuminismo vuole che gli scienziati siano atei o agnostici. La ricerca della verità perseguita attraverso la scienza sarebbe infatti incompatibile con qualunque convinzione di tipo religioso. Per Antonio Ambrosetti, scienziato di grande e riconosciuto valore e cristiano dichiarato, la matematica e la religione appartengono a due sfere distinte dell'esperienza umana, che possono coesistere in modo proficuo e reciprocamente stimolante. In particolare l'autore discute la pretesa onnipotenza della matematica, in base alla quale molti ritengono di poter dimostrare matematicamente tutto. La matematica ha molti limiti e, comunque, non può essere usata né per dimostrare né tanto meno per negare l'esistenza di Dio. Anche se forse può aiutarci ad avvicinare il suo mistero e a coglierne la grandezza.

Dio esiste?

Küng Hans
Fazi - 2012

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Torna in libreria, dopo l'edizione Mondadori del 1979, un classico della teologia e della filosofia contemporanee. Nella nuova prefazione Hans Küng afferma che oggi "sia i rappresentanti di Dio in terra sia i loro oppositori hanno perso credibilità". La crisi della Chiesa e delle ideologie però non ha fatto cadere l'attenzione per la domanda sull'assoluto, semmai l'ha resa più intensa: Dio esiste? E se sì, chi è? Dov'è? Come lo possiamo conoscere? Küng ha la sua risposta ovviamente, ma questo saggio si sviluppa soprattutto attorno all'inquietudine, alla curiosità, al dubbio, come appare già dall'impressionante abbondanza di punti interrogativi, così insolita per un libro di teologia. In queste pagine si snoda un lungo viaggio alla ricerca del fondamento della fede. Si impara a conoscere che cosa pensavano di Dio i protagonisti del pensiero moderno, Descartes e Pascal, Spinoza e Kant, Hegel e Schopenhauer, Feuerbach e Marx, Nietzsche e Heidegger e molti altri. Il confronto si allarga agli esploratori della psiche come Freud, Jung, Adler, e a uomini di scienza come Darwin, Einstein, Heisenberg. L'obiettivo di Küng però non è riducibile a una disputa tra dotti: con stile fresco e coinvolgente, egli scandaglia nel passato per illuminare il presente e far emergere tutta l'urgenza delle eterne domande dell'uomo.

Un'etica senza Dio

Lecaldano Eugenio
Laterza - 2008

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
Questo è un libro filosofico, interessato a influenzare niente altro che le riflessioni. Non ambisce a portare a termine l'impossibile cerimonia di seppellire Dio, né vuole assumere un ruolo diretto sul piano politico o giuridico e neanche presentare dogmi nei quali si possano riconoscere gli arei per costituire la chiesa di coloro che sono senza chiesa. Questo libro muove dalla fiducia che la civiltà del nostro paese permetterà di accogliere le idee di coloro che sostengono esplicitamente che la morale e i valori sono qualcosa che non solo può unire credenti e non credenti, ma esige da tutti noi un surplus di indipendenza e di autonomia, da realizzare vivendo come se Dio non esistesse.

Ragioni per non ritenere che Dio esiste,...

Germinario Mario
Di Nicolò Edizioni - 2019

Non disponibile

8,00 €
Che Dio esista, e che esiste così come diciamo che esiste l'universo e tutte le cose che lo compongono, ma che non si vede e non si tocca, secondo la dottrina della Chiesa, non è un "oggetto di fede" di cui si dice che esiste "per fede". Comunque che Dio lo si pensa e lo si definisce, la sua esistenza, cioè che esista, deve essere dimostrato dalla ragione.

C'è ancora posto per Dio? Lettera a un vecchio...

Meo Antonio
LibreriadelSanto.it - 2019

Non disponibile

9,00 €
«C'è ancora posto per Dio nel nostro mondo?» È l'interrogativo proposto dalla lettera sin dal suo inizio. La riflessione si snoda lungo un percorso di pensieri, che approda infine alla domanda di sempre: «C'è posto per Dio nel nostro cuore?» L'uomo d'oggi vive rinchiuso in un presente che esaurisce tutta la realtà. Ogni cosa si gioca qui e ora. Il valore dell'esistenza dipende unicamente dalla capacità dell'individuo di farne un progetto e di realizzarlo, all'interno di questo tempo e di questo spazio: fuori non c'è nulla. Altre ipotesi non sono prese in considerazione: tempo scaduto! Dalla distanza apparentemente sconfinata di 50 anni, due amici trasgrediscono questa scadenza e riflettono su un'altra ipotesi: che la vita possa essere il dono di "Qualcuno" che ci chiama a un destino di felicità. E si chiedono se davvero sia conveniente scartare sbrigativamente quest'ipotesi, forse più verosimile di quanto non possa sembrare. Presentazione di Fiorenzo Facchini.

Dio. Perché un dio? Perché dio?

Grosso Campana Alberto
Europa Edizioni - 2018

Non disponibile

12,90 €
Questo libro non vuole dare risposte, ma suscitare domande. L'autore invita i suoi lettori a riflettere e a chiedersi se il proprio credo religioso, la propria fede in Dio, in qualsiasi modo questo Dio sia presente nella loro vita e se tutto quello che ruota intorno a questo Dio, possa essere sostenuto o avallato dalla benché minima traccia di oggettività. Dall'autorevolezza della sua età, Alberto Grosso Campana dichiara apertamente di aver rinunciato a credere in qualsivoglia Divinità e, a sostegno della sua dichiarazione, riporta il suo percorso di ricerca, interno ed esterno, attraverso un'analisi di molte delle religioni, dai tempi più antichi fino ad oggi. Lungi dal voler convincere qualcuno e dal voler dispensare dogmi e verità, lo scopo del testo è quello di invitare ognuno di noi a verificare le nostre autentiche convinzioni interiori, spogliandole dai condizionamenti e dalle influenze ricevute dalla Chiesa, in famiglia, nella società e nel periodo storico.

L'atto di depotenziamento di Dio

Patcha Kenneth N.
Youcanprint - 2018

Non disponibile

11,00 €
Si può ancora sentire e vedere Dio oggi senza i filtri personali, religiosi, filosofici e scientifici? La risposta è "Sì", quando per illuminazione o per grazia si arriva a capire il significato di "essere", cioè l'"Io sono" di Dio. Solo allora potrà nascere e rafforzarsi l'autentica fede (fiducia) che scaturisce dalla conoscenza, una fede non per abitudine ma che si può giustificare. Abbiamo sempre parlato di "fede in Dio" dando per scontato che la vera conoscenza di Lui è al di fuori dalle nostre possibilità. Infatti molte persone anche oggi si interrogano ancora sulla Sua esistenza o non esistenza. Noi fin d'ora possiamo dirci che la fede basata sulla verità nasce dalla vera conoscenza. Impariamo a fidarci di Dio conoscendo le Sue opere in noi e per noi, in modo da lasciar sbocciare una fede che porta finalmente alla pace interiore e alla pace tra i popoli.

Religioni. Uno scandalo millenario

Milan Ton
StreetLib - 2017

Non disponibile

11,99 €
L'obiettivo fondamentale dell'autore è quello di far intendere a tutta l'umanità l'illusorietà delle religioni, andando oltre quel pensiero filosofico che le ha confutate già da molti secoli, anzi sin quasi dall'inizio dell'era cristiana, purtroppo senza "sfondare" in gran parte delle coscienze, anche perché crea vuoti di insicurezza e smarrimento, con i quali esse non possono vivere. Con le illusioni si è creato un perverso intreccio di fede e potere, che ha arricchito la Chiesa e l'aristocrazia e impoverito le masse indigenti, facendo scorrere molto sangue. Come le pagine veterotestamentarie affermano l'attivismo di Dio, così quelle neotestamentarie la potenza del suo Figlio, incarnatosi, morto e risorto, ma entrambe sono da ritenersi fantasiose, frutto di un intelletto privo di raziocinio. È la coscienza del credente, "plasmata sin dall'infanzia" che le ritiene ispirate e vere. Si addita una valida alternativa, la spiritualità, attinta dall'etica suprema, con la quale permettere a tutti gli uomini di vivere in modo giusto, senza dilaniarsi tra loro e distruggere la natura, la culla della vita.

Le cattedre dei non credenti

Martini Carlo Maria
Bompiani - 2015

Non disponibile

25,00 €
"Io ritengo che ciascuno di noi abbia in sé un non credente e un credente, che si parlano dentro, si interrogano a vicenda, si rimandano continuamente interrogazioni pungenti e inquietanti l'uno all'altro. Il non credente che è in me inquieta il credente che è in me e viceversa". Con queste parole Carlo Maria Martini apriva la Prima Cattedra dei non credenti nel 1987. Iniziava così un lungo cammino di dialogo che Martini volle espressamente per dare la parola a non credenti, offrendo loro la possibilità di rendere ragione delle proprie convinzioni, e favorendo nei credenti un atteggiamento di ascolto disponibile e pensoso. Attraverso l'incontro con personaggi di spicco della cultura e del mondo scientifico, nel corso delle dodici edizioni delle Cattedre, fu possibile esplorare che cosa significa credere e non credere in rapporto alla città, ai sentimenti, all'arte e alla letteratura, al dolore, al cosmo e alla storia. "L'importante - commenta Martini - è che impariate a inquietarvi. Se credenti, a inquietarvi della vostra fede. Se non credenti, a inquietarvi della vostra non credenza. Solo allora le vostre posizioni saranno veramente fondate". Questo volume, il primo di una serie di diciotto volumi che raccoglierà l'intera opera di Carlo Maria Martini, presenta al pubblico la versione integrale e completa di tutte le dodici Cattedre, svoltesi a Milano dal 1987 al 2002, con molti interventi inediti. L'opera è realizzata dalla Fondazione Carlo Maria Martini. Prefazione di Papa Francesco.

Aspetti e momenti della speculazione su Dio...

Petricone Luca
Aracne - 2014

Non disponibile

10,00 €
"Ecco il pregio del presente volume (...): la sua finalità prevalentemente didattica e dunque la necessità di operare una sintesi radicale e di adottare una linea espositiva scarna ed essenziale non tradiscono i presupposti metodologici dell'autore, ma anzi per più di un verso li rafforzano e li pongono in primo piano come chiave interpretativa privilegiata: (...) presentare la genesi e l'articolarsi della riflessione sul divino e sulla trascendenza non come "allontanamento" o evasione dalla realtà quotidiana, bensì come ineludibile ricerca di un principio unificatore della molteplicità, varietà e precarietà dell'esperienza, come drammatica tensione verso un ancoraggio che offra speranza di stabilità ed equilibrio all'esistenza sotto tutti i suoi profili: quelli civili e sociali non meno che quelli spirituali." (Dalla Presentazione di Paolo Marolda)

La prova dell'esistenza di Dio

Brentano Franz
Castelvecchi - 2014

Non disponibile

12,00 €
In questo testo del 1915, Franz Brentano riassume il cuore del suo pensiero teologico, e articola una serrata riflessione sulla necessità - logica e ontologica - dell'esistenza di Dio. Figura tra le più influenti della psicologia e della filosofia ottocent

Intervista su Dio. Le parole della fede, il...

Ruini Camillo
Mondadori - 2014

Non disponibile

10,00 €
Come possiamo avere certezza che Dio esiste? E se esiste, come possiamo essere sicuri che si interessa di noi? Fin dove possiamo spingerci con la nostra ragione e perché il Dio di Gesù Cristo dovrebbe essere la risposta più affidabile? Di fronte alla secol

Dall'esistenza a Dio. Una dimostrazione...

Miller Barry
Carocci - 2013

Non disponibile

25,00 €
Si propone una nuova risposta ai punti di vista di Kant e Nume sulla possibilità di stabilire l'esistenza di Dio. Una tesi che, contrariamente alle convinzioni contemporanee, arriva alla conclusione che esiste una contraddizione nascosta nell'affermare contemporaneamente che l'universo esiste ma che Dio non esiste. Viene rivalutato e utilizzato, nella dimostrazione razionale dell'esistenza di Dio, il principio di non contraddizione, invece del principio di causalità. Il testo, dunque, si pone in dialogo con la lunga tradizione della cosiddetta metafisica classica.

Dio. Perché lo cerchiamo?

Vernon Mark
Vallardi A. - 2013

Non disponibile

12,00 €
Partendo dal dibattito tra atei e fondamentalisti, Vernon descrive con linguaggio semplice e diretto come Dio sia stato cercato e vissuto nel corso dei secoli, e ne svela gli aspetti più pregnanti in rapporto alla sofferenza, alla natura e alla morale, nelle esperienze mistiche e nelle attese messianiche. Questo libro saprà affascinare sia gli studenti sia i lettori comuni, perché offre un quadro ricco e conciso dei mille volti contemporanei di Dio.

Dio esiste. Ufficialmente!

Salvadori Benito
Editrice Storica - 2013

Non disponibile

8,80 €
Il volume di Benito Salvatori affronta il tema dell'esistenza di Dio proponendosi di "dimostrarla" - con gli strumenti del ragionamento scientifico - attraverso la materia e le sue caratteristiche. Il "caso" - come lo intende la cultura occidentale - non esiste. Dal "caos" non può nascere l'ordine. Strutture altamente complesse, come quelle che presiedono alla comparsa e allo sviluppo della vita, possono essere il risultato del multiforme combinarsi di eventi casuali? Perchè "deve" esistere un disegno intelligente alla base della realtà che ci circonda?

Il cortigiano e l'eretico. Leibniz, Spinoza e...

Stewart Matthew
Feltrinelli - 2013

Non disponibile

12,00 €
Il libro è il ritratto della crisi religiosa e filosofica verificatasi agli albori del mondo moderno, ai tempi di Newton, Cartesio, Rembrandt e, soprattutto, di Leibniz e Spinoza, il logico e matematico inventore del Calcolo. Al centro del racconto è Dio.

Intervista su Dio. Le parole della fede, il...

Ruini Camillo
Mondadori - 2012

Non disponibile

18,50 €
Come possiamo avere certezza che Dio esiste? E se esiste, come possiamo essere sicuri che si interessa di noi? Fin dove possiamo spingerci con la nostra ragione e perché il Dio di Gesù Cristo dovrebbe essere la risposta più affidabile? Di fronte alla secolarizzazione e alla critica delle verità assolute che caratterizzano la nostra società, la questione di Dio, lungi dall'essere scomparsa, torna e si ripropone nella sua essenzialità, interrogando l'intelligenza e il cuore. Con Dio o senza Dio, infatti, cambia la nostra vita e il modo di concepire noi stessi e il mondo. In questa intervista, che in realtà è un libro organico e intellettualmente onesto, il cardinale Ruini - rispondendo alle domande di Andrea Galli - accompagna il lettore sulle tracce di Dio, tra storia, scienza e cultura, e propone una serie di percorsi per avvicinarsi al suo mistero partendo dalla realtà di cui abbiamo esperienza: dal semplice e primordiale stupore di fronte al fatto che esistiamo, alla natura di cui siamo parte e che allo stesso tempo riusciamo a leggere e governare, all'anelito di libertà insopprimibile in ogni uomo, alla sua capacità di riconoscere quel grande segno di Dio piantato nella storia che è Gesù Cristo. Il tutto senza eludere lo scandalo del male fisico e morale e della sua sconfinata ampiezza. Un libro che si propone come un itinerario per aiutare chi crede a essere più consapevole delle ragioni della propria fede e a fare così unità nella propria coscienza di credente.

Dio è idea

Bellu Daniele
Gruppo Albatros Il Filo - 2012

Non disponibile

19,50 €
Da quando l'uomo è apparso sulla Terra si è posto la domanda delle domande: esiste Dio, o una qualche forma di divinità? Qual è la ragione dell'esistenza di tutto il creato? Il tentativo dell'autore è di dare una risposta scientifica al perché della vita e della realtà e alla domanda sull'esistenza di un essere supremo, individuando la sua stessa natura, che non sia quella vaga indicata dalle varie religioni. E la prova scientifica relativa all'esistenza di Dio inizia da una constatazione razionale e inconfutabile, prevista dalla logica dell'uomo, secondo cui lo spazio vuoto, il nulla sono idea. Ciò è stato dedotto grazie a tre intuizioni logiche: la prima di carattere istintivo; la seconda di carattere pratico e la terza di carattere matematico, facendo riferimento al calcolo infinitesimale, alla logica applicata alla matematica che prevede l'impiego del concetto di derivata e di integrale.

Dio non esiste. La realtà e l'evoluzione...

Tamagnone Carlo
Clinamen - 2010

Non disponibile

20,00 €
Il titolo piuttosto perentorio di questo libro non deve trarre in inganno: non un pamphlet anticlericale bensì un rigorosa analisi del perché un dato ontologico inequivocabile, la realtà del caso, implichi la non esistenza di Dio in qualsiasi forma. Come negli altri suoi scritti, l'autore sviluppa assai più l'analisi intorno al Dio-Necessità che intorno al Dio-Volontà. Se, infatti, il Dio-Volontà ha a proprio fondamento la credenza, la fede, e dunque un qualcosa che assai poco riguarda la facoltà del giudicare secondo un metodo rigoroso, il Dio-Necessità si mostra, invece, nel quadro di concezioni filosofico/religiose spesso mascherate di razionalismo logico, con tanto di deduzioni e dimostrazioni, e che dunque pretendono di legittimarsi sul piano del sapere "oggettivo" e della conoscenza "esatta". Il libro trae le conclusioni di una precisa linea di ricerca che l'autore da anni sta compiendo sulle questioni inerenti alla problematica ontologica, e traccia anche la cornice epistemica in cui la causalità viene scorta come "serie di cause" che possono produrre "linearità causale" (ovvero necessità) oppure "intrico causale" (ovvero caso). Ciò si inquadra anche in quel probabilismo ontico posto in "Dal nulla al divenire della pluralità", ove caso e necessità appaiono i limiti inferiore e superiore di una scala delle probabilità. La necessità come l'al di là dell'estremamente probabile e il caso come l'al di qua dell'estremamente improbabile.

La dimostrazione di Dio. Come la filosofia ha...

Bencivenga Ermanno
Mondadori - 2009

Non disponibile

17,00 €
Per più di duemila anni i grandi pensatori occidentali hanno cercato di sondare il mistero del divino con gli strumenti della ragione, del dibattito, della logica argomentativa. Più volte qualcuno si è illuso di aver trovato la dimostrazione razionale dell'esistenza di un creatore onnipotente: dal monaco medievale Anselmo d'Aosta, che già nell'XI secolo escogitò una delle prove più famose, quella ontologica, fino al logico contemporaneo Kurt Godei, collega di Einstein a Princeton e famoso per un teorema che minò la fiducia nella capacità della logica formale di dimostrare tutte le verità, e che tuttavia credette di aver trovato una dimostrazione matematica dell'esistenza di Dio. Dall'antichità ai giorni nostri, è possibile passare in rassegna tutta la storia della filosofia attraverso il rincorrersi di un nutrito numero di argomenti razionali a proposito di Dio: da Aristotele a Cartesio, da Leibniz a Hume, da san Tommaso a Kant, le più grandi menti hanno discusso, ampliato e rivisto la concezione e gli attributi filosofici dell'idea di un essere divino, componendo un affascinante e intricato labirinto filosofico, in cui è facile entrare ma da cui non è facile uscire.

Dio?! Problematiche sull'esistenza di un essere...

Immordino Luca
Gruppo Albatros Il Filo - 2009

Non disponibile

12,50 €
"Questa opera ha come obiettivo l'analisi degli strumenti che l'uomo ha a disposizione per affermare l'esistenza o meno di un dio. La problematica è incentrata sul metodo: individuare quali sono gli strumenti che possono avvalorare posizioni quanto più giustificate sull'argomento". Questo libro non è stato scritto per fini commerciali, bensì culturali, motivo per cui non è prolisso e si è badato più al contenuto che al numero di pagine. Il lettore è indotto alla riflessione a tutto tondo circa la problematica sull'esistenza di un essere sovrannaturale. (Alcuni esempi: quanto incide il condizionamento culturale nella scelta di una religione? Se si nasce in Italia si è cattolici, se si nasce in Germania si è protestanti, per cui quanto è libera la scelta e quanto è indotta dal condizionamento culturale? Quanto si può parlare in modo obiettivo di dio? E sino a quanto siamo noi a dargli delle qualità? Per noi dio è onnipotente e quindi onnisciente e allora già prima di crearci sa quali saranno le nostre scelte che ci porteranno in paradiso o all'inferno e quindi ci potrebbe creare già in modo tale da compiere la scelta giusta?)

Un motivo c'è!

Laidlaw Robert A.
Uceb - 2009

Non disponibile

1,50 €
Dio esiste? Qual è lo scopo della nostra esistenza? C'è vita dopo la morte? Questo libretto intende risponde a queste e altre domande fondamentali.

La matematica e l'esistenza di Dio

Ambrosetti Antonio
Lindau - 2009

Non disponibile

11,00 €
Come può un matematico credere in Dio? Un luogo comune nato con l'illuminismo vuole che gli scienziati siano atei o agnostici. La ricerca della verità perseguita attraverso la scienza sarebbe infatti incompatibile con qualunque convinzione di tipo religioso. Per Antonio Ambrosetti, scienziato di grande e riconosciuto valore e cristiano dichiarato, la matematica e la religione appartengono a due sfere distinte dell'esperienza umana, che possono coesistere modo proficuo e reciprocamente stimolante, come è dimostrato da illustri matematici credenti come i cattolici Giovanni Prodi ed Ennio De Giorgi, o gli ebrei Paul Rabinowitz e Haim Brezis. In particolare l'autore discute la pretesa onnipotenza della matematica, in base alla quale molti ritengono di poter dimostrare matematicamente tutto. La matematica ha molti limiti e, comunque, non può essere usata né per dimostrare né tanto meno per negare l'esistenza di Dio. Anche se forse può aiutarci ad avvicinare il suo mistero e a coglierne la grandezza.

I testi di David di Dinant. Filosofia della...

Casadei Elena
Fondazione CISAM - 2008

Non disponibile

50,00 €
Viene qui proposta l'edizione critica del corpus testuale che, allo stato attuale delle ricerche, è attribuibile a David di Dinant, preceduta da un'introduzione relativa all'identificazione e trasmissione dei testi oltre che all'esposizione delle principali tematiche filosofico-scientifiche in essi sviluppate. Condannati ad essere bruciati nel 1210, i testi del Magister che osò identificare Dio e materia non sono andati del tutto perduti. Protette dall'anonimato e dalla pseudoepigrafia, cospicue sezioni della sua opera sono giunte sino a noi, permettendo una più precisa valutazione degli interessi e del profilo intellettuale del loro autore. I testi restituiscono l'immagine di un filosofo dalla fisionomia intellettuale complessa, in cui una conoscenza che sembra senza precedenti all'inizio del XIII secolo delle opere di Aristotele, conosciute direttamente in greco, diventa fondamentale strumento dell'indagine non solo metafisica, ma anche naturalistica.

Il cortigiano e l'eretico. Leibniz, Spinoza e...

Stewart Matthew
Feltrinelli - 2007

Non disponibile

25,00 €
Il libro è il ritratto della crisi religiosa e filosofica verificatasi agli albori del mondo moderno, ai tempi di Newton, Cartesio, Rembrandt e, soprattutto, di Leibniz e Spinoza, il logico e matematico inventore del Calcolo. Al centro del racconto è Dio. Lo scenario è quello di un'Europa appena uscita dalla guerra dei Trent'anni, segnata dalle difficoltà di un'altissima conflittualità religiosa, scossa da rivolgimenti politici altrettanto profondi. Le due "idee" del divino che Leibniz e Spinoza elaborano sono tutt'altro che estranee a questo sfondo, rispetto al quale emergono come conseguenze e contromisure. L'autore contribuisce a fare di questa ricostruzione del passato un'immagine ben viva per l'attuale panorama politico, diviso tra rinascite di vario segno, dai neoilluminismi ai neotradizionalismi cristianeggianti.

La prova matematica dell'esistenza di Dio

Gödel Kurt; Lolli G. (cur.); Odifreddi P. (cur.)
Bollati Boringhieri - 2006

Non disponibile

11,00 €
Gödel fornisce, in questo piccolo scritto, una dimostrazione logica dell'esistenza di Dio: impresa che oggi potrà anche sembrare anacronistica, ma che si situa nella scia di una tradizione millenaria. La dimostrazione fu concepita nel 1941, rimaneggiata nel 1954, e perfezionata nel 1970. Nel febbraio dello stesso anno Gödel mostrò la versione definitiva al logico Dana Scott, e nell'agosto dichiarò all'economista Oskar Morgenstern di esserne soddisfatto, ma di non volerla pubblicare: non intendeva rivelare i suoi interessi teologici; la dimostrazione gli interessava solo da un punto di vista logico.

Alvin Plantinga. La razionalità della credenza...

Di Gaetano Giacomo C.
Morcelliana - 2006

Non disponibile

23,00 €
La prima biografia intellettuale del più importante filosofo della religione americana, di impostazione analitica. Un libro che mostra come si può argomentare razionalmente oggi per dimostrare l'esistenza di Dio. Giacomo Carlo Di Gaetano insegna all'Università di Chieti.

Il velo e l'enigma: i volti del divino

Curtotti Domenico Dario
Edizioni Clandestine - 2005

Non disponibile

10,00 €
I motivi del velo e dell'enigma sono largamente presenti nella teologia cristiana e islamica. Così luminoso è il volto di Dio, afferma Ghazali, il grande teologo dell'Islam, che l'occhio umano può contemplarlo solo coperto da innumerevoli veli di luce e di ombra. E per la nostra inquieta ricerca il velo resta l'enigma mai risolto, la domanda che ancora chiede nuove risposte. Il velo nasconde, ma anche consente di vedere. È l'enigma che fa essere il mondo. Tolto il velo, nulla più è visto: il vedente, il visto e la visione sono Uno. Tra misticismo e nichilismo, panteismo e riconoscimento della trascendenza, "Il velo e l'enigma" è una libera ricerca spirituale che fa uso di linguaggi diversi: da una prosa meditativa e lirica all'aforisma filosofico.