Negoziazione e controllo degli armamenti

Filtri attivi

Disarmo

Simoncelli Maurizio; Camporini Vincenzo; Gaiani Andrea
Città Nuova - 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
A cento anni dalla frattura epocale della Grande Guerra (1914-1918), primo eccidio industriale di massa, l'umanità assiste a una crescita costante delle spese in armamenti. L'instabilità mondiale, determinata da fenomeni come la scarsità delle risorse e le migrazioni, sposta le frontiere oltre i confini tradizionali degli Stati alimentando la "terza guerra mondiale a pezzi" evocata da papa Francesco. Chi ricerca ancora la pace secondo giustizia non può ignorare il decisivo ruolo esercitato, in questo contesto, dalle industrie delle armi.

Cassola e il disarmo. La letteratura non basta....

Migliorati F. (cur.); Gaccione A. (cur.)
Tra le righe libri - 2017

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Angelo Gaccione è stato l'intellettuale più vicino a Cassola nella sua strenua e appassionata campagna pacifista. Di sicuro è stato il solo, dopo la morte dello scrittore, a tenerne desta nei suoi scritti, l'idea del disarmo unilaterale. A Cassola toccò la stessa sorte vissuta negli anni precedenti da Pasolini, fatta di avversione, ostilità, isolamento. Con rare eccezioni, questo fu l'atteggiamento dell'ambiente intellettuale al quale era da sempre appartenuto, e da cui si aspettava un convinto appoggio al suo impegno per il disarmo. Disarmo caparbiamente ribadito con scritti e conversazioni, fino a quando ne avrà le forze, dalla fine degli anni Settanta del secolo scorso a oltre la metà degli anni Ottanta; disarmo colto nella sua drammatica urgenza non più dilazionabile, e che lo porterà a fondare anche una Lega disarmista. Un'urgenza che le lettere a Gaccione registrano in tutta la loro lucida spietata consapevolezza.

La verità nascosta. La vera storia della...

Biefeni Olevano Fausto
Arkadia - 2011

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Corre il 1978, un anno carico di eventi luttuosi in Italia e all'estero. ll Medio Oriente è un ribollire continuo di tensioni, rivalità, assassinii, lotte di potere. In questo contesto si inserisce prepotentemente la figura dell'imam Moussa alSadr, sciita, leader spirituale di quella frangia di popolo libanese da sempre relegata nell'ombra. Per essi, al Sadr, sogna un futuro migliore. Per questo, con coraggio, lotta contro coloro che prosperano nella guerra civile che insanguina il Libano: Siria, Israele e Libia. Ed è proprio al "colonnello" Muammar Gheddafi che al Sadr decide di rivolgersi per chiedergli di interrompere la fornitura di armi alle fazioni in lotta. Si reca così a Tripoli con lo sceicco Mohamad Yaacoub e il giornalista Abbas Badreddin... da dove non faranno più ritorno. Chi li ha rapiti? Che fine hanno fatto? Quali sono i moventi di una simile azione? Chi ci ha guadagnato? Perché si è voluto cercare a tutti i costi di far credere che il gruppo fosse poi invece giunto a Roma? Misteri, servizi segreti e rapporti politici molto ambigui ricostruiti in un libro inchiesta di grande attualità.

Sicurezza, equilibrio e vulnerabilità. Il...

Pulcini Giordana
Mondadori Università - 2018

Non disponibile

16,00 €
Durante gli anni Settanta, gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica posero dei limiti alla crescita dei rispettivi arsenali attraverso gli accordi salt (Strategic Arms Limitation Treaty), sanzionando il raggiungimento della parità nucleare. La crisi della distensione portò al rinnovamento delle tensioni fra le due superpotenze, mentre i negoziati per la limitazione delle armi strategiche furono interrotti. Basato su un'ampia collezione di documenti statunitensi, questo volume ricostruisce i motivi del fallimento del controllo degli armamenti alla fine degli anni Settanta, analizzando la formazione negli Stati Uniti di un'opposizione al salt che ha indebolito e quindi fatalmente compromesso la fiducia nei confronti dell'accordo. Lo studio di questo dibattito interno è necessario per comprendere lo sviluppo della politica nucleare americana dalla svolta degli anni Settanta, nonché la posizione che gli usa hanno assunto nel sistema internazionale dalla fine della Guerra Fredda.

Corea del Nord. Il paese del «fresco mattino»...

Baschiera Simone
ETS - 2018

Non disponibile

15,00 €
Il collasso del regime dinastico-comunista nordcoreano, atteso da tutti i Presidenti americani, da Jimmy Carter a Barack Obama, non è avvenuto. Donald Trump, con un riarmo nucleare, anche a livello tattico, cerca di implementare la capacità operativa delle unità americane stanziate tra Corea del Sud e Guam. Kim Jong-un continua imperterrito ad utilizzare le acque del Pacifico, dal Giappone alle Hawaii, come piscina per i tuffi dei suoi missili convenzionali e forse nucleari. Con l'invio degli atleti nordcoreani a formare con i fratelli sudcoreani la Squadra Olimpica della Penisola, dimostra platealmente al mondo la sua volontà di pace, in contrasto con la "Fire and Fury" di Donald Trump. Kim Jong-un ha portato a termine "vittorioso" il suo piano missilistico e nucleare. Ora può gettare sul tavolo di qualsiasi negoziato una deterrenza credibile di missili a medio raggio e intercontinentali, e diffondere drammatici interrogativi sulle sue effettive possibilità di offesa nucleare a distanza. La denuclearizzazione della Corea del Nord non è solo una causa persa, ma è una realtà che troverà il suo peso nella bilancia degli equilibri strategici in Estremo Oriente.

La pace possibile. Successi e fallimenti degli...

Simoncelli M. (cur.)
Ediesse - 2012

Non disponibile

12,00 €
Droni, armi nucleari, aerei invisibili, mine antiuomo, cyber-war: dal secondo dopoguerra ad oggi, le tensioni internazionali, sotto forma di guerra fredda o sfociate in conflitti aperti, hanno provocato un aumento pressoché costante delle spese militari e una corsa ad armamenti sempre più sofisticati e letali. Contemporaneamente l'impegno per la distensione e la pace si è concretizzato in una serie di trattati internazionali tesi ad arginare tali politiche di riarmo pericolose per la stabilità internazionale. Si realizzano quindi spinte contrastanti con un'escalation bellicista da un lato e con una serie di accordi bilaterali o multilaterali volti a limitare e controllare quei fenomeni dall'altro. Si assiste contemporaneamente ad una proliferazione nucleare di difficile controllo (Nord Corea ed Iran) e ai tentativi di accordo internazionale in materia di commercio di armamenti convenzionali con l'Arms Trade Treaty in ambito ONU. Il libro ricostruisce le principali tappe delle politiche di disarmo e di controllo degli armamenti, evidenziandone i successi e i fallimenti, i compromessi e le innovazioni, mostrandone luci ed ombre, chiarendo il ruolo crescente che la società civile sta svolgendo in questo ambito sinora riservato agli addetti ai lavori.

Quarant'anni di non proliferazione. Un...

Gerlini M. (cur.)
Edizioni Associate - 2010

Non disponibile

22,00 €
Dopo più di quarant'anni dalla firma del Trattato di Non Proliferazione, l'atomo militare continua a stagliarsi sulla scena politica internazionale. Ambizione per alcuni, minaccia per altri. Il bilancio del regime di non proliferazione, che doveva prevenire l'inclusione di nuovi stati nel gruppo dei detentori dell'arma nucleare.

Il negoziato trasversale

Gabassi P. G. (cur.); Istituto ricerche negoziato di Gorizia (cur.)
Franco Angeli - 2009

Non disponibile

19,50 €
Quando si nomina il negoziato si fa riferimento prevalentemente agli scenari internazionali e alla diplomazia. Meno evidente appare il contributo delle teorie e delle tecniche negoziali ai diversi fenomeni della vita politica, economica, sociale. Ancor più remoto è il riferimento agli aspetti istituzionali e organizzativi legati a fenomeni riconducibili alla prassi negoziale. Portare ad evidenza queste implicazioni e il ruolo degli attori della scena negoziale è il filo conduttore di questo volume che raccoglie sei saggi di autori vari, diversi per estrazione professionale e per appartenenza disciplinare: Francesco Bascone, Giorgio Benvenuto, Giampaolo Di Paola, Silvio Fagiolo, Pier Giorgio Gabassi, Demetrio Volcic. Al lettore, sia esso studente o cultore interessato a questi temi, deriverà una conoscenza delle possibili applicazioni del pensiero negoziale.