Psicolinguistica

Filtri attivi

Dire. Parlare. Comunicare....

Gerbino Claudio
Koiné Centro Psicologia 2018

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
Questo lavoro desidera proporre agli studiosi italiani un punto di vista che non è stato abbastanza investigato sulla comunicazione: l'ermeneutica del linguaggio secondo l'approccio dello psichiatra Carlos Castilla del Pino. È stato costruito un test proiettivo ed è stata eseguita una ricerca sperimentale per individuare alcune caratteristiche del linguaggio tipico dei pazienti psichiatrici, messo a confronto con il linguaggio di un gruppo di controllo scelto tra la popolazione generale. Il linguaggio come condotta: è una delle proposte suggerite per individuare gli elementi carenti nella comunicazione e nelle relazioni umane. Con un contributo di Rodríguez Martín Guillermo.

Manuale di neurolinguistica....

Marini Andrea
Carocci 2018

Disponibile in 3 giorni

32,00 €
Questa nuova edizione rappresenta un punto di riferimento per farsi un'idea sui correlati cognitivi e anatomici del linguaggio. Il libro spazia dalla storia della neurolinguistica all'analisi dei disturbi linguistici in pazienti adulti e in età evolutiva, considerando anche condizioni di bilinguismo, fino a descrivere i più recenti apporti delle neuroscienze cognitive per l'individuazione della rete neurale responsabile dell'elaborazione del linguaggio. Scritto con uno stile semplice e preciso, il volume è un valido ausilio per la didattica della neurolinguistica, della psicologia del linguaggio e della linguistica applicata e costituisce una preziosa fonte di informazioni per quanti vogliano approfondire le proprie conoscenze sulla natura cognitiva e neurobiologica del linguaggio. L'integrazione delle nozioni della linguistica generale con le informazioni provenienti dalla ricerca psicolinguistica e neurolinguistica rende più completa la preparazione di coloro che devono utilizzare le proprie conoscenze linguistiche a fini riabilitativi o a scopo di ricerca.

Le lingue impossibili

Moro Andrea
Cortina Raffaello 2017

Disponibile in 3 giorni  
MANUALI LINGUISTICA

16,00 €
Può esistere una cosa come una lingua umana impossibile? Un biologo potrebbe definire impossibile un animale che contraddicesse le leggi fisiche della natura (l'entropia, per esempio, o la gravità). Esistono leggi simili in grado di condizionare le lingue? In questo libro, Andrea Moro, autorevole linguista e neuroscienziato, esplora l'esistenza delle lingue impossibili, alla ricerca dell'"impronta digitale" del linguaggio umano. L'autore ci conduce oltre i confini di Babele, attraverso l'insieme di proprietà che, al di là delle apparenze, tutte le lingue condividono, e indaga le fonti dell'ordine, facendo riferimento a esperimenti che egli stesso ha contribuito a progettare. Paragona la sintassi al rovescio di un arazzo, rivelandone la struttura nascosta, descrive il cervello come un setaccio e ascolta il suono del pensiero attraverso la registrazione dell'attività elettrica encefalica. Parole e frasi, ci dice, sono come sinfonie e costellazioni: non hanno contenuto proprio, esistono perché le ascoltiamo e le guardiamo. Siamo parte dei dati.

Il primo vocabolario del bambino:...

Caselli M. Cristina
Franco Angeli 2016

Disponibile in 3 giorni

34,00 €
"Il Primo vocabolario del bambino-PVB" (adattamento italiano del "MacArthur-Bates Communicative Development Inventory-CDI"), è un questionario per i genitori di bambini fra 8 e 36 mesi. Diffuso in Italia già da diversi anni, è molto utilizzato per lo studio e la valutazione della comunicazione e del linguaggio in bambini con sviluppo tipico e atipico. In questo volume, indirizzato a neuropsichiatri infantili, psicologi, logopedisti, terapisti e pediatri, sono presentati i nuovi dati normativi relativi alla versione originale (Forma lunga) della scheda "Parole e Frasi", e quelli relativi ad un nuovo strumento, la Forma breve della stessa scheda, particolarmente adatta in progetti di screening per l'individuazione di bambini a rischio per problemi di comunicazione e/o linguaggio. Il libro ripercorre le tappe principali dell'acquisizione del linguaggio, le differenze individuali e gli indici di rischio. Queste conoscenze sono la base per comprendere la costruzione dello strumento e le sue finalità, facilitando così l'interpretazione dei dati normativi. I questionari, le figure, le tabelle relative ai valori normativi e la scheda di sintesi del profilo del bambino sono anche reperibili sul sito dell'editore.

Comunicazione interpersonale e...

Cudini Simona
PM edizioni 2016

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Interpreti e traduttori sono mediatori linguistici, figure professionali chiamate a rendere possibile la comunicazione fra persone di lingua diversa: oltre a quelle tecniche, per svolgere al meglio il proprio ruolo, essi necessitano di buone competenze interpersonali e interculturali, che consentano loro di inserirsi in contesti vari e complessi, e facilitare la comprensione reciproca. Obiettivo del libro è fornire informazioni e spunti di riflessione sugli aspetti della comunicazione interpersonale e sulle differenze che caratterizzano le varie culture: valori, comportamenti e registri comunicativi. Tali competenze consentono al mediatore di fornire un utile apporto professionale non solo nelle istituzioni e nei servizi, ma anche nelle aziende, nell'industria culturale, nel marketing e nel turismo: per ognuno di questi ambiti vengono illustrate modalità operative e pratiche più diffuse.

Diamo un segno. Per una storia...

Chiricò Donata
Carocci 2014

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Immaginiamo che un giorno i pipistrelli prendano il potere e impongano a tutti noi di vivere ed esistere come se fossimo in grado di percepire quello che loro percepiscono: gli ultrasuoni. Cosa succederebbe? Semplicemente che perderemmo la nostra condizione di animali parlanti. Gli ultrasuoni non ci sarebbero di nessun aiuto per produrre una lingua e saremmo costretti a vivere in un mondo senza parole e senza quello che le parole rappresentano. Mentre immaginate, sappiate che questa circostanza si è già realizzata. Ha riguardato i sordi. Anticamente "marchiati" in quanto muti, successivamente riabilitati in quanto segnanti e tuttavia obbligati a sentire-parlare pur non potendo farlo, cercano ancora oggi di poter essere ciò che loro sono. Aspettando che il Parlamento approvi una legge sul "riconoscimento della lingua italiana dei segni", questo libro racconta la storia dei pipistrelli che noi siamo stati e siamo.

Le lingue e il linguaggio....

Graffi Giorgio
Il Mulino 2013

Disponibile in libreria  
MANUALI LINGUISTICA

28,00 €
Il manuale esplora da una parte la nozione di linguaggio come capacità umana, dall'altra quella di lingua nei suoi molteplici aspetti: funzionamento, articolazioni, divenire. Tra le novità più rilevanti di questa edizione rivista ed aggiornata si segnala l'aggiunta di due capitoli: uno sull'acquisizione linguistica, l'altro su linguaggio e cervello, due temi divenuti centrali a seguito dei progressi compiuti negli ultimi anni dalle scienze cognitive e dalla conoscenza dei meccanismi cerebrali che presiedono all'attività linguistica.

Comunicazione e linguaggio nei bambini

Devescovi Antonella
Carocci 2012

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Quali sono le origini del linguaggio? Sono biologicamente determinate o sono il risultato di un processo di acquisizione? Qual'è il ruolo dell'esperienza e dei rapporti sociali? Il libro risponde in modo semplice ed esauriente a questi e ad altri quesiti,

Psicologia del linguaggio

Cacciari Cristina
Il Mulino 2011

Disponibile in libreria  
MANUALI DI PSICOLOGIA

28,00 €
La psicologia del linguaggio, o psicolinguistica, si è ormai solidamente affermata come settore di punta della psicologia cognitiva. Questo volume, qui presentato in una nuova edizione aggiornata, illustra le teorie che negli ultimi decenni hanno spiegato il ruolo del linguaggio all'interno dei sistemi di comunicazione, il modo in cui esso viene compreso e utilizzato tanto nei discorsi quotidiani quanto nella lettura e nella scrittura dai parlanti mono e bilingui, le basi neurali, le principali patologie che possono alterarne l'elaborazione e le caratteristiche del linguaggio figurato.

Linguistica cognitiva

Croft William
Carocci 2010

Disponibile in 3 giorni

28,10 €
Sotto l'etichetta "linguistica cognitiva" rientrano vari quadri teorici, che rifiutano l'assunto secondo cui il linguaggio è fondato su capacità specifiche della mente umana e la concezione "modulare" della mente. La linguistica cognitiva vede tutte le capacità cognitive umane come integrate, arrivando a concepire, contro una tradizione millenaria nel pensiero occidentale, la mente come radicata in una dimensione fisica. Una tale prospettiva, che ha conseguenze notevolissime sul rapporto fra forma e sostanza nel linguaggio, ha il suo campo di elezione nello studio del significato. Il volume di Croft e Cruse, ormai un classico, fornisce un valido strumento per la conoscenza approfondita delle basi e degli sviluppi più recenti della linguistica cognitiva, non limitandosi alla semantica, ma indicando come questa famiglia di teorie possa fornire ottimi contributi anche allo studio della sintassi, con le grammatiche delle costruzioni, nel quadro di un approccio basato sull'uso.

Dizionario dei gesti degli...

Caon Fabio
Guerra Edizioni 2010

Disponibile in 3 giorni

26,00 €
Essere competenti in una "lingua" non significa solo padroneggiarne lessico e grammatiche, ma anche i linguaggi non verbali che la accompagnano e che, di fatto, condizionano i significati della comunicazione verbale. Questo dizionario affronta un tema poco trattato e lo fa in modo innovativo, grazie a una presentazione dell'ampio repertorio dei gesti "italiani" attraverso foto, nel volume, e video, reperibili in DVD. Una peculiarità del dizionario è l'aver assunto una prospettiva interculturale grazie alla quale si evidenziano i possibili equivoci o le incomprensioni che molti gesti italiani possono generare nell'interazione con persone di altre culture e ne fa uno strumento di ricerca e documentazione per biblioteche, Università, Istituti di ricerca italiani ed esteri. Infine, l'attento lavoro di indicizzazione dei gesti in base alle funzioni comunicative espletate, alle espressioni linguistiche corrispondenti, alle parti del corpo coinvolte rende questo volume un efficace strumento di lavoro per studenti e docenti stranieri che studiano o insegnano l'italiano in Italia e all'estero.

Giocare con le parole. Nuove...

Perrotta Emma
Erickson 2010

Disponibile in 3 giorni

21,50 €
La consapevolezza fonologica è un aspetto molto importante nell'evoluzione del linguaggio, perché permette al bambino di esprimersi meglio e prepararsi all'incontro con la lingua scritta. Il libro pone una particolare attenzione alla riflessione sulla lung

Il significato delle parole. La...

Belacchi Carmen
Il Mulino 2007

Disponibile in 5 giorni

25,00 €
Imparare a definire le parole è un compito tanto complesso quanto cruciale per realizzare quel fondamentale collegamento tra la dimensione individuale-privata e la dimensione interindividuale-pubblica; e risulta il prerequisito indispensabile per esprimere e condividere emozioni, conoscenze, intenzioni. Questo volume presenta un nuovo modello per l'analisi, a livello sia teorico sia empirico, della competenza definitoria, idoneo a rilevarne l'evoluzione dall'età prescolare all'età adulta in bambini con problemi di sviluppo e in quelli con sviluppo tipico. Sulla base della documentazione di numerose ricerche empiriche, si dimostra che l'analisi della competenza definitoria può costituire un modo semplice, economico ed efficace per evidenziare i livelli evolutivi nelle principali aree dello sviluppo: da quella cognitiva a quella comunicativa, a quella linguistica, a quella metarappresentativa. Il volume si rivolge a tutti coloro che, a vario titolo, sono interessati ai problemi del linguaggio e, in particolare, a quanti sono impegnati nella promozione dello sviluppo psicologico in senso lato, come psicologi, insegnanti, educatori, logopedisti.

Lo sviluppo linguistico

D'Odorico Laura
Laterza 2005

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Il volume analizza come vengono elaborati i suoni linguistici, come il bambino impara a produrli e a usarli per costruire il suo vocabolario, come giunge a combinare le parole per produrre frasi grammaticalmente corrette. Le relazioni esistenti tra le componenti del linguaggio sono esposte all'interno dei principali modelli teorici che offrono una spiegazione allo sviluppo della competenza linguistica. Il ruolo svolto dall'ambiente è discusso sia nei suoi più generali aspetti di scenario sociale, all'interno del quale il linguaggio svolge la sua essenziale funzione comunicativa, sia nei più specifici aspetti di forniture del materiale che il bambino deve immagazzinare ed elaborare per acquisire la propria lingua.

Incontri di mondi. Madri lingue...

Amodio G.
Maggioli Editore 2018

Non disponibile

15,00 €
La lingua della quale facciamo uso non è un filtro trasparente che ci restituisce il reale in maniera asettica, ma determina in maniera sensibile anche se non assoluta il nostro approccio al mondo. Percorrendo la struttura anonima della lingua, il soggetto si fa e si disfa, si forma e si trasforma nel discorso che comunica all'altro.

...non più pesci alpinisti......

Lain Tiziana
Libreria Stampatori 2018

Non disponibile

22,00 €
Il testo presenta un inquadramento della nozione di BES nelle lingue straniere, approfondendo il concetto di glottodidattica inclusiva nell'insegnamento del francese, dell'inglese e del tedesco nella scuola secondaria di primo e di secondo grado. Frutto della collaborazione di due docenti con pluriennale esperienza nella formazione dei docenti di lingua straniera e nella didattica per competenze, rappresenta una novità per l'impostazione plurilingue e un utile strumento sia per progettare interventi individualizzati, sia per l'aggiornamento e la formazione per una didattica di classe accessibile e motivante.

I meccanismi dell'umorismo. Dalla...

Salmon Laura
Franco Angeli 2018

Non disponibile

30,00 €
Questo volume, pubblicato in russo nel 2008, è uno strumento utile per chi si occupa del rapporto tra letteratura, comicità e paradosso. Si tratta di uno dei rari tentativi di affrontare l'umorismo verbale e letterario in chiave interdisciplinare e di giungere a una sintesi il più possibile attualizzata e "formale" delle fondamentali teorie novecentesche (quelle di Bergson, Freud, Pirandello, Raskin). La cruciale opposizione tra "comicità" e "umorismo" su cui si fonda la teoria pirandelliana è qui argomentata attraverso l'opera di Sergej Dovlatov, esemplare rappresentante dell'umorismo letterario novecentesco. Alla riflessione epistemologica sul rapporto tra letteratura e "scienza della letteratura", segue una sintesi tipologica delle principali posizioni teoriche sullo humor e un "riordino terminologico" basato sul nesso tra tipologia del testo e funzione estetico-cognitiva. La dettagliata analisi dell'opera di Dovlatov evidenzia i tratti che accomunano l'umorismo paradossale alla tradizione ebraico-orientale e all'aforistica dei ko- an Zen. Chiude il saggio un capitolo dedicato alla traduzione dell'opera di Dovlatov in italiano, che offre un primo tentativo di approccio tipologico-formale alla riformulazione interlinguistica dei testi umoristici.

Argomenti scelti di glottologia e...

Romano Antonio
Omega 2017

Non disponibile

29,00 €
Le lingue sono sistemi soggetti a condizionamenti di natura psicologica e socioculturale che presentano notevoli affinità con gli organismi biologici. Pur rappresentando un oggetto di studio tradizionalmente umanistico, per la loro sostanza e per gli aspetti psichici e fisici che ne caratterizzano le forme di manifestazione, le strutture linguistiche si prestano tanto alla riflessione filosofica quanto allo studio filologico e all'osservazione sperimentale. Questo volume raccoglie un insieme di riflessioni su una selezione di argomenti fondanti della Glottologia e della Linguistica e si rivolge congiuntamente a studenti di materie linguistiche e agli studiosi di tutte quelle discipline che concentrano la loro attenzione sulla classificazione di fenomeni linguistici. Dedicando un'attenzione particolare alle conoscenze di base necessarie per descrivere fatti di pronuncia e di enunciazione - utili tanto alla didattica delle lingue quanto alle applicazioni logopediche - i suoi capitoli cercano di ricucire un tessuto interdisciplinare seguendo i numerosi fili che intrecciano lingua, cultura e società e che contribuiscono a legare il parlante con la propria identità linguistica. La nuova edizione conferma la sua impostazione originaria, ma propone l'approfondimento di conoscenze nel campo del parlato, della fonetica e dei suoi legami con altri aspetti di strutturazione dei messaggi linguistici. Pur restando ancorato a una prima esplorazione delle strutture dell'italiano - osservate in base a una visione esterna (etica) e generalista - il volume offre, infatti, una più ricca esemplificazione in riferimento ad alcune delle lingue più studiate e ai mutamenti fonetici che si manifestano diffusamente nelle varietà linguistiche. Maggiore spazio è dedicato, infine, alle convenzioni internazionali e all'introduzione di elementi necessari per chiarire le confusioni terminologiche presenti nella letteratura non specialistica tradizionale, con cenni alla rappresentazione di diversi tipi di parlato (da quello ortofonico a quello patologico). Prefazione di Oskar Schindler.

Perché solo noi. Linguaggio ed...

Berwick Robert C.
Bollati Boringhieri 2016

Non disponibile

22,00 €
Solo noi possediamo lo strano oggetto biologico chiamato "linguaggio". Noi e nessun'altra specie animale, compresi i primati non umani, visto che uno scimpanzé non sfiora neppure le capacità sintattiche di un bambino di tre anni. Il linguaggio è l'unicità più intrigante ed enigmatica in cui si sia mai imbattuto chi studia l'animale uomo, quella che ha avuto effetti incalcolabili sulla nostra vicenda. Da lungo tempo stuoli di scienziati delle più varie discipline e dei più diversi orientamenti sono alla ricerca delle sue origini; un'avventura intellettuale in cui si incrociano spade e si mettono in campo saperi sofisticati, sempre di nuovo riarmati in una tenzone senza fine. Un vero rovello soprattutto per l'evoluzionismo, alle prese con un "salto" che ne sfidava la tradizionale impostazione gradualistica. Oggi però molto è cambiato, perché negli ultimi venticinque anni abbiamo appreso sulle basi neurofisiologiche e genetiche del linguaggio più che nei secoli precedenti, mentre i biologi evoluzionisti sono approdati, con matematiche avanzate, a interpretazioni stocastiche del cambiamento evolutivo. Dall'analisi di queste risultanze ripartono Noam Chomsky, supremo teorico della grammatica universale innata, e il linguista computazionale Robert Berwick, tra i maggiori studiosi dell'apprendimento vocale negli uccelli canori. La loro tesi, insieme evoluzionistica e discontinuistica, è un punto di arrivo nel dibattito sull'argomento...

Bambini e linguaggio....

Vignola Teresina
Aracne 2016

Non disponibile

22,00 €
Il volume analizza il percorso di apprendimento della lingua orale e scritta, secondo l'aspetto storico, teorico e pratico. In particolare si sofferma sulla teoria delle due psicolinguiste Ferreiro e Teberosky: il bambino osserva l'"universo delle scritte" già a partire dai 2-3 anni e compie spontaneamente una costruzione della lingua scritta fino ai 7-8 anni d'età. Il testo è rivolto prevalentemente agli insegnanti della scuola dell'infanzia e primaria e ai docenti in formazione, ma anche a psicologi, logopedisti e a tutti coloro che, per professione o per interesse, intendono approfondire la conoscenza sull'apprendimento della letto-scrittura.

Il cervello in aula!...

Danesi Marcel
Guerra Edizioni 2015

Non disponibile

17,00 €
L'idea di scrivere questo volume è nata dalla convinzione che la glottodidattica oggi, si trova ad un traguardo veramente critico. In un mondo in cui apprendere le lingue in un'età matura sta diventando sempre di più una necessità socioeconomica, all'insegnante di lingua sarà richiesta, con crescente frequenza, una comprensione approfondita del suo ambito e un "perfezionamento delle sue tecniche di intervento". La visione offerta in questo volume vuole gettare una luce costruttiva sulle questioni più importanti connesse con l'insegnamento delle lingue oggi. Negli ultimi venti anni l'autore ha cercato di elaborare una visione che ha designato nel 1986 "bimodale", allo scopo di poter formulare modelli o piani di istruzione proprio per il raggiungimento di questo obiettivo. Lo scopo del seguente lavoro è di far conoscere, nelle sue linee essenziali, la visione bimodale agli insegnanti di lingue; il lavoro è frutto di numerosi seminari e di incontri in Italia e in America con insegnanti di lingue dal 1988 ad oggi.

Bilinguismo. Miti e realtà

Grosjean François
Mimesis 2015

Non disponibile

20,00 €
Per essere definiti bilingui non è necessario avere una padronanza perfettamente bilanciata delle lingue conosciute, sostiene Grosjean, né occorre esserlo divenuti sin da bambini (e sicuramente un bilingue non è per forza un traduttore nato). Basta saper usare due o più lingue (o dialetti) nella vita di ogni giorno, alternandoli a seconda della situazione nella quale ci si trova o dell'argomento del quale si sta discutendo. I bilingui smettono allora di essere una rarità, per arrivare anzi a rappresentare quasi la metà della popolazione mondiale. In questo libro l'autore prende in esame una serie di idee preconcette (tra cui quelle appena viste) e ne smonta in modo sistematico i presupposti attraverso l'esame dei più rilevanti fenomeni riguardanti il bilinguismo e i bilingui, dal cambiamento di codice ai prestiti e alle interferenze (grammaticali, fonetiche, lessicali). Se i genitori di un bambino decidono di crescerlo nel bilinguismo, quali strategie, quali accorgimenti usare, quali errori sono assolutamente da evitare? E che ruolo può svolgere la scuola? Grosjean non manca di rispondere a queste preoccupazioni, mostrando inoltre chiaramente che il bilinguismo, a lungo termine, non determina alcun ritardo nell'acquisizione del linguaggio, né può creare problemi di altro tipo nei bambini; al contrario, presenta invece diversi vantaggi cognitivi. Un libro per tutti: studenti di lingue, di scienze dell'educazione o di psicologia cognitiva, genitori, insegnanti...

Glottodidattica e neuroscienze:...

Buccino G.
Cesati 2015

Non disponibile

22,00 €
II volume nasce dal desiderio di avvicinare due ambiti disciplinari apparentemente lontani: le neuroscienze e la glottodidattica. È sempre più viva, infatti, in chi si occupa di neuroscienze la volontà di rendere operative le conoscenze sul cervello in alt

Prevenzione ai disturbi specifici...

Zago Patrizia
Franco Angeli 2015

Non disponibile

34,00 €
In un'epoca in cui il governo clinico tenta di coniugare l'obiettivo dell'eccellenza con quello di un'oculata gestione delle risorse economiche, è indispensabile studiare, anche in ambito psicolinguistico, dei programmi di prevenzione che coinvolgano non solo l'agire clinico ma anche quello organizzativo. In quest'opera, i cui destinatari sono logopedisti, psicologi, pedagogisti, insegnanti scuole d'infanzia ed insegnanti di sostegno, si presenta un Programma di Prevenzione per l'individuazione in età prescolare del Disturbo Specifico di Linguaggio (DSL) e del rischio di Difficoltà di Apprendimento scolastico (DA). Il programma è rivolto a bambini di 5 anni, alle loro famiglie, agli educatori scolastici e agli operatori sanitari dell'area materno-infantile e si sviluppa nei tre stadi canonici della prevenzione. In particolare le azioni di prevenzione secondaria si articolano in un intervento di screening, che si declina in due versioni: lo Screening Psicolinguistico (SPL), si basa su una metodica di screening universale, mentre lo Screening Psicolinguistico-Progetto Scuola (SPL-PS), su una metodica di screening selettivo, mirato su una popolazione a rischio selezionata grazie all'intervento dalle insegnanti delle scuole d'infanzia, opportunamente formate.

La genetica testuale

Biasi Pierre-Marc de
Aracne 2014

Non disponibile

16,00 €
Il libro illustra le origini, la natura e le prospettive di una disciplina ancora poco conosciuta nel nostro paese. Nata negli anni Settanta in Francia, erede dello strutturalismo, la genetica si distingue dalla filologia tradizionale dalla quale prende le istanze. Se per il filologo il manoscritto aveva la funzione di ricondurre al testo finale e sacro, l'obiettivo del genetista è invece di studiare il lavoro dello scrittore come processo creativo tenendo conto delle fasi che lo accompagnano e lo scandiscono. Per il genetista il testo "non esiste", è una creazione artificiale all'interno di un processo che inizia dal concepimento dell'opera e ne segue, passo dopo passo, le incessanti vicissitudini.

Il bambino che non diceva nulla

Danon-Boileau Laurent
Mimesis 2014

Non disponibile

14,00 €
"A volte mi domando se la propensione di un bambino a propormi fantasmagorie in cui finzione e realtà si mescolano in maniera inquietante, non sia dovuta al fatto che per lui le parole siano soltanto delle forme vaghe, sulle quali non può far affidamento per tenere a distanza le idee che lo disturbano. Non riesce ad esprimersi in modo chiaro e rimane intrappolato in uno stato mentale di incertezza, tra significanti dai contorni vaghi. Tra le storie che vi racconterò c'è quella di un bambino che parlava piuttosto male, quando l'ho incontrato, non leggeva e mi dava spesso l'impressione di non distinguere tra il suo mondo immaginario e il mondo reale. Ho considerato che questa confusione avesse qualcosa a che fare con la sua carenza linguistica; di conseguenza, ho alternato nella terapia l'ascolto analitico con interventi prettamente pedagogici". Con la sua prosa fatta di racconti semplici e diretti, Danon-Boileau invita il lettore nella sala dove si svolgono le sedute con i bambini che soffrono di patologie dell'affettività, del linguaggio e della comunicazione. In questo libro Danon-Boileau non presenta una tecnica vera e propria; quello che vuole è mostrare come ogni caso richieda un approccio e una sensibilità diversi. Con il suo modo di agire difende un'etica psicoanalitica più umana grazie alla quale ogni piccolo paziente possa ritrovare sé stesso e quel piacere che viene dalla possibilità di condividere affetti ed esperienze... Prefazione di Marco Matsella.

Linguistica cognitiva. Un'introduzione

Bazzanella Carla
Laterza 2014

Non disponibile

20,00 €
La linguistica cognitiva, prospettiva recente e innovativa in una ricchissima tradizione di studi sul linguaggio, estende la sua analisi ai meccanismi cognitivi che stanno alla base della struttura della lingua e del comportamento linguistico, evidenziando i processi di acquisizione, elaborazione, produzione e comprensione della conoscenza, tramite pensiero, esperienza e sensi. Carla Bazzanella esplora questo variegato territorio, dai confini non nettamente definiti, selezionando prospettive generali e delineando mappe orientative. Nel volume troveremo i temi centrali della disciplina, come categorizzazione, concettualizzazione, metafora, spazio, e le connessioni e gli intrecci con le neuroscienze, con particolare riferimento a tematiche quali l'attenzione e la memoria.

Lo sviluppo metalinguistico....

Pinto M. Antonietta
Seid Editori 2014

Non disponibile

27,00 €
La consapevolezza metalinguistica nasce sulla base della riflessione sulle strutture e sui significati della lingua. Gli psicologi del linguaggio hanno visto nello sviluppo della consapevolezza metalinguistica il riflesso di un salto qualitativo nel modo di processare la lingua da parte del bambino, concomitante con l'avanzamento di più generali capacità di astrazione. I linguisti, dal canto loro, hanno individuato nella consapevolezza metalinguistica un fattore chiave per l'apprendimento e l'insegnamento delle lingue e per sviluppare buone capacità di traduzione ed interpretazione. Più recentemente, alcuni psicologi clinici, nell'analizzare forme di consapevolezza metalinguistica in bambini dello spettro autistico o con disturbi specifici dell'apprendimento, hanno rilevato proprio in queste forme lo specchio delle problematiche specifiche di queste popolazioni cliniche. Alla luce dei dati appena menzionati, gli autori presentano un quadro dei modelli dello sviluppo metalinguistico, degli strumenti principali per misurarlo, e di alcune connessioni fra sviluppo metalinguistico ed altre dimensioni psicologiche rilevanti. Nello sviluppo tipico, la connessione fra abilità metalinguistiche, bilinguismo e apprendimento delle lingue, descrivendo un'ampia panoramica delle ricerche condotte in Italia e all'estero su questa tematica.

L'umorismo e l'implicito

Guagnano Giacinto D.
Aracne 2013

Non disponibile

12,00 €
Cosa deve essere taciuto perché un testo risulti divertente? E cosa invece deve essere reso in forma esplicita? A queste domande risponde quest'opera, frutto di uno studio di Giacinto Davide Guagnano, che illumina in particolare le caratteristiche di due forme di testi umoristici: la barzelletta, una versione "tascabile" di ciò che può dirsi umoristico e gli aneddoti autobiografici, genere indagato finora solo in riferimento agli aspetti retorici e dialogici. Il libro passa in rassegna con accuratezza le principali teorie psicologiche e linguistiche sull'umorismo e mediante un esperimento originale, condotto con precisione metodologica, illustra le differenze tra due tipi di testi divertenti in riferimento al meccanismo umoristico nelle sue versioni linguisticamente implicita o esplicita. Quest'opera chiarisce inoltre, con il suo carattere sperimentale, alcune questioni centrali legate al concetto di incongruità e rappresenta un importante passo avanti per la psicologia e la linguistica dell'umorismo.

La ricerca sperimentale sul...

Rastelli S.
Pavia University Press 2013

Non disponibile

15,00 €
La ricerca sperimentale sul linguaggio è definita dai suoi obiettivi teorici, dal suo metodo e dalle tecniche che utilizza. L'obiettivo della ricerca sperimentale è esplicativo, non solo descrittivo. Gli studi condotti con il metodo sperimentale cercano spiegazioni per i fenomeni linguistici. Le spiegazioni proposte sono sempre connesse al funzionamento della mente e del cervello. A volte, quando vengono indagati con il metodo sperimentale, alcuni usi linguistici apparentemente caotici possono rivelare un'origine sorprendentemente semplice. La ricerca sperimentale sul linguaggio è definita anche dalle sue tecniche. Le tecniche utilizzate sono quelle della ricerca psicologica, dell'ingegneria medicale e della ricerca clinica. Le variabili di interesse sono rappresentate soprattutto dai marcatori fisiologici, cioè da alcune risposte dell'organismo che mettono i ricercatori in condizioni di formulare ipotesi sui meccanismi che governano la comprensione e la produzione del linguaggio. Il volume è scritto per ricercatori e studenti dei corsi avanzati in linguistica, psicologia e scienze cognitive e raccoglie saggi che descrivono metodologie di ricerca d'avanguardia.

Web intelligence &...

Barchiesi Andrea
Franco Angeli 2012

Non disponibile

15,00 €
Un metodo innovativo che pone le basi di una nuova disciplina che consente di analizzare e progettare i contenuti in modo da suscitare nel target un set desiderato di emozioni. Nell'attuale scenario caratterizzato da overflow informativo è fondamentale per il marketing e la comunicazione salire di un livello e spezzare i paradigmi classici basati sul contenuto. Il fulcro della metodologia EWA (Emotional Word Analyzer) è l'applicazione della psicolinguistica al focus group più grande, più dinamico e variegato disponibile: Internet, ovvero in Italia circa 35 milioni di utenti. Tutto questo al fine di disegnare la mappa di un universo dinamico ed identificare con approccio scientifico le esigenze non espresse verbalmente del consumatore su cui definire strategie e posizionamento di brand, prodotti e servizi. Grazie quindi al connubio del tutto innovativo tra le più avanzate tecniche di web-intelligence e la psicolinguistica si va oltre la ricerca di mercato classica creando un modello capace di identificare il ''peso emotivo'' che ciascuna parola ha assunto nel tempo all'interno della lingua italiana. Per ottenere ciò, la metodologia fa riferimento ad una nuova area di sviluppo delle scienze del linguaggio ed accede ad una specie di "linguaggio macchina" dove individuare i valori concettuali più efficaci ed utili per posizionare la comunicazione di un prodotto, di un servizio o di una strategia aziendale, politica o istituzionale.

Sviluppo del vocabolario. Teorie,...

Aprile Luigi
UTET Università 2012

Non disponibile

27,00 €
La ricerca psicologica, in questi ultimi cento anni, ha prodotto un'enorme mole di lavoro per cercare di capire e spiegare scientificamente come negli esseri umani si sviluppano i processi lessicali. Accanto al lavoro empirico e sperimentale, si sono accresciute anche le ricerche nel campo della psicologia dello sviluppo e dell'educazione che hanno sempre meglio compreso la natura degli interventi da elaborare e mettere in atto per favorire il miglioramento del vocabolario nei bambini fino a tutto il periodo della fanciullezza e per tutto l'arco della vita. È giunta quindi a maturazione la possibilità di proporre modelli teorici, fondati sulla ricerca empirica, in generale, e mirati più specificamente alla scuola primaria. Essi sono in particolare focalizzati sul significato dello sviluppo del vocabolario per favorire l'evoluzione psicologica dei soggetti, in modo da suscitare nuovi motivi di interesse per l'uso di strumenti che consentono di valutare, su basi scientifiche, i processi lessicali degli allievi. Questo lavoro fornisce, oltre a cornici teoriche ed empiriche delle ricerche, strumenti operativi di facile applicazione, che consentono di valutare e intervenire opportunamente per favorire l'accrescimento delle strategie lessicali degli alunni.

Meccanismi evolutivi del...

De Simone Federica
Idelson-Gnocchi 2012

Non disponibile

150,00 €
Il volume comprende un "Vademecum" che, contenendo lo spirito con cui è stato ideato, racchiude in modo sintetico e ragionato i meccanismi evolutivi del linguaggio che sottendono alla sua maturazione e, quindi, alla strutturazione delle prove del test. In particolare, in esso si sono voluti ripercorrere i principali momenti del processo di fisiologico sviluppo del linguaggio ed utilizzarli per definire il test formulato in modo da avere sempre a disposizione una lista "step by step" delle cose da fare per ottenere un accurato, rapido ed efficace inquadramento dei disturbi del linguaggio. Il materiale di valutazione progettato riguarda quindi l'abilità articolatoria, la maturazione fonologica unitamente a quella lessicale, lo sviluppo morfosintattico e la capacità narrativa secondo i processi tipici dell'evoluzione linguistica del bambino, ed è stato sperimentato e statisticamente validato su un adeguato campione di bambini.

Psicologia dello sviluppo linguistico

Aprile Luigi
Giuffrè 2010

Non disponibile

28,00 €
Che cos'è il linguaggio? Come viene studiato oggi dagli psicologi, con quali metodi e strumenti? Quali sono le problematiche fondamentali della psicologia dello sviluppo linguistico, non solo nelle prime fasi di acquisizione, ma anche nel ciclo di vita? Come si sviluppa il lessico e quali relazioni sono ipotizzabili con lo sviluppo semantico e pragmatico? La lettura come si trasforma nel corso dello sviluppo? Come possiamo intervenire nello sviluppo linguistico e comunicativo in modi efficaci in relazione alle teorie, ai modelli, ai dati emersi nella ricerca? Il testo cerca di fornire risposte a tutti questi interrogativi. Teorie, modelli e interventi possibili sono esposti in modo chiaro e sintetico.

Lingue, corpo, pensiero: le...

Liuzza Marco T.
Carocci 2010

Non disponibile

12,00 €
Qual è il rapporto tra lingue, linguaggio e pensiero? Si può parlare del linguaggio in astratto, senza considerare le differenze tra le lingue che parliamo? Si può parlare del pensiero in generale, senza parlare della diversità dei corpi e dei contesti in cui viviamo? In che modo il tipo di corpo che possediamo influenza il nostro modo di pensare, di conoscere, di parlare? Il nostro corpo è un'entità soltanto biologica o anche sociale? In che misura le lingue che parliamo influenzano il nostro modo di pensare? La tesi di questo libro è che non si possono studiare la mente e il linguaggio umani se non li si radica nell'esperienza corporea. Questo significa, però, che poiché questa esperienza non si dà se non in una situazione, in una cultura, entro una specifica forma di vita, non esiste qualcosa come la cognizione umana, o il linguaggio umano. Di qui l'enfasi che il libro pone, ed è la sua caratteristica più originale, sulla differenza tra linguaggio e lingue.

Dizionario dei gesti degli...

Caon Fabio
Guerra Edizioni 2010

Non disponibile

26,00 €
Essere competenti in una "lingua" non significa solo padroneggiarne lessico e grammatiche, ma anche i linguaggi non verbali che la accompagnano e che condizionano i significati della comunicazione verbale. Questo dizionario affronta un tema poco trattato e lo fa in modo innovativo, grazie ad una presentazione dell'ampio repertorio dei gesti "italiani" attraverso foto - nel volume - e video, reperibili in DVD o in internet e quindi continuamente aggiornabili ed espandibili. Una peculiarità del dizionario è l'aver assunto una prospettiva interculturale grazie alla quale si evidenziano i possibili equivoci o le incomprensioni che molti gesti italiani possono generare nell'interazione con persone di altre culture e ne fa uno strumento di ricerca e documentazione per biblioteche, Università, Istituti di ricerca italiani ed esteri. L'attento lavoro di indicizzazione dei gesti in base alle funzioni comunicative espletate, alle espressioni linguistiche corrispondenti, alle parti del corpo coinvolte rende questo volume un efficace strumento di lavoro per studenti e docenti stranieri che studiano o insegnano l'italiano in Italia e all'estero.

Argomenti scelti di glottologia e...

Romano Antonio
Omega 2010

Non disponibile

26,00 €
Pur essendo sistemi soggetti a condizionamenti di natura psicologica e socio-culturale, le lingue presentano notevoli affinità con i sistemi biologici. Alcune strutture linguistiche, per la loro costituzione e per gli aspetti psichici e fisici che ne caratterizzano le forme di manifestazione, si prestano tanto alla riflessione filosofica quanto allo studio filologico e all'osservazione sperimentale e costituiscono un oggetto di studio tradizionalmente umanistico. Questo volume raccoglie un insieme di riflessioni su una selezione di argomenti (già oggetto di approfondimento in una manualistica più tradizionale) e si rivolge congiuntamente a studenti dei corsi di laurea in materie linguistiche e a studenti di quelle scienze mediche che, come la logopedia, concentrano la loro attenzione sulla classificazione di fenomeni linguistici. Dedicando un'attenzione particolare alle conoscenze di base necessarie per descrivere fatti di pronuncia e di enunciazione, i suoi diversi capitoli cercano di ricucire un tessuto interdisciplinare seguendo i numerosi fili che intrecciano lingua, cultura e società e che contribuiscono a legare il parlante con la propria identità linguistica.

I cento linguaggi dei bambini....

Edwards C.
Junior 2010

Non disponibile

32,00 €
Nella nuova edizione sono stati eliminati alcuni contributi relativi alle esperienze americane e sono state inserite due interviste inedite a Loris Malaguzzi relative a temi come l'ambientamento, il gioco e la creatività, l'educazione estetica e la grammatica della fantasia. Il volume raccoglie le riflessioni dei protagonisti e alcuni studiosi di educazione infantile sulla storia delle scuole dell'infanzia di Reggio Emilia e sulle fondamentali caratteristiche metodologiche ed organizzative. Interventi mirati analizzano la documentazione di alcune esperienze e ne ricostruiscono le caratteristiche originali. Numerose "storie fotografiche" permettono di "vedere" il nascere e lo svilupparsi dei processi educativi nei vari campi di esperienza.

Fatti di parole. La natura umana...

Pinker Steven
Mondadori 2009

Non disponibile

22,00 €
Nel linguaggio, sia colto sia quotidiano, sono radicati un modello di sessualità, i concetti di divinità, potere e giustizia, le nozioni di intimità, benessere e pericolo, una filosofia del libero arbitrio. Un esame approfondito dei mezzi e delle modalità di comunicazione verbale può rivelarsi prezioso per capire chi siamo e le vere ragioni dei nostri comportamenti. È l'obiettivo che si pone Steven Pinker in "Fatti di parole", in cui confluiscono i due itinerari di ricerca da lui percorsi negli ultimi anni: lo studio della facoltà di linguaggio e l'indagine sui processi cognitivi e sulla natura umana. L'autore analizza il significato di parole e frasi in contesti sociali. La conclusione a cui giunge è che ogni essere umano si forma un'immagine del mondo fisico e del mondo sociale che non corrisponde al flusso di sensazioni provocato dall'incontro della mente con l'ambiente esterno, ma è costruita a partire da un repertorio limitato e identificabile di pensieri primari, che, grazie alla loro plasticità e valenza metaforica, sono in grado di ricomporre i dati d'esperienza in una molteplicità di oggetti ed eventi traducibili in vocaboli e proposizioni. La prevalenza di alcuni di questi "manufatti mentali" (nomi, parole, ecc) in quella rete di influenze reciproche che è la comunità dei parlanti, dove ogni individuo è insieme produttore e consumatore di significati, definisce ciò che chiamiamo "cultura" di una società, di cui la lingua è parte integrante.

Elementi di psicologia del linguaggio

Aroldi S.
Edizioni Giuridiche Simone 2009

Non disponibile  
MANUALI DI PSICOLOGIA

8,00 €
Questa sintesi si rivolge agli studenti delle Facoltà di Psicologia e delle Facoltà affini (Scienze della Comunicazione, Sociologia, Filosofia, Scienze della Formazione) e a chiunque sia interessato allo studio scientifico del linguaggio inteso come settore centrale e interdisciplinare nell'ambito delle moderne scienze cognitive. I contenuti specifici del volume affrontano tutte le principali questioni della moderna psicologia del linguaggio (o psicolinguistica). Nel primo capitolo viene chiarita la genesi storica di questa nuova scienza, tracciato il profilo dei suoi modelli teorici dominanti e delineate le sue metodiche di ricerca. Nei capitoli seguenti ci si sofferma su alcuni dei temi più controversi della psicolinguistica generale: l'origine del linguaggio; lo sviluppo delle facoltà linguistiche in età evolutiva (con richiami alle ipotesi di Piaget e di Vygotskij); il rapporto tra linguaggio, pensiero e percezione. Viene successivamente trattato il sostrato biologico dell'attività linguistica (rapporto tra linguaggio e cervello; basi anatomo-fisiologiche; aspetti patologici - afasie, dislessie, disgrafie). Ampio spazio è dedicato naturalmente ai modelli teorici più influenti nell'ambito della filosofia e della psicologia del linguaggio del Novecento, in primis alla grammatica generativo-trasformazionale di Chomsky e all'intenso dibattito da essa avviato.

Disturbi del linguaggio e...

Favilla M. E.
Guerra Edizioni 2009

Non disponibile

15,00 €
Questo libro evidenzia la necessità e i vantaggi di una collaborazione tra la scienza medica e quella linguistica nello studio del linguaggio. Sono descritti alcuni deficit di elaborazione del linguaggio e vengono forniti esempi di ricerche sperimentali basate su un approccio congiunto tra la prospettiva linguistica e quella valutativa riabilitativa. Il lettore che voglia avviare lo studio neurolinguistico del linguaggio troverà in questo volume un adeguato punto di partenza. Lo specialista verificherà come una sempre più stretta interazione tra le discipline interessate al linguaggio possa fornire nuove prospettive di ricerca e nuovi strumenti di indagine, il cui sviluppo rappresenta una delle più importanti sfide per la ricerca dei prossimi anni.

Leggere la lingua italiana....

Bigagli Andrea
Academia Universa Press 2009

Non disponibile

20,50 €
Il volume affronta il tema dell'apprendimento della lettura della lingua italiana in età di scolarizzazione primaria, sia nella normalità, sia in presenza di disturbi d'apprendimento della letto-scrittura, cioè della dislessia evolutiva. Il fenomeno della dislessia, verso cui cresce la consapevolezza sia a livello di istituzioni formative, sia da parte delle famiglie, viene affrontato prima attraverso la descrizione degli errori di lettura, poi prendendo in esame gli aspetti neurobiologici che ne sono alla base; infine, attraverso un'analisi critica dei principali modelli linguistico-cognitivi per la lettura proposti dalla letteratura di settore. Viene offerta non soltanto una prospettiva d'indagine neuropsicologica e psico-metrica. In particolare, la riflessione su un disturbo, la dislessia, sempre più frequente nella popolazione scolastica italiana, si può sviluppare tenendo conto di una prospettiva linguistica, valida ed efficace per comprendere e diagnosticare tempestivamente il fenomeno. Il volume propone anche, illustrandolo e spiegandone il funzionamento, un link al test Psicolinguistico SALBI per la valutazione delle difficoltà di lettura e di scrittura.

La sindrome di Tourette: i tic...

Nicolai Florinda
Plus 2009

Non disponibile

9,00 €
Quanto è fondamentale il gesto nella comunicazione? Quanto lo è nel linguaggio stesso? Quanto è legittimo lo studio dell'attività linguistica come tipo speciale di azione? E quanto lo è l'interpretazione della parola quale gesto non diverso da quello manua

Dimensioni dello spazio nelle...

Meini Linda
Plus 2009

Non disponibile

16,00 €
La codifica delle categorie spaziali nelle lingue naturali rappresenta uno dei temi centrali all'interno del dibattito teorico attualmente in corso sul rapporto tra linguaggio e cognizione. Una questione di primo piano cui il volume cerca di rispondere rig

Pensiero e linguaggio. Ricerche...

Vygotskij Lev S.
Laterza 2008

Non disponibile  
MANUALI DI PSICOLOGIA

26,00 €
Il capolavoro della psicologia sovietica, un classico della scienza del Novecento, nella prima traduzione mondiale integrale basata sull'edizione originale del 1934. L'introduzione e le note di Luciano Mecacci permettono di cogliere a pieno la ricchezza di temi dell'opera, allo spartiacque tra psicologia e linguistica, semiologia ed estetica. Lev S. Vygotskij (1896-1934), laureatosi in Giurisprudenza a Mosca nel 1917, segue nella Russia rivoluzionaria i propri interessi letterari, filosofici, linguistici, prima di dedicarsi più specificamente alla psicologia e alla pedagogia. "Pensiero e linguaggio" esce postumo nel dicembre 1934. Messo all'indice dallo stalinismo, verrà riabilitato nel 1956.

Manuale di neurolinguistica....

Marini Andrea
Carocci 2008

Non disponibile

29,50 €
Il volume intende porsi come un valido punto di riferimento per quanti vogliano avere una panoramica delle basi neurocognitive del linguaggio. È diviso in sei parti. Nella prima parte, di carattere introduttivo, viene ripercorsa la storia della neurolinguistica e vengono delineati i rapporti che la legano ad altre discipline come la linguistica generale, la psicolinguistica e le neuroscienze cognitive. La seconda parte è dedicata alla presentazione dei fondamenti della ricerca neurolinguistica, dalle osservazioni neuropsicologiche all'uso delle tecniche di stimolazione corticale o di neuroimmagine funzionale. Nella terza e quarta parte, l'attenzione viene concentrata sulle caratteristiche di alcune patologie del linguaggio in pazienti adulti e in età evolutiva. Le ultime due parti del libro, infine, sono dedicate alla neurolinguistica del plurilinguismo ed alla descrizione del network neurale della elaborazione del linguaggio.

Le parole della mente. Lessico...

Baldi Pier L.
Franco Angeli 2008

Non disponibile

15,00 €
Il testo - in questa nuova edizione - fornisce una rassegna delle principali ipotesi teoriche su come vengono rappresentate le conoscenze sulle parole e sui modi in cui si opera su di esse. Tali rappresentazioni e processi, di cui ci si serve nell'uso del linguaggio, vengono definiti dagli specialisti del settore "lessico mentale". Questo volume è stato pensato soprattutto per studenti universitari che frequentano corsi di Psicologia, con l'obiettivo di esporre in forma chiara ed esauriente alcune delle tematiche più importanti dell'attuale ricerca psicolinguistica. Il testo, tuttavia, si presta anche a funzioni d'aggiornamento in questo settore, come strumento di consultazione dei percorsi teorici oggi presenti nel panorama degli approcci di studio al lessico mentale e come sussidio per possibili approfondimenti dell'area clinica in materia di dislessia.

I segni parlano. Prospettive di...

Franco Angeli 2008

Non disponibile

24,50 €
La LIS (Lingua dei Segni Italiana) vuole dare voce, per questo parla a tutti per farsi visibile, per farsi conoscere da tutti. Rispetto ad alcuni anni fa la ricerca linguistica in tale ambito si è ampliata ed ha perfezionato la propria metodologia d'indagine, così come è aumentata la consapevolezza dell'importanza di questa lingua che sempre più persone - familiari, amici e colleghi di persone sorde, operatori, insegnanti, studenti - desiderano apprendere ed utilizzare, non solo per necessità, ma per esplorare nuove modalità comunicative. Questo volume, una raccolta di ricerche di linguistica e psicolinguistica condotte negli ultimi anni in Italia e presentate in occasione del 3° Convegno Nazionale sulla Lingua dei Segni organizzato dall'Ente Nazionale Sordi, ci racconta come da idioma "che non ha esercito e non ha burocrazia" (Lo Piparo, 2004), la Lingua dei Segni Italiana, attraverso il contributo cruciale della ricerca, si sia trasformata in lingua di minoranza e quindi in simbolo di identità e auto-determinazione.