Rap e hip-hop

Filtri attivi

Il genere errante. Poesia, musica e...

Voce L. (cur.); Philopat M. (cur.)
Agenzia X 2019

Disponibilità immediata

12,00 €
Scrivere una poesia con un ritmo musicale in testa è come brancolare nel buio sulle strade di una città, durante un blackout. Come porre le braccia avanti per non andare a sbattere contro il muro dell'inedia e dell'ignoranza, come inoltrarsi su un terreno inesplorato senza mai legare il nostro cuore a un luogo, a un'idea o a un concetto fisso. Camminiamo avanti cercando in noi stessi qualcosa di errante che ci possa guidare nello stretto passaggio di questa catastrofica epoca, nel movimento della transitorietà. Siamo tutti viandanti! L'unica via d'uscita del genere umano è il genere errante. Il libro che accompagna la sesta edizione del Premio Dubito si apre con un testo che sviluppa il tema di uno dei versi più noti di Alberto: Erravamo giovani stranieri. Su questa linea si pongono in prima fila con alcune riflessioni due giovani donne di seconda generazione migrante: Wissal Houbabi e Karima 2G. Un articolo sul recente documentario che narra la vita della popstar M.I.A. Poi Fiamma Mozzetta e Fumo, il fondatore di uno dei primi gruppi rap italiani, ci svelano due differenti aspetti dell'hip hop. A tutto ciò si aggiungono le toccanti parole del poeta Franco Uliana, l'esperienza della Città della canzone di Cremona, le Lobotomie random di Luca Falorni e una testimonianza del 1992 di Ivan Della Mea a proposito del rap. Il genere errante conclude il suo percorso con i testi dei quattro finalisti dell'edizione 2018: Mezzoopalco (Bologna), Monosportiva Galli Dal Pan (Bologna), Nicolas Cunial (Treviso), Serena Dibiase (Roma).

Il principe. È meglio essere temuto...

Junior Cally
Rizzoli 2019

Disponibilità immediata

16,90 €
Antonio è tormentato, teme la cattiva sorte, per quattro anni ha condotto una vita da malato con l'incubo di morire da un momento all'altro. È cresciuto insicuro, con dentro una rabbia da sollevarci il mondo. Junior Cally non dubita, sa che ce la farà. Antonio soffre il giudizio della gente del suo piccolo paese, Focene, che lo emargina, lo disprezza, lo considera un fallito. Junior Cally, pur essendo ingabbiato dietro la maschera, è libero. Antonio ha paura dei mostri che ha dentro di sé. Junior Cally è lucido. Ha superpoteri naturali. Non beve e non fuma. Non ha sentimenti, né emozioni, non ama. È un cyborg punk, perfetto e quindi spaventoso. Antonio è il creatore, Junior Cally un'opera che prende vita, un demone che diventa forte e spezza le catene di entrambi. Fino al ricongiungimento finale, da due uno, la maschera che cade. Il principe è un viaggio onirico, dolce e agghiacciante, nel quale ogni cosa conosce il suo contrario, nel quale due voci si alternano, si combattono, si fondono. Un viaggio per parole, illustrazioni e musica, nell'immaginario umano e artistico di un ragazzo che aveva solo la polvere ed è andato a prendersi il cielo.

Il giorno dopo

Luchè
Rizzoli 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
«C'è qualcosa che caratterizza e avvicina noi napoletani ai neri d'America, è una voglia e un bisogno di riscatto sociale. Spesso avviene con mezzi superficiali tipo l'ostentazione di marche, dello stile, della ricchezza, che poi si traducono in una vita da fuorilegge. Vorrei tanto che avvenisse, invece, con una rivoluzione sociale: spesso ci sentiamo così impotenti contro la società che ci giudica, che ci limitiamo a reagire nella sfera delle nostre relazioni private, illudendoci di dare un'immagine vincente di noi stessi, invece di combattere e vincere davvero. Forse non sappiamo vincere. Vincere richiede freddezza, gelo, cinismo. E noi siamo fin troppo passionali, orgogliosi e insicuri per questo.». Le contraddizioni e la fragilità della terra dove è cresciuto fanno da sfondo al racconto che Luchè fa della sua vita e della passione per la musica attraverso la quale racconta il mondo. Un racconto fatto di speranze e momenti bui, di determinazione e amicizia. Un racconto che racchiude l'essenza di un ragazzo che, innamorato dell'hip hop, decide che la sua vita lo porterà lontano. Centrando in pieno l'obiettivo.

Hip hop raised me. La storia del...

DJ Semtex (cur.)
Mondadori Electa 2019

Disponibile in 3 giorni

49,00 €
40 anni di cultura e musica hip hop rivivono in questo volume: un intreccio di testimonianze inedite, immagini introvabili, memorabilia e album imprescindibili, selezionati e raccontati da un vero protagonista della scena europea, DJ Semtex. Cresciuto artisticamente a cavallo tra gli anni '80 e i '90, nel corso della sua carriera Semtex ha affiancato ai piatti artisti del calibro di Nas, Wu- Tang Clan, De La Soul, Dizzee Rascal e di tutta la scena grime londinese, oltre a diventare una colonna portante di Def Jam UK, BBC Radio 1Xtra e una delle personalità radiofoniche più autorevoli del mondo per la musica rap. «Hip Hop Raised Me» racconta la storia della più significativa cultura urbana di sempre, dagli albori fino ai suoi più recenti sviluppi, da Kool Herc fino a Kendrick Lamar, Kanye West, Drake e J Cole. Le origini tormentate nel Bronx degli anni '70; i primi successi e la diffusione globale; l'età dell'oro dei tardi anni '80; la consacrazione e le faide interne degli anni '90; le nuove sfide e i grandi traguardi del terzo millennio. Musica, arte, politica, moda, industria discografica, cinema: nulla viene trascurato in quella che da molti è stata definita una vera e propria «Bibbia dell'hip hop». Un'epopea in grado di appassionare sia i fan del rap di lunga data che i neofiti, impreziosita dalla prefazione di un vero eroe del genere, Chuck D dei Public Enemy.

La cultura hip hop

Bazin Hugues; Versienti F. (cur.)
Controluce (Nardò) 2019

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
L'hip hop è indissociabile dal contesto urbano: lo si può considerare una risposta a un ambiente più o meno ostile, quello dei grandi centri urbani segnati dalla crisi e dalla disgregazione sociale. Esso appartiene al genere delle "culture di strada", che stimolano "movimenti" in reazione alle condizioni di vita imposte da un certo tipo di ambiente. Negli Stati Uniti parleremmo di lotta per la sopravvivenza, in Francia di "integrazione", ma in entrambi i casi l'hip hop risponde a una funzione particolare rispetto all'ambiente sociale nel quale è immerso: la funzione di adattamento, protezione e trasformazione di un determinato contesto sociale e culturale.

Fuori luogo

Mr Rain
Fabbri 2019

Disponibile in 3 giorni

15,90 €
Dagli inizi davanti al computer della sua stanza - tra tutorial e video su YouTube - passando per la conquista del Disco d'oro, fino ai live da tutto esaurito... Il percorso di un artista che ha rifiutato il mondo dei talent e che da sempre segue la sua strada, anche se questo significa camminare sull'orlo del precipizio e imparare a convivere con le vertigini.

Il rap spiegato ai bianchi

Costello Mark; Wallace David Foster
Minimum Fax 2019

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
David Foster Wallace è ritenuto la voce più originale e rilevante della letteratura americana degli ultimi decenni; sono celebri il suo romanzo-fiume "Infinite Jest", i racconti e i reportage narrativi, ma è tutta da riscoprire questa sua opera giovanile, scritta a quattro mani con l'amico Mark Costello. È il 1989 e i due, studenti a Harvard, bianchi, coltissimi e middle class, condividono una sorprendente quanto irresistibile attrazione per la musica rap, che è ormai uscita dai ghetti neri inaugurando la sua storia di strepitoso successo mainstream. Prendendo come nume tutelare il critico rock più irregolare e geniale di sempre, Lester Bangs, decidono di provare a spiegare il motivo di questa passione: fra ascolti compulsivi e imbarazzate incursioni nelle sale d'incisione e nei locali hip hop, danno vita a un'analisi personalissima, e tuttora convincente, sulla forza e le contraddizioni del rap, il primo genere musicale autenticamente postmoderno.

Rap. Una storia, due Americhe

Alemanni Cesare
Minimum Fax 2019

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Nato a New York negli anni Settanta, il rap è il genere musicale più popolare dell'epoca contemporanea. La sua influenza si avverte ovunque e ben oltre la classifica dei singoli più venduti: nella cultura pop e negli stili di vita urban, nella moda e nel linguaggio, nella politica e nell'arte. Scavando nelle pieghe dei dischi più influenti e nelle biografie dei rapper più iconici - dai Public Enemy a Tupac, dagli Outkast a Kanye West, da Eminem a Kendrick Lamar - Rap racconta come una forma d'espressione nata per denunciare la marginalità a cui è condannata parte dell'America Nera sia diventata un fenomeno globale, uno dei segni distintivi del nostro presente. Cesare Alemanni ripercorre quarant'anni di musica e società, racconta gli Stati Uniti tra sogni e disillusioni, rifuggendo da semplificazioni e letture di comodo. Questo libro non offre solo un'accurata analisi musicale ma delinea anche una controstoria dell'America, dagli anni Settanta a oggi, in cui il rap è un filo rosso che tiene naturalmente insieme razzismo e rivolte, Malcolm X e Jay-Z, la trap e Black Lives Matter.

L'età della tigre

Carozzi Ivan
Il Saggiatore 2019

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
La gigantografia di un individuo in pelliccia sintetica rosa appare un mattino sui muri di Milano. Il suo nome è Sfera Ebbasta, la sua voce soffia dal ventre dell'Auto-Tune, le sue gengive ospitano denti dorati. Chi è quella creatura fluorescente in agguato ovunque, fra i mezzanini della metropolitana e nelle piazze scintillanti del centro? Perché la trap e i suoi eroi di plastica si sono insinuati nei nostri discorsi e nei nostri sogni? Cosa ci dicono di noi? A chiederselo è uno scrittore smarrito, che per rispondere deve scoprire il vuoto tra la sua generazione e quella di chi oggi ha vent'anni. Provando ad abitare quel vuoto con la scrittura, finisce però per interrogare in modo sempre più intimo se stesso e il suo tempo; per vagare a caccia di un incontro rivelatore in una città doppiata dai social network, tra quartieri che sembrano rendering in cui pullulano figure a una dimensione e mercati multietnici simili a una delirante V?r?nas?. "L'età della tigre" è una narrazione asimmetrica e randagia; il toccante resoconto di un tempo esausto e dei suoi inconsapevoli desideri.

Dallo stornello al rap

Bonelli Elena
Arcana 2019

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
"Dallo stornello al rap" si propone l'obiettivo di dimostrare, attraverso un'analisi comparata, le analogie esistenti tra due generi musicali apparentemente molto diversi sia per origini storiche sia geografiche. Lo si potrebbe definire un viaggio nella storia musicale e sociale, che si estende ben oltre i confini italiani. L'autrice, infatti, fornisce una ricostruzione della nascita e dello sviluppo dello stornello nella nostra penisola, evidenziandone le caratteristiche ritmiche, melodiche, strumentali e la funzione sociale e politica svolta nella società capitolina. Il medesimo excursus storico è dedicato al rap, che dall'ambiente afroamericano si è nel tempo diffuso in tutto il mondo come voce del dissenso sociale. Infine, nel libro di Elena Bonelli si evidenzia l'arco storico, dal suo nascere a oggi, della canzone romana, spesso erroneamente confusa con lo stornello e per questo emarginata, ponendo l'accento sulla necessità di attribuirle un posto più importante nella musica italiana, avendo molti suoi brani riscosso un successo di rilievo internazionale.

Hip pop. Metamorfosi e successo di...

Roncoroni Luca
Arcana 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Da genere di nicchia ad attuale comun denominatore della musica da heavy rotation, ecco come l'hip hop e i suoi derivati sono diventati un elemento generazionale (musicale e non solo) nella pop culture degli anni Dieci del Terzo millennio. Quello che ai suoi albori veniva percepita come una moda passeggera, si è rivelato negli anni un movimento artistico longevo e dalle ramificazioni potenzialmente infinite. «Hip pop» è un viaggio trasversale che parte dalle origini del movimento e soprattutto esamina le sue successive contaminazioni, analizzando un successo in costante crescita e che ha valicato da tempo i suoi confini originari: dopo una disamina del contributo dato al processo da crossover e rap-rock di fine anni ottanta e Novanta, si passa allo studio di due figure fondamentali per lo sdoganamento del genere quali Eminem e kanye West, arrivando infine ai trend degli ultimi anni: la trap di Atlanta (e la sua ricezione in Italia), il cloud rap, la seconda ondata grime dal regno Unito, e soprattutto gli esiti al confine con la letteratura di Kendrick Lamar e - da noi - Murubutu e Dargen D'amico.

Io sono. Diario anticonformista di...

Ghemon
HarperCollins Italia 2018

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Per un artista non è sempre semplice trovare la via per esprimersi e farsi accettare. È un percorso lungo, fatto di «meravigliose cadute e sofferte risalite» - come ama definirle Ghemon - che porta a una profonda conoscenza e accettazione di sé. Lui stesso ha affrontato questa strada, partendo negli anni '80 da una città di provincia, per trovare la sua espressione artistica nel mondo del rap. Passando ore ad ascoltare musica di vario genere, scrivere testi e cantare nei locali, ha costruito la sua carriera un tassello alla volta. Oggi è un artista affermato e ha voglia di raccontare la sua vita, i traguardi e gli incontri importanti, ma anche gli ostacoli e i periodi bui. Per condividere la storia nascosta dietro il palcoscenico che ognuno di noi decide di affrontare. Perché «la perdita ti costringe ad abbandonare una parte di te e comporta una crescita. Artisticamente parlando posso dire di essere passato attraverso il fuoco della sofferenza, ma quando ne sono uscito sono rinato più forte. E felice».

L'hip hop come conseguenza del jazz

Villari Michele
Edizioni Efesto 2018

Disponibile in 3 giorni

12,50 €
Migliaia di uomini africani deportati in America diventano un nuovo popolo, il popolo afro-americano: un popolo nato schiavo. Questo saggio ricostruisce la storia del cammino verso la libertà di quel popolo che nell'arco del secolo scorso riesce a ritrovare una sua identità grazie all'esperienza artistica. Fondamentale nel cammino verso la libertà è la musica: dal jazz fino all'hip hop. Le radici della nuova cultura hip hop, nata alla fine degli anni 70, si possono individuare già nell'origine della musica afro americana: il jazz dei primi del '900. In entrambi gli stili, la forte matrice ritmica musicale caratterizza il testo dei brani cantati, la scelta della strumentazione e la danza facendoci capire come ci sia un filo diretto tra l'originaria musica jazz, e l'attuale hip hop. Il saggio analizza anche letteratura e l'arte per dimostrare come grazie all'esperienza artistica e culturale ci si possa emancipare dalla schiavitù per trasformarsi in uomini liberi.

La storia del rap. L'hip hop...

Di Quarto Andrea
Tsunami 2018

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Nato come una delle quattro discipline dell'hip hop, il movimento culturale sorto per dare forma e visibilità all'identità giovanile dei ragazzi afroamericani, il rap si è trasformato nel fenomeno musicale più importante, disturbante e di successo dai tempi del rock and roll. Gli anni Duemila, in particolare, rappresentano per il rap statunitense un periodo complesso e controverso, con la sua età dell'oro ormai alle spalle e i momenti drammatici attraversati con la tragica uscita di scena di Tupac Shakur e The Notorious B.I.G., assassinati in circostanze mai chiarite. Però anche il nuovo millennio ha indiscutibilmente scritto pagine di storia importanti. Tra queste, il più apprezzato fra tutti i ragazzi bianchi che erano entrati nel rap game, Eminem, è arrivato a guadagnarsi un posto tra i migliori rapper di sempre; un ex spacciatore di crack sopravvissuto a nove colpi di pistola, 50 Cent, ha riportato New York in vetta alle classifiche; il genio musicale del produttore e rapper Kanye West ha riscritto le regole del gioco, mentre il talento lirico di Kendrick Lamar ha riacceso i riflettori sulla West Coast. Ma soprattutto un nuovo sottogenere del rap, la trap, ora riempie le piste dei club e gli artisti provenienti dal Sud degli Stati Uniti, aree da sempre marginalizzate, dominano costantemente le vette delle classifiche mondiali. Tra vari stili e tendenze, gli anni dal 2000 in avanti sono stati una montagna complicata da scalare per la cultura Hip Hop americana. Questo secondo libro de "La storia del rap" è il racconto di un'arrampicata ardua, temeraria, scandalosa a volte, ma comunque sempre appassionante.

Autotune

MaRue; Piacenza Davide
Bompiani 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La storia della potente new wave del rap - la trap, nata in Usa negli anni duemila e diffusasi rapidamente in tutto il mondo - è una storia di melting pot, di contaminazioni culturali, di periferie e di seconde generazioni. Il musicista che l'ha reinterpretata e importata in Italia si chiama Maruego, anzi MaRue, come si è di recente ribattezzato. Scoperto da Gué Pequeno, a partire dalla sua hit "Cioccolata" del 2014 sviluppa una proposta musicale nuova e ambiziosa che nel giro di pochi anni rinnova sonorità e linguaggi dell'hip hop, aprendo la strada a una intera generazione di artisti. È stato il primo a sperimentare l'uso massiccio dell'"autotune". Il suo sound unisce il rap all'elettronica e a influenze di provenienza globale, dalla raï algerina alla trap francese. Le sue rime mescolano l'italiano, il francese, l'arabo e lo slang americano, al servizio di un'inventiva linguistica vulcanica che gli ha guadagnato l'attenzione anche dell'Accademia della Crusca. In questo libro MaRue racconta la sua vita, una vicenda accidentata e romanzesca che è il cuore della sua ispirazione artistica. Dall'infanzia vissuta tra Casablanca e Milano negli ambienti malavitosi all'ombra di un genitore violento, rapito dal padre e salvato dall'amore della madre Nadia, all'adolescenza difficile in una Milano multietnica ma ancora lontana dall'integrazione. E poi l'amicizia e gli esordi con Ghali e Sfera Ebbasta, l'hashish, gli arresti, la gavetta in macelleria e il sogno della musica, le collaborazioni con i più grandi nomi della scena italiana - tra cui Fabri Fibra, Emis Killa, Jake La Furia - fino alla crisi e alla rinascita.

Walk This Way. La subcultura Hip...

Nigrisoli Simone
Europa Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

13,90 €
Nessun genere musicale è mai riuscito a creare così tanta arte e cultura al di fuori del suo contesto, come ha fatto il rap. Questo è stato possibile grazie al fatto che la musica rap affonda le sue radici in una formidabile "subcultura", nata a New York agli inizi degli anni Settanta e poi diffusasi in tutto il mondo dalla metà degli anni Ottanta in poi. Partendo dalle fondamenta di questo fenomeno culturale, o meglio, "subculturale", il saggio di Simone Nigrisoli mette in luce gli aspetti e i processi che hanno portato l'Hip Hop a rappresentare uno dei movimenti musicali (e non solo) più interessanti degli ultimi quarant'anni. Dai suoi primi passi, mossi nei sobborghi delle metropoli americane, fino al suo approdo in Europa e in gran parte del mondo. Contiene interviste esclusive a Ice One, Assalti Frontali e Rula (ATPC).

Hip-hop family tree. Vol. 3: 1983-1984

Piskor Ed
Panini Comics 2017

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Con rigore documentaristico unico, Ed Piskor racconta l'ascesa del rap nel mainstream. Intrecciando vicende personali dei protagonisti del genere e analisi sull'industria, l'autore traccia una storia che ha ispirato il telefilm The Getdown. In questo numero, fra gli altri, appaiono i Run-DMC, KRS-ONE, i Public Enemy, Ice-T e i Beastie Boys.

Hip-hop family tree. Vol. 4: 1984-1985

Piskor Ed
Panini Comics 2017

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Con rigore documentaristico e verve da raconteur, Ed Piskor racconta con passione la nascita dell'hip hop, intrecciando le vicende personali dei protagonisti e la storia di un'industria che, da fenomeno locale nato nel Bronx, conquista il mondo e l'immaginario pop. In questo numero, appaiono Will Smith, Rakim, le Salt-n-Pepa, Biz Markie e Dr. Dre.

Numero zero. Alle origini del rap...

Bisi Enrico
Feltrinelli 2016

Disponibile in 3 giorni

12,90 €
Negli anni novanta, l'onda del rap si propaga da oltreoceano e arriva in Italia generando un sottobosco di esperienze artistiche e musicali che, sebbene inizialmente fossero conosciute solo dagli estimatori del genere, arrivano ben presto al grande pubblico. Nel 1994 esce SxM dei Sangue Misto, l'album che più di tutti segnerà quel periodo. Fino al 1999 è un fiorire di gruppi e artisti sotto la luce dei riflettori di tutti i media. Poi, progressivamente, il buio. Già nel 2002 inizia un'altra fase del rap. Alcuni protagonisti di spicco del decennio precedente abbandonano la scena, altri resistono fino a diventare, nel presente, artisti di riferimento per due generazioni di pubblico. "Numero Zero" racconta la golden age dell'Hip Hop italiano attraverso la voce dei suoi protagonisti: una lezione impressa nella storia di questa musica e una riflessione sul presente, grazie al coinvolgimento di un narratore d'eccezione: Ensi.

Hip-hop family tree. Vol. 1: Dagli...

Piskor Ed
Panini Comics 2016

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Con uno stile divulgativo e brillante Ed Piskor (WIZZYWIG) ci porta con sé in un viaggio che ripercorre la nascita e la diffusione di un movimento culturale che ha cambiato la scena musicale (e non) del mondo! L'intera storia della old school sviscerata passo dopo passo con un ritmato carosello di personaggi carismatici ed eventi in costante bilico tra la musica e le lotte tra gang. La metà degli anni 70 è stato un periodo cruciale per la storia della musica. Dai resti della British Invasion nuovi sound si stavano imponendo sulla scena partendo questa volta dalle strade di New York. Sono gli anni della New Wave, che sta per spiccare il volo dai fumosi palchi del CBGB a Manhattan, e della nascita della Disco Music. I nuovi impienti HiFi si mettono alla prova con The Dark Side of the Moon e gli Eagles stanno per comporre la canzone che avrebbe tenuto compagnia a uno sterminato numero di viaggiatori, negli anni a venire.

Fare il rap

Yamanouchi Taiyo
Audino 2015

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Partendo dall'assunto che è inconcepibile e forse quasi blasfemo tentare di "manualizzare" una disciplina che nasce dalla strada e che si apprende solo sul campo, con il contatto diretto e il confronto con gli altri rapper, questo libro si propone di sintetizzare poche indiscutibili regole. La scansione del tempo, l'impostazione vocale, la grammatica e le dinamiche del racconto, cioè regole che sono trasversali al genere rap perché valide anche per le altre forme di scrittura musicale odi narrazione in assoluto. Il valore aggiunto è rappresentato dall'esperienza, maturata in anni di attività, che l'autore, esponente della scena italiana, mette, a disposizione. Il manuale non offre risposte esaustive e assolute certezze, ma umilmente propone un punto di vista concreto e fondato. E, per non cadere nella trappola dell'univocità, è colorato dagli interventi di vari rapper - Bassi Maestro, Gemitaiz, Ghemon, Jesto, Johnny Marsiglia, Kiave, Madbuddy, Mecna, Mistaman, Musteeno, Nitro, Shade, Stokka, Tormento, Turi e Willie Peyote -, che contribuiscono ad ampliare lo spettro dell'analisi suggerendo la vastità della materia e la varietà degli angoli da cui può essere affrontata. Ulteriore punto di forza del libro è il rimando continuo ai brani rap (disponibili sul sito della casa editrice), utili a formare un "bagaglio" di ascolti formativi e ad associare la propria sensazione alla teoria esposta.

Strade strappate. Storia rappata...

Cegna A. (cur.); Villaci M. (cur.)
Agenzia X 2015

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
L'hip hop non conosce limiti, è cresciuto insieme all'invasione delle nuove tecnologie e in parallelo alle grandi migrazioni del presente, ha contaminato tutte le espressioni artistiche ed è praticato da moltissimi giovani: dalle minoranze etniche ai nativi di favela e banlieue. Se negli Stati Uniti, in Francia e Inghilterra si sono festeggiati i quarant'anni di attività, in Italia la storia dell'hip hop non solo è più recente, ma anche meno narrata. Diventato da qualche anno un fenomeno di massa, l'hip hop con la rima in italiano può invece vantare una lunga e avventurosa fase di sperimentazione e uno stile specifico che continua a proliferare. "Strade strappate" è un libro a più voci sulle origini e sul presente della scena con molti protagonisti di diverse provenienze geografiche e artistiche. Un vero e proprio open mic su carta per provare a tratteggiare un percorso storico e rispondere ad alcune domande cruciali. Perché in Italia ci siamo svegliati così tardi? Come sono cambiati i luoghi, i palchi e la fruizione in questi ultimi anni? È possibile individuare i pescecani nostrani che sfruttano l'onda per spartirsi il bottino?

Nuovo rap italiano. La rinascita

Bandirali Luca
Stampa Alternativa 2013

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Il rap italiano è oggi sulla bocca e nelle orecchie di tutti. I nostri rapper sono in cima alle classifiche di vendita e rappresentano gli esponenti di un nuovo divismo. Il libro di Bandirali si assume il compito di ricordare da dove arriva questo rap, che strada ha fatto per scalare la vetta, quali sono i suoi veri e falsi idoli. Anno per anno, dal 2013 della definitiva affermazione di Fabri Fibra, Marracash, Club Dogo e dell'arrembante scalato dei giovanissimi Emis Killa e Fedez, si procede controcorrente, a ritroso, verso le origini di questa seconda ondata di musicisti: in quel periodo cruciale fra XX e XXI secolo, quando il rap italiano sembrava finito come una qualsiasi moda e invece, come nella leggenda della Fenice, rinasce dalle proprie ceneri. Accanto alla cronaca di questi anni, 100 schede dei migliori brani del Nuovo Rap Italiano, e quattro interviste ad alcuni protagonisti - Dargen D'Amico, Don Joe dei Club Dogo, Baby K e Ghemon - oltre a una galleria di ritratti fotografici realizzati da Andrea Laudisa.

Dietrologia. I soldi non finiscono mai

Fabri Fibra
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2013

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Non un romanzo né l'ennesima inutile autobiografia di un vip. Chi lo ha scritto è il protagonista indiscusso della scena rap nel nostro Paese, Fabri Fibra, pluri-disco di platino. Lo ha scritto per dire che il rap, musica della ribellione e dell'emancipazione ovunque, da noi risuona a vuoto, trovando un terreno sterile per il proprio messaggio. Perché? Il problema è l'Italia, Paese che ha la delirante pretesa di paragonarsi ad altre realtà socialmente avanzate, come la Francia, l'Inghilterra o gli Stati Uniti, ma è dominato da una generazione di vecchi che hanno schiacciato i giovani, hanno ucciso la creatività, hanno ipnotizzato le menti. È un "matrix", come lo definisce Fibra, una palude nella quale gli italiani sono felicemente intrappolati. I settantenni che non mollano il potere. Il mercato del lavoro blindato: o fai il mestiere di tuo padre (che faceva quello di suo padre), o non fai nulla. Una generazione persa nel web, le mamme che rovinano le figlie pensando che l'unica strada possibile passi per la seduzione, o meglio per la prostituzione. I grandi tabù: parlare di soldi, fare soldi, avere successo. La passione nostrana per le scorciatoie e per la contraffazione. In Italia basta apparire. Un unico sport, il calcio, canzoni e film tutti uguali, uomini e donne come clonati dalla tv. Nessuna possibilità di scegliere davvero. Prefazione di Marco Travaglio.

Louder than a bomb. La golden age...

U.net
Agenzia X 2012

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Durante la golden age la musica divenne impegnata, rumorosa, esplicita nelle proprie affermazioni e richieste. In quel periodo il rap voleva richiamare l'attenzione sui problemi e scatenare una presa di coscienza. "Louder than a bomb" è un viaggio attraverso le origini e l'esplosione della golden age dell'hip hop, il periodo in cui da cultura underground radicata nell'ambiente urbano divenne un fenomeno mainstream, con largo seguito nelle aree suburbane. Il volume raccoglie una serie di racconti orali dei protagonisti e alcuni brevi saggi introdotti da una cronologia su politica, moda, sport e cinema dell'America nera degli anni ottanta, ed è completato da una panoramica sulla scena londinese che mette in risalto il primo impatto dell'hip hop in Europa. u.net con il suo stile narrativo sincopato costruisce un collage di immagini, digressioni, salti temporali, agganci e aperture per presentare i diversi argomenti, come in un cut & paste di una produzione rap. Il suo obiettivo è sempre quello di fornire al lettore gli strumenti utili a comprendere un movimento culturale in rapporto alla complessità del periodo storico. Partecipano: Melvin Van Peebles, Last Poets, Kool Herc, Keith Haring, Patti Astor, Rick Rubin della Def Jam, Run DMC, Just Ice e Chuck D dei Public Enemy e molti altri.

Can't stop won't stop....

Chang Jeff
ShaKe 2009

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Con uno stile avvincente, degno del miglior giornalismo anglosassone, Jeff Chang racconta l'evoluzione della musica rap e della cultura hip-hop. A partire dalle sue origini giamaicane negli anni sessanta e ai suoi primi vagiti nelle feste di caseggiato nel Bronx, il rap ha raggiunto in pochi anni una dimensione di largo consumo popolare. I passaggi che caratterizzano la storia di questa musica così popolare sono illustrati ripercorrendo la parabola dei diversi stili, i tanti DJ, MCs, b-boy che hanno lasciato un segno importante sulla musica, il graffitismo, il ruolo dell'ideologia nazionalista nera, i single e gli album più importanti, oltre alle feste di strada che hanno dato forza al movimento radicandolo fin da subito nella consapevolezza della gente.

Flow of sounds. Musica e diaspora...

Midolo Elena D.
Liguori 2009

Disponibile in 5 giorni

25,49 €
L'opera affronta alcune grandi questioni relative al rapporto fra trasformazioni sociali e mondi culturali nel nostro tempo. L'autrice adotta un approccio multifocale, che cerca di integrare la riflessione sulla cultura hip hop contemporanea con un contributo che intende intercettare l'emergenza di nuove formazioni identitarie nella Gran Bretagna del nuovo millennio. A tal fine viene analizzata l'esperienza di produzione e di fruizione di rap islamico da parte dei figli della diaspora asiatica, giovani musulmani britannici che la più recente riflessione sociologica definisce BrAsian. L'opera ripercorre la vicenda diasporica della comunità BrAsian musulmana seguendo le rotte e i flussi che collegano l'Occidente all'Oriente, l'Atlantico all'Indiano e che disegnano una nuova mappa del mondo globalizzato nell'era postcoloniale.

Resistenza rap. Musica, lotta e...

Carlo Francesco «Kento»
Round Robin Editrice 2020

Non disponibile

12,00 €
Il rap non è solo contratti milionari e ostentazione. Kento racconta la strada più difficile e più autentica che porta al palco, quella della musica come strumento di cambiamento personale e sociale. Racconti di viaggio ma anche consigli per chi si avvicina a questo genere e aneddoti sulle tecniche di scrittura: un vero e proprio manuale del rap di lotta.

Hip hop

Ferrari Paolo
Giunti Editore 2019

Non disponibile

6,90 €
Oggi l'hio hop non è solo questione di musica, m più in generale di cultura, di stile di vita, con estensioni che arrivano al cinema, alle arti visive, alla poesia. Un libro ricco di illustrazioni, copertine, locandine e immagini di un modno colorato e viv

Sulla lingua del rap italiano....

Miglietta Annarita
Cesati 2019

Non disponibile

15,00 €
L'approccio integrato quali-quantitativo applicato in questo volume si propone come prima prova, sperimentale, di un metodo che promette di essere particolarmente produttivo nell'analisi di testi rap. Lo studio è stato condotto su sette album di Caparezza, «un autore-artista esponente originale, pressoché atipico, del rap italiano», come lo definisce Alberto Sobrero nella prefazione. L'analisi quali-quantitativa, entrando in profondità nella struttura linguistica (semantica e pragmatica) dei testi - esaminati prima singolarmente poi comparativamente - cerca di definirne, in termini di distanza/vicinanza e di analogie/differenze, l'universo ludico-linguistico e i molteplici, apparentemente eterogenei, snodi tematici, a due livelli: al primo con il rilevamento e la valutazione delle tipicità (argomenti, rime, giochi di parole, paragoni arditi e metafore azzardate, ben centrati samples) di sette album e della loro varietà intra-intertestuale, al secondo con misurazioni matematico-statistiche che giustificano valutazioni non meramente impressionistiche.

Swag negro. Non ce la fa nessuno

Bello Figo; Gangitano C. (cur.); Boggione M. (cur.)
Rizzoli 2018

Non disponibile

17,00 €
Negli ultimi anni non c'è stato in Italia un personaggio più discusso di Bello Figo. Con le sue rime che non possono lasciare indifferenti, ha suscitato odio ed entusiasmo, si è preso elogi e insulti. Ma che cosa vuole dirci davvero con il suo rap? Per rispondere ai fan ma anche ai detrattori, Bello Figo ha raccolto qui le pagine sparse del suo diario, scritto dall'esordio nel 2012 a oggi... L'originalità di un artista come Bello Figo han colpito l'immaginazione di 10 protagonisti della pop art contemporanea (Felipe Cardeña, De Molfetta, Max Ferrigno, Massimo Giacon, Pao, Pablo Pinxit, Laboratorio Saccardi, Squaz, Gigi Tarantola e Marco Teatro) che contribuiscono a questo libro con 20 tavole inedite dedicate a lui e alle sue canzoni.

Eminem

Lo Vecchio 2017

Non disponibile

7,75 €

FAQ. A domanda rispondo

Fedez
Mondadori 2016

Non disponibile

18,00 €
Fedez fa il suo esordio in libreria con un'idea innovativa nata in collaborazione con una start up. Dai suoi canali sui social network, che contano oltre due milioni di iscritti, ha lanciato un messaggio ai suoi fan: "Sono qui per presentarvi un nuovo progetto: andate sul sito di eFanswer e fatemi delle domande. Potete chiedermi tutto quello che volete. Dalle vostre domande e dalle mie risposte verrà creato un libro. È molto interessante perché non si sa quello che verrà fuori ... ". La comunità dei fan si sostituisce così al classico giornalista o ghostwriter, per creare assieme a Fedez un libro che va oltre la solita autobiografia e ha lo spirito e lo stile del suo autore.

Hip hop stylography. Da cultura di...

Piazza A. (cur.)
24 Ore Cultura 2016

Non disponibile

22,90 €
Non solo musica, non solo moda, non solo danza, ma tutto questo e molto di più: un ricco tributo all'universo dell'hip hop, imponente fenomeno sociale e culturale. La guida completa all'immaginario hip hop dalla musica al cinema, dalle sneakers ai tatuaggi, dalla strada alle passerelle.

Vai mo. Storie di rap a Napoli e...

Bove Antonio
Monitor 2016

Non disponibile

15,00 €
Dai primi nuclei di b-boys fino al recente successo di Clementino, dalle piazze del centro storico fino ai quattro angoli della periferia. Una breve storia del rap di Partenope, narrata dalla voce dei suoi protagonisti. Le vicende di un movimento artistico, ma anche trent'anni di vita cittadina, ai margini della "storia ufficiale".

Hip-hop family tree. Vol. 2: 1981-1983

Piskor Ed
Panini Comics 2016

Non disponibile

22,00 €
Continua la storia dell'hip hop, raccontata da Ed Piskor in un volume extralarge. Il secondo capitolo copre il triennio 1981-1983, dagli exploit di Grandmaster Flash ai primi successi dei Run DMC, di Dr. Dre e dei Beastie Boys. Apparizioni a sorpresa di Henry Rollins, Danzig e Notorious B.I.G.!

Fattore H. Slalom di un disabile...

Nigretti Tyrone
Rizzoli 2015

Non disponibile

15,00 €
Una madre alcolizzata e tossicodipendente desidera un figlio, forse con la speranza di uscire dal tunnel della droga. Un uomo fa perdere le sue tracce perché non vuole assumersi le sue responsabilità. Un eroinomane malato di AIDS che entra ed esce dalla galera decide invece di fare da padre. Un bambino nasce dopo cinque mesi e mezzo di gestazione e due settimane più tardi ha un ictus che lo costringerà sulla sedia a rotelle per sempre. Vivono in una grande città, in un quartiere di periferia dove nessuno è pulito, e si finisce al gabbio per arrivare a fine mese. Finzione? No, è la vita di Tyrone Nigretti, un ventenne abbastanza incazzato che racconta la sua storia con la rabbia, l'ironia e la lucidità che ha dovuto sviluppare per difendersi dai pregiudizi e dalle discriminazioni che il mondo ancora riserva a chi, come lui, possiede il "fattore H". H di handicap, ma anche di hip hop, la passione che gli ha salvato la vita, insegnandogli a rialzare sempre la testa e gridare: "Ci sono!". Il suo diario è una testimonianza disincantata sulla disabilità, ma anche il racconto struggente di un'adolescenza impossibile e delle difficoltà di crescere e diventare uomini.

Dura lex. La legge non è uguale per...

Sciotto Armando Chicoria
Nobook 2015

Non disponibile

9,90 €
"Chi parla è Chicoria, 'Dura lex' è la biografia, ovvero: quando una vita è meglio di un libro. 'Dura lex' è il racconto di un percorso difficile, amaro, eccessivo, di un'esistenza ai limiti in una società ritratta attraverso la musica rap e i sobborghi di Roma, il degrado e la ribellione. Dura lex è una storia controversa che non ha bisogno di essere romanzata, patinata, per esser resa interessante, lo è già: il writing, lo spaccio, l'hip hop, gli abissi della droga, il carcere, le scene dei concerti. Chicoria non ha il fascino finto romantico da radical chic che deve annegare il dolore dove problema non c'è. Perché Armando aka Chicoria è una persona vera, coraggiosa, 'de core', nel paradosso di una vita fuorilegge. Perché la legge non è uguale per tutti. Le sue liriche sono poesia, trasudano violenza, dolore e sangue, ma anche pensieri raffinati che sanno spiazzare. Perché come sempre l'apparenza inganna. Ma Chicoria no."

Hip-hop family tree. Vol. 1

Piskor Ed
Panini Comics 2015

Non disponibile

22,00 €
Ed Piskor (Wizzywig) rivisita in maniera accurata, enciclopedica ed esplosiva le vicende della "old school" in un volume essenziale e appassionante che racconta la nascita della forma d'arte americana che ha cambiato il mondo. "Hip Hop Family Tree" (originariamente serializzato online sul sito Boing Boing) bombarda il lettore di vignette colme di dettagli ossessivamente autentici, facendolo viaggiare fra i parchi e le sale da ballo del South Bronx, fino alle discoteche, agli studi di registrazione e alle stazioni radiofoniche dove tutto è iniziato. Nella storia, si dà spazio non solo alle magnetiche personalità e alle potenti performance delle star che hanno dato vita al genere, come i leggendari Grandmaster Flash, Afrika Bambaataa, Kurtis Blow, DJ Kool Herc e la Sugarhill Gang, ma anche alle vicende di non meno carismatici prime mover che hanno agito dietro le quinte, come Russell Simmons, Sylvia Robinson e Rick Rubin. Il volume racconta l'incontro del famoso artista di graffiti Fab Five Freddy con celebrità come Debbie Harry, Keith Haring e Jean-Michel Basquiat, nel momento in cui la musica e la cultura hip hop iniziano a farsi strada verso Manhattan, conquistando prima New York e poi tutto il mondo.

La cultura hip hop

Bazin Hugues; Versienti F. (cur.)
Salento Books 2015

Non disponibile

19,00 €
L'hip hop è indissociabile dal contesto urbano: lo si può considerare una risposta a un ambiente più o meno ostile, quello dei grandi centri urbani segnati dalla crisi e dalla disgregazione sociale. Esso appartiene al genere delle "culture di strada", che stimolano "movimenti" in reazione alle condizioni di vita imposte da un certo tipo di ambiente. Negli Stati Uniti parleremmo di lotta per la sopravvivenza, in Francia di "integrazione", ma in entrambi i casi l'hip hop risponde a una funzione particolare rispetto all'ambiente sociale nel quale è immerso: la funzione di adattamento, protezione e trasformazione di un determinato contesto sociale e culturale.

Fare il rap

Yamanouchi Taiyo
Audino 2015

Non disponibile

12,00 €
Partendo dall'assunto che è inconcepibile e forse quasi blasfemo tentare di "manualizzare" una disciplina che nasce dalla strada e che si apprende solo sul campo, con il contatto diretto e il confronto con gli altri rapper, questo libro si propone di sintetizzare poche indiscutibili regole. La scansione del tempo, l'impostazione vocale, la grammatica e le dinamiche del racconto, cioè regole che sono trasversali al genere rap perché valide anche per le altre forme di scrittura musicale odi narrazione in assoluto. Il valore aggiunto è rappresentato dall'esperienza, maturata in anni di attività, che l'autore, esponente della scena italiana, mette, a disposizione. Il manuale non offre risposte esaustive e assolute certezze, ma umilmente propone un punto di vista concreto e fondato. E, per non cadere nella trappola dell'univocità, è colorato dagli interventi di vari rapper - Bassi Maestro, Gemitaiz, Ghemon, Jesto, Johnny Marsiglia, Kiave, Madbuddy, Mecna, Mistaman, Musteeno, Nitro, Shade, Stokka, Tormento, Turi e Willie Peyote -, che contribuiscono ad ampliare lo spettro dell'analisi suggerendo la vastità della materia e la varietà degli angoli da cui può essere affrontata. Ulteriore punto di forza del libro è il rimando continuo ai brani rap (disponibili sul sito della casa editrice), utili a formare un "bagaglio" di ascolti formativi e ad associare la propria sensazione alla teoria esposta.

Il rap spiegato ai bianchi

Costello Mark; Wallace David Foster
Minimum Fax 2014

Non disponibile

12,50 €
All'inizio degli anni Novanta, uno scrittore destinato a diventare autore di culto e un giovane avvocato di Boston, uniti da un insospettabile amore per il rap, si improvvisano critici musicali: da osservatori consapevolmente esterni (bianchi, benestanti, laureati) rispetto a un universo dichiaratamente settario, ne forniscono un'analisi originale, profonda e provocatoria, demolendo gli stereotipi della critica ufficiale e affrontando di petto gli aspetti più controversi dell'industria musicale, del potere politico, della questione razziale e il tema dei rapporti fra rap e cultura alta. Introduzione di Frankie hi.nrg.

Dura lex. La legge non è uguale per...

Sciotto Armando Chicoria
Nobook 2014

Non disponibile

9,90 €
"Chi parla è Chicoria, 'Dura lex' è la biografia, ovvero: quando una vita è meglio di un libro. 'Dura lex' è il racconto di un percorso difficile, amaro, eccessivo, di un'esistenza ai limiti in una società ritratta attraverso la musica rap e i sobborghi di Roma, il degrado e la ribellione. Dura lex è una storia controversa che non ha bisogno di essere romanzata, patinata, per esser resa interessante, lo è già: il writing, lo spaccio, l'hip hop, gli abissi della droga, il carcere, le scene dei concerti. Chicoria non ha il fascino finto romantico da radical chic che deve annegare il dolore dove problema non c'è. Perché Armando aka Chicoria è una persona vera, coraggiosa, 'de core', nel paradosso di una vita fuorilegge. Perché la legge non è uguale per tutti. Le sue liriche sono poesia, trasudano violenza, dolore e sangue, ma anche pensieri raffinati che sanno spiazzare. Perché come sempre l'apparenza inganna. Ma Chicoria no."

Hip Hop Italia. Il rap italiano...

Bernabei Fabio
Imprimatur 2014

Non disponibile

9,50 €
Il lungo cammino dell'hip hop italiano dal pionieristico rap di Jovanotti alla consacrazione commerciale dei Club Dogo e di Fabri Fibra, fino all'emergere delle nuove rapstar. Gli artisti, le posse, le trasmissioni radiofoniche e televisive, i brani, le produzioni underground, i contest e gli eventi che hanno fatto la storia del movimento dagli anni Ottanta a oggi.

Cinema in rima. La messa in scena...

Gricinella Luca
Agenzia X 2013

Non disponibile

13,00 €
La cultura hip hop e le ambientazioni periferiche hanno caratterizzato l'esplosione del cinema afroamericano negli anni novanta. I produttori hollywoodiani oggi si contendono soggetti ispirati alle vite di Eminem, 50 Cent, Notorious B.I.G. o Tupac. Le stor

Rapropos. Il rap racconta la Francia

Gricinella Luca
Agenzia X 2012

Non disponibile

13,00 €
Preso di mira dai politici, denigrato dalla stampa, temuto dalla classe media, boicottato dall'estrema destra, corteggiato dal cinema e citato dalla letteratura. In Francia da oltre vent'anni il rap è il genere musicale che anima maggiormente il dibattito

Dietrologia. I soldi non finiscono mai

Fabri Fibra
Rizzoli 2011

Non disponibile

16,00 €
Non un romanzo né l'ennesima inutile autobiografia di un vip. Chi lo ha scritto è il protagonista indiscusso della scena rap nel nostro Paese, Fabri Fibra, pluri-disco di platino. Lo ha scritto per dire che il rap, musica della ribellione e dell'emancipazione ovunque, da noi risuona a vuoto, trovando un terreno sterile per il proprio messaggio. Perché? Il problema è l'Italia, Paese che ha la delirante pretesa di paragonarsi ad altre realtà socialmente avanzate, come la Francia, l'Inghilterra o gli Stati Uniti, ma è dominato da una generazione di vecchi che hanno schiacciato i giovani, hanno ucciso la creatività, hanno ipnotizzato le menti. È un "matrix", come lo definisce Fibra, una palude nella quale gli italiani sono felicemente intrappolati. I settantenni che non mollano il potere. Il mercato del lavoro blindato: o fai il mestiere di tuo padre (che faceva quello di suo padre), o non fai nulla. Una generazione persa nel web, le mamme che rovinano le figlie pensando che l'unica strada possibile passi per la seduzione, o meglio per la prostituzione. I grandi tabù: parlare di soldi, fare soldi, avere successo. La passione nostrana per le scorciatoie e per la contraffazione. In Italia basta apparire. Un unico sport, il calcio, canzoni e film tutti uguali, uomini e donne come clonati dalla tv. Nessuna possibilità di scegliere davvero. Prefazione di Marco Travaglio.

Pelleossa. Con CD Audio

Vacca Alessandro
Chinaski Edizioni 2011

Non disponibile

18,90 €
Un'infanzia difficilissima, segnata dall'abbandono del padre e dalla povertà. Un'adolescenza trascorsa fra Quarto Oggiaro e il Muretto di Milano insieme ai Club Dogo e a tanti altri Mc che hanno dato forma e sostanza alla cosiddetta "scena milanese". La lunga gavetta, il sogno di farcela con la musica. E poi i dischi, le donne, le droghe, il successo e il trasferimento a Kingston. Alessandro Vacca, in arte Vacca o Vaccaman, è uno dei rapper italiani più seguiti e conosciuti del momento, con concerti sold out, dischi venduti e una produzione musicale ricca e in continuo aggiornamento. In questa biografia assolutamente selvaggia il rapper, insieme a F.T.Sandman - stradaiolo scrittore che ben conosce le jamaican sensation racconta in maniera cruda, brutale ma anche ironica, la sua incredibile vita, un percorso umano ed artistico che a colpi di rime lo ha portato dalla sofferenza del ghetto milanese e della fame vera alla conquista dei principali palchi italiani.