Politiche del governo locale

Filtri attivi

Controcorrente. Un viaggio nel...

Mazzeo Antonio
Pacini Editore 2019

Disponibile in 10 giorni

10,00 €
Per molti giovani nascere al sud significa essere messi di fronte alla scelta obbligata di andare a cercare il futuro altrove. Antonio Mazzeo è stato uno di questi e il suo viaggio "controcorrente" lo ha portato a Pisa prima da studente universitario, poi da imprenditore e infine da politico. Tra voglia di cambiamento e resistenze, soddisfazioni e delusioni, questo libro racconta una idea di Toscana che, ben salda sui valori della sua storia e della sua tradizione, sappia innovarsi per guardare al presente ma soprattutto al futuro: dal lavoro all'ambiente, dalla sanità alle infrastrutture, dalla sicurezza all'innovazione sono tante le sfide iniziate in questi anni che chiedono ora di essere portare a compimento. Prefazione di Simona Bonafè.

Nati alle 3e32. L'Aquila, cronache...

Comitato 3e32 (cur.)
Round Robin Editrice 2019

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Subito dopo il terremoto del 6 aprile 2009 un gruppo di attivisti, donne e uomini aquilani, si è impegnato per dare vita a un movimento che rivendicava trasparenza e partecipazione della popolazione nel processo di ricostruzione. Quella ricostruzione che dopo dieci anni è lungi dall'essere completata. Sono loro gli autori di questo libro inchiesta che torna a far luce su quella terribile notte e su quello che è accaduto dopo. Sono quelli del "Yes we camp" durante il G8, del "Popolo delle Carriole", delle manganellate ricevute a Roma sotto casa di Berlusconi, di CaseMatte e del Comitato 3e32... Una comunità intera che ha provato a tutelare la propria città mentre le priorità politiche diventavano altro, giorno dopo giorno, governo dopo governo. Il cuore del centro Italia: uno dei suoi centri storici più belli, trasformato in una città fantasma. Solo alcune zone dell'Aquila hanno davvero ripreso vita, mentre gran parte del suo centro storico fatica a sembrare tale. Ma qualcuno non si è arreso e non si arrende ancora: finalmente un libro che prova a raccontare come sono andate veramente le cose. Con un contributo di Sabina Guzzanti e la Prefazione di Diego Bianchi "Zoro".

Ritorno alla vita. Conoscere,...

Cognetti Francesco; Boldrini Mauro
Guerini e Associati 2019

Disponibile in 3 giorni

16,50 €
Una buona amministrazione a livello non solo nazionale ma anche locale, insieme all'innovazione terapeutica, può migliorare i risultati della lotta contro il cancro. Questo libro contiene le interviste ad autorevoli rappresentanti delle istituzioni (presidenti di Regione e sindaci), con un obiettivo fondamentale: capire cosa può essere realizzato concretamente dalle amministrazioni per tutelare la salute danneggiata, ad esempio, dall'inquinamento, dall'assenza di piste ciclabili, da stili di vita scorretti e per risolvere problemi diventati strutturali nella sanità italiana come le lunghe liste di attesa, le migrazioni sanitarie e la scarsa adesione ai programmi di screening soprattutto al Sud. Gli obiettivi da perseguire in futuro vanno in queste direzioni: diminuzione dell'incidenza e della mortalità per cancro, miglioramento della qualità di vita dei pazienti e istituzione delle reti oncologiche regionali, che oggi sono completamente attive solo in alcune Regioni. Le risorse risparmiate grazie alla loro realizzazione potrebbero essere utilizzate per facilitare l'accesso di tutti i pazienti alle terapie innovative. Oggi, infatti, ad armi efficaci come la chemioterapia, la radioterapia e la chirurgia si sono aggiunte le terapie mirate e l'immunoterapia, permettendo di migliorare la sopravvivenza e garantendo una buona qualità di vita. Occorre intensificare sempre di più l'impegno nella lotta contro il cancro, che è innanzitutto una battaglia di civiltà. Prefazione di Eugenio Gaudio e postfazione di Evelina Christillin.

Grande come una città. Reinventare...

Raimo C. (cur.)
Edizioni Alegre 2019

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Quello che avete in mano è un libro che racconta - con la voce dei molti che l'hanno inventato, sostenuto, elaborato - un movimento politico inedito, plurale e in continua trasformazione. Un movimento nato in una periferia di una città sempre più in difficoltà, che ha portato centinaia di iniziative culturali in luoghi che per anni sono stati desertificati o lasciati al puro interesse commerciale. Un movimento che nella stagione dell'antipolitica - e nella città dove politica e corruzione vanno sempre a braccetto - immagina una forma per reinventare giorno per giorno un nuovo modo di fare politica. Il 5 settembre 2018 Christian Raimo, da poco diventato assessore alla cultura del Terzo Municipio di Roma, decide di fare una «Chiamata alle arti» chiedendo a chi ha voglia di dare una mano di creare un progetto culturale sul territorio. Rispondono centinaia di persone. In un anno seguono oltre trecento incontri e circa trenta gruppi di lavoro. Un'esperienza unica nel suo genere, un intreccio tra istituzioni e movimento, tra intervento culturale e insediamento sociale. Un percorso che ha sorpreso - ed esaltato - per prime le persone che l'hanno immaginato e che sono state coinvolte. Cos'è stata, cos'è, cosa può essere "Grande come una città"? Un progetto di rigenerazione culturale di un territorio periferico, un metodo di organizzazione dell'associazionismo dal basso, il tentativo di fare pedagogia pubblica in spazi informali? Queste le domande che i suoi stessi attivisti si pongono con contenuti e forme diverse, dalla testimonianza personale al saggio. Ognuno parte da sé, dai propri desideri, passioni e competenze, creando un insieme che non comprime ma valorizza le singolarità. Viene fuori la voglia di non limitare la parola politica a un sinonimo di governance, di ricostruire nei territori un senso di comunità e di far tornare la città un luogo di incontro, partecipazione e conflitto. Prefazione di Alessandro Portelli.

20 anni in Gran Consiglio

Celio Franco
Armando Dadò Editore 2019

Disponibile in 3 giorni

16,50 €
Senza pretese di completezza storico-scientifica, l'autore ripercorre la sua esperienza in Gran Consiglio spiegandone il funzionamento, come pure il significato di alcune definizioni che ai «non addetti ai lavori» possono apparire di difficile comprensione. Al termine di un ventennio di presenza granconsigliare, egli ha voluto tirare le somme di un periodo significativo della sua vita. Si è soffermato sui temi discussi nel Legislativo, per poi allargare lo sguardo ad altri avvenimenti che hanno caratterizzato le cronache cantonali dello stesso periodo.Nessuno si aspetti rivelazioni sensazionali né chissà quali segreti. Il libro intende semplicemente illustrare i meccanismi che reggono il lavoro parlamentare e, qua e là, la personalità di coloro che hanno avuto un ruolo di primo piano nella politica cantonale di questo primo scorcio di secolo. Lo fa senza nascondere le sue opinioni personali, né occultare i suoi giudizi, anche se non sempre positivi, su questo o quell'aspetto della vita pubblica ticinese.

Le borgate e il dopoguerra....

Morassut Roberto
Ponte Sisto 2018

Disponibile in 3 giorni

16,50 €
In questo libro, che aggiorna un lavoro di ricerca compiuto dall'autore alcuni anni fa, si ricostruisce il panorama politico, amministrativo e sociale della Capitale negli anni immediatamente successivi alla Liberazione. La ricerca abbraccia cinque anni: dalla costituzione della prima Giunta comunale. Guidata da Salvatore Rebecchini senza l'appoggio del Blocco del Popolo nel 1947 (e che anticipò la rottura nazionale all'interno della coalizione antifascista), fino alle elezioni comunali del 1952 che segnarono il primo momento di crisi del centrismo degasperiano, con il fallimento dell'Operazione Sturzo e una nuova fase di movimento e di dialogo tra la sinistra marxista ed i partiti laici che avrebbe preparato il clima nel quale sarebbe fallita anche la tentata riforma elettorale del 1953, proposta da De Gasperi: la cosiddetta "Legge Truffa". Con l'aiuto di fonti di archivio, della stampa dell'epoca, di testimonianze e di un'ampia bibliografia, l'autore costruisce un dettagliato mosaico della vicenda amministrativa della Capitale, del profilo sociale e del panorama politico di quegli anni.

Big family. Politiche a sostegno...

Pisani L. (cur.); Agenzia per la famiglia (cur.)
List 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
La famiglia è l'essenza primordiale della "comunità educante", è dalla famiglia che nasce quell'ideale di "cittadinanza attiva" che contribuisce al benessere di un'intera comunità. Ecco perché le politiche a sostegno delle famiglie sono un investimento sociale. Costoso? No, se si esce da un'ottica assistenziale e si entra in un modello di rete e di sistema. Questo libro racconta come si fa, partendo dalle innovative politiche familiari presenti in Trentino, oggi esportate in tutta Italia, fino ad arrivare agli altri Stati europei. Racconteremo ciò che manca e può essere migliorato per supportare i genitori che hanno fatto della natalità non una scelta eroica, ma un impegno bellissimo. Perché, nonostante un desolante inverno demografico, con le nascite ai minimi storici, ci sono famiglie che hanno quattro, cinque, sei, sette... dieci, undici, dodici figli e più. I genitori? Sono straordinariamente normali perché, raccontano, "fare i genitori è sempre un mestiere difficile, ma dal terzo figlio la strada è tutta in discesa".

Conversando con Fabrizio Barca....

Barca Fabrizio; Ricci Fabrizio
Ediesse 2018

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
La disuguaglianza è il peggiore nemico del tempo presente, rissa può assumere molte forme: c'è quella economica, quella sociale, ma c'è anche quella di «riconoscimento». L'Occidente è attraversato da queste faglie di disuguaglianza, che hanno una natura fortemente territoriale: faglie fra aree rurali e urbane, fra periferie e centri, fra città in decadenza e fiorenti. Se queste sofferenze non trovano la strada dell'avanzamento sociale, si trasformano in rabbia verso élites e istituzioni e in deriva autoritaria. L'Italia non fa eccezione. C'è una parte importante del Paese che avverte l'abbandono. Sta nelle periferie. E nell'Italia delle due «erre», rurale e rugosa, l'Italia delle aree interne. Qui si combatte una sfida tra innovatori e rentiers, ovvero quelle parti di classe dirigente locale più preoccupate di difendere rendite di posizione che di invertire il declino. Quando sono questi ultimi a vincere, per i giovani e gli innovatori le possibilità sono due: una è la fuga, l'altra è l'insubordinazione ai rituali del passato. Fabrizio Barca è un sostenitore convinto di questa seconda ipotesi. Perché per costruire una nuova stagione di avanzamento serve uno shock, affinché le aree interne possano diventare motore di nuovo sviluppo per l'Italia. Il cambiamento va però innescato attraverso un processo «rivolto ai luoghi», che parta cioè dall'azione delle comunità e dei cittadini organizzati, che, nel vuoto lasciato dai partiti, diventano i protagonisti. E l'insegnamento della travagliata esperienza aquilana, dopo il sisma del 2009. Ed è un metodo che, in forme diverse, vale anche per le grandi città, persino per Roma. Questo piccolo viaggio fatto di domande e risposte, tra aree interne, zone terremotate e degrado urbano, vuole provare ad offrire spunti per la costruzione di un progetto, certamente ambizioso, ma possibile. In cui una parte del paese è già impegnata.

Il «Patto per Catania». Cronaca di...

Resca Salvatore
Algra 2017

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
"Un sogno infranto". È la cronistoria di un movimento di società civile che diventa la storia di una città, dei suoi umori, delle sue speranze, delle sue sconfitte. La storia di un'esperienza racchiusa nell'arco di dieci anni, dal 1990 al 2000, che proietta le sue luci e le sue ombre sul presente di Catania, la "Milano del Sud" di una volta, ridotta, dai suoi cittadini e dai suoi amministratori, a una larva di città nei tempi in cui viviamo. Dal racconto, vivace e documentato, emergono i protagonisti di questa storia, alcuni scomparsi, alcuni sopravvissuti, altri ancora sulla scena. Emergono errori e illusioni, propositi e speranze il cui racconto, forse, potrà dire ancora qualcosa ai giovani, pochi, di questa generazione alla quale passiamo il testimone.

La scossa dello scarpone. Anatomia...

Pirozzi Sergio
Armando Editore 2017

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Il 24 Agosto 2016 una scossa di morte ha distrutto interi paesi, tra cui Amatrice. Ma il sisma ha riportato in superficie problematiche note a tutti quei piccoli comuni che sono la spina dorsale dell'Italia. Dopo quella paurosa notte di agosto, il cuore di Amatrice è tornato alla vita grazie alla straordinaria solidarietà che ci rende capaci di uno stesso sentire, rafforzando anche l'idea di appartenere ad un'Italia umana e con tanta voglia di riscatto. Gli scarponi della fatica e dell'impegno, uniti al cuore degli italiani, sono le chiavi di volta per una rinascita di tutto lo Stivale.

La politica generativa. Pratiche di...

Minervini Guglielmo
Carocci 2016

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
La vecchia politica non funziona più. Il paradigma tradizionale della concentrazione del potere e della sua gestione dall'alto è andato in frantumi. Lo Stato e il Partito non sono più sovrani e la società ha imparato a operare in autonomia, come un'immensa rete di scambi che innescano creativi processi di trasformazione. Se la politica vuole recuperare un ruolo efficace deve tradursi in un dispositivo che aiuta le persone a condividere una comune visione di futuro, valorizzando il loro capitale di energie e competenze, passioni e tempo: questa è la politica generativa che immagina l'autore, una piattaforma in grado di attivare il cambiamento e di incidere sul corso " degli eventi, sperimentando nuove pratiche di comunità. Ne sono testimonianza l'esperienza di governo della Regione Puglia dell'ultimo decennio, qui restituita nella forma di un'intervista, e, in appendice, la documentazione relativa al progetto "Bollenti Spiriti" per l'attivazione delle risorse giovanili, diventato un riferimento per molte politiche pubbliche regionali ed europee.

Pompei, Italia

Erbani Francesco
Feltrinelli 2015

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
"Pompei crolla", "Pompei inaccessibile e transennata", "Pompei ingovernabile". Titoli di cronaca, ogni giorno che passa sempre meno sorprendenti. Dietro questi titoli c'è una storia millenaria di arte, distruzione e archeologia. Ci sono secoli di scoperte, visite, fascino e leggende. Ci sono decenni di convivenza con un territorio sempre più urbano e sempre più degradato, con una popolazione di cui sono cresciuti sia i numeri sia i problemi, con uno Stato che ne ha fatte un po' di tutti i colori. Raccontare Pompei, come fa Francesco Erbani in questo libro, è meritorio di per sé, perché illumina un luogo in cui si giocano alcuni temi fondamentali del passato, del presente e del futuro dell'Italia: la gestione dei beni culturali tra emergenza e manutenzione, l'uso e l'abuso del territorio in un paese che ha la più alta densità di bellezza del mondo, l'importanza del turismo come volano economico e il rischio che lo stesso turismo distrugga invece di costruire. E così via. Ma raccontare Pompei, oggi, significa anche farsi rapire dalla forza delle metafore e delle allegorie, perché la città distrutta e sepolta dal Vesuvio diventa ben presto in questo libro di Erbani l'Italia intera: i problemi e le soluzioni tentate, i disastri accidentali e quelli colpevoli, il folto cast di personaggi che popola la scena (commissari e camorristi, archeologi e vescovi, artigiani e disoccupati) rimandano a un microcosmo che rispecchia perfettamente il macrocosmo italiano.

Le politiche regionali innovazione...

Ferrara Massimiliano
EGEA 2015

Disponibile in 3 giorni

48,00 €
Le politiche per l'innovazione sono da individuarsi oggi come elemento nodale per lo sviluppo socio-economico di un Paese. Non è infatti possibile concepire l'idea di progresso di un territorio in maniera disgiunta dalla sua capacità di produrre, elaborare e sfruttare le risultanze dell'attività di ricerca nei diversi ambiti di applicazione. Particolare rilevanza assume nel contesto italiano l'apporto delle regioni, enti territoriali ai quali è demandato l'onere di incentivare la nascita e il consolidamento di un framework per l'implementazione di politiche per l'innovazione che riverberino effetti positivi non circoscritti in via esclusiva all'ambito regionale ma in grado di impattare positivamente sullo sviluppo dell'intero Paese. Il volume si propone di indagare in maniera analitica lo stato dell'arte delle politiche regionali per l'innovazione e i loro risvolti: con un approccio evolutivo, si mira ad individuare il momento, il metodo e le ragioni che rendono possibile per le regioni il passaggio ad avanzati paradigmi e a innovative traiettorie di apprendimento, così da trarre, tra gli altri, il vantaggio della mitigazione del rischio di incappare in inefficienze strutturali dovute alla persistenza. Prendendo le mosse dalle linee di indirizzo comunitarie e nazionali, si giunge infine a fornire una lettura critica delle politiche oggetto d'analisi, anche attraverso opportune comparazioni tra le strategie attuate nelle diverse aree geografiche nazionali, senza tralasciare il confronto con altri Paesi...

L'età della condivisione. La...

Arena G. (cur.); Iaione C. (cur.)
Carocci 2015

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Siamo entrati nell'età della condivisione. Le pubbliche amministrazioni, le imprese e il terzo settore si stanno attrezzando per affrontare il cambiamento di paradigma in atto. Il libro offre un'impalcatura teorica e strumenti pratici, multidisciplinari, per interpretare e applicare il paradigma della condivisione che, influendo sulle istituzioni sociali, economiche e giuridiche del XXI secolo, ci consente, nell'interesse generale, di moltiplicare capacità e risorse.

1970-1980. I dieci anni che...

Teodorani Orio
Il Ponte Vecchio 2015

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Il libro propone 227 immagini di una città che avevamo praticamente rimosso, il grande paesone che cominciava appena a misurarsi con i processi di ammodernamento: una stasi sorprendentemente scardinata, nel 1970, dall'arrivo al governo della città del Partito Comunista, che in alleanza con il Partito Socialista di Unità Proletaria e con il Partito Socialista espresse una giunta guidata da Leopoldo Lucchi. Ne caratterizzarono l'azione una nuova politica di sviluppo economico, di riequilibrio territoriale, di risanamento ambientale, di potenziamento dei servizi per i cittadini, ciò che trasformò profondamente la città, migliorando sensibilmente le condizioni di vita dei Cesenati: un processo sorretto da un nuovo entusiasmo e dalla partecipazione attiva di gran parte della città.

Food and the cities. Politiche del...

Calori A. (cur.); Magarini A. (cur.)
Edizioni Ambiente 2015

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Dal 2008 più della metà della popolazione umana vive in città. Si tratta di un evento che non ha precedenti nella storia e che apre scenari nuovi anche per quanto riguarda la sostenibilità dei sistemi alimentari a scala locale, regionale e planetaria. Nei centri urbani si concentrano i maggiori consumi di cibo, ed è nelle città che si trovano i centri decisionali, le infrastrutture e le organizzazioni su cui convergono i sistemi alimentari dell'economia globalizzata. "Food and the Cities" racconta le esperienze di diverse città nel mondo come Almere, Amsterdam, Bristol, Gent, Londra, Malmò, Melbourne, Milano, New York, Toronto, San Francisco, Vancouver e decine di altre città. Ciascuna di esse ha adottato politiche sul cibo articolandole in termini di governance, produzione locale, accesso, educazione, riduzione degli sprechi e degli impatti, promozione dell'agroecosistema, fino ad arrivare a vere e proprie strategie urbane per il cibo. Con un 'introduzione di Giuliano Pisapia, Sindaco di Milano, e una prefazione di Giuseppe Guzzetti, Presidente della Fondazione Cariplo. Volume a cura di EStà Economia e Sostenibilità.

L'incompiuta. Protagonisti e...

Cardarelli Luigi
Historica Edizioni 2014

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Una storia che parte dall'esperienza di un quotidiano locale e attraversa l'evoluzione della città e della provincia parlando dei personaggi politici che hanno caratterizzato un nuovo "ventennio". Quello della Destra al governo, preceduta da una DC granitica, da una classe dirigente eliminata - ma non troppo - da "Tangentopoli". I rapporti tra l'editore Giuseppe Ciarrapico e i sindaci, tra questi e "Latina Oggi", il ruolo del giornale e quello di una realtà politica che arranca. Come una città capoluogo che resta incompiuta.

La scuola dell'autonomia...

Vidoni Claudio
Armando Editore 2013

Disponibile in 3 giorni

29,00 €
La riforma del secondo Statuto di autonomia dell'Alto Adige è posta da tempo all'ordine del giorno del dibattito politico. Un contributo al dibattito viene offerto dal volume che vuole ripercorrere il cammino della scuola dell'autonomia provinciale dal 1972 ad oggi. Dopo una sintesi storica, la scuola dell'autonomia di Bolzano è esaminata sotto il profilo statutario, ordinamentale e legislativo: dalla scuola in madre lingua dell'autonomia identitaria, alla scuola dell'autonomia dinamica, per cogliere, infine, i primi timidi passi della scuola della piena autonomia territoriale.

Non c'è Nord senza Sud. Perché la...

Trigilia Carlo
Il Mulino 2012

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Non avremo mai uno sviluppo solido e un'Italia più civile se nel Mezzogiorno non ci sarà una svolta e non si avvierà una crescita capace di autosostenersi. Nella difficilissima congiuntura presente non è più possibile sottrarsi a un interrogativo che vale il nostro futuro: perché non abbiamo saputo sciogliere il nodo del mancato sviluppo meridionale? Uno dei più attenti conoscitori del nostro Sud risponde che il problema non è economico e non dipende dalla carenza di aiuti, bensì dall'incapacità della classe politica locale di creare beni e servizi collettivi. La scarsa cultura civica, quel familismo amorale che proprio al Sud è stato "scoperto", non è soltanto il retaggio di una storia remota, ma anche il frutto di ieri e di oggi, lasciato marcire dalla politica locale tollerata dal centro. Come spezzare questo circolo vizioso? Contro una visione salvifica del federalismo e un malinteso autonomismo, bisogna porre vincoli severi all'uso clientelare della spesa e delle politiche locali attraverso un controllo più stringente da parte dello stato centrale e dell'Unione europea.

Il dissesto idrogeologico della...

Pace Giovanni
Tabula Fati 2012

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Questa raccolta di documenti, lettere, articoli apparsi sui giornali, vuole raccontare il "Progetto Chieti": la storia di come sia stato affrontato il preoccupante problema del dissesto idrogeologico di Chieti, finalmente facendo prevenzione rispetto a smottamenti di terreno e frane lungo la collina. Una situazione generalizzata, pesante, in ordine alla quale - al di là di interventi tampone che si disponevano dopo il verificarsi delle frane - non si era riusciti a organizzare una attività di prevenzione, e per di più si continuava a costruire sulla collina, non sempre osservando l'attenzione che si deve alla natura del terreno su cui si edifica e alle correlative norme di ingegneria. Occorreva, invece, capire il perché del dissesto, quindi eseguire i rilievi e monitorarli per approntare progetti coerenti. Intanto darsi da fare per ottenere le risorse necessarie per appaltare i lavori, farli eseguire con l'attenzione dovuta alla gravità del problema e alla importanza delle opere.

Le rovine di Milano

Agosti Giovanni
Feltrinelli 2011

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
La Milano di Gadda, Strehler, Testori, la Milano di Raffaele Mattioli che finanzia il censimento del patrimonio artistico della città, la Milano delle eccellenze internazionali della cultura oggi non esiste più. Quella Milano è solo un cumulo di rovine: le poche occasioni all'altezza dello splendore del passato si stagliano su un panorama desolante. Dalla favola di Brera - in attesa da quattro decenni di diventare "Grande" - alla disperante parabola di Palazzo Reale, dal PAC al CIMAC, al CASVA, fino al Museo del Novecento, Giovanni Agosti ripercorre con lucida e veemente passione civile trent'anni di decadenza: luoghi, istituzioni, personaggi e, soprattutto, crimini e misfatti di una cultura milanese che è lo specchio perfetto della cultura nazionale. "I nomi dei responsabili della situazione in cui ci troviamo io li so: spesso ne stilo gli elenchi, meccanicamente: qualcuno è morto e qualcuno è vivo, qualcuno ha agito male consapevolmente e qualcuno no; e c'è anche chi si è ravveduto in corso d'opera e ha cambiato cavallo. Le ragioni, si vedrà, sono molto varie: la brama di arricchirsi a tutti i costi, la smania di potere, l'assenza di senso di responsabilità civile, la mancanza di qualità intrinseche unita alla vanità o, semplicemente, il desiderio di dare visibilità scientifica alla propria amante del momento." Un pamphlet e una riflessione sui valori morali e culturali che dovrebbero guidare il cambiamento.

Il vento è cambiato. Giuliano...

Giovanzana Miriam
Terre di Mezzo 2011

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Ci sono tre notti e un giorno che meritano di essere ricordati nella lunga stagione che il 30 maggio 2011 porta Giuliano Pisapia a essere, contro ogni previsione, sindaco di Milano. Poi ognuno avrà i suoi momenti, i suoi giorni da ricordare. Ma queste tre notti e un giorno valgono per tutti. Un libro che ripercorre l'avventura elettorale di Pisapia, raccontando i momenti più significativi e i protagonisti di una campagna che ha saputo risvegliare e coinvolgere le periferie e il centro, i precari e i liberi professionisti, il web e la strada.

La dimensione territoriale delle...

Kazepov Y. (cur.)
Carocci 2009

Disponibile in 3 giorni

29,20 €
La dimensione territoriale è stata a lungo considerata poco rilevante nell'analisi delle politiche sociali. I cambiamenti strutturali che hanno investito le società industriali dopo gli anni Settanta, però, hanno messo in moto un'intensa attività riformatrice che ha comportato una profonda riorganizzazione territoriale di tali politiche. Le riforme, infatti, hanno configurato un quadro complesso di rapporti tra livelli territoriali di regolazione e di finanziamento, nonché tra attori diversi, non semplice da decifrare e interpretare. Questo volume vuole essere un contributo alla lettura di tali trasformazioni e dei nodi critici che esse hanno fatto emergere, quali la necessità di coordinamento territoriale, il problema dell'istituzionalizzazione delle differenze sub-nazionali ecc. Oltre a un quadro generale, il volume offre un approfondimento su alcune aree di policy, per esemplificare come i processi di cambiamento sia orizzontali che verticali possano differire tanto nei tempi quanto nei modi, permettendo così una ricostruzione utile alla comprensione delle sfide che le politiche sociali devono affrontare.

Città flessibili. Una rivoluzione...

Poli Corrado
Instar Libri 2009

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Quale futuro per le medie città europee e nordamericane? Quale sarà la politica urbana del mondo post-globale? Nel suo saggio Corrado Poli presenta un'originale descrizione delle città medie europee e nordamericane e vi aggiunge una proposta rivoluzionaria di governo urbano per una migliore qualità della vita. Punto di partenza è la convinzione che le città medio piccole siano i luoghi in cui ancora si possono conseguire miglioramenti, mentre gran parte dei territori metropolitani diventano sempre meno controllabili. Nelle città medio-piccole i cittadini potrebbero evitare di soccombere alla rigida omologazione globale e proporre nuovi modelli di "città flessibili". Nell'organizzazione urbana i temi principali della politica diventano la qualità ambientale, l'integrazione multiculturale e la formazione di nuove comunità. Uno dei concetti chiave è la "secessione urbana", vale a dire la formazione di aree di autogoverno nelle metropoli e nelle città in modo da favorire l'espressione libera di modelli alternativi di vita e di partecipazione politica. Tra politica, geografia, storia ed ecologia, "Città flessibili" presenta un ambientalismo alternativo e rivoluzionario, al di là dell'inganno dello "sviluppo sostenibile" e del tecnicismo che nasconde i veri problemi della vita urbana.

Oltre la metropoli....

Balducci A. (cur.); Fedeli V. (cur.); Curci F. (cur.)
Guerini e Associati 2017

Disponibile in 5 giorni

32,50 €
Che fine ha fatto la città? Cosa dobbiamo intendere oggi per "urbano"? La letteratura internazionale propone nuove definizioni e interpretazioni che rimandano ad un superamento dei modelli novecenteschi. Questo volume raccoglie e racconta tali sfide interpretative e offre un ritratto plurale e articolato dei processi in corso nelle grandi aree urbane italiane.

L'economia del petrolio e il...

Bubbico Davide
Ediesse 2016

Disponibile in 5 giorni

20,00 €
Dalla metà degli anni novanta la Basilicata si trova al centro di interessi di portata nazionale per effetto delle attività estrattive di gas e petrolio che interessano l'area della Val d'Agri. La produzione di petrolio in regione da parte di Eni e Shell è

Il futuro dell'Italia si gioca a Sud

Lo Giudice Francesco
Apollo Edizioni 2016

Disponibile in 5 giorni

10,00 €
Il lavoro di Francesco Lo Giudice non solo per contenuti e analisi risulta gradevole e, soprattutto, di grandissima attualità. È una riflessione articolata che cade, opportunamente, in un periodo storico in cui il nostro Sud dopo tre lustri di marginalità torna ad essere protagonista dell'agenda politica del nostro Paese.

La centrale invisibile

Olivieri Maurizio
EMI 2015

Disponibile in 5 giorni

7,00 €
Può un comune di diecimila abitanti, con i vincoli imposti agli enti locali, affrontare il problema energetico e produrre in proprio energia pulita, raggiungendo la piena autonomia con un progetto all'avanguardia? A Montechiarugolo, "Comune virtuoso" del P

Valutazione economica degli effetti...

Assennato G. (cur.)
Ledizioni 2015

Disponibile in 5 giorni

18,00 €
Nell'Unione Europea, la scarsa qualità dell'aria è la prima causa ambientale di morte prematura e presenta un costo in termini di vite umane più elevato di quello degli incidenti stradali. L'inquinamento dell'aria è causa, inoltre, di perdita di giorni di lavoro e di elevati costi sanitari e sociali, poiché colpisce in misura maggiore le fasce di popolazione più vulnerabili (bambini, anziani, asmatici e soggetti svantaggiati dal punto di vista socioeconomico). L'emissione e la concentrazione d'inquinanti nell'aria, se da un lato sono certamente collegate a fenomeni di scala nazionale ed extra-nazionale, dall'altro mostrano una rilevante variabilità locale che è legata a scelte economico-produttive oltre che ad aspetti sociali e ad altre componenti ambientali. In questa prospettiva, la lotta all'inquinamento e la prevenzione dei rischi per la salute sono intimamente legate e costituiscono sicuramente una priorità da perseguire a livello locale, nazionale e internazionale, attraverso politiche mirate che sappiano trovare il giusto equilibrio tra il rispetto dei parametri di stabilità economica e i costi per la collettività derivanti dall'impatto degli inquinanti sulla salute.

Monza e Brianza, nata sotto una...

Ediesse 2014

Disponibile in 5 giorni

10,00 €
Maurizio Laini: "La CGIL di Monza e Brianza ritiene che con o senza interfaccia istituzionale la dimensione del sistema socio-economico territoriale andrà presidiata e rafforzata. Di sicuro un tratto identificativo del territorio che ha contribuito a fare la storia di Monza e Brianza è la cultura della sua gente, la gerarchia dei suoi valori, detti e praticati, il costume". Luigi Losa: "È calato il sipario sulle Province, anzi sulla Provincia di Monza e Brianza. In maniera ineluttabile, senza alcun sussulto, quasi si trattasse di un soggetto con encefalogramma piatto, ormai senza speranze, al quale si aspettava solo di staccare la spina, non si sa nemmeno quanto dolorosamente, posto che ormai tutti se n'erano fatti una ragione". Domenico Guerriero: "Cosa resterà di questa esperienza amministrativa? Cosa ha fatto la Provincia in questi cinque anni in termini di investimenti, opere pubbliche, strategie di lungo termine?". Dario Allevi: "Anche grazie alla Provincia la Brianza delle imprese ha dimostrato di saper resistere ed innovare, la Brianza dei lavoratori di reinventarsi il futuro, la Brianza della scuola di riprogrammare l'offerta formativa in base alle necessità del mercato, la Brianza della cultura di crescere vivace nonostante i tanti tagli, la Brianza della mobilità di lavorare insieme sul tema delicato delle infrastrutture, la Brianza della solidarietà di confermarsi campionessa del volontariato e tanto, tanto altro ancora".

Praticare la territorialità....

Giaccaria P. (cur.); Rota S. F. (cur.); Salone C. (cur.)
Carocci 2013

Disponibile in 5 giorni

24,00 €
Sotto il "vessillo" del territorio le politiche pubbliche hanno talvolta consentito l'emergere di comportamenti opportunistici e localismi eccessivi nelle azioni in sostegno delle vocazioni dei territori. Allo stesso tempo, però, un nuovo accentramento di poteri e processi decisionali rischierebbe d'indebolire l'autonomia del territorio quale "soggetto" attivo dello sviluppo. Di qui l'importanza, sostenuta anche dalla programmazione 2014-2020, di continuare nella strada delle politiche territoriali e della territorializzazione delle strategie di sviluppo, senza con ciò attribuire aprioristicamente alla dimensione locale un valore di per sé positivo. Nel volume si approfondisce il tema della territorializzazione di tre specifiche aree di policy (green economy, agroindustria e cultura) sperimentate a Torino e nel Piemonte, cercando, da un lato, di uscire dalla "trappola" del locale e, dall'altro lato, di proporre nuove strade, capaci di innovare gli approcci consolidati e di intercettare le linee della programmazione a venire.

Poveri nella città. Dove vivono e...

Cardaci Roberto
CELID 2013

Disponibile in 5 giorni

9,50 €
La Torino della cultura e dell'innovazione non può ignorare la condizione di disagio e di povertà in cui vivono migliaia di suoi cittadini. Sono quei torinesi che soffrono non solo le conseguenze della crisi Fiat, ma anche le ricadute negative della globalizzazione e la crisi finanziaria del 2008, aggravate dall'insufficienza della risposta politica dei governi. Questa fascia comprende sia i poveri tradizionalmente intesi, sia quelli che vengono definiti "nuovi": persone disoccupate, in cassa integrazione, in mobilità, o con lavoro precario; imprenditori di aziende mediopiccole in difficoltà; impiegati del ceto medio colpiti da un evento inatteso che mette in crisi il reddito famigliare... Persone che vivono in diverse aree della città e che si rivolgono ai Servizi Sociali, o all'associazionismo cattolico o laico. Gli autori, Roberto Cardaci, Pierluigi Dovis e Paolo Griseri - figure diverse ma complementari per formazione e approccio al tema della povertà -, impegnati in un reciproco confronto provano con questo libro a fornire una fotografia della povertà a Torino, a partire da due punti di vista: quello della sociologia e quello del volontariato a contatto con la quotidianità dei poveri. Lo scopo condiviso è individuare risposte efficaci alle richieste che i poveri portano alla città. L'intervista all'assessore per le Politiche sociali della Città di Torino, Elide Tisi, infine, arricchisce la trattazione con il punto di vista dell'amministratore pubblico...

La programmazione sociale a livello...

Busso S. (cur.); Negri N. (cur.)
Carocci 2012

Disponibile in 5 giorni

19,00 €
Sulla base di un ampio repertorio di ricerche realizzate in Piemonte, il volume propone una riflessione su temi e problematiche della programmazione sociale a livello locale, con particolare riferimento alla prima tornata dei Piani di zona. Osservata a distanza di tempo, questa esperienza rivela un nucleo di tensioni intrinseche al modello di programmazione introdotto dalla legge 328/2000. Muovendo da una riflessione sui principi che tale modello hanno ispirato, lo studio tratta delle difficoltà e delle eterogenee condizioni della sua messa in pratica. Si mette così in evidenza il delicato ruolo non solo dei contesti territoriali, ma anche delle modalità con cui li si descrive attraverso dati statistici. Emerge altresì la complessità delle interazioni, non di rado ritualizzate, fra gli attori che operano nel campo della programmazione locale, alle prese con difficili problemi di giustificazione delle loro scelte e di auto-legittimazione. Obiettivo del libro è mettere in discussione la visione secondo cui è sufficiente normare per cambiare nella direzione voluta e mostrare che gli esiti delle norme non sono automatici, non si danno "in natura", ma vanno costruiti attraverso appropriate interazioni a livello politico e sociale.

Famiglie e nuove povertà. Politiche...

Peragine V. (cur.)
Carocci 2012

Disponibile in 5 giorni

20,00 €
Il volume affronta i temi della distribuzione dei redditi e delle politiche di redistribuzione e di assistenza realizzate negli ultimi anni prendendo come caso-studio la Regione Puglia. Delineate le dimensioni e i profili del benessere e del disagio in Puglia e nelle altre regioni italiane, vengono descritte in primo luogo alcune misure adottate dall'amministrazione regionale per rispondere ad alcuni bisogni specifici, quali gli interventi di erogazione degli assegni di cura e di prima dote. A ciò segue un'analisi della selettività nelle politiche di assistenza: ci si interroga così su quanto la distribuzione dei redditi e le condizioni di accesso al welfare selettivo in Italia e nelle sue regioni siano sensibili rispetto alla specifica scala di equivalenza applicata per convertire i redditi familiari in equivalenti. Chiude il volume un modello originale di microsimulazione regionale utile per l'analisi e la valutazione 'ex ante' delle politiche. Il filo rosso che corre lungo tutta la ricerca è la definizione e la misura del benessere individuale e familiare: misura che determina l'ampiezza dei fenomeni distributivi studiati; che determina l'accesso ai servizi di assistenza nel welfare universalistico e selettivo che in Puglia come in Italia si cerca di costruire; che costituisce la base per una politica tributaria, locale come nazionale, che intenda essere progressiva e quindi redistributiva.

Sulla pelle dei rom. Il Piano...

Stasolla Carlo
Edizioni Alegre 2012

Disponibile in 5 giorni

12,00 €
"Il nostro Piano Nomadi sarà una rivoluzione copernicana", disse nel 2008 il neo sindaco Gianni Alemanno; "Un modello da esportare in tutta Europa" aggiunse il ministro dell'Interno Maroni. Questo libro-inchiesta svela i retroscena del Piano Nomadi di Roma: una spesa di 60 milioni di euro, quasi 500 azioni di sgombero, violazioni dei diritti umani, proliferazione degli insediamenti. Eppure è stato "benedetto" dalla Chiesa, e si rivela un colossale affare per un ampio ventaglio di organizzazioni del terzo settore (cooperative di sinistra, associazioni di destra, mondo cattolico, enti pubblici ecc.). Dietro l'apparenza di "progetto di inclusione sociale", si nasconde infatti l'"azienda Piano Nomadi", prima produttrice a Roma di discriminazione, segregazione, violazione dei diritti umani. L'autore, con dettagliata precisione, elenca le cifre, le persone, le associazioni e gli interessi coinvolti, e racconta gli sgomberi e i soprusi con gli occhi di chi li ha vissuti e combattuti. Prefazione di Leonardo Piasere.

La domanda della regina. Rimettere...

Cattaneo Raffaele; Biesuz Giuseppe; Troncatti Pierluigi
Guerini e Associati 2011

Disponibile in 5 giorni

22,50 €
"Com'è possibile che nessuno si sia accorto che stava arrivandoci addosso questa crisi spaventosa?". Così la Regina Elisabetta agli economisti della London School of Economics, nel novembre 2008, guardando un grafico con l'andamento dei mercati finanziari. Ci sono interrogativi di fronte ai quali si rimane costernati" increduli, e per i quali i cittadini hanno diritto a una risposta. Regina compresa. Nel nostro Paese, fra le questioni che necessitano urgentemente di politiche preventive e lungimiranti, vi è quella del trasporto pubblico. La parola ritardo sintetizza la situazione in cui versa il sistema italiano delle infrastrutture e dei trasporti. Per restituire a questo settore il rango di rilevanza industriale che ha da tempo in Europa e per farne una leva strategica utile a migliorare la competitività delle nostre città, serve innanzitutto individuare le cause, formulare un'agenda condivisa delle priorità e predisporre prontamente dei rimedi. Ruolo decisivo possono avere i Governi regionali, proponendosi come laboratori per la formulazione di nuove soluzioni, adottabili a livello nazionale. Il Patto per il Trasporto Pubblico Locale (TPL), la società Trenitalia-Le-Nord (TLN), lo sblocco dei lavori della BreBeMi e della Pedemontana sono risposte concrete, strategie di innovazione e percorsi risolutivi realizzati dalla Regione Lombardia, una delle realtà più avanzate del mondo per peso economico, reputazione e posizionamento. Ricette difficili, ma possibili.

Napoli digitale. Come l'informatica...

Greco Pietro
Editori Riuniti Univ. Press 2011

Disponibile in 5 giorni

15,00 €
"Napoli, città della conoscenza. Non è una fuga in avanti. E neppure solo una fondata speranza. È un progetto che, sia pure tre mille e ancora mille difficoltà, ha già iniziato a diventare fatto concreto. E a diventare rete. Intorno a tre nodi che sono già chiaramente delineati: le istituzioni scientifiche e più in generale culturali, sia nuove che di antica tradizione; le imprese private; la pubblica amministrazione. Dei tre nodi, solo uno - il primo - è parzialmente conosciuto fuori città e anche al grande pubblico della città. Gli altri due nodi sono meno noti, sebbene hanno un presente significativo e, ormai, una storia abbastanza lunga alle spalle. È di queste realtà che vogliamo parlarvi. E non solo perché è giusto che siano conosciute. Ma perché è bene. Presupposto di una società fondata sulla conoscenza è, infatti, che essa si conosca. Che si riconosca. Che tutti i suoi elementi, conservando la propria autonomia, si mettano in rete. Perché la società della conoscenza altro non è che una ragnatela estesa di istituzioni di ricerca e di formazione, di imprese tecnologiche, di singoli cittadini creativi che si connettono tra loro. Che cercano di connettersi tra loro."

All'alba della Notte Bianca....

Lorusso Roberto
Editori Riuniti Univ. Press 2010

Disponibile in 5 giorni

12,00 €
Cosa distingue la Notte Bianca da una festa popolare, da una sagra estiva o dagli ormai diffusissimi Capodanno in piazza? Molto poco. Basta consultare il materiale (commenti, rassegne stampa, indagini statistiche) offerto dai siti Internet dedicati alle Notti Bianche per capire che le finalità esposte nel cartello delle città aderenti alle Notti Bianche Europa in molti casi sono stati travisate. Le Notti Bianche sono diventate strumenti di governo degli amministratori pubblici che preferiscono distrarre i cittadini con questi eventi, al termine dei quali ci si risveglia tra i soliti problemi irrisolti e, apparentemente, irrisolvibili. Un libro suddiviso in due parti, la prima è il racconto (24 ore) dell'esperienza di un sindaco, che decide di cambiare il suo modo di governare - basato sulla "spettacolarità" e sul consenso a breve a favore di una modalità che prevede la collaborazione dei cittadini alla realizzazione del Bene Comune; e una seconda parte che spiega in dettaglio come la pianificazione strategica verso la sostenibilità sia un ottimo strumento di governo per realizzare ciò.

Piano sociale di zona. Strumento...

Casale Ornella
Ediesse 2009

Disponibile in 5 giorni

7,00 €
In che misura la creazione della zona sociale può agevolare i compiti che la legge di riforma 328/2000 assegna ai Comuni? La legge di riforma individua nella zona un ambito ottimale per mettere insieme operatori, strutture e servizi con cui costruire una r

Diritto al denaro o denaro per i...

Agodi M. Carmela
Carocci 2009

Disponibile in 5 giorni

29,60 €
Questo libro è il risultato di una curiosità sostantiva e di un esperimento metodologico. La curiosità riguarda i risultati di una misura universalistica di contrasto alla povertà, il reddito di cittadinanza, in vigore in Campania dal 2004. L'esperimento consiste nell'uso di uno strumento poco utilizzato, l'analisi delle strutture di eventi, entro un disegno di ricerca articolato secondo una pluralità di livelli di analisi. L'obiettivo è scoprire come ciò che si continua a esprimere in termini monetari - la povertà come mancanza di denaro e il contrasto alla povertà come erogazione di denaro - nasconda significati, usi, assetti normativi e criteri regolativi diversificati territorialmente, rivelatori di cosa sia empiricamente la povertà e di come incida in ciascun contesto il reddito di cittadinanza. Ne risulta uno scenario complesso, che si sottrae a giudizi sommari ed esplicita il nesso tra cornice istituzionale ed esiti degli interventi: se non cambia l'esperienza che i cittadini hanno delle strutture eroganti, non cambieranno atteggiamenti e aspettative verso queste politiche monetarie. Rompere il circolo vizioso tra dipendenza e assistenzialismo è condizione per (e non esito di) un superamento del generico contrasto alla povertà e del perseguimento di un welfare di concrete opportunità.

La comunità competente. Lo sviluppo...

Caldarini Carlo
Ediesse 2008

Disponibile in 5 giorni

14,00 €
Una comunità locale diventa "competente" quando si rende collettivamente capace di analizzare la propria situazione, ne riconosce i bisogni e si mobilita per il cambiamento. Ma come si acquisiscono queste capacità? L'autore, che da 25 anni si occupa di que

Per un welfare dala parte dei...

Nicolaus O. (cur.); Milione A. (cur.)
Carocci 2008

Disponibile in 5 giorni

23,10 €
II volume presenta i risultati di una ricerca svolta a Vallo della Lucania comune della provincia di Salerno -, la cui peculiarità risiede nella metodologia utilizzata (ricerca-intervento) e nell'utilizzo di un diverso approccio nella definizione delle politiche sociali. I curatori giudicano infatti obsoleta e poco adatta alla società italiana contemporanea l'offerta delle tradizionali politiche sociali, auspicando l'utilizzo di soluzioni elaborate su base locale che tengano nella dovuta considerazione le reali esigenze dei cittadini.

Per un welfare dalla parte dei...

Ciocia A. (cur.)
Carocci 2007

Disponibile in 5 giorni

25,20 €
Le riforme degli anni Novanta hanno operato una riorganizzazione del sistema di welfare italiano e hanno attribuito maggiore responsabilità agli enti locali. Nell'ultimo decennio ha ripreso vigore la discussione che oppone efficacia ed efficienza nella definizione delle misure di sicurezza sociale: il dibattito ha sottolineato i costi del welfare state, mentre poco spazio è stato dato alla dimensione del bisogno sociale e della cittadinanza. Il volume, frutto di un progetto dell'IRPPS-CNR, presenta una riflessione sui punti nodali delle politiche sociali: le finalità, i destinatari, gli attori e l'organizzazione. Secondo la tesi adottata, il punto di vista del cittadino viene a costituire il terreno pertinente su cui impostare una progettazione delle politiche sociali partecipata ed efficace. I contributi presenti nel volume s'interrogano sul concetto di cittadinanza sociale (che muta in virtù di nuovi rischi e di nuovi bisogni), sul ruolo del terzo settore e del capitale sociale nonché sul processo di individualizzazione e sul ruolo delle politiche per l'istruzione. La partecipazione dei cittadini e soprattutto la possibilità di accogliere e tradurre in indirizzi di politica le suggestioni che da essi provengono sono considerate elementi fondanti del nuovo sistema di welfare.

Governance e sistemi urbani

Debernardi Luisa
Carocci 2007

Disponibile in 5 giorni

12,00 €
Che cosa si intende esattamente per governance? In che cosa si differenzia dal government? E quale rapporto la lega alle città? Il volume ne delinea Le caratteristiche in ambito urbano e propone due processi, la pianificazione strategica e l'Agenda 21 locale, come esempi di azione di governance. Entrambi i processi intendono rispecchiare la volontà sia degli attori istituzionali sia di quelli non istituzionali, si basano su pratiche partecipative e cercano di definire e attivare iniziative intersettoriali per sviluppare il territorio.

Politiche ambientali: integrazione...

Di Bella I. (cur.); Saturnino A. (cur.); Vaccari A. (cur.)
Guerini e Associati 2007

Disponibile in 5 giorni

18,00 €
Ideare, costruire e rendere possibili processi di sviluppo sostenibile, a livello locale come a livello globale, rappresenta la maggior sfida di governo per tutte le Pubbliche Amministrazioni. Bilancio ambientale, bilancio di sostenibilità, Agenda 21 Locale, Green public procurement sono alcuni degli strumenti utilizzati con successo per integrare la sostenibilità ambientale nelle politiche di governo pubblico. Il volume tratta proprio di questi strumenti, dei successi ottenuti, dei problemi da superare per una loro affermazione definitiva presso le Pubbliche Amministrazioni.

Olimpiadi, oltre il 2006. Torino...

Bondonio P. (cur.); Mela A. (cur.); Dansero E. (cur.)
Carocci 2006

Disponibile in 5 giorni

25,50 €
Le Olimpiadi invernali di Torino 2006 sono ormai alle porte, i grandi interventi di ristrutturazione urbana e del territorio montano che vedrà svolgersi i giochi sono ultimati e questo volume prova a tracciare un primo consuntivo di quanto si è realizzato, quanto si sarebbe potuto (e forse dovuto) fare e su ciò che la stampa, l'opinione pubblica ed i cittadini si attendevano venisse realizzato per sfruttare appieno questo evento così straordinario.

Dalla relazione di cura alla...

Biggeri M. (cur.); Bellanca N. (cur.)
Liguori 2020

Non disponibile

23,49 €
La ricerca affrontata nel libro nasce dall'esigenza di aumentare l'impatto delle politiche regionali nei confronti delle persone con disabilita per migliorarne il benessere individuale, quello delle famiglie e della collettività, e ottenere così un'inclusione più duratura e partecipata. Questo processo segue un impianto teorico e d'intervento in grado di cogliere la multidimensionalità e la dinamicità che caratterizzano il benessere e il ben diventare delle persone con disabilità, impianto innovativo rispetto ai presenti modelli teorici di riferimento negli studi sulla disabilità. Questo libro è orientato a un preciso approccio teorico: quello delle capability, elaborato dal Premio Nobel per l'economia Amartya Sen e portato avanti da sempre più numerosi studiosi internazionali. Gli autori non solo recepiscono le formulazioni più consolidate di tale approccio ma, sulla scorta dei problemi incontrati nella ricerca, hanno rielaborato ed esteso vari aspetti di quella teoria quali le relazioni di prossimità e le capability collettive.

Il nuovo piano di governo del...

Paolillo P. Luigi
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

39,00 €
Pubblichiamo in sintesi nel volume, e in veste integrale nel Dvd allegato, la versione adottata del nuovo strumento di governo del territorio cremonese, degno erede/continuatore della lunga tradizione di buoni piani urbanistici che ha contrassegnato Cremona dall'Ottocento al tempo odierno; nel particolare frangente, è la sfida della crisi ad aver stimolato la costituzione d'un ricchissimo bagaglio informativo generatore d'un ventaglio plurimo di scelte, suscitando consapevolezza che la crisi vada combattuta (e sconfitta) piuttosto approfittandone che non già rifuggendola; è questo l'atteggiamento (positivo) che ha introdotto nuovi ordini di valore su cui costruire un governo urbanistico innovativo, sussidiario e responsabile (quanto non è espressamente vietato venga ammesso, le soluzioni ben motivate dalle analisi trovino ospitalità nell'Amministrazione, l'afflizione autoritativa del moloch pubblico lasci campo all'ascolto del privato), consapevoli d'intraprendere, anzi, d'aprire (quasi con modi pionieristici) una diversa via verso il futuro: il governo della città in tempo di crisi ha forte necessità d'azione e innovazione, non già d'un acquiescente gioco di rimessa, e - anche se si rifugge da quel modello urbano basato sull'incremento incontrollato della produzione insediativa, sulla crescita incontenuta dei valori immobiliari, sul privilegio delle plusvalenze fondiarie, sulla città tutto mercato e niente stato - tuttavia, niente coacervi asfissianti d'imposizioni.

Cooperare per l'infanzia. Una guida...

Morabito A. (cur.)
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

20,00 €
La gestione cooperativa dei servizi dedicati alla prima infanzia è stata da sempre capace di rispondere alle esigenze delle famiglie e degli enti pubblici per la sua efficienza e capacità di produrre innovazione organizzativa, di favorire lo sviluppo di reti relazionali, di offrire una risposta globale e integrata ai bisogni sia dei bambini che dei loro genitori. La guida presentata in queste pagine mette a disposizione un'analisi approfondita e strutturata delle legislazioni regionali meridionali, nonché un'analisi su un gruppo di cooperative sociali meridionali del sud operanti per la prima infanzia. Ampio spazio viene dedicato ai temi e ai suggerimenti più operativi, dai contenuti economici alle articolazioni concrete dei vari servizi; sono tracce che possono consentire di migliorare la gestione e la sostenibilità dei servizi esistenti e di promuoverne di nuovi. Il volume si rivolge alle cooperative già operanti in questo ambito che intendono implementare i servizi, a quelle che svolgono altre attività affinché sviluppino anche nidi e servizi integrativi, a cittadini residenti in aree in cui il servizio è insufficiente perché possano progettarli e gestirli in forma cooperativa, alle pubbliche amministrazioni.

A che punto è la città? Bologna...

Gruppo bolognese rivista Gli Asini (cur.)
Edizioni dell'Asino 2020

Non disponibile

12,00 €
Bologna è da sempre associata al "buongoverno", una parola che evoca concrete esperienze di governo locale ma anche rappresentazioni mitizzate. Oggi quella parola ha perso qualsiasi significato ed è stata sostituita da formule puramente retoriche: parole ricorrenti nel discorso pubblico, come partecipazione e rigenerazione urbana, oppure l'evocazione di modelli di sviluppo apparentemente promettenti sul piano economico ed occupazionale (la città del cibo, la città del turismo), hanno un significato opposto rispetto a quello evocato e nascondono la subalternità e l'impotenza dei poteri pubblici. Queste retoriche e le pratiche che le accompagnano rendono difficile l'interpretazione della rapida trasformazione della città. Ricostruire un pensiero critico e un'intelligenza collettiva è quindi un compito urgente.

Malaroma. Dal modello Roma al...

Morassut Roberto
Aliberti 2020

Non disponibile

17,00 €
In questo libro viene svolta un'analisi del percorso che ha portato, nel 2008, il centrosinistra alla sconfitta elettorale nella Capitale e al successivo fallimento dell'esperienza di Alemanno sindaco. È un percorso attraverso la metamorfosi di Roma da città a metropoli ma è anche il tentativo di dare ragione del sorgere e dell'esplodere delle contraddizioni insite in tale percorso. La tesi politica che emerge è che nel 2008 abbia prevalso un voto reazionario. Che abbia vinto la reazione alla modernizzazione perseguita dal 1993 in una città pigra, sonnolenta e provinciale, trasformatasi in fretta, che ha cominciato a confrontarsi con la dimensione di una metropoli sempre più internazionale. Che dopo un lungo periodo in cui a Roma si era imposta l'immagine positiva di una città in crescita e più aperta al mondo, anche in coincidenza con una crisi internazionale, si sia manifestato sempre più con forza il sapore aspro della globalizzazione. Un retrogusto fatto di crude contraddizioni, di una nuova dimensione multietnica, di una violenza urbana prima sconosciuta, di solitudine individuale. In conclusione si cerca di evidenziare come in un sistema di Stati e di istituzioni logorate, esista un nuovo spazio che la società civile cerca di occupare, senza mediazioni e che tale processo debba essere lo stimolo per organizzare tali energie e creare le condizioni di un'inedita collaborazione tra la società civile, la politica e lo Stato. Prefazione di Giovanni Minoli.