Politiche del governo locale

Active filters

Bergamo e la marea

De Luca Davide M.
Minimum Fax

Disponibile in libreria

15,00 €
Dopo la Spagnola del 1918, nessuna epidemia ha colpito una città così duramente come il Coronavirus ha colpito Bergamo. Migliaia di famiglie hanno perso i loro cari e tra la città e le sue valli non se ne trova una che non abbia sofferto almeno un lutto. Hanno fatto il giro del mondo le immagini dei mezzi militari usati per trasportare le bare dei morti fuori dalla provincia che non riusciva più a «gestirle». Questo libro cerca di ricostruire le origini, le cause e gli effetti di questa immane tragedia e lo fa attraverso la voce e le storie dei protagonisti: medici, sindaci, lavoratori, giornalisti e imprenditori di Bergamo e delle sue valli. Le testimonianze, raccolte da Davide Maria De Luca, giornalista del Post che ha seguito l'epidemia in Lombardia fin dai primi giorni, raccontano la storia di come il contagio si è diffuso, quando e a causa di quali scelte ed errori: dall'oscura vicenda del primo focolaio di Alzano Lombardo, alla strage che si è consumata tra le mura delle residenze per anziani. Ma quella che raccontano è anche la storia di una città e del suo territorio. Di come la globalizzazione e il progresso hanno reso Bergamo una città ricca, ma la hanno anche trasformata nel brodo di coltura perfetto per un virus letale. Di come un sistema sanitario all'avanguardia si è scoperto disarmato di fronte alla marea montante dell'epidemia. Di come una società istruita e benestante ha scoperto i suoi lati più nobili, ma anche quelli più oscuri.

Politiche di welfare e investimenti...

Ciarini Andrea
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

19,00 €
Quali effetti ha avuto la crisi sulle politiche sociali e come bisogna riorientare la spesa e gli investimenti per sostenere il welfare e la crescita economica? Frutto di una riflessione a pivoci, il volume analizza le molteplici trasformazioni che hanno messo sotto pressione i sistemi di welfare nazionali, tra vincoli di bilancio crescenti e nuove domande di protezione sociale. I contributi raccolti affrontano da diverse angolature queste tematiche, mettendo al centro dell'analisi due questioni fondamentali. La prima riguarda la promozione dell'azione strategica dello Stato nella mobilitazione di investimenti pubblici e privati in favore di una rinnovata agenda di investimento sociale (capitale umano, politiche attive del lavoro, cura e conciliazione, contrasto della povert infrastrutture sociali). La seconda punta a rendere compatibile questa agenda di riforme, con la valorizzazione delle attivitfuori mercato (cura familiare, impegno civico e volontario, formazione) come diritto universale del cittadino legato a una diversa combinazione tra tempi di vita e tempi di lavoro.

20 anni in Gran Consiglio

Celio Franco
Armando Dadò Editore

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,50 €
Senza pretese di completezza storico-scientifica, l'autore ripercorre la sua esperienza in Gran Consiglio spiegandone il funzionamento, come pure il significato di alcune definizioni che ai «non addetti ai lavori» possono apparire di difficile comprensione. Al termine di un ventennio di presenza granconsigliare, egli ha voluto tirare le somme di un periodo significativo della sua vita. Si è soffermato sui temi discussi nel Legislativo, per poi allargare lo sguardo ad altri avvenimenti che hanno caratterizzato le cronache cantonali dello stesso periodo.Nessuno si aspetti rivelazioni sensazionali né chissà quali segreti. Il libro intende semplicemente illustrare i meccanismi che reggono il lavoro parlamentare e, qua e là, la personalità di coloro che hanno avuto un ruolo di primo piano nella politica cantonale di questo primo scorcio di secolo. Lo fa senza nascondere le sue opinioni personali, né occultare i suoi giudizi, anche se non sempre positivi, su questo o quell'aspetto della vita pubblica ticinese.

Controcorrente. Un viaggio nel...

Mazzeo Antonio
Pacini Editore

Disponibile in libreria in 5 giorni

10,00 €
Per molti giovani nascere al sud significa essere messi di fronte alla scelta obbligata di andare a cercare il futuro altrove. Antonio Mazzeo è stato uno di questi e il suo viaggio "controcorrente" lo ha portato a Pisa prima da studente universitario, poi da imprenditore e infine da politico. Tra voglia di cambiamento e resistenze, soddisfazioni e delusioni, questo libro racconta una idea di Toscana che, ben salda sui valori della sua storia e della sua tradizione, sappia innovarsi per guardare al presente ma soprattutto al futuro: dal lavoro all'ambiente, dalla sanità alle infrastrutture, dalla sicurezza all'innovazione sono tante le sfide iniziate in questi anni che chiedono ora di essere portare a compimento. Prefazione di Simona Bonafè.

Fiumi a mare. Parlando al Sud....

Fucile Pietro
Addictions-Magenes Editoriale

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
I paesi dell'entroterra tra desolazione e desertificazione rischiano di perdere la loro funzione vivifica. Nel processo uniformatore della globalizzazione diventa essenziale la riscoperta della radice identitaria per far buon uso degli strumenti a ora disponibili, tra i quali la fusione dei comuni pudiventare la strategia per reinventare il paese. Prefazione di Erasmo Venosi.

Solo insieme si può progettare il...

Ciani Giovanni
Il Formichiere

Non disponibile

10,00 €
Tante esperienze, fatte con tutto il Sindacato, le Associazioni Imprenditoriali, le Istituzioni Locali e Regionali. Non per guardare indietro con nostalgia, ma per guardare avanti con coraggio, per "progettare un futuro di sviluppo più giusto e più sostenibile". Introduzione di Silvano Tagliagambe.

La grande sete. La vera storia...

Giordano Demetrio
Iiriti Editore

Non disponibile

10,00 €
Questo piccolo volume non è un romanzo e non è un saggio. Non è neppure un libro verde o bianco, poiché non è una raccolta di leggi e regolamenti da utilizzare, e non è una proposta conseguente a leggi e regolamenti. È un libro-denuncia di una paradossale situazione calabrese, che rientra nella normalità e di cui nessun si accorge. Non la giustizia penale, civile e contabile, non la pubblica amministrazione intesa come Stato, e nemmeno i cittadini che continuano a fidarsi di coloro che per tantissimi anni hanno fatto promesse, senza mantenerne alcuna.

Utopia e impostura. Tutela e uso...

Valbruzzi Francesca
Scienze e Lettere

Disponibile in libreria in 3 giorni

35,00 €
In virtù dei decreti delega del Presidente della Repubblica, con i quali nel 1975 si dava attuazione allo Statuto autonomistico della Regione Siciliana, la Sicilia dispone di competenza esclusiva in materia di tutela dei beni culturali presenti nel territorio regionale. Muovendo dalla stringente attualità, il libro si propone di ricostruire storicamente nascita e declino dello speciale sistema di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale istituito nell'isola con l'approvazione delle leggi regionali n. 80/1977 e n. 116/1980. Di questa lunga storia, la cui narrazione per necessità procede attraverso la selezione di momenti significativi, si evidenziano prospettive e limiti, le grandi aspettative e le profonde delusioni: l'Utopia del progetto istituzionale e l'Impostura nella sua attuazione. Della prima si rievocano le peculiari radici storiche, si rintracciano gli apporti, anche individuali, segnalando gli aspetti ritenuti più innovativi in una proiezione nazionale. Della seconda si prova a ricercare le cause, a disvelare i processi degenerativi, anche quelli meno conosciuti, e conseguentemente a suggerirne le responsabilità. Il filo rosso che attraversa la narrazione è lo stretto legame tra politica e cultura, il suo evolversi come innovativo progetto di una "politica dei beni culturali" e la sua progressiva dissoluzione, sancita in ultimo dall'imperio del ceto politico a detrimento della autonomia delle competenze scientifiche. Ne scaturisce un affresco vivace e singolare, che suona anche come un monito, un allarme per tutti coloro i quali hanno a cuore le sorti del patrimonio culturale della Nazione. Presentazione di Carlo Pavolini.

La città a un passo da noi....

Limosani Michele
Di Nicolò Edizioni

Non disponibile

8,00 €
Il saggio sviluppa progetti, programmi e idee che "potranno essere o meno condivise, ma l'importante è che siano dibattute, per riprendere la discussione, ma direi meglio il logos, su cosa sia e cosa dovrebbe diventare la città". (Dalla prefazione di Dario Caroniti)

Grande come una città. Reinventare...

Edizioni Alegre

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Quello che avete in mano è un libro che racconta - con la voce dei molti che l'hanno inventato, sostenuto, elaborato - un movimento politico inedito, plurale e in continua trasformazione. Un movimento nato in una periferia di una città sempre più in difficoltà, che ha portato centinaia di iniziative culturali in luoghi che per anni sono stati desertificati o lasciati al puro interesse commerciale. Un movimento che nella stagione dell'antipolitica - e nella città dove politica e corruzione vanno sempre a braccetto - immagina una forma per reinventare giorno per giorno un nuovo modo di fare politica. Il 5 settembre 2018 Christian Raimo, da poco diventato assessore alla cultura del Terzo Municipio di Roma, decide di fare una «Chiamata alle arti» chiedendo a chi ha voglia di dare una mano di creare un progetto culturale sul territorio. Rispondono centinaia di persone. In un anno seguono oltre trecento incontri e circa trenta gruppi di lavoro. Un'esperienza unica nel suo genere, un intreccio tra istituzioni e movimento, tra intervento culturale e insediamento sociale. Un percorso che ha sorpreso - ed esaltato - per prime le persone che l'hanno immaginato e che sono state coinvolte. Cos'è stata, cos'è, cosa può essere "Grande come una città"? Un progetto di rigenerazione culturale di un territorio periferico, un metodo di organizzazione dell'associazionismo dal basso, il tentativo di fare pedagogia pubblica in spazi informali? Queste le domande che i suoi stessi attivisti si pongono con contenuti e forme diverse, dalla testimonianza personale al saggio. Ognuno parte da sé, dai propri desideri, passioni e competenze, creando un insieme che non comprime ma valorizza le singolarità. Viene fuori la voglia di non limitare la parola politica a un sinonimo di governance, di ricostruire nei territori un senso di comunità e di far tornare la città un luogo di incontro, partecipazione e conflitto. Prefazione di Alessandro Portelli.

Sud, vent'anni di solitudine

Soriero Giuseppe
Donzelli

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,50 €
Il nostro Mezzogiorno ha bisogno di un "autentico shock culturale, per uscire davvero dalla solitudine", sollecitando le migliori energie che esso è in grado di dispiegare: è questo l'auspicio di Romano Prodi nella sua prefazione a questa nuova edizione de

Lavoro e integrazione delle...

Maggioli Editore

Disponibile in libreria

25,00 €
Esiste un "modello trentino" di integrazione delle politiche pubbliche del lavoro, sociali e industriali per lo sviluppo e la coesione? Quale ruolo è assegnato al dialogo sociale e alle relazioni industriali? Cosa insegna il caso della Provincia autonoma Trento? Quali sono gli elementi di specificità e quali di trasferibilità? Sono queste alcune delle domande a cui la ricerca qui presentata prova a dare risposta, nell'ipotesi che non solo un modello trentino esista,ma che abbia un valore di esemplarità che va oltre il caso specifico, offrendo indicazioni utili per favorire l'integrazione delle politiche in altri contesti territoriali. Andando oltre il luogo comune che il modello trentino di integrazione è reso possibile dalla disponibilità di risorse finanziarie e dalla presenza di competenze proprie dello Statuto speciale, la ricerca mostra che alcuni punti di forza del sistema di governance trentino (driver quali la capacità di vision e leadership, di apprendimento bottom-up, di coinvolgimento e responsabilizzazione degli attori, ecc.) sono in realtà replicabili altrove, e propri generalmente di ogni azione di sviluppo locale. Ciò che appare più distintivo, e meno facilmente replicabile, sono invece la qualità della società civile, della politica e delle istituzioni e la relazione di interdipendenza circolare e virtuosa che tra di esse si è instaurata negli anni anche con l'economia locale: in modo non scontato, ma va aggiunto nemmeno in modo irreversibile. Tra le possibili "lezioni" da trarre in conclusione, una è quindi rivolta allo stesso contesto trentino: il futuro è aperto e questo rapporto di circolarità virtuoso chiede di essere costruito, coltivato, manutenuto, perché non si produce in modo spontaneo. Contributi di: Giacomo Balduzzi, Michele Colasanto, Chiara Cristofolini, Rosangela Lodigiani, Alberto Mattei, Alberto Vergani.

La voce dei sindaci delle aree...

Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Viviamo tempi di profonde trasformazioni. L'economia, sempre più interconnessa, è sospinta dallo sviluppo vorticoso di nuove tecnologie, il consumo "distruttivo" dell'ambiente contribuisce a generare impetuosi fenomeni migratori, inedite forme di disuguaglianze appaiono all'orizzonte. Cambia l'organizzazione politica degli Stati ed i compiti dei governi. I territori, con le loro istituzioni, si preparano a fronteggiare nuove sfide. Le città riscrivono l'agenda urbana. Anche nelle "aree interne" - caratterizzate da spopolamento e deficit di servizi pubblici - emergono nuove opportunità di vita e di lavoro. La Strategia nazionale aree interne asseconda queste tendenze e con metodo nuovo - centralità delle autorità locali, ascolto e partecipazione dei cittadini - sta provando a costruire le condizioni per un riscatto. Siamo felici di poter dare sostegno e voce con questo volume ai tanti sindaci e cittadini impegnati in questo lavoro. Sono un'avanguardia chiamata a sperimentare soluzioni innovative. Dobbiamo sentirci tutti impegnati affinché gli interventi progettati si traducano presto in benefici per i cittadini e che questa esperienza sia estesa a tutte le "aree interne" del nostro Paese. Prefazione di Corina Cretu. Con un commento di Fabrizio Barca.

L'ultima provincia. Storia politica...

Sialino Raffaella
Aviani & Aviani editori

Non disponibile

12,00 €
Il Friuli Venezia Giulia nel 2018, per effetto della legge regionale 26/2014, si è ritrovato ad essere l'unica regione in Italia priva delle sue Province. A decidere la soppressione dei quattro enti intermedi (Pordenone, Gorizia, Trieste e Udine), avvenuta tra il 2016 e il 2018 nonostante il referendum del 4 novembre 2016 avesse decretato la loro sopravvivenza a livello nazionale, è stata l'allora presidente regionale Debora Serracchiani. Le novità introdotte dalla cosiddetta riforma Panontin - tra cui la nascita delle Unioni Territoriali Intercomunali - sono state oggetto di accesi dibattiti tra favorevoli e contrari, ricorsi al Tar, rimandi e rimaneggiamenti, ciò nonostante il percorso di cancellazione delle province in Friuli Venezia Giulia è stato portato a termine. Per sempre?

Formazione professionale e...

Noviter Srl
Rubbettino

Non disponibile

25,00 €
La pubblicazione analizza gli avvisi regionali del 2017 in materia di politiche di Istruzione e Formazione Professionale e di Politiche Attive del Lavoro attraverso un patrimonio informativo di 238 avvisi, per un valore complessivo di quasi due miliardi di euro. Ne emergono evidenze, linee di tendenza e spunti di riflessione anche per l'evoluzione delle programmazioni regionali verso un sistema stabile, ampio, universale. Il volume legge le policy regionali analizzando i destinatari, le misure di Politica Attiva, i meccanismi di funzionamento amministrativo, il rapporto tra finanziamento a processo e risultato e i diversi soggetti chiamati a realizzare le attività. Uno strumento di lettura dei sistemi regionali utile a decisori politici, dirigenti pubblici e operatori del settore.

Coi piedi per terra

Castelli Guido
Edizioni dEste

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Dalla burocrazia ingessata, più attenta ad adempiere che a funzionare, alle macerie non rimosse a due anni dal terremoto. Dalla crisi della rappresentanza all'emergenza sicurezza. Dalla paura e dalla rabbia che covano ovunque alla speranza di una politica che ritrovi la P maiuscola. Possibile? E' la scommessa del libro di Castelli che non si augura "un partito dei sindaci", ma è convinto che la classe dirigente, che nei sindaci d'Italia si è costruita e manifestata, possa "contaminare con la propria cultura di governo partiti e movimenti politici". La politica credibile non rinasce con la tecnocrazia, ma con la buona amministrazione dei territori in cui vivono comunità, imprese e famiglie. Il verbo autonomista e federalista può riproporsi per riaffermare la centralità della terra e dei territori, del principio di sussidiarietà. Per un'Italia dei Comuni che sa e può fidare progetti e futuro ai suoi cittadini.

A che punto ? la citt?? Bologna...

Gruppo bolognese rivista Gli Asini
Edizioni dell'Asino

Non disponibile

12,00 €
Bologna da sempre associata al "buongoverno", una parola che evoca concrete esperienze di governo locale ma anche rappresentazioni mitizzate. Oggi quella parola ha perso qualsiasi significato ed stata sostituita da formule puramente retoriche: parole ricorrenti nel discorso pubblico, come partecipazione e rigenerazione urbana, oppure l'evocazione di modelli di sviluppo apparentemente promettenti sul piano economico ed occupazionale (la cittdel cibo, la cittdel turismo), hanno un significato opposto rispetto a quello evocato e nascondono la subalternite l'impotenza dei poteri pubblici. Queste retoriche e le pratiche che le accompagnano rendono difficile l'interpretazione della rapida trasformazione della citt Ricostruire un pensiero critico e un'intelligenza collettiva quindi un compito urgente.

Coordinamento della finanza...

Bergo Monica
Editoriale Scientifica

Non disponibile

17,00 €
Nell'affrontare il delicato rapporto fra le esigenze statali di coordinamento finanziario e quelle delle autonomie territoriali, il volume analizza le diverse attuazioni giurisprudenziali del coordinamento della finanza pubblica attraversando l'arco temporale che si estende dall'elaborazione del principio di leale collaborazione, alla riforma del Titolo V della Costituzione del 2001, fino alla modifica ai precetti finanziari della Costituzione che - in risposta alla grave crisi economica che ha investito i debiti sovrani di molti Paesi dell'Unione europea - ha introdotto il principio dell'equilibrio dei bilanci. Prefazione di Aldo Carosi.

La sostenibilità è comune. Il caso...

Luzzani Gloria
Mattioli 1885

Disponibile in libreria in 5 giorni

9,90 €
Il Comune è l'ente locale che rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo, per questo la sostenibilità è Comune, ma non solo: la sostenibilità è anche comune perché riguarda tutti, il singolo e la collettività, essa non è elitaria, ma per definizione è inclusiva. Questo libro propone una riflessione su strumenti, pratiche e azioni che i Comuni hanno a disposizione per percorrere la strada dello sviluppo sostenibile.

Il «bianco» di Pitigliano. La mia...

Gentili Stefano
C&P Adver Effigi

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
"Sono nato nel 1957 e... sono ancora qua! Eh, già. L'ordinario della mia vita è stato squarciato da cinque lampi: l'incontro con il Maestro, l'amore per Rossella, la gioia per la nascita di Giovanni e Lucia, lo stupore per lo splendido inatteso, Samuele, la sberla della malattia che ha messo in chiaro il limite esistenziale della vita. Poi ci sono stati diversi tuoni: l'azione cattolica, la formazione, la politica-partitica, quella amministrativa nella Provincia di Grosseto. Il tuono è grande e impressionante, ma - per dirla con Mark Twain - è il fulmine che fa il lavoro".

Costituzione della Repubblica...

Tiglio

Disponibile in libreria in 5 giorni

20,00 €
La Costituzione della repubblica Italiana seguita dal profilo dei padri costituenti della nostra regione. Saggio storico dedicato alla nascita della regione a statuto speciale Friuli Venezia Giulia e, a seguire, tutti gli articoli dello statuto Speciale.

Geografie volontarie. Dal...

Adobati Fulvio
Aracne

Non disponibile

13,00 €
Geografie volontarie, disegni intenzionali di territorio che si misurano con forme istituzionali e perimetri amministrativi sempre meno capaci di restituire (e governare) la complessità dell'urbano.

Le borgate e il dopoguerra....

Morassut Roberto
Ponte Sisto

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,50 €
In questo libro, che aggiorna un lavoro di ricerca compiuto dall'autore alcuni anni fa, si ricostruisce il panorama politico, amministrativo e sociale della Capitale negli anni immediatamente successivi alla Liberazione. La ricerca abbraccia cinque anni: dalla costituzione della prima Giunta comunale. Guidata da Salvatore Rebecchini senza l'appoggio del Blocco del Popolo nel 1947 (e che anticipò la rottura nazionale all'interno della coalizione antifascista), fino alle elezioni comunali del 1952 che segnarono il primo momento di crisi del centrismo degasperiano, con il fallimento dell'Operazione Sturzo e una nuova fase di movimento e di dialogo tra la sinistra marxista ed i partiti laici che avrebbe preparato il clima nel quale sarebbe fallita anche la tentata riforma elettorale del 1953, proposta da De Gasperi: la cosiddetta "Legge Truffa". Con l'aiuto di fonti di archivio, della stampa dell'epoca, di testimonianze e di un'ampia bibliografia, l'autore costruisce un dettagliato mosaico della vicenda amministrativa della Capitale, del profilo sociale e del panorama politico di quegli anni.

Sviluppo locale. Area Peloritani:...

Spartà Salvatore
Lampi di Stampa

Non disponibile

39,80 €
Il piano di sviluppo locale "Peloritani" rappresenta i territori e la popolazione dei 46 Comuni che attualmente fanno parte del GAL "Peloritani, Terre dei Miti e della Bellezza scarl" e per esso la cruda radiografia della situazione socio-economica di tale parte del territorio siciliano. Il PSL inoltre espone la necessità di individuare una strategia che sia in condizioni di fare superare tale gap socio-economico che, in questi anni, si è ulteriormente ampliato rispetto ad altre realtà territoriali. Il GAL non è altro che un tavolo concertativo permanente composto dai responsabili dello sviluppo locale che sinergicamente si confrontano e agiscono per individuare le migliori soluzioni finalizzate alla crescita socio-economica di un determinato territorio.

La ricchezza delle regioni

Becchetti Leonardo
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
È opinione ormai condivisa che la multidimensionalità del benessere, la soddisfazione e il senso della vita siano catturati in modo insufficiente da indicatori come i profitti e il prodotto interno lordo. La frontiera della ricerca è pertanto oggi nello sviluppo di metodologie di analisi d'impatto sociale e sul benessere in progetti d'investimento, imprese e territori. Il presente volume approfondisce questa dinamica con risultati innovativi. Inizialmente viene dimostrato come le misure di benessere (salute, qualità dei servizi, vita di relazioni, ecc.) possono essere aggregate e pesate per costruire indicatori sintetici che spiegano la felicità dei cittadini più delle dinamiche del Pil regionale. Si analizzano poi, i processi di divergenza/convergenza di benessere delle regioni, identificando meccanismi per consentire alle aree meno sviluppate di convergere alla frontiera dove, virtù civiche dei cittadini, buona amministrazione e qualità della finanza locale hanno creato circoli virtuosi di benessere.

Quali confini? Territori tra...

Ferlaino F.
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

35,00 €
Cosa sono le euroregioni e cosa è la strategia macroregionale? Quali sono le sue dimensioni territoriali più congruenti nell'ambito dell'UE? Quali processi di rescaling territoriali sono in atto? Quali sono gli ambiti dell'intervento macroregionale e quali i confini delle loro azioni? Quali i frame, le pratiche e le visioni che definiscono le relazioni territoriali interne all'Unione europea? Quale l'organizzazione delle macroregioni in Europa e in Italia? Ecco alcune delle domande affrontate nella prima e seconda parte del volume rivolta alla cooperazione regionale, transfrontaliera e macroregionale in considerazione dell'attuale momento storico che, soprattutto nel nostro Paese e a tutte le scale territoriali, induce a individuare aggregazioni che ripensino i confini amministrativi esistenti. Altri temi congruenti con questa chiave di lettura riguardano gli ambiti periferici, le aree interne, il fronte marino, lo sviluppo locale e quello montano. La sede di Ancona della XXXV Conferenza Italiana di Scienze Regionali, svoltasi dal 20 al 22 settembre è risultata particolarmente indicata a stimolare la discussione su questi argomenti, essendo coinvolta in molteplici iniziative a tutti i livelli, dalla Macro-regione Adriatico-Ionica di matrice europea alla Macroregione del Centro Italia fino alle Città Metropolitane e le aggregazioni dei piccoli Comuni montani. La terza parte del volume raccoglie una selezione di contributi presentati alla Conferenza che non sono strettamente connessi al tema della stessa ma che sono sembrati significativi delle aree di interesse rappresentate dell'Associazione. Si spazia dall'analisi delle reti di imprese, all'innovazione e all'internazionalizzazione, al turismo e allo sviluppo regionale, alla tematica posta dall'agenda urbana e dalle Città metropolitane, alla valutazione dei fondi strutturali e di coesione. I lavori raccolti nel volume ripropongono quindi la visione ampia, variegata e complessa che è propria delle scienze regionali. Il valore aggiunto di questa disciplina è appunto la sua capacità di indagini sia verticali che orizzontali che pongono al centro il territorio e le sue differenti scale relazionali. Il volume contribuisce a definire le coordinate entro cui si collocano le nuove sfide competitive e ripercorre il metodo analitico delle scienze regionali restituendo una visione d'insieme del territorio alla scala micro, meso e macro regionale.

Big family. Politiche a sostegno...

Pisani L.
List

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
La famiglia è l'essenza primordiale della "comunità educante", è dalla famiglia che nasce quell'ideale di "cittadinanza attiva" che contribuisce al benessere di un'intera comunità. Ecco perché le politiche a sostegno delle famiglie sono un investimento sociale. Costoso? No, se si esce da un'ottica assistenziale e si entra in un modello di rete e di sistema. Questo libro racconta come si fa, partendo dalle innovative politiche familiari presenti in Trentino, oggi esportate in tutta Italia, fino ad arrivare agli altri Stati europei. Racconteremo ciò che manca e può essere migliorato per supportare i genitori che hanno fatto della natalità non una scelta eroica, ma un impegno bellissimo. Perché, nonostante un desolante inverno demografico, con le nascite ai minimi storici, ci sono famiglie che hanno quattro, cinque, sei, sette... dieci, undici, dodici figli e più. I genitori? Sono straordinariamente normali perché, raccontano, "fare i genitori è sempre un mestiere difficile, ma dal terzo figlio la strada è tutta in discesa".

La scossa dello scarpone. Anatomia...

Pirozzi Sergio
Armando Editore

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Il 24 Agosto 2016 una scossa di morte ha distrutto interi paesi, tra cui Amatrice. Ma il sisma ha riportato in superficie problematiche note a tutti quei piccoli comuni che sono la spina dorsale dell'Italia. Dopo quella paurosa notte di agosto, il cuore di Amatrice è tornato alla vita grazie alla straordinaria solidarietà che ci rende capaci di uno stesso sentire, rafforzando anche l'idea di appartenere ad un'Italia umana e con tanta voglia di riscatto. Gli scarponi della fatica e dell'impegno, uniti al cuore degli italiani, sono le chiavi di volta per una rinascita di tutto lo Stivale.

La vita dopo la confisca. Il...

Pellegrini S.
Aracne

Non disponibile

13,00 €
L'iter che porta al riutilizzo dei beni confiscati alle consorterie criminali è estremamente complesso e irto di ostacoli, ma queste difficoltà non sono insormontabili. Accanto agli abbandoni delle case e alla chiusura delle aziende, vi sono tante belle esperienze che meritano di essere portate all'attenzione. Sono il risultato di percorsi virtuosi, di sinergie vincenti mediante le quali le parti sociali e le istituzioni creano una rete di ausilio e di sostegno. In questo testo vengono presentate tre "buone pratiche" segno tangibile della presenza dello Stato a servizio della comunità. Là dove c'era la criminalità, ora ci sono centri di assistenza, sedi di polizia municipale. Dove l'azienda alimentava un mercato malato e viziato, ora tanti lavoratori possono beneficiare di un lavoro pulito e tutelante. In ausilio agli enti locali che, in questo percorso posso rivestire un ruolo da protagonisti, vengono proposti dei formulari utilizzabili nelle fasi di destinazione e assegnazione.