Diritto internazionale: diritti umani

Active filters

Lezioni di tutela internazionale...

Pustorino Pietro
Cacucci

Disponibile in libreria in 3 giorni

25,00 €
Anche la seconda e integralmente riveduta edizione delle Lezioni si prefigge lo scopo di introdurre il lettore allo studio della teoria e della prassi in materia di diritti umani nell'ottica dell'ordinamento internazionale.Il settore dei diritti umani è analizzato in modo sintetico ma completo, analizzando gli aspetti teorici della materia e le fonti normative universali e regionali, dedicando ampio spazio al sistema della CEDU anche in relazione all'applicazione delle relative norme pattizie nell'ordinamento italiano.Di seguito è esaminato il contributo delle Nazioni Uniteall'affermazione e allo sviluppo dei diritti umani e un'amplissimaparte è dedicata allo studio dei diritti individuali e collettivi della persona umana. Infine, sono affrontate le questioni relative ai soggetti operanti nell'ambito dei diritti umani e alla responsabilità internazionale per violazione dei diritti umani.

Cedu e ordinamento italiano. La...

CEDAM

Disponibile in libreria in 3 giorni

110,00 €
A settanta anni dalla sua apertura alla firma, la Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali continua a conservare un elevato tasso di "sintonia" con il diritto vivente. Esso è il prodotto non solo di un impegno della Corte di Strasburgo a rendere living la Convenzione ma anche di una naturale vocazione della stessa a ricomprendere, sotto la giurisdizione della Corte europea dei diritti dell'uomo, fattispecie anche non compiutamente codificate. Di fronte ad un numero ancora significativo di sentenze che riguardano il nostro Paese, la seconda edizione dell'opera, frutto di un network di ricerca eterogeneo che ricomprende studiosi di formazione accademica ma anche operatori del diritto quali magistrati ed avvocati, circoscrive il suo intervallo di osservazione al periodo 2016-2020. Esso costituisce un lasso temporale ritenuto idoneo a consentire di definire - attraverso la disamina ragionata della giurisprudenza della Corte di Strasburgo - il grado di conformazione dell'ordinamento italiano ma anche i punti di criticità e le lacune dello stesso nonché di verificare i follow-up, in senso legislativo, giurisdizionale e amministrativo, di tale giurisprudenza.

Introduzione alla Convenzione...

Bond Martyn
Claudiana

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,50 €
Anche attraverso l'esempio di specifiche cause giudiziarie, la guida di Martyn Bond illustra i diritti tutelati e promossi dalla Convenzione europea dei diritti umani (1950) e colloca l'azione della Corte europea all'interno del più ampio contesto delle attività del Consiglio d'Europa che perseguono gli stessi ideali. La collana "Consiglio d'Europa" propone le più importanti pubblicazioni ufficiali dell'omonima organizzazione europea che promuove la democrazia, i diritti umani e il rispetto della legalità stabilendo standard per tutto il continente tramite convenzioni ratificate dal maggior numero possibile di stati membri. «Fu la devastante esperien za della Seconda guerra mondiale che indusse gli statisti europei a rafforzare la protezione dei diritti degli individui di fronte allo stato. Gli arresti arbitrari, le deportazioni e le esecuzioni, la prigionia senza capi d'imputazione, i campi di concentramento e il genocidio, la tortura e i processi politici facevano parte dell'esperienza recente di buona parte dell'Europa. I leader europei volevano proteggere le future generazioni da queste esperienze. "Mai più" fu il loro motto. L'osservazione dei principi della Convenzione europea dei diritti umani può essere lacunosa ed è indubbio che in Europa si verificano ancora violazioni dei diritti umani, ma gli stati possono essere trascinati davanti a un tribunale dove il singolo può chiedere giustizia contro lo stato che ha violato i suoi diritti. In nessun altro luogo del mondo si può fare una cosa del genere» (Martyn Bond).

Cooperazione e assistenza...

Liakopoulos Dimitris
Libellula Edizioni

Non disponibile

18,50 €
Il presente lavoro di ricerca si è concentrato sull'analisi giuridica dei relativi articoli prestabiliti dallo statuto della Corte penale internazionale riguardo all'obbligo di cooperazione tra Stati per la punizione di gravi crimini contro l'umanità e la guerra. L'evoluzione giurisprudenziale, iniziando dai tribunali ad hoc e arrivando a cause in vari stadi processuali ancora in itinere presso la Corte penale internazionale, apre il dibattito sia dottrinale che comparativo-nazionale cercando di approfondire argomenti specifici come le richieste di assistenza durante le indagini preliminari, le consultazioni, le richieste concorrenti, il ruolo del prosecutor e la non assistenza di alcuni Stati che per motivi politici e non solo impediscono in tempis lo sviluppo e l'operato della giustizia penale internazionale.

Differenti approcci giuridici allo...

Karaboue Michele
Libellula Edizioni

Non disponibile

12,00 €
Il volume contiene riflessioni sociali, giuridiche e politiche, sul fenomeno dell'immigrazione nell'attuale processo di globalizzazione in atto verso l'Europa e l'Italia, in un contesto di dinamico mutamento della società. L'autore analizza il fenomeno tanto dal punto di vista delle garanzie fornite dalle norme internazionali, ad esempio in merito al diritto di asilo, quanto per quel che attiene i profili strettamente giudiziali che intervengono a colmare dei vuoti legislativi. In un'ottica comparatistica è messo a confronto il modello giuridico italiano con quello francese, inglese, statunitense ed europeo in un volume che ha un ampio respiro internazionale rappresentando un valido strumento per il giurista studioso, e non solo, per conoscere e approfondire le tematiche inerenti il diritto dell'immigrazione.

La tutela dei diritti fondamentali...

CLEUP

Non disponibile

16,00 €
Il tema della tutela dei diritti fondamentali, e delle forme che questa assume nel contesto del dialogo tra le corti nazionali e sovranazionali, rappresenta, per unanime riconoscimento, passaggio cruciale del completamento della formazione dei giovani studenti di diritto. In questo volume vengono esaminati casi paradigmatici della giurisprudenza convenzionale, utili a documentare le nuove dimensioni di significato e di funzionamento assunte dal fenomeno giuridico. Prefazione di Fulvio Maria Palombino.

Tutela dei diritti fondamentali e...

Editoriale Scientifica

Non disponibile

30,00 €
A vent'anni dal Consiglio europeo di Tampere - che ha gettato le basi per la creazione dello Spazio europeo di libertà, sicurezza e giustizia (SLSG) - e a dieci anni dall'acquisizione di forza giuridica vincolante da parte della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, che ha codificato nel suo Titolo VI i diritti di giustizia, la realizzazione di tale Spazio non risulta esente da elementi di frammentarietà. Muovendo da tale quadro di riferimento il volume si propone di realizzare un bilancio critico sulla giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea (e solo in via indiretta - ove richiamata - su quella della Corte europea dei diritti dell'uomo) nonché su quella italiana relativa all'applicazione del Titolo VI della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea. Il tutto nella piena consapevolezza del legame indissolubile - consacrato dall'articolo 67 paragrafo 1 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea - che intercorre tra il difficile perfezionamento dello spazio europeo di (libertà, sicurezza e) giustizia e la tutela dei diritti fondamentali e, in specie, la garanzia dei diritti di giustizia, come contemplati nel Titolo sopra menzionato.

Lavoro forzato e «nuove schiavitù»...

Cantoni Silvia
Giappichelli

Non disponibile

20,00 €
La monografia "Lavoro forzato e "nuove schiavitù" nel diritto internazionale" intende contribuire allo studio del diritto internazionale in materia di tutela dei diritti umani, investigando sui caratteri della fattispecie di "nuove schiavitù", come stanno emergendo nella giurisprudenza e nella prassi internazionale. Il testo si sofferma sui fattori che rendono tale fattispecie particolarmente idonea al superamento dello storico approccio, sancito dai trattati internazionali in materia, che distingue il lavoro forzato dai crimini di schiavitù e di servitù. Nel libro si riflette inoltre sulle implicazioni dell'emergere della categoria composita di "nuove schiavitù", in particolare nella delimitazione della responsabilità internazionale dello Stato e delle imprese, soprattutto di quelle che operano a livello internazionale. Si sottolinea infine come il consolidamento del crimine di "nuove schiavitù", a livello di diritto internazionale consuetudinario, influenzerà anche l'interpretazione dei relativi trattati, attuando una sintesi concettuale che avrebbe dovuto essere già operata fin dall'adozione della Convenzione sulla schiavitù del 1926.

Commentario alla Convenzione...

Primiceri Editore

Non disponibile

38,00 €
Le norme e gli orientamenti della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo e delle libertà fondamentali (Convention européenne des droits de l'Homme) sono divenuti nel tempo sempre più pregnanti, significativi, non solo utili ai giuristi, ma indispensabili per orientarsi in modo attuale, compiuto e corretto sotto tutti gli aspetti della propria attività. Il presente volume ne offre una lettura e approfondimento. Il commento ai singoli articoli, curato da numerosi studiosi e collaboratori della Associazione Nuove Frontiere del Diritto, viene preceduto da capitoli che trattano gli aspetti storici, giuridici e comparatistici (con UE e con gli altri paesi). Vengono altresì declinati in altri capitoli i vari principi negli ordinamenti civile, penale ed amministrativo, nonché processualistico ai fini dell'attivazione dei meccanismi di tutela. Nella parte finale, oltre al commento di alcune sentenze recentissime e significative, viene riportato un massimario. Prefazione di Serafino Ruscica.

Il processo all'imputato assente

Conti Andrea
Aracne

Non disponibile

24,00 €
L'opera sviluppa il tema del processo all'imputato assente, con l'obiettivo di analizzare l'attuale quadro normativo e di verificarne la conformità ai dicta sovranazionali. L'attenzione viene inizialmente posta alle fonti internazionali ed "europee" (Consiglio d'Europa e Unione Europea), alla giurisprudenza della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo e del Comitato dei diritti umani dell'O.N.U., nonché alla ricostruzione degli status processuali connessi alla mancata presenza dell'imputato vigenti nell'ordinamento interno prima dell'entrata in vigore della riforma del 2014. Successivamente, si passa allo studio dei profili statici e dinamici del processo in absentia, con particolare attenzione all'esame degli artt. 420-bis - 420-quater c.p.p. e ai profili problematici da questi sollevati (tra cui il rapporto tra conoscenza legale e conoscenza effettiva, le intersezioni tra consapevolezza e diritto ad una corretta informazione e la trasformazione del diritto ad essere informato in dovere di informarsi).

Libro universale dei diritti umani....

Liberedizioni

Non disponibile

14,00 €
I diritti umani a 70 anni dalla Dichiarazione Universale delle Nazioni Unite. Testo nelle lingue Italiano, English, Arabis, Français, Espanol, Romanesc e Shqiptar. Con lettere e iconografia artistica opera di detenuti. Con un testo di Roberto Cammarata.

La Carta dei diritti fondamentali...

Editoriale Scientifica

Non disponibile

28,00 €
Il sistema giuridico dell'Unione europea presenta qualche specificità che non sempre viene colta nelle sue diverse implicazioni. Va ricordato, innanzitutto, che il diritto dell'Unione non è applicato dalle istituzioni europee se non in misura minima ma è invece applicato e dunque in prima battuta interpretato da amministrazioni e giudici degli Stati membri. Il problema dell'effettività delle norme e dell'osservanza delle sentenze è, pertanto, molto più avvertito e drammatizzato che negli ordinamenti nazionali. Proprio per tale ragione centrale diventa l'uniformità di interpretazione e di applicazione delle norme dell'Unione, le quali devono subire le, e rimediare alle, variabili di approccio e di lettura dei giudici di tutti gli Stati membri. In questo complesso contesto si inserisce la Carta dei diritti fondamentali dell'Unione che rappresenta ormai la cartina di tornasole circa lo stato di salute dei diritti fondamentali nell'ordinamento interno. Il volume, raccogliendo le voci più autorevoli in materia, si propone di offrire un ausilio concreto all'interprete che si trovi a confrontarsi con la compresenza di ben tre Carte dei diritti non gerarchizzabili fra loro ed in particolare di una Carta (quella dei diritti fondamentali dell'Unione europee) che anche le più recenti pronunzie, sia da parte dei giudici europei che dei giudici nazionali, fanno apparire come dotata di una forza ed una portata dirompenti.

Storia dei diritti umani

Flores Marcello
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Sessant'anni fa, il 10 dicembre 1948, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite proclamava a Parigi la Dichiarazione universale dei diritti umani. Evento storico, che sanciva per la prima volta i diritti e le libertà che spettano a tutti gli esseri umani, esso era non solo una reazione ai disastri della guerra appena conclusa, ma anche il punto di arrivo di un lungo percorso iniziato nel Settecento, e il punto di partenza di una sensibilità umanitaria che oggi in particolare si va sempre più diffondendo. Dopo averne rintracciato le premesse nelle epoche precedenti, il libro di Marcello Flores ripercorre l'intera storia dei diritti umani, dall'Illuminismo a oggi. Si tratta di una storia non solo di concetti, idee, teorie filosofiche, politiche e giuridiche, ma anche di organizzazioni, associazioni, battaglie, campagne, istituzioni, di personaggi come Cesare Beccaria oppure Olympe de Gouges (l'autrice della dichiarazione dei diritti della donna durante la rivoluzione francese), Henri Dunant creatore della Croce Rossa oppure Eleanor Roosevelt.

I «livelli» di tutela dei diritti...

Malfatti Elena
Giappichelli

Non disponibile

35,00 €
Il volume offre una guida completa degli strumenti di tutela giurisdizionale cui possono aspirare i titolari di diritti e interessi fondamentali, con particolare riferimento sia agli strumenti offerti dall'ordinamento italiano, sia a quelli presenti nello scenario sovranazionale, in ambito europeo. L'attenzione dell'Autrice si focalizza sugli sviluppi concreti che tale tutela giurisdizionale ha conosciuto nel recente passato, con largo spazio agli esiti di vicende giurisprudenziali esemplari; privilegiata è l'analisi del ruolo che - a tal fine - hanno svolto e svolgono, rispettivamente, i giudici interni (comuni e costituzionali), la Corte europea dei diritti dell'uomo, la Corte di giustizia dell'Unione europea; senza trascurare, inoltre, le relazioni (siano esse formalizzate o meno) che si instaurano tra questi soggetti. L'obiettivo del lavoro è quello di valutare l'effettività dei "livelli" di tutela dei diritti fondamentali fruibili in Europa, oggi, come pure i limiti entro i quali può dirsi realizzato un sistema integrato di tutela, muovendo cautamente da una nozione (il multilevel) di carattere sì descrittivo ma che, come noto, è ormai ampiamente utilizzata dagli studiosi e nella stessa prassi. Il volume è arricchito da una ampia sezione bibliografica, curata dai Collaboratori, che ricostruisce attentamente la giurisprudenza interna e sovranazionale su molti fronti tematici, fornendo per ciascuno i riferimenti dottrinali essenziali.

I «livelli» di tutela dei diritti...

Malfatti Elena
Giappichelli

Non disponibile

33,00 €
II volume offre una guida completa degli strumenti di tutela giurisdizionale cui possono aspirare i titolari di diritti e interessi fondamentali, con particolare riferimento sia agli strumenti offerti dall'ordinamento italiano, sia a quelli presenti nello scenario sovranazionale, in ambito europeo. L'attenzione dell'Autrice si focalizza sugli sviluppi concreti che tale tutela giurisdizionale ha conosciuto nel recente passato, con largo spazio agli esiti di vicende giurisprudenziali esemplari; privilegiata è l'analisi del ruolo che - a tal fine - hanno svolto e svolgono, rispettivamente, i giudici interni (comuni e costituzionali), la Corte europea dei diritti dell'uomo, la Corte di Giustizia dell'Unione europea; senza trascurare, inoltre, le relazioni (siano esse formalizzate o meno) che si instaurano tra questi soggetti. L'obiettivo del lavoro è quello di valutare l'effettività dei "livelli" di tutela dei diritti fondamentali fruibili in Europa, oggi, come pure i limiti entro i quali può dirsi realizzato un sistema integrato di tutela, muovendo cautamente da una nozione (il multilevel) di carattere sì descrittivo ma che, come noto, è ormai ampiamente utilizzata dagli studiosi e nella stessa prassi.

Gli stati di eccezione nel diritto...

Palma Antonio J.
Editoriale Scientifica

Non disponibile

40,00 €
Lo stato di eccezione costituisce una figura molto discussa nel dibattito giuridico coevo. Nel diritto internazionale esso trova un rilevante riscontro normativo nelle cd. clausole derogatorie dei diritti umani, inserite in numerosi strumenti pattizi deputati alla salvaguardia di questi ultimi. Tali norme consentono agli Stati parti, nel rispetto di determinati principi e condizioni, di sospendere temporaneamente la protezione di alcune essenziali posizioni giuridiche soggettive della persona umana, allorché detti Stati si trovino a dover fronteggiare situazioni di emergenza eccezionale, quali, ad esempio, conflitti armati, calamità naturali, fenomeni terroristici, etc. Tuttavia, le norme in parola sottraggono al potere derogatorio, così delineato, alcuni diritti umani, espressamente qualificati insospendibili pur al cospetto di uno stato di eccezione. Il presente volume intende compiere uno studio sistematico delle principali clausole derogatorie dei diritti umani, alla Corte europea dei diritti dell'uomo, alla Corte interamericana dei diritti dell'uomo e ad altri organi internazionali.

Non-international armed conflicts...

Congregazione per i vescovi
Libreria Editrice Vaticana

Non disponibile

25,00 €
Il volume contiene gli Atti del IV Corso di Formazione dei Cappellani Militari al Diritto Internazionale Umanitario degli Ordinamenti Militari che ha avuto luogo a Roma dal 26 al 28 ottobre 2015. Il Corso ha visto la presenza sia degli Ordinariati Militari che dei Delegati inviati dalle Conferenze Episcopali e ha affrontato alcune sfide attuali del diritto internazionale umanitario, relative alla salvaguardia della dignità umana durante i conflitti armati, ed ha vissuto il suo momento culminante nell'amabile incontro con Papa Francesco (26 ottobre 2015).

Dichiarazione universale dei...

Papisca Antonio
Castelvecchi

Disponibile in libreria

13,50 €
La Dichiarazione universale dei diritti umani, proclamata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite riunita a Parigi il 10 dicembre 1948, è stata ed è tuttora un documento fondamentale per l'umanità. In questo testo sono stati infatti enunciati principi innovativi per il sistema delle relazioni internazionali, basati sulla centralità della persona umana, che viene posta per la prima volta al di sopra della sovranità degli Stati nazione. La Dichiarazione contiene il "codice genetico" di una rivoluzione giuridica e culturale ancora in atto. La sua caratteristica essenziale è di avere recepito principi di etica universale e di averli traghettati, con la forza della norma giuridica, in tutti i campi, dalla politica all'economia. Questo libro presenta il testo integrale della Dichiarazione puntualmente commentato da Antonio Papisca, uno dei massimi esperti e dei maggiori difensori dei diritti umani che il nostro Paese abbia mai avuto.

Dichiarazione universale dei...

Garzanti Libri

Disponibile in libreria in 3 giorni

4,90 €
Il 10 dicembre 1948 l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite approva e proclama a Parigi la «Dichiarazione universale dei diritti umani». I trenta articoli di cui si compone sono discussi e redatti dopo la fine della seconda guerra mondiale, affinché mai più si ripeta la tragedia generata dal conflitto. Documento di fondamentale importanza storica, la «Dichiarazione» continua a incarnare i valori etici e civili della nostra società, tutelando i diritti inalienabili dell'essere umano e affermando la fratellanza tra i popoli. A settant'anni dalla sua promulgazione Garzanti ne ripropone il testo, arricchito dalla prefazione della senatrice a vita Liliana Segre.

I popoli indigeni e la proprietà...

Nocera Laura Alessandra
Libellula Edizioni

Non disponibile

23,00 €
La monografia si propone di illustrare la problematica della proprietà comunitaria dei popoli indigeni e la restituzione delle loro terre ancestrali. I popoli indigeni sono fortemente legati alla propria terra storica, terra originaria dei propri avi e connessa alla sopravvivenza della comunità stessa. La protezione dei diritti indigeni e del diritto alla terra ancestrale indigena è divenuta particolarmente importante in America Latina nelle recenti revisioni costituzionali post-transizione democratica, che hanno interpretato il legame antropologico dell'ancestralità in chiave giuridica e hanno introdotto un tertium modus di gestire la proprietà come bene comune.

Il programma di stazione spaziale...

Montanari Marilena
Lateran University Press

Non disponibile

24,00 €
In un'epoca in cui l'inquinamento e il deterioramento ambientale stanno minacciando la sostenibilità del nostro Pianeta, anche le orbite terrestri non sono eccettuate da tale pressante questione e la Comunità internazionale si sta mobilitando per predisporre misure atte a salvaguardare la dimensione extra-atmosferica. Tra esse, le Space Debris Mitigation Guidelines e il progetto di Guidelines for the long-term sustainability of outer space activities si propongono di ridurre una delle maggiori cause della questione ambientale extra-atmosferica, ossia quella dello space debris. Muovendo da tale cornice fattuale e concettuale, l'opera vuole interrogarsi sul più imponente oggetto spaziale oggi esistente, la Stazione Spaziale Internazionale, e sulla sua regolamentazione de iure condendo nel momento in cui sarà ritenuta space debris. Lo smantellamento o il riutilizzo della tecnologia di cui è composta, infatti, dovranno considerare tanto i diritti della Partnership quanto il dovere che su di essa incombe di proteggere l'ambiente e la famiglia umana universale.

Salute pubblica, sicurezza e...

Negri Stefania
Giappichelli

Non disponibile

28,00 €
"Lo studio e l'inquadramento teorico della tutela della salute umana dalle prospettive sia della teoria delle relazioni internazionali che del diritto internazionale è uno sviluppo recente, risalente in larga misura agli anni '90, e inizialmente concentrato nella dottrina anglosassone. Le ragioni di un tale crescente interesse sono in primo luogo la globalizzazione dei rischi sanitari e dei cosidetti 'determinants of health', che trascendono necessariamente la visione tradizionale della salute come disciplina prettamente nazionale, a parte la lotta contro le epidemie. In secondo luogo, la progressiva affermazione della salute come diritto umano ha rivoluzionato l'approccio sia teorico che politico alla gestione della salute pubblica a livello nazionale e al suo ruolo di valore normativo influenzante l'interpretazione ed applicazione di numerosi regimi giuridici, quali il diritto del commercio internazionale e degli investimenti, nonché il diritto ambientale. In terzo luogo, la percezione crescente di epidemie di malattie infettive come minaccia non solo alla sicurezza sanitaria, ma anche e soprattutto alla sicurezza politica nazionale e internazionale hanno fortemente influenzato la regolamentazione della prevenzione e del controllo delle malattie infettive, creando inquietudini quanto alle implicazioni di una gestione securitaria della salute." (Dalla prefazione di Gian Luca Burci)

La tutela dei diritti fondamentali...

Famiglietti G.
Pisa University Press

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
Il presente Volume raccoglie i contributi di alcuni dei partecipanti al Seminario interno alla VI edizione del Corso di Alta Formazione in giustizia costituzionale e tutela giurisdizionale dei diritti fondamentali, svoltosi presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Pisa tra il gennaio e il febbraio 2017. Il Corso, di cui nel gennaio 2018 sarà inaugurata la VII edizione, ha costituito negli anni tanto per i partecipanti che per i docenti un'occasione unica di proficuo confronto sulle tecniche e sugli strumenti di tutela dei diritti fondamentali, nell'ambito del quale si collocano a pieno titolo le testimonianze portate dai Corsisti nel Seminario interno.

Il diritto dell'acqua. Principi...

Di Marco Antonio
Editoriale Scientifica

Non disponibile

22,00 €
L'acqua è un elemento della natura che, alla luce del suo ciclo vitale, non conosce le frontiere artificialmente poste dagli Stati. Per tale ragione, la gestione ottimale delle risorse idriche oltrepassa necessariamente i confini nazionali, trova nel diritto internazionale i suoi principi fondamentali e oggi s'impone all'attenzione dei quadri regionali di protezione dei diritti umani e gestione dei mercati transnazionali alla luce dell'emersione del diritto all'acqua e della rilevanza economica dei servizi a essa legati. Lo studio fornisce una ricostruzione dei principi fondamentali del diritto internazionale dell'acqua e della loro implementazione da parte dell'Unione europea, soffermandosi sui rapporti conflittuali tra la configurazione dell'acqua come "risorsa economica" e quella emergente di "diritto dell'uomo". Si pone in evidenza il contributo del processo d'integrazione europea alla definizione di un modello risolutivo, efficace ed equilibrato, ai "conflitti dell'acqua" che si stanno sempre più palesando sui mercati transnazionali.

Missioni internazionali. Legge...

Giordana Nicolò
Aracne

Non disponibile

10,00 €
Lealtà, onore, amor di patria sembrano parole desuete eppure, sono proprio questi valori che hanno spinto me e tanti altri giovani a diventare militare. Nel momento in cui si sceglie pronunciando la formula del giuramento, si intraprende un nuovo percorso di vita rispettando e onorando l'uniforme che si indossa. Quel giuramento è un impegno solenne ed essendo il militare un umile Servitore dello Stato è disposto a qualsiasi sacrificio per la sua difesa e per la salvaguardia delle libere istituzioni. [...] Ci si interroga se si è fatto abbastanza e molto spesso ci definiscono eroi, ma non è così. Abbiamo semplicemente fatto il nostro dovere e continuiamo a farlo nello stesso modo in cui abbiamo scelto di essere militari. Eroi sono coloro che hanno dato la propria vita per difendere la sicurezza del nostro Paese.

Nuove tecnologie e diritti umani:...

Panella L.
Editoriale Scientifica

Non disponibile

28,00 €
Lo sviluppo delle nuove tecnologie in tutti i campi del sapere e la sua incidenza sulla protezione dei diritti dei singoli è certamente un tema di grande attualità e oggetto di dibattito ed approfondimento da parte degli studiosi. Le più recenti acquisizioni scientifiche possono contribuire in modo rilevante al miglioramento delle condizioni della vita umana. Nello stesso tempo, pongono delicatissimi interrogativi giuridici (ma anche etici) circa le violazioni della libertà, dell'eguaglianza e della dignità umana, che l'applicazione delle medesime può comportare. La vexata quaestio del bilanciamento tra progresso scientifico (nella sua accezione più ampia) e tutela dei diritti fondamentali si pone con riferimento ad ambiti profondamente diversi: dalla trasmissione di informazioni tramite internet all'impiego dei droni, senza trascurare i progressi della scienza in campo medico e la loro incidenza su aspetti intimamente connaturati alla natura umana come la nascita (si pensi alle sofisticate tecniche di procreazione medicalmente assistita) e la fine della vita (il pensiero corre al c.d. accanimento terapeutico e al controverso tema del testamento biologico).