Costa Mario

Costa Mario

Ebraismo e arte contemporanea

Costa Mario
Mimesis

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
Lo sviluppo dell'arte occidentale è stato profondamente condizionato dalla nuova presenza, a partire dal XIX secolo, degli ebrei nel mondo dell'arte e, in seguito, dal pensiero estetologico ebraico. Mario Costa sostiene che la penetrazione della riflessione e delle esigenze religiose ebraiche nelle vicende dell'arte occidentale ha portato sì all'attuale situazione di caos e di deperimento dell'arte, ma ha posto, a un tempo, le premesse per un nuovo cominciamento dell'estetico nella direzione di quello che, trent'anni fa, l'autore ha chiamato sublime tecnologico.

L'uomo fuori di sé. Alle origini...

Costa Mario
Mimesis

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
L'esternalizzazione di cui l'autore parla consiste nel fatto che aspetti e funzioni del corpo o della mente dell'uomo sono trasferiti tecnologicamente all'esterno, incarnati dentro macchine tendenti alla propria autonomia. Questo processo, ora in fase già avanzata, ha inizio nella seconda metà dell'Ottocento coi nuovi media dell'immagine e del suono: la fotografia, il fonografo e il telefono. Parigi è il luogo d'elezione per studiare e capire tutto questo: la fotografia è sostanzialmente francese, del fonografo si scopre che esso fu già ben descritto da Charles Cros, e il telefono delle origini è niente altro che il teatrofono di Clément Ader. Ma, al di là di questi dati storici, Parigi costituisce il luogo nel quale questi media esplodono e implodono ed è lì che vanno osservate, meglio che altrove, le reazioni che essi suscitano e le trasformazioni antropologiche che essi provocano. L'autore lo fa muovendosi sul doppio piano della teoria e delle esplorazioni storiche e ci consegna alla fine un quadro che, a un tempo, getta luce sulle origini e indica la strada che stiamo percorrendo.

Diario di ricordi di un soldato...

Costa Mario
Supernova

Disponibile in libreria in 10 giorni

10,00 €
Diario di ricordi scritto durante il periodo di prigionia nella prima guerra mondiale, trovato dai figli e riproposto integralmente così com'era stato scritto su tre quadernetti con copertina nera...

Dimenticare l'arte. Nuovi...

Costa Mario
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

22,50 €
In questo libro Mario Costa sottolinea l'attuale insostenibilità e inconsistenza teorica di tutta una serie di nozioni "forti" dell'estetica tradizionale, come quelle di "genio", "espressione", "stile", "bellezza", "idea". Al tempo stesso rileva l'esistenza, nel corpus dell'estetica del '900, di una molteplicità di errori logico-epistemologici. Il maggiore di questi errori, egli sostiene, consiste nel non aver saputo distinguere tra tre epoche radicalmente diverse della produzione artistica, quella "tecnica", quella "tecnologica" e quella "neo-tecnologica", e nel non aver saputo riconoscere che a ciascuna di queste tre epoche deve corrispondere un tipo di estetica profondamente differente dalle altre.

Dopo la tecnica. Dal chopper alle...

Costa Mario
Liguori

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,99 €
Se il mondo di Mallarmé era fatto per finire in un libro, il nostro, sostiene l'autore, è fatto per finire digitalizzato in un database. Il libro ripercorre la storia delle varie epoche della tecnica sottolineandone la discontinuità e la capacità di agire configurando, ogni volta in maniera diversa, l'organizzazione antropologica di chi da esse è abitato. Sulla base di questi presupposti, continua e argomenta l'autore, si può asserire che la tecnica, una volta connessa e dipendente dai bisogni e dall'azione dell'uomo, si è, nel corso del tempo, svincolata da ogni progetto umano rendendosi incondizionatamente autonoma, forzando l'uomo a vivere dentro di essa, ad appartenerle e a favorire il suo sviluppo. Solo una tale filosofia della tecnica sarà in grado, tra l'altro, di intravedere la verità che traspare dalle intuizioni, già da tanti altri avute, di un futuro ulteriore livello evolutivo del pianeta.

Ma dove vai?!? Guida semiseria ai...

Costa Mario
Costa Mario

Non disponibile

10,00 €
'Ma dove vai?!?' è una guida semiseria da infilare nel taschino di chiunque si appresti ad organizzare il proprio viaggio di nozze, o un qualsiasi altro viaggio. Perché 'organizzare' può anche essere fatto col sorriso nel cuore, e non per forza col muso lungo di chi sta solo aspettando di partire. Ci troverete indicazioni sui passi da seguire, informazioni su dove andare, i più bei posti da visitare nonché aneddoti di vita vissuta e non. Perché leggere questo libro è come farsi due chiacchiere con l'amico che non avete mai avuto.

Isidore Isou e il lettrismo. A cosa...

Costa Mario
Youcanprint

Non disponibile

12,00 €
Radicalizzando e oltrepassando il lavoro già svolto dai dadaisti e dai surrealisti, Isidore Isou, un ebreo rumeno nato nel 1925 e trasferitosi a Parigi nel 1945, mise mano a un progetto di ricostruzione totale di ogni sapere. Utilizzando un suo metodo creativo, la Créatique, egli sarebbe stato in grado, a suo dire, di sconvolgere ogni disciplina, artistica o scientifica che fosse, e di riconfigurarla su una nuova base. Le sue teorie, propagandate anche da un gruppo di suoi seguaci, i lettristi, trovarono una loro prima e immediata applicazione nel campo della poesia, e riuscirono ad imporsi negli ambienti intellettuali parigini dell'epoca. Alla poesia seguirono altre applicazioni del metodo, e la letteratura, la pittura, il cinema, il teatro, la danza, e ogni altra forma d'arte, nonché discipline scientifiche come la matematica, la psicologia, l'economia, l'erotologia, e cosi via, subirono lo stesso trattamento. L'autore di questo libro ritiene insignificanti gli interventi isouiani nel campo delle scienze, ma riconosce che la poesia a lettere, il montaggio discrepante nel film, l'ipergrafia in pittura e certe produzioni puramente concettuali hanno, in qualche modo, agito nelle vicende artistiche della seconda metà del Novecento.

Isidore Isou e il lettrismo. A cosa...

Costa Mario
Kaiak

Non disponibile

12,00 €
La seconda guerra mondiale, con i suoi 55 milioni di morti e i campi di sterminio nazisti, significò per molti il fallimento della ragione occidentale e di tutto l'edificio culturale che essa aveva edificato. Radicalizzando e oltrepassando il lavoro già svolto dai dadaisti e dai surrealisti, Isidore Isou, un ebreo rumeno nato nel 1925 e trasferitosi a Parigi nel 1945, mise mano ad un progetto di ricostruzione totale di ogni sapere. Utilizzando un suo metodo creativo, la Créatique, egli sarebbe stato in grado, a suo dire, di sconvolgere ogni disciplina, artistica o scientifica che fosse, e di riconfigurarla su una nuova base. Le sue teorie, propagandate anche da un gruppo di suoi seguaci, i lettristi, trovarono una loro prima e immediata applicazione nel campo della poesia, e riuscirono ad imporsi negli ambienti intellettuali parigini dell'epoca.

Artmedia. L'oggetto estetico...

Costa Mario
Youcanprint

Non disponibile

27,00 €
Il libro ripercorre la storia di Artmedia, il seminario teorico-dimostrativo di estetica dei media e della comunicazione che ha avuto inizio all'Università di Salerno nel 1985 e si è concluso nel 2009, dopo più di due decenni di attività e ripercorre la storia di uno dei più importanti progetti scientifici dedicati ai rapporti tra tecnologia, arte, estetica e filosofia; vuole essere ad un tempo un omaggio a tutti gli artisti e gli studiosi, italiani e stranieri, che nel corso degli anni hanno preso parte ad Artmedia e che sono qui rappresentati anche attraverso un'ampia documentazione fotografica.

In viaggio con Brigitte. Itinerari...

Costa Mario
Dei Merangoli Editrice

Non disponibile

14,00 €
A causa dello stress procuratole da un paziente, Cristina decide di partire alla volta di Parigi così da lasciarsi alle spalle, per qualche tempo, tanto Roma quanto il suo lavoro di psichiatra. Chi l'accompagna in questo viaggio, ben presto però si rende conto che la Ville Lumière, nonostante le sue suggestioni e promesse, non è l'antidoto al malessere, anzi forse il contrario. I compagni di viaggio decidono così di separarsi per percorrere itinerari diversi. Uno di questi porta ad un fortuito ed inaspettato incontro con Brigitte, conosciuta diversi anni prima. Lei saprà restituire senso al viaggio ed alla città, riducendo le distanze con il passato e con il luogo dove tutto è cominciato.

Ontologia dei media

Costa Mario
Postmedia Books

Non disponibile

12,60 €
I nuovi media, dai cellulari all'iPad, non solo agiscono modificando i nostri modi di vivere, ma operano più in profondità e riescono ad alterare il senso stesso della vita e della morte. A questa azione più sotterranea dei media il libro rivolge la sua attenzione cercando, anche con le indicazioni provenienti dagli artisti, di rivelarla e comprenderla. Le immagini tecnologiche, Internet, la scrittura elettronica, il telefonino, il touchscreen, la digitalizzazione del mondo che è in atto, svelano così un lato oscuro che era necessario illuminare.

Arte contemporanea ed estetica del...

Costa Mario
Mercurio

Non disponibile

15,00 €
L'autore di questo libro è, da trent'anni, impegnato nella definizione di una nuova estetica, lontana da quella tradizionale, da lui ritenuta ormai completamente obsoleta e inservibile, e nella indicazione di un tipo di sperimentazione in grado di offrire, dopo il lavoro, ormai esaurito, svolto dalle avanguardie, dei prodotti estetici meglio adeguati e rispondenti alla attuale situazione tecno-antropologica. In questo libro, dopo aver egli, nelle precedenti pubblicazioni, proposto ed elaborato concetti come "estetica della comunicazione", "sublime tecnologico", "blocco comunicante", ora ampiamente conosciuti e seguiti in Italia e all'estero, si ferma ulteriormente sulla nozione, già altrove accennata, di "flusso estetico tecnologico" analizzandola dal duplice punto di vista della teoria estetica e delle sue applicazioni. Di queste si compie una articolata disamina che muove da una attenta ed estesa riflessione sul "flusso cinematografico", dove si valutano in particolare i contributi di Bergson e di Deleuze, e si conclude con una analisi dello stato attuale dei "flussi estetici tecnologici" così come si sono andati configurando fino all'avvento del digitale e delle reti.

Della fotografia senza soggetto....

Costa Mario
Costa & Nolan

Non disponibile

16,00 €
Che cosa significa estetizzare un oggetto tecnologico? E poi, più ancora, che cosa significa estetizzare un oggetto neotecnologico? L'estetica ha elaborato le sue categorie riferendosi e fermandosi agli oggetti tecnici e si è rivelata del tutto inadeguata a pensare l'estetica degli oggetti tecnologici e ora neotecnologici. Essa ha creduto di poter applicare agli uni e agli altri le stesse categorie elaborate per gli oggetti tecnici ed è, ovviamente, arrivata alla conclusione della non, o imperfetta, artisticità ricavabile dagli uni e dagli altri. Già le polemiche, subito iniziate e mai sopite, sulla questione se la fotografia debba essere considerata un'arte a pieno titolo, lo provano ampiamente. In effetti si trattava semplicemente, ma non tanto, di capire che le tecnologiche della estetizzazione non sono omogenee e che l'artista, l'opera, la fruizione e tutta la costellazione di concetti a essi legata, si configurano ogni volta in maniera discontinua e radicalmente diversa. Gli oggetti estetici riescono a essere effettivamente tali solo nella misura in cui le tecnologiche sulle quali si fondano vengono effettivamente attivate ed estetizzate nel modo che è loro proprio, e la maniera migliore per farlo è quello di eliminare il più possibile da essi il soggetto e il significato.

L'oggetto estetico e la critica....

Costa Mario
Edisud Salerno

Non disponibile

20,00 €
Il libro raccoglie dei testi critici dedicati a ventitre artisti, italiani e stranieri, e scritti dall'autore in un periodo che copre gli ultimi trent'anni. Ne risulta una fenomenologia dell'operare estetico e delle sue possibili letture che serve, ad un tempo, a fornire delle indicazioni su come concepire ancora un'idea di "critica", e a verificare certe ipotesi dell'autore circa l'attuale "stato dell'arte".

La disumanizzazione tecnologica. Il...

Costa Mario
Costa & Nolan

Non disponibile

16,40 €
Il fine ultimo della tecnologia è quello di sostituire il mondo naturale con un mondo tutto proprio, interamente dominato dai suoi processi e dai suoi prodotti, in cui ogni traccia dell'umano è destinata a essere liquidata. A questa disumanizzazione in atto consegue un movimento analogo e irreversibile nel campo dell'arte: dileguatosi ogni orizzonte tragico e svanita la possibilità di elaborare simbolicamente una realtà ridotta a banale dato di fatto, l'artista più attento e consapevole non può che assumere questo mondo fluttuante e asemantico come suo oggetto, tematizzando nel suo lavoro quel fragore indistinto di energia che lo regola e lo pervade. I primi segni del mutamento compaiono già in alcune avanguardie storiche: personaggi come Gabo, Pevsner e Moholy-Nagy compiono il passaggio decisivo dalla desueta figura della "personalità artistica" a quella del "ricercatore estetico" che, senza rinunciare alla volontà di estetizzazione, si rende conto che l'atteggiamento artistico deve ora coniugarsi con la ricerca scientifica e la conoscenza tecnologica. Un volume che segue le diverse forme artistiche del Novecento (musica, danza, pittura, fotografia, cinema) nel loro progressivo affrancarsi da ogni eredità, per raggiungere una nuova dimensione significante situata al di là dell'arte e dopo di essa.

L'estetica della comunicazione....

Costa Mario
Castelvecchi

Non disponibile

10,00 €
La comunicazione, fin dagli albori dell'uomo, ha avuto delle precise finalità pratiche. Eppure, sostiene Mario Costa, non vi è mai stata una forma di comunicazione verbale o non verbale, priva di un suo sentimento estetico. Per esempio: il tono della voce

Il sublime tecnologico. Piccolo...

Costa Mario
Castelvecchi

Non disponibile

9,00 €
L'autore, professore di estetica e studioso delle Avanguardie Storiche fin dagli anni Sessanta, ha pubblicato un gran numero di saggi sulle trasformazioni indotte dai nuovi media nelle arti e nell'estetica. Il libro in oggetto intende essere un vero e proprio vademecum sul problema dell'Estetica e del Sublime nell'età dei media