Gruppi sociali in base all'età: adulti

Filtri attivi

La sessualità adulta. Per i...

Giusti Edoardo
Sovera Edizioni

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
La multidimensionalità della sessualità richiede al professionista della relazione d'aiuto di personalizzare e contestualizzare l'intervento tra le dimensioni tecnico-scientifiche e le considerazioni fenomenologico-esistenziali, facendo riferimento a modelli di lavoro strutturati evidence-based. Il testo fornisce un ampio inquadramento teorico-clinico della sessualità, scale di valutazione e modelli di lavoro terapeutico con l'obiettivo di agevolare la persona a sviluppare un proprio stile personale e favorire un contatto autentico con se stesso e con l'esperienza della vita.

Riprendiamoci i nostri figli. La...

Polito Antonio
Marsilio 2018

Disponibile in libreria  
FAMIGLIA PSICOLOGIA

17,00 €
Nel mondo di oggi, che mette in discussione ogni forma di autorità, la sfida educativa dei genitori diventa sempre più complicata. Se il conflitto tra generazioni non è certamente una novità, quello che sta accadendo è però qualcosa di diverso, di molto più serio: una vera e propria interruzione del tradizionale passaggio di valori dai padri ai figli. I genitori sono soli, insidiati da mille modelli alternativi che li contraddicono, parlano un'altra lingua, dettano altre priorità. Diventato padre in due momenti diversi e distanti della sua vita, Antonio Polito entra nel vivo di una battaglia culturale volta a smascherare i nemici dei genitori: le idee e le figure che tendono a sabotarne l'autorità o che semplicemente hanno smesso di aiutarli. Dai social alla scuola, dalla politica alla Chiesa, dai cattivi maestri fino alla famiglia stessa, che ha commesso gravi errori, importando stili di vita che ne minano il ruolo. Davanti all'urgenza di rifondare l'autorità dei genitori, la soluzione sta forse nel tornare al più classico dei compiti: trasmettere cultura, comportamenti, esperienze e valori, primo tra tutti l'amore e il rispetto per la vita. «A padri e madri bisognerebbe dire: non credete più a chi vi colpevolizza, riprendetevi 1 vostri figli, ribellatevi a chi sta alienando la vostra potestà, credete di nuovo possibile la vostra missione».

Programma benessere emotivo...

Erickson 2018

Disponibile in libreria  
MANUALI DI SOCIOLOGIA

22,00 €
Negli ultimi anni, i cambiamenti sociodemografici e culturali hanno suscitato una nuova attenzione e un nuovo sguardo nei confronti delle persone anziane. Si vuole invecchiare bene e a lungo. Oltre a richieste di tipo medico e di integrazione sociale, emergono con forza aspettative e bisogni psicologici e spirituali. La vecchiaia conduce infatti le persone a doversi confrontare con una serie di cambiamenti negli affetti, nelle relazioni, nei ruoli e nella fisicità, per i quali è necessario rinegoziare nuovi significati e trovare equilibri inediti per salvaguardare la continuità del Sé e della storia personale. Per affrontare questa sfida risulta particolarmente preziosa la possibilità di fermarsi ad ascoltare i propri sentimenti ed emozioni. "Programma benessere emotivo anziani" presenta un percorso di gruppo completo, strutturato e chiaro, con precise indicazioni per l'operatore e corredato di schede, che consente alla persona anziana di: esplorare in modo ludico e divertente il proprio mondo emotivo; riconoscere le emozioni, rendendole pensabili, dicibili e condivisibili; ripercorrere la propria storia, ascoltare e accogliere il vissuto altrui; ri-sperimentare stati di leggerezza, benessere e vitalità. Le attività proposte sono utilizzabile da varie figure professionali, in contesti differenti (RSA, CpA, centro diurno) e, con i dovuti accorgimenti, anche con persone affette da decadimento cognitivo.

I rassegnati. L'irresistibile...

Labate Tommaso
Rizzoli 2018

Disponibile in 3 giorni  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

17,00 €
«Trentanove è il numero simbolo di una generazione fallita o sull'orlo del fallimento. Una generazione fregata dai padri, che pure avevano consegnato l'illusione che a un'infanzia felice e a un'adolescenza bellamente turbolenta sarebbero seguiti anni di benessere, serenità, sollievo, pace. Una generazione che non genera figli, come impietosamente fotografato da tutte le rilevazioni statistiche. Trentanove è l'età media del Rassegnato.» Come siamo arrivati fin qui? Da dove ha origine quella che Mario Monti, da presidente del Consiglio, definì «generazione perduta»? Quali sono le responsabilità dei quarantenni di oggi e quali le colpe di una pessima visione politica e sociale nell'Italia degli ultimi cinquant'anni? Tommaso Labate, anagraficamente coinvolto in questa categoria vittima di un'inarrestabile parabola discendente, scava nel passato dei Rassegnàti per trovare la matrice della non-reazione, dell'inerzia, della sconfitta che segna il destino dei ventenni di vent'anni fa. Quelli a cui la dignità deve essere concessa per decreto. Dalle lotte (finte, sbagliate o troppo facili) degli anni Novanta a quelle individuali, quasi ombelicali di oggi, dalla crisi occupazionale a quella dei valori, I Rassegnàti è la cronaca precisa di un'occasione sprecata, di una partita persa all'ultimo rigore. Come quello di Baggio nella finale di USA 94, sparato alto sopra la traversa.

Riprendiamoci i nostri figli. La...

Polito Antonio
Marsilio 2018

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
Nel mondo di oggi, che mette in discussione ogni forma di autorità, la sfida educativa dei genitori diventa sempre più complicata. Se il conflitto tra generazioni non è certamente una novità, quello che sta accadendo è però qualcosa di diverso, di molto più serio: una vera e propria interruzione del tradizionale passaggio di valori dai padri ai figli. I genitori sono soli, insidiati da mille modelli alternativi che li contraddicono, parlano un'altra lingua, dettano altre priorità. Diventato padre in due momenti diversi e distanti della sua vita, Antonio Polito entra nel vivo di una battaglia culturale volta a smascherare i nemici dei genitori: le idee e le figure che tendono a sabotarne l'autorità o che semplicemente hanno smesso di aiutarli. Dai social alla scuola, dalla politica alla Chiesa, dai cattivi maestri fino alla famiglia stessa, che ha commesso gravi errori, importando stili di vita che ne minano il ruolo. Davanti all'urgenza di rifondare l'autorità dei genitori, la soluzione sta forse nel tornare al più classico dei compiti: trasmettere cultura, comportamenti, esperienze e valori, primo tra tutti l'amore e il rispetto per la vita. «A padri e madri bisognerebbe dire: non credete più a chi vi colpevolizza, riprendetevi 1 vostri figli, ribellatevi a chi sta alienando la vostra potestà, credete di nuovo possibile la vostra missione».

Amore e catastrofi. Diario di...

Dederer Claire
Sonzogno 2018

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Da ragazza a Seattle nei primissimi anni Novanta, Claire Dederer non si faceva mancare niente: fiumi di birra, rock, acidi e - parole sue - un'attività sessuale da coniglio. Il tutto accompagnato da sensazioni di sbandamento e disagio tardoadolescenziali. Due decenni dopo, grazie all'impegno e alla disciplina, si trasforma nella donna di quarantaquattro anni che è oggi: scrittrice di successo, moglie fedele, madre "sopra la media" - insomma, un'adulta a tutti gli effetti. Finché un giorno, mentre il marito è via per lavoro, si ritrova catapultata nuovamente nelle smanie della giovinezza, pervasa dallo stesso spleen che all'epoca la spingeva in cerca di avventure. La ragazzaccia edonista di un tempo è tornata? Oppure non era mai sparita del tutto? Man mano che la scopre, l'autrice raccoglie «l'essenza cartacea della vita»: pagine strappate dai diari, scatole piene di lettere e album di fotografie, che tesse insieme agli episodi più vividi della sua maturità messa a nudo. Ne risulta un romanzo autobiografico, coraggioso e sincero, che prova a riconciliare la ragazzina di ieri con la donna di oggi.

Che storia è questa. Gli adulti e...

Allegra Luciano
CELID 2018

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
L'Impero Romano, il Rinascimento, il Risorgimento e l'Unità d'Italia, Mussolini e il Ventennio fascista, la Seconda Guerra Mondiale, la Costituzione, la politica in Italia dal dopoguerra a oggi, ma anche la nascita delle industrie, il mito degli 'Italiani, brava gente', la Guerra Fredda, le grandi migrazioni, la diffusione degli elettrodomestici, l'evoluzione dei mezzi di trasporto, l'emancipazione delle donne.Che cosa sanno gli italiani del loro passato più o meno recente? La ricerca prende in esame le risposte fornite a un questionario da un campione composto da più di cento persone di ogni età, sesso, professione. Sedici domande, nessuna volta a scandagliare la conoscenza nozionistica di date e nomi; e nessun intento di sottolineare le perle nere, gli strafalcioni, l'ignoranza delle basi fondamentali del nostro vivere civile. Se però si scopre che meno del 10% degli intervistati ha aperto la Costituzione, e che molti di coloro che l'hanno fatto si sono limitati al fatidico primo articolo, ciò significa che qualcosa, nella trasmissione del sapere, non ha funzionato.

Psicologia delle età della vita....

Morganti Francesca
McGraw-Hill Education 2018

Disponibile in 3 giorni

39,00 €
Corso di laura in Scienze dell'educazione, dipartimento di Scienze umane e sociali dell'Università degli studi di Bergamo. Anno scolastico 2018-2019.

Essere mortale. Come scegliere la...

Gawande Atul
Einaudi 2016

Disponibile in 3 giorni

19,50 €
"Alice per la maggior parte del tempo portava vestiti dell'ospedale. Si svegliava quando glielo dicevano, si lavava e si vestiva quando glielo dicevano, mangiava quando glielo dicevano. Viveva con chiunque le dicevano che dovesse vivere. Alice si sentiva in prigione, come se l'avessero messa dentro per vecchiaia". La caducità umana può essere un argomento infido. Si può innegabilmente provare una sorta di disagio ad affrontare temi che la riguardano. Ma se fossimo vittime proprio del nostro rifiuto di accettare l'inesorabilità del ciclo vitale? E se ci fossero invece approcci migliori, proprio lì, davanti ai nostri occhi, che chiedono solo di essere riconosciuti? Sicuramente la qualità di vita di anziani e malati potrebbe migliorare. Atul Gawande presenta e discute le principali difficoltà incontrate nell'Occidente industriale dai servizi assistenziali per gli anziani, e propone alternative. Nel suo classico stile equilibrato, lucido e coinvolgente, mostra come, per provare a migliorare la qualità della vita di persone molto anziane a malate, occorra prima di tutto interrogarsi su che cosa ciascuno di noi intende per qualità della vita così da accorgersi che ciò che rende la vita degna di essere vissuta non coincide soltanto con sicurezza e salute. Molte altre sono le sfide da affrontare quando il medico vuole fare meglio, e vuole far andare meglio le cose, quando ha cioè cura di ascoltare il paziente...

Batticuore. Viaggio nei sentimenti,...

Conti Paolo
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2015

Disponibile in libreria  
INNAMORAMENTO AMORE

13,00 €
"Ho 58 anni e trovo pietosa, anzi ridicola, solo l'ipotesi di innamorarmi." Così scriveva Paolo Conti in un articolo apparso sul "Corriere della Sera" il 20 agosto 2012 e poi sul sito corriere.it nello spazio della "27ma ora", scatenando per la prima volta un incredibile dibattito sull'amore in età matura e sulle trasformazioni delle relazioni sentimentali nel nostro Paese, prendendo il discorso iniziato con quella revocazione, "Batticuore" racconta come vengono vissuti oggi i sentimenti, le relazioni e il sesso oltre i cinquant'anni: muovendosi tra testimonianze dei lettori, storie simbolo, cifre statistiche e riflessioni di esperti e di personaggi famosi, Conti delinea una realtà che sembra aver perso i confini fra le diverse stagioni della vita. E tra padri che frequentano le amiche dei figli, divorzi tra ultrasessantenni, amori intellettuali e colpi di fulmine in terza età ci accompagna nel cuore di quel "gigantesco rimescolamento di carte affettive che cambia continuamente (e allegramente) volto all'ormai ex istituzione italiana per eccellenza: la famiglia, la coppia fondata sul matrimonio".

Gioia e le altre

Bartolo Michelangelo
Città Nuova 2015

Disponibile in 3 giorni

6,00 €
Quando con il passare degli anni la debolezza del corpo si fa più evidente la Casa di riposo sembra essere l'unica soluzione... Una sorprendente alleanza tra generazioni. "Non mi piace invecchiare, ma considerando l'alternativa?", dice Woody Allen in un'intervista. Oggi, in effetti, si vive di più e si vorrebbe vivere meglio; ma non sempre è così. Come nella storia di Gioia, nonna iperattiva che improvvisamente si trova a dover fare i conti con un corpo che non la segue più come desidererebbe. Una famiglia presente, con figli a loro modo affettuosi ma che talvolta non comprendono le esigenze e i desideri di chi è anziano. E quando la debolezza del corpo si fa più evidente, la casa di riposo sembra essere l'unica soluzione, la più normale, la più fisiologica; soluzione a cui Gioia, in modo delicato e originale, si oppone. Ne scaturisce una sorprendente alleanza tra generazioni da cui nascono nuove energie, nuove soluzioni, nuova voglia di vita. Il saggio di Giantin evidenzia le criticità del soggetto anziano e indica possibili soluzioni assistenziali.

Educare all'incontro tra...

Musi Elisabetta
Junior 2014

Disponibile in 3 giorni  
DIDATTICA

14,80 €
La civiltà occidentale ha realizzato un ordine sociale fondato sulla separazione degli individui con medesime caratteristiche, riducendo all'invisibilità e al silenzio un'enorme moltitudine di persone. Tra questi i vecchi e i bambini, confinati in modo ordinato in "contenitori sociali", o sospinti disordinatamente ai margini della società e della socialità. Questo determina una dispersione di saperi e risorse di cui patisce l'individuo come la collettività intera. Al contrario, spazi di contaminazione e di condivisione tra soggetti con provenienze anagrafi che, generazionali, culturali diverse, creano le premesse perché cresca tra le persone quell'attenzione reciproca che l'educazione, le politiche sociali, i servizi alla persona devono contribuire a promuovere. È pertanto agli operatori di questi ambiti professionali che il volume si rivolge, presentando una riflessione sulla vita come un continuum in cui ogni frammento è concepito in relazione a ogni altro. I bambini costituiscono per gli anziani una sorta di sguardo introspettivo, mentre gli anziani fungono da specchio proiettivo in cui prefigurare il tempo a venire. Assumere lo sguardo, la prospettiva dei bambini e dei vecchi insieme può allora suggerire nuove angolature sul mondo nel quale viviamo. Angolature che qui muovono da una lettura socio-antropologica della realtà, con l'obiettivo di risalire alle origini dell'indebolimento del principio di solidarietà.

Baby boom. Memorie di una...

Menna Bruno
Iuppiter 2014

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Questo è un racconto emozionale in difesa degli over 50 e degli over 55, di tutti coloro, cioè, che hanno avuto la fortuna di nascere nei Cinquanta, crescere nei Sessanta e formarsi nei Settanta. Parte con una lunga rilettura, in particolare, dei Sixties,

Non è tempo per noi. Quarantenni:...

Scanzi Andrea
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2014

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
Cresciuti negli anni Ottanta, troppo giovani per il vinile ma troppo vecchi per la Rete, eternamente in attesa, i quarantenni di oggi sfoggiano miti così educati da passare inosservati: hanno sostituito Che Guevara con l'Uomo Tigre, Martin Luther King con

Voi avete gli orologi, noi abbiamo...

Rampini Federico
Mondadori 2013

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
"Se torno per qualche giorno in Italia, mi sento subito ingombrante. A 56 anni ho l'età sbagliata? Governi, imprese, esperti descrivono i miei coetanei come un "costo". Guadagniamo troppo, godiamo di tutele anacronistiche, e quando andremo in pensione fare

Percorsi di motricità consapevole....

Poggia Claudia
Erickson 2010

Disponibile in 3 giorni

18,50 €
Elemento imprescindibile per chi voglia cercare, migliorrare o mantenere un buon equilibrio tra corpo e mente è il movimento, che permette di aumentare il benessere psicofìsico e stimola l'organizzazione di se stessi e del proprio pensiero. In Percorsi di

Disabilità adulta: prospettive

Botti S.
Qudulibri 2018

Non disponibile

12,00 €
"La domanda da porsi nella progettazione è non tanto quali funzioni siano abilitanti nel soggetto e quali siano i deficit funzionali, ma quanto sia necessario e possibile intervenire sul sistema spaziale, relazionale, strutturale del contesto per favorire la piena partecipazione e inclusione della persona disabile. In questo senso il cambiamento culturale che si impone è quello di non considerare più la persona disabile come oggetto di sostegno di tipo prestazionale legato ai deficit, ma come soggetto di diritti". (Simonetta Botti)

Perdersi e ritrovarsi. Una lettura...

Dettori G. Filippo
Franco Angeli 2016

Non disponibile

25,00 €
Ogni anno centinaia di persone cambiano il proprio modo di vivere e di essere a causa del sopraggiungere di malattie e/o incidenti che modificano sostanzialmente il proprio grado di autonomia. Alla sofferenza fisica si sommano molteplici difficoltà legate all'accettazione della disabilità, ai rapporti interpersonali e familiari, all'impossibilità di svolgere le stesse mansioni lavorative. L'International Classification of Functioning, Disability and Health (ICF) dell'OMS ha messo in evidenza che una determinata condizione di salute diventa disabilità in un contesto ambientale sfavorevole. La disabilità, per queste ragioni, non può essere considerata una realtà di pochi, che va compresa e tollerata da una maggioranza di "sani", ma una condizione che può interessare tutti e che, quando si verifica, richiede interventi di supporto educativi oltre che medici. Il libro affronta la tematica della disabilità adulta prendendo in esame la letteratura internazionale e la legislazione italiana, soffermandosi in modo particolare, sul ruolo dell'educatore nel processo finalizzato al recupero dell'autonomia del disabile e alla sua inclusione sociale.

Lavorare ancora. La rigenerazione...

Inzoli Angelo
Erickson 2016

Non disponibile

17,00 €
Nel contesto della crisi economica e dei drammatici effetti che ha determinato, Lavorare ancora si focalizza in particolare sul caso di quei lavoratori ultracinquantenni che, sotto la pressione di un mercato del lavoro sempre più competitivo e limitato, sono maggiormente esposti ai rischi di una disoccupazione generalizzata. Rifiutando una prospettiva passivamente assistenzialista, il volume propone un approccio rigenerativo in grado di accompagnare progressivamente il soggetto da una dimensione di non-lavoro a un ruolo da protagonista e attore del proprio cambiamento, attraverso pratiche motivazionali, di aggiornamento e incremento delle competenze. Un percorso che unisce alla profondità teorica e metodologica una visione pragmatica, grazie anche alle numerose testimonianze dirette di coloro che, con difficoltà ma con tenacia, hanno saputo rispondere agli urti della crisi. Al di là di ogni retorica politica, il volume restituisce una dimensione autentica al tema del lavoro: non soltanto necessità economica ma esigenza esistenziale, nella quale trovare una propria realizzazione.

Non ho l'età. Storie, scienza e...

Schiavi Giangiacomo
Centauria 2016

Non disponibile

13,90 €
La vecchiaia è inevitabile ma non per questo deve essere una condanna. La verità è che oggi è possibile invecchiare meglio del whisky, mantenendo vitalità e autonomia fino a età impensabili solo un decennio fa, e che quattro anziani su cinque vivono in modo autosufficiente. I segreti sono molti: un corretto regime alimentare, un'intensa vita di relazione con famigliari, amici e conoscenti, esercizi per tenere corpo e mente allenati in modo adatto all'età che cambia. Ma dal prolungamento dell'attività sessuale alle nuove frontiere della genetica e della farmacologia, anche la scienza ha parecchio da dire su come tutelare la salute in questo tempo, sempre più esteso, del nostro percorso umano. Un anziano è come un'astronave, sostiene Carlo Vergani: quanto a lungo resterà in orbita dipende da come è stata costruita ma anche dalla manutenzione... Questo libro, ricco di dati, interviste, storie e analisi aggiornate, racconta come cambia e come si può affrontare quello che un tempo si chiamava viale del tramonto e che oggi è la «nuova longevità», una risorsa indispensabile per una società che cambia.

Avere cinquant'anni. Come vivere...

Regazzoni Claudio
Il Nuovo Melangolo 2016

Non disponibile

10,00 €
È mia profonda convinzione che, oggi, vi siano le condizioni perché i cittadini possano collegarsi attivamente con il mondo delle associazioni e i sindacati, per promuovere una mobilitazione finalizzata ad avviare una "rivoluzione culturale" per sconfiggere definitivamente gli stereotipi che contribuiscono a considerare la vecchiaia una negatività, a marginalizzare gli anziani considerandoli un peso, un costo sociale per la società. L'obiettivo e la sfida, oggi, consistono nel dare valore sociale alla vecchiaia e alle persone che invecchiano.

Percorsi di vita e di salute....

Mascagni Giulia
Carocci 2015

Non disponibile

16,00 €
II problema delle disuguaglianze sociali resta oggi complesso, e si fa se possibile più grave a fronte della perdurante fase di crisi e di interpretazioni troppo spesso schiacciate sulla contingenza. Il libro è l'esito di una ricerca durata oltre due anni,

Tre onde più in là

Grezzana Luigi G.
Bonaccorso 2015

Non disponibile

15,00 €
Nella cura degli anziani, mi torna spesso in mente, quella che mi piace chiamare la "sindrome del corallo". Tutte le cose che hanno accompagnato un vecchio, nella sua vita, come la sua casa, la sua sedia, il suo letto, il suo borgo, diventano parte di lui. Il suo mondo si identifica con la sua persona, appunto come il corallo. Quando si è giovani, si pensa di bastare a se stessi e, quasi, si vive l'esaltazione e l'arroganza di una forte autonomia. Tutto quello che ci circonda si usa se ci serve, ma è accessorio, non essenziale. Soltanto diventando vecchi, si impara che le cose che ci circondano diventano nostre. Più che nostre. Parte di noi. Ecco, allora, che per un vecchio la sedia è la sua sedia, il tavolo è il suo tavolo, la casa è la sua casa. E le cose sono diventate amori... Per questo, quando si toglie ad un anziano una sua cosa, o peggio, egli viene tolto dalle sue cose, si sente menomato. Non è più lui..

La congiura contro i giovani. Crisi...

Laffi Stefano
Feltrinelli 2014

Non disponibile

14,00 €
Da tempo è in atto un attacco ai giovani. Sotto forme diverse mercificazione, infantilizzazione, patologizzazione, criminalizzazione, sfruttamento - bambini, adolescenti e giovani sono entrati nelle mire degli adulti, mire spesso camuffate da preoccupazione, sensibilità educativa, protezione dei valori sociali e delle tradizioni. Quasi senza reagire, i giovani sono tenuti in ostaggio di un discorso pubblico fortemente ipocrita, in cui si invoca la loro autonomia senza concedere la possibilità di esercizio, la loro partecipazione ma solo in finte istituzioni, il loro lavoro ma solo nelle posizioni peggiori, il loro talento ma dentro una scuola a pezzi. Il prezzo è altissimo, perché la società è ferma, giovanofila nell'immaginario ma gerontocratica nella realtà. I giovani non passano, le istituzioni restano impermeabili al beneficio di nuove forme di pensiero e pratiche. Dei giovani si continua a parlare, ma con parole corrotte, che finiranno per disinteressarli definitivamente dai discorsi pubblici. Perché l'ossessiva domanda - chi sono i giovani? come sono diventati? - cade nella trappola di un gioco di definizioni e interpretazioni che non serve ai giovani ma assolve solo chi parla. Il problema non sono i giovani, ma gli adulti. I giovani sono l'alibi di adulti in crisi, disorientati di fronte alla perdita di controllo del mondo che li circonda, increduli di fronte agli effetti di una società dei consumi da loro edificata.

Educare «nella e alla» età senile....

Cerrocchi
Junior 2014

Non disponibile

19,80 €
Il volume si colloca tra pedagogia e didattica e ha inteso riflettere e intervenire su due trend del cambiamento socio-culturale, ossia l'allungamento del ciclo/corso di vita e l'esplosione della tecnica (con particolare riferimento alla diffusione delle nuove tecnologie), nonché rispetto alle loro ricadute in termini di educazione per tutta la vita e in tutti i contesti fisici, sociali e culturali di vita. Il testo si caratterizza per un approccio interdisciplinare e multiprofessionale che, a partire dalla trattazione delle dimensioni proprie dell'età senile (quella fisico-motoria, quella cognitiva e metacognitiva, quella emotivo-affettiva e quella linguistico-comunicativa), ha evidenziato che ognuno invecchia a suo modo, anche in base al grado e alla qualità di sostegno e di sfida garantiti dall'ambiente, ossia in una sintesi tra variabili bio-psicologiche e socio-culturali. La riduzione del digital e del knowledge divide nell'età senile è questione trattata nelle definizioni, nelle condizioni (internazionali, nazionali e locali) e nei progetti, mentre viene operata una riflessione critica sul contributo e sulla rispettiva formazione dell'educatore sociale. Il volume, infine, riferisce il lavoro del gruppo di ricerca e di azione "Nonno Bit-NonnaByte@UniMoRe".

In principio era la musica

Lafferma Norberto
Youcanprint 2014

Non disponibile

16,00 €
"In principio era la musica" è la testimonianza di un percorso di scrittura di sé condotto da Norberto Lafferma, collaboratore territoriale della Libera università dell'autobiografia di Anghiari, con un gruppo di persone anziane. Temi dominanti: la scrittura autobiografica e la musica. La musica ascoltata o ricordata, i suoni percepiti o rievocati, le emozioni, i silenzi, hanno dato alla luce molte scritture personali che narrano momenti di vita trascorsa e, al contempo, permettono di (ri)pensarsi anche al presente con uno sguardo positivo al futuro. Le "scritture autobiografiche musicali" sono il vero "tesoro" da cercare in questo libro. Vi sono inoltre approfondimenti teorici e suggerimenti metodologici utili per chi desidera intraprendere alla LUA il cammino laboratoriale del percorso Morphosis.

Favolosi «anta». Perché la vita...

Bainbridge David
De Agostini 2014

Non disponibile

12,90 €
Dapprima sono le zampe di gallina, i capelli bianchi e le etichette illeggibili a suonare il campanello d'allarme. Poi, a un certo punto, messi davanti allo specchio, vediamo una copia dei nostri genitori. Allora è proprio fatta: eccola la mezza età e, pun

Non è tempo per noi. Quarantenni:...

Scanzi Andrea
Rizzoli 2013

Non disponibile

17,00 €
Pregi e difetti, sogni e tic dei rottamatori che spingono, ma non troppo, alle porte del Paese. Un pamphlet autoironico e dissacratorio sulla "generazione di mezzo", sdrucita prima ancora di diventare luminosa, di cui nessuno si permette di parlar male, tanto sembra di sparare sulla croce rossa. Quali sono i miti di questa selva di quarantenni, nati negli anni Settanta e soprattutto cresciuti negli anni Ottanta, senza un Sessantotto da raccontare?

Favolosi «anta». Perché la vita...

Bainbridge David
De Agostini 2013

Non disponibile

14,90 €
Dapprima sono le zampe di gallina, i capelli bianchi e le etichette illeggibili a suonare il campanello d'allarme. Poi, a un certo punto, messi davanti allo specchio, vediamo una copia dei nostri genitori. Allora è proprio fatta: eccola la mezza età e, puntuali come una cambiale, le domande più o meno amletiche (Perché il tempo sembra accelerare? Si diventa conservatori invecchiando?) e la crisi. Guardando alla faccenda con la lente dell'antropologia, della neuroscienza, della psicologia e della biologia evolutiva, però, David Bainbridge ci dona su un piatto d'argento una notizia da scoop: la mezza età non è una diabolica scoperta dell'industria cosmetica né lo scotto che ci tocca pagare in quanto viviamo più a lungo ma piuttosto una benedizione, il prodotto della selezione naturale che nel corso di milioni di anni ha garantito la sopravvivenza e il dominio della nostra specie. Non siamo arrivati fin qui nonostante, bensì grazie ad essa. E allora smettiamo di correre freneticamente verso il traguardo successivo e godiamoci finalmente la vita. Se il tempo ci mette alle strette, impareremo a distinguere il superfluo dal necessario, useremo diversamente il nostro cervello e le esperienze, traendo il massimo da noi stessi e dagli altri. Quel che resta del giorno è il meglio che deve ancora venire.

Lo straordinario e il meraviglioso....

Gramigna Anita
Aracne 2013

Non disponibile

10,00 €
Lo scopo di questo libro, che si compone di una parte saggistica ed una letteraria, è quello di proporre una forma - narrativa, appunto - per costruire itinerari di significazione della realtà, proprio a partire dalle più comuni domande dei bambini, intorno al senso delle cose. In fondo, sono le nostre stesse domande che, da sempre, alimentano le interrogazioni dei filosofi. Il testo ci propone un approccio metaforico che nasce da una profonda riflessione sulla bellezza, sul nostro tempo, sul mondo, le carenze, i desideri, le solitudini, i sogni e le speranze. La narrazione, che, a nostro parere, è una forma del pensiero e dunque un principio organizzativo della conoscenza, qui vuole attingere al sentimento del "meraviglioso" che vibra nell'immaginario dei più piccoli, ma che persiste ostinato anche in noi, come testimoniano i sogni, le fantasie, le follie e gli innamoramenti che agitano la vita dei cosiddetti adulti. Il testo si rivolge a quanti cercano risposte non convenzionali alle proprie inquietudini, non certo per appagarne gli interrogativi, quanto per sperimentare prassi di ermeneutica applicata, intorno alle forme interpretative del nostro pensiero.

UrbAging. La città e gli anziani

Martinoni M.
Tarmac 2013

Non disponibile

25,00 €
Due tendenze forti caratterizzano il XXI secolo: l'accelerazione del processo di urbanizzazione e il crescente invecchiamento della popolazione. La rivoluzione della longevità tocca trasversalmente tutti gli elementi che contribuiscono alla qualità di vita della popolazione. I contributi raccolti sottolineano l'esigenza di approcci interdisciplinari. Gli aspetti architettonici e sociologici sono intimamente legati nella ricerca di risposte al tema dell'invecchiamento della popolazione. Il libro ponendo l'accento su alcuni temi centrali: l'invecchiamento della popolazione rappresenta anche un'opportunità; le abitazioni devono essere pensate per le diverse fasi della vita; lo spazio pubblico, deve essere conviviale, sicuro, confortevole e flessibile; il contesto territoriale deve favorire l'accessibilità, il grado di connettività e l'intensità d'uso; le diverse politiche settoriali devono integrare il tema "anziani"; la gestione dello spazio urbano deve essere attenta ai bisogni di tutti gli abitanti e coinvolgere direttamente anche gli anziani; gli strumenti di valutazione, di aiuto alla decisione e le buone pratiche devono essere divulgati.

Voi avete gli orologi, noi abbiamo...

Rampini Federico
Mondadori 2012

Non disponibile

16,00 €
"Se torno per qualche giorno in Italia, mi sento subito ingombrante. A 56 anni ho l'età sbagliata? Governi, imprese, esperti descrivono i miei coetanei come un "costo". Guadagniamo troppo, godiamo di tutele anacronistiche, e quando andremo in pensione faremo sballare gli equilibri della previdenza. Per i trentenni e i ventenni, invece, siamo "il tappo". Ci aggrappiamo ai nostri posti, non li facciamo entrare. Non importa se ci sentiamo ancora in forma, siamo già "gerontocrazia". Nessuno trova una soluzione a questa crisi, ma molti sembrano d'accordo nell'individuarne la causa: il problema siamo noi, i baby boomer. Siamo nati nell'ultima Età dell'Oro, quel periodo (1945-1965) che coincise con un boom economico in tutto l'Occidente ed ebbe un effetto collaterale forse perfino più importante: l'esplosione delle nascite. Come se non bastasse, poi, lo straordinario allungamento della speranza di vita ci ha resi una delle generazioni più longeve. E di questa nostra inusitata sopravvivenza si parla quasi come di una sciagura annunciata, un disastro al rallentatore. Ma un evento individualmente così positivo - vivere di più - può trasformarsi in una calamità? No, noi baby boomer siamo un'enorme risorsa anche adesso che diventiamo "pantere grigie". La sfida, di cui s'intravedono i contorni in America, è quella di inventarci una nuova vita e un nuovo ruolo, per i prossimi venti o trent'anni."

Buone notizie per le città? Impatti...

Ietri Daniele
Rubbettino 2012

Non disponibile

16,00 €
Mentre gran parte della discussione sulle conseguenze economiche di una popolazione che invecchia si concentra sugli aspetti negativi, questo libro propone un punto di vista originale: i senior possono portare benefici significativi all'economia di una città. Gli autori illustrano come il cambiamento demografico possa avere impatti positivi sui centri urbani, per le conseguenze delle scelte della popolazione senior in termini di luogo di residenza e di allocazione di tempo e denaro. In particolare, con il loro contributo ai settori della cultura, dell'educazione e del volontariato, i senior possono contribuire in modo cruciale alla competitività urbana e alla riqualificazione di vaste aree delle città. Il libro include analisi degli effetti dell'invecchiamento della popolazione, delle politiche e delle buone pratiche in oltre 40 città negli Stati Uniti, in Europa e in Italia, con interviste a funzionari e politici locali. Il lavoro è di particolare interesse per ricercatori e funzionari pubblici impegnati in aree quali le politiche culturali e sociali, lo sviluppo urbano e le politiche pubbliche cittadine in generale.

L'amicizia in età adulta. Legami di...

Ghisleni Maurizio
Franco Angeli 2012

Non disponibile

25,00 €
Le relazioni di amicizia sono una componente fondamentale della nostra vita quotidiana. I sociologi per lungo tempo ne hanno sottovalutata l'importanza ma dagli anni ottanta, soprattutto nella letteratura sociologica anglo-americana, si sono moltiplicate le ricerche centrate sull'amicizia come punto di osservazione dal quale osservare i cambiamenti nella vita delle persone e nei legami interpersonali. Queste ricerche mostrano come i legami amicali siano un importante punto di riferimento per analizzare non solo le scelte morali e intersoggettive degli attori sociali, ma anche le metamorfosi dei loro modelli relazionali; L'amicizia è sia un modello di comportamento etico sia un processo relazionale interattivo che muta parallelamente al mutare delle biografie personali e dell'organizzazione generale dei rapporti sociali. Il presente volume si occupa dell'amicizia nell'età adulta. Nel merito, il testo indaga come e in che termini l'amicizia sia importante nel caso di passaggi biografici impegnativi e in momenti di crisi che modificano le traiettorie esistenziali delle persone; affronta il tema dell'amicizia nell'età adulta ponendolo in relazione alla differenza e alla costruzione dell'identità di genere; si sofferma sul rapporto fra amicizia e coppia ma anche sui legami di amicizia in ambito lavorativo.

Qui Milano giovani. Trentenni...

Meravigli 2012

Non disponibile  
REMAINDER

12,00 €
Una pubblicazione per incuriosire e rivelare il lato giovane di Milano, raccontato dalla voce dei protagonisti, giovani anch'essi, che operano in ambiti diversi: arte, cinema, design, fumetti, teatro, musica, web, cooperazione sociale, volontariato, ricerca scientifica, gusto e mondo underground. Il libro può essere letto dall'inizio alla fine oppure lo si può assaggiare a piccole dosi, spizzicando qua e là tra le pagine che più attirano l'attenzione e raccontano di interessi personali. Ogni sezione è introdotta da una lunga intervista cui segue una parte informativa dettagliata sui principali enti formativi, le aziende di successo, i dati statistici. E non mancano numerosi indirizzi e riferimenti utili. Potrà apprezzarlo sia chi vive e conosce la città, per ricevere nuovi stimoli da una metropoli multiforme, sia chi è di passaggio e vi soggiorna per un breve periodo, per sapere in tanta varietà come approfittarne al meglio e secondo i propri gusti.

Terza età. Educare in un mondo che...

M3E
In Dialogo 2012

Non disponibile

5,00 €
Le difficoltà dell'educazione in questo momento storico portano con sé un guadagno importante: è quello che ci costringe a ripensare al senso che ha l'educare. Non è spontaneo l'educare; di esso bisogna ridirsi il valore umano, quali sono la ricchezza e l'intensità di umanità che sono insite in quest'esperienza che, mentre ci fa fare la nostra parte nei confronti delle nuove generazioni, contribuisce a costruire anche noi: costruisce noi adulti e anziani, costruisce noi che abbiamo una responsabilità verso i più giovani.

Pedagogia della nonnità

Caporale Vittoriano
Cacucci 2011

Non disponibile

15,00 €
Che senso ha la "pedagogia della nonnità"? Quale significato attribuire ha una società nella quale aumenta sempre di più il numero degli anziani? Chi sono gi anziani di oggi? Quali rapporti instaurano gli anziani con i familiari e con le altre persone? Quali problemi medico-sanitari, sociali, politici, economici, morali, psicologici, pedagogici ecc. pongono gli anziani nella società attuale? Quale valore attribuire alla tradizione, oggi?

Riflessioni sull'esercizio...

Vacchina P.
Carocci 2010

Non disponibile

13,00 €
Un saggio sull'autorità è oggi inusuale e forse provocatorio. Il nostro è un tempo di infinita transizione in cui, venute meno le figure dei grandi maestri del secolo scorso - dai padri costituenti alle figure profetiche in ambito ecclesiale -, stentano ad esprimersi e ad affermarsi a livello pubblico nuove forme, nuovi modelli credibili e condivisi nell'esercizio dell'autorità. Alle ACLI, storica organizzazione popolare, è parso interessante e necessario interrogarsi attorno al tema dell'esercizio delle funzioni di autorità, a partire da alcune domande cruciali: come si definiscono i diversi stili di esercizio dell'autorità? È possibile per degli adulti educarsi a tale esercizio? È possibile che un'organizzazione sociale porti un contributo originale al Paese in termini di donne e uomini preparati a svolgere funzioni di autorità in modo eticamente responsabile, oltre che con competenza ed efficacia? Questo libro si propone di offrire alcune riflessioni attorno alla questione dell'autorità, agli stili della stessa, al discernimento, all'etica delle virtù, attraverso il confronto con sei protagonisti dell'associazionismo, delle professioni e del mondo ecclesiale.

Figli dell'incertezza. I giovani in...

Berti F.
Franco Angeli 2010

Non disponibile

26,50 €
Negli ultimi anni è diventato sempre più difficile capire chi sono i giovani, e questo non solo per quanto riguarda i loro pensieri, le loro aspettative, le loro ambizioni ed i loro progetti di vita, ma anche semplicemente per ciò che concerne la loro individuazione anagrafica. La "gioventù" è infatti un'età di confine molto ampia e poco circoscrivibile, che spazia dall'infanzia - che finisce sempre prima - alla vecchiaia - che inizia sempre dopo - mischiandosi così con l'età adulta, come mostrano le espressioni "giovani-adulti" o "adulti-giovani", largamente utilizzate dai ricercatori e media. Esistono, quindi, vari modi di essere giovani, anche in Italia e in ogni provincia, tanto da essere un compito non facile riuscire ad interpretare questa età di mezzo. In questo quadro le ricerche locali assumono una notevole importanza e si rivelano particolarmente utili sia per indirizzare le politiche mirate alle nuove generazioni sia per valutare la portata euristica di un territorio. La ricerca di cui viene dato conto nel volume è stata realizzata su un campione di giovani 19-30enni residenti in Provincia di Grosseto con l'intento di coglierne, gli stili di vita, i percorsi formativi, le relazioni con il mondo del lavoro, il rapporto con la politica e la percezione dei fenomeni migratori, la partecipazione alla vita sociale e le idee che hanno sul loro futuro.

Amicizie. Le reti sociali dei...

Bellotti Elisa
Franco Angeli 2009

Non disponibile

22,50 €
Nella società contemporanea gli amici costituiscono sempre più spesso una risorsa preziosa di socialità, in un certo senso l'inizio di nuove forme di comunità contemporanee, antidoto ai rapporti sociali precari e flessibili. Archetipo della relazione elettiva, dispositivo etico per eccellenza, l'amicizia si configura così come forma reticolare di capitale sociale i cui vincoli e risorse si declinano nell'ambito privato e individualista della vita quotidiana. Ma l'amicizia è anche figlia della modernità e delle sue ambivalenze, e di essa, più che definizioni, è facile cogliere variazioni semantiche e sfumature. Il volume esplora le configurazioni delle reti amicali di alcuni giovani adulti milanesi attraverso i risultati di una ricerca empirica che combina le tecniche di rilevazione qualitative con quelle proprie della Social Network Analysis. Ne emerge un quadro in cui i giovani, uomini e donne, investono risorse emotive, sviluppano senso di appartenenza e condotte etiche, sostituiscono in parte con gli amici i punti di riferimento affettivi della famiglia d'origine o di quella d'elezione. Tale investimento non è però privo di conseguenze per la società: da un lato è necessario confrontarsi con forme di appartenenza flessibili e mutevoli, dall'altro occorre fare i conti con norme e valori il cui raggio di influenza coincide con i confini simbolici delle reti amicali e si esaurisce nell'ambito privato delle relazioni personali.

Avanti giovani, alla riscossa. Come...

Livi Bacci Massimo
Il Mulino 2008

Non disponibile

10,00 €
Il concetto di "gioventù" indica oggi una fascia di età sempre più estesa, che si spinge ormai ben oltre la soglia dei trent'anni. Ciononostante nel nostro paese la quota dei giovani sul tolale della popolazione è in costante diminuzione. Cosa si nasconde dietro questi dati apparentemente contraddittori? Una condizione di vita altrettanto paradossale. I giovani hanno sempre meno risorse proprie, perché quelle (crescenti) di cui godono le ottengono dai genitori. Vivono quindi un po' come i nobili a Versailles: non manca loro nulla (in media), ma hanno perso ruolo e potere nella società, e (di conseguenza?) voglia di partecipare ed essere protagonisti. Non sorprende che un simile limbo crei situazioni di disagio anche gravi, che questo libro si incarica di scandagliare: obesità e anoressia, depressione, suicidi e tentativi di suicidio, devianza e criminalità, abuso di alcol e consumo di droghe, disaffezione per le istituzioni, sfiducia nel futuro. Eppure le soluzioni possibili non mancherebbero.

Le «Scuole reggimentali» 1848-1913....

Mastrangelo Gianfranco
Ediesse 2008

Non disponibile

9,00 €
Con il termine scuole reggimentali ci si riferisce all'apparato organizzativo e alle classi scolastiche che furono create in seno ai corpi dell'esercito e della marina militare del regno di Sardegna a partire dalla metà del XDC secolo. Scopo delle scuole e

Giovani per sempre. La figura...

Bonazzi Franco
Franco Angeli 2008

Non disponibile

20,00 €
Essere eternamente giovani costituisce un miraggio che seduce da sempre, ma che oggi assume i contorni di una realtà ascrivibile a tutti sempre e comunque. La giovinezza infatti non viene più vissuta come età di transizione tra adolescenza e adultità, ma come ipotesi esistenziale sganciata dal divenire, oggetto del desiderio di cui è possibile impadronirsi anche se si è già raggiunta l'età adulta. Per catturare questa stagione della vita è sufficiente essere disposti a modificare il proprio corpo e il proprio viso, a interrompere trame relazionali consolidate, a reinventarsi nuovi ogni giorno. Il libro è un'esplorazione di questa nuova estetica dell'età adulta e della ricaduta che essa ha sull'universo di coloro che giovani lo sono davvero. Il processo ermeneutico parte da un'analisi del vissuto di una giovinezza perenne, percorre i sentieri dell'identità, della seduzione, dell'apparire e dell'essere; e questo avviene con l'ausilio di fiabe utilizzate come strumento per cogliere paradigmi di realtà. La ricerca prosegue con l'analisi dell'icona della giovinezza come immagine-simbolo creata dalla comunicazione globale e dal sistema della persuasione, e con l'ascolto di voci di giovani chiamati a esprimersi sul sé e sull'altro da sé. Questo cammino di conoscenza ha portato alla delineazione di un mondo popolato da giovani autentici e mistificati che sembrano accomunati dal rifiuto dell'adultità in quanto il dover essere impone di rimanere giovani per sempre.

La scelta del necessario. Genere,...

Sgritta G. B.
Franco Angeli 2008

Non disponibile

33,50 €
Chi sono i giovani che partecipano ai concorsi per volontari nell'Esercito? Da quali regioni provengono? A quali strati sociali, a quali famiglie appartengono? Che esperienze di studio e di lavoro hanno alle spalle? E cosa li distingue dai loro coetanei, che hanno fatto scelte lavorative e di vita diverse? Alla luce dei risultati di una ricerca condotta tra il 2003 e il 2004 su un campione di oltre 6.000 giovani, ragazzi e ragazze che hanno sostenuto le prove di selezione presso il Centro nazionale di reclutamento dell'Esercito, un gruppo di esperti - sociologi, statistici, psichiatri, epidemiologi, musicologi - ne ricostruiscono con metodologie e strumenti di analisi appropriati motivazioni, atteggiamenti e stili di vita, in riferimento alle differenze di genere, al territorio, alla struttura familiare, alla condizione lavorativa, ai consumi culturali, alle scelte musicali, alla percezione ed assunzione del rischio, alla contiguità con le sostanze d'abuso, e ne confrontano le caratteristiche con un gruppo di controllo rappresentativo di giovani di pari età.

La prima volta al voto. I nuovi...

Francesconi Chiara
Franco Angeli 2008

Non disponibile

15,50 €
Giovani e politica, in Italia come in Europa, da tempo sembrano quasi essere due mondi paralleli che, sempre più spesso, difettano di occasioni di contatto. Nel nostro Paese, poi, la diffusa crescita del clima di sfiducia nei confronti delle istituzioni è accompagnata da un documentato allontanamento dei ragazzi non soltanto dall'impegno politico, bensì dalla mera informazione sui fatti e le vicende istituzionali. Alla luce di questa tendenza, si rivela particolarmente interessante creare occasioni di riflessione sul modo in cui i nuovi elettori vanno comunque formando (qualora lo facciano) una propria opinione di voto, indagando sugli attori con i quali si relazionano, così come sulle azioni che pongono in essere o che, al contrario, non ritengono di dovere attivare. Al fine, dunque, di offrire un apporto al dibattito sul tema, in questo volume sono riportate le analisi derivanti da una ricerca su giovani e politica realizzata a Ravenna, che ha coinvolto una quota significativa di neo-maggiorenni prossimi ad esprimere, per la prima volta nella loro vita, il proprio voto, in occasione delle elezioni politiche.

Nuovi cinquantenni e secondi...

Abburà Luciano
Franco Angeli 2008

Non disponibile

24,00 €
Le persone di età compresa fra i 50 e i 60 anni sono il gruppo di popolazione su cui oggi si cumula il maggior numero di domande di cambiamento, mentre possono contare sul minor numero di aiuti esterni nel trovare le risposte. Da molti ancora considerati prossimi all'uscita di scena, in realtà sono sempre più una componente strategica della popolazione. Da essi ci si aspetta che investano ancora per qualificarsi nel lavoro, e nello stesso tempo che siano responsabili del sostegno dei giovani e dell'assistenza agli anziani, oltre a saper operare attivamente per la promozione del proprio benessere individuale e collettivo. Ma loro, i "nuovi cinquantenni", come si percepiscono in questo contesto? Come arrivano all'appuntamento con i mutamenti? Come pensano di percorrere il vasto e inesplorato orizzonte del futuro che si apre loro davanti? Un programma di ricerca intrapreso dall'IRES Piemonte, Istituto di ricerche economico-sociali della Regione Piemonte, si è proposto di offrire conoscenze sulle esperienze di vita, le risorse, le esigenze e gli intendimenti di questo segmento crescente della popolazione, contribuendo a promuovere nuovi orientamenti d'analisi sui processi di transizione nelle età adulte.

In cerca d'identità. Essere giovani...

Berti F.
Franco Angeli 2006

Non disponibile

19,00 €
Il volume riporta e commenta i risultati di un'indagine realizzata su un campione di giovani-adulti di età compresa tra i 19 e i 30 anni da una equipe di ricercatori universitari per conto dell'Amministrazione provinciale di Siena, finalizzata a comprendere la condizione giovanile "locale" indagando gli stili di vita, individuale e collettiva, i percorsi scolastici e formativi, la relazione con il lavoro, il rapporto con la politica e i valori, la partecipazione alla vita sociale, la percezione del futuro. Fabio Berti è professore associato di Sociologia alla Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Siena.

Clicca su te stesso. Sé senza l'altro

Birindelli Pierluca
Bonanno 2006

Non disponibile

18,00 €
I giovani-figli e gli adulti-genitori paiono costruire le loro identità all'interno di una vera e propria cultura della dipendenza. Quest'ultima, partendo dalla famiglia, si estende ai principali luoghi della socializzazione (scuola e lavoro su tutti), finendo per costituire un aspetto essenziale della cultura italiana tout court. L'autore fornisce un'ulteriore chiave di lettura dei rapporti tra giovani e adulti: la collusione intergenerazionale.

Generazione smarrita. Il mondo dei...

Bawin-Legros Bernadette
Nuovi Mondi 2006

Non disponibile

16,50 €
Trent'anni. Quest'età non gode di uno status ufficiale; statisticamente non esiste. Eppure i trentenni formano una vera e propria generazione. Fino a poco tempo fa, i trent'anni avevano il compito di chiudere un ciclo e di aprirne un altro. Si era a tutti gli effetti nella piena maturità, l'età in cui ci si metteva in riga. Oggi non è più così. I figli dei baby-boomer, coloro che sono nati nella speranza alla fine delle lotte, sembrano vivere una profonda disillusione. Come se tutte le loro speranze fossero crollate. Come se il loro potenziale fosse stato sprecato. Come se a loro fosse stato tutto permesso ma nulla concesso. I trent'anni sono divenuti l'età dei dubbi e delle inquietudini, della ricerca di un impiego valorizzante, del rifiuto della politica e della religione tradizionali, del sesso come espressione unica dell'amore, della riscoperta degli interessi personali e delle amicizie. E dunque chi sono questi trentenni che rappresentano la forza vitale del paese, il bersaglio dei pubblicitari? Qual è il loro vero volto?

Young Italian GentleMen. Ediz....

Sartorio Donatella
Valentina Edizioni 2006

Non disponibile

50,00 €
Il libro, che racconta in chiave sociologica, estetica e psicologica il fenomeno di una nuova "gentleness" assolutamente maschile, conferma che un numero crescente di uomini italiani fra i trenta e i quarant'anni sta cambiando atteggiamento verso la vita e i suoi valori. La caratteristica più evidente del rinnovamento è proprio questo sorprendente bisogno di "gentleness" moderna e antica insieme, fatta di rispetto, di stile, di attenzione, di understatement, di eleganza, leggerezza, tenerezza e perfino compassione, che riesce a equilibrare in senso positivo la vita e la voglia di successo di questi giovani uomini. Un bisogno di evoluzione seria e concreta che si oppone al proliferare di quei personaggi "esibiti" e di cattivo gusto che oggi vengono considerati modelli vincenti. Questo libro sulla gentleness propone in realtà un approccio sociologico ai "new gentleMen", supportato ed evidenziato dal loro abbigliamento. Non è un libro di moda ma di modi, e di vita reale, poiché ciò che i personaggi indossano nelle fotografie fa parte del loro guardaroba personale. Con parole semplici e toni riservati ognuno racconta i luoghi del cuore, la grande famiglia, vissuta con affettuosità, il lavoro, la casa... Interviste di Donatella Sartorio, giornalista di moda e costume; fotografie di Cristina Nuñez; prefazioni di GianPietro Savuto, psicologo, e Domenico de Masi, sociologo. Le foto di Cristina Nuñez sono commentate da Giovanna Calvenzi, nota critica dell'immagine.

Ricomporre la vita. Gli adulti...

Cesareo V.
Carocci 2005

Non disponibile

35,00 €
I rapidi mutamenti che hanno caratterizzato la nostra società ne hanno minato le capacità di integrazione, a livello collettivo ma anche individuale, esponendola a dinamiche di frammentazione. Nello studio qui presentato si è voluto verificare come l'insieme dei soggetti identificato con l'espressione "adulti giovani" (25-39 anni di età) - che si supponeva essere la parte di popolazione maggiormente esposta ai venti della trasformazione e ai problemi da questa sollevati - mostri in realtà l'aspirazione a trovare nuove forme di ricomposizione dell'esperienza personale e collettiva. Vincenzo Cesareo, ordinario di Sociologia presso la facoltà di Scienze politiche, è direttore del Dipartimento di Sociologia dell'Università Cattolica di Milano.

In età adulta. Le mutevoli fisionomie

Demetrio Duccio
Guerini e Associati 2005

Non disponibile

16,50 €
Diventare adulti vuol dire essere aperti ai cambiamenti che le esperienze vissute, gli affetti, le perdite, le conquiste imprimono alla nostra fisionomia. Duccio Demetrio ci guida in un viaggio interiore attraverso le tappe della crescita. Introduce alla lettura di ciascun capitolo un acquerello dai colori delicati, per invitarci a riflettere con l'aiuto dell'emozione e della fantasia.