Espulsione e dispersione scolastica

Filtri attivi

Per non perdere la strada: Progetto...

Tolomelli A.
CLUEB 2017

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
La dispersione scolastica e formativa degli adolescenti è un fenomeno in crescita nel nostro paese anche in territori dotati di un welfare educativo avanzato. Per affrontare questa evidenza secondo un approccio innovativo, nel territorio bolognese una rete composita di istituzioni educative ed enti locali ha aderito al Progetto Europeo ATOMS, Action To Make System (2013-2015). Atoms ha coinvolto circa quattrocento studenti tra i 12 e i 18 anni e numerosi operatori del settore ed è stato valutato, da più parti, come un'esperienza significativa. Se il primo step del processo ha riguardato l'ananlisi dei dati in contesto, il focus si è successivamente spostato sulle azioni di ri-motivazione formativa, per poi orientarsi verso la riflessione pedagogica circa il sistema istituzionale e proefessionale di contrasto al fenomeno. Questo volume raccoglie le considerazioni e le esperienze pregresse così da costituire un utile strumento per utilizzarne le potenzialità verso nuovi progetti.

Rischio di dispersione scolastica e...

Pellerone M.
Franco Angeli 2015

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Il disagio socio-educativo rappresenta un sintomo dell'incapacità del soggetto di trovare soluzioni soddisfacenti e coerenti con la propria identità e, in una accezione non patologica, delle difficoltà psicologiche, familiari, relazionali e scolastiche, del malessere esistenziale legato alla costruzione del Sé. All'origine dei fallimenti dei ragazzi si ritrovano, infatti, anche gli insuccessi degli adulti, siano essi genitori e/o insegnanti: sconfitta dei genitori per non essere riusciti a fornire il bagaglio di competenze socio-relazionali necessarie per affrontare il momento della nascita sociale, e insuccesso della scuola incapace di mantenere le promesse formative ed educative. In tale prospettiva, l'apprendimento è il percorso di avvicinamento dell'uomo alla cultura della sua società e dipende dalla natura del soggetto che apprende, dai simboli propri delle sue forme culturali, dal metodo di azione e della personalità di chi insegna contenuti e trasmette il proprio universo valoriale.

Il banco vuoto. Diario di un...

Piotti Antonio
Franco Angeli 2012

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Un libro utile per genitori, insegnanti, ragazzi e per tutti coloro che cercano di capire quanto le nuove dinamiche sociali modifichino i vissuti della contemporaneità. Attraverso il caso clinico di Enrico, un adolescente che non ce la fa a vivere nel nostro contesto sociale, il testo tenta di cogliere le ragioni di un comportamento così estremo come il ritiro dalla società. Alcuni dei nostri ragazzi stanno sparendo: abbandonano la scuola, si nascondono nella loro stanza, rifiutano di uscire e di incontrare gli amici, dormono di giorno e si svegliano la notte per connettersi ad Internet. Passano la loro vita al computer immersi in giochi virtuali e rifiutano ogni tipo di relazione sociali. In Giappone, dove ce ne sono quasi un milione, li hanno chiamati hikikomori, che significa "reclusi"; gli psichiatri occidentali parlano di "ritiro sociale acuto"; ovunque, genitori sconcertati e allarmati cercano una risposta ed un aiuto mentre la questione del ritiro sta diventando un problema sociale. Proprio come nel caso clinico qui narrato in prima persona dove uno psicoterapeuta da voce ad uno di loro, Enrico, illustrando nel modo più diretto e più chiaro i pensieri di un adolescente che non ce la fa a vivere nel nostro contesto sociale. Un libro utile per i genitori, gli insegnanti, i ragazzi e per tutti coloro che cercano di capire quanto le nuove dinamiche sociali modifichino i vissuti della contemporaneità.

Insegnare al principe di Danimarca

Melazzini Carla
Sellerio Editore Palermo 2011

Disponibile in 3 giorni  
BIOGRAFIE NARRATIVA

14,00 €
"L'autrice, Carla Melazzini, è, nella scrittura come nella vita, del tutto aliena dalla retorica e dall'indulgenza facile. Così, commozione, intelligenza e poesia stanno in questo libro con la asciutta naturalezza con cui può sbucare un fiore meraviglioso dalla crepa di un muro in rovina. Senza compiacersi dell'idea che la rovina sia necessaria ai fiori, e ne venga riscattata. Ne troverete di fiori in queste pagine, e di ragazzini fiorai, e anche di rovine. Uno lo anticipiamo qui, è un tulipano finto, così come l'ha raccontato una bambina che era stata bocciata in seconda elementare: ­ C'era una volta un fiore che non voleva essere un fiore, allora la fata dei fiori disse: 'Se tu vuoi diventare un essere umano io ti accontenterò ma se non ti piace, ti dovrai rassegnare perché non potrai più essere un fiore'. Il fiore accettò e la fata lo toccò con la bacchetta e lo trasformò in un essere umano. Il fiore si rese conto che la vita era difficile. La fata allora lo fece diventare un tulipano finto, per non farlo morire, poi scomparì per sempre. Carla ha chiesto a un compagno di classe: 'Secondo te che cosa ha voluto dire Concetta con il suo racconto?' 'Che il fiore non voleva morire e così la fata lo ha fatto diventare immortale.' 'Però l'ha trasformato in un tulipano finto! È meglio essere una persona umana e morire o essere un fiore finto e non morire mai?' 'È meglio morire.'"

La dispersione scolastica in...

Zurru Marco
CUEC Editrice 2018

Non disponibile

15,00 €
La dispersione scolastica è un fenomeno complesso e pluridimensionale: essa, infatti, comprende diversi fenomeni che impediscono il regolare svolgimento del percorso formativo istituzionalizzato. Questo lavoro individua nelle intenzioni espresse dal Plus Ales Terralba - "conoscere dettagliatamente quanto accade nei percorsi scolastici degli alunni residenti nel territorio, quali siano i problemi nella frequenza scolastica, cosa incida sulla formazione degli stessi e cosa fare per dissolvere e arginare le problematiche rilevate" - il proprio core di attività. La ricerca vuole essere un contributo originale all'approfondimento della conoscenza del fenomeno della dispersione scolastica attraverso una lettura del problema che, accanto alla lettura dei dati tradizionali di ripetenze, ritardi, respinti, abbandoni, ha messo in relazione gli indicatori di insuccesso scolastico con altre variabili interne ed esterne alla scuola, attraverso una serie di interviste effettuate a testimoni privilegiati (insegnanti, dirigenti scolastici, collaboratori dei dirigenti, personale educativo di supporto, assistenti sociali). Prefazione di Sandro Broccia.

Argomenti di metodologie educative...

Amendolagine Vincenzo
Youcanprint 2018

Non disponibile

18,00 €
L'educatore professionale ha il compito di predisporre ed attuare, per i soggetti in difficoltà, un progetto educativo-riabilitativo per favorire il recupero e il reinserimento psicosociale. Il libro aiuta il futuro educatore in questa operatività, fornendo gli strumenti per lavorare nei contesti comunitari relativi alla disabilità, alla tossicodipendenza, al disagio dell'età evolutiva, alla terza e quarta età e alla realtà carceraria. Ogni capitolo è corredato da storie di vita (casi clinici) che favoriscono l'applicazione delle metodologie educative apprese.

Abbandono e dispersione scolastica...

Santoriello Marianna
Nuova Prhomos 2018

Non disponibile

10,00 €
Al centro dell'educazione vi è l'idea che ogni uomo e tutti i popoli abbiano la possibilità di conquistare uno sviluppo integrale. Ciò è possibile con la partecipazione e l'impegno di tutti, soprattutto per la formazione dell'uomo e del cittadino. Occorre quindi un sistema educativo che garantisca a tutti la partecipazione attiva e creativa ad ogni manifestazione della vita umana. Se consideriamo i cambiamenti della scuola tra passato e presente guardando al futuro, ci accorgiamo che tutti gli enti nazionali ed europei si sono impegnati per perseguire questo fine. Il futuro della scuola è orientato alla creazione e alla diffusione di una coscienza e di un pensiero critico e di un'etica della responsabilità da parte di tutti i cittadini considerando e determinando un mutamento sociale. Progresso sociale e processo educativo sono interconnessi. La scuola ha il compito di formare cittadini che abbiano capacità di pensare, decidere e scegliere. Lo Stato è chiamato a sostenere scuola e formazione perché sono rivolte alla crescita della collettività nazionale e alla formazione dei giovani.

Ai margini delle aule. Giovani,...

Licursi Sabina
Carocci

Non disponibile

17,00 €
Attraverso interviste ad allievi della scuola secondaria superiore e a studenti universitari, il volume raccoglie differenti rielaborazioni della dispersione in presenza scolastica. L'analisi dei dati mostra come non sempre i dispersi abbandonino la scuola e come ormai sia sempre più frequente trovarli ai margini delle aule scolastiche e di quelle universitarie. Ma l'incertezza rispetto al proprio futuro riguarda anche chi crede e si impegna nel percorso scolastico.

Reti contro la dispersione...

Rossi-Doria M.
Erickson 2016

Non disponibile

18,50 €
Il contrasto della dispersione scolastica e del fallimento formativo dovrebbe essere una priorità nell'agenda politica: una società che si fonda sul sapere e sulla coesione sociale non può permettersi di lasciare indietro percentuali rilevanti del proprio capitale umano, e quindi del proprio futuro. Il volume mostra un cantiere di risposte innovative, capaci di sostenere un'alleanza fra tutti i soggetti a vario titolo interessati perché metodologie di intervento efficaci possano essere sperimentate e siano in grado di innescare un cambiamento significativo nelle aule scolastiche e nelle comunità dove vivono e crescono i ragazzi. Le reti contro la dispersione si mostrano sempre più necessarie per attrezzare le scuole e i territori a sostenere il successo formativo: il libro raccoglie contributi significativi di esperti e di operatori, valorizzando le esperienze promosse da chi è costantemente impegnato su questo fronte. Il volume si rivolge dunque a tutti coloro che nella scuola, nelle amministrazioni locali, nelle agenzie educative del territorio sono impegnati nel contrasto alla dispersione scolastica.

Io speriamo che non disperdo...

Giacomini Alida
Sovera Edizioni 2016

Non disponibile

10,00 €
Questo dossier è una ricerca intensa e coinvolgente che, attraverso l'analisi di una pluralità di fonti, valuta il tema della dispersione scolastica. Un esame a largo raggio che affronta temi basilari dal disagio genitoriale, che non ha saputo orientare e coltivare nei figli il senso del futuro, fino al ruolo della scuola e alla violenza perpetrata verso bambini-lavoratori. Inoltre sulla base di alcune interviste vengono riportati i problemi di ordine organizzativo che sovrintendono alla prevenzione dell'insuccesso scolastico. Una volta identificati i gruppi di alunni 'dispersi' l'autore delinea i principali obiettivi di recupero nei sistemi organizzati.

Elogio del ripetente

Affinati Eraldo
Mondadori 2015

Non disponibile  
DIDATTICA

12,00 €
Pinuccio non fa i compiti. Mirko gioca col cellulare. Davide rompe le penne. Romoletto scrive "vado ha casa". Siamo di fronte a vecchi Pinocchi o nuovi somari? Cosa succede nella testa di molti adolescenti di oggi? Per rispondere a queste domande non basta

Lost. Dispersione scolastica. Il...

We World Intervista
Ediesse 2014

Non disponibile

16,00 €
L'indagine raccolta nel volume intende contribuire a fare chiarezza sulle dimensioni dell'abbandono della scuola ed il costo economico patito per un fenomeno che comporta importanti rischi di esclusione lavorativa e sociale. Inoltre, per la prima volta ris

Le formiche e l'elefante. Una...

Bonomi S.
Aracne 2014

Non disponibile

18,00 €
La dispersione scolastica, originata dalla crisi relazionale e dalle modifiche profonde che vivono famiglia, istituzioni e l'intera società, ha pesanti conseguenze economiche, psicologiche e sociali. La felicità e l'educazione dei giovanissimi sono un bene prezioso da tutelare; tuttavia la complessità del problema richiede risposte articolate, coinvolgendo diverse organizzazioni e coordinandole in reti di corresponsabilità territoriale. "Le formiche e l'elefante" è una ricerca - azione per prevenire la dispersione, in sussidiarietà circolare, tipica dell'economia civile, ossia la descrizione di un'integrazione strategica e operativa tra diverse organizzazioni pubbliche (enti locali e scuola), della società civile (associazioni, parrocchie...) e del mondo delle imprese (profit e non) con l'osservazione dei cambiamenti e dei loro effetti sulle organizzazioni coinvolte e sui loro componenti. Il racconto diventa anche uno strumento utile e di rapida consultazione per i genitori.

Sommario di scienze umane....

Federico Salvatore
Youcanprint 2014

Non disponibile

28,00 €
Molte persone, adulti e ragazzi, per lavoro o per scoraggiamento, abbandonano la scuola superiore prima di terminare il percorso che porta al diploma. Questo manuale vuole essere un sostegno didattico per il recupero di anni scolastici.

Drop-out

Batini Federico
Fuorionda 2014

Non disponibile

13,50 €
"Perché ascoltare i drop-out? (...) Per poter cogliere il senso dell'esperienza scolastica dei ragazzi che abbandonano gli studi, occorre necessariamente far emergere le "buone ragioni" (e sono tante) che li hanno indotti ad allontanarsi da tale esperienza, considerata spesso poco importante, lontana dalla realtà quotidiana, avulsa dalle loro vite, fatta di miti e riti che per loro non hanno alcun senso. Nei racconti di questi ragazzi è facile scorgere una richiesta di contatto: sono stati i ragazzi ad abbandonare la scuola o è la scuola che li ha abbandonati a loro stessi? (Roberto Trinchero) Nel nostro Paese si è a lungo dibattuto sulla funzione selettiva che la scuola svolge più o meno implicitamente, e la denuncia sociale di don Milani negli anni Sessanta ci rammenta la critica mossa alla scuola dei ricchi, dei Gianni e dei Pierini, che, invece di includere e dare le giuste opportunità a chi ne aveva meno in base al ceto o contesto sociale di nascita, proponeva una iniqua uguaglianza di trattamento. (...) Tuttavia, quando i drop-out rientrano in circuiti formativi come quelli della formazione professionale, il cambio di marcia didattica viene avvertito e valorizzato e spesso l'apprendimento diventa obiettivo in vista". (Guido Benvenuto)

Elogio del ripetente

Affinati Eraldo
Mondadori 2013

Non disponibile

10,00 €
Pinuccio non fa i compiti. Mirko gioca col cellulare. Davide rompe le penne. Romoletto scrive "vado ha casa". Siamo di fronte a vecchi Pinocchi o nuovi somari? Cosa succede nella testa di molti adolescenti di oggi? Per rispondere a queste domande non basta analizzare le statistiche dell'abbandono scolastico o interpretare i risultati delle prove di verifica. Bisogna indagare sulle emergenze sociali e culturali del nostro mondo, legate alla rivoluzione digitale, alla crisi della famiglia, alla frantumazione informativa, alla decadenza di principi morali un tempo ritenuti invalicabili. Eraldo Affinati, da sempre impegnato nel recupero dei ragazzi difficili, racconta con tenerezza non priva di ironia lo splendore e la fragilità dei quindicenni con cui divide l'esistenza quotidiana. Riflette sulla sua esperienza di insegnante scegliendo il punto di vista del ripetente, cioè colui che fallisce, ma proprio per questo può aiutarci a capire cosa non ha funzionato e perché. La valutazione, la nota, i genitori, la questione del voto: questi e altri nodi sono affrontati nella consapevolezza che la sfida educativa contemporanea è un impegno decisivo per uscire da una crisi etica che riguarda tutti. Pagine che si chiudono con l'immagine di una scuola diversa: la Penny Wirton, dove si insegna la lingua italiana ai ragazzi immigrati e proprio i "ripetenti" hanno la possibilità di vedersi con occhi nuovi aiutando i coetanei che arrivano da tutto il mondo.

Cercasi e non trovarsi. Due scuole...

Bontempi M.
All'Insegna del Giglio 2013

Non disponibile

9,90 €
Un gruppo multidisciplinare di ricercatori e esperti del settore scuola affronta l'analisi del problema della dispersione scolastica in un'area territoriale fortemente a rischio come il Mugello. Attraverso la riflessione sui dati statistici del fenomeno e la ricostruzione del vissuto esistenziale dell'esperienza scolastica di studenti, genitori e insegnanti, condotta sulla base di più di novanta interviste, la ricerca propone nuove interessanti linee di interpretazione e importanti prospettive programmatiche per affrontare un problema sociale, prima ancora che scolastico.

Dispersione scolastica e disagio...

Fadda R.
Carocci 2011

Non disponibile

16,00 €
L'idea di questo volume nasce da una ricerca promossa da un Istituto comprensivo della Sardegna, in cui la dispersione scolastica raggiunge livelli drammatici. I temi del disagio sociale e della dispersione scolastica vengono qui affrontati nelle loro forme più varie, spaziando dalla scuola dell'infanzia, dove nascono i primi sentimenti di disaffezione verso la scuola o per lo meno verso alcune attività scolastiche, sino alla scuola secondaria superiore, dove il disagio può ormai assumere forme eclatanti come l'abbandono. Le riflessioni teoriche e le ricerche scientifiche qui proposte, condotte in ambito accademico e unite alle testimonianze di buone prassi educative in realtà scolastiche ad alto rischio di dispersione, vogliono contribuire non solo ad una maggiore conoscenza del fenomeno della dispersione scolastica e dei fattori ad essa correlati, ma anche a ridurre quella preoccupante distanza tra ricerca scientifica e prassi educative che troppo spesso caratterizza la realtà formativa italiana.

Mentoring e scuola. Teorie, modelli...

D'Alessio Maria
Hoepli 2010

Non disponibile

17,00 €
Il volume fornisce un'ampia panoramica sul mentoring, modello educativo applicato in vari contesti (sociale, scolastico, universitario, lavoro). La trattazione si incentra sul metodo one-to-one, un mentore abbinato con un mentee, e sulle articolazioni del programma, specifiche del mondo della scuola. Nel testo si focalizza il processo costruttivo di un intervento di mentorato che parte da un'analisi dei bisogni del mondo dei ragazzi, fino ad arrivare all'identificazione di un percorso di mentoring, coinvolgendo la cittadinanza attiva, sottoforma di volontariato, e la loro formazione; ciò a potenziamento delle risorse non espresse dei ragazzi con specifici bisogni educativi. Si approfondiscono le dimensioni psicologiche del rapporto mentore-mentee, su cui fare leva nella relazione, e le ultime ricerche a conferma dell'efficacia dell'intervento. Il volume si configura come un valido strumento operativo per l'educatore (psicologo, operatore sociale, insegnante) e per lo studente universitario, in quanto offre, per la prima volta in Italia, una visione di insieme di come poter svolgere in ambito scolastico un programma di mentoring, intercettandone le finalità.

Il liceo del lavoro. Il caso scuola...

Savorana A.
Guerini e Associati 2010

Non disponibile

11,00 €
Il volume contiene gli interventi del convegno internazionale "Istruzione e Formazione professionale: il caso Scuola Oliver Twist. Educarsi per educare", tenutosi a Como il 9 novembre 2009 e organizzato da Fondazione Cometa in collaborazione con Fondazione per la Sussidiarietà e Fondazione Oliver Twist. La Scuola Oliver Twist (inaugurata nel settembre 2009) è un istituto per l'Istruzione e la Formazione professionale la cui offerta formativa prevede anche percorsi sperimentali rivolti a ragazzi a rischio di dispersione scolastica e con difficoltà di apprendimento. La scuola nasce dall'esperienza di Cometa, un gruppo di famiglie impegnate nell'accoglienza e nell'educazione. L'esperienza della Scuola Oliver Twist, sia per necessità che per virtù, si pone come una novità nel panorama educativo italiano e rappresenta una speranza concreta di bene per tutti. Tre i contributi principali, di taglio scientifico, che approfondiscono il tema del non profit e dell'educazione a partire dal caso della Scuola Oliver Twist di Como: quelli di Lester M. Salamon, di Onorato Orassi e di Elena Ragazzi. Seguono gli interventi del presidente della Fondazione Oliver Twist, Anna Venturino, dell'assessore regionale della Lombardia Gianni Rossoni e del ministro Maristella Gelmini, che sottolineano il valore di "modello" di una proposta come quella della Scuola Oliver Twist.

Seconde generazioni e riuscita...

Tieghi L.
Franco Angeli 2009

Non disponibile

21,00 €
Contrastare l'insuccesso e l'abbandono scolastico degli adolescenti stranieri: SeiPiù nasce dall'idea che stabilire relazioni più solide e personali tra la scuola e la famiglia possa migliorare sensibilmente la frequenza e il rendimento scolastico degli allievi figli di immigrati. Avviato nel 2007 su iniziativa della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, SeiPiù ha cercato fin dall'inizio di costruire interventi che affrontassero il problema in modo integrato nelle sue molteplici variabili: dagli aspetti socio-economici alle caratterizzazioni etno-culturali, con particolare attenzione alle specificità e alle problematiche legate al genere. Il superamento del tradizionale approccio didattico o della predisposizione di strumenti per l'accoglienza e l'alfabetizzazione ha richiesto la progettazione e la realizzazione di percorsi per individuare e valorizzare abilità non curricolari, potenziare l'autostima e costruire fiducia attraverso azioni coordinate capaci di rispondere ai bisogni dell'allievo, del corpo docente, della famiglia e la costruzione di una relazione attiva tra le attese familiari e le esigenze scolastiche. Il volume trae spunto dalle riflessioni e dalle proposte emerse durante il convegno SeiPiù. Seconde generazioni e riuscita scolastica, organizzato al termine del primo anno di sperimentazione del progetto.

L'obbligo di apprendere. Strumenti...

Segantini T.
Franco Angeli 2008

Non disponibile

19,50 €
I dati sull'apprendimento imperfetto - come viene definita nel volume la dispersione scolastica - sono sotto gli occhi di tutti: nel nostro sistema di istruzione, uno studente su quattro non arriva al diploma, mentre il tasso medio di dispersione ha raggiunto il 21%; quasi il 50% degli studenti viene promosso con uno o più debiti. Non da ultimo, il rapporto Ocse 2006 relega il nostro paese solo poco prima della Turchia nelle competenze matematiche e nella lettura di un testo scritto. Sono dati che mettono in evidenza un sistema educativo "debole", tale da richiedere interventi da "emergenza culturale": forti investimenti e strumenti innovativi di riforma. È dentro a questo contesto che va visto il Decreto Ministeriale n. 80 del 3/10/2007 sul recupero e la Legge di innalzamento dell'obbligo di istruzione a 16 anni: interventi normativi che hanno entrambi la finalità di elevare la qualità dei processi formativi e combattere la dispersione scolastica. Questo libro si configura come uno strumento di lavoro e di sostegno ai docenti impegnati nel progettare gli interventi di recupero.

Reti e laboratori territoriali....

Franco Angeli 2008

Non disponibile

19,50 €
Successo formativo e lotta alla dispersione scolastica: è l'obiettivo realizzato, nel 2007, dalla Provincia di Milano, Settore Formazione Professionale, con un proprio Dispositivo su bando regionale, promuovendo sul territorio provinciale 13 progetti quadro, 203 azioni, con il risultato di formare 8.595 giovani in età 14/18 anni. Questo libro dà conto del monitoraggio effettuato dal Cisem (Centro per l'Innovazione e Sperimentazione Educativa Milano) nel merito delle quattro tipologie d'azione previste: orientamento, Larsa (Laboratori di Recupero e Sostegno degli Apprendimenti), accompagnamento all'inserimento in percorsi di istruzione e formazione, percorsi formativi non ordinamentali. L'analisi dei risultati abbandona la forma burocratica per mettere a disposizione dei lettori interessanti riflessioni sulle buone pratiche di progettazione e realizzazione, sui modelli asportabili, sulle difficoltà incontrate e le risoluzioni adottate. Nel cuore del ragionamento sono le prospettive di consolidare, in Provincia di Milano, reti e laboratori territoriali che possano agevolare il lavoro delle scuole e delle agenzie di formazione professionale, garantendo ai nostri giovani il successo formativo.

Studenti in bilico. Un modello...

Gullì G.
Mondadori Bruno 2008

Non disponibile

16,00 €
II volume riporta i risultati di un'innovativa indagine, commissionata dalla Provincia di Perugia e realizzata attraverso un questionario on-line che ha permesso un'ampia diffusione dello strumento presso le scuole superiori del territorio (oltre 7.000 compilazioni) e che ha avuto come esito finale la costituzione di un Osservatorio provinciale permanente sulla dispersione scolastica. Attraverso un percorso di analisi delle auto-rappresentazioni, delle attribuzioni di ruolo e dei vissuti espressi dai soggetti non solo entro il contesto scolastico ma, anche, entro l'ambito familiare ed extrascolastico (sportivo, associazionistico, professionale), il progetto sperimenta un modello educativo di orientamento per la prevenzione della dispersione scolastica, che metta in relazione i diversi "spazi di vita" dell'adolescente.

Perché nessuno si perda. La Piazza...

Ragazzi E.
Guerini e Associati 2008

Non disponibile

20,00 €
Sono molti i giovani in Italia che abbandonano la scuola, e anche coloro che continuano a frequentarla manifestano spesso disagio e disinteresse. È un malessere profondo, una grave "emergenza educativa". Ognuno di questi ragazzi è una ferita aperta, una domanda che interpella ciascuno di noi. Questo volume racconta l'esperienza della Piazza dei Mestieri, una best practice dalle caratteristiche innovative ed efficaci. È un modello educativo e organizzativo che affronta il disagio giovanile nella sua multidimensionalità attraverso azioni integrate e personalizzate. Il volume approfondisce il tema delle condizioni di esportabilità in altri contesti, mostrando, come prototipo di analisi preliminare, lo studio effettuato sui territori di Milano, Napoli e Catania, che sono al vaglio come candidate a ospitare altre sedi della Piazza dei Mestieri. Dall'osservazione della sperimentazione emergono alcune indicazioni generali per indirizzare le politiche educative e, in particolare, il processo di riforma della filiera istruzione, formazione e lavoro.

I livelli di istruzione in...

Eugeni R.
Vita e Pensiero 2007

Non disponibile

10,00 €
Il volume raccoglie i contributi dei partecipanti al workshop sull'abbandono scolastico e universitario e sull'innalzamento dei livelli di istruzione nella Provincia di Brescia, svoltosi l'8 maggio 2007 presso la Regione Lombardia di Brescia e organizzato

Contrasto alla dispersione e...

Terenzi Paolo
Franco Angeli 2007

Non disponibile

16,00 €
L'espressione "dispersione scolastica", che tradizionalmente indicava l'evasione dell'obbligo, si riferisce oggi a una pluralità di fenomeni. Consapevoli della gravità del problema, richiamata anche dal Consiglio Europeo di Lisbona, le istituzioni - partendo da quelle europee per arrivare a quelle locali - e i soggetti coinvolti nelle relazioni educative stanno incrementando gli sforzi per contrastare la dispersione e promuovere il successo formativo. Questo volume, arricchito da una postfazione di Pierpaolo Donati, è il frutto di una ricerca commissionata dall'Ufficio Scolastico Regionale per l'Emilia Romagna al Dipartimento di Sociologia dell'Università di Bologna. Dopo una riflessione introduttiva sul disagio giovanile e sulla dispersione, condotta alla luce della più recente letteratura critica, è proposto un quadro analitico delle ricerche e delle politiche realizzate nell'ultimo decennio in Europa. Sono poi descritte in dettaglio e analizzate una serie di azioni di contrasto promosse in Emilia Romagna da soggetti diversi. Indagando le culture organizzative e i servizi erogati sono state individuate tendenze emergenti che offrono indicazioni preziose, sia dal punto di vista teorico sia dal punto di vista operativo, a coloro che studiano il fenomeno o che sono chiamati a fronteggiarlo.

Ragazzi sospesi. Un modello...

Pozzi S.
Franco Angeli 2007

Non disponibile

18,00 €
L'alternanza scuola-lavoro costituisce per lo studente, soprattutto per i giovani cosiddetti "sospesi", un'opportunità di grande valore motivazionale e formativo: consente di sperimentare sul campo le nozioni apprese in classe, di comprendere le dinamiche del mondo del lavoro, nonché di adeguare competenze e conoscenze alle richieste dello stesso. La ricerca ha permesso di sviluppare e sperimentare un modello educativo innovativo in tema di alternanza scuola-lavoro, quale strumento di prevenzione della dispersione scolastica.

Progettazione e valutazione...

De Luca A.
Calabria Letteraria 2007

Non disponibile

15,00 €
La scuola di qualità traduce l'intenzionalità di elevare la qualità dell'offerta formativa attraverso la ricerca e la sperimentazione didattica della progettazione e della valutazione. Per questi motivi le scuole e le istituzioni formative hanno necessità di dotarsi di strumenti e tecnologie di supporto per monitorare il processo interno e le esigenze formative del territorio in cui sono collocate, facilitando le pratiche di orientamento, prevenendo possibili dispersioni di capitale umano e favorendo lo sviluppo di un sistema formativo integrato. Il lavoro proposto è frutto di un'attività di ricerca sulla dispersione scolastica e sulla prevenzione della criminalità giovanile che ha coinvolto cinque scuole del territorio calabrese, nell'anno scolastico 2006/2007. L'innovazione strumentale e metodologica che ha caratterizzato l'ideazione e la conduzione del progetto è consistita nell'utilizzo di SmartSchool: una tecnologia software che consente la gestione e il monitoraggio del profilo dinamico formativo dei soggetti per predisporre, in modo preventivo e tempestivo, possibili azioni di compensazione e di recupero, nonché di orientamento professionale definite con i Servizi per l'impiego.

La dispersione al plurale. Storie...

Perone Elisabetta
Franco Angeli 2006

Non disponibile

21,00 €
La dispersione scolastica, un tema sempre di grande attualità nel nostro Paese, assume oggi, nella prospettiva della "società conoscitiva", toni ancora più allarmanti, data l'inconciliabilità di fondo tra l'idea di uno sviluppo connesso sempre più saldamente alla conoscenza, e tassi ancora così elevati di uscite precoci dal sistema formativo. Il dibattito più recente sembra inoltre evidenziare la coesistenza di vecchie e nuove forme di dispersione scolastica, laddove accanto alle cause tradizionali del fenomeno, identificabili nella scarsa dotazione di capitale culturale delle famiglie, nelle inefficienze della scuola o nelle sue carenze strutturali, stanno prendendo corpo, negli ultimi tempi, nuove modellistiche causali che tendono a connettere il disagio degli studenti ad una più generale difficoltà a portare a compimento il processo di strutturazione dell'identità nel quadro di profonda "incertezza" che caratterizza la tarda modernità. Questo ampliamento semantico se da un lato ci induce a considerare il rischio dispersione molto più "diffuso" di un tempo, perché non più circoscritto a specifiche categorie di soggetti ma esteso all'intero universo dei giovani in formazione, dall'altro, implica un cambiamento anche sul versante della ricerca, dove, al di là delle esigenze di quantificazione, andrebbe perseguita una maggiore attenzione alla "comprensione" delle dinamiche individuali - complesse ed estremamente diversificate - di "disaffezione" alla scuola.

Capitale umano e successo...

Bramanti A.
Franco Angeli 2006

Non disponibile

41,00 €
Questo volume mette a tema proprio il "successo formativo" - e le azioni di contrasto al fallimento e all'abbandono - nei percorsi dell'obbligo dell'istruzione-formazione in ottica comparata alla scala europea. Il testo offre una riflessione sui concetti di capitale umano e successo formativo, sulle strategie disponibili per perseguirlo e sulle reti di attori quale risposta organizzativa adeguata alle sfide dei nuovi fabbisogni formativi. Sviluppa un'ampia e articolata indagine su campo a partire da numerose esperienze lombarde, italiane ed europee toccando Francia, Germania, Spagna e Inghilterra. Il materiale raccolto costituisce elemento di originalità su un tema - quello delle "buone prassi" a livello nazionale e internazionale - su cui esiste poco materiale e scarsissima riflessione. La sezione conclusiva tocca il tema delle policies sviluppando una riflessione su due possibili "modelli" organizzativi: quello della rete territoriale e quello del centro fisico quali declinazioni, in larga misura complementari, di nuove modalità di risposta al tema del contrasto alla dispersione e del successo formativo.

Contrastare la dispersione,...

Bramanti Alberto
Franco Angeli 2006

Non disponibile

16,00 €
Il volume analizza la dispersione scolastica in provincia di Varese che, sebbene in lenta diminuzione, comporta ancora elevati costi di ordine personale e sociale. Dopo aver evidenziato le manifestazioni del fenomeno, un'ampia sezione è dedicata all'approfondimento della percezione che di esso hanno differenti soggetti del territorio: scuole superiori, imprese, centri di formazione professionale. Sono poi tratteggiate tre esperienze - Piazza dei Mestieri, Torino; Associazione Portofranco e Fondazione San Benedetto, Varese - che, in stretta interazione con il pubblico, offrono un contributo interessante al raggiungimento del successo formativo. Alberto Bramanti, professore associato di Economia Applicata, Università Bocconi. Patrizia Bianchi, pedagogista, esperta del mondo dei minori e dell'handicap.

Adolescenti e dispersione...

Morgagni E.
Carocci 1998

Non disponibile

25,80 €
Il presente volume raccoglie i contributi di un gruppo di pedagogisti, psicologi, antropologi e sociologi, impegnati dal 1997 in una ricerca interdisciplinare finalizzata alla prevenzione dell'insuccesso scolastico e dell'emarginazione sociale nell'adolescenza.