Manna Adelmo

Manna Adelmo

Dal diritto vigente al diritto...

Manna Adelmo
Dike Giuridica Editrice 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO

35,00 €
"Il testo esamina la giurisprudenza, sia nazionale, che comunitaria, attraverso esclusivamente note a sentenza, di cui sono riportati solo gli estremi e la massima, onde non appesantite inutilmente il volume e ciò nell'interesse precipuo degli studenti. Le note sono state redatte, oltre che dal sottoscritto, anche da allievi in varia guisa formatisi sotto la guida di chi scrive, che però intende aggiungere alcune riflessioni di carattere generale, anche onde spiegare il senso più profondo dell'opera. Sarebbe attualmente illusorio, oltre che demodé, ritenere che anche nel settore del diritto penale sostanziale regni incontrastato il dominio della lex scripta. Non è più così da diversi lustri, allorquando cioè la classe magistratuale, presa coscienza dell'incidenza delle proprie pronunce nel contesto sociale, da "ordine", come peraltro è definita dalla Carta costituzionale, si è progressivamente trasformata in 'potere'."

I reati di omicidio tra teoria e...

Manna Adelmo
IUS Pisa University Press 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Il volume affronta le numerose e complesse questioni giuridiche, anche conseguenti a significative novità giurisprudenziali e normative, attinenti a quattro forme particolarmente problematiche di omicidio: quello colposo medico; quello stradale; quello preterintenzionale e quello doloso eventuale. L'opera si articola in cinque capitoli, di cui quattro dedicati singolarmente ad una delle forme di omicidio succitate, e uno che, invece, in modo sintetico, le analizza tutte, per offrire uno sguardo d'insieme della materia. I diversi autori, inoltre - con uno stile chiaro e scorrevole -, riescono tutti a coniugare efficacemente teoria e prassi, profili di parte generale e di parte speciale, descrizione dell'esistente e proposte de iure condendo, così offrendo al lettore un valido strumento, utile sia per l'approfondimento dogmatico che per l'attività pratica degli operatori del diritto, nonché, probabilmente, unico nel suo genere, per selezione degli argomenti e metodologia di trattazione degli stessi.

Codice penale annotato

Manna Adelmo
IUS Pisa University Press 2017

Non disponibile  
DIRITTO PENALE

20,00 €
Anche il diritto penale sostanziale ha conosciuto una profonda evoluzione in virtù della nuova linfa che gli hanno riversato il diritto europeo e la giurisprudenza delle Corti internazionali. La norma ordinaria concretamente applicabile deve tener conto non soltanto della Costituzione, ma anche della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo e della Carta dei Diritti fondamentali dell'Unione Europea. L'esperienza degli anni recenti ha fatto affiorare una proficua dialettica tra le Corti superiori, tra cui si sono inserite con un ruolo fortemente incisivo le Sezioni Unite della Corte Suprema di Cassazione. Le Corti operano nel rispetto dei principi di garanzia della persona che costituiscono il patrimonio della comune civiltà giuridica europea. Ciascuna Corte però esamina le questioni attraverso una specifica angolatura. La Suprema Corte italiana presta maggiore attenzione alle esigenze general-preventive. La Corte Costituzionale e la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, vocate alla salvaguardia dei diritti fondamentali della persona, si ispirano in modo particolare alle esigenze di garanzia dell'individuo. La Corte di Giustizia privilegia l'ottica di tutela degli interessi finanziari dell'Unione Europea. Il presente Codice intende favorire l'approccio innovativo allo studio dell'intera materia penale, arricchendo il patrimonio informativo degli operatori del diritto ed enucleando gli elementi più significativi dell'identità giuridica europea che affiorano nell'esperienza giurisprudenziale. Lo spazio di questo Codice è quello giudiziario europeo, alla luce, sempre, del primato della Corte Costituzionale, cui spetta la competenza a porre eventuali "controlimiti" che garantiscano la compatibilità dei principi europei con quelli statuiti dalla nostra Carta fondamentale.

Corso di diritto penale. Parte...

Manna Adelmo
CEDAM 2017

Non disponibile

60,00 €
La quarta edizione del "Corso di diritto penale" contiene numerose novità legislative e giurisprudenziali, che giustificano nel 2017, ad appena due anni dall'uscita della precedente edizione, una nuova. Le novità riguardano: l'introduzione dell'aggravante del negazionismo; la responsabilità penale dell'operatore sanitario, dalla legge Balduzzi alla Gelli-Bianco; la nuova disciplina relativa all'omicidio e alle lesioni colpose stradali; la giurisprudenza della CEDU sul caso Contrada e quella della Cassazione italiana; il caso Taricco della CGCE e l'ordinanza della Corte costituzionale. E inoltre, la riforma Orlando del processo penale con le relative modifiche anche al diritto penale sostanziale, tra cui: l'estinzione del reato a seguito del risarcimento del danno prima del dibattimento per i reati perseguibili a querela di parte; l'aumento delle pene per determinati reati; la nuova disciplina della prescrizione, con l'introduzione di nuovi casi di sospensione tra il primo e il secondo grado e tra il secondo e terzo grado di giudizio; all'interno della riforma Orlando, la legge di delega in tema di infermità di mente e di disciplina delle REMS, con relativi principi direttivi in materia di bisogno di terapia e di pericolosità sociale. Infine, novità giurisprudenziali in tema di misure di prevenzione, con particolare riguardo al caso De Tommaso della CEDU ed al progetto di legge sull'estensione delle misure di prevenzione anche alla corruzione, la nuova disciplina a livello penalistico delle unioni civili, la depenalizzazione, l'introduzione del nuovo reato di tortura.

Il lato oscuro del diritto penale

Manna Adelmo
Pacini Editore 2017

Non disponibile  
DIRITTO PENALE

18,00 €
In questo periodo stiamo assistendo sempre più ad un vero e proprio "stravolgimento" del diritto penale. Il volume accompagna il lettore nell'analisi di questo percorso di cambiamento, esaminando in particolare i principi che fino ad ora hanno caratterizzato il nostro ordinamento: da un sistema "garantista" stiamo sempre più avvicinandoci ad un sistema "punitore". L'autore dimostra, in questo suo libro, che il diritto penale ormai è molto distante dal modello razionale e programmatico. Nel diritto penale di oggi prevale invece il decisionismo e dunque l'intervento "spot", la prevalenza dell'esecutivo e del giudiziario sul potere parlamentare e, da ultimo, la necessità di intervenire di fronte a fenomeni terroristici e di criminalità organizzata, come in particolare da noi quella mafiosa, ove le esigenze repressive sono di gran lunga più impellenti, rispetto ai profili attinenti alle garanzie. Sono altresì analizzati gli orientamenti giurisprudenziali e i contrasti che si stanno creando a livello europeo.

Diritto penale dell'economia

Cadoppi Alberto
Utet Giuridica 2016

Non disponibile

180,00 €
Il trattato, frutto dell'esperienza di didattica e professionale dei direttori e degli autori, analizza in modo approfondito e trasversale, un settore del diritto penale di grande rilevanza nell'odierna vita economica e sociale, sensibile ai mutamenti non solo del mondo dell'impresa e del lavoro, ma anche dei mercati e dei consumatori. La materia riveste un grande rilievo pratico per la complessità degli interessi coinvolti e per la sua continua evoluzione normativa. L'opera si sofferma su quattro grandi aree relative: reati societari, finanziari e bancari; reati tributari; reati fallimentari; responsabilità da reato dell'ente che può essere chiamato a rispondere dei reati commessi da dirigenti, dipendenti che operano in nome e per conto dell'ente stesso. L'analisi delle disposizioni del codice e della normativa complementare, parte da un'esegesi del dato normativo arricchita dagli spunti offerti dalla dottrina più accreditata e dallo studio dell'applicazione effettuata dalla Suprema Corte, dalle Corti europee e dai Tribunali di merito. Il trattato rappresenta un valido supporto per il professionista per l'inquadramento e l'aggiornamento della materia.

Medicina difensiva e il diritto...

Manna Adelmo
Pisa University Press 2014

Non disponibile

18,00 €
Il volume affronta una delle tematiche più delicate in materia di rapporti tra attività medica e diritto penale, secondo la particolare angolazione della c.d. medicina difensiva. Tale atteggiamento della classe medica evidentemente trova la sua origine in una giurisprudenza che, dopo un'iniziale larghezza di vedute, progressivamente è diventata sempre più severa nei confronti del trattamento medico-chirurgico sino addirittura a sconfinare dal tradizionale settore dei reati colposi fino alla preterintenzione e talvolta al c.d. dolo eventuale. Da qui lo svilupparsi di un atteggiamento difensivistico da parte della classe medica che, anziché rischiare un procedimento penale, ha preferito astenersi dall'intervenire. Va di contro rilevato come più di recente la giurisprudenza, segnatamente con la sentenza della Cassazione a sezioni unite, ricorrente Giulini, ha cercato di costruire un più equilibrato rapporto tra istanze punitive e istanze garantistiche, ritenendo non integrante il fatto tipico del delitto di lesioni da parte del medico in particolare se l'esito dell'operazione è risultato favorevole anche se privo del consenso del paziente. Per evitare il perpetuarsi di questa situazione, il governo tecnico a guida del Sen. Monti ha varato il c.d. decreto Balduzzi, che ha reso penalmente rilevante l'operato del medico solo nell'ipotesi di colpa grave e a condizione che siano state osservate le linee guida e le buone pratiche cliniche.

Corso di diritto penale. Parte...

Manna Adelmo
CEDAM 2012

Non disponibile

56,00 €
Questo "Corso"si propone di coniugare, sin dove è possibile, la teoria con la prassi del diritto penale, nel senso di mettere in relazione gli sforzi teorici della dottrina con gli indirizzi giurisprudenziali. L'opera, inoltre, pur dando conto, ovviamente, della costruzione separata dei tipi di reato, in quanto si è ben consapevoli che già a livello ontologico l'illecito commissivo doloso è diverso dall'illecito commissivo colposo, ed altrettanta diversità la si può riscontrare anche nei rapporti tra reato commissivo e reato omissivo, aderisce però ad un modello "temperato" della stessa, in quanto si è convinti che le diversità fra i vari tipi di reato non riguardino necessariamente tutti gli elementi del reato medesimo. Quanto, infine, alle citazioni dottrinarie e giurisprudenziali, sono state ridotte all'essenziale e, quelle giurisprudenziali, sono state il più delle volte inserite nel testo, ciò allo scopo di non appesantire il "Corso" che, dallo stesso titolo, può chiaramente desumersi, come sia destinato prevalentemente agli studenti universitari, anche se ci auguriamo possa essere di aiuto pure per gli operatori del diritto, nonché di stimolo per la discussione con i colleghi. Questa seconda edizione è riunita in un unico volume.