Enti di governo dello sport

Filtri attivi

Non è da Inter. L'anno di Gabigol

Olivari Stefano
Indiscreto

Disponibile in 3 giorni

19,90 €
Il racconto in chiave satirica della stagione 2016/2017 dell'Inter, di Milano e dell'Italia, attraverso le vite dei frequentatori di un bar di periferia e del loro leader Budrieri. Rubrica nata nel 2002 sul web, «Non è da Inter» fa del politicamente scorretto la sua bandiera, scherzando sui mutamenti della società occidentale profonda: quella che i media non raccontano, avendo la presunzione di rivolgersi a una classe socio-culturale più elevata. Dai lavori fumosi all'immigrazione, dalla disinformazione alle velleità imprenditoriali, passando per la fine della famiglia e di qualsiasi rapporto umano: solo il calcio tiene la piccola borghesia attaccata a quel che rimane degli idealizzati valori di una volta. Su tutto un velo di nostalgia, perché oggi come oggi quasi nessuno è da Inter.

Mai dopo le ventitré. Le molte vite...

Carraro Franco
Rizzoli 2017

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Franco Carraro ha solo ventotto anni quando eredita agiatezza, responsabilità e passione per il Milan. Il padre ha corso troppo e il suo cuore si è fermato all'improvviso. Come in una staffetta, la corsa continua e il figlio segue la strada tracciata per lui. Consapevole dei propri privilegi, non si sottrae ad alcuna sfida. «Sono stato atleta, sindaco, ministro, dirigente, ho governato il calcio, il Coni, lo sport. Ho proposto leggi, mi sono occupato di banche, di imprese, di bilanci, ho scelto gli ultimi due allenatori vincenti della nazionale azzurra: Enzo Bearzot e Marcello Lippi. Fortuna, non preveggenza.» Oggi che può riconoscere di aver vissuto, speso e consumato il suo tempo, Franco Carraro si concede il piacere di ricordare. E lo fa senza scontarsi nulla: non esita a definirsi un borghese molto noioso, padovano e polentone, quindi un po' ottuso, amante della puntualità, sgradevole quando vuole, nemico delle ore piccole. Asperità del carattere. Per contro, la volontà e la determinazione lo guidano da subito. Capisce presto che lo sport, anche se bistrattato, fa parte della società, convoglia umori. Non è oppio per i popoli, vizio degradante da far fumare agli ignoranti. È molto di più. Ma va organizzato, in certi momenti anche rivisto radicalmente. Che sia il Coni, o la città di Roma guidata come sindaco, Carraro è convinto che dall'interno sia sempre possibile riformare. E lui si spende per farlo, senza mai indossare i panni di Robin Hood, anzi, restando fedele al suo immancabile abito blu. È un'autobiografia schietta quella che Franco Carraro ha scritto a quattro mani con Emanuela Audisio, giornalista di «Repubblica», dove non teme la precisione puntuale per ricostruire episodi mitici del nostro sport accanto a oscuri retroscena di vicende che ne hanno determinato la storia.

Dallo sport popolare allo sport per...

Senatori Luciano
Polistampa 2006

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
La storia dello sport popolare è parte integrante della storia del movimento operaio e dei lavoratori del nostro paese. Questo libro racconta le vicende di oltre mezzo secolo di presenza della UISP in Italia e a Firenze, dei suoi dirigenti, delle sue iniziative, dei suoi successi e dei suoi momenti di crisi, con una documentata ricostruzione del pionierismo dello sport popolare. Intorno alle Società di Mutuo Soccorso, le prime forme organizzate del nascente movimento operaio, e in parallelo al sorgere delle varie Federazioni Sportive Nazionali si aggrega e si organizza una nuova domanda di sport accessibile anche alle classi subalterne. Si sviluppano le prime associazioni sportive popolari, in qualche modo concorrenti con le Federazioni ufficiali, insofferenti alle loro rigidità regolamentari. Il fenomeno sport è indagato nel contesto dello sviluppo dei rapporti sociali e di classe e collocato nel quadro più generale delle vicende politiche nazionali e internazionali degli ultimi 150 anni. Momento di ricreazione o confronto agonistico, pratica elitaria o opportunità di inclusione, strumento di controllo sociale o occasione di emancipazione, lo sport è analizzato in tutte le sue valenze di fenomeno sociale attraverso l'ottica di quanti hanno cercato di aprire un fronte per una diversa qualità dei rapporti tra le persone creando un modello di sport funzionale alle aspettative di larghi strati popolari.

Il dirigente accompagnatore....

Cadrega Maurizio
la meridiana 2016

Non disponibile

6,00 €
I dirigenti accompagnatori sono i responsabili ufficiali della squadra. Sono loro che rispondono del rispetto delle regole sportive e del comportamento di tutti i componenti, allenatore compreso. Il termine "Dirigente accompagnatore" indica insieme la bellezza di una figura sportiva fondamentale ma a volte considerata di secondo piano. Questo Quaderno intende valorizzare, se non riscoprire il ruolo del Dirigente accompagnatore offrendo spunti utili per individuare, formare e supportare tale figura di responsabile ed educatore sportivo. Ampio spazio viene dedicato a cosa occorre saper fare e, viceversa, cosa sarebbe meglio evitare di fare. Non si tratta tuttavia solo di un manuale per l'uso. Il testo intende essere soprattutto una occasione di riflessione e verifica per far sì che ogni dirigente sportivo possa ritrovarsi, riscoprirsi e sopratutto saper mettersi a fianco ai propri atleti non solo su una panchina ma nella vita. Il Quaderno è rivolto non solo a chi già opera come dirigente accompagnatore, ma alle società sportive nel loro insieme, alle famiglie e anche agli allenatori. Le prime vi troveranno spunti utili per meglio individuare le persone più adatte a questo compito e discernere il loro operato. Per gli allenatori sarà l'occasione di conoscere meglio e "fare squadra" con chi sta al loro fianco. E per molti genitori, quelli che magari ancora credono che si tratti solo di portare borracce e firmare una distinta, per mostrare che così non è...

Il CONI nella storia dello sport e...

Bonini F.
Studium 2015

Non disponibile

17,50 €
"Si è tenuto a Roma, net salone d'onore del CONI, con la partecipazione del presidente Malagò, proprio in corrispondenza del centenario, il 12 giugno 2014, il convegno da cui prendono spunto le relazioni pubblicate in questo volume. Aperto con i saluti del presidente Giovanni Malagò, del quale qui si è riprodotto l'intervento alla celebrazione ufficiale alla presenza del Presidente della Repubblica, e dei rappresentati delle istituzioni che hanno sostenuto il lungo percorso, la presidente della Siss, Angela Teja, e il presidente dell'Aoni, Mario Checcoli, il convegno ha inteso rappresentare un punto di arrivo e un punto di partenza. Da un lato ha fatto il punto di una feconda stagione di studi sulle origini e lo sviluppo dello sport e delle istituzioni sportive italiane, sottolineando l'originalità dell'istituzione, della cui fondazione Antonio Lombardo ha proposto 'una nuova interpretazione'. Dall'altro sono state segnalate piste ulteriori di lavoro e di ricerca." (dall'Introduzione dei curatori)

Sport... non mollare! Rassegna...

Cantafio Rocco
Meligrana Giuseppe Editore 2015

Non disponibile

10,00 €
Questo volume, oltre al fine oggettivo di voler rendicontare un'esperienza professionale, vuole in primis lanciare un messaggio chiaro, soprattutto alle nuove generazione: "non mollare mai" e persistere nel raggiungimento degli scopi preposti, sportivi e n

Sport... non mollare!. Vol. 2

Cantafio Rocco
Meligrana Giuseppe Editore 2015

Non disponibile

10,00 €
"Sport... non mollare! II Tomo" vuole essere ancora la testimonianza di Rocco Cantafio, presidente del C.O.N.I. di Vibo Valentia per molti anni tra gli anni '90 e i primi 2000, il cui significato implicito è: "Ho lottato e combattuto, ho espresso tutte le mie idee. Queste sono forza per progettare ed andare avanti". Le generazioni devono far tesoro di questo libro perché dietro l'angolo ci sono e ci saranno sempre i "volponi", i furbi che tentano di depistare i migliori, di fagocitare i buoni e di inserirsi nella confusione per alimentarla e trarne profitto.

Il pallone lo porto io. Calcio,...

Moggi Luciano
Mondadori 2014

Non disponibile

17,00 €
Nemmeno il suo più acerrimo detrattore potrà mai contestare un dato di fatto: Luciano Moggi di calcio e di calciatori se ne intende molto, probabilmente più di chiunque altro nel nostro Paese. Passione, fiuto e capacità manageriali sono stati il propellente della sua straordinaria traiettoria professionale, iniziata in un'umile famiglia della provincia di Siena e conclusa, causa Calciopoli, come direttore generale del club più prestigioso d'Italia ai suoi massimi storici: la Juventus della Triade (gli altri due erano Giraudo e Bettega) ha vinto con continuità tutto quello che c'era da vincere. In questo libro ci sono i segreti e le rivelazioni sul calcio italiano degli ultimi quarant'anni relativi ai giocatori simbolo, agli allenatori mitici e ai presidenti delle squadre più importanti della massima serie. Si scopre che un giovanissimo ma già promettente Del Piero era stato ceduto scelleratamente al Parma, che Cristiano Ronaldo non arrivò alla Juventus per colpa preterintenzionale di Marcelo Salas, che quel genio di Maradona era diventato un peso insopportabile, che Ferlaino giudicava Zola troppo brutto per essere bravo, che il Gran Premio di Monaco ha rischiato di travolgere il passaggio di Ibrahimovic in bianconero, e che nella cassaforte di casa Moggi giace un contratto da direttore sportivo firmato dall'allora presidente dell'Inter, Massimo Moratti: correva l'anno 1998. Nell'appendice finale del libro ci sono cento domande secche in cui il Direttore si sbizzarrisce in giudizi...

#100volteConi. Mille cinguettii per...

Bondini Gianni
Absolutely Free 2014

Non disponibile

13,00 €
C'è un'emozione. Quasi sempre. All'inizio di una storia. Questa volta è una doppia emozione. Perché? Avete provato a cimentarvi con la complessità di cento anni di avvenimenti, intrecci, sport, costume storia e politica per ridurli in coriandoli? O meglio in hashtag e in tweet, di un linguaggio a spot? È la scommessa su cui puntiamo. 1914-2014. Il centenario del Coni narrato in "cancelletti" e "cinguettii". Ma non si tratta solamente di raccontare un secolo di storia del nostro comitato olimpico e dell'olimpismo in generale. Andiamo oltre e scopriamo le origini dello sport, le sue connessioni sociali e politiche e, in fondo, scopriamo anche noi stessi come persone in continua evoluzione. Perché questi cento anni di storia ci ricordano proprio questo: che lo sport è prima di tutto evoluzione.

La responsabilità sociale e il...

Buscarini Cristiana
Franco Angeli 2006

Non disponibile

22,00 €
Oggi che la Corporate Social Responsability è diventata un argomento di quotidiana discussione nelle aziende nonché motore di molte iniziative concrete (dai bilanci sociali alla certificazione etica, dal cause related marketing ai codici di buona prassi) si avverte il bisogno di fornire anche a chi opera nel settore dello sport indirizzi e strumenti operativi che diano la possibilità di attuare in maniera efficace processi di responsabilità sociale all'interno del sistema in cui operano. Più in particolare il tema oggetto d'analisi esamina il ruolo sociale delle organizzazioni dello sport e la rilevanza strategica che assume al loro interno il bilancio sociale. In questo contesto tale strumento di misurazione è volto a supportare l'attività di governo delle singole organizzazioni e ad agevolare i loro processi di comunicazione e di interazione con gli interlocutori esterni (praticanti, dipendenti, comunità locali, enti di governo dello sport, enti locali, sponsor, etc.).

Istituzioni europee e Uefa. Analisi...

D'Intino Graziano
Franco Angeli 2006

Non disponibile

31,50 €
La consolidazione di organismi burocratici efficienti ha consentito al fenomeno-calcio di muoversi all'interno dei meccanismi della società moderna con la prospettiva di divenire oggetto o soggetto delle nuove dinamiche economiche e sociali. Un'attenta analisi delle strutture organizzative e gestionali dell'Europa, accompagnata dalla rilettura di particolari casi giuridici che hanno favorito l'esplosione dell'elemento calcistico sulla ribalta europea, hanno condotto a porre in evidenza l'oggettivo e quanto mai attuale rapporto di collaborazione e di interdipendenza tra le istituzioni politiche e le istituzioni calcistiche nel vecchio continente.