Industrie minerarie

Active filters

Diamanti di sangue. Lo sporco...

Campbell Greg
Carocci

Non disponibile

13,00 €
In questo libro-inchiesta, il reporter americano Greg Campbell ricostruisce per la prima volta il percorso delle preziosissime gemme dall'estrazione nelle miniere della Sierra Leone fino all'arrivo nelle vetrine delle gioiellerie più esclusive di New York, Parigi o Milano. Ci svela così tutti i retroscena di un commercio che ogni anno lascia dietro di sé una lunga catena di morti. Vendute sui mercati di Londra, Anversa e New York, spesso con la complicità dell'industria diamantifera internazionale, queste pietre hanno infatti finanziato una delle più violente e crudeli guerre civili della storia moderna e il network terroristico di al Qaeda, consentendo il riciclaggio di immense somme di denaro sporco.

Re-Mine. Architettura e...

Peghin Giorgio
Libria

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Questo libro documenta gli effetti del processo di sviluppo industriale minerario sul paesaggio della Sardegna, in un contesto in cui la difficile dialettica tra tradizione e modernità ha lasciato un sistema di vuoti della dismissione, di territori abbandonati, di archeologie minerarie. Il paesaggio industriale della Sardegna si è connotato per lungo tempo, infatti, come un paesaggio di miniere, un sistema antico che si consolida con un ruolo egemone nell'Ottocento e nel primo Novecento, secoli di grandi investimenti privati e di enormi cantieri territoriali. Ciò che rimane di questa storia è, soprattutto, un territorio complesso nella sua stratificazione di infrastrutture, insediamenti, residui industriali, inserito in un sistema ecologico precario e difficilmente riconvertibile. È la conclusione di un modello di sviluppo che lascia frammenti di utopie e il paradosso di una modernità inconclusa.

Minatori di memorie. Memoria...

Prandoni Marco
Pàtron

Non disponibile

12,00 €
Nel volume, secondo della serie Minatori di memorie, trovano spazio recenti mediazioni artistiche delle eredità delle miniere e della migrazione italiana in Belgio e Olanda: in opere teatrali (262 vestiti appesi di Alessandro Idonea), film (Gluckauf di Remy van Heugten, con sceneggiatura di Gustaaf Peek), docufilm (Viaggio al Belgio di Mattia Napoli), poesia (di Pierre Kemp, Wiel Kusters e Leonardo Zanier), installazioni video e fotografiche (L'Âge du Charbon di Fabio Caramaschi e Silvia Caracciolo), racconti letterari (Sette birre Efes Pilsen di Kenan Serbest), interviste autentiche e rielaborazioni di memorie individuali. Lo spettro delle modalità discorsive e rappresentative è ampio e fluido il confine tra elementi finzionali e non finzionali. Ne emerge un testo culturale transnazionale ricco e sfaccettato, in cui le performance (post) memoriali costruiscono, decostruiscono e ricostruiscono narrazioni private e pubbliche, alternando la volontà di commemorare e la necessità di profanare un passato che rischierebbe altrimenti di rimanere inaccessibile.

La nuova corsa all'oro. Società...

Zibechi Raúl
Museodei by Hermatena

Non disponibile

10,00 €
Quello che chiamiamo estrattivismo è molto più di un modello economico, è un modello di società nel periodo di crisi del sistema-mondo e di evaporazione delle istituzioni legittime. Ed è una guerra contro i popoli, che si sono trasformati in ostacoli all'accumulazione/rapina dei beni comuni.

Diamanti. Pratiche e stereotipi...

D'Angelo Lorenzo
Meltemi

Non disponibile

16,00 €
Il clamore suscitato dai cosiddetti blood diamonds ha contribuito ad attirare l'attenzione internazionale di esperti dello sviluppo, giornalisti, analisti e accademici sulle attività estrattive dei minatori di diamante africani. A partire da una ricerca etnografica svolta dall'autore in Sierra Leone (2007-2016), questo libro esamina le molteplici sfaccettature della realtà sociale dell'estrazione dei diamanti (per esempio il lavoro, l'economia, la tecnologia, le relazioni sociali e gli immaginari religiosi dei minatori) al fine di mettere in discussione alcune rappresentazioni stereotipate di questa stessa realtà. L'obiettivo è offrire al lettore una panoramica sulla letteratura mineraria più recente - poco nota in Italia - e una prospettiva critica sulle diverse forme di rappresentazione e marginalizzazione degli altri.

Cave d'Italia

La Fiaccola (Milano)

Non disponibile

90,00 €
Settima edizione del primo manuale che raccoglie i dati relativi ai siti estrattivi italiani, la cui ricerca è possibile secondo tre criteri: materiali estratti, posizione della cava, nome e sede del titolare della licenza. La guida compendia i siti di produzione e vendite di bitume e calcestruzzo.

«Dell'industria delle argentiere»....

Tasca C.
Morlacchi

Non disponibile

18,00 €
Le tematiche relative alla storia delle miniere e delle zone minerarie costituiscono da anni argomenti nodali degli interessi di ricerca del Dipartimento di Storia, beni culturali e territorio dell'Università di Cagliari, del Dottorato di ricerca in Storia, beni culturali e studi internazionali, che a esso fa capo, e dei settori disciplinari che afferiscono al dipartimento e sono state da anni oggetto, oltre che di molte dissertazioni di laurea o di tesi di dottorato, come è tradizione, di molti progetti di ricerca in varie aree scientifiche (archeologia, arte, antropologia, archivistica, storia), che hanno visto il dipartimento collaborare con istituzioni di ricerca (e i suoi ricercatori) o centri, enti e istituzioni del territorio, pubblici e privati, interessando assegnisti, borsisti, dottorandi, studiosi, in una prospettiva di coinvolgimento di più figure e soggetti che operano nel campo della ricerca e della cultura. Alcuni dei contributi inseriti nel volume sono nati in questo contesto o sono frutto di studi ancora in corso, ma che hanno già dato primi importanti risultati.

La cultura di miniera nelle Alpi....

Armano Linda
Aracne

Non disponibile

16,00 €
Due sono le domande che bisogna porsi per analizzare la "cultura di miniera nelle Alpi": in che modo i fattori politici ed economici influenzarono la gestione e l'organizzazione mineraria dal medioevo al XX secolo? Esistono espressioni culturali specifiche della categoria professionale dei minatori? Pur nella loro diversità, le due questioni sono tra loro complementari. Il volume mostra da un lato come nelle Alpi non sia esistito un solo sistema di gestione e di organizzazione della miniera e, dall'altro, affronta la questione della costruzione antropopoietica della figura del minatore di miniera e del minatore di galleria attraverso il suo particolare rapporto con l'ambiente minerario.

Vita in miniera. Tra XIX e XX sec.

Garbato Annalinda
Lussografica

Non disponibile

18,00 €
Questo libro nasce al termine di un percorso di studi in cui si cerca di dare attenzione al patrimonio presente nel territorio locale, cercando di raccontare e meditare la nascita e lo sviluppo che hanno avuto le miniere siciliane nel corso del XIX e XX secolo, nonché la vita in miniera dei veri protagonisti: i "minatori" e meditarvi. Le aree minerarie recuperate e valorizzate in questo libro diventano e sono da considerare "musei dei luoghi e del territorio", espressione di un passato sociale, economico e culturale, pregno di valori simbolici e fortemente legato alla comunità, rientrando di fatto nella definizione che F. Drugman dà di museo diffuso: "un sistema di servizi preposti al recupero, conservazione e tutela saldamente connesso non più soltanto alle fonti, agli istituti di ricerca, alle gallerie, alle accademie, ma soprattutto ai luoghi produttivi artigianali, industriali, alle comunità locali". Quest'opera è sicuramente un documento umano, di una realtà storica, sociale ed economica che, attraverso i vari capitoli, in cui si articola, mette in evidenza un mondo dai più poco conosciuto, rimosso ed archiviato, con storie di vita personali in cui si evidenziano quelle che erano le reali condizioni di vita personali, sociali e soprattutto psicologiche dei minatori. Si possono individuare tre sezioni: nella prima viene dato uno sguardo generale alla struttura geologica e all'organizzazione dei sistemi produttivi nell'ambiente minerario; vengono attenzionati, anche, il lavoro e i lavoratori delle solfare, la presenza della criminalità all'interno dell'ambiente minerario, nonché il movimento cattolico e i mutamenti socio - politici avvenuti a Caltanissetta dopo l'unificazione nazionale. La seconda sezione riporta riproduzioni audiografiche, ricavate da interviste, effettuate nel 1994, ad alcuni minatori nisseni che hanno vissuto, in forma diretta, l'esperienza all'interno dell'ambiente minerario in qualità di "caruso, picconiere, conduttore, armatore". L'ultima sezione del libro è dedicata ad evidenziare, attraverso l'esposizione di diverse immagini fotografiche, la condizione attuale del patrimonio materiale dismesso costituito da pozzi, castelletti, edifici, impianti industriali, chiesette votive, da continuare a conservare per la sua capacità rievocativa; inoltre, in quest'ultima sezione, vengono illustrate alcune "gemme" di minerali, patrimonio del nostro territorio locale.

Minatori di memorie. Memoria...

Prandoni Marco
Pàtron

Non disponibile

23,00 €
Il taglio interdisciplinare del volume intende fare interagire gli studi delle infinite tracce, materiali e immateriali, lasciate dal mondo minerario e dalla migrazione italiana sui territori, sulle persone, sulle società, sulle mentalità, sugli immaginari artistici negli ex-distretti minerari del Borinage, del Limburgo belga e del Limburgo sudorientale olandese. Ultimamente è andata crescendo l'urgenza della patrimonializzazione di quell'eredità. Un'eredità, scomoda, che non poteva essere attualizzata dalle ultime generazioni dei minatori e dalle loro famiglie senza complesse e dolorose rinegoziazioni. In Minatori di memorie trovano spazio studi storiografici sulla memoria pubblica in Italia della migrazione, catalizzata in particolare attorno alla tragedia di Marcinelle , di cui ricorreva nel 2016 il sessantesimo anniversario; sguardi della geografia e dell'antropologia, utili a interpretare in multiscala questi stratificati processi geostorici e il loro impatto sui territori, sulle culture e sulle persone; studi delle (auto) rappresentazioni offerte dalla letteratura e dai nuovi strumenti tecnologici.

Giù per la discenderia. La miniera...

Bragato Gianni
Edizioni Heimat

Non disponibile

12,50 €
Due minatori morirono cinquant'anni fa in una miniera di mercurio a Montebuono, nella Maremma Toscana. Soffocati dall'ossido di carbonio, secondo il referto del medico, confermato dalle autorità minerarie e ribadito dalle risultanze processuali. Si sarebbe trattato di un incidente sul lavoro, una tragica fatalità che non aveva colpevoli e non comportava indennità. Fu proprio così? Questo volume ricostruisce, per la prima volta in maniera dettagliata, quella lontana vicenda, alla luce di testimonianze, documenti, memorie personali che capovolgono le conclusioni di allora: quella tragedia fu il risultato di colpevoli carenze nei sistemi di sicurezza, di insufficienti mezzi di protezione, di modi e tempi di lavoro non sempre rispondenti alle norme di legge e agli accordi sindacali. Il discorso non si ferma qui. L'intero processo di lavorazione del mercurio viene preso in esame, con i risvolti tecnici della produzione e le conseguenze sanitarie, economiche, sociali che ne derivarono in tutto il distretto minerario dell'Amiata. Il libro è corredato da una abbondante documentazione fotografica dei luoghi e delle persone coinvolte in quella drammatica storia del lavoro in miniera.

Ribolla. Il villaggio, il lavoro,...

Polvani S.
C&P Adver Effigi

Disponibile in libreria in 5 giorni

10,00 €
''Al centro di questa narrazione, naturalmente, le vittime e il loro mondo, la miniera. Le tante foto presenti nel libro, che possono essere sfogliate come un racconto nel racconto, ci restituiscono i visi, il panorama, le caratteristiche di un mondo e di un'Italia che per buona parte non esiste più." (Dalla prefazione di Susanna Camusso a Ribolla 1954-2014)

Miniere e fornaci nell'alta valla...

Franzoso Francesco
Thyrus

Non disponibile

15,00 €
Questa minuziosa ricerca di Federico Franzoso ricostruisce la nascita e lo sviluppo delle più importanti iniziative industriali di questa zona legate alle miniere e alle fornaci, alla progressiva selezione tra queste, all'estinzione di alcune di esse. Un lavoro lungo e laborioso, data l'assenza di precedenti studi, condotto in archivi pubblici e privati, e ancora sull'osservazione dei luoghi come sono oggi e delle immagini d'epoca. Importante è stata la raccolta di testimonianze orali rilasciate dai protagonisti superstiti di quelle stagioni, testimonianze a rischio per ragioni anagrafiche e quindi ancor più meritoria è l'opera di ascolto e conservazione.

La storia della pomice di Lipari....

La Greca Giuseppe
Centro Studi Eoliano

Non disponibile

15,00 €
Questo libro è il terzo volume di una collana dedicata alla storia della pomice di Lipari, un'attività estrattiva che ha costituito per anni la caratteristica peculiare dell'isola dal punto di vista industriale. I primi anni del Novecento rappresentano per l'economia delle Eolie una rivoluzione, le lotte fra imprese straniere, i colpi bassi, lo spionaggio industriale, lo scontro all'interno della società e nel consiglio comunale, le prime indagini sullo stato delle miniere di pomice da parte del Ministero dell'agricoltura, l'emanazione della Legge 10 del 1908 e la figura del marchese Ugo di Sant'Onofrio sanciscono la fine dell'attività pomicifera dell'Ottocento proiettando le Eolie nel nuovo secolo.

Lavorare il marmo. Arte,...

Gierut Lodovico
Gierut

Non disponibile

15,00 €
Il libro, in elegante veste grafica, è composto di 144 pagine a colori e in b/n, arricchite da quasi cento illustrazioni-interpretazioni dell'artista torinese Alberto Bongini. Tale caratteristica rappresenta una sorta di viaggio grafico-pittorico sul territorio apuo-versiliese (comprendente le province di Lucca e di Massa-Carrara) finalizzata a fissare - tra fantasia e realtà - sia aspetti paesaggistici, sia interni come esterni di laboratori e studi a carattere artigianale e industriale. Lodovico Gierut ha voluto rendere omaggio al mondo del marmo, senza fare distinzioni, rendendo tutti veri e propri protagonisti di una storia iniziata alcuni millenni fa. Cavatori e industriali, sbozzatori e lucidatori, scultori e letterati, critici e storici dell'arte, giornalisti, amministratori pubblici... Molti sono presenti in foto (le istantanee sono 400 per un totale di 510 persone), pure con scritti che riassumono i momenti trascorsi su cui fanno leva interventi (inediti o famosi) di un corpo unico su cui una miriade di elementi argomentazionalmente coesistenti. Le 283 note bibliografiche costruiscono poi un immenso palcoscenico sul quale si snodano in piena onestà racconti e incontri, appunti e note ben utilizzabili anche a sfondo didattico.

La miniera di Monte Loreto. Storia...

Figone Fausto
Gammarò Edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
"Un saggio di storia locale che per le caratteristiche dell'oggetto trattato e per la metodologia di studio travalica l'interesse locale. La storia qui raccontata è un'avventura mineraria ricca di colpi di scena, di inventiva, di protagonisti umili o famosi, di fortune e di sfortune, di guadagni, di fallimenti, di compagnie straniere di alterna affidabilità, senza dimenticare, come nei migliori feuilleton, la scoperta dell'oro. In mezzo alle vicende dei gloriosi imprenditori (ma non sono quasi mai vincenti), in mezzo alle storie dei minatori/contadini (storicamente invisibili... o quasi), emerge la quotidianità della comunità di villaggio (che si consolida e sopravvive)."

L'età delle miniere. L'industria...

Pistolesi Carlo
Archivinform

Non disponibile

25,00 €
L'industria mineraria ha dato un contributo significativo all'economia dell'Italia, ma al tempo stesso ha messo in evidenza i limiti strutturali del suo processo di industrializzazione. Un processo pensato senza tener conto, nella giusta misura, dell'assenza dei combustibili fossili all'interno dei confini nazionali. Così la mancanza del carbone prima e quella del petrolio poi hanno segnato profondamente i destini del Paese. L'autore, nel descrivere la storia dei comparti minerari tra l'Unità e la fine della seconda guerra mondiale, concentra la sua attenzione sull'evoluzione dei commerci e dell'uso dei minerali, cercando di correlare le vicende dell'industria mineraria con quelle più ampie della storia generale, senza trascurare il contesto internazionale. Alla fine ne esce un quadro sorprendente che se da una parte restituisce una lettura quantomeno inusuale della storia mineraria, dall'altra ci permette di cogliere i problemi del presente e di intuire le prospettive future. Il libro però fornisce anche gli strumenti per decifrare l'inascoltato messaggio dei resti delle miniere e per procedere ad una valorizzazione ragionata di quello che rimane del patrimonio minerario italiano.