Arte dell’intaglio

Filtri attivi

Genio e maestria. Mobili ed...

Allemandi 2018

Disponibile in 3 giorni

40,00 €
Nato per dare memoria storica e corredo scientifico a una esposizione di arredi lignei quale non si vedeva a Torino dai tempi della Mostra del barocco del 1963, il volume è anche una panoramica esaustiva e aggiornata di studi in materia di ebanisteria piemontese. Quattro grandi in primo piano: Prinotto (largamente documentato), Piffetti rivisitato anche attraverso rarità di collezioni private, Bonzanigo e la sua sbalorditiva scuola di micro/intaglio, Capello che in uno straordinario Ottocento traghetta l'arte del mobile dalla bottega alla fabbrica. Ma non solo celebrità consacrate: attraverso il vaglio delle ricerche decine di figure e opere in meritata ascesa prendono possesso di una scena sempre più ricca in ampiezza e profondità.

Aligi Sassu. Catalogo ragionato...

Paglione A.
Silvana 2017

Disponibile in 3 giorni

45,00 €
La ricerca del sacro nell'arte ha accompagnato tutto il cammino creativo di Aligi Sassu. Questo volume presenta quattrocentosettantuno opere a soggetto religioso, realizzate tra il 1927 e il 1999 nelle tecniche più varie: dalla pittura all'affresco, dal mosaico all'incisione. Sono pochi i maestri del novecento che possono vantare una produzione così vasta. Scrive il cardinale Gianfranco Ravasi: "Ad affascinare l'artista erano i grandi temi, le narrazioni, i simboli e i personaggi alti della Bibbia che egli sentiva come le parabole ideali per interpretare il presente, la nostra travagliata, ma ad un tempo vivace vicenda storica. A conquistarlo era soprattutto la crocifissione, un segno che egli riteneva capitale per la sua fede, ma anche per la sua arte e per la stessa storia dell'umanità". Introduzione di Antonio Paolucci e Gianfranco Ravasi.

In principio sarà il sole. Il coro...

Zanchi Mauro
Giunti Editore 2016

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Nel 1524 l'Europa intera è percorsa da tensioni religiose fra luterani e cristiani fedeli alla Chiesa di Roma. L'arte partecipa al dibattito e offre versioni, visioni, insegnamenti che indirizzino verso una presunta verità di fede. In quell'anno la confraternita della Misericordia Maggiore di Bergamo chiede a uno dei principali artisti del tempo, il veneziano Lorenzo Lotto (1480-1557), di concepire i cartoni per la decorazione intarsiata del coro della chiesa di Santa Maria Maggiore; lo scopo è fornire ai fedeli una rassicurante "enciclopedia" simbolica che organizzi il sapere religioso in una coerente costruzione spirituale. Ne scaturisce uno dei capolavori del pittore, un percorso visivo tra ermetismo e cabala, un cammino iniziatico che conduce attraverso una selva di allegorie dall'oscurità alla luce, dall'ignoranza al Sole divino della conoscenza. In questo saggio illustrato Mauro Zanchi inserisce il capolavoro bergamasco nella cultura del tempo, illuminandone il senso complessivo e dettagliando significati palesi e nascosti di ogni scena.

Henry Thomas Peters. Un ebanista...

Rathschüler Antonella
Il Canneto 2014

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Henry Thomas Peters, ebanista inglese dell'Ottocento trapiantato in Italia, fu un personaggio complesso ed eccentrico. La sua sensibilità sociale e politica (fu corrispondente tra l'altro di Giuseppe Mazzini), la sua interpretazione del ruolo dell'imprendi

Un'eredità di avorio e ambra

De Waal Edmund
Bollati Boringhieri 2011

Disponibile in 3 giorni  
BIOGRAFIE NARRATIVA

18,00 €
Un'elegante vetrina nella casa londinese di Edmund de Waal contiene 264 sculture giapponesi di avorio, o legno, non più grandi di una scatola di fiammiferi, raffiguranti divinità, personaggi di ogni tipo, animali, piante. La vetrina è aperta, e i piccoli figli di de Waal possono estrarre i netsuke così si chiamano i minuscoli oggetti - e giocarci. Come facevano, ha scoperto l'autore, i piccoli figli di Viktor e Emmy von Ephrussi, suoi bisnonni, nel boudoir della madre, in un fastoso palazzo viennese della Ringstrasse, un secolo fa. Prima che Hitler entrasse in trionfo a Vienna e avessero inizio le persecuzioni e i saccheggi nelle case degli ebrei. Ebrei di Odessa erano appunto gli Ephrussi, commercianti di cereali e poi banchieri ricchi e famosi quanto i Rothschild, con ville e palazzi sparsi in tutta Europa. Quello di Vienna, dove i netsuke arrivano nel 1899 da Parigi - dono di nozze ai cugini di Charles Ephrussi, famoso collezionista, mecenate, storico dell'arte, amico di Renoir, Degas, Proust - conteneva tante e tali opere d'arte che i minuscoli oggetti sfuggirono all'attenzione dei razziatori nazisti. Affascinato dall'eleganza, dalla precisione, dalle straordinarie qualità tattili delle sculture, l'autore decide di ricostruire la storia dei loro passaggi da una città all'altra, da un palazzo all'altro, da una mano all'altra. Ricostruisce così anche la storia romanzesca della sua famiglia.

Il mobile piemontese nel...

Antonetto Roberto
Allemandi 2010

Disponibile in 3 giorni

350,00 €
Straordinaria antologia fotografica ragionata del mobile piemontese nel Settecento, questo libro propone 1.300 immagini commentate con le ricerche specifiche e tutti gli studi più recenti. Un volume è dedicato alle opere di paternità identificata, agli artefici consacrati e ad altri che qui si documentano per la prima volta. Il secondo volume documenta una eccellenza anonima ma non meno significativa. Comprende un estesissimo Repertorio di minusieri ed ebanisti, rintracciati nei documenti nel corso di ricerche decennali.

Manuale di intaglio su legno a...

Carmonini Quinto
Priuli & Verlucca 2009

Disponibile in 3 giorni

14,90 €
L'intaglio tipico della Valle d'Aosta è quello a punta di coltello. Volendo rimanere fedeli a questa tradizione, si è pertanto pensato di redigere questo testo, tralasciando di parlare di altri mezzi adatti all'intaglio come scalpelli, sgorbie, ecc. L'espe

Mario Ceroli. Scenografie e...

Mondadori Electa

Non disponibile

55,00 €
Mario Cerali (nato nel 1938), scultore italiano formatosi in ambito romano, si avvicina negli anni '60 al gruppo dell'Arte Povera, con il quale espone nel 1967-68. Caratteristici sono i suoi lavori in legno, forme e figure ritagliate, o silhouettes sagomate in legno grezzo. All'attività di scultore Cerali affianca da anni un altrettanto significativa attività di scenografo per il teatro e il cinema, chiamato dai più importanti teatri italiani, dallo stabile di Torino alla Scala di Milano. Questo volume raccoglie le sue scenografie (Riccardo III, Norma, Re Lear, Aida, Romeo e Giulietta...), gli allestimenti e gli arredi in spazi pubblici (Casa di Nettuno a Bologna, Santa Maria del Redentore a Tor Bella Monaca, la chiesa e la piazza di Portorotondo), le installazioni e opere pubbliche, come "Aria, acqua terra e fuoco" a Tenerife, "Squilibrio" all'aeroporto di Fiumicino, il "Cavallo alato" di Roma o il "Cavallo con gualdrappa" di Bari.

Il primo organo di Filippo Tronci,...

Florence Art Edizioni 2019

Non disponibile

30,00 €
Nel 1738 il pistoiese Filippo Tronci, capostipite di una delle più illustri famiglie di organari, realizza e firma la sua prima opera, che troverà collocazione nel Santuario della Madonna delle Grazie di Capoliveri. Il volume documenta, con un ricco corredo fotografico, la storia e la "rinascita" di questo prezioso organo che, restaurato nei decori e nella meccanica, è tornato a suonare, costituendo - assieme al celebre dipinto michelangiolesco della "Madonna del silenzio" ospitato nella medesima chiesa - un'ulteriore attrattiva per tutti coloro che amano l'Isola d'Elba e le sue straordinarie bellezze. I saggi sono di Francesca Rafanelli, Cristina Làzaro, Samuele Maffucci e Massimo Drovandi.

Io, il Salterio e io. Michele...

Nicolini Gualtiero
Nuova Prhomos 2019

Non disponibile

12,00 €
Michele Sangineto ha dedicato la sua vita alla cultura del fare; è noto come liutaio di grande sensibilità operativa. Dalle sue mani sono uscite arpe celtiche, salteri, vielle: tutti antichi strumenti rinati per passione, spesso evocati dalla sbiadita immagine di un affresco antico. Nel suo laboratorio, per anni, ha intagliato il legno, l'ha incurvato, incollato, pressato, per trarne le qualità sonore, par donargli la voce. E intanto lo palpava, lo annusava, lo esplorava ed entrava in sintonia con le nervature profonde, con le fibre cresciute nel silenzio.

La tasse Farnèse. Ediz. illustrata

Sampaolo Valeria
5 Continents Editions 2018

Non disponibile

40,00 €
Poche altre opere del Museo Archeologico Nazionale di Napoli rispondono alla definizione della collana «Tesori nascosti» quanto la Tazza Farnese, al centro di questo nuovo volume. Il più grande vaso in pietra dura lavorata a rilievo ci è giunto dal mondo antico attraverso un cammino lungo secoli durante i quali, con ogni verosimiglianza, non è mai finito sottoterra: da Alessandria d'Egitto a Roma, a Costantinopoli per tornare a Roma nel XV secolo dove lo acquistò quel finissimo intenditore d'arte che fu Lorenzo de' Medici, passando poi dalla sua collezione a quella Farnese, penultima tappa prima di fermarsi nelle raccolte dell'Archeologico. A questa intrigante storia di passaggi da una corte all'altra la Tazza Farnese unisce quella non definitivamente risolta dell'interpretazione della scena raffigurata al suo interno, spiegata in più modi e ancora argomento di nuove precisazioni. L'abilissimo lavoro di incisione, che ha sfruttato tutte le variazioni di colore dell'agata sardonica, ha consentito di mettere in risalto le figure dei personaggi interni e il volto terrificante della Gorgone sull'esterno.

La passione in rilievo. Scultura...

Martini P.
SAGEP 2017

Non disponibile

15,00 €
Il volume presenta il restauro di quattro teche che custodiscono altrettante scene della Passione, in legno scolpito ad altorilievo e dipinto. Si tratta di un ciclo, parzialmente conservato e ora in permanenza presso il Museo Diocesano di Genova, di assoluta importanza nel panorama della statuaria genovese del secondo Settecento. La perizia dell'intaglio si abbina alle ambientazioni dipinte delle varie scene, con esiti di straordinaria raffinatezza. La lettura delle opere, proposta da Daniele Sanguineti, rinvia, muovendo dai precedenti della bottega condotta da Anton Maria Maragliano, verso la generazione degli allievi già attivi in un clima accademico e neoclassico, come Francesco Ravaschio e Pasquale Navone. Il volume comprende inoltre la schedatura delle opere restaurate ed esposte al Diocesano in quindici anni di attività di tutela sul territorio del Ponente e del Levante genovese (Gianluca Zanelli) e una rassegna della scultura lignea sei-settecentesca dello stesso Museo (Paola Martini).

La «Stamperia» dell'ebanista....

Cifani A.
Allemandi 2017

Non disponibile

70,00 €
Pietro Piffetti (1701/1777), sommo ebanista, è oggi concordemente considerato dalla critica internazionale tra i protagonisti dell'arte europea del Settecento. Un cassettone inedito, squisitamente intarsiato, che narra un'esemplare storia di alta committenza nobiliare piemontese, viene ora ad arricchire il suo già vasto e prestigioso regesto. Dalla storia riemergono con chiarezza e forza la figura del committente, il marchese Giuseppe Francesco Ludovico Morozzo della Rocca (1704/1767), eminenza grigia nella Torino di Carlo Emanuele III, e quella del Venerabile Giambattista Trona (1682/1750), padre oratoriano di Mondovì, richiamata per metonimia dall'opera e qui studiata anche nella sua iconografia. Quest'opera maggiore riafferma il genio del grande artista nel milieu del raffinato gusto della nobiltà di Torino nel Settecento.

Tesori di una collezione privata....

Vitellozzi Paolo
Volumnia Editrice 2017

Non disponibile

80,00 €
Questo catalogo illustra, contestualizzandole, oltre quattrocento opere di glittica di una raccolta privata; i soggetti, descritti in schede dettagliate e raggruppati entro categorie tematiche, sono presentati dall'autore con opportuni riferimenti bibliografici. Il volume è inoltre arricchito dai contributi di: Arianna D'Ottone Rambach, Gabriella Tassinari, Paola Venturelli. La campagna fotografica si deve a Paolo Pugnaghi (Modena).

L'enigma degli avori medievali....

Bologna Ferdinando
ArtstudioPaparo 2016

Non disponibile

70,00 €
La più vasta raccolta di tavolette d'avorio del mediterraneo cristiano esistente al mondo, riunita e mostrata per la prima volta in questo unico volume che si presenta in una veste elegante e chiara per il lettore che senza dubbio ne sarà affascinato. Di questa preziosa e completa raccolta di avori, alcuni pezzi sono ora presenti in alcuni dei musei più importanti del mondo tra i quali: il Louvre di Parigi, il Metropolitan Museum di New York; il Victoria Albert Museum di Londra, i Musei Statali di Berlino, l'Ermitage di San Pietroburgo, il Museo di Belle Arti di Budapest.

Manuale di intaglio decorativo a...

Binel Giuseppe
Priuli & Verlucca 2016

Non disponibile  
TECNICHE ARTISTICHE

17,50 €
Questa pubblicazione offre al lettore un valido contributo per la conoscenza dei materiali e delle tecniche di un tipo di intaglio decorativo (quello comunemente definito "a punta di coltello"), che ha interessato e attratto, in questi ultimi anni, un numero sempre crescente di appassionati. Particolare attenzione è stata rivolta allo studio delle essenze, dell'attrezzatura occorrente, del disegno degli ornati e delle decorazioni e ai trattamenti delle superfici. Una vasta gamma di esempi offre al principiante le tecniche di esecuzione di elaborati con vario grado di progressiva difficoltà. Il linguaggio è semplice e discorsivo, con particolare attenzione agli aspetti pratici e ai problemi concreti. Tutte le tecniche sono state collaudate personalmente dagli autori che, entrambi, svolgono la professione di intagliatori.

Manuale di scultura su legno. Dal...

Binel Giuseppe
Priuli & Verlucca 2015

Non disponibile  
TECNICHE ARTISTICHE

18,50 €
Questo manuale offre una panoramica di tutte le tecniche, le nozioni, le malizie e gli accorgimenti attinenti alla creazione di una scultura, dai suggerimenti sull'acquisto dei materiali e delle attrezzature e sulle caratteristiche del laboratorio, alla de

Forme del legno. Intagli e tarsie...

Donati G.
Scuola Normale Superiore 2014

Non disponibile

45,00 €
Il volume, ampiamente illustrato a colori, deriva da un incontro di studio organizzato in Normale, con l'intento di accostare due momenti cruciali nelle arti del legno: la tarsia prospettica, che Chastel mise al centro dell'arte del Quattrocento, e l'intag

La collezione Paoletti. Vol. 2:...

Pirzio Biroli Stefanelli Lucia
Gangemi 2013

Non disponibile

60,00 €
Secondo di tre volumi (I-III), il Catalogo di Lucia Pirzio Biroli Stefanelli costituisce la pubblicazione integrale della collezione di stampi in vetro utilizzati nella prima metà del XIX secolo da "Bartolomeo Paoletti e Pietro figlio dimoranti di studio in piazza di Spagna num. 49" per la produzione in serie di impronte in scagliola di cammei e intagli in pietra dura di tutte le epoche, dall'antichità alla fine del XIX secolo. Il Catalogo è completato dalla ricostruzione dell'attività dei Paoletti a Roma e da un'analisi storico-critica della raccolta.

La tarsia lignea. Origine e segreti...

Fedeli Francesca
EDIFIR 2013

Non disponibile

15,00 €
Il libro illustra la storia della tarsia lignea dalle origini ai giorni nostri. Il constatare che al largo successo che la tecnica della tarsia lignea riscosse tra il XV ed il XVI secolo non ha corrisposto un'altrettanta fortuna critica, ha portato ad alcune considerazioni sul tema, in modo da evidenziare come i "legni tinti", così come li definì Giorgio Vasari con una punta di disvalore estetico, occupino invece un ruolo di primaria importanza della storia dell'arte.

Un'eredità di avorio e ambra. Ediz....

De Waal Edmund
Bollati Boringhieri 2012

Non disponibile

32,00 €
Un'elegante vetrina nella casa londinese di Edmund de Waal contiene 264 sculture giapponesi di avorio, o legno, non più grandi di una scatola di fiammiferi, raffiguranti divinità, personaggi di ogni tipo, animali, piante. La vetrina è aperta, e i piccoli f

L'arte del legno a corredo...

Chieli Francesca
Centro Studi Mario Pancrazi 2012

Non disponibile

10,00 €
Il volume traccia una breve storia degli arredi lignei nell'aretino e propone una rivisitazione critica del Coro ligneo custodito nel Museo civico di Sansepolcro (Arezzo).

Netsuke. Appunti da...

Camaiore Paolo E.
Nuova Prhomos 2012

Non disponibile

60,00 €
Il nome netsuke è l'unione di due parole "ne" che sta ad indicare "radice" e "tsuke" che sta a significare "attaccare o appendere", per cui si potrebbe tradurre in maniera più completa come "oggetto ricavato da una radice per attaccarvi o appendervi un altro oggetto." Inizialmente fu, di sicuro, un accessorio solo utile e praticamente di nessun valore, visto che veniva ricavato da radici naturali o da materiale di scarto di altre lavorazioni. Bastavano pochi esperti tocchi per dare alle radici, oppure ai suddetti avanzi, la forma voluta dall'artista. Costui viene chiamato comunemente, in inglese, carver che tradotto alla lettera sta a significare scultore od intagliatore che lavora l'avorio e/o il legno (in giapponese, con maggior precisione netsuke-shi). Vedremo meglio in seguito che, in realtà, l'artista giapponese utilizzò tutto ciò che gli poteva garantire, a poco prezzo, una notevole resa artistica accoppiata ad una buona durata. Chiamerò, quindi, tali artisti o carvers, o scultori, o intagliatori, o incisori, anche se il materiale da essi usato non corrisponde ai soli avorio e legno.

Il «trofeo militare» di Giuseppe...

Arnaldi Di Balme C.
Allemandi 2011

Non disponibile

15,00 €
Realizzato intorno al 1790 e continuamente rivisto per quasi trent'anni, il "Trofeo militare" costituisce l'opera più affascinante e misteriosa di Giuseppe Maria Bonzanigo (1745-1820), scultore astigiano attivo alla corte dei Savoia e fra i protagonisti dell'arte italiana dell'età neoclassica. Recentemente restaurato e riproposto al pubblico, il "Trofeo militare" è qui oggetto di un'analisi che per la prima volta ne rivela il senso e insieme invita a rileggere sotto nuova luce un grande artista italiano.

Ezio e Ugo Tassini, Sergio Tassi....

Bossini Marcello
Torelli (Montevarchi) 2011

Non disponibile

5,00 €
La storia di tre noti ebanisti di Montevarchi, come ricordo del lavoro che hanno svolto nell'arco delle loro vite.

Tarsie lignee del Rinascimento in...

Trevisan Luca
Sassi 2011

Non disponibile

49,00 €
La grande stagione artistica del Rinascimento italiano che si sviluppò tra il Quattro e il Cinquecento ebbe un capitolo importante e tuttavia spesso sottovalutato: la tarsia lignea. Questo fenomeno artistico, straordinariamente raffinato per tecnica esecutiva e contenuti culturali, andò di pari passo con l'evoluzione delle cosiddette arti maggiori - la pittura, la scultura e l'architettura -, ne seguì gli sviluppi teorici e le speculazioni intellettuali. Uno dei più significativi maestri in questo campo fu fra' Giovanni da Verona, intarsiatore, ma anche architetto, miniatore e scultore, perfettamente aggiornato sulle novità artistiche del suo tempo. Il ciclo di Santa Maria in Organo a Verona, esempio paradigmatico della tarsia lignea rinascimentale, mostra un linguaggio artistico perfettamente consapevole della scienza prospettica, aggiornato sugli sviluppi più recenti dell'arte e della conoscenza in genere. Ma gli esempi di come l'arte dell'intarsio ligneo nel Rinascimento si sia sviluppata parallelamente alle arti maggiori non finiscono certo qui. Non è un caso che il più celebre studiolo realizzato con questa tecnica sia quello di Federico da Montefeltro, in quella Urbino che era senza dubbio una delle culle della cultura matematica e artistica dell'epoca, dove trovarono espressione artisti come Piero della Francesca e matematici come il già citato Pacioli. Questo volume segue lo sviluppo di quest'arte a cavallo tra XV e XVI secolo.

L'armadio intarsiato di Giovanni...

Lucco M.
Silvana 2010

Non disponibile

28,00 €
L'armadio intarsiato che Giovanni Maria da Piadena, o, col nome più consueto, Platina, eseguì attorno al 1477 per la sacrestia del Duomo di Cremona è un oggetto d'arte unico al mondo, che non trova comparazione in altri mobili consimili. Di proprietà del Perinsigne Capitolo della Cattedrale, dopo essere stato per quasi cinquantanni depositato presso il Museo Civico "Ala Ponzone", esso è stato ritirato alcuni anni fa e affidato per un lungo e sapiente restauro a Vincenzo Canuti, un giovane restauratore di legni prematuramente scomparso. Alla fine di tale operazione, esso è tornato in deposito al Museo Civico, dove ora è possibile ammirarlo nella sua straordinaria qualità. Per motivi misteriosi, tuttavia, esso non ha mai fatto parte, come meriterebbe, del canone dell'arte italiana, di quella pattuglia di opere "irrinunciabili" che tutti dovrebbero conoscere. Il presente volume intende, almeno in piccola parte, colmare quella lacuna, celebrando insieme il monumento e il restauro di Vincenzo Canuti. Questa operazione, infatti, ferme restando le basi critiche stabilite nel libro fondamentale di Alfredo Puerari del 1967, ha consentito nuove precisazioni, nuovi punti di vista critici, aiutando a visualizzare meglio anche l'ambiente, oggi distrutto, in cui l'armadio si trovava.