Sociologia dei costumi e delle tradizioni

Active filters

Stringersi la mano. Storia breve di...

Al-Shamahi Ella
Solferino

Disponibile in libreria

15,00 €
La pandemia da Covid-19 ha profondamente mutato le nostre relazioni, cancellando pratiche sociali fino a poco tempo fa del tutto naturali. Una delle prime «vittime» è stata la stretta di mano, che da gesto pieno di significati positivi si è trasformato in «arma biologica». Un paradosso, se si pensa che le origini e la diffusione della stretta di mano sono popolarmente ricondotte al fatto che così si dimostrava all'interlocutore di non essere in possesso di un'arma. Ma se il mezzo per offendere, e contro la propria volontà, è lo stesso che dovrebbe portare il segno di pace? È arrivato forse il momento per un necrologio della stretta di mano? Ella Al-Shamahi preferisce scriverne la biografia, raccontandoci con spirito e ampiezza di visione le sue alterne vicende nei sette milioni di anni che rappresentano la sua evoluzione. La stretta di mano ha conosciuto altre eclissi, ma è sempre tornata in auge, perché appartiene alla nostra biologia, non solo alla nostra cultura. Perché è uno dei principali riferimenti della connessione umana. Perché non può essere sostituita nella sua efficacia e sensibilità di esternazione, e i tentativi in tal senso sono sempre falliti. Perché per molti ha rappresentato una conquista irrinunciabile (vedi l'autrice). I nostri antenati preistorici hanno lasciato impronte di mani. I Greci e i Romani se le stringevano, in pace e in guerra. Le strette di mano diplomatiche hanno condizionato la vita di milioni di persone. Fra le tante possibili «versioni» del gesto, alcune modalità sono risultate vincenti e altre sono cadute in disuso, sopravvivendo solo in contesti isolati. Ma tutto conferma il valore unico di questa forma di contatto fisico, testimone della nostra natura di «esseri umani»: Al-Shamahi ci rassicura che la storia della stretta di mano è tutt'altro che al termine.

Tremare e umano. Una breve storia...

Prosperi Adriano
Solferino

Disponibile in libreria in 3 giorni

9,90 €
Avere paura è un grande destino umano. I tempi difficili in cui siamo immersi ne sono segnati e questo sentimento rischia di immobilizzarci, come animali di fronte a un pericolo. Ma forse è possibile guardarlo con altri occhi. In queste pagine colte e appassionate, Adriano Prosperi ci accompagna a incontrare le paure dell'uomo, ci racconta le epoche di pestilenza e ci ricorda la potenza di un'iconografia del peccato e del Male che informa e percorre le costruzioni intellettuali attraverso cui comprendiamo la vita. E assieme al passato ci spiega il presente, mettendo a nudo il cuore antico della nostra modernità globalizzata, in un'analisi sferzante di ciò che davvero abbiamo da temere: un orizzonte di disparità economica, saccheggio ambientale e impoverimento culturale. Questo è il vero flagello, su questo orizzonte compariranno - o sono già comparsi - i nuovi cavalieri dell'Apocalisse. La pestilenza ha portato alla luce, come in ogni tempo, complottismi popolari e strategie dei potenti, attacchi ai medici e processioni penitenziali, pozioni miracolose e capri espiatori. Ma occorre guardare oltre. E riconoscere la paura nel suo aspetto più nascosto di forma di dominio, peste delle menti per cui esiste un solo rimedio, pietra filosofale ricercata nei secoli dalla scienza come dall'arte: la conoscenza. L'arma con cui possiamo affrontare un sentimento che ci appartiene e che, se riusciamo a dominarlo, può renderci più forti.

Giappone in 100 oggetti. Ediz....

Roperch Aurélie
Nuinui

Disponibile in libreria

24,90 €
Fra gli oggetti che ci circondano ce n'è sempre qualcuno che rimanda al Giappone. Nella cucina, nella ceramica, nel settore del tessile, nell'architettura, nel giardinaggio: ovunque sono presenti in quantità le tecniche e i marchi provenienti dall'arcipelago, ancora oggi ricco di laboratori artigiani e produzioni locali. Dopo le tipiche bambole kokeshi, i transistor del dopoguerra e i videogiochi dell'ultimo quarto del XX secolo, il Giappone ha iniziato a esportare i suoi prodotti di uso pratico. Da sempre, inoltre, questo Paese attrae l'interesse dei collezionisti: armi, tsuba e armature, e poi le action figure dei personaggi delle serie di animazione ricercati in tutto il mondo: una miniera di piccoli tesori. Il Giappone che vi presentiamo attraverso questi 100 oggetti - a volte nobili, a volte più banali, ma tutti intimamente legati alla sua storia e alle sue usanze - è il legittimo erede di questa grande tradizione. Prefazione di Aya Ozu.

Le malizie delle donne. Arte e...

Antunes L. M.
Marietti

Disponibile in libreria

15,00 €
Con un'ampiezza di visione storica insolita, ricorrendo alla testimonianza di testi e documenti a volte poco noti, questo libro individua le tematiche e l'intreccio di generi che, a partire dall'antichità greco-romana, hanno concorso a costruire la moderna tradizione delle "malizie" e delle virtù femminili. Una vera e propria messe di giudizi, credenze, dialoghi, trattati, poemetti e testi di varia destinazione e forma, ispirati a preconcetti d'ordine sociale, religioso, o morale, persegue l'intento di svelare e denigrare le presunte arti incantatorie delle donne, oppure di idealizzarne le doti spirituali e intellettuali. Prefazione Daniela Marcheschi.

Il linguaggio del kimono. Ediz....

Nitanai Keiko
Nuinui

Disponibile in libreria

29,90 €
Questo libro analizza le modalità espressive proprie del kimono attraverso fotografie e testi scritti da un'esperta di storia del costume e dei tessuti giapponesi. L'ampia messe d'informazioni sui colori, le stoffe e le decorazioni tipiche dell'abito tradizionale giapponese concorrono a formare un ritratto di questa forma di espressione e, più in generale, della cultura, dell'arte e del pensiero giapponesi. I sontuosi motivi classici e le ricche scene tessute, dipinte o ricamate sui kimono mostrano una sensibilità - talora venata di ironia e senso dell'umorismo - alla bellezza che è squisitamente nipponica. Articolato secondo temi diversi, dai motivi naturali associati a ogni stagione (fiori e piante, uccelli e animali) ai simboli di potere e fortuna, dai paesaggi alle scene tratte dalla letteratura e a molti altri soggetti, questo libro aiuta a comprendere quanto il kimono rifletta i tempi che cambiano, pur continuando a comunicare un'impressione di "atemporalità" dovuta al costante richiamo alla tradizione. Il libro fornisce anche notizie su gioielli, forcine e altri accessori, per offrire un quadro più completo della storia del costume giapponese.

Buone feste

Mamusi Pamela
Youcanprint

Non disponibile

10,50 €
Da Natale alla Befana. Questo libro è dedicato alle Feste, ai bambini ma anche agli adulti. Racconta delle tradizioni e delle leggende legate alle Feste Natalizie.

Vita di paese a Foresto in Valsusa....

Amprino Angelo
Autori in Libreria

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Momenti di vita in un piccolo paese, ora frazione di Bussoleno. Un racconto a più voci nato dalle testimonianze di molti Forestini e dall'amore dell'autore per la narrazione di aneddoti e ricordi personali. Riaffiorano così alla memoria tradizioni, credenze popolari, epiteti, personaggi caratteristici e tanto altro, il tutto infarcito di termini in piemontese ed in patois. Di quest'ultimo è presente anche un dizionarietto. Una lettura piacevole che permetterà di immergersi in un lontano passato che oggi non c'è più, ma di cui è bene serbare il ricordo.

Storia e tradizione degli europei....

Venner Dominique
L'Arco e la Corte

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
L'ex combattente d'Algeria, poi cospiratore antigollista e agitatore politico, trasformatosi infine in storico militante, delinea un tracciato delle vicende della nostra vecchia Europa. Venner non s'accontenta però di una scontata versione cronologica di fatti più o meno noti. Egli si prefigge di farci uscire dall'empasse odierno, che ci ha portati fuori dalla Storia. Di conseguenza, il nucleo della sua analisi s'appunta su un certo modo di vedere il mondo, quel politicamente corretto che è l'antitesi della solarità espressa in passato dall'Europa ancestrale, omerica, romana, cavalleresca. A darcene conto basta questo passo incendiario: "Concentrando tutto il sacro in un solo Dio esteriore alla creazione, perseguitando gli antichi culti reputati idolatri, il cristianesimo fece dell'antica Europa una tabula rasa. Preparata dalla desacralizzazione cristiana della natura, veniva aperta la strada alla ragione calcolatrice, alla volontà di potenza delle scienze e della tecnica, alla religione del Progresso, sostituto profano della Provvidenza".

Vendendo in platea. Le fiere...

Ferrari Ivan
Esperidi

Disponibile in libreria

13,50 €
La ricerca di questo contributo mira a definire il contesto storico, economico e sociale nel quale sono nate, sviluppate ed evolute le due fiere storiche di Gallipoli, quella di Sancto Petro et Paulo allestita il 29 giugno nei pressi della chiesa di S. Pietro dei Samari e quella di Sancta Maria de mezo agosto del 15 agosto che si svolgeva nello spiazzo antistante la chiesa di S. Maria della Lizza. Presenti entrambe nel territorio sin dalla tarda età medievale, le fiere intrapresero percorsi differenti che portarono la prima a cambiare luogo, denominazione e data, e la seconda a rimanere sostanzialmente immutata nel corso dei secoli e tale da giungere dopo circa seicento anni sin ai nostri giorni, nel pieno della sua rinnovata vitalità.

In Cina. Vino, società e costumi

Mazzinghi Bianca
Infinito Edizioni

Disponibile in libreria in 5 giorni

13,00 €
Sono arrivata in Cina con i miei punti fermi; non troppi, certo, ma almeno due o tre certezze su cui costruire la mia vita, quelle sì; vederle messe in dubbio le ha rinforzate. Per i giovani cinesi è difficile averne, in balìa di un mondo sempre diverso, con regole e ideali in continua trasformazione e il precetto di ubbidire più che di pensare. Un'analisi profonda e affascinante della Cina contemporanea scritta in prima persona con stile frizzante e colloquiale partendo dal lavoro dell'autrice in un'azienda cinese importatrice di vino italiano. Il vino offre la cornice per parlare di cultura, influenze storiche, gestione societaria, scelte imprenditoriali, cambiamenti e obiettivi politici della presidenza Xi Jinping, ma anche delle difficoltà quotidiane d'interrelazione e degli stereotipi che ci dividono. In appendice, un prezioso focus su dati economici generali del Paese, aziende italiane in Cina, relazioni Cina-Italia, sviluppo del settore enologico e descrizione delle regioni vinicole. "Il libro di Bianca è frutto di un arduo lavoro, di tanta esperienza, di moltissimi momenti di sconforto, di qualche soddisfazione e di un continuo interrogarsi, con un occhio all'Italia e tutti e due gli occhi sulla Cina." (Renata Pisu)

I drammi sacri. Beni culturali,...

Fondaz. Museo Storico Trentino

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
L'organizzazione delle cosiddette "forme esteriori" della devozione, sulla quale esercitò una notevole influenza fin dal XVII secolo l'ordine dei Gesuiti che ne pensò l'utilizzo in funzione catechistica, ha dato origine a una serie di rappresentazioni drammatiche che ancora sopravvivono nelle usanze di molte comunità della penisola italiana e non solo. I saggi ospitati in questo volume guardano alla tradizione dei drammi sacri viaggiando fra il Canavese e la Sicilia, fra la Sardegna e la valle del Vanoi in Trentino, evidenziando la ricchezza di manifestazioni erronea mente confinate nella sola sfera del "sacro" o del "popolare", ma in realtà espressione di più componenti sociali e culturali.

Il Ceppo di Natale. La gioia della...

Artusi Luciano
Scribo

Non disponibile

14,90 €
È con grande piacere e non poca curiosità che salutiamo la pubblicazione Il Ceppo di Natale" di Luciano e Ricciardo Artusi, innamorati della loro città, non nuovi a narrazioni che portano a riscoprire e valorizzare fatti e tradizioni di storia locale, per farle diventare amore e patrimonio culturale della propria terra."

Ittele della montagna spaccata....

Zambon Jury
Cierre Edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
«Quell'unica convinzione mia che mi spinge al viaggio tra le fiabe è che io credo questo: le fiabe sono vere» (Italo Calvino). Ittele è un'anguana. Vive nascosta nella Montagna Spaccata con la sua gente, ma sale tra gli umani per sposare il boscaiolo Giordano. Che cosa significa questo amore tra una ninfa e un mortale, e che cosa ci racconta delle genti che nelle sere d'inverno raccontavano questa e altre storie ai loro figli e nipoti? Le fiabe sono vere in quanto parlano degli aspetti più intimi dell'animo dei nostri avi, riflettendone il modo di pensare e di sentire. Esse testimoniano le loro relazioni con l'ambiente in cui hanno vissuto, sia dal punto di vista umano che naturale. Jury Zambon, ispirato dalle creature fiabesche dei "suoi" luoghi, ci guida in un percorso attraverso la narrativa popolare dell'area prealpina veneta. Indaga le caratteristiche di un mondo passato, quello dei Cimbri, per capire in quale modo esse si riflettono nei folletti, nelle fate e negli orchi che popolano le loro fiabe. Il viaggio porta verso la Montagna Spaccata, ambientazione di una fiaba - quella di Ittele - che viene qui analizzata nei suoi significati archetipici.

Il costume

Tönnies Ferdinand
Morcelliana

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
Che cosa si intende per "costume"? Come si declina tale concetto in rapporto a moda, etica, scienza e diritto? Per Tönnies, in pagine che ne mostrano la lungimiranza dello sguardo, il costume, forza conservatrice orientata al passato, si definisce come abitudine sociale, espressione della volontà collettiv;a, priva di riflessività e consapevolezza: un'entità sottoposta a mutamenti e declino, causati dal cambiamento di condizioni sociali ed economiche conseguenti all'avvento dell'industria e della modernità. Tale vuoto potrà essere colmato dalle pratiche intenzionali della scienza e della politica, se sapranno assumere il compito di riformare e migliorare le condizioni del vivere associato.

Neapolitan express.Viaggio tra le...

Bianco Rosario
Rogiosi

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
Un visitatore straniero arriva alla stazione di Napoli. Stanco del lungo viaggio, decide di rifocillarsi, ed entra in un bar dove ordina un caffè. Inizia a sorseggiarlo con gusto, e all'improvviso, sui binari, scorge una locomotiva che prima avrebbe giurato non ci fosse. Sulle carrozze, a caratteri cubitali, campeggia la scritta "Neapolitan Express". Incuriosito, decide di salire a bordo. Inizia così il suo "viaggio" all'interno della cultura napoletana: sei stazioni e altrettanti personaggi che lo porteranno a scoprire le meravigliose tradizioni della terra partenopea, a cominciare dalla pizza e dal caffè, passando per la musica e le usanze, fino a parlare dei dolci tipici e della storica e ineguagliabile arte presepiale. Il visitatore finisce il suo caffè (mentre lo beveva si è svolto l'intero viaggio) e, inebriato dalla magia delle storie che ha ascoltato, è pronto ad avventurarsi per la città.

Moda e cinema in Italia. Dal muto...

Paulicelli
Mondadori Bruno

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Il cinema ha lanciato la moda e lo stile italiano nel mondo. Sebbene la moda italiana abbia una lunga storia che risale alle botteghe medievali, bisognerà aspettare la fine della seconda Guerra mondiale per quello che diventò una delle rivelazioni della moderna couture. Il cinema italiano ha fatto conoscere al mondo il Made in Italy. Il costume nel cinema ha ispirato e continua ad ispirare la produzione di collezioni. Il "fashion film" è diventato un genere diffuso di storytelling per le marche del lusso come Ferragamo, Fendi, Gucci, Prada tra le altre. Il libro si conclude con una riflessione su questo genere e dei suoi rapporti sia con la contemporaneità, che con la storia del cinema degli esordi. Con un'analisi dettagliata del cinema d'autore attraverso la lente della moda e del costume, il volume propone una storia culturale di questa interazione e si avvicina al cinema per rivelare il processo di fare cinema. Questo rapporto sinergetico tra cinema, moda, e costume, ha contribuito e ancora contribuisce a creare un'immagine attraente e sperimentale dello stile italiano e a dare un valore aggiunto alla moda come bene culturale e farne parte integrante della formazione del tessuto identitario della nazione, proprio come il cinema. Da qui è possibile valutare come queste interconnessioni contribuiscono a riflettere sulle questioni storiografiche, proponendo nuovi percorsi di scrittura della storia attraverso il rapporto tra moda e cinema. Questo libro intende contribuire all'evolversi e allo sviluppo di questo campo di indagine e di studio, fornendo uno strumento per continuare la ricerca.

Manuale di comunicazione,...

Barile Nello
Meltemi

Non disponibile

16,00 €
Questo secondo volume del "Manuale di comunicazione, sociologia e cultura della moda" è dedicato alle relazioni tra l'universo della moda - intesa come cambiamento - e quello dello stile - inteso come resistenza a quel cambiamento. Per rintracciare tale re

Manuale di comunicazione,...

Marchetti M. Cristina
Meltemi

Non disponibile

14,00 €
Il tema della moda ha attraversato fasi alterne nella storia delle scienze sociali: all'attenzione, per certi aspetti precorritrice, della sociologia classica, ha fatto seguito un lungo silenzio, durante il quale la "pratica" della moda ha di gran lunga av

Usi e costumi di Rodì e Milici....

Bonvegna Carmelo
BastogiLibri

Disponibile in libreria in 10 giorni

20,00 €
L'autore di questo libro raccoglie le tradizioni popolari o quanto di esse è rimasto (feste calendariali, mestieri antichi, poesia popolare, musica, lingua siciliana...) a Rodì Milici (Messina), paese che fu di suo padre e in cui ha trascorso l'infanzia e la prima giovinezza. Egli ne fa una descrizione minuziosa e qua e là vivace perché, fra quelle case che guardano il mare azzurrissimo di Tindari e le Eolie, ha potuto conoscere una cultura che - sebbene al tramonto - resisteva ancora negli anni '50/'60 con personaggi irripetibili e, prima che la televisione ne cangiasse le fattezze, autenticamente "verghiani", con gli ultimi canti dialettali in chiesa e nei campi, il carro dei buoi e l'aratura tradizionale, il lavoro antichissimo delle sporte, i pagliari dei pastori..., insomma con quel mondo sommerso e affidato alla memoria di chi possiede intelletto d'amore per ricordare ancora. Il libro è frutto di innumerevoli interviste a persone anziane e, quindi, testimonia di cose sentite raccontare ma pure di cose viste e vissute in prima persona e che adesso sono presentate, finalmente, ai lettori appassionati e magari agli studiosi.

La terra e l'uomo. Cultura...

Coltro Dino
Azzurra Publishing

Disponibile in libreria in 10 giorni

8,90 €
Questo libro, frutto di oltre vent'anni di appassionata ricerca, documenta, nei suoi molteplici aspetti, la cultura materiale dei contadini veneti, il loro "fare", il loro modo di vivere e di affrontare ogni genere di lavoro necessario alle terre. L'attività del contadino viene inserita in uno spazio concreto, il paesaggio che egli ha costruito mettendo a frutto il proprio sapere - quando arare, come seminare e irrigare, dove piantare la vigna - ma soprattutto usando la forza delle sue braccia. Preziose testimonianze di un mondo ormai lontano, affiancate da un ricchissimo corredo iconografico.

La favola nelle letterature europee

Petite Plaisance

Non disponibile

12,00 €
I testi qui raccolti contribuiscono a individuare la tradizione della favola nella molteplicità delle linee che la caratterizzano, dei suoi generi e sottogeneri, in Italia e all'estero. Vi sono riletture storico-critiche e strutturali, quelle antropologiche e sociologiche sulla favola nella letteratura popolare e per bambini; o quelle formali che rivelano la favola come genere prediletto per la satira artistica o sociale segnata d'umorismo; e quella psicologica della favola come massima espressione dell'homo narrans. Il II seminario internazionale sulla favola ci presenta molte e talvolta poco considerate sfaccettature di questo genere letterario - nelle parole della curatrice Daniela Marcheschi: «scrittura portata al massimo grado del romanzesco». Introduzione di Daniela Marcheschi, interventi di Caterina Arcangelo, Guido Conti, Nicola Dal Falco, Sofia Gavriilidis, Ulrike Kindl, William Louw, Pauline Macadré, Luísa Marinho Antunes, Peter Merchant, Piero Paolicchi, Lucia Pascale, Annabela Rita.

Mister Unsu. Diario di viaggio nel...

Riccomagno Roberto
ilmiolibro self publishing

Non disponibile

43,50 €
Il karate del Maestro giapponese Mikio Yahara, attraverso il diario dei viaggi e delle esperienze vissute dall'autore in Italia, in Giappone e in altre parti del mondo, nel corso di più di 10 anni, per apprendere i contenuti tecnici di un karate Shotokan davvero unico, descritti in più di 80 lezioni.

Il macabro e il grottesco nella...

Lapadula Luciano
Progedit

Disponibile in libreria in 3 giorni

25,00 €
La storia del costume degli ultimi trecento anni è qui raccontata attraverso una inedita chiave di lettura che lega la moda, fatta di abiti e abitudini, alla sfera del grottesco e del macabro. Gli stili di vestiti concepiti per stupire, sedurre, castigare, tracciano un insolito percorso che si snoda tra lustrini e lacrime. Ostentati in pubblico, al patibolo come in un film, o celati al di sotto di altre vesti, questi indumenti divengono un feticcio utile a descrivere una recondita e irrazionale parte di noi, misteriosa e quasi invisibile, ma non per questo meno bisognosa di essere esibita. Il volume abbraccia, tra gli altri, singolari aspetti della moda ai tempi della regina di Francia Maria Antonietta, proseguendo con lo studio degli abiti indossati durante il Terrore. Usi e costumi funerei all'epoca della regina Vittoria cedono il passo all'avvento del cinema e alla celebrazione dei nuovi miti. Infine si esaminano i repentini mutamenti della società e del suo gusto in fatto di vestiti durante il Futurismo, la guerra e la nascita del New Look, giungendo alle fogge delle tendenze pop e suburbane che hanno caratterizzato la seconda metà del Novecento.